Ultime Notizie da Foggia e dalla provincia di Foggia

Rassegna della stampa locale e comunicati delle Associazioni di Foggia e della provincia di Foggia

Siti web e servizi internet - il tuo business online

Per le vostre vacanze in Thailandia : THAILANDIA , VIAGGIO THAILANDIA , THAILANDIA VACANZE ,

BANGKOK THAILANDIA , ISOLA DI PHUKET

Tour e vacanze in Thailandia Studio Fitness a Foggia e' un' isola dove il piacere di ritrovare la bellezza si sposa con il relax e la distensione di corpo e mente
Sala attrezzi Idromassaggio - Sauna - Solarium viso e corpo - Poltrona massaggiante - Bagnoturco  - Fitbox - Ginnastica dolce - Ginnastica posturale - Spinning - Total Body


Foggia cresce? leggi le email o invia un email a info@foggiaweb.it
Invalid or Broken rss link.

Trasporti in Capitanata. Area Riformista PD promuove ´Moby´. A Foggia De Caro e Giannini

Pubblicato sabato, 25 ottobre 2014

Due obiettivi strategici per la provincia di Foggia – il Treno-Tram e la logistica integrata – da perseguire mettendo a maggiore e migliore frutto i fondi residui della programmazione 2007-2013 e quelli del settennato di spesa che si sta avviando.

E’ la proposta avanzata da ‘Area Riformista’ agli attori istituzionali ed economici della Capitanata con l’iniziativa ‘Moby – I grandi obiettivi su trasporti e logistica su cui la provincia di Foggia può concentrare fondi UE, nazionali e regionali 2014-2020’.

All’evento – in programma lunedì 27 ottobre, a partire dalle 10.00, presso la Sala del Tribunale della Dogana di Palazzo Dogana – parteciperanno: il sottosegretario alle Infrastrutture e Trasporti Umberto Dal Basso De Caro, l’assessore regionale alle Infrastrutture e la Mobilità Gianni Giannini, l’europarlamentare Massimo Paolucci, il presidente della Commissione Politiche UE della Camera Michele Bordo e la vicepresidente della Commissione parlamentare d’inchiesta della Camera sulla contraffazione Colomba Mongiello.

I loro interventi saranno preceduti dai saluti del presidente della Provincia Francesco Miglio e dall’introduzione dal responsabile del settore Aree Industriali della segreteria regionale PD Gianluca Ruotolo che dichiara: “Nel settore dei trasporti, la nostra provincia è stata destinataria di una provvista finanziaria pari 796 milioni di euro (finanziamento pro capite: 1.242 euro) per 87 progetti attivati; ma la somma spesa è pari solo al 23,43%, cioè 186,5 milioni”.

 “Ecco perché – precisa Ruotolo – riteniamo possibile e indispensabile aprire un negoziato territoriale con Regione Puglia, Governo nazionale e Unione Europea per ottenere, innanzitutto, una provvista finanziaria destinata a ridurre gli svantaggi strutturali del territorio nelle due aree interne (Gargano e Monti Dauni) ed a realizzare la nuova programmazione sull’aeroporto di Foggia”. Obiettivo è la valorizzazione degli asset strategici su cui fondare una nuova ed innovativa politica economica per la Capitanata.

da Teleradioerre

• Tags: Commenta questo articolo Nessun commento

BARI – Meteo Puglia, migliora ma restano nubi nel fine settimana

Pubblicato venerdì, 24 ottobre 2014

METEO Puglia: prosegue l’afflusso di correnti fresche settentrionali che mantengono in vita una moderata variabilità con nubi alternate a schiarite, a tratti più ampie su medio-bassa Puglia e Metaponto. Temperature minime in aumento, massime stabili. Venti moderati settentrionali in attenuazione. Zero termico nell’intorno di 2050 metri. Basso Adriatico mosso; Canale d’Otranto da mosso a molto mosso.

TEMPO ANCORA INSTABILE E FRESCO. MIGLIORA UN PO’ NEL FINE SETTIMANA!. L’alta pressione ha lasciato spazio ad una fredda circolazione di bassa pressione che oggi rinnoverà tempo instabile sulle nostre regioni con piogge e temporali sparsi. Il tutto accompagnato da venti sostenuti e clima fresco. Graduale miglioramento nel weekend con temperature in ripresa e schiarite via via più ampie, soprattutto su Ioniche e bassa Puglia.

Situazione che tuttavia rimarrà variabile anche nel corso della prossima settimana, stante prima la persistenza di correnti dai Balcani,e poi il giungere di correnti più umide meridionali legate ad un fronte in risalita da Sud. Fenomeni potrebbero così giunge su Basilicata, interne Pugliesi, Salento e solo occasionalmente Molise.

da Stato Quotidiano

• Tags: Commenta questo articolo Nessun commento

FOGGIA –Insegnanti scuola infanzia, Cisl: ok accordo con PA Foggia

Pubblicato venerdì, 24 ottobre 2014

Asili nido (blog.panorama.it)

 La segreteria territoriale della CISL Funzione Pubblica di Foggia esprime soddisfazione per l’accordo aziendale per il personale comunale delle educatrici delle Scuole d’infanzia, sottoscritto, il 21 ottobre scorso, tra il Comune di Foggia e le organizzazioni sindacali territoriali ed aziendali di categoria.

“Finalmente dopo due mesi di mobilitazione sindacale e sei incontri specifici, di cui uno con il sindaco Franco Landella, siamo riusciti – afferma il segretario generale della CISL FP di Foggia, Giovanni Dalessandro – a concludere positivamente un accordo che stabilisce con chiarezza, nel pieno rispetto delle regole contrattuali, l’orario di lavoro, le prerogative e le tutele che interessano 107 dipendenti in servizio presso le scuole materne e gli asili nido comunali”.

Secondo l’accordo, approvato dall’assemblea delle lavoratrici riunitasi il 23 ottobre presso la CISL di Foggia, l’orario di lavoro del personale insegnante è distribuito su 6 giorni lavorativi comprendenti 30 ore frontali settimanali e non oltre 20 ore mensili per attività connesse alla qualificazione del servizio e all’organizzazione del lavoro educativo e scolastico.

L’accordo, che sarà sottoposto alla ratifica della Giunta Comunale, prevede che venga “assicurata e certificata la salvaguardia del livello qualitativo e quantitativo del servizio offerto alla collettività”. Il monte ore per attività integrative, da effettuarsi nel corso dell’anno scolastico, che comunque non deve essere superiore a 20 ore mensili, comprende: attività di programmazione didattica, di documentazione, di valutazione, di gestione sociale; partecipazione a iniziative di formazione e aggiornamento professionale promosse dal servizio, fatto salvo quanto previsto dal regolamento delle scuole d’infanzia.

Il monte ore complessivo è gestito dal responsabile del servizio e dalla direzione delle scuole (nucleo pedagogico) nell’ambito della programmazione scolastica annuale. E’ altresì previsto che per il personale insegnante, nella giornata di rientro per attività integrative, venga riconosciuto il diritto al buono pasto sostituivo.

da Stato Quotidiano

• Tags: Commenta questo articolo Nessun commento

Foggia/Manfredonia – “ritardo giudici, da mesi non posso vedere mia figlia”

Pubblicato venerdì, 24 ottobre 2014

http://www.genitronsviluppo.com (ARCHIVIO IMMAGINE NON RIFERITA AL TESTO)

DALLO “scorso febbraio” in attesa di una decisione sullo sfratto esecutivo a carico dell’ex moglie. Dallo scorso agosto l’attesa del provvedimento del Tribunale per i minori per regolamentare le questioni riguardanti la figlia. “Giorni, settimane, mesi che hanno tramutato la mia vita in un inferno”, dice a Stato il sig. Roberto (nome di fantasia), 38enne di Manfredonia, separato da anni dalla moglie.

“Il Giudice delegato del Tribunale di Foggia ancora non si è espresso sulla causa a carico della mia ex coniuge relativa allo sfratto esecutivo su un immobile di proprietà di terzi, ai quali deve essere restituito. Lo stesso immobile – dice Roberto – dove la mia ex moglie risiede oggi con il nuovo compagno, la mia bambina e il figlio nato dalla nuova relazione. Il Giudice si sarebbe dovuto già esprimere nei termini dei 30 giorni.

Ad oggi dopo 9 mesi solo il silenzio”. Data l’assenza di accordo, di una scrittura privata tra le parti – per l’affido della figlia, il proprio collocamento, i rapporti tra genitori e figlia, il contributo al mantenimento della minore, l’assegnazione della casa familiare – fra i due ex coniugi di Manfredonia persistono una serie di lettere e denunce “che ho inviato al Tribunale dei Minori – aggiunge Roberto – ma anche ai servizi sociali del Comune di Manfredonia e ad altre autorità competenti. Per l’affido di mia figlia i servizi sociali mi hanno riferito che bisogna attendere il provvedimento del Tribunale per i minori di Bari. Fino a quel momento non possono fare nulla”.

AFFIDO FIGLI; LA PROCEDURA DEL TRIBUNALE PER I MINORENNI DI BARI. Da raccolta dati (Eleonora Georgiacodis, Avvocato del Foro di Milano) , il Tribunale per i Minorenni (che svolge le proprie indagini prevalentemente attraverso i servizi sociali), utilizza un rito processuale diverso da quello seguito dal Tribunale ordinario per i procedimenti di separazione, il cd. rito della camera di consiglio, con garanzie inferiori dal punto di vista del rispetto del principio del contraddittorio e del diritto di difesa.

La prima udienza si svolge di norma dinnanzi ad un giudice delegato, spesso un giudice onorario (di solito è uno psicologo) il quale ascolta le parti insieme o separatamente, a sua discrezione, e cerca di trovare un accordo temporaneo. Se ciò non è possibile al termine dell’udienza non viene preso un provvedimento provvisorio e urgente in quanto il Giudice delegato non ha poteri decisori e deve sottoporre la questione per la decisione al Tribunale in camera di consiglio, in composizione collegiale, nonché acquisire il parere del P.M.

Questa pronuncia avviene di solito a distanza di molti mesi, il che crea notevoli problemi poiché le parti restano a lungo abbandonate a se stesse, in attesa di un provvedimento. Vi è poi una fase istruttoria finalizzata alla decisione delle questioni dell’affidamento dei figli e delle relazioni con i genitori (con eventuali consulenze tecniche d’ufficio, indagini psicosociali da parte dei servizi sociali, procedure di ascolto del minore), sia con riguardo alle decisioni di natura economica. Il giudizio si conclude con un decreto del Tribunale per i Minorenni.

Anche in questo caso di cerca sempre di favorire una soluzione conciliativa. Da tempo da più parti si auspica e si parla dell’istituzione di un Tribunale della Famiglia, composto da giudici specializzati e competente per tutte le materie riguardanti la famiglia e la persona, minore e adulta, nel quale le procedure di regolamentazione dei rapporti tra i genitori naturali per l’affidamento, la frequentazione e il mantenimento dei figli e quelle tra i genitori legittimi nell’ambito della separazione dovrebbero essere parificate.

L’APPELLO: “NON VEDO MIA FIGLIA DA MESI, CHIEDO AI GIUDICI DI VALUTARE CON ATTENZIONE LA DOCUMENTAZIONE E DI ESPRIMERSI IN MERITO. SONO CONTRARIO ALLA VIOLENZA MA BISOGNA AVERE RISPETTO DEGLI ESSERI UMANI”. “Ricordo come continuo a non avere la possibilità di vedere né sentire mia figlia. Inoltre ho il timore che la mamma stia spingendo la bimba a non avere più alcun rapporto con il padre. E’ da maggio che non sento né vedo la bimba. I ritardi della magistratura chiamata ad esprimersi sul caso – continua Roberto – stanno originando in me delle palesi situazione di disagio, innanzitutto a livello psicologico, oltre alla privazione di un diritto che mi dovrebbe essere garantito. Il comportamento delle autorità giudiziaria sta quasi autorizzando, parlo in senso metaforico, quei comportamenti e meccanismi di reazione inconsueti agli esseri umani.

Parlo naturalmente degli atti di violenza contro l’ex coniuge. Il ritardo che si sta accumulando non fa che incrementare e peggiore la situazione. Non fa che ingigantire in me un senso di rabbia. Mi chiedo chi pagherà per i danni che sto subendo da mesi. Con questo appello mi rivolgo a quanti di competenza chiedendo di esprimersi in tempi celeri. Diversamente sarò obbligato mio malgrado a denunciare l’inadempienza della magistratura e dei giudici chiamati ad esprimersi sul caso. Chiedo pertanto di vagliare con attenzione la documentazione depositata dal mio legale e di esprimersi facendo riferimento a quanto previsto dalla normativa vigente.

Mi chiedo, e lo faccio anche rivolgendomi alla comunità italiana, cosa sarebbe successo a parti inverse: ovvero se la denuncia, i ritardi accumulati avrebbero visto protagonista una donna. Dunque la mia ex moglie. Sono certo che già si sarebbe gridato alla scandalo ed a forme di discriminazione di genere”.

ASSESSORE CASCAVILLA: “CONFLITTUALITA’ TRA I CONIUGI NON FAVORISCE UN’INTESA. INTERVENTI SERVIZI SOCIALI CORRELATI AI PROVVEDIMENTI DEL TRIBUNALE PER I MINORI”. “Purtroppo – dice a Stato l’assessore alle politiche sociali del Comune di Manfredonia prof. Paolo Cascavilla – registriamo sempre più casi di conflittualità nella separazione dei coniugi. E’ innegabile registrare come nel 90% dei casi i minori sono affidati alla donna, in primis per il tasso di occupazione oggettivamente superiore del sesso maschile.

Qualsiasi intervento dei Servizi sociali del Comune è correlato ai provvedimenti del Tribunale per i minorenni che stabilirà le forme e modalità con le quali i coniugi potranno vedere e provvedere alla crescita del minore”.

da La Gazzetta del Mezzogiorno

• Tags: , Commenta questo articolo Nessun commento

CAMPOBASSO – Treni, Termoli-Lesina entro 15 giorni incontro fra le Regioni e Rfi

Pubblicato venerdì, 24 ottobre 2014

Ora la Carta dei diritti del passeggero ferroviario

Entro i prossimi quindici giorni sarà convocato un incontro tra i vertici istituzionali di Molise, Puglia e Abruzzo, Rete Ferroviaria Italiana e Cipe per tentare di sbloccare i problemi che ancora ostacolano la realizzazione del raddoppio della linea ferroviaria Termoli-Lesina.

E’ quanto stabilito al termine dell’incontro che si è tenuto oggi a Campobasso, a Palazzo Moffa, per affrontare la questione dopo le polemiche che nelle ultime settimane avevano visto Molise e Puglia su fronti opposti. Alla riunione erano presenti il presidente del Consiglio regionale del Molise, Vincenzo Niro (con i membri del suo Ufficio di Presidenza), il collega della Puglia, Onofrio Introna, gli assessori regionali ai trasporti Pierpaolo Nagni e Giovanni Giannini, il sindaco di Termoli Angelo Sbrocca, l’ assessore del Comune di Campomarino, Vincenzo Norante.

Giovedì prossimo 30 ottobre, a Roma, nella sede di Ferrovie dello Stato Italiane (ore 13) è intanto già previsto un incontro con i rappresentanti istituzionali delle due regioni e l’ amministratore delegato di Rfi Michele Elia. "Puglia e Molise lavorano insieme, in una logica da macroregione, per il raggiungimento di obiettivi importanti – hanno dichiarato Niro e Introna al termine della riunione di oggi – come questa infrastruttura strategica che consente di avvicinare il Mezzogiorno al centro dell’Europa.

Stiamo facendo squadra per liberare il Sud dall’isolamento. Il raddoppio dei 31 chilometri di binari tra Termoli e Lesina garantirà un sensibile incremento dei convogli ferroviari sulla dorsale adriatica ed una considerevole riduzione dei tempi di percorrenza".

da La Gazzetta del Mezzogiorno  

• Tags: Commenta questo articolo Nessun commento

BARI –Camion cade sui binari linea Benevento-Foggia interrotta fino a sera

Pubblicato venerdì, 24 ottobre 2014

Per cause in corso di accertamento un camion è caduto sui binari da un cavalcavia fra Bovino-Deliceto e Orsara di Puglia, interrompendo, la circolazione ferroviaria sulla linea Benevento-Foggia. Al momento dell’incidente non erano in transito treni. Il conducente del tir – a quanto si è saputo – è rimasto illeso.

La circolazione è stata immediatamente sospesa per consentire l’intervento dei soccorsi e delle squadre tecniche di Rete Ferroviaria Italiana e resterà interrotta per tutta la giornata. I collegamenti da e per Roma – rende noto un comunicato di Rete Ferroviaria Italiana – sono garantiti da un servizio di bus sostitutivi tra Foggia e Benevento.

La circolazione dei treni potrà riprendere solo dopo l'autorizzazione dell’autorità giudiziaria e il ripristino delle condizioni di sicurezza della linea ferroviaria. Il conducente del tir, Giuseppe Gerardo Giampaolo, di 48 anni, nato a Foggia e residente a Ortanova, è stato trasportato in ospedale con ambulanza del 118, per accertamenti.

Secondo quanto comunicato dai carabinieri e dagli agenti della stradale che sono intervenuti sul luogo dell’incidente, insieme ai vigili del fuoco e agli operatori del 118, l’uomo non avrebbe subito nessuna ferita nell’incidente che ha provocato problemi di transitabilità sulla linea ferroviaria. L’uomo è sotto choc e subito dopo gli accertamenti a cui sarà sottoposto potrà fornire la dinamica di quanto avvenuto.

ORE 19:30: RIPRISTINATO IN SERATA IL TRAFFICO FERROVIARIO - E' tornata percorribile in serata la linea ferroviaria Foggia-Benevento, chiusa dalle 14 per la presenza di un camion precipitato da un cavalcavia sui binari nel tratto fra Bovino-Deliceto e Orsara di Puglia, nel foggiano. Il primo treno a transitare è stato il Frecciargento 9358 Lecce-Roma.

Lo rende noto l’ufficio stampa delle Ferrovie dello Stato. Il camion è stato rimosso dai vigili del fuoco di Foggia.  Per il ripristino dell’integrità dell’infrastruttura e delle condizioni di sicurezza della linea ferroviaria hanno operato le squadre tecniche di Rete Ferroviaria Italiana. Durante l'interruzione, che ha bloccato due Frecciargento e due Intercity, i collegamenti ferroviari sono stati sostituiti con un servizio di bus tra Foggia e Benevento.

da La Gazzetta del Mezzogiorno

• Tags: Commenta questo articolo Nessun commento

BARI – Al via Buy Puglia, Gargano e Monti Dauni in prima linea

Pubblicato venerdì, 24 ottobre 2014

Fervono i preparativi per una grande accoglienza dei 220 buyer internazionali in arrivo da tutto il mondo (Germania, Francia, Stati Uniti, Brasile, Russia, Austria, Italia e Regno Unito tra i principali, dai Paesi dell’Europa dell’Est e da Turchia, Spagna, Olanda, India, Giappone e altre destinazioni extra continentali come Emirati Arabi, Australia, Canada e Argentina) insieme ad un gruppo di giornalisti europei per partecipare alla seconda edizione del Buy Puglia– Meeting & Travel Experience dal 27 ottobre al 1° novembre 2014, il più importante evento di business turistico della regione, ideato dall’Agenzia Pugliapromozione come grande occasione di incontro e scambio tra i buyer internazionali e gli operatori turistici pugliesi. Nel grande salone del Padiglione 18 in Fiera del Levante è tutto pronto con le 135 postazioni degli operatori turistici pugliesi che incontreranno i buyer internazionali con un’agenda già predisposta per un totale di 3500 incontri programmati ai quali potranno aggiungersi altri incontri organizzati al momento.

Quest’anno, ed è questa una delle novità, l’evento comprende anche una sezione dedicata esclusivamente al turismo d’affari e congressuale in concomitanza con l’appuntamento dedicato al Leisure il 30 ottobre alla Fiera.

La maggior parte dei buyer che arrivano in Puglia lunedì prossimo non hanno ancora in catalogo la Puglia,ma avranno modo di sperimentare un piccolo assaggio della Puglia attraverso una vera e propria “Travel experience” che gli consentirà di vivere ciò che dovranno poi vendere nei propri mercati.

Dal risultato della prima edizione possiamo dire che questa formula funziona: l’80 per cento dei buyer che sono venuti lo scorso anno hanno poi “comprato” la Puglia. I dieci itinerari del PRE-TOUR (le travel experience) che porteranno i Tour Operators in ogni angolo della regione, prima di avviare le trattative d’affari che avranno luogo durante il B2B del 30 ottobre corrispondono ai prodotti turistici in cui è ormai si sta organizzando l’offerta pugliese: divertimento, turismo attivo, esperienze slow, cultura, ma anche l’offerta del lusso, il wedding, la puglia romantica, la puglia autentica delle tradizioni e dei piccoli borghi e poi i prodotti tradizionali (il mare e l’enogastronomia) trasversali a tutte le offerte.

Questa combinazione di elementi gioca fortemente a favore di una Puglia godibile tutto l’anno su cui Pugliapromozione ha puntato nella sua strategia di comunicazione all’estero: nei primi otto mesi del 2014 un + 5% in termini di arrivi e +2% delle presenze straniere rispetto allo stesso periodo del 2013 confermano il trend positivo per la Puglia.

Così fra i 220 buyer oltre ad una decina di giornalisti europei c’é chi farà l’itinerario “We are authentic” in Salento e chi invece ha scelto la Puglia slow sui Monti Dauni, chi vedrà un pezzo di Puglia esclusiva in Valle d’Itria o di Puglia magnificent nell’area di Puglia Imperiale; e ancora chi sperimenterà il Salento “funny” oppure una Puglia timeless sulla Costa Jonica o “ wild” nell’Alta Murgia o ancora “romantic” sempre in Valle d’Itria; e poi due gli itinerari nel Gargano: “active” e “spiritual”.

Tutta la Puglia permette di vivere “esperienze” indimenticabili in questi ambiti. I viaggiatori buyer del leasure di tutto il mondo troveranno in ogni itinerario cose da ricordare, fotografare, postare, raccontare e infine da “vendere” nei loro paesi. Ed è interessante che gli itinerari sono stati costruiti anche grazie ad una nuova azione di CO MARKETING per l’ospitalità dei buyer realizzata con la collaborazione di tanti operatori turistici pugliesi che hanno saputo cogliere l’opportunità offerta dal Buy Puglia.

Infine la Borsa del turismo pugliese si svolgerà in contemporanea con Medimex, la fiera internazionale delle musiche che ha anch’essa luogo nella Fiera del Levante,una occasione in più di rendersi conto della vitalità anche culturale del nostro territorio. Sarà il Presidente Nichi Vendola ad inaugurarle entrambe la mattina del 30 ottobre.

da Teleradioerre

• Tags: , , Commenta questo articolo Nessun commento

SAN GIOVANNI ROTONDO – “Bloccheremo i parchimetri”

Pubblicato venerdì, 24 ottobre 2014

I parcheggiatori annunciano la protesta.

Domenica ultimo giorno di servizio “Domenica sarà il nostro ultimo giorno di lavoro, da lunedì saremo in mezzo ad una strada. Siamo disposti a tutto per difendere i nostri diritti”. E’ l’annuncio disperato dei lavoratori della ditta Centra, appaltatrice del servizio dei parcheggi cittadini, che da lunedì si ritroveranno senza occupazione in quanto l’azienda ha inoltrato a tutti la lettera di licenziamento collettivo.

Centra ha annunciato alcune settimane fa di voler recedere il contratto di gestione dei parcheggi cittadini in quanto l’attività genera perdite di servizio che non consentono di mantenere l’attuale stato occupazionale dei lavoratori.

Si annuncia, quindi, una guerra legale (oltre che di nervi) tra tutti i soggetti in causa: ditta, lavoratori e Comune che per legge non può rescindere il contratto da un momento all’altro. “Per lunedì annunciamo azioni protesta clamorose – dichiarano i lavoratori -.

Come già fatto in passato presidieremo il Comune finché non avremo certezze sul nostro futuro. Inoltre ‘occuperemo’ per così dire i parchimetri della città, affinché i cittadini non paghino la tariffa per la sosta. Faremo di tutto per tutelare la nostra dignità”.

da Sangiovannirotondonet

• Tags: Commenta questo articolo Nessun commento

FOGGIA – Il 1 novembre ‘Death Party’ by Indian Bikers MC Foggia, il 1 novembre

Pubblicato venerdì, 24 ottobre 2014

Il primo novembre, in occasione della festa della commemorazione dei defunti, l'Indian Bikers MC Foggia presenta, in Club House, il Death Party. Serata di buona musica rock grazie al dj set con Dj Rocker e Dj Spaulding in consolle.

Dal rock'n'roll anni '50 all'alternative rock più moderno, passando per l'hard rock, il Glam e tanto altro. Sarà obbligatorio ballare tutta la notte!

da Foggiatoday

• Tags: Commenta questo articolo Nessun commento

ROSETO VALFORTORE – Premio Lupo 2014, a Roseto Valfortore la cerimonia di premiazione

Pubblicato venerdì, 24 ottobre 2014

Domenica 19 ottobre presso la scuola elementare di Roseto Valfortore, si è tenuta la cerimonia di premiazione dei vincitori del "Premio Lupo", il premio letterario del Subappennino Dauno.

Erano presenti all'evento la dott.ssa Berardino Lucia in rappresentanza dell'assessorato al Mediterraneo, Cultura e Spettacolo della Regione Puglia, il aindaco di Faeto Antonio Melillo, il vicesindaco Maria De Rosa, il primo cittadino di Alberona Antonio Fucci, di Biccari Gianfilippo Mignogna e di Volturino Antonio Santacroce. Regista del concorso e della cerimonia, il rosetano, inossidabile e sempre fidato Pasquale Frisi, che con il suo impegno, la sua incessante perseveranza, ha reso possibile un'edizione in "forma dualistica".

Il concorso letterario, infatti, quest'anno, ha aperto le porte ad un'altra forma d'arte: la pittura; quindi, non solo parole, ma anche immagini e colori, che raccontano paesaggi, monumenti, luoghi e persone dell'Appennino Dauno, "Il "Premio Lupo", nato nel lontano 2006, con lo scopo di promuovere e valorizzare la meravigliosa terra dei Monti Dauni, la sua storia e le sue tradizioni, attraverso la scrittura, ha visto la partecipazione di concorrenti da tutte le regioni d'Italia.

Sono stati premiati i vincitori del concorso nelle due sezioni, ma anche i lavori meritevoli di segnalazione, pur non rientranti nei primi tre: Roberto Barbato da Catania, Greco Sebastiano da Acireale (CT), Margaret Palumbo del (Mississauga) Canada, Amalia Testa da San Severo, Pasquale Guerrieri da Lucera, Giovanni Salcito da Lucera, Pietro Petti da Lucera e Anna Russo da Biccari.

Sono risultati vincitori del Concorso sezione Pittura al terzo posto Domenico Ingino da Serino (AV),; al 2° posto Giovanni Maglio da Mercogliano (AV), e 1° classificato Carmine Antonio Mazziale da Campobasso. Anche per la sezione scrittura ci sono state menzioni speciali e premiati; menzione speciale a Vittorio Caratozzolo di Trento, a Matilde D'Imperio di Biccari, a Erika Salvagno di Bovino e all'adolescente Gelsomino Morena. I vincitori del Concorso sezione scrittura sono stati: 3° classificato Francesca Piscioneri di Caulonia (Reggio Calabria); 2° classificato Lucia Guida da Pescara e 1° classificato Elisabetta Papa di Chiaravalle (Ancona). Colonna sonora della cerimonia le note del maestro pianista Giuseppe Perna.

Comunicato Stampa Premio Lupo Monti Dauni

• Tags: Commenta questo articolo Nessun commento

FOGGIA – Il Consiglio comunale post ‘manifesti funebri’ si apre con un minuto di silenzio per Biagini

Pubblicato venerdì, 24 ottobre 2014

Ucciso in un agguato il 25 ottobre 2004 Una triste coincidenza.

Il Consiglio comunale – agitato dai manifesti funebri all’assessore al bilancio, Sergio Lombardi e al consigliere comunale, Giuseppe Mainiero -, si è aperto con un commosso ricordo.

A DIECI ANNI DALLA MORTE. In Aula, infatti, è stato osservato un minuto di silenzio per celebrare la figura di Leonardo Biagini, il consigliere comunale di Alleanza Nazionale ammazzato a colpi di pistola in un agguato avvenuto nel circolo privato "Riva destra" in viale Di Vittorio, il 25 ottobre del 2004.

Domani saranno dunque dieci anni da quella drammatica serata, quando il consigliere insediato da pochi mesi sui banchi di Palazzo di Città, venne assassinato. A lui è stato anche intitolato un parco (LEGGI: Torna il "polmone verde" nella zona Pantanella: riqualificato il parco Biagini)

L’ELEZIONE. Diplomato Isef e dipendente dell’Ataf, Biagini era stato eletto in Consiglio comunale con 1032 voti. (foto postata dal profilo twitter del sindaco Franco Landella)

da Foggiacittaaperta

• Tags: Commenta questo articolo Nessun commento

FOGGIA – Giuseppe Donatacci: “a cavezette de l’aneme i murte”

Pubblicato venerdì, 24 ottobre 2014

Ph: http://www.caccabe.it

SABATO 25 ottobre alle ore 19,00 presso gli Ipogei urbani in Piazza Purgatorio- Via San Domenico a Foggia si terrà la prima dello spettacolo teatrale “A cavezette de l’aneme i murte: sorbe e nespele” scritto e diretto da Donatacci Giuseppe con Rita Daluiso e Cinzia Citarelli.

Nella splendida location naturale degli Ipogei, gestiti dalla guida Franca Palese, l’autore e gli attori vogliono evidenziare come le tradizioni si confondono, si trasformano e ci ritornano in modo diverso.

Abbiamo immaginato che due sorelle, entrambe streghe, si incontrano dopo molti anni. Assuntina (Cinzia Citarelli), la più grande, è rimasta a Foggia e continua a perpetrare le tradizioni locali, mentre la più piccola, Concetta (Rita Daluiso), è emigrata in America dove segue la sua professione di strega adattandosi ai riti ibridati dalle varie culture che formano l’America. Concetta arriva a Foggia in occasione delle festività di Ognissanti e si meraviglia di come sua sorella prepara la festa dei morti senza tener presente i riti della festa di Halloween.

La rappresentazione è stata pensata per avere un feed back con il pubblico con il quale l’autore, dopo lo spettacolo, che dura meno di un’ora, si intratterrà per approfondire determinati aspetti che più lo hanno incuriosito. Lo spettacolo è adatto ad un pubblico giovane come ad uno maturo perchè focalizza i significati culturali che continuano a tramandarsi e quelli simbolici che si sono persi.

Si risponderà così a varie curiosita: – perché la calza e non la sciarpa o i guanti dei morti? – che significato hanno gli ingredienti del grano cotto? – perché la calza a Foggia si regala il 1 novembre mentre ad altre città si regala il 6 gennaio? Tutte le filastrocche e i riti popolari sono frutto di ricerca etnografica svolta con informatori anziani dell’Università del crocese- scuola di tradizioni di Foggia.

Tranne il contesto, nulla è frutto della fantasia ma di un’accurata e fedele ricerca nel mondo delle tradizioni. La discesa agli Ipogei è regolata per consentire a tutti i visitatori, non più di trenta, di godere dello spettacolo comodamente e di osservare i luoghi.

Per cui è gradita la prenotazione all’indirizzo mail: foggiasotterranea@libero.it Lo spettacolo si ripeterà in alcune scuole elementari e in alcune parrocchie della città, presso la Casa del Giovane che ci ha dato ospitalità e in alcune associazioni attente alla conservazione del patrimonio immateriale di Capitanata.

da Stato Quotidiano

• Tags: Commenta questo articolo Nessun commento

“Gargano sfortunato, martoriato dal maltempo alla vigilia delle elezioni regionali”

Pubblicato venerdì, 24 ottobre 2014

Renzi sul Gargano

Lo dichiarano i segretari dei circoli uniti nel coordinamento territoriale del PD Città Gargano: "Mortificante il fuoco incrociato di dichiarazioni sulle teste di chi ha riportato danni"

"Il Gargano ha avuto la tremenda sfortuna non solo di essere martoriato da un'anomala fase di maltempo, ma di esserci capitato alla vigilia della campagna per le elezioni regionali del prossimo marzo 2015".

Ad intervenire sul rimpallo di dichiarazioni tra i leader politici, riguardanti il riconoscimento dello stato di calamità per il Gargano, sono i segretari dei circoli uniti nel coordinamento territoriale del PD Città Gargano.

"E' oltremodo mortificante per i cittadini del Gargano, soprattutto per quanti hanno riportato danni di varia natura, veder passare sulle proprie teste questo "fuoco incrociato" di dichiarazioni, che sembrano tener conto più di una imminente campagna elettorale che delle reali condizioni del territorio, delle imprese e della loro impellente necessità di ripartire.

Speculare contando i giorni occorsi per la dichiarazione dello stato di calamità, senza tener conto delle reali concause che hanno prodotto il ritardo, ricorda molto il fare delle comari di paese, che non avendo altro da fare, attendono sull'uscio il malcapitato passante, per intavolare civetterie. A noi, qui sul Gargano, poco importa della forma e dei tempi: ciò che conta è la sostanza.

E cioè che il Governo Renzi abbia mantenuto gli impegni presi, cosa rara in Italia da alcuni decenni. Anzi, sui circa 7 milioni di euro promessi, ne sono stati stanziati ben 10,5, che si aggiungono al differimento al 20 dicembre dei termini di versamento dei tributi statali per i soggetti danneggiati, alle misure per gli interventi in campo agricolo accelerate dal ministro Martina e ai primi, immediati stanziamenti della regione Puglia per un totale di 2,8 milioni.

Fitto e i suoi amici scalpitanti per una poltrona alla Regione Puglia – concludono i democratici del Gargano – invece di contare i giorni o, peggio, di mettere il cappello su un provvedimento del Governo, farebbero bene ad impegnarsi insieme a tutti gli amministratori, di ogni colore politico, quelli della Regione, della Provincia e dei comuni (la maggior parte dei quali gestiti proprio dal loro centrodestra) per fare in modo che i fondi siano gestiti davvero in modo rivoluzionario rispetto al passato, destinando le risorse economiche in modo razionale ed evitando sperequazioni che vadano indistintamente a vantaggio dei soliti noti e penalizzino contesti maggiormente critici".

da Foggiatoday

• Tags: , Commenta questo articolo Nessun commento

FOGGIA – Gian Antonio Stella incontra il pubblico foggiano e muove guerra alla burocrazia

Pubblicato venerdì, 24 ottobre 2014

Mercoledì 29 ottobre, Fondazione Banca del Monte

Il giornalista del Corriere della Sera, autore della celebre inchiesta “La Casta” che, con il suo record di copie vendute (oltre un milione) e di traduzioni, ha rivelato al mondo il livello dei parlamentari italiani, incontra per la prima volta assoluta il pubblico di Foggia.

Mercoledì 29 ottobre, alle ore 18, nella Sala “Rosa del Vento” della Fondazione Banca del Monte di Foggia, che insieme con la libreria Ubik ha organizzato l'evento, Gian Antonio Stella presenta il suo ultimo lavoro, “Bolli, sempre bolli, fortissimamente bolli”, edito da Feltrinelli. “

LE PUBBLICHE ASSURDITA' ITALIANE”. Alla berlina, questa volta, uno dei mali più gravi del Belpaese, “preda secolare di cavilli, leggi e imbrattacarte”. Se la Germania traina l’economia dell’intera eurozona, scrive Stella, l’Italia ha un altro primato invidiabile: paga i suoi dirigenti dodici volte il reddito medio dei suoi cittadini (i colleghi tedeschi “solo” quattro volte). In verità poi, questo non sarebbe neanche il vero male, quanto piuttosto quello legato alle cosiddette “pubbliche assurdità” che tengono in scacco le amministrazioni italiane. Leggi inutili, concessioni assurde, interrogazioni parlamentari al limite della farsa: un allucinante e spietato itinerario alla scoperta della patologia endemica dell'Italia.

L'intento del libro del noto giornalista è quello di comprendere e denunciare come la peggior giungla legislativa possa uccidere anche la più florida economia, lasciando in cambio, come consolazione, momenti d’irresistibile, involontario umorismo.

L'AUTORE. Gian Antonio Stella, nato ad Asolo nel 1953, è scrittore, giornalista, inviato speciale ed editorialista storico del “Corriere della Sera”. Autore di diversi libri editi dalle più importanti case editrici, ha ricevuto un numero elevatissimo di premi e riconoscimenti in ambito giornalistico. Nel 2007 ha pubblicato La casta che, con oltre 1.300.000 copie vendute e ben 24 edizioni, resta il saggio italiano più venduto di sempre e la pubblicazione più importante della sua carriera.

Tra i suoi libri più famosi si ricordano anche L'Orda, in cui parla della ostilità che per decenni accolse gli emigranti italiani all’estero, Schei, un'indagine sul Nordest d'Italia, il cui titolo in Veneto significa soldi; La Deriva (ancora con Rizzo) che denunciava prima della grande crisi i temi del declino italiano e Negri, froci, giudei & co. L’eterna guerra contro l’altro, un libro sul razzismo salutato da Claudio Magris come “un potente, ferocemente ilare e doloroso dizionario o prontuario universale di tutte le ingiurie, odi e pregiudizi nei confronti del diverso d’ogni ge­nere”.

Prima del libro Bolli, sempre bolli, fortissimamente bolli, ha pubblicato Se muore il Sud, sempre con il collega Sergio Rizzo e per la casa editrice Feltrinelli.

 da Foggiacittaaperta

• Tags: Commenta questo articolo Nessun commento

FOGGIA – Minacce. Landella: Il percorso dell´Amministrazione non verrà fermato

Pubblicato venerdì, 24 ottobre 2014

"Gli avvertimenti, che hanno il sapore di una vera e propria minaccia, perpetrati da ignoti ai danni dell’assessore al Bilancio, Sergio Lombardi, e del capogruppo di Fratelli d’Italia-Alleanza Nazionale, Giuseppe Mainiero, sono inaccettabili e vanno condannati con forza da tutta la parte sana della città".

Così il sindaco di Foggia, Franco Landella, condanna gli episodi registrati questa mattina, che vedono coinvolti un assessore ed un consigliere comunale, destinatari di manifesti funebri fittizi.

"Se qualcuno pensa di influenzare l’azione di questa Amministrazione comunale si sbaglia di grosso – fa sapere il primo cittadino del capoluogo dauno –. Sia l’assessore Lombardi che il Consigliere comunale Mainiero sono persone per bene, professionisti preparati ed intransigenti, che sin da subito hanno lavorato alacremente per cercare di fare chiarezza e mettere ordine nei conti dell’Amministrazione comunale di Foggia.

Evidentemente il loro operato in favore della città può creare problemi a qualcuno – precisa Landella –, ma questo vile atto non ci farà cambiare di una virgola il percorso intrapreso qualche mese fa. Sono sicuro che le forze di polizia e la Magistratura sapranno fare piena luce su questi episodi incresciosi, che probabilmente non sono opera di un mitomane o di un buontempone, ma che cercano evidentemente di minare il lavoro di chi si prodiga quotidianamente contro il malaffare".

da Teleradioerre

• Tags: Commenta questo articolo Nessun commento

FOGGIA – Provincia: giovedi 30 ottobre la prima riunione del Consiglio Provinciale

Pubblicato venerdì, 24 ottobre 2014

Il Presidente della Provincia di Foggia, Francesco Miglio, ha convocato per giovedi 30 ottobre, alle ore 9.30, nella Sala consiliare di Palazzo Dogana, la prima seduta del Consiglio Provinciale.

I primi atti all'Ordine del Giorno della seduta riguarderanno l'esame degli eletti alla carica di Presidente e di Consigliere Provinciale e verifica delle condizioni di eleggibilità e di incompatibilità, il giuramento del Presidente, le comunicazioni del Presidente sulla nomina di Vice Presidente, la nomina Commissione per la redazione dello Statuto.

da Teleradioerre

• Tags: Commenta questo articolo Nessun commento

FOGGIA – Persiano: SPI-CGIL Foggia sarà presente a Roma

Pubblicato venerdì, 24 ottobre 2014

“Con il volantinaggio davanti all’Università e alle scuole di Foggia e provincia, e l’attivo dei pensionati a Foggia e nei vari comuni della provincia,e a Foggia, si concludono oggi le varie iniziative programmate sul territorio provinciale dallo SPI CGIL, in preparazione della manifestazione del 25 ottobre”. Lo dichiara Franco Persiano, segretario provinciale di SPI-CGIL Foggia.

“Grande la condivisione per le ragioni e gli obbiettivi alla base della manifestazione nazionale ‘Lavoro, Dignita’, Uguaglianza per cambiare l’Italia’. Ancora una volta – fa sapere Persiano – è emerso, con grande chiarezza, che la vera preoccupazione di tutte le persone, pensionati compresi, è il lavoro.

Occorre un piano straordinario per l’occupazione finanziato da un’adeguata tassazione sulle grandi ricchezze. Serve puntare sulla qualità e stabilità del lavoro cancellando quella selva di contratti esistenti (ben 46) che rendono precarie lavoro e vita”.

“Sabato 25 ottobre tanti pensionati e pensionate di Foggia saranno, ancora una volta in Piazza San Giovanni a Roma”, l’annuncio di Persiano.

da Teleradioerre

• Tags: Commenta questo articolo Nessun commento

FOGGIA – Gruppo Telesforo all´avanguardia nella cardiologia

Pubblicato venerdì, 24 ottobre 2014

Prosegue il ciclo di incontri promosso dal Gruppo Telesforo di Foggia sulla prevenzione cardiovascolare a cura dal Prof. Renato Michele Piancone. Sabato 25 ottobre si terrà il secondo appuntamento sul tema ‘Fibrillazione atriale non valvolare: la terapia con i nuovi anticoagulanti orali.

Le implicazioni e le responsabilità del medico di Medicina Generale’, e che sarà ospitato come sempre nella Sala Convegni della Nuova San Francesco a partire dalle ore 9.00. Obiettivo del ciclo di Incontri di Cardiologia è fare il punto della situazione attuale e pianificare gli scenari futuri.

Parole chiave del programma del Gruppo Telesforo: informazione e prevenzione, da declinare in ogni settore di intervento e offerta specialistica. Prossimo appuntamento sabato 8 novembre per affrontare la tematica del ‘Diabete, prediabete e malattie cardiovascolari’.

da Teleradioerre

• Tags: Commenta questo articolo Nessun commento

FOGGIA – La commedia ´I ´nnamurate´ inaugura la XIX stagione del Piccolo Teatro

Pubblicato venerdì, 24 ottobre 2014

Riapre il sipario dello storico Piccolo teatro di Foggia, che ha inaugurato la XIX stagione con la commedia ‘I ‘nnamurate , primo spettacolo del cartellone 2014/15 proposto dalla compagnia Palcoscenico che si annuncia ricco di spettacoli di qualità e nuove iniziative.

La commedia, liberamente tratta da uno dei capolavori di Carlo Goldoni segna l’esordio alla drammaturgia di Pasquale Mongiello, che ha brillantemente lavorato all’adattamento dialettale de “Gli Innamorati”, proiettando nella Foggia del metà Settecento la coinvolgente storia dei due giovani Federico e Paola, che a causa dei loro caratteri capricciosi non riescono a vivere in armonia il loro sentimento.

 

Alla regia Dino La Cecilia, che interpreta anche l’intollerante e impulsivo Federico, alle prese con la gelosia della fidanzata Paola (l’attrice Enza Di Nuzzo) che non sopporta che il suo amato frequenti la cognata, dando via ad un vorticoso duello amoroso, scandito da equivoci, liti e riconciliazioni. Sul palco volti noti e nuovi acquisti della compagnia foggiana -che vede sempre alla direzione artistica il maestro Enzo Marchetti – come: Maristella Mazza, Alfredo Scarano, Fabio Conticelli, Luigi Bucci, lorenzo Morra, Rossella Murena, Giuseppe Mauriello e Maria Assunta Paciello.

Uno spettacolo frizzante e pieno di ritmo, che sarà in scena fino al 23 novembre ogni week end, nella sede dell’associazione Palcoscenico, in via delli Carri, 5 , e a cui seguiranno altri quattro spettacoli: “Doije megghijere caprecciose ( dal 6 dicembre) , “Pe piacere …nen pazzijanne,” (dal 24 gennaio 2015), “Sime giuvene e nen ce arrennime! ( dal 14 marzo) più lo spettacolo a sorpresa in programma a maggio. Gli orari degli spettacoli sono: venerdì e sabato, ingresso ore 20.30 sipario ore 21.00. Domenica, ingresso ore 20.00 sipario ore 20.30.

L’ingresso è riservato ai soli soci: per informazioni rivolgersi alla segreteria o contattare lo 0881.72 34 54.

da Teleradioerre

• Tags: Commenta questo articolo Nessun commento

SANNICANDRO GARGANICO – Ciclismo, Matteo Di Lella vincitore a Cerignola

Pubblicato venerdì, 24 ottobre 2014

La prima edizione della Fondo Città di Cerignola è partita bene nei numeri: 340 iscritti, 250 partecipanti (compresi i cicloturisti ma non inseriti in classifica) e ben 175 arrivati.

Possono essere soddisfatti gli organizzatori dell’Asd Cicogna-Lanotte Bike, in primis Michele Piacquadio e Matteo Lanotte, che hanno avuto parole di elogio per tutti coloro che si sono adoperati per l’ottima riuscita della manifestazione archiviando così un successo sopra le aspettative, nonostante le concomitanze a livello regionale ed extra-regionale.

Giornata stupenda in chiave metereologica: cielo terso e temperatura gradevole, l’ideale per pedalare e chiudere in bellezza l’anno solare 2014 in ambito cicloamatoriale per coloro che hanno partecipato a questa manifestazione valevole come Campionato Interforze e prova di Centro Italia Tour.

Il folto gruppo di partecipanti, dopo esser sfilato per le vie di Cerignola a passo turistico per una decina di chilometri, si è diretto a gran velocità verso le ampie distese pianeggianti del Tavoliere sconfinando in Basilicata nell’alto Vulture che hanno fatto da splendida cornice al resto della competizione.

Non solo Cerignola (Foggia), ma anche i comuni di Lavello e Venosa (Potenza) si sono attrezzati per il passaggio della gara con un’accoglienza stile Giro d’Italia e tanti applausi tributati dal primo all’ultimo atleta. Per quanto concerne la cronaca, sulle prime rampe di Lavello gruppo in fila indiana ma dopo la discesa della diga Rendine verso Venosa i più forti si sono avvantaggiati frazionando notevolmente il gruppo con una media oraria superiore ai 40 chilometri orari.

Sotto l’arrivo il migliore è stato Matteo Di Lella (Nuova Torpado – San Nicandro Garganico, primo di fascia tra i senior) grazie a una progressione micidiale negli ultimi 2 chilometri che gli ha permesso di anticipare nell’ordine Gabriele Centorame (Asd Team Go Fast, secondo tra i senior) e il vincitore finale del Giro dell’Arcobaleno 2014 Piero Zizzi (Autotrasporti Convertini, primo tra i veterani) che facevano parte di un agguerrito lotto di pretendenti al successo tra cui il tricolore ACSI 2014 Stefano Borgese (Team Kyklos Abruzzo, primo di fascia tra gli junior) al nono posto e il campione italiano in carica FCI Tommaso Elettrico (Team Calcagni, secondo di fascia tra gli junior) che non è andato oltre la decima posizione.

«È stata una bellissima gara, organizzata bene e con tantissima gente sulle strade ad incitarci – ha dichiarato Matteo Di Lella, di San Nicandro Garganico (Foggia), già ciclista in gioventù fino all’età di 18 anni con la maglia del GS Torpado -.

Fisicamente stavo abbastanza bene e sono riuscito a vincere la seconda gara della stagione. Sto tornando ad alti livelli perché nel 2012, spinto dagli amici, sono risalito in sella ma ancora non ero convinto delle mie possibilità. Poi, nonostante tutto, sono riuscito pian piano a risalire sul podio. Sono contentissimo perché ad oggi il ciclismo mi sta dando una seconda giovinezza».

Al femminile la firma è stata messa dall’esperta Barbara De Lorenzo (Borgoantico Campomarino) molto brava a lasciarsi alle proprie spalle un’altra big del pedale come Patrizia Tropiano (Carbinia Bike) oltre a Roberta D’Ascanio (Pedale Sulmonese), Eleonora Valluzzi (Meridiana Team) e Karina Pili Ana (GS Tixania). «Sono contentissima del mio risultato poiché questa granfondo non è adatta alle mie caratteristiche. Sono una scalatrice e salite qui tra Puglia e Basilicata non c’erano, soltanto strappi.

Ho dovuto fare i conti con delle rivali che erano riuscite ad interpretare bene il percorso. Nonostante corro e ho corso sempre senza senza gregari, sono riuscita a farmi valere e per di più in volata dando più di 100 metri alla seconda» ha dichiarato Barbara De Lorenzo, di Chieti, protagonista di un 2014 esaltante con le vittorie alle granfondo di Fara San Martino, Vulture, San Salvo e Angelini Group, oltre a diverse cronoscalate e le gare a circuito tra cui quella a Campomarino organizzata dalla società locale presieduta da Enzo Bo.

Oltre ai già citati Di Lella, De Lorenzo, Zizzi e Borgese si sono messi in evidenza come leader delle proprie categorie Vincenzo Tarantini (Asd Francesco Di Palma) tra gli junior, Antonio Castorani (Asd Team Fast Go) tra i gentlemen, Giovanni Cardillo (Bike Team San Severo) tra i supergentlemen A e Michele Moscarelli (Fieramosca Team Bike Barletta). “Grazie a tutti!” – è stato il commento entusiasta di Matteo Lanotte – “Queste sono le uniche parole, dopo una gara organizzata in maniera davvero lodevole mettendoci cuore, anima, passione e competenza”.

“La Fondo Città di Cerignola è stata una manifestazione eccellente in tutto – ha sottolineato Michele Piacquadio – e che sicuramente avrà un seguito ma destinato ad aumentare come numero di iscritti. Sicuramente l'anno prossimo faremo del nostro meglio, rendendo un po’ più impegnativo il percorso.

Alla base di questo successo c’è stata una macchina organizzativa ad hoc che non ha fatto mancare nulla a tutti i partecipanti con sontuose premiazioni e un ghiottissimo pasta party finale. Un doveroso ringraziamento alle amministrazioni comunali di Cerignola, Lavello e Venosa per il sostegno oltre ai tanti sponsor e uno particolare al Preside del Liceo Scientifico Statale Albert Einstein di Cerignola per la concessione dell'utilizzo dell’impianto scolastico come location della Fondo e la palestra Maria Grieco”.

da ruoteamatoriali.it

• Tags: Commenta questo articolo Nessun commento

SAN SEVERO – Al Mat oggi ospite il Generale Fulvio Frasca

Pubblicato venerdì, 24 ottobre 2014

Il Generale di Divisione Fulvio Frasca, di origini sanseveresi ma residente a Roma, sarà ospite del Mat venerdì 24 ottobre alle 17.30 per discutere del “D-Day nel settantesimo anniversario dell’operazione Overlord”.

La manifestazione è organizzata dal Rotary Club di San Severo e l’Archeoclub-Sezione San Severo, in collaborazione con il MAT-Museo dell’Alto Tavoliere, in occasione del 70° anniversario dello Sbarco in Normandia per analizzare le strategie e il mutamento del quadro europeo e mondiale.

“Lo sbarco in Normandia – spiegano gli organizzatori – è la più grande operazione militare della storia per l’imponente impiego di uomini e mezzi, per il numero delle nazioni coinvolte e per il numero dei caduti, oltre che per la sua importanza nella conclusione della seconda guerra mondiale”.

Ospite d’eccezione sarà il Generale di divisione Fulvio Frasca, nato a San Severo, che nella sua lunga e brillante carriere è stato direttore del centro comunicazioni difesa della Presidenza della Repubblica con il presidente Cossiga e consulente tecnico del Segretario Generale della Presidenza con i presidenti Scalfaro, Ciampi e Napolitano.

Figura di spicco dell’Esercito Italiano, ha ricoperto numerosi incarichi di prestigio anche all’estero, quale addetto militare all’ambasciata Italiana ad Atene e alla Nato presso il comando Supremo (Shpe). Nel corso della lunga carriera ha curato la gestione delle reti di telecomunicazione interforze in ambito nazionale ed internazionale.

È commendatore e Grande Ufficiale della Repubblica e “Commendatore dell’Ordine di Onore Greco”. Insignito di numerose onorificenze è membro della “Associazione elettronica americana”. Per la città si tratta quindi di un appuntamento importante per riflettere su un evento storico e per confrontarsi con un illustre concittadino che dopo anni di residenza a Roma torna nella sua città natale.

da Sansevero.tv

• Tags: Commenta questo articolo Nessun commento

SAN SEVERO – Istituita la Giornata della letteratura italiana

Pubblicato venerdì, 24 ottobre 2014

Il Comune di San Severo, con delibera di Giunta, ha istituito la Giornata della Letteratura italiana nell’intento di diffondere il sapere e promuovere il dialogo interculturale e della comunicazione. Ad annunciarlo il Sindaco Francesco Miglio, che detiene la delega alla cultura.

“La Giornata della Letteratura italiana – spiega il Sindaco Francesco Miglio – si terrà ogni anno nel mese di Novembre e intende coinvolgere le scuole del territorio in un momento di riflessione condiviso con la collaborazione dell’Università degli Studi di Foggia e la Biblioteca Comunale “A. Minuziano””.

Il progetto educativo vedrà di anno in anno l’individuazione di un esponente autorevole della letteratura italiana, la cui personalità e l’opera letteraria saranno protagoniste della giornata. “In un mondo, come quello contemporaneo – conclude il Sindaco Francesco Miglio -, in cui velocemente si perdono i punti di riferimento, diventa ancora più importante promuovere la cultura e la letteratura come strumento educativo per i giovani”.

da Sansevero.tv

• Tags: Commenta questo articolo Nessun commento

FOGGIA — Manifesti funebri sotto casa di Lombardi – Un«avvertimento» nella notte del bilancio

Pubblicato venerdì, 24 ottobre 2014

Minacce al neo assessore alle Finanze, stamani c’è il consiglio

Sergio Lombardi

 Inquietante episodio ieri sera a Foggia. Sotto casa dell’assessore comunale al Bilancio, Sergio Lombardi, sono stati affissi due manifesti funebri con una croce e il suo nome. I manifesti si trovavano sul muro accanto al citofono. Chi li ha incollati voleva che si vedessero. La scoperta è avvenuta in tarda serata. Sul posto è giunta una volante della polizia.

MOVENTE INCERTO — Al momento non sono chiari i contorni dell’episodio: Lombardi, uno degli assessori esterni della giunta di centrodestra presieduta da Franco Landella, guida l’assessorato al Bilancio da luglio. Non ci sono stati atti o provvedimenti finanziari che possano far pensare ad un legame con il grave atto di intimidazioni.

Potrebbe però essere significativo il fatto che i manifesti siano comparsi alla vigilia del dibattito, in consiglio comunale, sul bilancio di previsione 2014 previsto per questa mattina. Un documento economico-finanziario che per 9/12 è di fatto «consumato», frutto delle scelte operate fino a luglio dalla precedente amministrazione di centrosinistra.

Un preventivo che giunge in aula con il parere positivo del collegio dei revisori e quello della commissione consiliare bilancio, che ha registrato solo due astensioni, quella dei consiglieri comunali Leo Di Gioia e Marcello Sciagura. Lombardi, commercialista, è componente del collegio dei revisori del suo ordine professionale e responsabile fiscale di assistenza tecnica della Confesercenti di Foggia. Sull’accaduto indaga la Questura.

da Corriere del Mezzogiorno/Foggia

• Tags: Commenta questo articolo Nessun commento

LESINA – Fulmine colpisce campanile della Cattedrale di Lesina: danneggiata sommità

Pubblicato venerdì, 24 ottobre 2014

I danni alla sommità del campanile

E' accaduto durante la notte. Da una prima stima, appare particolarmente danneggiata la sommità del campanile, in parte lesionata. Sul posto i vigili del fuoco Un bagliore nel cielo e una scarica elettrica che ha colpito il vertice del campanile della chiesa dell’Annunziata, a Lesina, nell’alto Tavoliere. Potenza della natura: è il fulmine caduto la scorsa notte sul campanile della cattedrale, scagliando massi e detriti nell’omonima piazza. La zona è stata subito transennata.

Sul posto, per le operazioni di bonifica e messa in sicurezza, una squadra dei vigili del fuoco del distaccamento di San Severo con il supporto di un’autoscala del comando provinciale di Foggia. Stando alle prime informazioni raccolte, l’episodio non ha provocato né vittime, né feriti. Non appena terminata la messa in sicurezza della zona, si procederà alla conta dei danni subiti dal campanile, alto oltre 20 metri, e che svetta sul paese lagunare.

Da una prima stima, appare particolarmente danneggiata la sommità del campanile, in parte lesionata. Gli uomini del 115 hanno assicurato la struttura da massi e porzioni di intonaco pericolanti, ma si dovrà presto procedere al ripristino delle parti danneggiate. La chiesa annessa è agibile. Un episodio che ricorda quello avvenuto meno di un anno fa alle Isole Tremiti, quando un fulmine, nel novembre scorso, si è scagliato sulla facciata dell’abbazia di Santa Maria a Mare situata nel punto più alto dell’isola di San Nicola.

FOTO | FULMINE CADE SUL CAMPANILE DELLA CATTEDRALE DI LESINA

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

da Foggiatoday

• Tags: Commenta questo articolo Nessun commento

BARI – Artigianato, 2.085 donne in proprio in Provincia di Foggia

Pubblicato giovedì, 23 ottobre 2014

Sono quasi centomila le donne pugliesi che si sono messe in proprio.

Nella nostra regione, si contano 99.121 tra imprenditrici e lavoratrici autonome. Un anno fa erano 90.991. L’incremento è di 8.130 unità, pari all’8,9 per cento. Segno dei tempi che cambiano. Rappresentano il 23,6 per cento del totale delle donne occupate in Puglia (419.530).

E’ quanto rileva l’Osservatorio di Confartigianato «Donne-Impresa», rielaborato in chiave regionale dal Centro studi di Confartigianato Imprese Puglia, su dati Istat e Unioncamere. In particolare, sono 15.485 le donne pugliesi che ricoprono cariche nelle imprese artigiane, in flessione dello 0,5 per cento rispetto all’anno prima (erano 15.567). Corrispondono al 4,3 per cento del dato nazionale. In dettaglio, 6.443 operano nella provincia di Bari (pari al 41,6 del totale regionale), 3.501 in quella di Lecce (22,6 per cento), 2.085 in quella di Foggia (13,5 per cento), 1.819 in quella di Taranto (11,7 per cento) e 1.637 in quella di Brindisi (10,6 per cento). In Puglia, le titolari di azienda (artigiana) sono 9.882, di cui 6.243 operano nel macro-settore dei «Servizi alle persone» (pari al 63,2 per cento del dato complessivo), 2.577 nel «Manifatturiero» (26,1 per cento), 771 nei «Servizi alle imprese» (7,8 per cento), 260 nelle «Costruzioni» (2,6 per cento) e 31 in altri comparti (0,3 per cento). In Italia, le donne che ricoprono cariche imprenditoriali nelle imprese artigiane sono 362.092.

L’area geografica dove si riscontra la maggiore presenza di imprenditrici artigiane è il Nord-ovest (31,2 per cento); seguono il Nord-est (25,2), il Mezzogiorno (22,3) e il Centro (21,2). In generale, si contano oltre 1,7 milioni di donne indipendenti, il 18,8 per cento dell’occupazione femminile (più di 9,3 milioni) e, più precisamente, nel Mezzogiorno la quota di lavoro indipendente raggiunge il 22,3 per cento; seguono il Centro (18,9), il Nord-Ovest (17,7) e il Nord-Est (16,7).

Guardando al profilo professionale, si nota che oltre i tre quarti (75,2 per cento) delle donne indipendenti è imprenditrice o lavoratrice autonoma. Nello specifico è imprenditrice soltanto il 2,3 per cento delle indipendenti, mentre il 72,8 per cento è costituito da lavoratrici autonome. All’interno di quest’ultima categoria, si distinguono le lavoratrici in proprio³ che rappresentano quasi la metà (48,2 per cento) delle donne indipendenti e le che ne rappresentano circa un quarto (24,7 per cento).

da Stato Quotidiano

• Tags: Commenta questo articolo Nessun commento

Maltempo: pioggia e disagi viabilità nel Gargano

Pubblicato giovedì, 23 ottobre 2014

 PERSISTE sulla Puglia una fase di maltempo caratterizzata da: precipitazioni a prevalente carattere di rovescio o temporale, anche di forte intensità, accompagnate da frequente attività elettrica e forti raffiche di vento; venti forti o di burrasca dai quadranti settentrionali e mareggiate lungo le coste esposte.

Sulla base di quanto previsto, il Centro Funzionale Decentrato della Puglia ha emesso un Avviso di criticità moderata, dalle ore 20 del 23 ottobre per le successive 24 ore, valido per le zone di allerta Puglia A (Gargano), Puglia B (Tavoliere), Puglia D (Salento), Puglia E (Bacini Lato e Lenne), Puglia H (Subappennino Dauno), Puglia I (Basso Fortore), decretando un’allerta arancione.

INTERVENTI VIGILI DEL FUOCO. Da raccolta dati, un’autovettura si è ribaltata sulla litoranea Mattinata-Vieste a causa del manto stradale reso viscido dalla pioggia. A Lesina una scarica elettrica ha colpito il vertice del campanile della chiesa dell’Annunziata. Intervenuta una una squadra dei vigili del fuoco del distaccamento di San Severo con il supporto di un’autoscala del comando provinciale di Foggia. Minervini: stanziati fondi per Gargano, ne servono molti di più.

“Oggi il Consiglio dei Ministri ha deliberato lo stanziamento di 10 milioni e mezzo di euro per far fronte ai danni prodotti dal maltempo sul Gargano nei primi giorni di settembre. Si tratta di una cifra che ci permette di iniziare solo con una parte di quegli interventi che hanno assoluta urgenza: non dimentichiamoci che i danni ammontano complessivamente a 318 milioni di euro”. Lo conferma l’assessore regionale alla Protezione Civile, Guglielmo Minervini.

“Auspichiamo perciò in tempi brevissimi un nuovo provvedimento da parte del Governo che consenta al Gargano di avviarsi verso una situazione di normalità. Non dimentichiamoci – prosegue Minervini – che il Gargano ha vissuto una situazione meteorologica assolutamente straordinaria, dove i danni sarebbero stati ancora più ingenti se non avessimo avuto dalla nostra un dispositivo di sicurezza che ha ben risposto all’emergenza. I 10 milioni e mezzo di euro saranno così ripartiti:

6milioni e 246mila euro per la realizzazione di interventi, anche strutturali, per la riduzione del rischio residuo connesso all’evento, finalizzati alla tutela della pubblica e privata incolumità; 3milioni e 622mila euro per il ripristino della funzionalità dei servizi pubblici e delle infrastrutture strategiche; 591mila euro per l’organizzazione dei servizi di soccorso e l’assistenza alla popolazione”.

da Stato Quotidiano

• Tags: Commenta questo articolo Nessun commento

SAN SEVERO – Ricorso elettorale, l’indignazione di “San Severo Adesso”: «Miglio, non bluffare»

Pubblicato giovedì, 23 ottobre 2014

 Il sindaco ha riferito che la Di Monte (su cui ruota il ricorso per le autentiche ritenute illegittime) avesse autenticato anche la lista del movimento, collegata a Marino. «Certo, ma negli uffici del giudice di pace, non in giro; e dopo l'autorizzazione alla Di Monte, non prima»

Mariella Di Monte

«Il Sindaco Miglio poteva semplicemente affermare la inconsistenza del ricorso e la sua tranquillità rispetto all’esito giudiziario, senza cercare di coinvolgerci impropriamente e strumentalmente. D’altra parte, se le firme raccolte innanzi alla dott.ssa Di Monte fossero da ritenersi tutte regolari nulla quaestio, al contrario il nostro Movimento sarebbe, addirittura, parte offesa.

Se, invece, l’assunto del Sindaco Miglio volesse ribadire l’adagio “tutti colpevoli, nessuno colpevole”, questo sarebbe inaccettabile per noi, in quanto “San Severo Adesso” si è sempre distinta – prima e dopo le elezioni – per l’atteggiamento trasparente e leale e, soprattutto, per il rispetto della legalità», dichiarano dal Movimento.

da Il Mattino di Foggia & Provincia

• Tags: Commenta questo articolo Nessun commento

In vista delle votazioni, a Monteleone è già iniziata la «transumanza elettorale»

Pubblicato giovedì, 23 ottobre 2014

 Antonietta Colangelo punta il dito sui vigili urbani: ll comandante, Felice Lalla, è il padre del capogruppo della maggioranza in Consiglio comunale. Il suo sottoposto, Pasquale Preziosi, è il padre della consigliera Carmela, anch’ella appartenente alla compagine del Sindaco Carmelo Morra.

Antonietta Colangelo

«Appare tutto studiato a tavolino. Si parte dal mese di settembre precedente le elezioni – spiega l’esponente della Primavera – Cinque o sei persone al mese, per non dare tanto nell’occhio, fino al limite temporale consentito dalla legge. Alla fine si registrano almeno 40 o 50 elettori in più che, su un totale di 800 aventi diritto al voto, non sono cosa da poco.

Appena si chiudono le urne, tutti ritornano alla loro vita quotidiana nelle rispettive città o nei rispettivi paesi. Ci sono persone dei comuni viciniori pronte a fare le valige e “trasferirsi” per qualche giorno a Monteleone. Vigileremo attentamente e denunceremo al Prefetto e alla Procura della Repubblica tutti i cambi di residenza sospetti al fine di evitare l’inquinamento delle prossime e delicate elezioni amministrative»

da Il Mattino di Foggia & Provincia

• Tags: Commenta questo articolo Nessun commento

SAN SEVERO – Miglio si presenta: ecco il primo consiglio provinciale

Pubblicato giovedì, 23 ottobre 2014

 All'ordine del giorno anche la nomina della Commissione incaricata di rivedere lo Statuto della Provincia, alla luce della riforma dell'Ente, così da procedere con l'assegnazione delle altre deleghe ai consiglieri

Francesco Miglio

Dopo l'elezione a presidente della Provincia di Foggia, Francesco Miglio, sindaco di San Severo, si presenta ufficialmente con tutto il neo eletto consiglio provinciale. La riunione dei 12 nuovi consiglieri provinciali è stata convocata dal presidente per le ore 9:30 di giovedì prossimo 30 ottobre.

da Il Mattino di Foggia & Provincia

• Tags: Commenta questo articolo Nessun commento

FOGGIA – Adp dice di aver risolto tutti i problemi al Gino Lisa e che da lunedì si può volare

Pubblicato giovedì, 23 ottobre 2014

Oltre alla modifica degli orari di apertura e chiusura dello scalo aereo, che consentirebbe alle compagnie di decollare ed atterrare in giornata, sarebbero stati risolti anche tutte le altre problematiche logistiche di supporto all'attività aeroportuale

L'aeroporto Gino Lisa di Foggia visto dalla pista

«Si è poi provveduto a concordare con il vettore e la Alidaunia S.r.l., titolare del servizio antincendio aeroportuale, l’orario di copertura del Servizio Antincendio e di Soccorso che ha richiesto l’innalzamento della Categoria ICAO, dalla II^ attualmente presente, alla V^ prevista dall’aeromobile tipo Fokker 50. Pertanto l’innalzamento della categoria di servizio è previsto dalle ore 06.00-09.00 e dalle 18.00-21.00 di ogni lunedì e venerdì. Tali variazioni sono state già attivate», fanno sapere da Adp

da Il Mattino di Foggia & Provincia

• Tags: Commenta questo articolo Nessun commento

FOGGIA -Asfalto viscido, un altro incidente stradale sulla Foggia – San Giovanni

Pubblicato giovedì, 23 ottobre 2014

Solo due giorni fa un altro impatto Solo due giorni fa sulla stessa strada si era registrato un impatto frontale, in prossimità dell’incrocio per Manfredonia.   (Immagine tratta da tvgargano.it)

L’IMPATTO. E stamattina un altro incidente è avvenuto sulla ss 273 che collega San Giovanni Rotondo a Foggia, in prossimità del primo tornante a poche decine di metri dalla curva di San Michele.

TUTTI FORTUNATAMENTE ILLESI. Due auto, una Toyota e una Bmw, a causa dell’asfalto reso viscido dalla pioggia si sono scontrate quasi frontalmente: illesi, fortunatamente, gli occupanti delle vetture. Il traffico è stato bloccato temporaneamente per permettere gli accertamenti e la rimozione dei veicoli. 

da Foggiacittaaperta

• Tags: , Commenta questo articolo Nessun commento

FOGGIA – Alberi e pali della luce, ancora disagi in città

Pubblicato giovedì, 23 ottobre 2014

E il Movimento Nuova Voce se la prende con la nuova amministrazione: "Stessa musica"

Continuano le denunce da parte del Movimento Nuova Voce, questa volta, l’attenzione si pone su alcuni problemi che riguardano i lavori pubblici e il verde.

IL VENTO E LA PIOGGIA. Nella mattinata di ieri, denuncia il Movimento, è bastato un po’ di pioggia e vento per mettere a rischio l'odine pubblico della città, non senza problemi. "Infatti – si legge nella nota inviata agli organi di stampa, corredata da fotografie – si è spezzato un palo di ferro, nei pressi di un discount, mentre un albero si è accasciato al suolo sfiorando alcune auto parcheggiate".

NESSUN CAMBIAMENTO. "Cambia colore politico ma non cambia la musica e i nostri assessori ed il sindaco Landella dormono": ha dichiarato Giuseppe Lauda, presidente Movimento Nuova Voce, rivolgendosi poi direttamente alla nuova amministrazione. "Non notiamo nessun cambiamento nella nostra città del vostro operato, inoltre – si legge ancora – vogliamo ribadire al Sindaco che noi del Movimento non vogliamo mettervi in cattiva luce, nei confronti dei cittadini foggiani, ma chiediamo solo un po’ più di impegno che fino ad ora purtroppo non c’è stato”.

LE PROPOSTE. Il Movimento Nuova Voce espone al sindaco Franco Landella alcune idee e qualche progetto, per poter risolvere tali problematiche. “La prima cosa da fare per i nostri cittadini è la sicurezza urbana –ha spiegato Lauda – in primo luogo la sostituzione di tutti i pali, sicuramente marciti per la scarsissima manutenzione. L'idea che proponiamo – si legge ancora – è quella di sostituirli con pali in ferro già dotati di pannellino solare per salvaguardare anche i costi pubblici e poter presentare dei progetti seri da alla comunità europea”.

LE RADICI DEGLI ALBERI. Un altro problema evidenziato dal Movimento è quello degli alberi che richiede un ripristino totale di tutte le zone alberate. L'attenzione andrebbe riposta soprattutto per quanto riguarda i pini, "Alberi molto belli ma che creano diversi problemi, in quanto molto spesso a causa delle radici rovina sia i marciapiedi che le strade, e in alcuni casi anche abitazioni ed attività commerciali".

da Foggiacittaaperta

Ultimo commento da Roberto:
Bisognerebbe fare come in altre città, utilizzare luci a led per l illuminazione pubblica, basso impatto ambientale, migliore illuminazione.
• Tags: Commenta questo articolo Leggi il Commento

Nuova allerta meteo della Protezione Civile

Pubblicato giovedì, 23 ottobre 2014

La Protezione Civile fa sapere che persiste sulla Puglia una fase di maltempo caratterizzata da precipitazioni a prevalente carattere di rovescio o temporale, anche di forte intensità, accompagnate da fulmini e forti raffiche di vento.

Sulla base di quanto previsto, il Centro Funzionale Decentrato della Puglia ha emesso un Avviso di criticità moderata, dalle ore 20.00 di oggi giovedì 23 ottobre per le prossime 24 ore, su Gargano, Tavoliere, nelle zone del Subappennino Dauno e in quelle del Basso Fortore, trai comuni di Serracapriola e Lesina.

da Teleradioerre

• Tags: Commenta questo articolo Nessun commento

FOGGIA – Comune di Foggia, approvato il bilancio 2014

Pubblicato giovedì, 23 ottobre 2014

“Dalla Commissione consiliare ‘Bilancio’ è giunto oggi un segnale politico ed amministrativo chiaro e positivo. L’esito della discussione e della votazione sul bilancio di previsione 2014 che arriverà domani in Consiglio comunale è la dimostrazione di un lavoro svolto in modo proficuo ed inclusivo, portato avanti nel solo interesse della città”.

Lo dichiara Matteo De Martino, presidente della Commissione consiliare ‘Bilancio’, all’esito dell’approvazione, avvenuta questa mattina, del bilancio di previsione 2014 del Comune di Foggia.

Il documento contabile è stato infatti licenziato con due sole astensioni, quelle dei consiglieri comunali Leonardo Di Gioia e Marcello Sciagura. Tutti gli altri componenti della commissione hanno espresso il loro voto favorevole. “L’assenza di voti contrari mette in evidenza un’attività condotta sulle questioni di merito, finalizzata a recepire contributi ed indicazioni – commenta il consigliere Matteo De Martino –. Sin dal mio insediamento ho inteso promuovere un metodo di lavoro orientato al confronto, perché sono convinto che, soprattutto in una materia importante e delicata come quella che riguarda le politiche finanziarie dell’Ente, sia necessario fare del dialogo un fattore fondamentale”.

“Ringrazio tutti i componenti della Commissione consiliare per l’apporto fornito alla discussione ed al dibattito – sottolinea De Martino –. Il documento contabile sul quale abbiamo operato è solo formalmente un bilancio di previsione, giacché dieci dodicesimi della spesa sono già stati impegnati. Nonostante questo, siamo intervenuti provando a modificare il bilancio laddove era possibile.

L’assenza di voti contrari nella fase di approvazione in Commissione, a mio avviso certifica la bontà del lavoro che è stato compiuto. Con lo stesso spirito proseguiremo nella nostra attività amministrativa – conclude il presidente della Commissione consiliare ‘Bilancio’ – che anche nel vero bilancio di previsione che il Comune di Foggia redigerà nei prossimi mesi avrà come capisaldi il massimo del coinvolgimento politico-istituzionale e del confronto di merito”.

da Teleradioerre

• Tags: Commenta questo articolo Nessun commento

FOGGIA – Riforma Pac e nuovo PSR: Confagricoltura Foggia incontra i soci

Pubblicato giovedì, 23 ottobre 2014

Confagricoltura Foggia ha organizzato un incontro informativo – sulla riforma della Pac e sul nuovo Piano di Sviluppo Rurale – che si terrà martedì 28 ottobre alle ore 16.30 presso la Sala Energia – Palazzo Amgas a Foggia.

“Dal 1° gennaio 2015 – fa sapere Confagricoltura Foggia – gli agricoltori saranno alle prese con i cambiamenti che la nuova Politica Agricola Comunitaria ha introdotto nel settore. La riforma avrà delle ripercussioni già sulle prossime semine autunnali, per poi estendersi a tutto il comparto dell’ortofrutta e della zootecnia”.

da Teleradioerre

• Tags: Commenta questo articolo Nessun commento

PIETRAMONTECORVINO. Taglio boschivo, il Comune dalla parte dei cittadini

Pubblicato giovedì, 23 ottobre 2014

Si terrà lunedì 27 ottobre ore 16.00 nella sala Convegni del Comune di Pietramontecorvino, l'importante incontro tra il sindaco Raimondo Giallella, il presidente della Giunta Elezioni e Immunità Parlamentari, Dario Stefàno, e l'europarlamentare Elena Gentile per discutere sul Taglio boschivo in aree gravate da uso civico e della nuova PAC.

Il Comune di Pietramontecorvino – si legge in una nota diramata dall’Amministrazione Giallella – possiede circa 650 ettari destinati a tale uso, che possono essere utilizzati dai cittadini, con notevole risparmio sia per l'Amministrazione comunale in termini di costi per il taglio boschivo, che per gli stessi cittadini, che potrebbero così utilizzare la legna per riscaldarsi durante i mesi invernali evitando così di comprarla

Ma un regolamento della Regione Puglia mal interpretato – precisa il Comune – impedisce di fatto ai cittadini di poter tagliare la legna, usufruendo così di questo diritto antico. "In un momento di crisi come questo – commenta il primo cittadino Raimondo Giallella – ridare questa possibilità a tutti gli abitanti di Pietramontecorvino è un ulteriore segnale della vicinanza dell'Amministrazione comunale alle loro esigenze e della sensibilità verso i loro diritti. Ci impegneremo fino in fondo affinché questa possibilità venga ripristinata".

da Teleradioerre

• Tags: Commenta questo articolo Nessun commento

FOGGIA -Sparano contro una pattuglia dei carabinieri, arrestate tre persone

Pubblicato giovedì, 23 ottobre 2014

Avevano sparato all’indirizzo di una pattuglia dei Carabinieri ferendo alla mano un maresciallo e guadagnando la fuga subito dopo. Oggi, con l’arresto dell’ultimo componente della banda il caso è stato definitivamente risolto: i tre responsabili della sparatoria sono Antonio Carbone, 23enne di Trinitapoli, Nicola Francavilla 27enne di Barletta e Antonio Giannini, di 38 anni, originario di Barletta.

Quest’ultimo dopo una latitanza di otto mesi si è costituito a Taranto. I fatti risalgono al 29 gennaio scorso, quando in Via Marconi, a Trinitapoli, una pattuglia composta da quattro uomini aveva notato una Renault Mégane ferma con i fari accesi e due persone a bordo in attesa di un terzo uomo, salito in auto poco dopo.

Allertati dal sospetto che i tre nascondessero droga a bordo del mezzo, i militari hanno avvicinato la Mégane, ma uno dei tre, poi riconosciuto come Nicola Francavilla, non ha esitato a sparare ferendo in modo serio il maresciallo che ha rischiato di perdere due dita della mano destra.

A causa delle lesioni riportate dal militare la pattuglia non ha potuto portare a termine l’inseguimento. Le indagini sono scattate immediatamente. Le telecamere del sistema di videosorveglianza hanno consentito di riconoscere la targa della vettura, da qui è stato possibile a risalire ad Antonio Carbone, incensurato.

Le immagini hanno inoltre permesso di riconoscere distintamente il volto della persona che è salita per ultima a bordo dell’auto, si tratta di Antonio Giannini, ex sorvegliato speciale che custodiva in casa, come emerso dalla perquisizione, armi, munizioni, un disturbatore di frequenze e maschere di gomma, forse per una rapina, dettaglio che gli inquirenti al momento non escludono.

Sulla base di questi elementi i carabinieri sono riusciti ad arrestare Carbone il 19 febbraio scorso e Francavilla dopo circa un mese. Quest’ultimo, fermato per la detenzione di 130 kg di marijuana, è stato riconosciuto come la persona che ha materialmente premuto il grilletto. L’ultimo a finire in manette è stato Giannini. I tre dovranno rispondere ora di tentato omicidio.

da Teleradioerre

• Tags: Commenta questo articolo Nessun commento

Maltempo: dichiarato lo stato d’emergenza per Foggia e la Toscana

Pubblicato giovedì, 23 ottobre 2014

Il Consiglio dei ministri ha deliberato lo stato di emergenza in conseguenza degli eccezionali eventi meteorologici che hanno colpito nei giorni dal 1° al 6 settembre 2014 il territorio della Provincia di Foggia e numerose province della Toscana (Firenze, Lucca, Pisa, Pistoia, Prato) nei giorni 19 e 20 settembre scorsi.

Come per altre zone del Paese il Consiglio ha chiesto che il Ministro dell’Economia e delle Finanze di valutare il differimento al 20 dicembre dei termini di versamento dei tributi statali con riguardo ai soggetti che hanno avuto danni nelle zone interessate da entrambi gli stati d’emergenza.

Sono stati anche deliberati primi stanziamenti per la realizzazione di interventi di ricostruzione a seguito dei danni causati dagli eccezionali eventi meteorologici del 20 – 24 ottobre 2013 in Toscana ed il 10-11 novembre 2013 nelle Marche.

da Meteoweb.eu

• Tags: Commenta questo articolo Nessun commento

Pescara-Foggia: interrotti i collegamenti, la Federconsumatori su tutte le furie

Pubblicato giovedì, 23 ottobre 2014

TERMOLI. Pescara-Foggia ma in mezzo c’è Termoli e con essa un numero elevato di utenti che, nel bene o nel male, sono soggetti a utilizzare i collegamenti ferroviari per raggiungere le proprie destinazioni. Lucida e semplice esposizione che, purtroppo, si è arricchita di un forte dissenso perchè, nei tempi scorsi, la Federconsumatori Abruzzo ha inteso denunciare che nella tratta Pescara Foggia gli utenti sono costretti a utilizzare treni più costosi con rincari esorbitanti e con tempi più lunghi.

“Da qualche anno Trenitalia – spiega una nota dell’Osservatorio sulla mobilità di Federconsumatori – ha deciso che il confine di Regione (Termoli), debba diventare anche limite insuperabile dei treni regionali verso sud. Questa decisione contrasta con le scelte attuate in tutte le altre realtà italiane. Ovunque i treni regionali superano i confini per rendere efficace il collegamento.

Abbiamo perciò treni regionali Pescara-Ancona; Ancona-Bologna; Bologna-Milano; Milano-Torino, eccetera. In tutti i casi è così tranne che per la relazione Pescara-Foggia. Con questa grave interruzione nella continuità del viaggio, i cittadini interessati al collegamento Abruzzo -Puglia sono costretti ad utilizzare due diversi treni regionali : il primo da Pescara a Termoli e il secondo da Termoli a Foggia.

Dilatando in questo modo fino all’inverosimile i tempi del collegamento”. Questa scelta, secondo quanto quantificato da Federconsumatori, costringerebbe i passeggeri a utilizzare i più cari InterCity o Freccia Bianca: più costosi fino al 270 % del treno regionale con prezzi che balzano da 10,20 € ai 28,50 € di Freccia Bianca. “

Nulla può giustificare l’ingiustizia subìta dai cittadini, se non il disinteresse di Trenitalia e la colpevole indifferenza degli amministratori politici che si sono succeduti nella gestione del Trasporto Pubblico della nostra Regione”. Denuncia ancora la Federconsumatori che conclude: “Il collegamento non sarebbe utile solo ai tanti studenti pugliesi che frequentano le sedi universitarie abruzzesi, ma sarebbe utile anche per valorizzare la centralità commerciale di Pescara rispetto ai tanti centri diffusi tra Foggia e Pescara”.

da Termolionline

• Tags: Commenta questo articolo Nessun commento

FOGGIA –“Ritardi Asl Foggia danneggiano anziani fragili e rssa”

Pubblicato giovedì, 23 ottobre 2014

Esterno Asl Foggia (ph: MAIZZI)

 NOVANTASEI anziani in condizioni di salute precaria che non possono avere l’assistenza di cui hanno bisogno: quella di un posto letto in struttura residenziale, con il riconoscimento di un contributo per la retta. Alcuni enti dediti agli anziani della provincia di Foggia, anche non profit, che per poter accogliere al meglio questi 96 anziani hanno investito per adeguare le strutture.

Ma ora hanno solo spazi vuoti e costi a carico, con il timore di ripercussioni sull’occupazione. Gravi per gli anziani e per gli enti le conseguenze delle non decisioni della Asl di Foggia, che non ha ancora concluso le procedure di un avviso pubblico, relativo a nuovi posti letto contrattualizzati nelle strutture per anziani, avviato a fine 2013.

“Una situazione incresciosa che danneggia la sanità della Capitanata”, la definisce Gennaro Santorufo, presidente di Uneba Puglia, espressione regionale di Uneba (www.uneba.it) una delle maggiori e storiche organizzazioni di categoria di enti che operano nel settore sociosanitario ed assistenziale, in gran parte non profit di radici cattoliche.

Per sollecitare una soluzione, per il bene degli anziani e delle strutture, Uneba Puglia ha inviato mercoledì 22 una lettera al direttore della Asl di Foggia Attilio Manfrini, e per conoscenza all’assessore regionale al welfare Donato Pentassuglia e a tutti i consiglieri regionali foggiani.

“La mancata sottoscrizione degli accordi contrattuali – scrive Uneba Puglia – si sta riflettendo negativamente sui livelli essenziali di assistenza ad elevata integrazione socio sanitaria” e “non garantisce la fruibilità effettiva della tutela della salute a quasi cento persone anziane con necessità di presa in carico socio sanitaria”.

Senza dimenticare che “gli enti hanno investito somme ingenti per la realizzazioni delle strutture e che in assenza di contrattualizzazione si vedono gravati comunque di spese di gestione”.

L’origine del problema è la delibera del direttore generale della Asl di Foggia n. 211/B del 31/12/2013, che ha proceduto all’aggiornamento della disponibilità di posti letto per residenza – socio sanitaria assistenziale nella Asl di Foggia e ad approvare il collegato schema di Avviso Pubblico (http://www.regione.puglia.it/index.php?page=burp&opz=getfile&file=o-44.htm&anno=xlv&num=10).

I 96 posti letto di rssa per i quali la Asl intenderebbe stipulare accordi contrattuali con le strutture sono così suddivisi: 30 ciascuno nei distretti di San Severo, Cerignola e Lucera, 6 in quello di San Marco in Lamis.

A seguito dell’Avviso, alcuni enti hanno presentato richiesta di contrattualizzazione, ma solo a fine settembre la Asl ha completato la verifica della documentazione, e da allora la procedura di manifestazione di interesse ancora non è stata definita. E non si sa perché.

“Ci attendiamo – dice Santorufo – una risposta urgente dall’Asl , per la definizione del problema che non è più solo sanitario ma anche sociale. Se così non sarà chiederemo incontro urgente con l’assessore regionale”.

da Stato Quotidiano

• Tags: Commenta questo articolo Nessun commento

FOGGIA –Incertezza servizi, salta volo Foggia-Milano BlueWings

Pubblicato giovedì, 23 ottobre 2014

 “LA mancanza di certezza dei servizi aeroportuali di terra e di spazio aereo al Gino Lisa non ci mette, purtroppo, nelle condizioni di poter fare decollare da Foggia i collegamenti aerei per Milano che avevano programmato da lunedì prossimo, 27 ottobre, per i quali la compagnia aerea Air Vallée ha nelle scorse ore reso già disponibile l’operatività dell’aeromobile.

Ci auguriamo che gli enti preposti a garantirci i servizi di sicurezza e di agibilità dello scalo aereo foggiano possano nei prossimi giorni rimuovere gli ostacoli all’avvio dei voli programmati, per i quali abbiamo riscontrato un’ottima risposta da parte dei clienti sulla tratta Foggia‐Milano, che ringraziamo per la comprensione dimostrataci”.

A dichiararlo è Valerio Zifaro, rappresentate in Italia della Air BlueWings, la società londinese di brokeraggio dei collegamenti aerei da Foggia per Milano e Torino. “Sappiamo dell’apprezzabile interessamento di Aeroporti di Puglia nel risolvere con ENAC e ENAV gli impedimenti logistici all’operatività dello scalo aereo per le fasce prestabilite dei nostri collegamenti e, pertanto, confidiamo di poter ripristinare in tempi brevissimi la programmazione dei voli”, conclude Zifaro.

da Stato Quotidiano

• Tags: Commenta questo articolo Nessun commento

FOGGIA – “Cavallo di ritorno”, 3 indagati non rispondono dinanzi al Gip

Pubblicato giovedì, 23 ottobre 2014

Interno tribunale di Foggia (ARCHIVIO ph: Benedetto Monaco)

SVOLTISI stamani, dinanzi al Gip dr. Zeno, gli interrogatori di garanzia di Matteo La Torre, detto “terremoto”, di 43 anni, Giuseppe Miucci, detto “Caradonna”, di 44 anni e Giuseppe Colafrancesco di anni 46 – originari di Monte Sant’Angelo, ma residenti nei comuni di Manfredonia e Mattinata – sottoposti ad una ordinanza di custodia cautelare in carcere poiché ritenuti responsabili di “estorsione, furto, ricettazione e violenza privata”.

I 3 uomini erano stati arrestati al termine di un’operazione di P.G. congiunta, lo scorso 20 ottobre, a cura degli agenti del Commissariato di P.S. di Manfredonia e i Carabinieri della Compagnia di Manfredonia che hanno eseguito le 3 misure di custodia cautelare in carcere, emesse dal G.I.P. del Tribunale di Foggia su richiesta della Procura della Repubblica.

L’operazione è stata denominata “Cavallo di ritorno”, dal fenomeno della restituzione di veicoli dietro il pagamento di una somma di danaro. “Ho ritenuto necessario analizzare nel dettaglio la corposa ordinanza del Gip di Foggia – dice a Stato l’avvocato Matteo Troiano, legale di La Torre e Miucci – al fine individuare la migliore strategia processuale”.

Il legale dei 2 suddetti indagati ha fatto richiesta di modifica della misura cautelare inflitta agli stessi, presentando istanza per l’attenuazione della misura cautelare in carcere con quella meno afflittiva degli arresti domiciliari “anche in relazione al fatto che si parla di singoli episodi il più recente dei quali risalente allo scorso dicembre

da Stato Quotidiano

• Tags: Commenta questo articolo Nessun commento

ROMA – Alluvione sul Gargano c’è lo stato di calamità Ecco i primi 10,5 milioni

Pubblicato giovedì, 23 ottobre 2014

Il Consiglio dei ministri ha deliberato lo stato di emergenza in conseguenza degli eccezionali eventi meteorologici che hanno colpito dall’1 al 6 settembre la provincia di Foggia e numerose province della Toscana (Firenze, Lucca, Pisa, Pistoia, Prato) nei giorni 19 e 20 settembre scorsi.

Per il Foggiano, l'ammontare del primo stanziamento è di 10,5 milioni di euro. Come per altre zone il Consiglio ha chiesto al Ministro dell’Economia di valutare il differimento al 20 dicembre dei termini di versamento dei tributi statali con riguardo ai soggetti che hanno avuto danni nelle zone interessate. nei giorni scorsi sulla questione era satta aperta una polemica dal centrodestra, il primis l'europarlamentare di Forza Italia, Raffaele Fitto, che aveva accusato il premier Renzi di ritardo sulla dichiarazione dello satto di emergenza.

Aveva fatto seguito anche un ironico intervento del presidente della Provincia di Bari, Schittulli, che invitava ad inviare un tweet al premier per ricordargli gli impegni presi durante la apsserella. A gettare acqua sul fuoco era poi intervenuto, sempre nei giorni scorsi, il sindaco di Bari Antonio Decaro in qualità di «portavoce» del Governo.

Riferendo di un colloquio con lo stesso Renzi e il sottosegretario Delrio, il primo cittadino matropolitano barese aveva anticipato il provvedimento per il Gargano entro questa settimana precisando anche che Palazzo Chigi era in attesa della perizia di stima predisposta dalla Protezione civile per la definizione della procedura amministrativa neecssaria per la dichiarazione di stato di calamità.

I PARLAMENTARI BORDO-MONGIELLO: PROMESSE MANTENUTE "Come si era impegnato a fare nei giorni immediatamente successivi all’alluvione nel Gargano, il governo ha mantenuto le promesse fatte alle popolazioni dichiarando finalmente lo stato di emergenza per le zone colpite. Nei giorni scorsi è stato lo stesso premier Renzi, che ringraziamo per la serietà e la disponibilità, a garantire che il governo avrebbe mantenuto tutti gli impegni presi. Con i 10,5 milioni di euro stanziati dal Consiglio dei ministri sarà possibile fronteggiare i primi danni e consentire al territorio di ripartire".

Lo affermano il presidente della commissione per le Politiche Ue della Camera Michele Bordo e Colomba Mongiello, componente della Commissione Agricoltura di Montecitorio. "Il provvedimento -spiegano- è un primo grande passo avanti, nelle prossime settimane saranno necessarie altre risorse a favore di agricoltori, stabilimenti balneari, aziende e cittadini per tutti i danni subiti".

"Ci auguriamo che la misura assunta dal governo contribuisca a spegnere le polemiche fatte in questi giorni da alcuni parlamentari di Forza Italia che pensavano di poter sfruttare l'alluvione e il dramma di migliaia di cittadini solo per propaganda politica", concludono i deputati democratici.

FITTO: FINALMENTE… DOPO 48 GIORNI Finalmente, dopo 48 giorni, arriva dal Consiglio dei Ministri la dichiarazione dello stato di emergenza del Gargano. Ne siamo lieti, ma non possiamo non denunciare una situazione vergognosa, per un ritardo dalle ragioni ignote: quell'alluvione ha spezzato e trascinato via persone, case, vite. Ha messo in ginocchio una popolazione intera e il suo territorio.

E di fronte a questo quanto abbiamo dovuto aspettare per la firma del primo provvedimento dello stato di calamità e la decretazione dello stato di emergenza? Quarantotto giorni, un’infinità. Bene, ora c'è solo da augurarsi e sperare che non sia un altro annuncio spot. Non sarebbe tollerabile. Vigileremo su questo". Così Raffaele Fitto, europarlamentare di Forza Italia, sul suo blog.

da La Gazzetta del Mezzogiorno

• Tags: Commenta questo articolo Nessun commento

FOGGIA – L´esperto di ´gialli´ Sandrone Dazieri a Foggia

Pubblicato mercoledì, 22 ottobre 2014

Uno dei più autorevoli esperti e conoscitori in materia di ‘gialli’ Sandrone Dazieri sarà a Foggia venerdì 24 ottobre alle ore 19.00 per presentare alla libreria Ubik il suo ultimo thriller, ‘Uccidi il padre’ (Mondadori, 2014). Battezzato da Antonio D'Orrico – il più importante critico letterario italiano – come “Il più grande thriller della stagione”, il romanzo tiene il lettore incollato dalla prima all'ultima pagina in un crescendo costante di tensione e colpi di scena.

La trama: un bambino è scomparso in un parco alla periferia di Roma. Poco lontano dal luogo del suo ultimo avvistamento, la madre è stata trovata morta, decapitata. Gli inquirenti credono che il responsabile sia il marito della donna, che in preda a un raptus avrebbe ucciso anche il figlio nascondendone il corpo.

Ma quando Colomba Caselli arriva sul luogo del delitto capisce che nella ricostruzione c'è qualcosa che non va. Colomba ha trent'anni, è bella, atletica, dura. Ma non è più in servizio. Si è presa un congedo dopo un evento tragico cui ha assistito, impotente. Eppure non può smettere di essere ciò che è: una poliziotta, una delle migliori

E il suo vecchio capo lo sa. Per questo le chiede di lavorare, senza dare nell'occhio, al caso e la mette in contatto con Dante Torre, soprannominato "l'uomo del silos", un esperto di persone scomparse e abusi infantili. Di lui si dice che è un genio, ma che le sue incredibili capacità deduttive sono eguagliate solo dalle sue fobie e paranoie.

Perché da bambino Dante è stato rapito e, mentre il mondo lo credeva morto, cresceva chiuso dentro un silos, dove veniva educato dal suo unico contatto col mondo, il misterioso individuo che da Dante si faceva chiamare "Il Padre". Adesso la richiesta di Colomba lo costringerà ad affrontare il suo incubo peggiore.

Perché dietro la scomparsa del bambino Dante riconosce la mano del "Padre". Ma se è così, perché il suo carceriere ha deciso di tornare a colpire a tanti anni di distanza? E Colomba può fidarsi davvero dell'intuito del suo "alleato", o Dante la sta conducendo a caccia di fantasmi? A presentare l'autore, già direttore della storica collana Gialli Mondadori, nonché sceneggiatore di ‘Squadra Antimafia’ e ‘R.I.S. Roma’, il direttore artistico Michele Trecca e il lettore e appassionato di gialli Claudio Sottile, tra gli animatori del recente appuntamento tra lettori A qualcuno piace… Giallo, tenutosi la scorsa domenica. 

da Teleradioerre

• Tags: Commenta questo articolo Nessun commento

FOGGIA – Provincia, Rosario Cusmai è il vice presidente

Pubblicato mercoledì, 22 ottobre 2014

Il Presidente della Provincia di Foggia Francesco Miglio ha nominato Rosario Cusmai, Vice-Presidente dell’Ente. In merito il neo Presidente dell’Ente ha dichiarato: “Oggi ho conferito le funzioni di Vice Presidente dell’Ente a  Rosario Cusmai, avvalendomi della facoltà prevista dalla Legge 56 del 2014.

Una scelta dettata dalla relazione fiduciaria costruita nel tempo con chi è risultato il consigliere provinciale più votato, oltre a rappresentare la lista Capitanata Civica che ha offerto un importante contributo all’affermazione della coalizione che ha sostenuto la mia candidatura”, così il Presidente della Provincia di Foggia, l’avvocato Francesco Miglio.

“Contestualmente – aggiunge Miglio – ho chiesto al Partito Democratico, che è l’architrave della coalizione in quanto partito di maggioranza relativaontributo operativo in ordine all’attuazione del programma di Governo, riconoscendo l valenza  a del criterio di rappresentanza ed è la forza politica in cui voglio riprendere a spendere serenamente e pienamente  il mio impegno politico, di assumere la maggiore quota di responsabilità gestionale e di offrire il maggior ccui intendo attenermi nell’esercizio delle mie prerogative in sede di attribuzione di ruoli.

D’altro canto, il PD è chiamato, unitamente ai partner di Governo, a promuovere adesso una forte azione di rilancio del territorio attraverso l’Assemblea dei Sindaci, organismo permanente di nuova istituzione e di grandissimo significato politico ed istituzionale.” “Sono fermamente convinto che l’intera coalizione – conclude il Presidente Miglio – è chiamata ora a svolgere una funzione politica direi insostituibile nella dinamica della rappresentanza di tutta la comunità di Capitanata.

Per raggiungere gli obiettivi del mandato, ogni forza politica è chiamata ad assicurare un sostegno leale, aperto e disponibile all’ascolto delle comunità amministrate. Ma, aggiungerei – conclude il Presidente della Provincia –  che tutti gli eletti devono sentirsi protagonisti nel percorso di una nuova crescita del territorio, anche perché la riforma appena varata per le Province, per quanto intrisa di criticità e lacune, ha voluto sicuramente promuovere un Consiglio del Presidente, organismo al quale farò puntuale riferimento nell’esercizio della funzione. Al Vice Presidente auguro buon lavoro da subito, perché le cose da fare sono urgenti e sono tantissime”.

da Teleradioerre

• Tags: Commenta questo articolo Nessun commento

FOGGIA – Maltempo. Bibliopride: annullato il Bibliobus. Domani appuntamenti al Santa Chiara

Pubblicato mercoledì, 22 ottobre 2014

Proseguono, con qualche lieve variazione a causa del maltempo, le iniziative di Bibliopride, la Giornata Nazionale delle Biblioteche, appuntamento annuale promosso dall’AIB, Associazione Italiana Biblioteche, che quest’anno si sta svolgendo in Puglia, con l’inaugurazione a Lecce del 4 ottobre scorso e la chiusura a Bari fissata per l’ultimo giorno del mese.

A causa del maltempo previsto nel pomeriggio di oggi, mercoledì 22 ottobre, l'uscita del Bibliobus, in programma davanti alla parrocchia Ss. Guglielmo e Pellegrino, in piazza Aldo Moro a Foggia,è rinviata a data da destinarsi. Sempre a causa del cattivo tempo, la manifestazione ‘La Biblioteca è una cosa seria’, in programma domani, giovedì 23 ottobre, dalle ore 18.00 alle 22.00, si terrà al coperto, presso l’Auditorium Santa Chiara, in piazza Santa Chiara in via Arpi.

La serata, condotta dal giornalista Enrico Ciccarelli, sarà una vera e propria festa della cultura e della partecipazione. In finale, il concerto di alcuni elementi di Octophonia Sax Ensemble, ottetto di sax composto da studenti del liceo classico che hanno frequentato la biblioteca di Foggia sin dalle scuole materne. A seguire l'esibizione del Coro giovanile dauno U. Giordano, diretto dal M° Luciano Fiore.

Tutto invariato, invece, per il gran finale: apertura straordinaria della Biblioteca, in programma venerdì 24 ottobre, fino a mezzanotte tra proiezioni, letture, performance musicali. Alle ore 18.30 presso la Sala Narrativa presentazione del libro ‘Per un pugno di terra. Storia della Cooperativa La ricostruente’ di Paola Grillo e Pasquale Braschi, Il castello, 2014.

Accompagneranno gli autori, nella presentazione, Michele Carchia, attore, ed Ermanno Ciccone, maestro di chitarra classica. Alle 19.30 si esibirà in concerto il gruppo musicale No Logo, composto anche da bibliotecari. Sale aperte: Sala Narrativa, Divulgazione, Immagini&Suoni, Area Mostre.

Nello spazio antistante la Biblioteca stazionerà il Bibliobus (in assenza di forte vento). In programma anche due proiezioni, per i possessori di bibliocard: una per famiglie, alle 16.00, con la proiezione del film Caterina va in città di Paolo Virzì e un’altra alle 21.00, con la proiezione del film La stella che non c’è di Gianni Amelio. Il dettaglio degli eventi, disponibile sul sito http://www.aib.it/attivita/bibliopride/bibliopride2014/

da Teleradioerre

• Tags: Commenta questo articolo Nessun commento

FOGGIA – Assalto al bestiame, caccia ai cani «Uccidono gli animali per sfamarsi»

Pubblicato mercoledì, 22 ottobre 2014

La denuncia degli allevatori: danni economici rilevanti – Non sono attacchi di lupi, mancano i segni al collo

Cani randagi

 Cani che mordono, in qualche caso anche uccidendo, cavalli, asini e mucche. È l’allarme lanciato da alcuni allevatori della Murgia barese che da, alcuni mesi, assistono al rientro dal pascolo nel bosco dei loro capi con morsi di predatori. Alcuni allevatori hanno trovato animali morti per ferite da morso.

Stando ai primi accertamenti gli allevatori hanno escluso che ad assalire i cavalli, gli asini e gli ovini siano lupi: le vittime, infatti, non presenterebbero il morso alla gola classico attacco dei lupi. Una situazione che sta allarmando gli allevatori della zona che stanno perdendo numerosi dei loro capi di bestiame con relativo danno economico.

da Corriere del Mezzogiorno/Foggia

• Tags: Commenta questo articolo Nessun commento

FOGGIA — Scontro frontale sulla 17, muore donna – Il grave incidente fa anche altri tre feriti

Pubblicato mercoledì, 22 ottobre 2014

Nei pressi di Volturara Appula è deceduta una 60enne

Una donna di 60 anni è morta in un incidente stradale avvenuto questo pomeriggio sulla statale 17, nei pressi di Volturara Appula. Secondo la prima ricostruzione, la vittima, che si chiamava Antonietta Antonelli, era bordo di una Peugeot con il marito e il figlio quando il mezzo si è scontrato frontalmente con una Citroen, condotta da un giovane foggiano.

Sul posto sono giunte alcune pattuglie dei carabinieri e del 118. Per la donna però non c’era più nulla da fare. Ferite le altre tre persone che hanno riportato lesioni e traumi non gravi.

L'incidente mortale costato la vita ad una 60enne

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Si tratta oltre che del marito e del figlio, anche del giovane alla guida della Citroen che sopravveniva dalla direzione opposta e che, per motivi che oltre ai vigili urbani anche la polizia stradale adesso dovrà appurare, si è scontrata frontalmente con la Peugeot della donna, vittima del grave incidente.

da Corriere del Mezzogiorno/Foggia

 

• Tags: Commenta questo articolo Nessun commento

FOGGIA – Declassamento del Lisa, primo risultato: i sindaci ottengono un tavolo nella capitale

Pubblicato mercoledì, 22 ottobre 2014

Iniziativa voluta da Landella, in circa 200 oggi in Regione – C’erano pure i vertici di industriali e camera di Commercio

Franco Landella a Bari

Un tavolo tecnico-politico con i ministeri dell’Ambiente e dei Trasporti per affrontare sia la questione del parere di valutazione di impatto ambientale fermo in commissione a Roma e sia il declassamento dello scalo Gino Lisa, diventato aeroporto di secondo livello.

Il presidente della commissione regionale Trasporti, Filippo Caracciolo, si è impegnato a sollecitare sia il presidente della Regione, Nichi Vendola che l’assessore regionale ai Trasporti, Gianni Giannini affinché si arrivi a questo confronto con i ministeri. E’ questo il risultato ottenuto dal sindaco, Franco Landella alla guida della manifestazione «Pro Gino Lisa» svoltasi a Bari, dinanzi alla sede del Consiglio regionale in via Capruzzi.

La protesta per il Gino Lisa

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

L’iniziativa è avvenuta nella giornata che si era aperta con la notizia dei primi effetti del declassamento dello scalo: d’ora in poi potrà funzionare solo 8 ore. «Non arretreremo di un millimetro su questa vertenza», ha sottolineato il sindaco del capoluogo. Circa 200 persone hanno protestato rivendicando un giusto ruolo, nel panorama delle infrastrutture pugliesi, allo scalo foggiano.

Con le associazioni, accanto a Landella e ad altri nove sindaci della Capitanata, c’erano anche i massimi vertici del mondo economico: il presidente di Camera di commercio, Assindustria e Confcommercio Fabio Porreca, Gianni Rotice e Damiano Gelsomino. Numerosi i consiglieri comunali, diversi assessori.

Grande assente il neo presidente della Provincia, Francesco Miglio ma anche i rappresentanti del nuovo consiglio provinciale. Miglio nel pomeriggio ha giustificato così la sua assenza: «L’ente può e deve agire unicamente per le vie istituzionali e amministrative. Il tema dei trasporti sarà al centro dell’agenda politica della Provincia. Siamo pronti a sostenere la causa del Gino Lisa».

Protesta e confronto istituzionale non sono in antitesi per chi era a Bari. Per il presidente, Porreca «oggi è il momento della protesta perché è indispensabile l’allungamento della pista, al quale deve poi seguire una strategia di sviluppo. Ma è anche necessario il momento del confronto, del ragionamento e della collaborazione istituzionale. E mi auguro che di questo si facciano interpreti sia il presidente della Regione che della Provincia.

Il metodo deve essere quello della collaborazione». Una protesta «giusta» anche per il leader degli industriali, Rotice: «Necessario per la Capitanata l’infrastruttura aeroportuale. Da domani ci attendiamo un confronto tra le istituzioni». Confronto per il quale Miglio, ne preannuncia la richiesta a Bari.

Intanto come tutti gli altri scali declassati per effetto del piano nazionale del ministro dei Traporti, Maurizio Lupi, l’aeroporto Gino Lisa d’ora in poi potrà essere aperto solo per otto ore al giorno.

L’enac ha già impartito le nuove direttive. La fascia oraria è da concordare con Aeroporti di Puglia, nel caso di Foggia, ma stando così le cose la compagnia Blue Wings che da lunedì dovrebbe inaugurare il Foggia-Milano sarebbe già impossibilitata a farlo. Il decollo è previsto alle 7, il rientro alle 20. .

da Corriere del Mezzogiorno/Foggia

 

• Tags: Commenta questo articolo Nessun commento

Termosifoni, a Foggia accesi dal 1 novembre: ecco alcuni suggerimenti per risparmiare

Pubblicato mercoledì, 22 ottobre 2014

Al Sud sembra ancora estate eppure tra sabato 25 e domenica 26 ottobre torneremo all’ora solare, spostando le lancette dei nostri orologi un’ora indietro (dalle 03.00 alle 02.00), il gesto tipico che segna l’inizio dell’orario invernale.

Anche la normativa ci ricorda che andiamo incontro alla stagione fredda, incurante delle temperature estive degli ultimi giorni: secondo la legge 9/01/1991 n.10 e il decreto del 26/08/1993 dal 1 novembre si potranno accendere i termosifoni a Foggia e in Provincia, territori appartenenti alla zona D della tabella che suddivide le regioni d’Italia in fasce climatiche. Accendere il termosifone però significa anche far lievitare la bolletta; tuttavia si può risparmiare energia e denaro, attuando alcuni accorgimenti come:

1) effettuare la manutenzione della caldaia e spurgare i termosifoni. L'efficienza degli impianti è condizione necessaria per un buon funzionamento e può generare un risparmio di circa il 30 per cento delle spese annuali.

2) Migliorare l'isolamento termico dell'ambiente che vogliamo riscaldare, installare delle finestre con doppi vetri e montare infissi con telai ad alta prestazione (legno, alluminio a taglio termico, pvc) che riducano le infiltrazioni di aria fredda dall’esterno aiuta: così la casa si riscalda prima. Non dimenticatevi poi di isolare il tetto e le pareti. Attraverso questi accorgimenti, la domanda di calore può diminuire dal 20 al 40% rispetto agli attuali livelli.

3) Tenere chiuse le finestre quando gli impianti sono accesi permette di non disperdere il calore.

4) Non coprire i termosifoni.

5) Mantenere la temperatura sui 21/23 gradi. Il riscaldamento centralizzato. Infine vi ricordiamo che secondo legge n° 220/2012 sul condominio, entrata in vigore a partire dal 18 giugno 2013, è finalmente possibile effettuare il distacco dal riscaldamento centralizzato.

La legge infatti recita: "Senza dover attendere il benestare dell'assemblea di condominio, d'ora in poi può rinunciare all'utilizzo dell'impianto centralizzato di riscaldamento o di condizionamento, se dal suo distacco non derivano notevoli squilibri di funzionamento o aggravi di spesa per gli altri condomini. In tal caso il rinunziante resta tenuto a concorrere al pagamento delle sole spese per la manutenzione straordinaria dell'impianto e per la sua conservazione e messa a norma".

Restano tuttavia alcune limitazioni, che potranno ancora vietare il distacco. Si tratta del regolamento di condominio, del regolamento edilizio comunale e delle eventuali leggi regionali in materia.

Rag. Luca Zichella

E-mail info@lucazichella.it

Web www.lucazichella.it Facebook

Studio Rag.Luca Zichella

• Tags: Commenta questo articolo Nessun commento