Ultime Notizie da Foggia e dalla provincia di Foggia

Rassegna della stampa locale e comunicati delle Associazioni di Foggia e della provincia di Foggia

Siti web e servizi internet - il tuo business online

Per le vostre vacanze in Thailandia : THAILANDIA , VIAGGIO THAILANDIA , THAILANDIA VACANZE ,

BANGKOK THAILANDIA , ISOLA DI PHUKET

Tour e vacanze in Thailandia Studio Fitness a Foggia e' un' isola dove il piacere di ritrovare la bellezza si sposa con il relax e la distensione di corpo e mente
Sala attrezzi Idromassaggio - Sauna - Solarium viso e corpo - Poltrona massaggiante - Bagnoturco  - Fitbox - Ginnastica dolce - Ginnastica posturale - Spinning - Total Body


Foggia cresce? leggi le email o invia un email a info@foggiaweb.it
Invalid or Broken rss link.

FOGGIA – L´esperto di ´gialli´ Sandrone Dazieri a Foggia

Pubblicato mercoledì, 22 ottobre 2014

Uno dei più autorevoli esperti e conoscitori in materia di ‘gialli’ Sandrone Dazieri sarà a Foggia venerdì 24 ottobre alle ore 19.00 per presentare alla libreria Ubik il suo ultimo thriller, ‘Uccidi il padre’ (Mondadori, 2014). Battezzato da Antonio D'Orrico – il più importante critico letterario italiano – come “Il più grande thriller della stagione”, il romanzo tiene il lettore incollato dalla prima all'ultima pagina in un crescendo costante di tensione e colpi di scena.

La trama: un bambino è scomparso in un parco alla periferia di Roma. Poco lontano dal luogo del suo ultimo avvistamento, la madre è stata trovata morta, decapitata. Gli inquirenti credono che il responsabile sia il marito della donna, che in preda a un raptus avrebbe ucciso anche il figlio nascondendone il corpo.

Ma quando Colomba Caselli arriva sul luogo del delitto capisce che nella ricostruzione c'è qualcosa che non va. Colomba ha trent'anni, è bella, atletica, dura. Ma non è più in servizio. Si è presa un congedo dopo un evento tragico cui ha assistito, impotente. Eppure non può smettere di essere ciò che è: una poliziotta, una delle migliori

E il suo vecchio capo lo sa. Per questo le chiede di lavorare, senza dare nell'occhio, al caso e la mette in contatto con Dante Torre, soprannominato "l'uomo del silos", un esperto di persone scomparse e abusi infantili. Di lui si dice che è un genio, ma che le sue incredibili capacità deduttive sono eguagliate solo dalle sue fobie e paranoie.

Perché da bambino Dante è stato rapito e, mentre il mondo lo credeva morto, cresceva chiuso dentro un silos, dove veniva educato dal suo unico contatto col mondo, il misterioso individuo che da Dante si faceva chiamare "Il Padre". Adesso la richiesta di Colomba lo costringerà ad affrontare il suo incubo peggiore.

Perché dietro la scomparsa del bambino Dante riconosce la mano del "Padre". Ma se è così, perché il suo carceriere ha deciso di tornare a colpire a tanti anni di distanza? E Colomba può fidarsi davvero dell'intuito del suo "alleato", o Dante la sta conducendo a caccia di fantasmi? A presentare l'autore, già direttore della storica collana Gialli Mondadori, nonché sceneggiatore di ‘Squadra Antimafia’ e ‘R.I.S. Roma’, il direttore artistico Michele Trecca e il lettore e appassionato di gialli Claudio Sottile, tra gli animatori del recente appuntamento tra lettori A qualcuno piace… Giallo, tenutosi la scorsa domenica. 

da Teleradioerre

• Tags: Commenta questo articolo Nessun commento

FOGGIA – Provincia, Rosario Cusmai è il vice presidente

Pubblicato mercoledì, 22 ottobre 2014

Il Presidente della Provincia di Foggia Francesco Miglio ha nominato Rosario Cusmai, Vice-Presidente dell’Ente. In merito il neo Presidente dell’Ente ha dichiarato: “Oggi ho conferito le funzioni di Vice Presidente dell’Ente a  Rosario Cusmai, avvalendomi della facoltà prevista dalla Legge 56 del 2014.

Una scelta dettata dalla relazione fiduciaria costruita nel tempo con chi è risultato il consigliere provinciale più votato, oltre a rappresentare la lista Capitanata Civica che ha offerto un importante contributo all’affermazione della coalizione che ha sostenuto la mia candidatura”, così il Presidente della Provincia di Foggia, l’avvocato Francesco Miglio.

“Contestualmente – aggiunge Miglio – ho chiesto al Partito Democratico, che è l’architrave della coalizione in quanto partito di maggioranza relativaontributo operativo in ordine all’attuazione del programma di Governo, riconoscendo l valenza  a del criterio di rappresentanza ed è la forza politica in cui voglio riprendere a spendere serenamente e pienamente  il mio impegno politico, di assumere la maggiore quota di responsabilità gestionale e di offrire il maggior ccui intendo attenermi nell’esercizio delle mie prerogative in sede di attribuzione di ruoli.

D’altro canto, il PD è chiamato, unitamente ai partner di Governo, a promuovere adesso una forte azione di rilancio del territorio attraverso l’Assemblea dei Sindaci, organismo permanente di nuova istituzione e di grandissimo significato politico ed istituzionale.” “Sono fermamente convinto che l’intera coalizione – conclude il Presidente Miglio – è chiamata ora a svolgere una funzione politica direi insostituibile nella dinamica della rappresentanza di tutta la comunità di Capitanata.

Per raggiungere gli obiettivi del mandato, ogni forza politica è chiamata ad assicurare un sostegno leale, aperto e disponibile all’ascolto delle comunità amministrate. Ma, aggiungerei – conclude il Presidente della Provincia –  che tutti gli eletti devono sentirsi protagonisti nel percorso di una nuova crescita del territorio, anche perché la riforma appena varata per le Province, per quanto intrisa di criticità e lacune, ha voluto sicuramente promuovere un Consiglio del Presidente, organismo al quale farò puntuale riferimento nell’esercizio della funzione. Al Vice Presidente auguro buon lavoro da subito, perché le cose da fare sono urgenti e sono tantissime”.

da Teleradioerre

• Tags: Commenta questo articolo Nessun commento

FOGGIA – Maltempo. Bibliopride: annullato il Bibliobus. Domani appuntamenti al Santa Chiara

Pubblicato mercoledì, 22 ottobre 2014

Proseguono, con qualche lieve variazione a causa del maltempo, le iniziative di Bibliopride, la Giornata Nazionale delle Biblioteche, appuntamento annuale promosso dall’AIB, Associazione Italiana Biblioteche, che quest’anno si sta svolgendo in Puglia, con l’inaugurazione a Lecce del 4 ottobre scorso e la chiusura a Bari fissata per l’ultimo giorno del mese.

A causa del maltempo previsto nel pomeriggio di oggi, mercoledì 22 ottobre, l'uscita del Bibliobus, in programma davanti alla parrocchia Ss. Guglielmo e Pellegrino, in piazza Aldo Moro a Foggia,è rinviata a data da destinarsi. Sempre a causa del cattivo tempo, la manifestazione ‘La Biblioteca è una cosa seria’, in programma domani, giovedì 23 ottobre, dalle ore 18.00 alle 22.00, si terrà al coperto, presso l’Auditorium Santa Chiara, in piazza Santa Chiara in via Arpi.

La serata, condotta dal giornalista Enrico Ciccarelli, sarà una vera e propria festa della cultura e della partecipazione. In finale, il concerto di alcuni elementi di Octophonia Sax Ensemble, ottetto di sax composto da studenti del liceo classico che hanno frequentato la biblioteca di Foggia sin dalle scuole materne. A seguire l'esibizione del Coro giovanile dauno U. Giordano, diretto dal M° Luciano Fiore.

Tutto invariato, invece, per il gran finale: apertura straordinaria della Biblioteca, in programma venerdì 24 ottobre, fino a mezzanotte tra proiezioni, letture, performance musicali. Alle ore 18.30 presso la Sala Narrativa presentazione del libro ‘Per un pugno di terra. Storia della Cooperativa La ricostruente’ di Paola Grillo e Pasquale Braschi, Il castello, 2014.

Accompagneranno gli autori, nella presentazione, Michele Carchia, attore, ed Ermanno Ciccone, maestro di chitarra classica. Alle 19.30 si esibirà in concerto il gruppo musicale No Logo, composto anche da bibliotecari. Sale aperte: Sala Narrativa, Divulgazione, Immagini&Suoni, Area Mostre.

Nello spazio antistante la Biblioteca stazionerà il Bibliobus (in assenza di forte vento). In programma anche due proiezioni, per i possessori di bibliocard: una per famiglie, alle 16.00, con la proiezione del film Caterina va in città di Paolo Virzì e un’altra alle 21.00, con la proiezione del film La stella che non c’è di Gianni Amelio. Il dettaglio degli eventi, disponibile sul sito http://www.aib.it/attivita/bibliopride/bibliopride2014/

da Teleradioerre

• Tags: Commenta questo articolo Nessun commento

FOGGIA – Assalto al bestiame, caccia ai cani «Uccidono gli animali per sfamarsi»

Pubblicato mercoledì, 22 ottobre 2014

La denuncia degli allevatori: danni economici rilevanti – Non sono attacchi di lupi, mancano i segni al collo

Cani randagi

 Cani che mordono, in qualche caso anche uccidendo, cavalli, asini e mucche. È l’allarme lanciato da alcuni allevatori della Murgia barese che da, alcuni mesi, assistono al rientro dal pascolo nel bosco dei loro capi con morsi di predatori. Alcuni allevatori hanno trovato animali morti per ferite da morso.

Stando ai primi accertamenti gli allevatori hanno escluso che ad assalire i cavalli, gli asini e gli ovini siano lupi: le vittime, infatti, non presenterebbero il morso alla gola classico attacco dei lupi. Una situazione che sta allarmando gli allevatori della zona che stanno perdendo numerosi dei loro capi di bestiame con relativo danno economico.

da Corriere del Mezzogiorno/Foggia

• Tags: Commenta questo articolo Nessun commento

FOGGIA — Scontro frontale sulla 17, muore donna – Il grave incidente fa anche altri tre feriti

Pubblicato mercoledì, 22 ottobre 2014

Nei pressi di Volturara Appula è deceduta una 60enne

Una donna di 60 anni è morta in un incidente stradale avvenuto questo pomeriggio sulla statale 17, nei pressi di Volturara Appula. Secondo la prima ricostruzione, la vittima, che si chiamava Antonietta Antonelli, era bordo di una Peugeot con il marito e il figlio quando il mezzo si è scontrato frontalmente con una Citroen, condotta da un giovane foggiano.

Sul posto sono giunte alcune pattuglie dei carabinieri e del 118. Per la donna però non c’era più nulla da fare. Ferite le altre tre persone che hanno riportato lesioni e traumi non gravi.

L'incidente mortale costato la vita ad una 60enne

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Si tratta oltre che del marito e del figlio, anche del giovane alla guida della Citroen che sopravveniva dalla direzione opposta e che, per motivi che oltre ai vigili urbani anche la polizia stradale adesso dovrà appurare, si è scontrata frontalmente con la Peugeot della donna, vittima del grave incidente.

da Corriere del Mezzogiorno/Foggia

 

• Tags: Commenta questo articolo Nessun commento

FOGGIA – Declassamento del Lisa, primo risultato: i sindaci ottengono un tavolo nella capitale

Pubblicato mercoledì, 22 ottobre 2014

Iniziativa voluta da Landella, in circa 200 oggi in Regione – C’erano pure i vertici di industriali e camera di Commercio

Franco Landella a Bari

Un tavolo tecnico-politico con i ministeri dell’Ambiente e dei Trasporti per affrontare sia la questione del parere di valutazione di impatto ambientale fermo in commissione a Roma e sia il declassamento dello scalo Gino Lisa, diventato aeroporto di secondo livello.

Il presidente della commissione regionale Trasporti, Filippo Caracciolo, si è impegnato a sollecitare sia il presidente della Regione, Nichi Vendola che l’assessore regionale ai Trasporti, Gianni Giannini affinché si arrivi a questo confronto con i ministeri. E’ questo il risultato ottenuto dal sindaco, Franco Landella alla guida della manifestazione «Pro Gino Lisa» svoltasi a Bari, dinanzi alla sede del Consiglio regionale in via Capruzzi.

La protesta per il Gino Lisa

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

L’iniziativa è avvenuta nella giornata che si era aperta con la notizia dei primi effetti del declassamento dello scalo: d’ora in poi potrà funzionare solo 8 ore. «Non arretreremo di un millimetro su questa vertenza», ha sottolineato il sindaco del capoluogo. Circa 200 persone hanno protestato rivendicando un giusto ruolo, nel panorama delle infrastrutture pugliesi, allo scalo foggiano.

Con le associazioni, accanto a Landella e ad altri nove sindaci della Capitanata, c’erano anche i massimi vertici del mondo economico: il presidente di Camera di commercio, Assindustria e Confcommercio Fabio Porreca, Gianni Rotice e Damiano Gelsomino. Numerosi i consiglieri comunali, diversi assessori.

Grande assente il neo presidente della Provincia, Francesco Miglio ma anche i rappresentanti del nuovo consiglio provinciale. Miglio nel pomeriggio ha giustificato così la sua assenza: «L’ente può e deve agire unicamente per le vie istituzionali e amministrative. Il tema dei trasporti sarà al centro dell’agenda politica della Provincia. Siamo pronti a sostenere la causa del Gino Lisa».

Protesta e confronto istituzionale non sono in antitesi per chi era a Bari. Per il presidente, Porreca «oggi è il momento della protesta perché è indispensabile l’allungamento della pista, al quale deve poi seguire una strategia di sviluppo. Ma è anche necessario il momento del confronto, del ragionamento e della collaborazione istituzionale. E mi auguro che di questo si facciano interpreti sia il presidente della Regione che della Provincia.

Il metodo deve essere quello della collaborazione». Una protesta «giusta» anche per il leader degli industriali, Rotice: «Necessario per la Capitanata l’infrastruttura aeroportuale. Da domani ci attendiamo un confronto tra le istituzioni». Confronto per il quale Miglio, ne preannuncia la richiesta a Bari.

Intanto come tutti gli altri scali declassati per effetto del piano nazionale del ministro dei Traporti, Maurizio Lupi, l’aeroporto Gino Lisa d’ora in poi potrà essere aperto solo per otto ore al giorno.

L’enac ha già impartito le nuove direttive. La fascia oraria è da concordare con Aeroporti di Puglia, nel caso di Foggia, ma stando così le cose la compagnia Blue Wings che da lunedì dovrebbe inaugurare il Foggia-Milano sarebbe già impossibilitata a farlo. Il decollo è previsto alle 7, il rientro alle 20. .

da Corriere del Mezzogiorno/Foggia

 

• Tags: Commenta questo articolo Nessun commento

Termosifoni, a Foggia accesi dal 1 novembre: ecco alcuni suggerimenti per risparmiare

Pubblicato mercoledì, 22 ottobre 2014

Al Sud sembra ancora estate eppure tra sabato 25 e domenica 26 ottobre torneremo all’ora solare, spostando le lancette dei nostri orologi un’ora indietro (dalle 03.00 alle 02.00), il gesto tipico che segna l’inizio dell’orario invernale.

Anche la normativa ci ricorda che andiamo incontro alla stagione fredda, incurante delle temperature estive degli ultimi giorni: secondo la legge 9/01/1991 n.10 e il decreto del 26/08/1993 dal 1 novembre si potranno accendere i termosifoni a Foggia e in Provincia, territori appartenenti alla zona D della tabella che suddivide le regioni d’Italia in fasce climatiche. Accendere il termosifone però significa anche far lievitare la bolletta; tuttavia si può risparmiare energia e denaro, attuando alcuni accorgimenti come:

1) effettuare la manutenzione della caldaia e spurgare i termosifoni. L'efficienza degli impianti è condizione necessaria per un buon funzionamento e può generare un risparmio di circa il 30 per cento delle spese annuali.

2) Migliorare l'isolamento termico dell'ambiente che vogliamo riscaldare, installare delle finestre con doppi vetri e montare infissi con telai ad alta prestazione (legno, alluminio a taglio termico, pvc) che riducano le infiltrazioni di aria fredda dall’esterno aiuta: così la casa si riscalda prima. Non dimenticatevi poi di isolare il tetto e le pareti. Attraverso questi accorgimenti, la domanda di calore può diminuire dal 20 al 40% rispetto agli attuali livelli.

3) Tenere chiuse le finestre quando gli impianti sono accesi permette di non disperdere il calore.

4) Non coprire i termosifoni.

5) Mantenere la temperatura sui 21/23 gradi. Il riscaldamento centralizzato. Infine vi ricordiamo che secondo legge n° 220/2012 sul condominio, entrata in vigore a partire dal 18 giugno 2013, è finalmente possibile effettuare il distacco dal riscaldamento centralizzato.

La legge infatti recita: "Senza dover attendere il benestare dell'assemblea di condominio, d'ora in poi può rinunciare all'utilizzo dell'impianto centralizzato di riscaldamento o di condizionamento, se dal suo distacco non derivano notevoli squilibri di funzionamento o aggravi di spesa per gli altri condomini. In tal caso il rinunziante resta tenuto a concorrere al pagamento delle sole spese per la manutenzione straordinaria dell'impianto e per la sua conservazione e messa a norma".

Restano tuttavia alcune limitazioni, che potranno ancora vietare il distacco. Si tratta del regolamento di condominio, del regolamento edilizio comunale e delle eventuali leggi regionali in materia.

Rag. Luca Zichella

E-mail info@lucazichella.it

Web www.lucazichella.it Facebook

Studio Rag.Luca Zichella

• Tags: Commenta questo articolo Nessun commento

FOGGIA – Tassa rifiuti dimezzata se adotti un cane: se ne parla al Comune di Foggia

Pubblicato mercoledì, 22 ottobre 2014

La proposta lanciata dal consigliere comunale Vincenzo Rizzi non sarebbe dispiaciuta all'assessore al Bilancio Sergio Lombardi, ma la formula va studiata nei minimi dettagli

Potrebbe essere ben presto adottata la proposta del consigliere comunale Vincenzo Rizzi, per cui chi adotta un cane presso il canile comunale, dal prossimo bilancio potrà beneficiare di una riduzione del 50% sulla tassa dei rifiuti. A confermarlo all’ex cinquestelle sarebbe stato l’assessore al Bilancio, Sergio Lombardi.

“Questo è un esempio di come un gesto di amore verso il miglior amico dell'uomo si coniughi con un risparmio economico per i cittadini sia diretto che indiretto. Avrei voluto che questa proposta fosse approvata immediatamente, ma mi rendo conto che la stessa richiede che parta una adeguata organizzazione tesa ad evitare i soliti furbi e andrà comunque accompagnata da un adeguato supporto organizzativo e informativo” ha affermato Rizzi.

STERILIZZARE UN CANE, CONTRIBUTO 100 EURO

da Foggiatoday

• Tags: Commenta questo articolo Nessun commento

FOGGIA – Operazione Pecunia: reati aggravati da metodologia mafiosa, 14 arresti tra Stornara e Cerignola

Pubblicato mercoledì, 22 ottobre 2014

Dieci persone sono finite in carcere, quattro ai domiciliari. Il blitz dei carabinieri del comando provinciale di Foggia. Militari della GdF di Bari hanno sequestrato 19 automezzi, una villa e un appartamento

L'operazione dei militari della GdF

Il Comando Provinciale Carabinieri di Foggia ha dato esecuzione ad un provvedimento cautelare emesso dal G.I.P del Tribunale di Bari su conforme richiesta della locale Direzione Distrettuale Antimafia della Procura della Repubblica nei confronti di 14 persone di Stornara e di Cerignola di cui, 10 in custodia cautelare in carcere e 4 in regime di arresti domiciliari.

Le accuse a carico degli indagati sono: associazione per delinquere finalizzata al traffico di sostanze stupefacenti, detenzione e porto abusivo di armi, estorsione, usura, ricettazione, furti aggravati ed altro, alcuni di questi reati aggravati dalla metodologia mafiosa. Il periodo oggetto dell’indagine è quello compreso tra la fine dell’anno 2011 e la prima parte dell’anno 2012, sebbene alcuni dei reati contestati abbiano condotta perdurante.

L’attività di indagine (fondatasi su fonti di prova documentali e dichiarative, intercettazioni telefoniche ed ambientali, tabulati telefonici, localizzazioni geografiche, riprese filmate, servizi di osservazione, nonché sui numerosi arresti in flagranza di reato operati), ha permesso di delineare un’organizzazione per delinquere finalizzata al traffico di sostanze stupefacenti del tipo cocaina, marijuana ed hashish che operava soprattutto nel territorio del comune di Stornara e dintorni, individuando canali di approvvigionamento dello stupefacente anche a Milano.

Di particolare interesse risulta il rinvenimento e sequestro, nel mese di luglio del 2013, di quasi mille piante di cannabis indica per complessivi 8 quintali che ha portato all’arresto in flagranza di reato di 6 persone, organici o contigui all’organizzazione. Destinatari del provvedimento restrittivo sono: Masciavè Mauro 49enne e Masciavè Nicola 47enne, il figlio di Mauro, Masciavé Riccardo 27enne, Masciavé Riccardo 21enne, nonché il genero di Masciavé Mauro, Perchinunno Francesco 32enne; ciascuno avente un ruolo specifico nell’organizzazione.

OPERAZIONE PECUNIA, 14 ARRESTI A CERIGNOLA E STORNARA: LE FOTO

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

FOTO | OPERAZIONE PECUNIA: SEQUESTRO BENI A STORNARA E CERIGNOLA

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

IL VIDEO DELL'OPERAZIONE PECUNIA

Masciavé Mauro, al vertice della stessa, ha tenuto in mano le sorti del sodalizio, nonostante sia stato sottoposto per lungo periodo alla misura cautelare degli arresti domiciliari presso la propria abitazione in Stornara.

Oltre alle attività illecite in materia di sostanze stupefacenti, ai soggetti destinatari della misura restrittiva, vengono contestati reati quali usura, estorsioni, armi, ricettazioni, furti, parecchi dei quali commessi con l’aggravante del metodo mafioso mediante la ricorrente evocazione della forza di intimidazione derivante dal vincolo associativo e della conseguente condizione di assoggettamento e di omertà; ultima delle estorsioni ai danni di imprenditori impegnati nel settore dell’edilizia (ivi compreso quello della costruzione di pale eoliche) e della ristorazione.

Partendo dalla descritta attività investigativa, sono scattate le indagini patrimoniali da parte dei militari del G.I.C.O. della Guardia di Finanza di Bari, volte all’applicazione della normativa sulla confisca dei beni mafiosi di cui all’art. 12 – sexies D.L. n. 306/1992. Sono stati, pertanto, sottoposti a sequestro due appartamenti, una villa di pregio videosorvegliata e 19 automezzi, per un valore complessivo di circa due milioni di euro.

da Foggiatoday

 

• Tags: Commenta questo articolo Nessun commento

MANFREDONIA – “servono le tubazioni in Contrada Posta del Fosso”

Pubblicato mercoledì, 22 ottobre 2014

da Stato Quotidiano

• Tags: Commenta questo articolo Nessun commento

SAN SEVERO – La nuova Pac. Incontro a San Severo con Olivero

Pubblicato mercoledì, 22 ottobre 2014

‘La nuova Pac 2014-2020 possibilità di rilancio per il settore agricolo’ è il tema del convegno promosso dal Comune di San Severo con le Acli Foggia e Acli Terra. Il convegno in programma lunedì 27 ottobre alle 17.00 presso la sala convegni delle Cantine d'Araprì vedrà la presenza dell'assessore Regionale all'Agricoltura Frabrizio Nardoni e del senatore e Vice Ministro alle Politiche Agricole, Andrea Olivero.

Un momento di confronto come spiega il Sindaco Francesco Miglio tra le istituzioni locali “per definire insieme percorsi condivisi e sfruttare al meglio le opportunità offerte dalla nuova Pac per il rilancio del settore agricolo locale”. Saranno presenti Fabio Carbone, Presidente Provinciale delle Acli e Biagio Piemontese Presidente Provinciale Acli Terra.

Interverranno sul tema il Sindaco Francesco Miglio, il vicesindaco Francesco Sderlenga, l'assessore alla Legalità, Michele Emiliano e il Presidente Nazionale di Acli Terra, Michele Zannini. Modererà l'incontro Antonio Russo, componente della Presidenza Nazionale delle Acli e responsabile della coesione territoriale.

da Teleradioerre

• Tags: Commenta questo articolo Nessun commento

FOGGIA – Fotografando con ´ll Sorriso´: presentato il nuovo Laboratorio

Pubblicato mercoledì, 22 ottobre 2014

La fotografia come terapia. Questo il pensiero alla base dell’ultimo progetto nato all’interno della residenza socio-sanitaria assistenziale Il Sorriso di Viale degli Aviatori.

Qui, si impara anche l’arte del click. Un laboratorio speciale, terapeutico ed educativo rivolto alle persone con disabilità: si esplora la realtà muniti di macchina digitale – l’occhio speciale – una buona dose di curiosità e un pizzico di creatività.

Agli ospiti del centro diurno non resta che affidarsi al giovane videomaker foggiano Emiliano Baldassarro per questo speciale laboratorio promosso dalle educatrici della Cooperativa ‘Sanità Più’. Il laboratorio si svolgerà, una volta a settimana, fino al 19 Dicembre, giorno dell’inaugurazione della collettiva fotografica che racchiuderà gli scatti più significativi realizzati dai ragazzi durante le ore trascorse in compagnia e sotto la supervisione dello speciale docente. Un mezzo terapeutico che promuove la cultura della socializzazione e la nascita di nuove sinergie.

da Teleradioerre

• Tags: Commenta questo articolo Nessun commento

FOGGIA – Coldiretti Foggia e le Istruzioni per l´uso sulla nuova Pac

Pubblicato mercoledì, 22 ottobre 2014

Una serie di incontri programmati su tutto il territorio provinciale serviranno a spiegare ai soci di Coldiretti Foggia i contenuti della nuova P.A.C. che partirà nel 2015 e le modalità per accedere agli aiuti comunitari.

“Pur in presenza di un ritardo nella pubblicazione del Decreto Ministeriale di attuazione, riteniamo doveroso, considerato l’approssimarsi delle semine, dare indicazioni ai nostri imprenditori agricoli per metterli nelle condizioni di poter fare le proprie scelte anche in funzione degli obblighi previsti dalla riforma della Politica Agricola Comunitaria” riferisce il Presidente di Coldiretti Foggia Giuseppe De Filippo.

“E’ questa una Riforma che penalizza la nostra agricoltura in termini di drastica riduzione degli aiuti – prosegue De Filippo – ed accentua gli aspetti burocratici soprattutto in tema di scelte colturali, aspetti legati in particolare al rispetto di pratiche di salvaguardia ambientale che, però, rappresentano la ragione per la quale oggi oltre i tre quarti dei cittadini europei (che finanziano la PAC) ritiene che la Politica agricola comune sia vantaggiosa per tutta la popolazione e oltre il 90% di essi approva i principali orientamenti della nuova PAC, ritenendo gli aiuti più equi e più mirati e la creazione di un vincolo tra gli aiuti finanziari concessi agli agricoltori e il rispetto delle pratiche agricole utile alla salvaguardia dell'ambiente .”

“Gli incontri avranno inizio giovedì 23 ottobre, riferisce il direttore di Coldiretti Donnini, con inizio alle ore 17, a Foggia presso l’Auditorium dell’AMGAS e poi proseguiranno, a partire da martedì 28 ottobre, nei principali Comuni della provincia di Foggia, secondo un calendario che può essere consultato sul sito www.foggia.coldiretti.it .”

da Teleradioerre

• Tags: Commenta questo articolo Nessun commento

ORSARA DI PUGLIA – 100 falò e 1000 zucche al rintocco della campana: è la notte della luce a Orsara di Puglia

Pubblicato mercoledì, 22 ottobre 2014

l countdown terminerà alle ore 19 di sabato 1 novembre, iniziative dal mattino. I fuochi, gli spettacoli e l'attesa di una ricorrenza molto sentita: Fucacoste e cocce priatorje

E’ ufficiale il programma di “Fucacoste e cocce priatorje”, la notte dei falò e delle zucche che si svolge a Orsara di Puglia ogni 1 novembre.

Gli info point saranno attivi dalle ore 10 in Piazza San Pietro. Dalle 10.30, il via ai giochi dedicati ai bambini. Alle ore 11, il Cortile di Palazzo Baronale ospiterà una dimostrazione di tiro con l’arco. Le visite guidate all’Abbazia e alla Grotta dell’Angelo inizieranno alle ore 11 e proseguiranno anche nel pomeriggio.

Alle 15.30, nel Centro Visite di Largo San Michele, è prevista l’apertura del laboratorio per la lavorazione delle zucche. Le sculture realizzate nel laboratorio parteciperanno al concorso per “La zucca più bella”.

Alle ore 18.30, mangiafuoco e artisti di strada attraverseranno il paese. Il momento più suggestivo arriverà alle ore 19, quando i rintocchi della campana della Chiesa Madre daranno il via all’accensione dei falò. Quando il paese sarà illuminato dalle fiamme, in via Madonna della Neve comincerà lo spettacolo “Arte di fuoco”. Alle ore 20, centinaia di zucche dalle sembianze umane saranno esposte lungo un percorso che permetterà di ammirare le creazioni più fantasiose. Alle ore 20.30 cominceranno gli spettacoli musicali itineranti con Holladura Street Band e Paranza d’o lione.

Gran finale in via Madonna della neve con il concerto dei Tarantula Garganica. Per godersi appieno l’evento, è importante essere in paese già del mattino dell’1 novembre o anche prima, in modo da fare il proprio ingresso nel borgo prima che lo stesso sia chiuso al transito delle automobili per motivi di sicurezza: di solito accade attorno alle ore 21, l’anno scorso ancora prima. Arrivare dal mattino o nel primo pomeriggio, inoltre, permette di vivere la vera e propria trasformazione del paese man mano che si avvicina il tramonto.

#QUINONèHALLOWEEN. La notte dei Fucacoste è quella che va dalla sera dell’1 novembre all’alba del giorno seguente. Molti si confondono, immaginando si tratti di Halloween: niente di più sbagliato. Sui social sarà lanciato l’hashtag #quinonèhalloween.

La notte dei falò è diversa non solo nei significati e nello spirito che la caratterizzano ma anche per ciò che attiene al momento in cui si celebra: halloween si svolge la notte del 31 ottobre, la notte dei fucacoste, invece, va in scena 24 ore dopo.

Gli eventi di “Fucacoste e cocce priatorje” sono organizzati dal Comune di Orsara di Puglia in collaborazione con: Consulta Giovanile, Pro Loco, Polisportiva Ursaria e Acao. Le manifestazioni del 1° novembre orsarese sono patrocinate da Regione Puglia, Promodaunia e Gal Meridaunia. L’associazione e web radio “Colpo in canna” di Bovino (Fg) seguirà in diretta la notte dei falò e delle zucche con interviste e approfondimenti. La pagina facebook di Io amo i Monti Dauni posterà foto e video dei “Fucacoste” per tutta la notte.

FUCACOSTE E COCCE PRIATORJE (Falò e teste del purgatorio) La notte dei fuochi | Nella notte tra l’1 e il 2 novembre, a Orsara di Puglia, è il momento dei falò e delle teste del purgatorio. Questa è la notte dei fuochi, la più lunga e luminosa dell’anno. In ogni via, piazza e slargo del paese ci sono un covone che arde e scintille di fuoco che ascendono al cielo.

Le zucche lanterna | Beffarde, sorridenti, misteriose: nella notte dei falò, le anime del purgatorio sono guidate dai lumi posti all’interno delle zucche che prendono sembianze umane. In questo periodo, gli orsaresi scelgono le migliori zucche dei loro campi e le intagliano per la notte dell’1 novembre. Quando | La notte dei Fucacoste è quella che va dalla sera dell’1 novembre all’alba del giorno seguente.

Molti si confondono, immaginando si tratti di Halloween: niente di più sbagliato. La notte dei falò è diversa non solo nei significati e nello spirito che la caratterizzano ma anche per ciò che attiene al momento in cui si celebra: Halloween si svolge la notte del 31 ottobre, la notte dei fucacoste, invece, va in scena 24 ore dopo, il 1° novembre. Il ‘quando’ è molto importante anche da un altro punto di vista: per godersi appieno l’evento, è importante essere in paese già del mattino dell’1 novembre o anche prima.

L’attesa | I giorni che precedono questa particolare ricorrenza sono molto intensi per le famiglie orsaresi. C’è chi raccoglie la legna che alimenterà i falò, chi prepara i dolci e le pietanze tipiche per i banchetti, chi raccoglie e intaglia le zucche da trasformare in lanterne. Nei giorni che precedono l’evento, Orsara di Puglia vibra al ritmo di una crescente frenesia. L’attesa e la preparazione sono vissute in ogni casa.

La preparazione delle “cocce priatorje” è solo una delle incombenze da assolvere: affinché la notte dell’1 novembre sia perfetta, come vuole la tradizione, occorre accatastare per tempo tutto il legname necessario a preparare il falò.

Non bisogna dimenticare vino, carne, pane, patate e dolci tipici, vale a dire le pietanze e gli ingredienti che saranno consumati accanto ai fuochi, quando in ogni stradina del borgo si terrà un banchetto a base di piatti “poveri” ma gustosi e in tutto il paese saranno esposte centinaia di zucche lavorate in modo creativo e illuminate al loro interno.

Il significato | Falò e delle teste del purgatorio: è questo il significato di “Fucacoste e cocce priatorje”, la notte dei cento fuochi, delle zucche-lanterna, la notte più lunga dell’anno per Orsara di Puglia. Qui, nel cuore verde della provincia di Foggia, la sera del 1°novembre si infiamma e si accende fino al mattino seguente.

Non si tratta di Halloween, ma di un evento che mette in evidenza l’illuminazione della fede, il ricordo dei defunti, il gusto genuino di stare insieme condividendo un momento di comunione caratterizzato dalla magia autentica del legame misterioso tra il mondo dei vivi e quello di quanti vivono nella nostra memoria.

Un tempo, nelle vie di pietra del borgo, davanti a ogni uscio di casa, si usava porre dell’olio in una bacinella piena d’acqua: alla fioca luce della candela, si poteva assistere, secondo i vecchietti, alla sfilata delle anime del purgatorio. Elemento caratterizzante dei fuochi è la ginestra, un arbusto che in fiamme si volatilizza facilmente, facendo sembrare che il legame cielo-terra si compia sotto i nostri occhi.

E’ convinzione che le anime dei defunti, tornando fra i vivi, facciano visita ai parenti e tornino alle dimore dove avevano vissuto, si riscaldino e continuino il loro peregrinare per tutta la notte. In onore dei defunti, si consumano cibi poveri ma simbolici: il grano lesso condito col solo mosto cotto, le patate, le cipolle, le uova e le castagne cotte sotto la brace. Niente streghe, dunque, niente maschere e figure grottesche.

L’evento che si celebra a Orsara di Puglia è ancora profondamente legato al culto dei defunti e rifugge dal “rito” del “dolcetto o scherzetto”. La tradizione vuole che le anime del Purgatorio (Cocce priatorje) possano purificarsi attraverso il fuoco dei fucacoste e trovare la via del Paradiso, che viene indicata loro dai lumi nascosti dentro le zucche. E’ la notte della luce, dunque, non quella delle tenebre.

da La Gazzetta del Mezzogiorno

• Tags: Commenta questo articolo Nessun commento

FOGGIA – Estorsione, usura e droga 14 arresti in Puglia

Pubblicato mercoledì, 22 ottobre 2014

  I Carabinieri del Comando provinciale di Foggia stanno eseguendo un’ordinanza di custodia cautelare in carcere nei confronti di 14 persone responsabili di associazione per delinquere finalizzata al traffico di droga, detenzione e porto abusivo d’armi, estorsione, usura, ricettazione e furto, con l’aggravante del metodo mafioso.

L'ordinanza è stata emessa dal gip di Bari, su richiesta della Direzione distrettuale antimafia (Dia) barese. Contestualmente i finanzieri del Gico di Bari stanno eseguendo sequestri preventivi, propedeutici alla confisca, di beni mobili ed immobili nella disponibilità di alcuni degli arrestati per un valore complessivo di circa 2 milioni di euro. L’operazione è stata denominata 'Pecunià.

da La Gazzetta del Mezzogiorno

• Tags: Commenta questo articolo Nessun commento

Pendolari foggiani: «Viaggiamo stipati e non accomodati»

Pubblicato mercoledì, 22 ottobre 2014


da Stato Quotidiano

• Tags: Commenta questo articolo Nessun commento

Troia solidale, cittadini in marcia per la pace e vaccini per i bambini di Gaza

Pubblicato mercoledì, 22 ottobre 2014

 Acquistate 90 dosi antipolio, utili a 2.430 infanti

Oltre cento i cittadini troiani che hanno aderito alla storica “Marcia per la Pace e la Fratellanza dei Popoli, Perugia-Assisi”, sollecitati dall’amministrazione comunale di Troia in coincidenza dell’evento nazionale che, anche quest’anno, ha richiamato nelle cittadine umbre partecipanti da tutto il mondo, per un totale di circa centomila presenze.

Ma oltre all'adesione all'evento, il comune di Capitanata si segnala per un'altra attività altrettanto importante dal punto di vista umanitario: l'acquisto e la donazione di vaccini per i bambini di Gaza.  

SALVARE 2.430 BAMBINI DI GAZA. Ben 90 dosi di vaccino antipolio, la cui somministrazione permetterà di salvare 2.430 bambini residenti nei territori palestinesi di Gaza, martoriati dal conflitto riesploso con forza nei mesi passati. È la parte più strettamente solidale che ha distinto i cittadini di Troia e, va detto, la stessa Giunta Comunale, la quale ha licenziato il provvedimento anche a livello istituzionale. Una raccolta fondi che si è unita alla traversata che ha coinvolto la cittadinanza la quale, sotto le insegne del motto scelto per la marcia di quest'anno (“Cento anni di guerre bastano”), ha lanciato anche il proprio Gonfalone, con i colori del comune di Capitananta.  

DUE AUTOBUS A DISPOSIZIONE DEI CITTADINI. Troia dunque, si è unita alle altre 525 città provenienti da tutte le regioni d’Italia, per un totale di 275 enti locali ed oltre 470 associazioni. Ben due gli autobus messi gratuitamente a disposizione della cittadinanza, posti tutti occupati da partecipanti di ogni età, pronti a partire dalla mezzanotte di sabato 18 ottobre per giungere la mattina di domenica 19 ottobre a Perugia ed iniziare il percorso stabilito dagli organizzatori. Un momento di convivialità e partecipazione politica e sociale di non trascurabile importanza.

da Foggiacittaaperta

• Tags: Commenta questo articolo Nessun commento

FOGGIA – Tar, “sì” ad Adoc e Federconsumatori. Annullato in Cciaa il seggio di Di Conza

Pubblicato martedì, 21 ottobre 2014

 La Camera di Commercio ricorrerà al Consiglio di Stato

Tutto da rifare per l'assegnazione del seggio spettante ai rappresentanti dei consumatori nel Consiglio (istituito per il quinquennio 2013-2018) della Camera di Commercio di Foggia: lo ha stabilito il Tar Puglia con una sentenza dell'8 settembre scorso, con cui, in pratica, accoglie il ricorso di Adoc e Federconsumatori (esclusi dall'ente di via Dante dal procedimento di assegnazione del seggio) e annulla gli atti impugnati da questi ultimi.

ANNULLATO IL SEGGIO, CCIAA: "RICORREREMO AL CONSIGLIO DI STATO". A farne le spese, sarebbe, così, Emilio Di Conza: il decreto di nomina attraverso il quale occupa un posto in Consiglio Cciaa come rappresentante del raggruppamento Adiconsum-Lega Consumatori è stato dichiarato, appunto, illegittimo e, dunque, annullato dal Tribunale amministrativo regionale. Ma, contro la decisione, la Camera di Commercio ha già deliberato di ricorrere al Consiglio di Stato.

LA VICENDA. Il seggio in questione viene attribuito sulla base del numero di iscritti, del grado di rappresentatività e di presenza sul territorio delle associazioni concorrenti. Al termine del procedimento il seggio è stato assegnato a Adiconsum-Lega Consumatori dopo l'esclusione delle associazioni ricorrenti. Ma per i giudici amministrativi, l'esclusione di Adoc e Federconsumatori dal procedimento di assegnazione del seggio nel nuovo Consiglio della Ccia (esclusione motivata dalla stessa Camera di Commercio nei termini di una carenza della documentazione consegnata per partecipare all'assegnazione) si è basata su un "ingiustificato aggravio degli oneri procedimentali" che ha conseguito come unico effetto quello di privilegiare il dato formale rispetto al dato sostanziale, "posto che la verifica avrebbe fornito un riscontro positivo circa l'operatività e la presenza sul territorio degli sportelli delle associazioni di cui si tratta"

. BOCCIATI DAL TAR I RILIEVI DELLA CAMERA DI COMMERCIO. I rilievi della Camera di Commercio ad Adoc e Federconsumatori, insomma, secondo il Tar, non contestano nel merito l'effettiva esistenza ed operatività degli sportelli in contrasto con quanto prevedono le norme (l'art. 5 del D.M. 156/2011) che consentono "l'esclusione dalla procedura limitatamente ai casi in cui si sia in presenza di irregolarità insanabili e, dunque, incidenti sul piano sostanziale dell'effettivo possesso dei requisiti richiesti".

da Foggiacittaaperta

• Tags: Commenta questo articolo Nessun commento

FOGGIA – BiblioPride 2014: presente anche l´Università di Foggia

Pubblicato martedì, 21 ottobre 2014

L'Ateneo dauno presenta il calendario delle manifestazioni promosso proprio dall'Unifg nell’ambito dell’iniziativa Bibliopride 2014, da qualche giorno in corso di svolgimento in tutta Italia su iniziativa dell'Associazione Italiana Biblioteche, AIB. Incontri, conferenze, seminari, dibattiti e una ‘uscita pubblica’ con il Camper UniFg in una delle piazze più popolari della città, a conferma del fatto che l'Università di Foggia mette il proprio patrimonio, di conoscenze ma anche di mezzi, a disposizione della comunità. 

“Il BiblioPride 2014 – dichiara il prof. Sebastiano Valerio, Delegato del Rettore ai Sistema bibliotecario – serve in generale a ribadire che le biblioteche già svolgono, e possono ancora meglio svolgere, un prezioso ruolo sociale nella società italiana in tempo di crisi, migliorando la vita delle persone e la qualità dei territori, come viene appunto ricordato da chi l’ha organizzato (AIB)”. "Per quanto ci riguarda, noi abbiamo inteso mettere in luce quanto le biblioteche universitarie di Foggia si sforzino di fare non solo per gli studenti e per l’intera Comunità accademica, ma anche per la città e la provincia, raccontando quali siano i nostri servizi e come vengano erogati”.

“L’Università di Foggia – conclude il prof. Valerio – col contributo di importanti istituzioni del territorio (come la Fondazione Banca del Monte di Foggia), non ha smesso di investire nei servizi bibliotecari e nelle biblioteche, cercando, sia pure con fatica, di restare al passo con i tempi e di consentire uno sviluppo costante del Sistema Bibliotecario di Ateneo”.  Nel dettaglio gli appuntamenti in cui è coinvolta l'Università di Foggia:

- 22 ottobre 2014 / Ore 10.00 – 12.00

‘Per un'archeologia del prestito librario’, seminario tenuto dal prof. Luigi Piacente dell'Università degli Studi di Bari, presso l'Università di Foggia – Dipartimento di Studi Umanistici – Aula 1, Via Arpi 176, Foggia – Info areabiblioteche@unifg.it.

- 23 ottobre 2014 / Ore 18.00 ‘

La biblioteca è una cosa seria’, performance su un palco con numerose testimonianze di personalità e comuni cittadini, fra cui gli utenti che hanno sostenuto, sostengono e hanno cura della Biblioteca Provinciale ‘La Magna Capitana’; presente il Bibliobus della Biblioteca che offrirà i propri servizi; a seguire Concerto di Octophonia Sax Ensemble. I bibliotecari dell'Università di Foggia parteciperanno alla serata con il Camper UniFg (dalle ore 17 alle ore 24,00, piazza Cesare Battisti – Foggia): saranno distribuite brochure informative su biblioteche e servizi del Sistema Bibliotecario di Ateneo – Info areabiblioteche@unifg.it.

- 24 ottobre 2014 / Ore 18.00

Serata in Biblioteca ‘La biblioteca che vorremmo’, incontro dibattito tra bibliotecari dell'Università e associazioni studentesche per discutere di progetti del sistema bibliotecario, desiderata degli utenti e tematiche proposte dalle stesse associazioni; la serata proseguirà con l'apertura straordinaria fino a mezzanotte della Biblioteca di area economico-giuridica dell'Università di Foggia con varie attività organizzate in collaborazione con le associazioni studentesche: letture e performance musicali, appuntamento presso l'Università di Foggia – Biblioteca di Area economico-giuridica, Largo Papa Giovanni Paolo II 1 Foggia – Info areabiblioteche@unifg.it.

 

 

 

 

 

da Teleradioerre

• Tags: Commenta questo articolo Nessun commento

FOGGIA – Scalfarotto: “La firma di Martina è la riprova che il Governo non ha dimenticato il Gargano”

Pubblicato martedì, 21 ottobre 2014

“Il ministro per le Politiche Agricole Maurizio Martina ha firmato oggi il provvedimento con cui si dichiara lo stato di calamità per le aree del Gargano colpite dalla drammatica alluvione dell’inizio di settembre.” Lo dichiara il sottosegretario alle Riforme del Governo Renzi e coordinatore dell’Ufficio Politico del Pd pugliese Ivan Scalfarotto.

“Il provvedimento riguarda le imprese agricole dei territori colpiti” aggiunge il sottosegretario “ed è la conferma dell’attenzione e dell’impegno del Governo Renzi per il Gargano, impegno che verrà confermato dagli ulteriori provvedimenti in agenda nei prossimi giorni.

da Teleradioerre

• Tags: Commenta questo articolo Nessun commento

FOGGIA – La mappa della mafia in provincia di Foggia. Audio con le parole del questore Silvis

Pubblicato martedì, 21 ottobre 2014

Le nuove cosche che sfidano lo Stato. La stampa nazionale sta insistendo sul fenomeno Foggia dopo anni di silenzi. Le audizioni di fine giugno dinanzi alla Commissione Antimafia, sono servite ad accendere i riflettori su un problema poco conosciuto in Italia. La Puglia, come ribadito più volte, non è solo Sacra corona unita ma anche “Società foggiana”, mafia garganica e molto altro ancora.

I maggiori centri della provincia di Foggia hanno ognuno una propria specificità e un clan di riferimento per gli affari più loschi. A Foggia, come al resto della Puglia, si sono interessati testate di grande importanza come “Il Fatto Quotidiano”, “la Repubblica” e per ultimo “Linkiesta” che ha realizzato un focus ancora più approfondito del fenomeno mafioso nella nostra regione. Anche la trasmissione di Rete 4 “Terra!” ha affrontato il caso Foggia ma, come le altre testate, non ha fatto nomi e cognomi né dei malavitosi né, tanto meno, degli imprenditori collusi (leggi il caso La Torre e lo schema della Società). 

Il contesto criminale pugliese viene definito “variegato, e non si può ricondurre l’esclusiva criminale alla più conosciuta “Sacra corona unita”, ma a una molteplicità di clan che in questi anni sono in via di riassetto, in particolare nel foggiano“. Al netto delle dinamiche all’interno dei clan e delle operazioni che hanno via via messo sotto pressione la criminalità pugliese, il fenomeno non è assolutamente in declino, anzi, sembra essere più che mai attivo e sempre più difficile da decifrare.

 I clan che si spartiscono i territori da Bari a Taranto, passando per Foggia sono presenti e attivi, ed è proprio da questi che sono scaturiti negli ultimi anni gli episodi più cruenti consumati all’interno della malavita pugliese. In particolare, e la denuncia è anche arrivata nelle audizioni di giugno, nel foggiano le manifestazioni anche violente stanno assumendo una piega particolarmente sfrontata.

Linkiesta, giornale online tra i più apprezzati dello stivale, non ha dubbi: “Al momento, una delle realtà più preoccupanti è quella foggiana, dove non arrivano le “collaborazioni” di Sacra corona unita, ‘ndrangheta, camorra o cosa nostra, ma arriva una mafia autoctona che tiene in mano il territorio e si infila pure negli appalti pubblici, nel riciclaggio di denaro nei centri scommesse, nelle aziende del fotovoltaico, passando per le più classiche estorsioni e spaccio di droga

. A farla da padrone c’è la “Società foggiana”, come ha denunciato anche il questore Piernicola Silvis. Le parole di Silvis sono state riprese da numerose testate ma non è stato il solo ad accendere l’attenzione su Foggia. Basta leggere quanto ha dichiarato anche il prefetto di Foggia, Luisa Latella (lo sfogo di Latella – Iaia Calvio mosca bianca). Riportiamo il file dell’audizione di Bari di fine giugno scorso per ascoltare, dalla viva voce di Silvis, quasi tutto quello che c’è da sapere sulla criminalità in Capitanata. L’audizione del questore inizia dal minuto 1:12:06 (secondo più, secondo meno).

 

da Immediato.net

• Tags: Commenta questo articolo Nessun commento

FOGGIA – I Fratelli d’Italia e gli AN foggiani richiamano Farina: “Ritira le dimissioni”

Pubblicato martedì, 21 ottobre 2014

Mainiero: "Pur comprendendo le ragioni di quanti hanno sostenuto la linea dell'astensione alle ultime provinciali, si è trattato di un chiaro errore politico, come l'esito elettorale ha evidenziato"

Domenico Farina

Il coordinamento cittadino di Foggia di Fratelli d’Italia-Alleanza Nazionale, riunitosi nella serata di ieri per analizzare il risultato delle recenti elezioni provinciali, ha ribadito all’unanimità al portavoce provinciale del partito, Domenico Farina, la richiesta di ritiro delle dimissioni presentate dopo le elezioni provinciali. Il documento politico approvato dal coordinamento cittadino |

“Pur comprendendo le ragioni di quanti hanno sostenuto la linea dell’astensione, si sottolinea come la stessa sia stata un chiaro errore politico, come l’esito elettorale ha evidenziato. Il comportamento tenuto da Forza Italia nella fase di compilazione e di consegna delle liste, infatti, pur rappresentando un grave atto di slealtà e scorrettezza non avrebbe dovuto determinare da parte del partito l’assunzione di una posizione così radicale, ma avrebbe dovuto indurre la dirigenza ad un atteggiamento che salvaguardasse comunque la necessità di impedire con il voto la vittoria del centrosinistra, del sindaco di San Severo, Francesco Miglio, e del segretario regionale del Partito Democratico, Michele Emiliano”.

Il coordinamento cittadino di Foggia di Fratelli d’Italia-Alleanza Nazionale, inoltre, ha rilevato come “il deliberato dell’esecutivo provinciale con il quale il partito ha scelto la linea dell’astensione, disatteso dalla quasi totalità degli amministratori della Capitanata, potesse e dovesse essere diverso, concentrandosi sull’opportunità di non mettere a disposizione della lista di Forza Italia nessuno dei voti del partito con riferimento all’elezione dei consiglieri provinciali, salvaguardando viceversa il voto al candidato presidente, che come detto proprio per la delicatezza della sfida elettorale assumeva una forte connotazione politica.

La posizione assunta dal partito, dunque, ha avuto come conseguenze da un lato la mancanza di unità degli amministratori, veicolando all’esterno l’immagine di un partito diviso e rissoso, e dall’altro la vittoria del centrosinistra”. La richiesta avanzata al portavoce provinciale, Domenico Farina, è quindi quella “di ritirare le sue dimissioni e di continuare a guidare il partito in una fase importante come quella che si sta per aprire con l’imminente tornata elettorale che interesserà i Comuni di Cerignola e Manfredonia e che vedrà il partito impegnato nella compilazione della lista della Capitanata per le elezioni regionali del marzo prossimo.

Questa fase dovrà essere infatti il terreno sul quale misurare lo stato di salute del partito e la qualità del lavoro svolto fin qui dalla dirigenza provinciale e dal portavoce provinciale”. Contestualmente e proprio alla luce di quanto accaduto in occasione delle recenti elezioni provinciali, il coordinamento chiede al portavoce provinciale, Domenico Farina, “una migliore e più puntuale definizione degli organismi di governo del partito, che d’ora in avanti dovranno essere coerenti con il dettato dello Statuto, soprattutto per ciò che riguarda il diritto di voto dei suoi componenti.

È un passaggio di fondamentale importanza per evitare nuovi equivoci e nuove divisioni. Solo in questo modo si potrà giustamente invocare il vincolo alle determinazioni dell’esecutivo. Vincolo che ovviamente dovrà valere per tutti i componenti, senza distinzione di ruolo e di funzione”.

da Foggiatoday

• Tags: Commenta questo articolo Nessun commento

FOGGIA – Laureando foggiano vince il premio letterario ‘Città di Arona’

Pubblicato martedì, 21 ottobre 2014

Il 15 novembre Francesco Curci diverrà ufficialmente «uno scrittore». Gli auguri del direttore di Dipartimento: «Sognare si può, i ragazzi devono tornare a farlo. Ne va del loro futuro»

Francesco Curci, laureando presso il Dipartimento di Studi Umanistici. Lettere, Beni Culturali e Scienze della Formazione dell'Università di Foggia, si è aggiudicato la sedicesima edizione del premio letterario Città di Arona-Gian Vincenzo Omodei Zorini, nella sezione giovani nati tra il 1989 e il 1996. Curci ha vinto grazie a un brano inedito di narrativa (tema libero in lingua italiana) dal titolo “Volare”: la premiazione avrà luogo il 15 novembre presso l'hotel Concorde della cittadina in provincia di Novara.

Oltre al riconoscimento formale che farà di Francesco Curci “uno scrittore”, è prevista la consegna di una targa firmata dal presidente della Repubblica On. Giorgio Napolitano.  Lo studente foggiano, che sta lavorando sul teatro del Novecento, è seguito nel suo percorso di laurea in Letteratura Teatrale Italiana dalla dott.ssa Rossella Palmieri del dipartimento di Studi Umanistici. “

Questo premio accresce meriti e coraggio di questo ragazzo, ma al tempo stesso testimonia come il livello dei laureandi, presso il nostro Dipartimento, sia elevato.

Sono molto felice per lui, seguire un ragazzo e accompagnarlo verso la laurea non è mai solo un fatto formale, diventa inevitabilmente una questione di affetto e di coinvolgimento personale. Specie quando ci troviamo a commentare i loro successi”.

Il racconto sarà pubblicato a breve sul sito dell’evento, ma potrebbe anche essere pubblicato sul prestigioso quotidiano torinese La Stampa. Soddisfatto anche il direttore del Dipartimento di Studi Umanistici prof. Marcello Marin, che ha aggiunto: “Sognare si può, i ragazzi devono tornare a farlo nonostante tutto quel che ruota intorno a loro.

Ne va del loro futuro. Questo premio ribadisce che creatività e coraggio molto spesso ripagano dei sacrifici fatti, siamo felici per questa affermazione che, anche se in minima parte, è come se avessimo conseguito anche noi con Francesco». 

da Foggiatoday

• Tags: Commenta questo articolo Nessun commento

LUCERA – somme del Comune bloccate: ritardo nel pagamento degli stipendi ai dipendenti

Pubblicato martedì, 21 ottobre 2014

Il ritardo nel pagamento delle retribuzioni relative al mese di ottobre sarebbe dovuto alla decisione presa dal Tesoriere del Comune

Municipio di Lucera (Foto: www.lucerabynight.it )

La R.S.U. aziendale del Comune di Lucera, unitamente alle segreterie provinciali di categoria, a seguito del rincorrersi di voci circa la possibilità di un ritardato pagamento delle retribuzioni dei dipendenti del Comune di Lucera relative al mese di ottobre, hanno chiesto, ed ottenuto, un incontro con l’Amministrazione Comunale, al fine di comprendere al meglio la veridicità delle voci nel frattempo circolate e le intenzioni della stessa amministrazione in riferimento alla soluzione della questione.

Nell’incontro, svoltosi nella mattinata di mercoledì 15 ottobre, il primo cittadino ha chiarito alla R.S.U. aziendale che il ritardo nel pagamento delle retribuzioni relative al mese di ottobre è dovuto, solo ed esclusivamente, alla decisione del Tesoriere del Comune di bloccare tutte le somme a disposizione dell’Ente, comprese quelle, per legge, ritenute “impignorabili”, perché destinate al pagamento, appunto, delle retribuzioni, nonché dei contributi, dei ratei dei mutui etc…

La R.S.U. aziendale del Comune di Lucera, nel prendere atto di quanto riferito da Antonio Tutolo, chiedono al Tesoriere di ravvedersi in merito alla decisione di bloccare tutte le somme a disposizione dell’Ente, tenendo conto di quanto previsto dalla legge in merito alla “impignorabilità” delle somme destinate ad alcuni scopi specifici. Infine, all’Amministrazione comunale di porre in essere tutte le azioni a sua disposizione per annullare, o quantomeno limitare, gli effetti negativi ed i disagi provocati ai dipendenti del Comune di Lucera da questa decisione.

da Foggiatoday

• Tags: Commenta questo articolo Nessun commento

Incidente stradale sulla Foggia-San Giovanni, ciclista investito a Manfredonia

Pubblicato martedì, 21 ottobre 2014

Due incidenti stradali avvenuti a distanza di poche ore. Il primo sulla Statale 272 poco prima dello svincolo per Manfredonia, il secondo in prossimità dell'Inps a Manfredonia

Due incidenti stradali sono avvenuti questo pomeriggio sulle strade della provincia di Foggia, senza vittime ma con feriti. Il primo sulla Statale 272 che collega Foggia a San Giovanni Rotondo, poco prima di arrivare allo svincolo per Manfredonia, dove due auto si sono scontrate per cause ancora in corso d’accertamento.

Gli occupanti dei due veicoli sono stati trasportati all’ospedale Casa Sollievo della Sofferenza. Sul posto gli uomini del 118 e una pattuglia dei carabinieri. L’altro incidente è avvenuto nelle vicinanze dell’istituto Inps a Manfredonia, dove un ciclista è stato investito in un sinistro che ha coinvolto due autovetture.

da Foggiatoday

• Tags: , Commenta questo articolo Nessun commento

BARI – Tornano i caporali anche per le donne

Pubblicato martedì, 21 ottobre 2014

Allarme Cgil: il fenomeno non riguarda più solo gli immigrati ma anche la manodopera femminile

Lo stato dell’agricoltura in Puglia è più che positivo: aumentano produttività e redditività delle imprese, export e qualità del prodotto raccolto e trasformato. Ma anche il lavoro precario cresce di pari passo. A dirlo sono i dati del secondo rapporto «Agricoltura e lavoro migrante in Puglia» della Flai Cgil regionale, la Federazione lavoratori agroindustria, curato dal sociologo Leonardo Palmisano. Il 2013 si è chiuso con un incremento complessivo del valore aggiunto pari al 2,4%, risultato reso possibile dalla produzione di olive (più 12,9%) e di frumento (più 50,7%).

Purtroppo «allo sviluppo corrisponde una compressione dei diritti. Un quadro allarmante: per questo chiediamo allo Stato di intervenire», spiega Giuseppe Deleonardis, segretario generale Flai Cgil Puglia. «Dalla lettura del report emergono con forza le condizioni di abbruttimento del lavoro. Chiediamo alla Regione una legislazione di sostegno più forte.

La legge regionale dovrebbe punire il dumping e premiare chi opera nella legalità». Un testo dal quale emerge che sono aumentati in Puglia i lavoratori stranieri nel comparto agricolo, passando da 38.221 del 2012 a 39.599 del 2013. Di questi, la stragrande maggioranza (circa 32 mila) proviene dall’Europa, seguiti da africani, asiatici e americani.

La provincia più ricca di lavoratori stranieri è quella di Foggia, seguita da Bari, Taranto, Bat, Brindisi e Lecce. E in un quadro di forte presenza di lavoro precario, emerge che a farne parte non sono solo gli immigrati ma anche la manodopera femminile nei campi: un terzo dei lavoratori sotto la soglia minima per l’accesso alle prestazioni assistenziali e previdenziali sono donne.

Di queste aumentano le europee e diminuiscono le africane (raggiungendo il 50,6% contro il 47,4% nella provincia di Foggia). Un regime all’insegna del lavoro grigio e nero, della compressione dei diritti e soppressione di tutela contributiva e retributiva. Dal 2012 al 2013 il nero in Puglia è aumentato: l’imponibile evaso ha raggiunto la quota di 1.123.860 euro.

Circa la distribuzione dei 30mila immigrati che lavorano in nero, «oggi le zone calde in Puglia sono alcune aree del Foggiano e dell’Alto Salento», sottolinea Palmisano. Il sottosalario è la forma di nero più diffusa. La paga per gli uomini è di 35-40 euro, mentre per le donne di 29, a fronte di un compenso giornaliero di 52 euro per gli operai. Salari che per gl’immigrati scendono a 15-20 euro netti per 12 ore di lavoro. «I caporali ricattano i lavoratori su punti che dovrebbero essere garantiti» evidenzia Palmisano.

«Sembra che il sistema caporali-impresa oggi sia più solido. Sono sempre le aziende a rivolgersi a questa figura ». La lotta al caporalato è un cavallo di battaglia della Flai Cgil che nel 2011 ha ottenuto dalla Regione l’approvazione delle Liste di Prenotazione, che assegnano ai datori di lavoro dai 300 ai 500 euro per lavoratore. «Purtroppo, nessun lavoratore è stato assunto dalla liste di prenotazione» constata amaramente Deleonardis.

da Corriere del Mezzogiorno/Foggia

• Tags: Commenta questo articolo Nessun commento

FOGGIA – Giannatempo e Capocasale premiati a Torino. Un po’ di Foggia al simposio Simpo

Pubblicato martedì, 21 ottobre 2014

A sinistra, Giannatempo

Ancora una volta la facoltà di Odontoiatria e Protesi Dentaria dell’Università degli studi di Foggia è in primo piano nella Patologia e Medicina Orale. Al III Simposio della SIPMO (Società Italiana di Patologia e Medicina Orale), tenutosi a Torino nell’Aula Magna del Rettorato dell’Università degli Studi di Torino e ad Orbassano al Polo San Luigi Gonzaga della Scuola di Medicina, rispettivamente i giorni 17 e 18 Ottobre, Giovanni Giannatempo, dottorando del XXVIII ciclo in “Medicina Clinica e Sperimentale”, ha ricevuto la menzione d’onore nella sessione poster, presentando un lavoro dal titolo: “Salivary proteomic biomarkers of Oral Squamous Cell Carcinoma”.

Al simposio sono stati discussi 50 poster, dei quali 10 presentati dalla scuola di Foggia. Inoltre, la dottoressa Giorgia Capocasale ha discusso la sua tesi di laurea “Possibile ruolo di CRY1 e CRY2 nella carcinogenesi orale”, avente come relatore Lorenzo Lo Muzio, essendo stata selezionata tra le quattro migliori tesi del “Premio Valerio Margiotta” per la miglior tesi di laurea in Patologia e Medicina Orale.

Il professor Lorenzo Lo Muzio, direttore del Dipartimento di Medicina Clinica e Sperimentale e presidente del corso di laurea in Odontoiatria e Protesi Dentaria, è stato ospite questa mattina della trasmissione UnoMattina, per discutere l’importanza del tema della Patologia e Medicina Orale e le implicazioni cliniche ad esso connesse.

da Immediato.net

• Tags: Commenta questo articolo Nessun commento

FOGGIA – Alluvione Gargano, giovedì Consiglio dei Ministri

Pubblicato martedì, 21 ottobre 2014

“Il Consiglio dei Ministri, rinviato da ieri a giovedì prossimo, ha all’ordine del giorno la dichiarazione dello stato di emergenza per le zone del Gargano colpite dall’alluvione.” Lo dichiara il sottosegretario alle riforme costituzionali e ai rapporti con il Parlamento, Ivan Scalfarotto. “Il rinvio” dice ancora il sottosegretario “è dovuto esclusivamente a questioni di agenda.

Tutti i punti di discussione all'Ordine del giorno previsti per ieri- ivi compresa la dichiarazione dello stato di emergenza per il Gargano – saranno esaminati nel prossimo Consiglio dei Ministri che si terrà con ogni probabilità giovedì prossimo.”

“A partire da giovedì Agea metterà in pagamento l'anticipo dei premi comunitari destinati alle imprese agricole della provincia di Foggia, misura finanziaria adottata dal MiPAAF per alleviare l'impatto delle alluvioni che hanno colpito il Gargano e la Capitanata".

Lo afferma l'on. Colomba Mongiello, componente della Commissione Agricoltura della Camera, dopo l'incontro avuto con il ministro delle Politiche agricole Maurizio Martina e il presidente di Agea Stefano Sernia al Forum internazionale dell'agricoltura e dell'alimentazione in corso a Cernobbio.

“Ho chiesto ed ottenuto dal ministro Martina e dal presidente Sernia, che ringrazio, l'inserimento della provincia di Foggia nel primo decreto adottato per sbloccare le anticipazioni – continua Mongiello – considerata la quantità e la qualità dei danni subiti dagli agricoltori foggiani a causa della calamità naturale. Grazie all'anticipo, avranno a disposizione maggiori risorse finanziare per affrontare la ricostruzione delle infrastrutture produttive danneggiate e alleviare gli effetti della drammatica contrazione produttiva”.

da Quoitidiano di Foggia

• Tags: Commenta questo articolo Nessun commento

Meteo, addio estate. Da stasera maltempo diffuso

Pubblicato martedì, 21 ottobre 2014

Un nucleo di aria polare marittima in arrivo sull’Italia dal nord-europa sta per determinare un marcato rinforzo della ventilazione nei bassi strati per la giornata di mercoledì. La fase di maltempo sarà caratterizzata da precipitazioni temporalesche localmente di forte intensità.

Sulla base delle previsioni disponibili, il Dipartimento di Protezione Civile ha emesso un Avviso di condizioni meteorologiche avverse che prevede per la Puglia, a partire dalla tarda serata di oggi, venti di burrasca o burrasca forte accompagnati da forti mareggiate lungo le coste esposte.

Dalla mattinata di domani, mercoledì 22 ottobre 2014, e per le successive24-36 ore, si prevedono precipitazioni sparse, anche a carattere di rovescio o temporale.

I fenomeni daranno luogo a rovesci di forte intensità, frequente attività elettrica e forti raffiche di vento. Il Centro Funzionale Decentrato ha emesso una criticità ordinaria per rischio idrogeologico localizzato; dichiarata, pertanto, allerta gialla su tutto territorio regionale.

da Teleradioerre

• Tags: Commenta questo articolo Nessun commento

SAN GIOVANNI ROTONDO – Incidente sui tornanti di San Giovanni: due feriti

Pubblicato martedì, 21 ottobre 2014

E' di due feriti il bilancio di un incidente stradale avvenuto poco dopo le 15 di oggi sulla statale che collega San Giovanni Rotondo a Foggia. Due auto si sono scontrate frontalmente all'altezza del bivio per Manfredonia.

Gli occupanti delle due auto, un cittadino di San Giovanni e una famiglia napoletana sono stati tutti trasportati all'ospedale Casa Sollievo, dai primi accertamenti non sarebbero in gravi condizioni. Sul posto i Carabinieri della Compagnia di San Giovanni Rotondo e i sanitari del 118.

da Teleradioerre

• Tags: Commenta questo articolo Nessun commento

FOGGIA – Al via la revisione dello Statuto Comunale, Miranda: “E’ obsoleto e fermo al 2001”

Pubblicato martedì, 21 ottobre 2014

Dopo la rivoluzione legata alla convocazione del Consiglio tramite PEC, i prossimi atti riguarderanno lo Statuto del Comune e il Regolamento del Consiglio Comunale. Operazioni da concludersi in poche settimane

Luigi Miranda (ph. D'Agostino)

La presidenza del Consiglio Comunale prosegue nell’attività di modernizzazione del Comune e della massima Assemblea cittadina. Dopo la rivoluzione legata alla convocazione del Consiglio – eseguita esclusivamente attraverso la Posta Elettronica Certificata, con l’eliminazione del messo notificatore – e alla distribuzione della documentazione via web ai consiglieri, i prossimi atti riguarderanno lo Statuto del Comune e il Regolamento del Consiglio Comunale.

La Commissione Regolamento (convocata e presieduta dal presidente del Consiglio comunale Luigi Miranda) ha iniziato ieri l’esame delle bozze del nuovo Statuto e del Regolamento del Consiglio Comunale.

“Uno Statuto obsoleto – ha commentato il Presidente Miranda – denso di richiami ad istituti ormai scomparsi, e che ha visto la sua ultima modifica le febbraio del 2001.

La Commissione Regolamento ha iniziato l’esame delle bozze con molta energia, entrando nel vivo già alla prima riunione. Non procederemo a una modifica parziale, ma a una revisione completa e profonda, a partire da una bozza già approntata.

Ritengo che i lavori della Commissione possano concludersi entro poche settimane, ed essere quindi portati all’attenzione del Consiglio Comunale per l’approvazione definitiva”. “Molte norme sono cambiate – prosegue Miranda – altre sono superate dall’intervento del legislatore.

Basti pensare a istituti che non ci sono più, come i Consigli Circoscrizionali e il Difensore Civico, ad altri profondamente modificati. Lo Statuto attuale dedica decine di articoli a questi argomenti, che saranno decisamente cancellati.

Esistono poi nuove realtà non comprese dallo Statuto, come il Consiglio Comunale dei Ragazzi, la Consulta dello Sport, la Consulta delle Pari Opportunità. È necessario che vengano inserite all’art. 47 dello Statuto Comunale, per poi definirne i relativi regolamenti”.

 Lo stesso Regolamento del Consiglio Comunale ha bisogno di una revisione radicale, che renda veloci e al passo con i tempi i lavori dell’Aula e delle Commissioni. “Un insieme corposo e robusto di iniziative messe in campo in neanche due mesi di attività.

Dopo la nuova organizzazione della convocazione del Consiglio e della diffusione della documentazione ai Consiglieri, procediamo con forza alla rivisitazione dello Statuto Comunale – la Carta fondamentale nella vita della Città – è necessaria per regolamentare tutti gli organismi e le strutture comunali, per dare nuovo slancio all’attività dell’Amministrazione, e per avviare con decisione il Comune e il Consiglio Comunale di Foggia sulla strada della innovazione e della efficienza”.

da Foggiatoday

• Tags: Commenta questo articolo Nessun commento

FOGGIA – Le novità editoriali del conservatorio ‘Umberto Giordano’

Pubblicato martedì, 21 ottobre 2014

Lunedì 27 ottobre, ore 17,30, nell'Auditorium della Biblioteca Provinciale "La Magna Capitanata" di Foggia saranno presentate le novità editoriali del Conservatorio di musica "Umberto Giordano".

I Quaderni del Conservatorio "Musica, Storia, Analisi e Didattica" (Claudio Grenzi editore, 2014), con i contributi del XX convegno annuale della Società Italiana di Musicologia a cura di Antonio Caroccia e Francesco Di Lernia.

Dopo il successo del primo numero, il Conservatorio "Umberto Giordano" consolida la sua esperienza in campo scientifico, con la pubblicazione del secondo numero dei "Quaderni del Giordano", con una nuova e rinnovata veste editoriale. Il volume impreziosito dalla ricchezza dei contenuti e della prestigiosa valenza scientifica contiene le relazioni presentate in occasione del XX convegno annuale della Società Italiana di Musicologia (Foggia, 18-20 ottobre 2013).

Convegno che ha riscosso unanimi e prestigiosi consensi della comunità scientifica musicologica, i cui frutti sono oggi raccolti e visibili in questa pubblicazione, che spazia dal Rinascimento al Novecento. Quando la musica cambia la vita: conoscere e interagire con "El Sistema" Abreu (Aracne editrice, 2014), a cura di Antonio Caroccia e Augusta Dall'Arche. Il volume raccoglie le relazioni presentate durante la giornata di studio, tenutasi a Foggia il 23 maggio 2014.

L'iniziativa, sotto l'Alto Patronato della Presidenza della Repubblica, dedicata al maestro Claudio Abbado, ha riscosso unanimità di consensi e partecipazione, ricevendo la medaglia d'onore del Presidente della Repubblica. "El Sistema", fondato da José Antonio Abreu in Venezuela nel 1975, oggi è una realtà consolidata, un modello didattico anche in Italia. I volumi saranno presentati da Guido Barbieri, musicologo, critico musicale de "La Repubblica" e noto conduttore radiofonico di Rai Radio3 e da Johannella Tafuri, violinista e pedagogista musicale di fama internazionale. L'incontro sarà moderato dal Direttore del Conservatorio il maestro Francesco Di Lernia e saranno presenti i curatori Antonio Caroccia e Augusta Dall'Arche.

Comunicato Stampa Conservatorio di musica "Umberto Giordano

• Tags: Commenta questo articolo Nessun commento

FOGGIA – Dimissioni Buonarota, Urbano è un fiume in piena: “Arrivismo sfrenato non paga in politica”

Pubblicato martedì, 21 ottobre 2014

Urbano e Lonigro

Il segretario di Socialismo Dauno al contrattacco: "Non è possibile accettare certe lezioni da chi ha sempre effettuato il salto della quaglia, a seconda dei propri interessi personali" Il segretario cittadino di Socialismo Dauno, Alberto Urbano, non ci sta e replica alle dichiarazioni rilasciate dal dimissionario Luigi Buonarota: “Sono dispiaciuto della polemica e delle parole usate dal consigliere comunale Luigi Buonarota. Socialismo Dauno è e resta un movimento politico in cui la trasparenza, la condivisione e la democrazia sono pane quotidiano

. Ogni scelta o decisione è sempre stata accompagnata da discussioni nei vari organismi che compongono Socialismo Dauno, condivise dalla base dei compagni che si riconoscono nelle idee e nei programmi del Movimento”. Il consigliere comunale di Foggia aveva sottolineato come tutti si uniformassero, a prescindere, al ‘Lonigro pensiero’.

“Socialismo Dauno non ha un solo uomo al comando, ma tanti uomini e donne che discutono ed alla fine trovano una sintesi. Il caro Buonarota attacca il consigliere regionale Pino Lonigro con inesattezze e dichiarazioni al limite della buona educazione e decenza, oltre che con offese gravi rivolte a tanti compagni che la pensano diversamente da lui. Perche etichetti le persone che non condividono il tuo pensiero e modo di fare come ‘Lonigro pensiero a prescindere’? Cosa vuoi intendere, caro Buonarota, che i compagni non hanno idee o che sono pecore alla mercé di Lonigro?” sbotta Urbano.

E punge ancora: “La verità, caro Luigi, è che la totalità della base del Movimento la pensa diversamente da te, che una volta eletto ti sei eclissato pensando che i voti da te ottenuti alle scorse comunali siano il risultato esclusivo del tuo impegno e non anche di quello di tanti uomini e donne di Socialismo Dauno, che ti hanno sostenuto.

L’arroganza mista a presunzione e arrivismo sfrenato non paga in politica. Inoltre non è possibile accettare certe lezioni da chi ha sempre effettuato il salto della quaglia, a seconda dei propri interessi personali. Ti ricordo che cinque anni fa eri candidato col centrodestra. In democrazia le idee, i programmi, e le soluzioni si discutono, si votano e alla fine si condividono.

Vale anche per chi la pensa diversamente. Il segretario cittadino conclude: Per quanto riguarda invece la polemica sul voto del ballottaggio dell’8 giugno, ne abbiamo discusso tantissime volte, caro Luigi, e la decisione ufficiale di Socialismo Dauno è stata quella di non andare a votare.

Se poi qualcuno ha voluto contravvenire a quanto deciso – a partire da te, che dalle ore 16 del 6 giugno hai mandato messaggini per far votare Marasco, consentendo così ad altri di dare indicazioni contrarie – non potevamo certamente prevederlo, né tantomeno potevamo obbligare gli elettori a non votare. La nostra è stata un indicazione politica che molti hanno rispettato, anche se qualcuno si è poi comportato diversamente. La democrazia, caro Luigi, è anche questa. Buona fortuna!”.

da Foggiatoday

• Tags: Commenta questo articolo Nessun commento

“Da Roma a Foggia un PD in grado di superare la concezione novecentesca”

Pubblicato martedì, 21 ottobre 2014

Presto un partito nuovo in grado di superare la concezione novecentesca, aperto a tutti coloro che vogliono esserci e con gli "antidoti giusti" per evitare gli errori del passato. Parola di Elena Gentile “Un vento nuovo, fecondo di rinnovata forza vitale, soffia sulle membra un tempo impigrite del Partito Democratico.

A Roma come a Foggia. Si percepisce, si respira, si annusa. Anche a chilometri di distanza, qui a Strasburgo”. Ne è fermamente convinta Elena Gentile, che subito precisa.

“A Roma, in direzione nazionale, si discute della forma partito”. Un partito nuovo in grado di superare la concezione novecentesca, aperto a tutti coloro che vogliono esserci (“senza il filtro della presentazione di un altro iscritto”) e con gli “antidoti giusti” per evitare gli errori del passato.

“Un partito che non rinuncia agli iscritti ma è attento alla loro qualità, che non è solo una macchina elettorale ma una comunità di eguali che si incontra e discute di problemi reali e di cultura politica, nel quale si vive per la politica ma non di politica”.

Fermento presente anche a Foggia, “dove in assemblea provinciale si riscopre il valore e l’orgoglio dell’appartenenza e, in uno, la fragranza e il profumo di una nuova e rinnovata unità di intenti, valori e progetti. Ed anche, perchè no, l’intimo orgoglio di chi fa le sue battaglie culturali e politiche ma poi si adegua alle scelte della maggioranza o non è indifferente alla responsabilità di rispettare decisioni non condivise, conciliando la coerenza con le proprie idee con il principio di responsabilità dell’appartenenza”.

da Foggiatoday

• Tags: Commenta questo articolo Nessun commento

APRICENA – AqP, lavori alla rete idrica: il 28 ottobre rubinetti chiusi ad Apricena

Pubblicato martedì, 21 ottobre 2014

La sospensione avrà la durata di circa 8 ore, dalle 9 alle 17 circa ed interesserà in particolare la zona ricompresa tra Via Togliatti, Via Paolo Sarti e Zona alta Rubinetti chiusi ad Apricena, dove il prossimo 28 ottobre, a causa di interventi per il miglioramento del servizio idrico nel centro abitato cittadino, verrà temporaneamente sospesa la normale erogazione dell’acqua. I lavori, effettuati dai tecnici dell’acquedotto pugliese, riguardano il risanamento delle reti idriche.

La sospensione avrà la durata di circa 8 ore, dalle 9 alle 17 circa ed interesserà in particolare la zona ricompresa tra Via Togliatti (da Via Papa Giovanni XXIII a Via De Gasperi per circa 70,00 ml), Via Paolo Sarti (comprese tutte le traverse) e Zona alta (Via Roma, via duca delle Puglie, via Fratelli Cervi, via Ariosto, via Giusti, via Diaz, via Borgonuovo, via Marconi, via Matteotti). I disagi saranno avvertiti esclusivamente negli stabili sprovvisti di autoclave e riserva idrica o con insufficiente capacità di accumulo.

Acquedotto Pugliese raccomanda i residenti dell’area interessata di razionalizzare i consumi, evitando gli usi non prioritari dell’acqua nelle ore interessate dalla interruzione idrica. I consumi, infatti, costituiscono una variabile fondamentale per evitare eventuali disagi.

da Foggiatoday

• Tags: Commenta questo articolo Nessun commento

FOGGIA – AqP in visita al Facility centre del progetto STAR AgroEnergy

Pubblicato martedì, 21 ottobre 2014

Il prossimo 27 ottobre, nell'ambito del servizio di stakeholder networking affidato all'Agenzia di formazione e ricerca per lo sviluppo sostenibile AFORIS, una delegazione di dirigenti dell'Acquedotto Pugliese SpA – guidata dall’amministratore unico prof. Nicola Costantino e dal Direttore generale dott. Nicola Di Donna – farà visita al Facility centre STAR sulle bioenergie e sui biomateriali. Il centro, situato nella zona industriale di Foggia e realizzato nell'ambito del progetto di ricerca europeo STAR* AgroEnergy dell'Università di Foggia, è coordinato dal prof. Massimo Monteleone.

Il Facility centre è una struttura unica in Europa per caratteristiche e potenzialità scientifiche ed è dedicato alla caratterizzazione chimica e merceologica di biomasse con alcuni "impianti pilota dimostrativi" (fotobioreattore per la coltivazione delle microalghe, compostatore, gassificatore, pirolizzatore, digestore anaerobico) fra loro integrati con un'ampia gamma di nuove ed avanzate strumentazioni analitiche.

"La visita guidata dei vertici dell'Acquedotto Pugliese – spiega il prof. Massimo Monteleone – ci permette di mostrare i progressi del progetto STAR* AgroEnergy e gli investimenti dell'Università di Foggia nel campo della ricerca scientifica abbinata allo sviluppo sostenibile”, “inoltre – prosegue il prof.Monteleone – permette di ipotizzare una partnership con l'AqP appunto per la gestione dei fanghi di depurazione”.

da Teleradioerre

• Tags: Commenta questo articolo Nessun commento

FOGGIA – Omicidio Di Mauro, l’assassino al testimone: “Tu con questo non ti devi frequentare se no scrivo pure a te nel libro dei morti”

Pubblicato martedì, 21 ottobre 2014

“Vedi quanto valgono questi cristiani: una cartuccia. E tu vedi di tenere la bocca chiusa perché altrimenti il prossimo sei tu e la tua famiglia. Non ti faccio fuori perchè hai una figlia”. Queste le esplicite minacce di Bramante rivolte al testimone oculare prima di gettare il cadavere di Di Mauro in acqua e tornare sulla terra ferma.

Ha ancorato le due barche, è salito a bordo di quella della vittima ed ha urlato al testimone: “Abbassati, abbassati”.

Di Mauro, capite le intenzioni del cognato per difendersi gli ha tirato un remo addosso. Bramante ha esploso un solo colpo dal suo fucile da caccia, colpendo la vittima in pieno petto. Poi è risalito sulla sua barca. “Butta Antonio in acqua” – ha ordinato al testimone.

Di fronte al suo rifiuto è risalito sul piccolo peschereccio del due ed ha fatto scivolare il corpo esanime in mare. Dopo aver minacciato pesantemente l'amico della vittima si è allontanato. E' stato arrestato poche ore dopo mentre consumava una birra in un bar del paese

da Il Mattino di Foggia & Provincia

• Tags: Commenta questo articolo Nessun commento

FOGGIA –Coriandoli al Centro sociale Scurìa di Foggia

Pubblicato martedì, 21 ottobre 2014

 

Le Bizzoche (foto Antonio Francavilla)

Giovedì 23 ottobre 2014 alle ore 21,00 presso il C.S.O.A. Scurìa di Foggia (all’interno dell’ex Gil in via Ammiraglio da Zara) ScenAperta presenta “Coriandoli” e Le Bizzoche in “Simme jute e simme venute“.

Lo spettacolo si apre con il commovente monologo “Coriandoli” (così i bambini foggiani pare chiamassero le bombe sganciate dagli aerei dell’esercito anglo-americano) scritto e interpretato da Luigi Schiavone, con la regia di Tonio Sereno, in cui un anziano popolano racconta gli anni della guerra, le Paure, la distruzione, la fame, lo sciacallaggio, lo sfollamento, i sogni e la voglia di tornare a vivere di una popolazione, quella foggiana, che si trovò, quasi inconsapevolmente, ad affrontare l’estate più tragica della propria storia.

In conclusione il gruppo cabarettistico “Le bizzoche” di ScenAperta (Elisa Russo, Maria Grazia Spinelli, Rita De Gregorio e Cinzia Spinelli), presenterà un divertente sketch, scritto da Luigi Schiavone e con la regia di Tonio Sereno, ambientato a Foggia negli anni della occupazione alleata. Ingresso libero.

Foto allegate di Antonio Francavilla

 

 

 

 

 

 

 

 

da Stato Quotidiano

• Tags: Commenta questo articolo Nessun commento

NAPOLI – Falsi documenti prefettura Foggia, 3 arresti a Napoli

Pubblicato martedì, 21 ottobre 2014

 I Carabinieri del Nucleo radiomobile di Napoli hanno arrestato 3 cittadini stranieri con l’accusa di produzione di documenti falsi e ricettazione. I militari hanno fatto irruzione in un call center nel Napoletano, scoprendo il centro di produzione e smistamento di documenti falsi riguardanti soprattutto stranieri, con tanto di documenti per il rilascio di permessi di soggiorno, passaporti, timbri falsi.

Nel corso delle perquisizioni, i carabinieri hanno sequestrato due riproduzioni di timbri a umido in plastica recanti uno l’emblema di stato e la dicitura «ufficio territoriale del governo di Foggia» e l’altro «prefettura di Foggia – ufficio territoriale del Governo – sportello unico per l’immigrazione».

da Stato Quotidiano

• • Commenta questo articolo Nessun commento

MANFREDONIA – dopo furti auto il riscatto: “paga o..”, 3 arresti (II)

Pubblicato martedì, 21 ottobre 2014

ALLE prime luci dell’alba è stata portata a termine un’operazione di P.G. congiunta degli agenti del Commissariato di P.S. di Manfredonia e i Carabinieri della Compagnia di Manfredonia che hanno eseguito tre misure di custodia cautelare in carcere, emesse dal G.I.P. del Tribunale di Foggia su richiesta della Procura della Repubblica. L’operazione denominata “Cavallo di ritorno”, ha portato all’arresto di tre soggetti pregiudicati originari di Monte Sant’Angelo, ma residenti nei comuni di Manfredonia e Mattinata.

Gli arrestati sono: La Torre Matteo “terremoto” di anni 43, Miucci Giuseppe “Caradonna” di anni 44 e Colafrancesco Giuseppe di anni 46, tutti i soggetti sono gravati da precedenti penali per reati contro il patrimonio. Diversi sono i reati contestati nell’ordinanza di custodia cautelare : estorsione, furto, ricettazione e violenza privata. LE INDAGINI. Le indagini traevano origine da un articolo apparso, sulla Gazzetta del Mezzogiorno, in data 29 agosto 2013 nel quale alla cronaca della provincia di Foggia era riportato un articolo dal titolo “SI RIAFFACCIA IL FENOMENO FURTI AUTO CON IL METODO DEL CAVALLO DI RITORNO”.

L’articolo di stampa riferiva, tra le altre cose, del crescente fenomeno dei furti di auto a Manfredonia e a Macchia di Monte Sant’Angelo, con il metodo del “cavallo di ritorno”, ovvero la restituzione del veicolo dietro pagamento di una somma di danaro.

Sulla scorta del citato articolo che riferiva di un forte allarme sociale, i Carabinieri di Manfredonia analizzavano alcuni dati forniti dalla Stazione di Monte Sant’Angelo nel periodo luglio e agosto 2013 circa i furti di auto avvenuti nel territorio del Comune di Monte Sant’Angelo.

Nel periodo in esame si erano verificati 6 furti di auto, cinque dei quali proprio nella località di Macchia di Monte Sant’Angelo; inoltre di queste 6 auto rubate, 3 erano state rinvenute tra le zone del quartiere Monticchio di Manfredonia e la confinante Macchia di Monte Sant’Angelo.

Una delle parti offese, in sede di denuncia, riferiva che a seguito del furto della propria vettura, veniva avvicinata prima da una persona che gli diceva: “Se vuoi la macchina fatti vedere al bar a Monticchio”, ma non piegandosi alla richiesta ritrovava nella buca delle lettere un biglietto manoscritto dal contenuto minaccioso: “TE – LO – DICO PER – L’ULTIMA – VOLTA – SE – VUOI – LA – MACCHINA – VIENI – A – MONTICCHIO –DA – SOLO – ALTRIMENTI – FUOCHI CAPITO”.

A seguito di tali pressioni e minacce la vittima del furto si vedeva costretta a versare la somma di euro 1.500 ad una persona identificata per uno degli arrestati, MIUCCI Giuseppe. Le indagini dei Carabinieri venivano, pertanto, indirizzate verso il soggetto individuato già gravato da diversi precedenti penali.

Nel contempo gli agenti del Commissariato di Manfredonia, in seguito al predetto articolo, avevano iniziato a svolgere i primi accertamenti e le prime indagini sul fenomeno dei furti dei veicoli e dei successivi ritrovamenti “casuali” da parte dei proprietari. In particolare si stava già indagando sul furto di una vettura, avvenuto sempre nel rione Monticchio, per il quale il proprietario, il giorno successivo, dichiarava di aver rinvenuto il proprio veicolo “fortuitamente”.

Grazie all’impianto di videosorveglianza cittadino ubicato nei pressi del luogo dove era avvenuto il furto, gli agenti del Commissariato identificavano in Matteo La Torre l’autore del furto. Considerando le modalità di rinvenimento del veicolo, si ipotizzava che il furto fosse servito allo scopo di poter avanzare una richiesta estorsiva nei confronti del proprietario, e quindi Matteo La Torre poteva essere uno dei soggetti coinvolti in tale fenomeno.

Ben presto le indagini condotte congiuntamente dai Carabinieri e dalla Polizia, convergevano in un unico filone, di qui la collaborazione delle due forze di Polizia che iniziavano una serie di monitoraggi, anche con l’ausilio di attività tecnica, nei confronti di La Torre e Miucci.

Nel corso dell’attività di indagine, durata circa due mesi, si è acclarato che La Torre e Miucci, insieme a Colafrancesco, si erano resi responsabili di innumerovoli episodi delittuosi quali furti finalizzati alle successive richieste estorsive, ricettazione ed estorsioni. Come riportato dal testo dell’articolo, le indagini hanno consentito di dimostrare che La Torre, Miucci e Colafrancesco erano soliti perpetrare i furti di autovetture di piccola cilindrata, più semplici da rubare.

Le vittime dei furti, persone per lo più anziane, dopo la consumazione del reato, venivano contattate, ed a volte erano le vittime stesse che si rivolgevano agli autori del furto. A questo punto iniziava una vera e propria “trattativa” per stabilire la somma per la restituzione dei mezzi.

Ovviamente La Torre, Miucci e Colafrancesco minacciavano ritorsioni nei confronti dei malcapitati qualora si fossero rivolti alle forze di Polizia. Nel corso dell’attività di indagine si sono registrati anche episodi di estorsioni nei confronti di proprietari terrieri ai quali La Torre e Miucci, dopo avergli danneggiato e saccheggiato i casolari di campagna, chiedevano soldi in cambio della loro “protezione”.

Le indagini, coordinate dalla Procura di Foggia, condotte dai militari dell’arma e dagli agenti, consentivano di raccogliere numerosi indizi di colpevolezza a carico degli indagati, l’impianto accusatorio veniva pianamente condiviso dal G.I.P. che emetteva i provvedimenti restrittivi nei confronti degli indagati. Dopo le formalità di rito gli stessi venivano associati in carcere a disposizione dell’A.G. che ha emesso il provvedimento.

FOTOGALLERY 


 

 

 

 

 

 

 

 

da Stato Quotidiano

• Tags: Commenta questo articolo Nessun commento

MANFREDONIA – A Manfredonia la Festa del Cuoco 2014

Pubblicato martedì, 21 ottobre 2014

Sarà Manfredonia ad ospitare "La Festa del Cuoco 2014" organizzato dall' Associazione Cuochi Gargano e Capitanata, con la collaborazione ed il patrocinio del Comune di Manfredonia, di "Manfredonia Turismo" e del Regiohotel Manfredi. La manifestazione Patrocinata dal Presidente del Consiglio Regionale della Puglia e dall’Ente Parco Nazionale del Gargano, si onorerà di avere nel proprio ambito anche le reliquie di San Francesco Caracciolo patrono dei cuochi accompagnato dalla delegazione e devoti di Villa Santa Maria (CH).

La finalità dell’evento, oltre un incontro di devozione, è quello di promuovere, valorizzare e tutelare le eccellenze enogastronomiche del territorio Pugliese e segnatamente della terra di Capitanata anche attraverso gare gastronomiche di professionisti e nuove leve che intendono approcciarsi alla professione del cuoco, finalizzate alle selezioni per la squadra Provinciale dei cuochi e a stimolare gli chef amanti della Puglia, con l’ottica di regalare ad essi un momento altamente formativo considerata la presenza di nomi importanti nel mondo della ristorazione che ricopriranno il ruolo di giurati durante le gare del 21 ottobre quali il Team Manager della Nazionale Italiana Cuochi chef Daniele Caldarulo, il Responsabile dell’Ateneo della cucina italiana F I C Michele D’Agostino, il presidente dell’Unione cuochi Lucani Rocco Pozzulo, il Team Manager della squadra cuochi Puglia chef Raffaele De Giuseppe ed i rappresentanti delle Istituzioni Provinciali, Regionali e Nazionali e della Federazione Italiana Cuochi.

Per l’appuntamento religioso del 22 ottobre si prevede di sfilare in processione con la Reliquia di San Francesco Caracciolo da Piazza dei Caduti, lungo Corso Manfredi e via del Campanile per raggiungere la Cattedrale dove verrà svolta la funzione religiosa, per l’occasione si prevede l’arrivo in città di oltre 500 cuochi di delegazioni delle Province e Regioni limitrofe.

L’evento si concluderà con un convivio presso il "RegioHotel Manfredi" di Manfredonia, durante il quale verranno esposti e promossi i prodotti tipici e locali, sono previsti, inoltre, interventi da parte delle Istituzioni, la premiazione del concorso gastronomico "Capitanata da Chef: colori e cultura del Gusto" ed un momento di solidarietà e di raccolta fondi per il rinnovo delle adozioni a distanza già attive da molti anni da parte dell'Associazione Cuochi Gargano e Capitanata.

da Teleradioerre

• Tags: Commenta questo articolo Nessun commento

FOGGIA – torna a riunirsi il Consiglio Comunale

Pubblicato martedì, 21 ottobre 2014

Il Presidente del Consiglio Comunale di Foggia, Luigi Miranda ha convocato per venerdì 24 ottobre alle ore 9,30 il Consiglio Comunale per la trattazione del seguente ordine del giorno: Piano delle alienazioni e valorizzazione immobili anno 2014; Programma e spesa degli incarichi di studi, ricerche, collaborazioni e consulenze esterne – anno 2014; Approvazione bilancio di previsione esercizio 2014, bilancio pluriennale e relazione previsionale e programmatica per il triennio 2014/2016.

La Presidenza del Consiglio Comunale annuncia inoltre che prosegue nell’attività di modernizzazione del Comune e della massima Assemblea cittadina. Dopo la rivoluzione legata alla convocazione del Consiglio – eseguita esclusivamente attraverso la Posta Elettronica Certificata, con l’eliminazione della figura del messo notificatore – e alla distribuzione della documentazione ai consiglieri – eseguita in via telematica sul sito web del Comune – i prossimi atti riguarderanno lo Statuto del Comune e il Regolamento del Consiglio Comunale.

La Commissione Regolamento – convocata e presieduta dal Presidente del Consiglio Comunale Luigi Miranda – ha iniziato ieri l’esame delle bozze del nuovo Statuto e del Regolamento del Consiglio Comunale, approntate dagli Uffici della Presidenza del Consiglio Comunale.

da Teleradioerre

• Tags: Commenta questo articolo Nessun commento

VIESTE – quando si dice un rifiuto davvero speciale

Pubblicato martedì, 21 ottobre 2014

Che nei pressi dei cassonetti porta rifiuti si trova davvero di tutto è scontato, ma a nessuno è mai capitato di trovare una roulotte. E' accaduto a Vieste, dove nei pressi di un camping sulla Strada Provinciale litoranea in direzione Peschici è stato abbandonato un vecchio caravan.

da Teleradioerre

• Tags: Commenta questo articolo Nessun commento

FOGGIA – Fiera di Santa Caterina: FIVA Confcommercio chiede lo spostamento nella zona stadio

Pubblicato martedì, 21 ottobre 2014

“Una zona centrale e di tradizione commerciale almeno per lo svolgimento della Fiera di Santa Caterina”: questo hanno chiesto gli operatori della Confcommercio all'Assessorato Attività Economiche del Comune di Foggia. Una riunione richiesta dal sindacato di categoria per affrontare in modo organico tutte le questioni aperte che riguardano i venditori su aree pubbliche e che si è svolta alla presenza dell'assessore Eugenia Moffa e del nuovo dirigente del settore, Domenico Dragonetti.

La delegazione FIVA (Federazione Italiana Venditori su Aree Pubbliche) era guidata dal presidente provinciale della categoria, Alfonso Perdonò. L’Amministrazione comunale al termine della riunione si è detta disponibile a valutare la possibilità di un ritorno nella zona stadio, sede storica del mercato settimanale, per il periodo della Fiera di Santa Caterina, in programma a fine novembre.

Nel corso della riunione è stata anche ribadita da parte del sindacato l’inadeguatezza della zona di via Miranda per il mercato settimanale e la necessità di maggiori controlli delle autorizzazioni, per il mercato di via Rosati in cui l’abusivismo è ormai dilagante. L’Assessore Moffa ha assicurato che a breve convocherà la categoria per comunicare le sue decisioni in merito alla richiesta e per definire una strategia comune di rilancio del settore.

da Teleradioerre

• Tags: Commenta questo articolo Nessun commento

Foto Cine Club Foggia: III ed. di ´Foggia Fotografia – La Puglia senza confini´

Pubblicato martedì, 21 ottobre 2014

Edizione numero 3 per Foggia Fotografia – La Puglia senza confini, la manifestazione fotografica organizzata e curata dal Foto Cine Club Foggia BFI che prenderà il via con un incontro e un'esposizione speciali: la mostra ‘Il grande sogno – il divismo negli anni '50 – '80’ della fotogiornalista Chiara Samugheo.

La personale fotografica verrà inaugurata sabato 25 ottobre alle 19.00 presso i locali della Fondazione Banca del Monte alla presenza dell'autrice. Per questa manifestazione dedicata al variegato e poliedrico universo dell'immagine si ripropone anche quest'anno la collaborazione del FCCF BFI con la Fondazione Banca del Monte.

Prima giornalista professionista d'Italia, Chiara Samugheo (barese di nascita ma da molti anni residente in Francia) ha messo in posa davanti al suo obiettivo attrici e attori di un cinema in cui la parola divismo era espressione di un mondo lontano e splendido, un mondo da sognare: Sophia Loren e la Cardinale, Sandra Milo e la Mangano, Brigitte Bardot, Vittorio Gassman, e l'elenco potrebbe continuare a lungo.

Gli accoglienti locali della Fondazione BDM ospiteranno proprio una straordinaria galleria di immagini che la Samugheo ha realizzato negli anni d'oro, ovvero tra gli anni Cinquanta e gli anni Ottanta. L’autrice non scatta all’insaputa del soggetto, piuttosto lo coinvolge in un gioco divertente e spontaneo: usando il meno possibile le luci artificiali, lontano dal set, instaura un rapporto privilegiato con le dive, riuscendo a realizzare semplici scatti di straordinaria bellezza.

All'inaugurazione de ‘Il grande sogno’ interverranno Saverio Russo (Presidente della Fondazione BDM), Nicola Loviento (presidente FCCF), Anna Paola Giuliani (assessore alla Cultura del Comune di Foggia), Leonardo Di Gioia (Assessore al Bilancio della Regione Puglia) e, naturalmente, Chiara Samugheo.

Domenica 26 ottobre alle 20.30, invece, sarà la sede del FCCF BFI a ospitare l'inaugurazione ufficiale di Foggia Fotografia – La Puglia senza confini III edizione: nei locali di via Ester Loiodice (a Foggia, al Rione San Pio X). Questa nuova edizione di Foggia Fotografia cade nel 2014, anno in cui il FCCF festeggia i 45 anni di attività iniziati nel 1969: e domenica 26 verrà presentato al pubblico il nuovo catalogo del FCCF che celebra proprio i 45 anni di vita del circolo fotografico foggiano.

All'inaugurazione interverranno, oltre al presidente FCCF Loviento – e delegato FIAF per la Puglia – la fotografa Angela Carrozzini (che presenterà la sua personale My/Mai Facebook), l'ospite d'onore Chiara Samugheo e Hamit Yalcin, presidente dell'ass. fotografica Anadolu Fotograf Dernegi di Ankara (circolo con il quale il FCCF ha stretto un gemellaggio).

da Teleradioerre

• Tags: Commenta questo articolo Nessun commento

LUCERA – Il dramma di Mary a 6 anni affetta da rarissima malattia

Pubblicato martedì, 21 ottobre 2014

   Mary non può ancora capire cosa sia una malattia rara perché ha solo sei anni e frequenta la prima elementare, ma ha capito benissimo che le sue gambe non funzionano benissimo e fanno male. Le si induriscono anche quando dorme, mentre quando è in piedi ha difficoltà a camminare.

Il suo viso dolce e i suoi occhioni deliziosi sempre più spesso vengono disturbati dal dolore, e sono bastate poche volte in cui si è lamentata con i genitori perché il papà Giuseppe capisse subito: anche la sua piccola è affetta dalla sua stessa malattia, chiamata di «Charcot-Marie-Tooth», intuizione poi confermata all’ospedale «Casa sollievo della sofferenza« di San Giovanni Rotondo.

Della cosiddetta «Cmt» esistono svariate forme e gravità, e da qui nasce la necessità di aiutare la bambina anzitutto con una diagnosi precisa e quindi con una terapia mirata, visto che attualmente non esistono cure ufficiali. Il papà di Mary sta tentando ogni via possibile per cercare di aiutarla, nella speranza di evitare le sofferenze che egli stesso sopporta da anni.

E difficile è stata anche la scelta di chiedere aiuto, facendo appello comunque affinché dei gesti di generosità potrebbero fare la differenza nel sostenere una famiglia che si sta impegnando per garantire un futuro migliore alla propria bambina.

«La mia condizione fisica cambia di giorno in giorno – ha raccontato il padre – ma ormai diciamo che ho quasi imparato a convivere con questa malattia che però vorrei allontanare da mia figlia, perché è troppo piccola e ha bisogno di una qualità della vita quanto migliore possibile e ha diritto a giocare e vivere serenamente come i suoi amici.

Oggi siamo nella fase di trovare anzitutto il medico giusto che sappia indicarci la strada da seguire, e non è detto che sia in Italia, visto che a dicembre dovremmo recarci in Francia da un luminare della materia. Non nascondo che abbiamo bisogno di un aiuto economico per sostenere tutte le spese che ci attendono, per cui faccio appello a chiunque ci possa dare una mano, per una donazione al conto corrente aperto per l’occasione».

La malattia di Charcot-Marie-Tooth è una delle tante patologie rare (36 casi ogni 100mila bambini), e deriva il suo nome dai tre medici che hanno scoperto questa sindrome neurologica ereditaria a carico del sistema nervoso periferico, con conseguenti difficoltà motorie e sensitive, quindi con perdita di sensibilità al tatto e del tono muscolare.

Per donazioni: Giuseppe Capobianco, Iban IT27Y0303278440010000002805. Per informazioni: 377-9765745.

da La Gazzetta del Mezzogiorno

• Tags: Commenta questo articolo Nessun commento

FOGGIA – Cento euro per sterilizzare il cane: pronto il bando del Comune con i fondi della Regione

Pubblicato martedì, 21 ottobre 2014

Il progetto riguarderà 459 esemplari L'assessorato alle Politiche Sociali del Comune di Foggia ha emanato un bando per la sterilizzazione dei cani padronali, grazie a un contributo regionale di 45.943 euro sulla tutela degli animali di affezione e prevenzione del randagismo.

IL BANDO. L'intervento era già stato preannunciato dall'assessore al ramo, Erminia Roberto, durante il tradizionale appuntamento per la benedizione degli animali domestici, celebrato in occasione della festività di San Francesco d'Assisi.

L'Amministrazione comunale – si legge in una nota di Palazzo di Città – si impegna a stimolare e incrementare la cultura delle adozioni al fine di scongiurare il randagismo e l'abbandono dei cani, che si verificano spesso in determinati periodi dell'anno. Da qui l'annuncio di un piano di sterilizzazione dei cani per quanti ne facciano richiesta, con un contributo economico fornito direttamente ai proprietari, attraverso il ricorso a veterinari e strutture accreditate, per un progetto che riguarderà 459 cani che dovranno essere regolarmente identificati tramite microchip ed iscritti all’anagrafe canina.

IL CONTRIBUTO. L’Ordine dei Veterinari della provincia di Foggia ha comunicato al Servizio Sociale e Prevenzione che la spesa necessaria per la sterilizzazione di un cane di sesso femminile ammonta a 150 euro, IVA ed ENPAV inclusi e che tale importo è comprensivo di 100 euro a titolo di contributo pubblico. E' possibile ritirare il modulo di partecipazione al bando presso l'assessorato alle Politiche Sociali, in via Fuiani 16. Avranno priorità i disoccupati e coloro con una situazione reddituale più bassa, previa presentazione del modello ISEE. Il bando scade il 12 gennaio 2015.

I VETERINARI.

L’elenco dei medici veterinari disponibili al progetto di sterilizzazione, sono

Goffredo Sarti, via Gramsci 73 Saggese Mauro Diodato, via D’Adduzio 22 Di Michele Francesco Paolo, vico Aquila 5 Sonnacchio Amedeo, via De Palma 9/D Dicesare Pietro, via Treggiari 23 Fonseca Eleonora, Via Massaua 10 Leccese Ruben, via De Stisi 61 De Maio Elisabetta, via Manfredi 11/F Saponaro Maria, viale La Torre snc Piemontese Francesca, via Marinaccio 88

da tipresentoilcane.com

• Tags: Commenta questo articolo Nessun commento

FOGGIA – Confagricoltura con ´Bikers for life´ per la Guinea Bissau

Pubblicato lunedì, 20 ottobre 2014

Confagricoltura Foggia partecipa come sponsor ad un’iniziativa benefica di un gruppo di amici foggiani amanti delle moto Giulio Loporchio, Paolo Ranieri, Cristian D’Emilio, Giannicola Caione e Mario De Luca, che da alcuni mesi hanno attivato una campagna di solidarietà per costruire un asilo nell’orfanotrofio ‘Bambaran’, in Guinea Bissau. I

l prossimo 25 ottobre alle ore 10.00, dal piazzale antistante il Municipio di Foggia, i bikers partiranno per questo lungo viaggio che li porterà su due ruote in Africa e Confagricoltura Foggia sarà idealmente a loro fianco.

 

 

 

 

 

 

 

 

da Teleradioerre

• Tags: Commenta questo articolo Nessun commento

FOGGIA – Le eccellenze agroalimentari di Capitanata ´volano´ a Parigi

Pubblicato lunedì, 20 ottobre 2014

I prodotti del territorio di Capitanata saranno i protagonisti di ‘Terra di Puglia: il gusto del sole’, il primo evento interamente dedicato alla Puglia rurale – alla sua enogastronomia, ai suoi profumi, alle sue radici culturali e alle sue best practices nell’agroalimentare – che si terrà dal 23 al 25 ottobre in Francia. Saranno presenti il Gal Daunofantino e il Gal Meridaunia con le aziende agroalimentari pugliesi che esporranno ben 19 gli olii in degustazione, 12 i pregiati vini rosati e numerose farine presentate.

L’evento si svolgerà presso la magnifica sede dell’Atelier gastronomico e Galleria d’arte contemporanea ‘le Purgatoire’, in rue de Paradis 54, a Parigi e consisterà in tre momenti di workshop e degustazione dedicati all’olio nelle sue varie declinazioni (dall’extravergine, al biologico, all’uso dell’olio nella cosmesi), al vino rosato pugliese, alle farine e ai frumenti

. La tre giorni parigina sarà presentata dalla conferenza stampa alla quale prenderanno parte Giovanna Genchi, dirigente del Servizio Internazionalizzazione della Regione Puglia, l’europarlamentare on. Elena Gentile, Francesca Marocchino, componente del Consiglio Generale dei Pugliesi nel Mondo e presidente dell’Associazione Sinergia Puglia di Parigi e Alberto Casoria, presidente del GAL Meridaunia. 

Completa il programma lo spettacolo di danza ‘Nato tra le cosce della terra’, una creazione coreografica di Ezio Schiavulli, danzatore e coreografo di origine gravinese che ha recentemente ottenuto il titolo di Membro del Consiglio UNESCO della Danza.

La manifestazione è parte del programma dei Laboratori dell’Innovazione e degli eventi culturali organizzati nell’ambito del progetto di cooperazione ‘Pugliesi nel Mondo’, al quale partecipano 19 GAL pugliesi, con capofila il GAL Meridaunia e organizzato in collaborazione con l'Ufficio Pugliesi nel mondo – Servizio Internalizzazione della Regione Puglia. 

da Teleradioerre

• Tags: Commenta questo articolo Nessun commento

BOVINO – Monti Dauni, la nuova destinazione turistica dei pugliesi. FOTO

Pubblicato lunedì, 20 ottobre 2014

Alla volta dei Monti Dauni, la nuova destinazione turistica dei pugliesi che stanno scoprendo questo territorio vocato al turismo, all'arte e alla buona tavola. Qui siamo a Bovino, la Urbino del sud, un piccolo borgo dove non manca nulla per accontentare anche il turista più esigente.

Ogni fine settimana arrivano frotte di turisti come il nutrito club del Circolo al Corso di Canosa di Puglia che ha scelto la perla dei Monti Dauni per inaugurare la stagione delle gite fuori porta. Una passeggiata nel borgo, la visita alla cattedrale, al castello, al museo diocesano e a quello civico, per finire al caratteristico mulino ad acqua nella valle del Cervaro.

Poi tutti a tavola per assaporare le prelibatezze dell'appennino. Piccoli centri, spesso sconosciuti, ma non per questo meno affascinanti e dove chi ama viaggiare  alla scoperta  di un mondo ancora autentico troverà diversi motivi per una piacevole sosta. 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

da Teleradioerre

• Tags: , Commenta questo articolo Nessun commento