Ultime Notizie da Foggia e dalla provincia di Foggia

Rassegna della stampa locale e comunicati delle Associazioni di Foggia e della provincia di Foggia

Siti web e servizi internet - il tuo business online

Per le vostre vacanze in Thailandia : THAILANDIA , VIAGGIO THAILANDIA , THAILANDIA VACANZE ,

BANGKOK THAILANDIA , ISOLA DI PHUKET

Tour e vacanze in Thailandia

Apertura della campagna estiva con giardino all'aperto!!!
La perla di Damal, pizzeria con forno a legna a Foggia  La perla di Damal, pizzeria con forno a legna a Foggia

Studio Fitness a Foggia e' un' isola dove il piacere di ritrovare la bellezza si sposa con il relax e la distensione di corpo e mente
Sala attrezzi Idromassaggio - Sauna - Solarium viso e corpo - Poltrona massaggiante - Bagnoturco  - Fitbox - Ginnastica dolce - Ginnastica posturale - Spinning - Total Body


Foggia cresce? leggi le email o invia un email a info@foggiaweb.it
Invalid or Broken rss link.

SAN PAOLO DI CIVITATE – Tragedia nelle campagne del Foggiano: 29enne muore folgorato, indagano i carabinieri

Pubblicato giovedì, 31 luglio 2014

Il cadavere era riverso sul ciglio della strada, a circa 20 metri dalla cabina di una linea Enel già presa di mira da predoni del rame. Sul posto, insieme al 118, anche i carabinieri della compagnia di San Severo che seguiranno il caso

Morto folgorato da una scarica elettrica ad abbandonato sul ciglio della strada dai complici con i quali – secondo la prima ipotesi degli inquirenti – doveva asportare rame dalla vicina linea dell’Enel.

E’ questa la tragica fine di Ivan Catalin, cittadino rumeno di 29 anni, il cui corpo ormai senza vita è stato ritrovato nella notte da alcuni passanti, nelle campagne di San Paolo di Civitate. Il cadavere dell’uomo era riverso sul ciglio della strada, a circa 20 metri da una cabina dell'Enel già presa di mira da predoni del rame negli scorsi giorni (era stata saccheggiata un’intera campata).

Sul posto, insieme ai sanitari del 118, anche i carabinieri della compagnia di San Severo ed il medico legale. I sanitari non hanno potuto fare altro che constare il decesso dell’uomo, avvenuto per folgorazione. Sull’accaduto, sono i corso ulteriori indagini finalizzate ad accertare le circostanze del decesso e la presenza di eventuali complici.

da Foggiatoday

• Tags: , Commenta questo articolo Nessun commento

MONTE SANT’ANGELO – ritrovato 73enne scomparso; “era in giro, sta bene”

Pubblicato mercoledì, 30 luglio 2014

Manfredonia – “IN giro per le montagne”. Avrebbe passato in questo modo gli ultimi 7 giorni il 73enne Giovanni Verde, del quale si erano perse le tracce dal pomeriggio del 23 luglio.

L’uomo, un pensionato 73enne originario di San Marco in Lamis, residente in una masseria in “piano San Vito”, tra le montagne di Monte Sant’Angelo, risiede in una masseria assieme all’allevatore proprietario della stessa, che ne aveva denunciatola scomparsa.

Le ricerche, secondo il piano attivato dalla Prefettura di Foggia, sono state condotte dai Carabinieri con l’ausilio di Vigili del Fuoco, Corpo Forestale dello Stato, personale del Comune di Monte Sant’Angelo, Protezione Civile e A.N.C. Manfredonia.

da Stato Quotidiano

• Tags: , Commenta questo articolo Nessun commento

FOGGIA – con coltello tenta rapina alle Poste, arrestato

Pubblicato mercoledì, 30 luglio 2014

 TENTA rapina in un ufficio postale, arrestato dagli agenti. Ieri mattina, alle ore 10,40 circa, nell’ Ufficio Postale 8, sito a Foggia in Corso del Mezzogiorno 12, ha fatto irruzione una persona travisata con una sciarpa, armata di coltello, che tentava di farsi consegnare il danaro contenuto nelle casse. Non riuscendo nell’intento per la reazione dei presenti, il rapinatore si allontanava cercando di far perdere le proprie tracce.

Un equipaggio della Sezione “reati contro il patrimonio” della Squadra Mobile della Questura di Foggia, si recava immediatamente sul posto, riuscendo a localizzare, a poche centinaia di metri dall’ufficio postale, il rapinatore ancora in fuga, che veniva bloccato ed identificato per Adriano Balsamo, nato a Foggia il 15.10.1976. L’uomo, pregiudicato per il reato di rapina, condotto in ufficio ammetteva le sue responsabilità.

La successiva visione del sistema di videosorveglianza dell’ufficio postale permetteva di riscontrare pienamente la responsabilità penale del Balsamo, in ordine a quanto accaduto. Lo stesso, su disposizione della Procura della Repubblica di Foggia, veniva associato in carcere.

da Stato Quotidiano

• Tags: Commenta questo articolo Nessun commento

FOGGIA – Don Uva, Cisl fp: ora garanzie per il futuro lavoratori

Pubblicato mercoledì, 30 luglio 2014

Garanzie per i lavoratori e per servizi socio-sanitari essenziali per migliaia di cittadini. E’ quanto chiede la Cisl Fp di Foggia, che esprime soddisfazione per l’internalizzazione dei 102 infermieri professionali che dal 1 agosto 2014 passeranno dalla cooperativa Rubens alle dipendenze della Casa Divina della Provvidenza, per la quale operano da lungo tempo nella struttura di Foggia.

“Pur trattandosi di un contratto di lavoro a tempo determinato della durata di tre mesi, esso rappresenta – afferma la segreteria territoriale della CISL Fp – un significativo passo avanti verso la definitiva stabilizzazione di questi lavoratori, che da anni vivono ingiustamente una situazione lavorativa incerta e tormentata”.

Pertanto, il sindacato della Funzione Pubblica della Cisl giudica positivamente “un’operazione che auspicavamo da oltre dieci anni”, rilevano il segretario generale territoriale, Giovanni Dalessandro, ed il segretario aziendale, Mario Ruggiero, che tuttavia manifestano “le forti preoccupazioni del sindacato dovute alla volontà della Congregazione Ancelle della Divina Provvidenza, ente ecclesiastico titolare della struttura socio-sanitaria, di cedere o affittare in tutto o in parte il complesso aziendale e delle attività, ufficializzata con un invito a manifestare pubblicato su testate giornalistiche regionali, nazionali ed internazionali (Sole24Ore, Financial Times, Corriere della Sera, Corriere del Mezzogiorno, Gazzetta del Mezzogiorno) in data 25 luglio 2014.

L’auspicio è che la Casa Divina Provvidenza – sottolineano i sindacalisti – non finisca nelle mani di avventurieri della Sanità interessati ad appropriarsi della struttura solo e soltanto per fare profitto. Noi della Cisl Fp vigileremo affinché siano comunque e sempre salvaguardati i livelli occupazionali unitamente ai delicati servizi assicurati alla comunità. A tal fine, invitiamo le Istituzioni a fare altrettanto affinché non si disperda – concludono i sindacalisti Cisl – uno storico e fondamentale patrimonio comune a tutto il territorio”.

da Stato Quotidiano

• Tags: Commenta questo articolo Nessun commento

FOGGIA –Rifiuti Gargano nell’Interporto? Giannatempo: no, a Foggia

Pubblicato mercoledì, 30 luglio 2014

 “E’ un dispiacere sapere di aver urtato con alcune affermazioni la sensibilità dell’assessore regionale all’Ambiente Nicastro, ma rimane gravissima la scelta deliberata della Regione Puglia di non informare del progetto presentato venerdì scorso i soci proprietari dell’Interporto ed i Sindaci dei nove comuni del Consorzio di Igiene Ambientale Bacino Fg/4.

Non è stato fuori luogo convocare una conferenza stampa per manifestare la nostra contrarietà ad un piano che possa sopra le nostre teste; semmai è stato fuori luogo, se non proprio sconcertante, il comportamento della Regione, che, senza interpellarci, ha annunciato ‘urbi et orbi’ l’illuminata iniziativa ai giornali, dai quali abbiamo saputo dello scherzetto di mezza estate”.

Il Sindaco di Cerignola, Antonio Giannatempo, che notoriamente non è un amante delle barricate, ribadisce la sua posizione di contrarietà all’”avveniristico” progetto redatto da 16 comuni dell’area garganica e denominato “Trasporto intermodale rifiuti solidi urbani dei Comuni del Gargano”, che ha convinto la Regione Puglia a siglare un accordo con Ferrovie del Gargano che prevede, a partire dall’inizio del 2015, il trasferimento dei rifiuti indifferenziati prodotti negli stessi comuni, attraverso la rete ferroviaria, all’Interporto di Cerignola per il successivo conferimento nell’impianto di Forcone Cafiero, sempre a Cerignola. Nicastro, commentando il “no” ai rifiuti nell’Interporto di Giannatempo e di Michele Lamacchia, Sindaco di San Ferdinando di Puglia, ha rilasciato alcune dichiarazioni molto dure pubblicate sul numero odierno de “La Gazzetta del Mezzogiorno”, arrivando a definire “non accettabile che amministratori pubblici si abbandonino a talune affermazioni senza avvertire l’imbarazzo e, soprattutto, senza tenere minimamente conto della storia recente del proprio territorio”.

Frasi che, unitamente alla totale mancanza di autocritica sul mancato coinvolgimento di chi dovrebbe concedere permessi ed autorizzazioni, suonano oggettivamente come una beffa che il pur solitamente moderato sindaco cerignolano non accetta di subire. “La storia recente del nostro territorio – dice Giannatempo – racconta dell’aiuto incondizionato offerto con grandissimo senso di responsabilità dai Sindaci dei nove Comuni del Consorzio Bacino Fg/4 a tanti altri Comuni che non sapevano dove conferire i propri rifiuti e che hanno evitato situazioni drammatiche grazie all’impianto di Forcone Cafiero, dove poi quegli stessi rifiuti sono stati smaltititi”.

Tra questi, cioè tra quelli “extrabacino” , ci sono anche attualmente diversi comuni garganici – il che sta peraltro determinando un riempimento degli spazi del quinto lotto della discarica – ma il primo cittadino ricorda a Nicastro “che si tratta di una soluzione temporanea: l’Ato provinciale di Foggia ha previsto infatti che i rifiuti di tutti i comuni garganici vengano conferiti nell’impianto di Foggia, fatta eccezione per quelli di Manfredonia e Mattinata, che confluiranno nella discarica di Forcone Cafiero: questa, così come l’Interporto, non è nella disponibilità della Regione Puglia.

Ricordo anche che gli impianti di smaltimento previsti in Capitanata sono tre: Foggia e Cerignola, appunto, e Deliceto, e che in ognuno di questi tre dovrebbe essere smaltito un terzo dei rifiuti prodotti nella provincia di Foggia”. Giannatempo, dunque, chiede a Nicastro “perché la Regione abbia deciso di cambiare improvvisamente le carte in tavola, quando lo stesso Piano Regionale di Gestione dei Rifiuti Urbani dice che ogni territorio deve dotarsi di strutture idonee per lo smaltimento dei propri rifiuti e quando l’Ato provinciale di Foggia ha stabilito che la destinazione dei rifiuti garganici sarà l’impianto di Foggia.

Se invece si desse malauguratamente seguito agli intendimenti manifestati il 25 luglio in Regione, a Cerignola arriverebbero due terzi dei rifiuti della Capitanata”. E’ incredibile constatare come il “Trasporto intermodale rifiuti solidi urbani dei Comuni del Gargano” finisca addirittura con il premiare, anziché escludere da qualsiasi tipo di concessione, Comuni dell’Aro Fg 5, “contro i quali non abbiamo niente”, che nel recentissimo passato si sono rifiutati sdegnosamente di ospitare sul proprio territorio impianti di biostabilizzazione dei rifiuti solidi urbani.

“Non può che incontrare il nostro favore ogni azione messa in campo per stroncare sul nascere i tentativi della criminalità locale di entrare nel business della gestione dei rifiuti – tiene a precisare Giannatempo -. Al tempo stesso, però, non posso che definire incommentabile la dichiarazione dell’assessore Nicastro, secondo il quale preferiremmo tenere chiuso l’Interporto permettendo di fatto ai vandali di disporne liberamente. Trasformare l’Interporto in un luogo delle operazioni di trasbordo dei container di rifiuti non significa trovare il bandolo della matassa per riqualificare la struttura. E perché far viaggiare i treni dei rifiuti garganici fino a Cerignola, spendendo inutilmente soldi pubblici,quando questi rifiuti dovranno essere smaltiti nell’impianto di Foggia?”.

da Stato Quotidiano

• Tags: Commenta questo articolo Nessun commento

Gargano, antidroga carabinieri, 15 arresti (foto-video)

Pubblicato mercoledì, 30 luglio 2014

Foggia/Vieste – Questa mattina 80 Carabinieri del Comando Provinciale di Foggia, con l’ausilio di un velivolo del 6° Nucleo Elicotteri Carabinieri di Bari e due unità cinofile dei Carabinieri del Nucleo di Modugno, hanno eseguito un’ordinanza di custodia cautelare emessa dal GIP del Tribunale di Foggia su richiesta della locale Procura della Repubblica, nei confronti di 15 persone, per spaccio e detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.

È stata eseguita la misura cautelare della custodia in carcere nei confronti delle seguenti persone: COPPOLA Matteo, classe ’84 – COPPOLA Francesco Pio, classe ’89 – GRIMA Giovannantonio, classe ’83 – NOTARANGELO Giuseppe, classe ’92 – NOTARANGELO Pasquale, classe ’91 – ZILLO Marco, classe ’92. La misura cautelare degli arresti domiciliari è stata invece eseguita nei confronti di: LANZONE Antonio, classe ’87 – ROTUNNO Giovanni, classe ’85 – VELOCE Mauro, classe ’77 – VESCERA Vincenzo, classe ’84 – ZILLO Felice, classe ’82 – LAURIOLA Matteo, classe ‘91. L’obbligo di presentazione alla Polizia Giudiziaria è, infine, la misura cautelare eseguita nei confronti di: BRAMANTE Filomena, classe ’91 – LAVELLA Francesco, classe 88 – MANICONE Giovanni, classe ’82.

LE INDAGINI. L’attività investigativa sviluppata dai Carabinieri della Tenenza di Vieste ha consentito di acquisire gravi indizi di colpevolezza nei confronti delle citate persone, tutte residenti nel citato comune garganico, in ordine alla detenzione di ingenti quantitativi di cocaina, hashish e marijuana, per la successiva immissione sul mercato viestano. Le indagini condotte attraverso attività tecnica e servizi dinamici permettevano di individuare i fornitori degli stupefacenti, di fatto identificati in Notarangelo Pasquale, Notarangelo Giuseppe e Vescera Vincenzo e gli altri soggetti ad essi legati, con mansioni di “pusher”, per lo spaccio al dettaglio.

In particolare Notarangelo Pasquale e Notarangelo Giuseppe, oltre a spacciare per proprio conto, approvvigionavano di stupefacente Coppola Matteo che si avvaleva di pusher tra cui Coppola Francesco Pio, Grima Giovannantonio e Rotunno Giovanni. Altro gruppo facente capo a Vescera Vincenzo comprendeva quali venditori al dettaglio Zillo Marco, Veloce Mauro, Lanzone Antonio, Zillo Felice e Lauriola Matteo.

Le complesse ed articolate indagini, che hanno impegnato i Carabinieri della Tenenza di Vieste per circa un anno, hanno consentito di raccogliere nei confronti degli indagati, con vari profili di responsabilità in ragione delle diverse funzioni e compiti, inconfutabili elementi di responsabilità in relazione alle citate ipotesi delittuose, acclarando la costituzione di un nutrito gruppo di persone dedite, in concorso tra loro, alla sistematica acquisizione e cessione “al dettaglio” di sostanze stupefacenti del tipo cocaina, hashish e marijuana.

Le investigazioni hanno consentito di sequestrare numerose dosi di cocaina, hashish e marijuana e di documentare, mediante relativi riscontri oggettivi, circa 75 episodi di spaccio delle predette sostanze stupefacenti, nonché di accertare, mediante captazioni telefonico – ambientali, 4.500 cessioni di droga, in un lasso di tempo di dodici mesi (feb. 2013 – mar. 2014), corrispondenti ad un “giro di affari” di euro 900.000 circa.

Nel corso delle indagini, inoltre, undici soggetti venivano arrestati in flagranza di reato per spaccio e detenzione ai fini di spaccio di droga e venivano sequestrati complessivamente circa 200 grammi di hashish, 100 grammi di cocaina e 500 grammi di marijuana.

LE PAROLE IN CODICE. Un aspetto di sicuro interesse dell’attività è rappresentato dal particolare linguaggio criptico utilizzato dagli indagati nelle conversazioni telefoniche. Per indicare la cocaina ed intendersi sulle dosi o sui grammi da acquistare, venivano adoperati i termini tipo: “CACIO RICOTTA” – “FORMAGGIO” – “PIETRE” – “LENZUOLA” “BOMBOLA DEL GAS” – “RICARICA TELEFONICA”. Per indicare lo stupefacente del tipo “hashish”, venivano impiegati i seguenti vocaboli: “CAFFE’” – “RUOTA DI SCORTA” – “GIUBBINO” – “JEANS” e per la marijuana: “BIRRA” – “PLAY STATION” – “APERITIVO” – VALIGIA” – “SCHEDINA”. Nel corso dell’esecuzione dei provvedimenti restrittivi sono stati, inoltre, rinvenuti e sequestrati: – 65 grammi di marijuana a carico di ROTUNNO Giovanni; – libro mastro con annotati gli importi degli acquisti/cessioni di droga e 4.520 euro in contanti a carico di NOTARANGELO Pasquale.

da Stato Quotidiano

 

 

FOTOGALLERY VINCENZO MAIZZI 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

TUTTI I DIRITTI RISERVATI

• Tags: , Commenta questo articolo Nessun commento

Spaccio di droghe a Vieste, arrestati quindici pusher

Pubblicato mercoledì, 30 luglio 2014

Facevano parte di un gruppo che vendeva al dettaglio che vendeva in particolare cocaina, hashish e marijuana

FOGGIA – Quindici persone sono state arrestate questa mattina a Vieste nel corso di un blitz anti droga. Gli arrestati farebbero parte di un gruppo di spacciatori dediti alla vendita al dettaglio di cocaina, hashish e marijuana.

 

Blitz antidroga a Vieste, 15 arresti

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Le ordinanze di custodia cautelare sono state emesse dal gip del tribunale di Foggia che ha accolto le richieste della procura dauna. All’operazione, ancora in corso, stanno partecipando 80 carabinieri del comando provinciale di Foggia, un elicottero e alcune unità cinofili.

da Corriere del Mezzogiorno/Foggia

• Tags: , Commenta questo articolo Nessun commento

FOGGIA – LA DIRETTA | E’ cominciato il primo Consiglio comunale targato Landella

Pubblicato mercoledì, 30 luglio 2014

Tutti presenti, maggioranza e opposizione. Al terzo punto all'ordine del giorno l'elezione del Presidente del Consiglio, che dovrebbe andare a Luigi Miranda

E’ cominciato da pochi minuti il primo Consiglio comunale targato Franco Landella. I primi ad occupare i banchi dell’aula consiliare sono stati i consiglieri di maggioranza: tutti, compatti, sorridenti e visibilmente emozionati. C’è grande attesa per l’elezione del presidente del Consiglio, che dovrebbe andare all’avv. Luigi Miranda.

Assente l’opposizione, ad eccezione di Vincenzo Rizzi, che evidentemente ha preferito disertare la seduta Tra i punti all’ordine del giorno la convalida degli eletti e il giuramento del sindaco

. Al terzo punto l’elezione del presidente del Consiglio, poi la comunicazione dei componenti della Giunta, l’elezione della commissione elettorale, la riduzione del numero delle commissioni consiliari, la costituzione delle commissioni consiliari permanenti, la nomina della commissione comunale per la formazione degli elenchi dei giudici popolari di Corte d’Assise e di Corte d’Assise d’appello. Infine il regolamento concernente gli indirizzi per la nomina, la designazione e la revoca dei rappresentanti del Comune di Foggia presso gli enti esterni.

11,20 VOTAZIONE MIRANDA. Primo appello 22 voti favorevoli e 11 astenuti. Secondo appello 21 voti favorevoli e 12 astenuti.Si passa alla terza votazione". Terza votazione 21 voti favorevoli e 12 astenuti.

10.45. PRESIDENZA DEL CONSIGLIO. De Rosa per Forza Italia : "Abbiamo scelto Miranda candidato alla presidenza. Non abbiamo mai pensato di tingerci di tradimento.

Forza Italia sostiene l'avvocato Luigi Miranda"

Ilaria Mari per il Nuovo Centrodestra: "Anche io per Miranda perchè votandolo noi votiamo per il rispetto di 7mila cittadini che hanno accordato la fiducia a Luigi Miranda. Votiamo perchè non possiamo dissentire dalla volontà popolare, che legittima la nostra presenza. Volontà che impone operato all'insegna dell'onestà. Nelson Mandela disse che se ci fosse stato una cosa che l'avrebbe ucciso sarebbe stata quella di svegliarsi la mattina e non sapere cosa fare. Dobbiamo ricordare di essere prima rappresentanti, poi cittadini".

Bruno Longo per le Destre Unite: "Maggioranza è e deve essere con Luigi Miranda. Poi dobbiamo dare fiducia alla Giunta affinché porti i risultati. Sono compiaciuto che Landella abbiamo sottolineato la necessità delle linee programmatiche, mai portate dal centrosinistra in aula.

Alcuni suoi comportamenti non mi sono piaciuti, ma le accordo una fiducia sui risultati. Abbiamo lasciato in mezzo alla strada i lavoratori di Foggia Servizi, abbiamo il PUG, l'annosa questione del cimitero. Dobbiamo affrontare e risolvere queste situazioni in aula. Buon lavoro a tutti e anche a Luigi Miranda".

Rosario Cusmai, lista Leonardo Di Gioa: "Ci sarebbe piaciuto condividere l'elezione con la maggioranza. Allo stesso modo per cercare di scrivere una nuova pagina della città, ma sull'elezione ci asterremo. Mi auguro che il presidente del Consiglio, eletto in una lista che voleva rappresentare il cambiamento, possa essere garante e il presidente di tutti".

Destinazione Comune: "Riteniamo che l'avvocato Luigi Miranda possa coniugare l'esperienza con la freschezza della politica, vero obiettivo di questa amministrazione comunale. Lo voteremo perchè fondere politica e associazionismo sia bello per questo Consiglio comunale"

Luigi Fusco capogruppo del Nuovo Centrodestra: "Siamo per Miranda e lavoreremo per la nostra città che amiamo fortemente".

Lucio Ventura, la Puglia Prima di Tutto: "Senza dubbio sosterremo Miranda, ma sarà necessaria l'imparzialità. Confermiamo il sostegno all'avvocato foggiano".

Luigi Buonarota, Lavoro e Libertà: "Contento di essere ritornato Saremo opposizione dura e attenta nel bene della città. Faccio gli auguri a Miranda"

Augusto Marasco, Il pane e le Rose: "Nell'augurare a tutti buon lavoro a tutti, Ci asterremo dalla votazione, ma gli auguro comunque buon lavoro"

Vincenzo Rizzi, Movimento 5 Stelle: "E' segno di democrazia la gente presente in questa seduta. Da parte mia opposizione dura e costruttiva. E un dovere contaminarci per far crescere questa città. Apprezzo il percorso di Miranda, ma mi vedo costretto ad astenermi perchè è un percorso nato all'interno della sola maggioranza".

Il consigliere Russo del PD: "Non ergeremo muri ma saremo attenti e vigili. Sconti non ne faremo, ma apprezzeremo atti validi. Io conosco Luigi Miranda da ragazzo, ne apprezzo le qualità, ma non possiamo votarlo perchè non c'è stata partecipazione. Avremmo preferito un confronto politico perchè la figura del presidente è figura terza".

Leonardo Iaccarino dell'UDC: "Sindaco, ho apprezzato il suo discorso e su alcuni punti mi trova d'accordo. Lei è stato consigliere comunale di minoranza come me e sa benissimo quanto sia importante. Rappresentiamo circa il 50% dell'elettorato e spero che lei terrà in considerazione questa mia affermazione.

Dobbiamo darci da fare e abbiamo necessità di dare risposte. Luigi mi duole non poterti votare, io mi asterrò".

Alfonso De Pellegrino del PD: "Chiede giustamente al Consiglio comunale di starle vicino. I consiglieri non si potranno sottrarre, penso però che rispetto alle azioni che tuteleranno gli interessi particolari e non della collettività, ci confronteremo. Per quanto riguarda Miranda il voto politico d'astensione è d'obbligo.

10.30 – GIURAMENTO LANDELLA. "Rappresentare Foggia, la mia città, la città che amo in cui vive la mia famiglia e ci sono gli affetti più cari è un grande onore ed onore. Comprendo le vostre ansie, l'entusiasmo e la passione, essendo stato già consigliere.

Maggioranza e opposizione abbiano come unico riferimento il bene generale, l'interesse della collettività. Raccoglierò spunti positivi da opposizione, ma sarò fermo sulle mie posizioni per mantenere il patto sottoscritto con la città. Confronto, dialettica e non delegittimazione reciproca" Momento toccante quando il sindaco ricorda Terenzio, Paglia e Laricchiuta.

Maggioranza e opposizione si alzano in piedi e applaudono. "Permettetemi di ricordare un collega con il quale ho condiviso l'impegno consiliare, seppur talvolta in contrasto che ci ha lasciati. Mi riferisco a Paolo Terenzio. Vorrei ricordare anche Antonio Paglia e Rocco Laricchiuta."

Il primo cittadino, emozionato, prosegue: "I giovani hanno gambe per la corsa, ma gli anziano conoscono la strada. Assemblea contiene giusto mix per dare risposte alla città. Sapremo farlo con impegno e dedizione. Ci sacrificheremo restituendo a Foggia orgoglio, dignità, senso d'appartenenza e speranza nel futuro. Sfida è restituire fiducia nelle istituzioni ai cittadini.

E' possibile trovare il Comune di Foggia un alleato e non un nemico. Non sia sede di una casta. Scarsa partecipazione al voto, pericoloso campanello d'allarme. Segnale di sfiducia, rabbia e segno di protesta del non voto. E' sintomo e non malattia. C'è tempo per costruire legame con la comunità. Prosciugare palude dell'antipolitica. Dimostriamo che questo Consiglio sarà consiglio del fare, di essere propositivi e di difendere chi vive tra le difficoltà". E chiude tra gli applausi: "Giuro di rispettare lealmente la Costituzione italiana"

ORE 10.10 – RICORSO PONTONE. Si discute del ricorso di Italo Pontone circa l'incompatibilità del consigliere comunale Alfonso De Pellegrino. Intervengono Longo, Mainiero e il segretario Mascello. Al voto l'emendamento di Landella circa la convalida dell'elezione di Alfonso De Pellegrino. Passa l'emendamento di Landella, 12 gli astenuti.

da Foggiatoday

• Tags: Commenta questo articolo Nessun commento

FOGGIA – Luigi Miranda presidente del Consiglio comunale di Foggia: “Garantisco imparzialità”

Pubblicato mercoledì, 30 luglio 2014

Eletto alla terza votazione, l'ex candidato sindaco è il nuovo presidente del Consiglio comunale. Maggioranza compatta. L'opposizione si è astenuta

.Nella foto Luigi Miranda

E’ l’avvocato Luigi Miranda ed ex candidato sindaco dell’omonima lista il nuovo presidente del Consiglio comunale di Foggia. Il neo garante dell’assise consiliare è stato votato all’unanimità dai gruppi della maggioranza, mentre la minoranza si è astenuta in quanto la scelta non sarebbe stata condivisa. Miranda, unico candidato, è stato eletto alla terza votazione.

. LUIGI MIRANDA. “Ringrazio i consiglieri di maggioranza per il consenso e le meravigliose parole che spero di meritare in questi cinque anni di consiliatura. Ringrazio anche gli amici dell’opposizione. Garantisco l’imparzialità della conduzione dei lavori, come prevede la legge e lo statuto del nostro Ente. Io mi rivolgerò ai colleghi nella consapevolezza che ognuno di noi ha tanto da imparare.

Non posso esimermi dal ringraziare i candidati della lista Miranda Sindaco e gli elettori che mi hanno consentito di essere qui. Ringrazio una persona che non c’è più e che sono sicuro ha vigilato dall’alto, il mio amato papà. L’onore che mi avete dato mi riempie di orgoglio ma mi carica di grande responsabilità”.

da Foggiatoday

• Tags: Commenta questo articolo Nessun commento

TROIA – Convegno Uva di Troia, tiro al bersaglio contro il sindaco. Cavalieri: “Occasione persa”

Pubblicato mercoledì, 30 luglio 2014

L'accusa pubblica: "…chi non ama bere vino, non ama il proprio territorio". Il primo cittadino: "Una rincorsa inutile e denigrante, che aveva come unico scopo lo scontro volgare e non la promozione di una risorsa preziosissima"

Il palco dedicato all’Uva di Troia e al suo prelibato nettare (il vino Nero di Troia) si è trasformato in un’occasione per attaccare il sindaco della città del Rosone, Leonardo Cavalieri.

“Il messaggio che sarebbe dovuto passare con forza, nella serata dedicata al Convegno Regionale sull’Uva di Troia, era quello di una passione sincera per un territorio così ricco di tradizione, ma purtroppo così non è stato”. La delusione passa per i comunicati stampa dell’amministrazione comunale.

“Non è stato possibile per le numerose e piccate accuse rivolte direttamente al sindaco di Troia, Leonardo Cavalieri, presente alla serata, secondo le iniziali previsioni dell’organizzazione, semplicemente come rappresentante istituzionale, tirato poi in ballo dai presenti per denigrare l’operato della nuova amministrazione comunale”.

Un’amministrazione formata da forze nuove che, già ben prima che si consumasse lo scontro elettorale, aveva più volte sottolineato la necessità di voltare pagina solo rispetto a quanto di negativo era andato sedimentandosi negli anni, salvaguardando e proteggendo quanto di positivo era stato realizzato in precedenza.

“Sicuramente – si legge – alle iniziative cui si sarebbe guardato sempre con plauso e sforzo ulteriore di valorizzazione c’è sempre stato il Convegno Regionale sull’Uva di Troia, un incontro importante, fiore all’occhiello per una comunità il cui nobile amore per la propria terra e per il lavoro della terra è sempre stato più che evidente in questi anni”.

Convegno che invece ha funto da rampa di lancio per le accuse, gratuite ed infondate, evidentemente orchestrate al solo fine di “colpire l’immagine positiva e trasparente che va consolidandosi attorno alla nuova amministrazione, che hanno dapprima offeso il primo cittadino con l’ingiuria che “…chi non ama bere vino, non ama il proprio territorio” per poi arrivare all’assoluta mancanza di rispetto per il ruolo di moderatore, affidato ad un volto noto della testata regionale giornalistica della Rai, che incalzava delegittimando il risultato fresco delle scorse elezioni, al grido di “saranno presto gli elettori a decidere se questo sia o meno un buon sindaco”.

“Dispiace dover constatare come l’ospitalità che da sempre ha contraddistinto la comunità troiana non sia stata assolutamente rispettata dai suoi stessi ospiti. Ospiti spinti, con grave evidenza di quanto detto, in una rincorsa inutile e denigrante, che aveva come unico scopo lo scontro volgare e non la promozione di una risorsa preziosissima del nostro territorio.

Sì, perché il vino, assieme a tutti gli altri prodotti che hanno reso famosa Troia, sono l’orgogliosa immagine della nostra terra, che è evidente non si rifletta nella falsa immagine descritta di un Sindaco che si disinteressa o non ama la propria cittadina”.

“Un Sindaco che, nonostante i ripetuti attacchi, ha continuato fino alla fine della serata ad insistere sull’unico punto che sta a cuore all’amministrazione, un messaggio che gli altri si sono impegnati istericamente affinché non passasse, ovvero incentivare ed aiutare i più giovani al fine di allargare e sostenere la coltivazione del prezioso vitigno di Troia”.

“A margine di quanto occorso, dispiace sottolineare inoltre l’increscioso fenomeno relativo al percorso eno-gastronomico organizzato a fine convegno. Un percorso che purtroppo, nonostante il prezioso impegno evidente ed assolutamente encomiabile di ristoratori e cantine locali, è stato macchiato da una macchina organizzativa tutt’altro che perfetta, che ha visto rimanere tantissimi degli acquirenti dei ticket letteralmente “a bocca asciutta” per la scarsissima quantità di vino presente agli stand di distribuzione”.

“Un fatto inammissibile. Un’organizzazione che, vale la pena evidenziare, ha visto nel Comune di Troia un mero ruolo marginale di partecipazione come partner patrocinatore dell’iniziativa e null’altro, cui bisogna anche chiedere il perché di tante altre macchie, come quella del mancato invito ad altre categorie sindacali (come Coltivatori Diretti, ad esempio) ad una serata così importanti”.

da Foggiatoday

• Tags: Commenta questo articolo Nessun commento

FOGGIA – Il Leo Club Foggia Host per il piccolo Salvatore

Pubblicato mercoledì, 30 luglio 2014

Il Leo Club Foggia Host, ramo giovanile del Lions Club Foggia Host, presieduto dal diciannovenne Marco Simone, non è rimasto insensibile alla vicenda del piccolo Salvatore, miracolosamente sopravvissuto all’esplosione di Via De Amicis nella quale hanno purtroppo perso la vita entrambi i suoi genitori.

I 20 giovanissimi che compongono il Leo Club Foggia Host, pertanto, hanno organizzato una raccolta fondi tra i propri soci e hanno donato la somma di 400 euro al piccolo Salvatore, versandola sul conto corrente aperto dal curatore del bambino e promettono di non abbandonare le sorti del ragazzo.

“Il Leo Club Foggia Host è da sempre vicino, seppur nel suo piccolo, a qualunque realtà di disagio e di difficoltà nella nostra città e non poteva rimanere inerte rispetto a questa dolorosa vicenda” afferma Marco Simone. “Contribuiremo affinchè non si spengano i riflettori sul futuro di questo bambino e gli staremo vicini affinchè possa avere le giuste attenzioni ed anzi lanciamo un appello sin da ora alle altre associazioni foggiane affinchè si possa organizzare insieme un grande evento di solidarietà in favore del piccolo Salvatore”.

da Teleblu

• Tags: Commenta questo articolo Nessun commento

MANFREDONIA – Sciale delle Rondinelle, condomini morosi e AQP stacca l´acqua

Pubblicato mercoledì, 30 luglio 2014

Un villaggio in balia delle onde, anzi in preda alla cattiva amministrazione condominiale ma soprattutto alla superficialità dei residenti, molti dei quali non versano le quote condominiali da anni e non pagano le spettanze all'Acquedotto Pugliese.

Un debito che supera le 20000 euro e che ha costretto i tecnici di AQP a sospendere l'erogazione di acqua potabile dal pomeriggio di ieri, causando gravi disagi alla popolazione di uno dei più numerosi villaggi della Riviera Sud di Manfredonia. Oltre all'acqua a Sciale delle Rondinelle manca anche l'illuminazione pubblica da ormai un anno. Motivo? I condomini non pagano e l'Enel ha staccato la luce.

da Teleradioerre

• Tags: Commenta questo articolo Nessun commento

FOGGIA – Isole Tremiti, inaugurato il museo delle radio d´epoca

Pubblicato mercoledì, 30 luglio 2014

Inaugurato alle Isole Tremiti, sull'isolotto di San Domino, il museo della radio d'epoca dedicato a Lucio Dalla. Oltre 350 esemplari, parte della collezione privata del Cav. Franco Pistilli, sono in bella mostra nel salone poco distante dall'abbazia. La mostra rimarrà aperta al pubblico per tutto il periodo estivo.

da Teleradioerre

• Tags: , Commenta questo articolo Nessun commento

FOGGIA – Questa sera l´iniziativa ´PuliAmo Parco San Felice´

Pubblicato mercoledì, 30 luglio 2014

Emergenza sicurezza in provincia, priorità in città. Una Capitanata in affanno, un capoluogo che guarda con preoccupazione ad una serie di urgenze per i suoi cittadini, una nuova Amministrazione Comunale che sta affrontando imprevisti (dalla chiusura dell'Ovile nazionale di Borgo Segezia, dalla quale scaturirebbero gravi ripercussioni sull'economia del territorio alla 'querelle' con Ferrovie dello Stato per scongiurare l'ipotesi di aggirare la fermata di Foggia sulla tratta Bari-Roma) e bisogni (il 'piano salva-strade per ricoprire le buche stradali, e poi l'aeroporto Gino Lisa, il contrasto alla criminalità, emergenza sul fronte ambientale…).

Tra le priorità del capoluogo dauno anche il recupero di Parco San Felice, e la città lo sa bene. Del degrado e sporcizia del Parco simbolo di Foggia i cittadini sono seriamente preoccupati. Al di là poi di uno stato di protesta, sono gli stessi che si rimboccano le maniche per dire basta al totale abbandono in cui versa l'area.

Come ad esempio l'iniziativa di un gruppo di tre amici, Fabrizio Abbruzzese, Angelo Stramaglia e Alessandro Gambino che – dopo aver realizzato il sogno di aprire un locale nel centro storico di Foggia – si riunisce attorno ad un claim "Un parco sporco non può essere 'Felice'.

E noi neanche" e ad una proposta, prendersi cura del Parco. I tre amici decidono infatti di 'sporcarsi le mani': "Un insieme di persone per la comunità – fanno sapere – tutti insieme per dare una bella pulita al parco, il nostro Parco San Felice". Appuntamento questa sera – mercoledì 30 luglio – ore 21.00. Per dire basta al Parco come vergogna a causa dell'inciviltà di chi pensa che Parco significa cassonetto per cui sceglie di gettare carte, bottiglie, buste nel campo in mezzo al verde, sotto le stelle.

"E allora riuniamoci, bustoni e guanti e diamoci da fare, per noi e anche per dar l'esempio ai meno civili": è questo l'invito che Fabrizio, Angelo e Alessandro rivolgono attraverso il social network Facebook a tutti gli 'amici'. "Non vuole assolutamente essere una manifestazione politica o altro, chi ci conosce lo sa, semplicemente la voglia di mettersi insieme per una sera con altre persone, con amici e rimboccarsi le maniche

. Vi aspettiamo, appuntamento alle ore 21.00 davanti la palestra Taralli. Passate parola e condividete". https://m.facebook.com/events/1446396972313953?notif_t=plan_user_joined&ref=m_notif

da Teleradioerre

• Tags: Commenta questo articolo Nessun commento

SAN SEVERO – Nuova sede per il mercato di via Zannotti, ma è solo per 4mesi

Pubblicato mercoledì, 30 luglio 2014

Il mercato ortofrutticolo e ittico di via Zannotti è stato trasferito temporaneamente per consentire i lavori rifacimento della struttura mercatale, così come previsto dal progetto di Rigenerazione Urbana.

Il mercato, così come deciso nella conferenza di servizio, è stato provvisoriamente spostato sulla stessa via Zannotti, ma nell’area del monumento ai Caduti di Nassiriya, che è stato già oggetto di riqualificazione nei mesi scorsi con l’istallazione della nuova pavimentazione.

Un trasferimento temporaneo che dovrebbe durare circa 4 mesi, quando terminata la nuova struttura mercatale gli ambulanti potranno far rientro nell’area che da sempre li ospita. Per favorire il lavoro dei mercatali saranno delimitate e riservate alcune aree di parcheggio pubblico per il carico e scarico degli operatori dalle 7 alle 14 nelle vie Masselli, Zannotti, San Matteo e via don Minzoni.

L’ordinanza impone agli operatori anche di mantenere costantemente pulita l’area temporanea e contribuire allo stesso modo, lasciando l’intera area in perfette condizioni, senza che vengano arrecati danni alla pavimentazione, ai marciapiedi, alle strutture e al materiale concesso. In caso di danni infatti gli operatori mercatali saranno chiamati a ripristinare a proprie spese i danni arrecati al patrimonio pubblico.

L’Amministrazione Comunale, ben consapevole della situazione poco decorosa in cui versa oggi la piazzetta Salvatore Marracino, con il monumento dedicato ai “martiri di Nassiriya”, ha annunciato che la situazione di disagio sarà presto risolta con una nuova logistica che consentirà agli addetti ai lavori di potere svolgere la loro attività commerciale, e, allo stesso tempo, rendere più consono il luogo dedicato alla memoria dell’eroico sanseverese.

“L’amministrazione comunale – spiegano da palazzo Celestini -, pur non essendo responsabile delle decisioni prese in merito all’attuale conformazione del momentaneo gazebo, e pur non stravolgendo le decisioni già prese, ribadisce che è solo una situazione transitoria per l’espletamento dei lavori già cantierizzati, anche se potrebbero verificarsi dei ritardi. Ci impegneremo affinché venga rispettata la consegna del cantiere”.

da Sanseverotv

• Tags: Commenta questo articolo Nessun commento

MONTE SANT’ANGELO – 2 Agosto 2014: 4° CorriMonte – Campionato provinciale 10 km.

Pubblicato mercoledì, 30 luglio 2014

Diecimila metri tra arte, fede storia e un paesaggio mozzafiato a cui si aggiunge il calore dei montanari.

E’ tutto pronto per la 4° CorriMonte, la gara podistica di 10 km in programma sabato 2 agosto a Monte Sant’Angelo, quest’anno valida come Campionato Provinciale 10 km.

La Manifestazione organizzata dal Gruppo Podistico Montanari Doc, è inserita nel circuito Corricapitanata 2014 e prevede anche 4 gare per bambini e ragazzi che faranno da prologo alla gara degli amatori. Il ritrovo è previsto davanti la villa comunale alle ore 16:00, alle ora 16:45 ci saranno le gare dei ragazzi, alle ore 18:00 la gara degli amatori.

Al via anche quest’anno le punta di diamante dell’atletica foggiana oltre che al montanaro doc Matteo Notarangelo. In poco tempo la CorriMonte è riuscita a diventare una classica nel panorama delle gare pugliesi attraendo atleti anche da fuori regione, che non vogliono certo perdersi l’emozione di correre su un percorso pieno di emozioni con un paesaggio mozzafiato, attraversando prima le vie cittadine con il caratteristico centro storico, costeggiando la Basilica dell’Arcangelo per poi buttarsi a capofitto nella discesa verso Siponto facendovi ritorno per gli ultimi 3 km di gara.

Per saperne di più basta visitare il sito http://montanaridoc.jimdo.com. Ancora pochi giorni per iscriversi e vivere questa emozione lunga diecimila metri. Martedì 29 luglio 2014, alle ore 18:00, presso l’aula consiliare del Comune di Monte Sant’Angelo, si terrà la conferenza stampa di presentazione della 4^ CorriMonte. Nella stessa presentazione, saranno ringraziati tutti gli sponsor che hanno contribuito alla manifestazione. Il Programma: Ore 16:00 ritrovo Villa Comunale ( Piazza Beneficenza )

Ore 16:45 Cat. 0-6 anni ( Metri 200 ) Ore 16:55 Cat. 7-10 anni ( Metri 400 ) Ore 17:10 Cat. 11-13 anni ( Metri 1000 ) Ore 17:25 Cat. 14-15 anni ( Metri 2000 ) Ore 18:00 Cat. FIDAL ( KM 10 ) Ore 19:00 PREMIAZIONI Le iscrizioni si potranno effettuare entro e non oltre le ore 24.00 del 30 luglio, inviando all’indirizzo e-mail info@correreinpuglia.it (Quotadamo Onofrio Pio) , oppure all’e-mail montanaridoc@gmail.com . Per info contattare il Presidente RINALDI RAFFAELE – 328 4122022.

Raffaele Luciano da Ondaradio

• Tags: Commenta questo articolo Nessun commento

VIESTE – Questa sera Coez in concerto con “Non Erano Fiori Tour”

Pubblicato mercoledì, 30 luglio 2014

L'evento, organizzato dai conduttori della trasmissione radiofonica di OndaRadio "Lacci Sciolti, Giuseppe Solitro e Cristiano Zintu, coinvolgerà il centro di Vieste a partire dalle 19.30, dove verranno allestite postazioni live lungo il corso principale che ospiteranno giovani artisti locali.

Sesto Piano @ "Snai Caffè" · Frodini & Firr F'let @ "Dejavù Lounge Bar" · Flezy GMN e Dama Colors @ "Cafè Del Mar" · Kekkella, Francesca Cristino & Giuseppe Gentile @ "Birroteca Doppio Malto"

Alle ore 22.00 avrà inizio il live (unico in Puglia dell'estate 2014) dell'artista romano Silvano Albanese, in arte Coez, che porterà in tour il disco "Non erano Fiori".

La serata continuerà a fine concerto presso il QuaseNada Beach Club con l'Official After Party con Dino Brown. DIRETTA SU ONDARADIO A PARTIRE DALLE 19,30 (Si ringraziano le attività che hanno contribuito all'evento).

da Ondaradio

• Tags: Commenta questo articolo Nessun commento

PESCHICI – si tinge dei colori dell’Arcobaleno

Pubblicato mercoledì, 30 luglio 2014

Anche quest’anno l’Amministrazione Comunale ha voluto rinnovare il suo impegno nel contrasto delle discriminazioni per orientamento sessuale ed identità di genere. Si replica la Notte dell’Arcobaleno.

Anche quest'anno l'Ammi­nistrazione Comunale di Peschici ha voluto rinnovare il suo impegno nel con­trasto alle discriminazioni per orientamento sessuale ed identità di genere. Si ;re­plica dunque la Notte Arco­baleno, a cui era stato dato avvio lo scorso anno.

Nel bellissimo scenario della città di Peschici, per due notti, perla arcobaleno del Gargano, con il patrocinio del Puglia Pride e dell'Arci­gay Foggia 'Le Bigotte' sì svolgeranno due incontri sul modo di informare e co­municare senza discriminare in materia Lgbt. Entrambi gli appuntamenti si terranno presso la villa co­munale di Peschici a partire dalle 21.30 sabato 2 e dome­nica 3 agosto.

Nella prima serata si confronteranno sul tema, moderati dal Vice Presidente Arcigay Foggia Luigi Lioce, il Sindaco della città di Peschici Franco Ta­vaglione, Donato Di Milo, Presidente del Consiglio Comunale di Peschici e ideatore dell'iniziativa, Alessandro Cecchi Paone (Giornalista), Flavio Roma­ni presidente nazionale Ar­cigay da nota fotografa Mia Battaglia.

In programma domenica 3 agosto, invece, sempre in Villa Comunale Vladimir Luxuria con Ales­sandro Cecchi Paone pre­senta il suo ultimo libro "L'Italia Migliore". Con questa apertura alla co­munità Igbt, il Comune di Peschici cerca di ricreare le condizioni per un turismo colorato e alternativo, capa­ce di guardare alle origini della villeggiatura peschi­ciana, amata da artisti, gior­nalisti e grandi personaggi dello spettacolo.

Tanti i no­mi del jet set anni Sessanta che a Peschici cercavano anonimato, tranquillità e trasgressione primordiale. Tra questi, Gianni Petrucci, l'architetto Ludovico Qua­roni, la giornalista Camilla Cederna, e poi il principe Pier Francesco di Bergolo, figlio di Iolanda di Savoia e marito di Marisa Allasio, Catherine e Agnes Spaak, Lucio Dalla, Valeria Cian­gottini, Giorgio Bocca, gli architetti e designer Cop­pola e Bellini, Enzo Biagi, Alan Fletcher, Edoardo Sanguineti, Dino Buzzati, Allen Iohns, Aldo Fabrizi, Johnny Dorelli, Iules Das­sen, Marcello Mastroianni e il Mago Zurlì Gino Torto­rella, oltre a Romano Con­versano e Alfredo Bortoluz­zi, che avevano addirittura acquistato l'uno il Castello e l'altro una villetta nella pia­na interna. "Io qui sto bene- . diceva quest'ultimo – Sto gran parte del giorno al­l'aria libera, dipingendo, guardando il mare e ascol­tando i concerti degli usi­gnoli'" narra Francesco Paolo Tanzj nel suo raccon­to.

"Era un piccolo paradiso, quello, e loro facevano di tutto per tenerlo nascosto, per lasciarlo così com'era, genuino e un po' fuori dal mondo. Conversano e Bor­toluzzi dipingevano indi­sturbati i loro quadri e Lucio Dalla veniva a fermarsi per lunghi giorni dalla sua "se­conda mamma". Queste personalità lasceranno Pe­schici quando anche lo "splendido primitivo villag­gio dei pescatori" diventerà il carnaio del turismo mas­sificato. Oggi, insomma, occorre an­che diversificare i target.

Le famiglie tradizionali, impo­verite dalla crisi, consuma­no poco sul Gargano e per­nottano per periodi sempre più brevi. Peschici ha biso­gno di ritrovare il suo tratto glam e. il suo buon gusto, perso dopo anni di turismo chiassoso e un po' cafone, stracolmo di chincaglierie cinesi.

Prima di trovare la sua Carrer de la Virgen servi­ranno anni (una tendenza non si costruisce solo con un convegno) né si intravedono al momento spiagge degne di Es Cavallet o di Fi­guretas ad Ibiza o di "Small Banana" . a Skiathos.

La c1ientela gay ed Igbt in gene­re è molto esigente e come si sa spesso manifesta stili di vita abbienti, elegan­ti e superiori agli standard. Il presidente del Consiglio peschiciano Donato Di Milo, con la delega al Turismo, si dimostra soddisfatto del­l'iniziativa.

"È stata una mia invenzione, si tratta di una problematica importante. L’anno scorso mi sono mes­so in contatto con l'Arcigay di Foggia e abbiamo avuto riscontri molto positivi. Quest'anno abbiamo deci­so di raddoppiare, dedican­do un intero weekend". Di Milo non nasconde di aver fatto anche "una valu­tazione turistica".

"Voglia­mo dare un segnale e aprire a clientele nuove, è ovvio che non posso sapere gli orientamenti sessuali dei turisti e quanta fetta della comunità lgbt sceglie Pe­schici, ma si è creato attorno alla nostra città un movi­mento diverso, più creativo. Sono un insegnante e so che non si parla spesso di diver­sità. È giusto affrontare il di­battito, Peschici è pronta ad accogliere, si sente arcoba­leno. Anche la gente anzia­na lo scorso anno era ben di­sposta all'ascolto".

Antonella Soccio

L’Attacco

• Tags: Commenta questo articolo Nessun commento

Carpino/ Parte il festival della musica popolare e delle sue contaminazioni

Pubblicato mercoledì, 30 luglio 2014

Da venerdì 1° fino al 10 agosto sarà Carpino Folk Festival 2014: il primo appuntamento tra il treno delle Ferrovie del Gargano, la visita alla necropoli di Monte Pucci e la proiezione del documentario di Giovanni Rinaldi sulle confraternite di Vico del Gargano.

Torna, con la 19ª edizione, il Carpino Folk Festival, un evento che attraversando il Food Festival, il Cantar Viaggiando, la Notte di Chi Ruba Donne e il Festival della musica popolare e delle sue contaminazioni unisce l'agroalimentare con la mobilità lenta e i concerti della tradizione con i concerti della riproposta, quindi anche la cultura della Puglia garganica. Il 1° agosto il Festival fa tappa a Vico del Gargano per la proiezione del documentario "Dal Gargano al Salento con le confraternite di Vico del Gargano" di e con Giovanni Rinaldi.

Il reportage cinematografico documenta il viaggio, dal Gargano al Salento, della corale composta dai cantori delle cinque confraternite di Vico del Gargano. Sul modello ideale dei road-movie, il viaggio in pullman dei cantori attraversa le strade della Puglia per raggiungere Calimera e Castrignano dei Greci, dove, nel cuore della Grecìa salentina, durante la settimana che ha preceduto quella santa si è svolta la rassegna internazionale Canti di Passione.

Giovanni Rinaldi, oggi alla regia del documentario, nel 1978 fu tra i primi ricercatori che raccolse su nastro magnetico i canti polivocali della Settimana Santa vichese (oggi digitalizzati e conservati presso l'Archivio Sonoro della Puglia): il Miserere, l'Agonia, l'Evviva la Croce, eseguiti nelle chiese e nelle strade del paese dalle cinque confraternite.

Alcuni di quegli esecutori, quelli allora più giovani, oggi sono i maestri cantori che tramandano ad altri più giovani una tradizione vocale e musicale secolare. Rinaldi ha portato con sé quelle registrazioni, le ha riascoltate con i cantori durante il viaggio e ha raccolto le voci di oggi, tra memoria ed emozioni.

La registrazione delle loro performance nelle chiese salentine, davanti a un pubblico diverso da quello del proprio paese di origine, si alternano allo scorrere del paesaggio pugliese e allo scorrere delle testimonianze dei protagonisti di questo stesso viaggio. Il docu-film è una coproduzione del Carpino Folk Festival 2014 e della Daunia Production.

La proiezione di Rinaldi verrà anticipata alle ore 15.00, sulla tratta San Severo/Calenella, dall'avvio del progetto Cantar Viaggiando, "Un viaggio slow a bordo dei vagoni delle Ferrovie del Gargano" che sarà impreziosito dalla presenza del botanico Nello Biscotti che con "Al Monte Gargano, tra mitologie, letteratura e scienze naturali" renderà piacevole e originale il tragitto, cantando e raccontando e godendo appieno i paesaggi che si attraversano nel tramonto di un estate garganica.

Con Nello Biscotti lo studioso NICOLA GIULIANO e l'accompagnamento della chitarra battente di LUCA D'APOLITO. L'iniziativa di informazione voluta dal Gal Gargano col progetto PIAZZA GAL è tesa a diffondere la conoscenza delle produzioni locali, con l’obiettivo di sostenere e diffondere il consumo di prodotti tipici e di qualità.

A bordo è prevista la degustazione di prodotti tipici regionali. Giunti a Calenella, l'evento proseguirà alle ore 17.00 con la seconda parte che prevede la visita (gratuita) alla necropoli paleocristiana di Monte Pucci (guida Domenico Sergio Antonacci). In località Calenella, infatti, nel territorio di Vico del Gargano, in un suggestivo contesto paesaggistico affacciato verso il mare e la Pineta Marzini, è situata una necropoli paleocristiana probabilmente utilizzata sin dal III secolo d.C.

Questo luogo rappresenta una testimonianza degli antichi usi della vita cristiana e funeraria delle popolazioni garganiche che spesso vivevano nelle caverne sparse lungo la costa. Si tratta di ampie grotte sepolcrali, ingrandite dopo aver scavato nel calcare del monte; ogni ingresso di queste cavità, una ventina, è rivolto al tramonto del sole, ed è spesso preceduto da un corridoio d’entrata scavato nella pietra.

Le recenti scoperte in fase di scavo hanno fatto emergere diverse stratificazioni con relative sepolture di diverso genere, oggetti di corredo, atipicità di alcuni elementi decorativi, materiali in bronzo, legno, tra i quali, un anello con Diomede e delle brocchette di vetro, fanno supporre anche a defunti di un elevato ceto sociale. Terminata la visita, quindi, tutti i viaggiatori verranno condotti a Vico del Gargano per la proiezione del docu-film e successivamente ricondotti a Calenella per intraprendere il viaggio di ritorno.

da Ondaradio

• Tags: Commenta questo articolo Nessun commento

SAN GIOVANNI ROTONDO – S. Giovanni Rotondo/ Pronti tre giorni di eventi per l’assegnazione dell’oscar

Pubblicato mercoledì, 30 luglio 2014

E’ in programma dal 3 agosto la kermesse mondiale del folclore.

Dal 3 al 5 agosto, San Giovanni Rotondo ospiterà anche l'Oscar Mondiale del Folklore, evento orga­nizzato sempre dall'IGF e dalla FITP (Fe­derazione Italiana Tradizioni popolari).

Una "tre giorni" dal sapore speciale, se si considera che, oltre alla premiazione di personalità di tutto il mondo distintesi nel campo del folklore, è prevista anche l'inaugurazione della sede mondiale dell'IGF, nel cuore del centro stoirico del paese di San Pio. Prevista la partecipazione di gruppi internazionali, italiani, della Puglia e del Gar­gano in particolare.

“Un momento di particolare importanza per la nostra cultura popolare – commenta Benito Ripoli, presidente nazionale della FITP – che premia il lavoro svolto da tanti ricercatori garganici. Un traguardo, quello raggiunto dalla nostra terra, che ci fornisce nuovi stimoli per continuare l'incessante lavoro iniziato anni fa e che con­tinua a essere svolto da tanti, validi giovani ricercatori-musicisti della nostra tradizione.

Il Gargano riafferma, semmai ce ne fosse bisogno, di essere uno scrigno incredibile di tesori culturali di ineguagliabile bellezza e valore». Ricco il programma. S'inizia domenica 3 agosto. In mattinata arrivo Delegati IGF e Gruppi del World Folklor Stars;

alle ore 15, incontro con l'IGF;

alle ore 19,30 in piazza De Mattias l'au­gurazione della sede mondiale del folklore; alle ore 20, l'inau­gurazione della mostra sull'artigianato;

alle ore 21.30, sempre in piazza De Mattias, concerto di tarante-tarantel­le – tamurriate e saltarello.

Lunedì, 4 agosto, visita ai luoghi sacri di San Pio da Pietrelcina;

alle ore 15.30, vi­sita turistica a Monte Sant' Angelo; alle ore 21, in piazza Europa spettacolo “World Folklor Stars”.

Martedi, 5 agosto, alle ore 11, in piazza Municipio, saluto alle autorità dei gruppi del World Folklor Stars;

alle ore 18, al cine-teatro "Pal­ladino", Oscar Mondiale del Folklore;

alle ore 21.30, in piazza Europa, serata di Gala – Spettacolo World Folklor Stars.”

Antonio D’Amico da Ondaradio

• Tags: Commenta questo articolo Nessun commento

SAN GIOVANNI ROTONDO – Sul Gargano la casa mondiale del folklore

Pubblicato mercoledì, 30 luglio 2014

A San Giovanni Rotondo la sede dell'lGF ora in Romania. Il paese di Padre Pio crocevia delle culture multietniche legate alle tradizioni popolari dei paesi di tutto il mondo. Culture ancestrali, canti che si perdono nella notte dei tempi, ritmi e­ melodie che affascinano.

Ingredienti che fanno del Gargano una terra misteriosa e nello steso tempo di straordinaria bellezza dove sonorità e aspet­ti coreutici sono ingredienti unici, ricercati e studiati in tutto il mondo. Un bagaglio di culture a cui in questi giorni viene tributato un nuovo, importante riconoscimento: a San Giovanni Rotondo trove­rà casa la sede mondiale dell'Igf, la Federazione mon­diale del folklore.

Uffici, strut­ture operative, cento culturale e biblioteca multietnica per dare la possibilità a studenti e ricercatori di incontrarsi e confrontarsi sui loro percorsi. Ma anche un laboratorio pro­gettuale dove idelizzare "cantieri" tra le culture popolari. dei vari paesi che fanno parte dell'Igf

. È il frutto di una intesa tra l'amministrazione comunale del centro garganico con in testa il sindaco Luigi Pom­pilio, i vertici delle Federa­zioni internazionale e nazio­nale guidate da Dorel Cosma e Benito Ripoli. La sede dell'IGF e della Fitp troveranno sede in un vecchio sito religioso del '700, in piazza ne Mattias, nel cuore del centro, storico del paese noto anche per Padre Pio.

Sito da poco ristrutturato e riportato al suo antico splendore. Domenica 3 agosto l'inau­gurazione. «È il giusto rico­noscimento alla cultura della ­nostra terra – commenta il sindaco Pompilio -. San Gio­vanni Rotondo e il Gargano – hanno le peculiarità per es­sere al centro di un nuovo modo di concepire il folklore. E noi come amministrazione municipale abbiamo inteso contribuire a una nuova – forma di sviluppo territoriale.

La struttura messa a disposizio­ne della comunità con una unità di intenti senza eguali – permetterà a tanti giovani ricercatori della nostra città e del promontorio di formarsi e diventare a sua volta testi­monial – della nostra tradizione. Una buona occasione per creare anche posti di lavoro e portare a San Giovanni Ro­tondo tanti ricercatori che qui avranno la possibilità di com­pletare la loro formazione o ultimare i loro percorsi ac­cademici». Ricerca e non solo.

«Sarà anche una cabina di regia – commentano Cosma e Ripoli – dove le idee si confronteranno nel solco di un impegno riconosciuto da tutti. Non man­cheranno gli apporti- scienti­fici con la creazione di una Biblioteca multilingue ma an­che un laboratorio progettuale per lavorare con idee inno­vative».

Antonio D’Amico da Ondaradio

• Tags: Commenta questo articolo Nessun commento

SAN GIOVANNI ROTONDO – Aiutiamo il popolo palestinese

Pubblicato mercoledì, 30 luglio 2014

Il Circolo di Rifondazione si mette a disposizione per la raccolta farmaci

La situazione della striscia di GAZA è sempre più tragica e disumana. Il locale circolo di rifondazione comunista accoglie l’appello lanciato da Puglia Palestina e da Music for Peace – Puglia Music for Peace pronta a partire per Gaza con i container carichi di tonnellate di viveri, farmaci e materiale ospedaliero, riapre la raccolta per i soli farmaci generici (antinfiammatori, antidolorifici, antibiotici, garze, cerotti, ecc).

Bisogna fare in fretta, chi è in grado di procurare farmaci con scadenza minima Settembre 2015 si mobiliti subito, abbiamo pochi giorni a disposizione.

Il punto di raccolta è sito in via Spartaco, 25 presso il Circolo di rifondazione Comunista tutti i giorni dalle ore 18 alle ore 20. Tutta la cittadinanza è invitata a collaborare e a rendersi partecipe rispondendo all’appello della raccolta farmaci.

Non restate indifferenti, fate presto!

Info: 3270748278

da sangiovannirotondonet

• Tags: Commenta questo articolo Nessun commento

FOGGIA – Incontro a Roma sul Gino Lisa. Scalfarotto (PD): “Avanti in sinergia istituzionale”

Pubblicato mercoledì, 30 luglio 2014

“Sono molto lieto dell’esito dell’incontro sul ‘Gino Lisa’ con il viceministro ai Trasporti Riccardo Nencini, a cui ho partecipato con il sindaco e il presidente della Camera di Commercio di Foggia.”

Lo dichiara il sottosegretario alle Riforme del Governo Renzi e parlamentare pugliese del Partito Democratico Ivan Scalfarotto, che aggiunge “C'è la concreta possibilità che venga evitato il declassamento dello scalo foggiano, e che esso torni ad essere considerato aeroporto di interesse nazionale; la premessa per cogliere questa opportunità è che un’istanza ufficiale in tal senso venga presentata dalla Regione Puglia e dalla società Aeroporti di Puglia.”

“Non dubito che questa istanza verrà presentata tempestivamente” sottolinea Scalfarotto “in quanto il ‘Lisa’ è considerato uno scalo strategico nel piano regionale degli aeroporti.” “L’apertura al dialogo con le comunità territoriali e le loro rappresentanze è d’altronde una caratteristica costante dell’azione del Governo” dice ancora il sottosegretario “e questo dialogo deve essere tanto più attento su questioni di assoluta priorità, come è per la Capitanata il sistema dei trasporti (sia dal punto di vista aeroportuale che da quello viario, ferroviario e marittimo).”

“Trovo importante” conclude Scalfarotto “che si prosegua sulla via della sinergia istituzionale, come hanno fatto in questa occasione Franco Landella e Fabio Porreca; con queste logiche e queste premesse saremo tutti –governi locali, categorie produttive, Regione, Parlamento e Governo- in grado di fare qualcosa di utile per Foggia e per i suoi cittadini, obiettivo che deve essere al centro di ogni attività politica degna di questo nome.”

da Teleradioerre

• Tags: Commenta questo articolo Nessun commento

FOGGIA – Imprese. Camera di Commercio: focus su ´Rating di Legalità´

Pubblicato mercoledì, 30 luglio 2014

La Camera di Commercio di Foggia organizza, il prossimo giovedì 31 luglio presso la Sala Azzurra dell'Ente, a partire dalle 11.00 un incontro informativo volto a promuovere la conoscenza dell'istituto del Rating di Legalità.

Uno strumento che – dal 2012, anno della sua introduzione – favorisce e incoraggia l'adozione di valori e comportamenti etici improntati al rispetto della legalità da parte delle imprese, attraverso la previsione di meccanismi di premialità nell'accesso al credito bancario e ad agevolazioni finanziarie di emanazione pubblica.

Nello specifico, da un lato le imprese virtuose dotate dei requisiti previsti dal Regolamento di Attuazione della Legge 24 marzo 2012, n.27, adottato dall'Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato, sono inserite in un elenco apposito, istituito presso l'Autorità Garante; dall'altro lato, banche e Pubbliche Amministrazioni hanno l'obbligo di adeguarsi alle disposizioni del Regolamento di recente emanazione, Decreto Legislativo di 20 febbraio 2014 n.57, che individua le modalità in base alle quali si deve tener conto del Rating in fase di concessione di credito bancario e finanziamenti, e fissa un termine perentorio entro cui banche e amministrazioni pubbliche devono adeguarsi alle disposizioni normative.

La CCIAA di Foggia ritiene importante dedicare un momento di approfondimento sullo strumento, rivolto sia alle imprese sia alle amministrazioni e alle banche. L'incontro sarà l'occasione per parlare più in generale di legalità, di percorsi e azioni di sensibilizzazione che le Istituzioni intendono promuovere a favore dello sviluppo della cultura della legalità: all'incontro sono invitate le imprese, le associazioni di categorie, il mondo delle banche, le Amministrazioni Locali, le Forze dell'Ordine, la cittadinanza tutta.

Prenderanno parte Programma Fabio Porreca, Presidente della Camera di Commercio di Foggia, Luisa Latella, Prefetto di Foggia, Giuseppe Mongelli, Ministero dell'Economia e delle Finanze Direttore Ragioneria Territoriale dello Stato Bari/Bat/Foggia, che interverrà su 'Rating di legalità: analisi dello strumento e impatti della disciplina sulle Pubbliche Amministrazioni', Giorgio Salvo, Direttore Banca d'Italia sede di Bari, approfondimento su 'Rating di legalità: disposizioni per il sistema bancario' e Daniela Marcone, Referente Prov. Coordinamento Libera Foggia, 'Sicurezza e legalità, le sfide del territorio'.

da Teleradioerre

• Tags: Commenta questo articolo Nessun commento

TROIA – Note di tutti i colori per il Troia Music Fest 2014: tutti i concerti in programma

Pubblicato mercoledì, 30 luglio 2014

Comincerà venerdì 1° agosto la quinta edizione di Troia Music Fest, rassegna musicale che, anche quest’anno, è parte integrante del “Festival in rete Daunia Felice – Rete dei Festival Puglia Sounds” promossa dal PO FESR PUGLIA 2007/2013 ASSE IV – PUGLIA SOUNDS – INVESTIAMO NEL VOSTRO FUTURO.

Il Troia Music Fest, ideato e progettato dall’associazione Attiv@mentis, offrirà 7 spettacoli musicali con più di 20 artisti che si alterneranno sul palco. Venerdì 1° agosto, alle 21.30, in Piazza Giovanni XIII, proprio ai piedi del meraviglioso Rosone della Cattedrale, sarà di scena la prima nazionale di “Rosae, Le voci femminili di Puglia”, un omaggio alla musica d’autore pugliese con 3 grandi interpreti femminili: Maria Giaquinto, Roberta Carrieri e la giovanissima Eneri.

Si tratta di un percorso musicale attraverso le esecuzioni proprie delle cantautrici, con piacevoli duetti e sorprese, e un omaggio corale alla figura di Domenico Modugno di cui quest’anno ricorre il ventennale della morte. Lo spettacolo, ideato grazie alla collaborazione con Spirit Festival Mo’l’Estate 20.1 di San Marco in Lamis, è realizzato in collaborazione con Puglia Sounds, agenzia del Teatro Pubblico Pugliese, grazie al progetto di rete “Daunia Felice”.

Sempre venerdì sera, inoltre, seguirà lo spettacolo della band elettro-rock Bipensiero in via Aquilino. Sabato 2 agosto, alle 21.30, in Piazza Giovanni XXIII sarà la volta della prima tappa pugliese del cantautore piacentino Daniele Ronda & Folklub, una delle voci più autorevoli della scena folk italiana, con il suo “La rivoluzione tour”.

Aprirà il concerto, in collaborazione con Radio Capital e Puglia Sounds, il trio rock Rei Momo, vincitore del concorso per band emergenti “CapiTalent” indetto nei mesi scorsi dalla radio.

Al termine dello spettacolo, al Divina Commedia Club, spazio alla musica elettronica con il duo barese Redrum Alone. La band è particolarmente attiva nei live, facendo ampio uso di sintetizzatori, drum machines, campionatori, vocoder e voci, tutto suonato dal vivo e senza l’ausilio di basi né computer.

Domenica 3 agosto, nell’ultima serata della rassegna musicale, sarà dato spazio alle nuove leve. Alle ore 21.30, in piazza Cavaliere, debutto in strada per la giovane formazione di percussionisti Cellule Ritmiche, fresca di selezione per il serale della nota trasmissione televisiva Italia’s Got Talent. Alla guida di questa esaltante novità musicale, il giovane batterista troiano Francesco Lattorre.

A seguire, in via San Benedetto, si esibirà la giovane cantautrice di Ascoli Satriano Mariantonietta Mazzeo, in arte Mezzania. Da quest’anno, il Troia Music Fest è tra i soggetti riconosciuti dalla Regione Puglia nell’albo regionale dello spettacolo dal vivo, segno della continuità e della qualità artistica proposte in questi anni.

Di assoluto rilievo l’impegno e la passione degli organizzatori cheriescono a portare avanti il lavoro iniziato nel 2010 nel promuovere la musica emergente di qualità Made in Puglia e ad offrire gratuitamente ogni singolo spettacolo.

da Foggiatoday

• Tags: Commenta questo articolo Nessun commento

CAGNANO VARANO – Cantiere e lavori di scavo non autorizzati a Cagnano Varano: scattano i sigilli

Pubblicato mercoledì, 30 luglio 2014

L'operazione congiunta del Nucleo investigativo di Polizia ambientale e forestale di Foggia e degli agenti del locale Comando Stazione Forestale

Nel corso di un servizio finalizzato alla prevenzione e alla repressione dei reati ambientali organizzato durante il mese di luglio, in agro del Comune di Cagnano Varano, il Nucleo investigativo di Polizia ambientale e forestale di Foggia congiuntamente agli agenti del locale Comando Stazione Forestale, hanno posto sotto sequestro penale preventivo di un cantiere edile di circa duecento metri quadrati dove erano in atto lavori di escavazione, in località “Isola Varano”, agro del Comune di Cagnano Varano.

Dagli accertamenti esperiti, anche con l’ausilio del sistema operativo SIM – ortofoto aree e strumentazione GPS in uso, i Forestali intervenuti hanno accertato che i lavori in atto erano del tutto privi delle propedeutiche autorizzazioni paesaggistico ambientali, pertanto, oltre all’area cantiere veniva posto sotto sequestro un mezzo d’opera usato ai fini dell’escavazione e deferite a piede libero all’autorità giudiziaria quattro persone in qualità di esecutori materiali, nonché il committente/amministratore unico della società titolare dei lavori.

I reati ascritti a carico dei responsabili vanno dall’aver posto in essere delle attività edilizie in assenza delle previste autorizzazioni urbanistiche ed ambientali all’alterazione ambientale, in quanto l’area è gravata da vincolo paesaggistico – zona di particolare interesse pubblico, rientrante nel perimetro del parco nazionale del Gargano, ed è classificata come Sito di Importanza Comunitaria (SIC) e Zona di Protezione Speciale (ZPS).

I controlli del territorio hanno evidenziato nello stesso periodo altri illeciti penali. Due persone originarie di Cagnano Varano sono state invece deferite a piede libero all’autorità giudiziaria per aver violato i sigilli apposti dai reparti territoriali della Forestale nelle località valle Sant’Angelo e Isola Varano, sempre in agro di Cagnano, poiché nonostante le aree fossero sottoposte a misura cautelare reale (sequestro), i responsabili continuavano i lavori di esecuzione/costruzione di opere edilizie.

da Foggiatoday

• Tags: Commenta questo articolo Nessun commento

FOGGIA – La Commissione antimafia a Foggia: si discute di racket delle estorsioni e caporalato

Pubblicato mercoledì, 30 luglio 2014

 Incontro con forze dell'ordine e magistrati

La commissione Parlamentare antimafia sarà a Foggia. L'annuncio arriva dalla Prefettura e l'appuntamento è fissato per domani, 31 luglio.

IL PROGRAMMA. La Commissione guidata dal presidente, Rosy Bindi, inizierà le audizioni in mattinata con i vertici delle forze di polizia del territorio. Nel pomeriggio saranno ascoltati i vertici della magistratura foggiane a barese e a seguire le associazioni antimafia e antiracket del territorio foggiano.

RACKET E CAPORALATO. La Commissione parlamentare antimafia sarà a Foggia per approfondire le vicende relative alla criminalità organizzata ma anche per alcuni fenomeni in espansione come il racket delle estorsioni e lo sfruttamento della manodopera in agricoltura.

da Foggiacittaaperta

• Tags: Commenta questo articolo Nessun commento

VIESTE – Elicotteri su Vieste, maxi operazione antidroga dei Carabinieri: 15 arresti

Pubblicato mercoledì, 30 luglio 2014

Il blitz dalle prime ore dell'alba

Dalle prime ore dell’alba è in corso una vasta operazione dei Carabinieri del comando provinciale di Foggia, impegnati nell’esecuzione di provvedimento cautelare nei confronti di 15 persone facenti parte di un gruppo di spacciatori operante nel comune di Vieste.

L’OPERAZIONE. Le indagini, coordinate dalla Procura della Repubblica di Foggia, hanno consentito di sequestrare numerose dosi di cocaina, hashish e marijuana, destinate alla vendita al “dettaglio”. Sono impegnati in queste ore nell’esecuzione oltre 80 carabinieri con l’ausilio di un elicottero del 6° nucleo CC di Bari ed unità cinofili Carabinieri di Modugno.

LA CONFERENZA. I dettagli dell’operazione verranno illustrati nel corso di una conferenza stampa prevista alle ore 10:30 presso il comando provinciale dei carabinieri di Foggia.

da Foggiacittaaperta

• Tags: Commenta questo articolo Nessun commento

BARI – Prima variazione a bilancio 2014, Consiglio approva i primi sei articoli

Pubblicato martedì, 29 luglio 2014

 Si a maggioranza del Consiglio regionale ai primi 6 articoli (con emendamenti ) del disegno di legge sull’assestamento e prima variazione al bilancio 2014 della Regione. Via libera, quindi, all’estinzione del prestito obbligazionario di 870 milioni acceso anni fa per l’Acquedotto pugliese.  Per questo è stato destinato un milione di euro per le spese derivanti dall’attività di intermediazione finanziaria e di assistenza legale e tecnica che sarà fornita da  specialisti individuati dal Ministero dell’economia e delle finanze.

Le strutture regionali, infatti, sono autorizzate ad avvalersi di questa consulenza  che consentirà la definizione del riacquisto del prestito obbligazionario in questione con scadenza 6 febbraio 2023, con la estinzione anticipata del contratto collegato che prevede strumenti finanziari derivati.

Emendamento aggiuntivo all’art. 6 in materia di soppressione delle comunità montane:  una serie di beni immobili vengono trasferiti ai Comuni territorialmente competenti in quanto funzionali all’esercizio di funzioni e servizi comunali. I trasferimenti avranno luogo con decreto del Presidente della Giunta regionale, previa verifica della insussistenza di pendenze a carico dei comuni interessati nei confronti della soppressa Comunità montana  per debiti accertati dalla gestione commissariale di liquidazione. c,s./red,ros.//

da Teleblu

• Tags: , Commenta questo articolo Nessun commento

FOGGIA – Il Gino Lisa torna da Roma con una speranza: forse aeroporto di “interesse nazionale”

Pubblicato martedì, 29 luglio 2014

Riccardo Nencini, viceministro alle Infrastrutture e ai Trasporti, apre alla possibilità di catalogare lo scalo della Capitanata come aeroporto "di interesse nazionale"

Aeroporto Gino Lisa

«Per scongiurare il declassamento dell’aeroporto Gino Lisa occorre un impegno istituzionale serio ed operativo che attivi un processo in cui dovranno essere parte attiva la società Aeroporti di Puglia e la Regione Puglia.

Esistono i margini per evitare che lo scalo della Capitanata non riceva la qualifica di aeroporto di “interesse nazionale”. Ora servono rapidità nelle decisioni e volontà politica». È il commento del sindaco di Foggia, Franco Landella, all’esito dell’incontro tenuto questa mattina a Roma con il Viceministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, Riccardo Nencini.

Il vertice, cui hanno partecipato anche il presidente della Camera di Commercio, Fabio Porreca, ed il Sottosegretario al Ministero delle Riforme, Ivan Scalfarotto, è stato utile per confermare l’esistenza di fondate possibilità di difendere il ruolo del Gino Lisa nell’ambito del Piano nazionale degli aeroporti.

Sul punto, il viceministro Nencini ha considerato pertinenti le motivazioni addotte a difesa della qualificazione “nazionale” dello scalo della provincia di Foggia, a cominciare dalla sua appartenenza al “Comprehensive Network” della rete “Ten-T”, approvata da Parlamento europeo, Commissione europea e Consiglio dei ministri europeo in via definitiva nel dicembre del 2013.

FRANCO LANDELLA: “Voglio ringraziare il Viceministro per lo spirito collaborativo con il quale ha interpretato il nostro incontro ed il Sottosegretario Scalfarotto per l’attenzione e l’impegno con i quali sta seguendo con puntualità la vicenda inerente l’operatività del Gino Lisa. Non abbiamo mai posto un tema di natura campanilistica né ci siamo attardati in capricci. La questione per la quale ci siamo battuti e ci stiamo battendo resta la necessità che la Capitanata possa contare su un aeroporto pienamente funzionante”.

FABIO PORRECA: “Al Viceministro Nencini abbiamo spiegato in modo dettagliato che sarebbe paradossale se nella proposta del Piano nazionale degli aeroporti il nostro fosse l’unico scalo, oltre a quello di Forlì, ad essere escluso dall’elenco degli aeroporti di “interesse nazionale”.

La bozza che abbiamo avuto modo di visionare nei mesi scorsi, infatti, catalogava come aeroporti di “interesse nazionale” scali come Cuneo, Crotone, Comiso, Taranto, Salerno, Parma. Aeroporti non caratterizzati da volumi di traffico storici rilevanti né collocati in aree con un potenziale di traffico, un numero residenti e  dei flussi turistici superiori a quello di Foggia, né distanti da altri scali più di quanto Foggia lo sia da Bari.

La stessa distanza tra Bari e Foggia è infatti un parametro relativo se considerato che il “Gino Lisa” deve soddisfare esigenze di continuità territoriale per l’intera provincia di Foggia, la seconda più estesa d’Italia, ed esercita una funzione essenziale di servizio ai flussi turistici del Gargano.

Argomentazioni sulle quali abbiamo trovato il consenso del Viceministro, a conferma della bontà del lavoro istituzionale condotto sino ad oggi, teso a salvaguardare la funzione del nostro aeroporto all’interno del sistema trasportistico regionale e nazionale e sostenere concretamente il nostro sistema economico, con particolare riferimento all’industria turistica”. La possibilità di una revisione della bozza del Piano nazionale degli aeroporti è stata confermata anche dal Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, Maurizio Lupi, con il quale il sindaco di Foggia ha avuto un lungo colloquio.

“La catalogazione del Gino Lisa quale scalo di “interesse nazionale” è possibile, come il Ministro Lupi ci ha confermato. Per ottenere questo obiettivo, però, è necessario che la società Aeroporti di Puglia e la Regione Puglia inoltrino con celerità al Ministero una specifica istanza ufficiale, come spiegato tanto dal Ministro Lupi quanto dal viceministro Nencini.

Il Piano nazionale degli aeroporti sarà infatti contenuto nel cosiddetto “Decreto sblocca Italia”, la cui approvazione dovrebbe avvenire entro il 30 agosto”. “Occorre quindi che la Regione Puglia ed Aeroporti di Puglia si occupino della questione in modo rapido. Un’esigenza che avevamo già sollecitato al governo regionale nel corso della riunione avuta nelle scorse settimane con gli assessori ai Trasporti e al Bilancio, Giovanni Giannini e Leonardo Di Gioia. Sul futuro del “Gino Lisa”, come ripetiamo da tempo, è imprescindibile una piena e sostanziale unità di carattere istituzionale ed una univoca volontà di ordine politico, che chiediamo alla Regione di manifestare adesso in modo chiaro ed efficace».

da Foggiatoday

• Tags: Commenta questo articolo Nessun commento

FOGGIA – Abusi edilizi, costruivano in barba alle autorizzazioni o alle misure imposte: denunciati

Pubblicato martedì, 29 luglio 2014

Il blitz del Corpo Forestale del il nucleo investigativo di polizia ambientale e forestale di Foggia a Cagnano Varano. Sei, in tutto, le persone denunciate

Nel corso di un servizio finalizzato alla prevenzione e alla repressione dei reati ambientali compiuto durante a Cagnano Varano, il nucleo investigativo di polizia ambientale e forestale di Foggia, congiuntamente agli agenti del locale comando del Corpo Forestale, hanno posto sotto sequestro penale preventivo - in località “Isola Varano - un cantiere edile di circa 200 metri quadrati dove erano in atto lavori di escavazione.

Da accertamenti documentali esperiti, anche con l’ausilio del sistema operativo SIM (orto foto aree  e strumentazione GPS in uso)m i forestali intervenuti hanno accertato che i lavori in atto erano del tutto privi delle propedeutiche autorizzazioni paesaggistico ambientali.

Pertanto, oltre all’area cantiere, veniva posto sotto sequestro un mezzo d’opera usato ai fini dell’escavazione e deferite a piede libero all’autorità giudiziaria quattro persone in qualità di esecutori materiali, nonché il committente/amministratore unico della società titolare dei lavori.

I reati ascritti a carico dei responsabili vanno dall’aver posto in essere delle attività edilizie in assenza  delle previste autorizzazioni urbanistiche ed ambientali, all’alterazione ambientale, in quanto l’area è gravata da vincolo  paesaggistico, zona di particolare interesse pubblico, rientrante nel perimetro del parco nazionale del Gargano, ed è  classificata come Sito di Importanza Comunitaria (SIC) e Zona di Protezione Speciale (ZPS).

I controlli hanno evidenziato altri illeciti penali. Due persone originarie di Cagnano Varano sono state invece deferite a piede libero all’autorità giudiziaria per aver violato i sigilli apposti dai reparti territoriali della Forestale nelle località valle Sant’Angelo e Isola Varano, sempre in agro di Cagnano, poiché nonostante le aree fossero sottoposte a misura cautelare reale (sequestro), i responsabili continuavano i lavori di esecuzione/costruzione di opere edilizie.

da Foggiatoday

• Tags: Commenta questo articolo Nessun commento

MANFREDONIA – CHIUSURA STAGIONALE PER UFFICI POSTALI

Pubblicato martedì, 29 luglio 2014

Poste Italiane, al fine di garantire un maggiore equilibrio tra la fisiologica flessione della domanda dei servizi postali nel periodo estivo e la relativa offerta, adotta provvedimenti di rimodulazione giornaliera o oraria di apertura al pubblico della rete di uffici postali, in conformità ai criteri di cui al decreto del Ministero delle Comunicazioni del 28 giugno 2007

“Nuovi standard minimi degli uffici postali nei periodi estivi” (cosiddetto DM Gentiloni), come integrato dalla delibera 293/13/CONS AGCom del 16 aprile 2013, e inseriti nel piano di rimodulazione debitamente comunicato all’Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni.

Stante quanto sopra premesso, si informa che per il periodo compreso tra l’11 ed il 16 agosto 2014, l’ufficio postale di ManfredoniaImpresa, in via Torre Santa Maria 3, è assoggettato al seguente intervento di rimodulazione: – 6 giornate di chiusura stagionale dall’11 agosto al 16 agosto 2014. Poste Italiane assicurerà la più ampia e chiara informazione all’utenza delle variazioni di orario e gli uffici postali più vicini aperti al fine di facilitare l’accesso al servizio.

da Manfredoniatv

• Tags: Commenta questo articolo Nessun commento

Biccari: venerdì al via il cartellone estivo 2014

Pubblicato martedì, 29 luglio 2014

Venerdì 1 agosto al via a Biccari il cartellone dell'Estate 2014. Oltre 50 appuntamenti tra cultura e spettacolo per una stagione “spumeggiante – come dichiara entusiasta il primo cittadino, Gianfilippo Mignogna che annuncia "almeno 9 concerti, più di 10 appuntamenti culturali, spettacoli, degustazioni e momenti dedicati agli anziani ed ai bambini”. Il 1 agosto alle 18, in Piazza Esedra, spettacolo di clowneria per bimbi.

Alle 22 nella sala Papa Giovanni, proiezione del video dal titolo “Tra fede e tradizione”. Alle 22.30 alla Baita, musica live con gli Over and Over. Sempre venerdì, alle 18.00 sarà inaugurata la mostra pittorica Premio Lupo, allestita dall’associazione culturale Terra di Mezzo, fino al 6 agosto, nella sala Bollenti Spiriti.

Alla stessa ora, la prima della mostra pirografica di Carmine D’Imperio, che sarà aperta presso la Torre Civica fino al giorno della Festa al Borgo Vecchio, il 12 agosto. Il 2 agosto, la suggestiva Piazza Duomo sarà il teatro naturale dove si esibirà il gruppo Jazzdi Gianluca Mancini, mentre il 5 agosto, in Piazza Matteotti irromperanno i Senza Resa, recentemente premiata come la miglior cover band di Vasco Rossi.

Due i momenti clou: il concerto dei Matia Bazar l’8 agosto in Piazza Matteotti nell’ambito della Festa Patronale di San Donato (a cura del Comitato) e la sesta edizione della Festa del Borgo Vecchio in programma, come sempre, il 12 agosto nelle stradine del centro storico, dove sarà possibile degustare prodotti tipici a volontà nei tredici stand predisposti dai produttori locali, visitare diciannove postazioni impreziosite da monumenti, artisti ed artigiani locali e divertirsi fino a notte fonda con la danze e musica dei Rinaldo Doro e Beatrice, Bolly Bari Danze Indiane bollywood, Tarantella Montemarano, Desy Adams e Jason O’Rurke, Eric Thèzé mazurke e Bal Folk, Bandabrisca, Rareca Antica Duo e R. Coppola, Remy Tatard e Via chine abball, in quella che si annuncia come una ricchissima rassegna folk sotto la sapiente guida di Agorart di Biccari.

Dall’11 agosto, invece, sarà Piazza Umberto I ad ospitare gli Scaramouche e, a seguire, gli Etichetta Nera (il 17), il Biccari Rock Festival (il 18) ed i Terra Nostra (il 21). In mezzo, il 14 agosto la tradizionale Sagra della Pizza a Forno aperto, prodotto tipico di Biccari insignito del riconoscimento De.Co. e recentemente protagonista del programma regionale LeaderMed.

Per informazioni sul calendario di appuntamenti sito web: http://www.comune.biccari.fg.it/

da Teleradioerre

• Tags: Commenta questo articolo Nessun commento

FOGGIA – Hai perso il lavoro e non puoi pagare l’affitto? Se sei incolpevole non rischi lo sfratto!

Pubblicato martedì, 29 luglio 2014

Si chiama 'Morosità Incolpevole', dal blog del ragioniere foggiano Luca Zichella

Hai perso il lavoro e non puoi pagare l’affitto? Non pensare subito allo sfratto: da luglio 2014 la legge italiana tutela anche gli inquilini impossibilitati a pagare il canone di locazione, per cause di forza maggiore.

La fattispecie prende il nome di morosità incolpevole: il suo contenuto è esplicitato nel testo del decreto del Ministro delle infrastrutture e dei trasporti, previsto dal decreto-legge n. 102/13 pubblicato in Gazzetta Ufficiale.

Nel provvedimento – disponibile sul nostro sito – sono elencati i casi in cui la morosità diventa incolpevole: chi si trova in questa situazione ha diritto ad accedere ai fondi pubblici appositamente stanziati.

I casi di morosità incolpevole. Il provvedimento elenca una serie di casi tassativi in cui la morosità diviene – appunto – incolpevole.

Solo con l’accertamento di questa situazione, l’inquilino in difficoltà ha diritto di chiedere l’accesso a fondi pubblici per supplire il mancato pagamento.

Eccone alcuni: perdita di lavoro per licenziamento;

accordi aziendali o sindacali con consistente riduzione dell’orario di lavoro;

cassa integrazione ordinaria o straordinaria che limiti notevolmente la capacità reddituale;

mancato rinnovo di contratti a termine o di lavoro atipici;

cessazioni di attività libero-professionali o di imprese registrate, derivanti da cause di forza maggiore;

malattia grave, infortunio o decesso di un componente del nucleo familiare che abbia comportato o la riduzione del reddito complessivo; necessità dell’impiego di parte notevole del reddito per fronteggiare rilevanti spese mediche e assistenziali.

Le risorse. In seguito all’emanazione del provvedimento, sono stati stanziati per le regioni circa 20 milioni di euro, che potranno essere anche aumentati dalle stesse.

Ai Comuni spetta il compito di comunicare ai Prefetti l’elenco dei soggetti che hanno richiesto il contributo: gli inquilini in difficoltà potranno chiedere fino a 8 mila euro per recuperare il contratto, previo accordo con il proprietario, oppure utilizzare la somma come deposito cauzionale o sanare la morosità insorta

. I requisiti.

Per accedere al contributo occorre presentare: ISEE sino a 25.000 euro;

oppure ISE sino a 35.000 euro;

eventuale atto di intimazione di sfratto per morosità;

un contratto di locazione registrato;

cittadinanza italiana o regolare titolo di soggiorno.

La richiesta tuttavia sarà poi gestita dal Comune di residenza del soggetto che presenta la domanda.

Leggi il testo del “Decreto Morosità Incolpevole” sul nostro sito.

Per approfondire: http://www.lucazichella.it/index.php/normative

da Foggiatoday

• Tags: Commenta questo articolo Nessun commento

BARI – Prestazioni aggiuntive, Marino: verifica per tutte le Aziende sanitarie

Pubblicato martedì, 29 luglio 2014

Il presidente della III commissione del Consiglio regionale (Sanità e servizi sociali) Dino Marino ha rilasciato la seguente dichiarazione. “Sono passati sei anni da quando ho denunciato che alcuni dirigenti medici dell’ASL di Fg prendevano prestazioni aggiuntive non previste dai contratti.

Questo episodio mi costò la denuncia da parte di un medico di Cerignola, perchè dichiarai che non ci può essere un medico dirigente di struttura complessa il cui CUD era di circa 330 mila euro, mai nessuno però all’assessorato avviò un indagine amministrativa su quella mia denuncia .

All’ASL di Bari i revisori dei conti non hanno approvato il bilancio 2012 e 2013, ci sono voluti gli ispettori del Mef, a denunciare i presunti sprechi nella Asl di Bari che ammonterebbero a 50 milioni per gli ultimi 5 anni, sottratti illegittimamente dalle casse della terza azienda sanitaria d'Italia.

Prestazioni da 5mila euro pagate 66mila, compensi extra ai medici anche nei loro giorni di riposo, spesse pazze trascritte nero su bianco in una relazione del ministero dell'Economia. Non basta indignarsi in questi anni si poteva e si doveva fare di più, quando denunciai in aula che in sanità le cose non andavano e proposi anche la centrale degli acquisti unica il mio partito mi lasciò solo.

Ora l’indagine del Mef si dovrebbe estendere a tutte le ASL, per abbattere quel muro di gomma che ha bloccato ogni riforma del sistema. Facciamo luce, per questo ho convocato l’audizione in commissione sanità di tutti i presidenti dei collegi dei revisori delle ASL e delle aziende ospedaliere “ .

c.s./red.ros./ da Teleblu

• Tags: , Commenta questo articolo Nessun commento

L’Antimafia sarà a Foggia il 31 luglio

Pubblicato martedì, 29 luglio 2014

E' ufficiale. La commissione parlamentare antimafia sarà in missione a Foggia giovedì prossimo 31 luglio per approfondire la situazione della Capitanata, sia riguardo alla pericolosità dei gruppi criminali, sia riguardo ai settori di interesse della criminalità come lo sfruttamento della manodopera nei campi, il racket nel commercio e nelle campagne e il traffico di droga.

L'ufficialità della visita della Commissione Parlamentare Antimafia è giunta dalla Prefettura di Foggia. I lavori inizieranno alle 11.30 con le audizioni del prefetto, del questore, del comandante provinciale dei carabinieri, della Guardia di finanza e del capo dentro della Dia di Bari.

Nel pomeriggio, invece, saranno ascoltati il procuratore di Bari, Giuseppe Volpe, il procuratore aggiunto e coordinatore della Dda di Bari, Pasquale Drago e il procuratore capo di Foggia Leonardo Leone de Castris. Alle 17 la Commissione Parlamentare Antimafia ascolterà le associazione antimafia e antiracket del territorio.

I lavori termineranno alle 18 con la conferenza stampa della presidente della Commissione Parlamentare Antimafia l'onorevole Rosy Bindi.

(Luca Pernice)da Teleblu

• Tags: Commenta questo articolo Nessun commento

FOGGIA – si insedia il Consiglio comunale – Malumori nel Partito democratico

Pubblicato martedì, 29 luglio 2014

Italo Pontone, primo dei non eletti, ha presentato – ricorso contro il collega di lista Alfonso De Pellegrino

Landella

Si insedia domani il Consiglio comunale e l’aria che tira non è delle migliori, soprattutto in casa del Partito democratico. Il primo dei non eletti del Pd, Italo Pontone ha presentato ricorso contro l’elezione del collega di partito, Alfonso De Pellegrino e la sua presunta incompatibilità per il ruolo ricoperto prima come presidente poi come amministratore unico di Amgas blu spa dal 2007 al 2011.

Quest’ultima era posseduta interamente da Amgas spa, una società interamente del Comune di Foggia. Successivamente sempre De Pellegrino, uno dei nuovi esponenti del Pd, diventò presidente della nuova Amgas blu srl, quella nata con l’ingresso di Ascopiave (Ascoblu) che attualmente detiene l’80 per cento delle quote societarie, mentre il 20 per cento è di Amgas spa.

De Pellegrino è rimasto presidente fino al 2013, quando si dimise dopo essere stato assunto da Ascopiave e attualmente è direttore in Amgas blu srl, sul cui bilancio grava il costo degli emolumenti. Il diretto interessanto anche durante la campagna elettorale ha sostenuto di aver già verificato l’insussistenza di qualsivoglia incompatibilità o ineleggibilità.

Secondo Pontone, invece, tutto questo sarebbe in contrasto con la normativa di qualche anno fa riguardante coloro che hanno guidato società partecipate dal pubblico e che dunque non potrebbero essere eletti, prima che siano passati almeno cinque anni.

Intanto nella maggioranza le acque restano apparentemente calme. I malumori tra quelle forze politiche rimaste fuori dall’esecutivo (La Destra e la Puglia Prima di tutto) potrebbero avere effetti sull’elezione del presidente del Consiglio comunale.

Stando all’accordo politico di ballottaggio per la presidenza dell’assemblea il centrodestra proporrà e dovrebbe eleggere, Luigi Miranda ex candidato sindaco di una civica. Le minoranze viaggiano in ordine sparso.

L’assessore regionale Leo Di Gioia, che domani rientrerà in Consiglio comunale dove aveva vissuto la sua prima esperienza politica dal 2004 al 2009, non esclude la possibilità che il suo raggruppamento possa contribuire all’elezione di Miranda: «Se la candidatura di Miranda sarà proposta come figura di garanzia all’interno dell’assemblea cittadina, allora potremo anche dare il nostro apporto.

Cosa diversa sarebbe se durante il dibattito la candidatura fosse presentata come la conclusione degli accordi politici elettorali sottoscritti dalla maggioranza».

da Il Corriere del Mezzogiorno/Foggia

• Tags: Commenta questo articolo Nessun commento

FOGGIA – detenuto aggredisce a calci due agenti di polizia penitenziaria

Pubblicato martedì, 29 luglio 2014

Il sindacato: personale insufficiente, sicurezza a rischio

Due agenti di polizia penitenziaria sono rimasti leggermente feriti (prognosi di cinque e 10 giorni) nel carcere di Foggia dopo essere stati aggrediti da un detenuto. L’aggressione, secondo quanto riferito dal Sappe (Sindacato autonomo di polizia penitenziaria), è stata compiuta ieri da un detenuto 45enne della provincia di Napoli che sta scontando una condanna definitiva per reati comuni.

LA DINAMICA - Dopo essere stato accompagnato nell’infermeria del carcere per la somministrazione di medicinali, mentre tornava in cella il detenuto ha aggredito con calci e pugni un poliziotto penitenziario che lo accompagnava, facendolo rotolare per terra. Un altro agente è intervenuto ed è stato anche lui colpito con un pugno, ma è riuscito ad immobilizzare a terra il detenuto.

In aiuto dell’agente sono intervenuti altri suoi colleghi e il detenuto è stato ricondotto in stanza, mentre i due agenti feriti sono stati medicati al pronto soccorso degli Ospedali Riuniti di Foggia. Il Sappe sottolinea in una nota che «gli episodi di aggressione ad agenti ha ormai abbondantemente superato la soglia fisiologica» e che queste aggressioni «sono eventi annunciati poiché la carenza di personale, oltre 50 unità, costringe alla movimentazione dei detenuti, non tenendo conto delle minime norme di sicurezza».

Il Sappe chiede quindi «all’Amministrazione centrale e regionale un intervento con l’invio di personale presso il penitenziario di Foggia, in quanto la situazione diventa sempre più delicata, e non si escludono accadimenti drammatici che – conclude il sindacato – oltrechè colpire il carcere, potrebbero creare problemi anche alla sicurezza pubblica».

da Corriere del Mezzogiorno/Foggia

• Tags: Commenta questo articolo Nessun commento

MANFREDONIA – Sciale delle Rondinelle, cittadini: “cortesemente rimuovete i rifiuti”

Pubblicato martedì, 29 luglio 2014

BUONGIORNO Statoquotidiano; siamo dei cittadini di Manfredonia e con la presente vogliamo segnalarvi una vasta presenza di rifiuti nel villaggio Sciale delle Rondinelle, lungo la Riviera Sud di Manfredonia. Qualcuno può intervenire? L’immondizia e’ presente all’entrata del villaggio; segnaliamo inoltre la mancanza di acqua causa morosità. Grazie”. (Messaggio a Statoquotidiano) 

FOTOGALLERY

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

da Stato Quotidiano

• Tags: Commenta questo articolo Nessun commento

MANFREDONIA – comunicazione adolescenti, torna ‘Happy Camper’

Pubblicato martedì, 29 luglio 2014

IL giorno lunedì 5 agosto 2014 avrà inizio Happy Camper 2014 anche quest’anno, l’associazione Amici del Volontariato – AVI ONLUS di Manfredonia si pone l’obiettivo di offrire un percorso formativo e pratico sulla comunicazione e socializzazione tra gli adolescenti oltre ad abituare i ragazzi e ragazze a stare insieme secondo i principi della tolleranza e del rispetto reciproco. 

L’associazione AVI porterà i ragazzi in giro per le varie località della provincia di Foggia. Le uscite si terranno in mattinata dalle ore 9 alle 13. Per l’iscrizioni e informazioni per l’Happy Camper rivolgersi in sede, in Via Arcivescovado, 25 oppure telefonando al 0884/534177 o al numero del resp. 338/5278340.

da Stato Quotidiano

• • Commenta questo articolo Nessun commento

Tutti pazzi per la Puglia: Salento e Gargano le mete più ambite

Pubblicato martedì, 29 luglio 2014

Secondo il rapporto di Casevacanza.it, il portale per affitti turistici, il 24% delle prenotazioni di case vacanza per agosto 2014 si concentra nel tacco d’Italia.

Anche quest’anno, come rende noto Coldiretti, un italiano su due andrà in ferie ad agosto. Ma quali sono le destinazioni più gettonate in Italia? Tra le 20 località italiane più prenotate, 7 sono in Puglia e 3 di loro sono ai primi posti della classifica.

È il risultato dell’analisi, eseguita da Casevacanza.it, primo portale in Italia per gli affitti turistici, delle prenotazioni per agosto. Regina indiscussa è Gallipoli che per il secondo anno di fila si conferma come la destinazione ideale per chi si orienta verso un affitto turistico.

Segue, esattamente come lo scorso anno, Porto Cesareo. A farla da padrone in Puglia quest’anno non è solo il Salento. Al quarto posto della classifica, dopo Viareggio, infatti, si piazza Vieste che viene premiata anche per i suoi prezzi medi, tra i più bassi d’Italia per il mese di agosto (solo 500 euro a settimana).

Se fino a non troppo tempo fa quindi a trainare il mercato delle case vacanza nella regione era principalmente il Salento, nell’estate 2014 riceveranno buoni flussi di vacanzieri anche l’area del Gargano, quella del barese, la Valle d’Itria.

Proseguendo, nella classifica compaiono le località dell’Emilia Romagna (Rimini, quinta, e Bellaria-Igea Marina, diciottesima), della Sicilia (San Vito lo Capo e Favignana, in provincia di Trapani), dell’Abruzzo (Montesilvano Marina e Francavilla al Mare), della Sardegna (Santa Teresa di Gallura), ma anche del Veneto, del Lazio e della Toscana.

A guardare l’analisi di Casevacanza.it, dopo la Puglia le regioni più quotate sono la Sicilia e la Sardegna che raccolgono rispettivamente il 13% e il 9% delle prenotazioni di case vacanza per il mese di agosto. Da notare come il caro traghetti abbia penalizzato la scelta della Sardegna come destinazione turistica: molti vacanzieri, infatti, a causa dei prezzi dei trasporti hanno rinunciato alle splendide spiagge sarde a favore di altre, raggiungibili più comodamente e, soprattutto, con costi inferiori.

Buona la performance, stando ai numeri di CaseVacanza.it, partner di Immobiliare.it, della Liguria e della Toscana che attirano, in parità, l’8,5% delle prenotazioni per agosto. Le due regioni però risultano le mete preferite per i brevissimi periodi, segno che sono scelte da molti italiani come destinazioni per il week end.

da Il RestodelGargano

• Tags: Commenta questo articolo Nessun commento

“Metto il ghiaccio? Tre euro in più”: torna il numero Adoc contro truffe e disservizi

Pubblicato martedì, 29 luglio 2014

Dall'1 agosto attivo per turisti e residenti pugliesi

Sarà riattivato a giorni, l'1 agosto prossimo, il numero di telefonia mobile che l’Adoc regionale, l’associazione dei consumatori pugliesi, mette a disposizione dei cittadini e dei turisti per segnalare ogni disservizio, ogni divergenza, ogni vessazione subita, avvertita o percepita per vacanze, servizi con i quali si è venuti a contatto o si è dovuto affrontare, o anche per acquisti di ogni genere.

IL NUMERO. “Anche quest’anno – sostiene Aida Viti, il legale che intercetterà l’arrivo delle chiamate – l’Adoc Puglia non intende abbandonare a se stessi i cittadini e i vacanzieri i quali possono comporre il 333.7860505 e ricevere ogni utile informazione o suggerimento per districarsi tra i meandri e i raggiri riportati in qualsiasi foglio sottoscritto o nelle etichette stampate su qualsiasi prodotto acquistato durante l’estate, una stagione che riserva sempre delle incognite, delle sorprese o anche dei paradossi”.

3 EURO PER IL GHIACCIO. Come quello, ad esempio – spiegano dall'Adoc – capitato ad un’associata la quale, in un bar di Torre Lapillo si è vista chiedere dal gestore 3 euro in cambio di una quindicina di cubetti di ghiaccio presi da una apposita ghiacciaia che ne sforna a migliaia.

Oppure, la sorpresa che un albergo di Porto Cesareo ha riservato ad un altro socio il quale si è visto aggiungere un supplemento di una vista panoramica per una camera che il sito indicava comprensiva di balcone, e del quale non ne poteva fare a meno.

Ma per questo 2014, l’associazione dei consumatori abbinerà la disponibilità del servizio mobile estivo anche perseguendo l’attuazione del progetto “Io sono originale”; ovvero, l’iniziativa nazionale che l’Adoc sta realizzando con una serie di attività di informazione e sensibilizzazione mirata al fenomeno delle contraffazioni, ai problemi per la salute, la legalità e l’economia e sui soggetti dedicati al contrasto.

LA CONTRAFFAZIONE. Per Valeria Andriano, curatrice del progetto, “la contraffazione non è sempre evidente ed è il caso di evidenziare alcune regole semplici diffondendole, magari, anche attraverso un cellulare, al pari di uno sportello dinamico, comunque orecchiabilmente originale, e che ci permetterà di proseguire nella diffusione dei contenuti dell’azione da seguire per frenare e debellare il fenomeno”.

da Foggiacittaaperta

• Tags: Commenta questo articolo Nessun commento

Turismo, il Gargano si visita in bicicletta grazie al Parkinbici

Pubblicato martedì, 29 luglio 2014

Aumentano i comuni aderenti al Bike Sharing

Nei giro di due anni è diventato una best practices a livello europeo, e adesso taglia un nuovo importante traguardo: il suo ampliamento.

Parkinbici, pedalare nella natura

Perché se nell’agosto dl 2012 a mettersi in ‘rete’ erano solo i comuni di Ischitella, Peschici, Rodi Garganico e Vico del Gargano, adesso la ‘famiglia’ del ‘Parkinbici’ si allarga anche alle città di Manfredonia, San Marco in Lamis, Rignano Garganico e Mattinata, le cui Amministrazioni Comunali “hanno deciso di investire e collaborare con il Parco Nazionale del Gargano in questo importante progetto.

Un gran bel gioco di squadra che non può far altro che bene al nostro Gargano" dice Stefano Pecorella, presidente dell'Ente Parco Nazionale del Gargano. Parkinbici, pedalare nella natura

IL PROGETTO Il Parkinbici, dunque, è un sistema di mobilità intercomunale al servizio dei cittadini, lavoratori, pendolari e turisti, realizzato dall’Ente Parco Nazionale del Gargano per contribuire alla riduzione del traffico cittadino e creare un rapporto più diretto con il territorio.

Dopo Ischitella, Peschici, Rodi Garganico e Vico del Gargano, dunque, il servizio viene esteso anche a Manfredonia, Mattinata, Rignano Garganico e San Marco in Lamis. E giovedì 31 luglio Manfredonia, la città porta del Gargano, ospiterà la giornata di festa che sancisce la crescita infrastrutturale del territorio ed avvia un percorso di crescita culturale e sociale.

GARGANO IN BIKE “Parkinbici' vuol essere anche uno stimolo a godersi piacevolmente il nostro splendido Gargano. Il mio obiettivo – aggiunge Pecorella – è quello di vedere in un domani, ormai prossimo, un turista arrivare a Manfredonia o da un altro Comune del Parco, con una bicicletta presa a Calenella, dopo esser sceso dal treno delle Ferrovie del Gargano e dopo aver visto angoli meravigliosi, ai quali non ci facciamo neanche più caso, poichè presi dalla frenesia della quotidianità. 'Parkinbici' è anche un ottimo biglietto da visita turistico, in quanto va ad integrare i servizi che possono essere messi a disposizione di chi sceglie il Gargano come meta della propria vacanza”.

COME FUNZIONA Per informazioni sulle modalità di erogazione del servizio e sugli aggiornamenti dei punti vendita abilitati, è attivo il numero verde 800 654214, consultabile tutti i giorni, dal lunedì al sabato, dalle ore 7.00 alle ore 23.00, e nel periodo estivo sette giorni su sette.

Tipologie di abbonamento: – residenti: annuale al costo di € 30.00, comprensivo di € 10.00 di precarica e € 5.00 di assicurazione RCT (le prime due ore di utilizzo sono gratuite, la terza ha un costo di € 0.50, a partire dalla quarta ora il costo, invece, è di € 1.00);

- turisti: sono disponibili le cards della durata di 4 ore al giorno, nella formula: a) settimanale, al costo di € 20.00 b) weekend, al costo di € 12.00. L’assicurazione RCT è facoltativa, al prezzo di € 5.00.

STAZIONI BIKE Le biciclette potranno essere consegnate in una stazione differente da quella in cui sono state prelevate.

STAZIONI BIKE

PESCHICI Via Montesanto

CALENELLA (FRAZ. DI VICO DEL GARGANO) Piazzale della Stazione Ferroviaria

SAN MENAIO (FRAZ. DI VICO DEL GARGANO) Piazzale della Stazione Ferroviaria

FOCE VARANO (FRAZ. DI ISCHITELLA) Piazzetta del Porto

RODI GARGANICO Corso Madonna della Libera

LIDO DEL SOLE (FRAZ. DI RODI GARGANICO) Piazzale Irium

RIGNANO GARGANICO Largo Portagrande

SAN MARCO IN LAMIS Piazza Europa

MANFREDONIA Piazza Santa Maria Maggiore di Siponto

MANFREDONIA Piazzale A. Galli

MATTINATA Viale Madonna Incoronata

da Foggiacittaaperta

• Tags: Commenta questo articolo Nessun commento

MONTE SANT’ANGELO scomparso allevatore di San Marco in Lamis

Pubblicato martedì, 29 luglio 2014

Questa mattina carabinieri, vigili del fuoco e volontari della protezione civile hanno avviato le ricerche. L'uomo si sarebbe allontanata dalla masseria di Piano San Vito

Si tinge di giallo la scomparsa di Giovanni Verde, l’allevatore di San Marco in Lamis del quale non si hanno più notizie da sei giorni.

Non vedendolo più rientrare e non avendo notizie di lui, ieri i familiari si sono recati alla locale caserma dei carabinieri per denunciarne la scomparsa. L’uomo si sarebbe allontanato da Piano San Vito, località della sua masseria in agro di Monte Sant’Angelo.

Le ricerche sono state avviate alle prime luci dell’alba di questa mattina. Al lavoro i vigili del fuoco, carabinieri e volontari della Protezione Civile. Inquirenti per ora non tralasciano alcuna ipotesi, nemmeno quello di un allontanamento volontario.

da Foggiatoday

• Tags: Commenta questo articolo Nessun commento

FOGGIA – Camera di Commercio, i tagli della riforma Renzi mettono in allarme i dipendenti

Pubblicato martedì, 29 luglio 2014

 Porreca incontra Sisto: "Salviamo i livelli occupazionali"

Sono in allarme i dipendenti della Camera di Commercio di Foggia in vista del varo della riforma della Pubblica Amministrazione targata Renzi, che in particolare ha preso di mira il sistema camerale. Il testo del decreto 90 prevede, infatti, un taglio del 50% dell'importo del diritto annuale, il tributo versato dagli imprenditori per l'iscrizione al registro delle imprese che rappresenta la principale fonte di entrata per le Camere di Commercio.

La percentuale di riduzione in sede di conversione dovrebbe scendere per il 2014 al 35%, tuttavia in Via Dante il timore è che, anche una diminuzione di questa entità, possa mettere a serio rischio le finanze dell'Ente.

LE PREVISIONI DI ENTRATA. A Foggia, l'Ente Camerale incassa in media circa 11 milioni di euro dal diritto annuale e altri 2 dai diritti di segreteria. Il costo del personale, compreso quello delle aziende speciali Cesan e Lachimer (in totale tra i 90 e i 100 dipendenti), si aggira intorno ai 4,5 milioni di euro cui si aggiungono circa 3 milioni per i costi di funzionamento della struttura. E' evidente che qualsiasi diminuzione degli incassi pregiudicherebbe la semplice gestione ordinaria.

LA QUESTIONE CITTADELLA. La situazione è ancor più complicata dal fatto che, proprio nel 2014, sono previsti esborsi per circa 5 milioni di euro, legati al completamento dei lavori relativi alla “Cittadella dell'Economia”, la nuova sede della Camera di Commercio sita in zona Fiera. Una circostanza che comporterà il ricorso ad anticipazioni di cassa, difficilmente prevedibile negli anni passati ma che rischia ora di diventare insostenibile.

DI PIETRO: "LE CCIAA? UN LABORATORIO DI EFFICIENZA" "Dovremo fare i conti con i tagli voluti dal governo – afferma Luigi Di Pietro, rappresentante camerale Uil-Fpl – ma davvero non comprendiamo questo mobbing istituzionale verso il sistema camerale che negli anni si è dimostrato sempre efficiente". Di fronte agli "attacchi" del governo, Di Pietro lancia la sua controproposta a Renzi: "Non temiamo una riforma della Pubblica Amministrazione ma i tagli indiscriminati. Il governo utilizzi le Camere di Commercio come laboratorio di efficienza da esportare in altri Enti.

In Camera di Commercio la digitalizzazione è cominciata già venti anni fa". Le azioni e le idee dei dipendenti camerali "viaggiano" sul gruppo facebook Ecosistema Camerale "che conta circa 2 mila iscritti della galassia del sistema camerale" – continua Di Pietro. "Chissà che la eco delle nostre proposte possa raggiungere i rappresentanti del governo".

LA MOBILITAZIONE Lo scorso 23 luglio una delegazione foggiana di una ventina di persone ha partecipato alla mobilitazione nazionale dei dipendenti delle Camere di Commercio tenutasi a Roma in piazza Di Pietra. Una manifestazione a cui hanno partecipato circa un migliaio di persone. In quell'occasione il presidente della Camera di Commercio di Foggia, Fabio Porreca, che si trovava nella Capitale per impegni istituzionali, aveva raggiunto i dipendenti e incontrato il presidente della Commissione Affari Costituzionali, Francesco Paolo Sisto. All'onorevole barese il presidente Porreca aveva chiesto di "fare di tutto per difendere un Amministrazione efficiente" e in particolare "di assicurare la salvaguardia dei livelli occupazionali".

POLITICI ASSENTI. Un intervento che poi è rimasto isolato denuncia Di Pietro: "Nessun politico locale si è sentito in dovere di intervenire sul tema della riforma delle Camere di Commercio che tocca oltre 10mila lavoratori in tutta Italia, cosa che invece è avvenuta in altre province. Continueremo a difenderci da soli ma l'assenza dei rappresentanti foggiani è imbarazzante".

da Foggiacittaaperta

• Tags: Commenta questo articolo Nessun commento

FOGGIA –Conciliazioni al Don Uva di Foggia, Zinno: benissimo

Pubblicato martedì, 29 luglio 2014

SODDISFAZIONE è stata espressa in una nota dalla F.P. CGIL di Foggia che – dopo il processo di internalizzazione dei lavoratori dell’UU.DD.TT di Vico del Gargano, Vieste e Sannicandro, con la Sanità service – ieri ha proceduto al Don Uva alla presenza del Segretario generale Felice Zinno e del rappresentante aziendale Vincenzo Pollidoro, all’atto conclusivo dell’operazione e cioè la firma del contratto che determinerà dal 1° agosto 2014 il passaggio diretto alle dipendenze del Don Uva di Foggia.

“Ovviamente, con la chiusura di questa operazione, preannunciamo che sarà nostra cura, riprendere le questioni aperte con la Rubens, per ciò che attiene le competenze maturate e non godute.”

da Stato Quotidiano

• Tags: Commenta questo articolo Nessun commento

ROMA – “La scelta di Anna”, casting nel Gargano per fiction Rai Uno

Pubblicato martedì, 29 luglio 2014

OZ Film,per la fiction tv Rai Uno in 6 puntate dal titolo provvisorio “Questo è il mio paese – La scelta di Anna”, regia di Michele Soavi prod. Cross Productions cerca per vari ruoli, anche importanti:

- Ragazze e ragazzi 18 anni circa 

– Compagni scuola Chiara (e specificamente: Cosimo – età 16/20

– carismatico, giovanissimo erede temuto e rispettato del clan dei Malorni. )

- Ragazze e ragazzi 14 anni

– Compagni scuola Nino

- Assunta Malorni

– donna mediterranea 40/50 anni intensa, drammatica

- Giannino Cafuero

– anziano boss, 75 anni circa, fisicamente provato ma grande autorevolezza

- Isolina Cafuero

– donna anziana, 75 anni circa, semplice, gentile

- Madre Corrado

– donna 70 anni circa molto distinta

- Maala

– giovane ragazza indiana 20 anni circa

- Gruppo di giovani uomini africani neri (raccoglitori arance) (e specificamente: Said

– ragazzo africano (nero) 25 anni circa, alto forte )

- Yaba – ragazza giovane bella africana (nera) 20/25 anni

-Varie figure maschili e femminili, di varie età (20-60), per piccoli ruoli di Professionisti, genitori, professori, Carabinieri, Assistenti sociali, infermieri, etc. I casting si svolgeranno il giorno 5 agosto 2014 dalle 17.00 e i giorni 6 e 7 agosto dalle 10.00 in poi a Vico del Gargano (Fg),in via Aldo Moro num 2 c/o ufficio sanitario,accanto alla palestra comunale.

Bisogna presentarsi muniti di fotocopia di carta d’identita’ e di codice fiscale e una foto primo piano. Le riprese saranno effettuate a Vico del gargano.

Nel frattempo inviare email con i propri dati(nome,cognome,età,residenza e numero di telefono) e una foto primo piano e una intera a giusy.marrone88@gmail.com I candidati che non risponderanno ai requisiti sopra elencati non saranno ammessi al casting.

(In copertina – www.taorminafilmfest.it – Michele Soavi e Mireja Girò, quest’ultima vincitrice del concorso corti internazionali)

da Stato Quotidiano

• Tags: Commenta questo articolo Nessun commento

MANFREDONIA – Disservizi autobus nel Gargano, società a Assessore: “inviati i reclami”

Pubblicato martedì, 29 luglio 2014

 “BUON giorno Assessore, La informo di aver inviato entrambi i reclami alla ns. sede di Foggia che gestisce i servizi oggetto delle lamentele degli utenti. Sarà informata dell’esito dei dovuti accertamenti”

Positivo riscontro finora dopo le segnalazioni giunte a Statoquotidiano.it, relative a presunti disservizi di una società di linea autobus occupantesi del trasporto di pendolari e turisti in città del Gargano. Come reso noto, alcuni giovani di Manfredonia hanno riscontrato la partenza di un autobus, domenica 27 luglio 2014 in Piazza Marconi, con “25 minuti circa di anticipo rispetto all’orario prefissato”.

Il mezzo era diretto a Vieste. Dopo la segnalazione del caso, altri lettori hanno scritto a Statoquotidiano raccontando presunti episodi analoghi. Celere il riscontro dell’Assessorato con delega alla sicurezza e Pubblica istruzione” del Comune di Manfredonia, nella persona dell’Assessore Antonietta Varrecchia, che ha personalmente racconto ulteriori istanze dei cittadini, attraverso Stato, comunicandoli alla società interessata. Si attendono nuovi e positivi riscontri

. da Stato Quotidiano

• Tags: Commenta questo articolo Nessun commento

MANFREDONIA – controlli antidroga nei locali con unità cinofila

Pubblicato martedì, 29 luglio 2014

CONTROLLI antidroga dei finanzieri della Compagnia di Manfredonia e del Comando Provinciale di Foggia nell’ambito di una strategia di controllo del territorio articolata su un’intensa attività di monitoraggio, prevenzione e repressione di reati relativi a detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti. 

Posti di blocchi sono stati effettuati a Manfredonia, con controlli in alcuni locali a pian terreno, anche con l’ausilio di un’unità cinofila.

da Stato Quotidiano

• Tags: Commenta questo articolo Nessun commento

MANFREDONIA – Fermo biologico pesca: sindacati, perplessità su decreto

Pubblicato martedì, 29 luglio 2014

É stato emanato il 24 luglio scorso il decreto che indica i periodi di fermo biologico per il 2014 al fine di tutelare la risorsa marina.

Lo ricordano Flai Cgil, Fai Cisl e Uila Uil, in una nota congiunta. “Un decreto – spiegano – atteso nelle marinerie visto che, per il tratto di costa compreso tra Trieste e Rimini, avrà inizio proprio oggi, ma che purtroppo contiene delle novità che ci lasciano perplessi.

La prima riguarda l’articolo 4 relativo ai periodi successivi all’interruzione temporanea: il decreto stabilisce la possibilità di esercitare l’attività di pesca per 60 ore per un periodo di 4 giorni o 72 per un periodo di 5 giorni. Tale norma contrasta con quanto definito dal decreto legislativo n. 66 dell’8 aprile 2003 che, diversamente, stabiliva un orario massimo di 14 ore giornaliere e 72 ore per un periodo di sette giorni. Non è nostra intenzione ostacolare percorsi innovativi atti a tutelare la risorsa, purché questi rispettino quanto stabilito da leggi e contratti riguardo l’orario massimo di lavoro”.

Un altro punto che evidenziamo è il sistema di pesca definito “strascico volante” che, a differenza degli anni precedenti, non è menzionato tra quei sistemi per cui sarà previsto il fermo d’attività. Si tratta di indicazioni non condivisibili e non sostenibili da parte di Fai, Flai e Uila Pesca innanzitutto perché non vengono rispettate le norme ed inoltre perché siamo certi che non saranno d’aiuto nel limitare lo sforzo di pesca che, soprattutto nell’Adriatico, ha visto e vede un momento di notevole crisi.

Come non sarà di aiuto la mancanza del pagamento della CIGS in deroga per i lavoratori dipendenti che si apprestano ad un nuovo periodo di inattività mentre sono ancora in attesa di percepire l’indennità di CIGS per il fermo biologico del 2013″. “Abbiamo già chiesto al ministro un apposito incontro per rivedere le posizioni espresse nel decreto e rientrare nelle norme previste sull’orario di lavoro e nel rispetto dei CCNL anche per tutelare la risorsa marina.

Un ulteriore sforzo lo chiediamo affinché venga erogata la cassa integrazione in deroga per il 2013 a sostegno di coloro ai quali da un lato si chiede il rispetto della normativa europea, dall’altro li si obbliga ad un nuovo periodo di inattività senza alcun reddito”, concludono i sindacati.

da Rassegna.it

Foto: Raffaele Salvemini

• Tags: Commenta questo articolo Nessun commento