Ultime Notizie da Foggia e dalla provincia di Foggia

Rassegna della stampa locale e comunicati delle Associazioni

Siti web e servizi internet - il tuo business online


Audiofon Apparecchi acustici AUDIOFON A FOGGIA E LUCERA: esame dell'udito gratuito
Apparecchi acustici e assistenza a 360 gradi



Foggia cresce? invia un'email a info@foggiaweb.it

Morto culturista, arrestato ex campione

Pubblicato venerdì, 6 maggio 2016

FOGGIA, – E' Claudio Imperio, di 49 anni, ex campione mondiale di body building over 40, l'uomo arrestato ieri a Foggia da polizia e Guardia di finanza per commercio illegale di sostanze dopanti. L'arresto è avvenuto nell'ambito dell'inchiesta sulla morte, avvenuta lo scorso 17 aprile, del culturista Gianni Racano, di 30 anni. L'uomo morì nell'ospedale San Paolo di Bari dopo il trasferimento dagli Ospedali Riuniti di Foggia. Imperio è preparatore atletico presso la palestra che gestisce a Foggia. Gli investigatori – a quanto è dato sapere – hanno compiuto perquisizioni in un locale nella disponibilità di Imperio ed hanno constatato che, recentemente, vi era stata una cospicua assunzione di farmaci dopanti dei quali si trovavano numerose fiale e siringhe con residui liquidi di farmaci nonché fazzoletti intrisi di sangue. Inoltre, sono state sequestrate numerose scatole contenenti farmaci dopanti risultati di dubbia provenienza e alcuni scritti sui quali era attestata la compravendita dei farmaci ad altri atleti.

Da  (ANSA)

FacebookLinkedInWhatsAppMySpaceEvernoteGoogle+Twitter
• • Commenta questo articolo Nessun commento

Foggia, ‘Bimbinbici!’ ’per incentivare l’uso della bici tra i giovani

Pubblicato venerdì, 6 maggio 2016

65201610245-cicloamicibimbiMancano pochi ore alla 17^ edizione di ‘Bimbinbici!’, la festosa pedalata in programma domenica 8 maggio in oltre 200 città d’Italia promossa da FIAB-Federazione Italiana Amici della Bicicletta per incentivare l’uso della bici come mezzo di trasporto quotidiano anche tra i giovani e i giovanissimi e, parallelamente, per sensibilizzare collettività e mondo politico sulla necessità di realizzare zone verdi, percorsi ciclo-pedonali e progetti di moderazione del traffico e di riduzione della velocità che rendano le nostre città più vivibili e sicure. Anche quest'anno Foggia aderisce a Bimbinbici!, merito dell’evento organizzato da FIAB Cicloamici Foggia, insieme a Funny Bike, e con il patrocinio del Comune di Foggia. “I bambini che volessero partecipare a Bimbimbici – fanno sapere i Cicloamici – possono venire accompagnati da genitori, amici e parenti, ovviamente tutti in bici in Piazza Umberto Giordano alle ore 10.

Read the rest of this entry »

FacebookLinkedInWhatsAppMySpaceEvernoteGoogle+Twitter
• • Commenta questo articolo Nessun commento

Sportiva…mente, l’utopia possibile contro lo stigma del disagio mentale

Pubblicato venerdì, 6 maggio 2016

252016174524-sportivamente2016-posterUn calcio allo stigma del disagio mentale. Un contenitore di eventi, con incontri, partite di pallone, concerti, spettacoli e tanto altro in cui le persone con disagio psichico diventano protagoniste. Uno scambio di relazioni, di conoscenze, di solidarietà per non discriminare, per evitare l'etichetta con cui ancora oggi vengono identificate le persone con disagio mentale. Anche l'ottava edizione di ‘Sportiva… mente 2016' racconta di un'utopia possibile. Quella di quasi duecento persone tra atleti e operatori sanitari proventi da ogni parte d'Italia e d'Europa che si incontrano per favorire l'integrazione sociale attraverso gli scambi, le conoscenze, il calcio. L'iniziativa ideata da Giuseppe Pillo, responsabile del Centro di Salute Mentale di Troia, si svolgerà nei comuni di Troia e Lucera dal 4 al 7 maggio. La manifestazione è organizzata dal CSM di Troia dell'ASL di Foggia, in collaborazione con i comuni di Troia e Lucera e diverse istituzioni pubbliche e private. Dopo un percorso di sensibilizzazione e conoscenza sul tema del disagio mentale, che nei mesi scorsi ha coinvolto anche gli studenti delle scuole superiori, ‘Sportiva… mente 2016' entra nel vivo e dal 4 al 7 maggio presso lo stadio Comunale di Lucera si svolgerà il torneo internazionale di calcetto con le squadre composte da operatori e fruitori dei servizi di tutela della salute mentale.

Read the rest of this entry »

FacebookLinkedInWhatsAppMySpaceEvernoteGoogle+Twitter
• • Commenta questo articolo Nessun commento

La centrale a biomasse di S.Agata di Puglia

Pubblicato venerdì, 6 maggio 2016

Il convegno che si terrà a S.Agata di Puglia il 9 maggio 2016 presso la Sala Convegni del Castello con la presenza di politici di fama, ma non troppo, con professori universitari , dirigenti della Provincia , che non c'è, e della società AGRITRE è l'atto di incoronazione della entrata in funzione dell’impianto di cogenerazione che consiste nell’installazione di una centrale termoelettrica  da 80 MW termici  e 25 ,2 MW elettrici a ciclo combinato, alimentata a biomasse vegetali solide ( 160.000 tonnellate  di paglia, pari a 480 ton. al giorno e 20 ton. l'ora e  18.721 ton. di cippato , pari a 56 ton. al giorno. Il ricatto Lavoro/Salute ha visto ancora una volta vincere il LAVORO a discapito della SALUTE. Da una ricerca dell'ISDE (Associazione Medici per l'Ambiente) dell'ottobre 2015 è emerso che la produzione di energia elettrica mediante combustione di biomasse produce un gran numero di inquinanti che, anche se trattati al meglio della tecnologia esistente, vengono riversati in atmosfera, molti di questi hanno la peculiarità del "bioaccumulo", cioè, anche se prodotti in piccole quantità tendono ad accumularsi negli anni nell'ambiente, nel terreno, nella filiera alimentare, negli esseri viventi e nell'uomo.

Read the rest of this entry »

FacebookLinkedInWhatsAppMySpaceEvernoteGoogle+Twitter
• • Commenta questo articolo Nessun commento

Un Lupo s’aggira per Lucera: 5mila euro per chi lo libera

Pubblicato venerdì, 6 maggio 2016

1 Film Monti Dauni clLUCERA – Saranno presentate sabato 7 maggio, alle 18:30, nella sala del Circolo Unione di Lucera, le pubblicazioni letterarie e pittoriche che raccolgono i racconti e le opere realizzate nel 2015 nell’ambito del Premio Lupo. L’incontro sarà presieduto da Davide Calabrìa, presidente del Rotary International sezione di Lucera, e da Daniela Aponte, commissario prefettizio del Comune di Roseto Valfortore. L’edizione 2016 del Premio Lupo è già in corso. Sul sito ufficiale, premiolupo.it, sono stati pubblicati i bandi per l’anno in corso e possono essere scaricate anche le relative domande di iscrizione ai tre concorsi previsti: letterario, pittorico, realizzazione di brevi video da 60 secondi.

Read the rest of this entry »

FacebookLinkedInWhatsAppMySpaceEvernoteGoogle+Twitter
• • Commenta questo articolo Nessun commento

CONFERENZA: RANDAGISMO E LE “BUONE PRATICHE” IN PROVINCIA DI FOGGIA

Pubblicato venerdì, 6 maggio 2016

Sabato 7 p.v. alle ore 17.00 presso la sala consiliare del Comune di Cerignola, organizzata dalle Associazioni Amici di Balto e Cuccioli di Tata si terrà una conferenza dibattito sul tema: “IL BUSINESS DEL RANDAGISMO E LE BUONE PRATICHE DI GESTIONE. All’evento interverranno i promotori dei sequestri dei canili di Ortanova e Lucera ovvero l’on. Paolo Bernini M5S e Antonio Colonna, fondatore dell’associazione animalista EITAL Il Coordinamento Provinciale Protezione Animali – Foggia porterà invece testimonianze di una buona pratica di lotta al randagismo partita da Vieste e Cerignola ed ora in estensione in tutti i comuni della provincia, che è il progetto Zero cani in canile. La conferenza ha lo scopo di illustrare il meccanismo in base al quale migliaia di cani randagi vengono detenuti all’interno di canili e il processo con cui i canili diventano cosiddetti lager.

Read the rest of this entry »

FacebookLinkedInWhatsAppMySpaceEvernoteGoogle+Twitter
• • Commenta questo articolo Nessun commento

APRICENA DEI TALENTI: AL VIA LA SECONDA EDIZIONE

Pubblicato venerdì, 6 maggio 2016

stemmaapricena_foggiawebAPRICENA –  C'è tempo fino al 31 maggio per presentare dei nominativi da candidare alla edizione 2016 del premio "Apricena dei Talenti". "Si tratta – spiega il Vicesindaco e Assessore alla Cultura Anna Maria Torelli – della seconda edizione del premio che abbiamo istituito a settembre, per rendere omaggio ai nostri Concittadini residenti fuori Apricena che nella loro attività si sono distinti per particolari meriti". "Il premio – ricorda Torelli – è stato fortemente voluto dalla nostra Amministrazione e abbiamo previsto un regolamento con moduli allegati per presentare alla Giunta nominativi di persone tra cui scegliere". La documentazione e le modalità per aderire alla manifestazione e proporre il proprio nominativo è disponibile sul sito del Comune di Apricena a questi link:

Read the rest of this entry »

FacebookLinkedInWhatsAppMySpaceEvernoteGoogle+Twitter
• • Commenta questo articolo Nessun commento

“C.E.P. come essere protagonisti”, il teatro contro la dispersione scolastica

Pubblicato venerdì, 6 maggio 2016

locandinaLove50Foggia – Contrastare il fenomeno della dispersione scolastica attraverso il teatro. Perché la scoperta delle proprie capacità espressive, creative e relazionali può contribuire ad avvicinare gli studenti ai banchi di scuola e a favorire processi di socializzazione. Il linguaggio teatrale declinato in tutte le sue forme, infatti, ha una riconosciuta valenza terapeutica per molti disagi della personalità e può avvicinare i ragazzi con maggiore fragilità sociale ad avere una maggiore consapevolezza di sé stessi e dell'importanza dei percorsi di istruzione. Sulla base di queste finalità prosegue per il secondo anno il progetto "C.E.P. come essere protagonisti", promosso dalla Cooperativa Sociale Mappamondo in collaborazione con il Liceo Artistico Perugini di Foggia e finanziato nell'ambito del Piano Azione Coesione 'Giovani no profit' della Presidenza del Consiglio dei Ministri – Dipartimento della Gioventù e del Servizio Civile Nazionale. Il progetto "C.E.P." punta a realizzare un percorso di teatro integrante rivolto a venti alunni del Liceo Artistico Perugini con l'obiettivo di contrastare la dispersione scolastica e di aumentare l'attrattiva nei confronti del mondo-scuola. L'attività progettuale, dunque, ha dato vita al percorso "Sipario", giunto quest'anno alla seconda annualità, che attraverso la realizzazione di tre laboratori (teatrale, coreografico, musicale) vede studenti, docenti e genitori coinvolti nell'allestimento di "Love50" un musical che andrà in scena il prossimo 20 maggio al Teatro del Fuoco. Il cast dello spettacolo, dunque, è interamente composto dagli alunni dell'istituto che partecipano ai vari laboratori. Questi, invece, i nomi degli operatori di progetto che, presso i locali dell'istituto in via Giuseppe Imperiale, seguono i ragazzi nei percorsi di formazione: Antonella Viggiano, Mariella Granatieri, Paolo Citro, Bruno Caravella, Rosa Urbano, Antonio Ruotolo, Viviana Moretto, Maristella Mazza, Maria Grazia De Rosa, Miriam Stranieri, Michela De Martino.

 

FacebookLinkedInWhatsAppMySpaceEvernoteGoogle+Twitter
• • Commenta questo articolo Nessun commento

Weekend a Parco San Felice: le attività in programma

Pubblicato giovedì, 5 maggio 2016

parcocitta-2-750x422Appuntamento questo weekend a Parco San Felice, a Foggia, con "Al Parco son Felice", manifestazione di sensibilizzazione organizzata dall’Ats di Foggia, tra i promotori del progetto "Parcocittà”. Appuntamento questo weekend a Parco San Felice, a Foggia, con “Al Parco son Felice”, manifestazione di sensibilizzazione organizzata dall’Ats di Foggia, tra i promotori del progetto “Parcocittà”. L’8 maggio, alle 10, sono in programma numerrose attività, che vedranno protagoniste numerose associazioni. Si parte proprio alle 10 con con “Yoga+corsa=benessere al parco”, a cura dei Runners Parco San Felice. Seguiranno poi le fiabe animate del C.U.T. (Centro Universitario Teatrale) alle 10:30 e alle 11 la presentazione del cantiere “Al Parco son Felice”: per l’occasione, saranno presenti rapresentanti della commissione lavori Parcocittà con ATS, Comune di Foggia, Fondazione Banca del Monte, sponsor e tanti altri.

Read the rest of this entry »

FacebookLinkedInWhatsAppMySpaceEvernoteGoogle+Twitter
• • Commenta questo articolo Nessun commento

La “Quarto Savona Quindici” arriva a Foggia

Pubblicato giovedì, 5 maggio 2016

giovannifalcone1Foggia. Lunedì 9 maggio, arriverà a Foggia la “Quarto Savona Quindici”, l’automobile usata dalla scorta del giudice Giovanni Falcone al momento della strage di Capaci. L’iniziativa, realizzata da Libera Foggia in collaborazione con la Questura di Foggia, rientra nel progetto “Sulla scorta degli uomini coraggiosi”. Si tratta di un progetto regionale che, in varie tappe, si pone l’obiettivo di ricordare la strage di Capaci, partendo dagli agenti pugliesi della scorta, Antonio Montinaro, Rocco Dicillo e Vito Schifani, e di lanciare spunti d’impegno nei vari territori toccati. Il progetto è attuato in collaborazione con l’associazione, “Nomeni”, fondata da Matilde Montinaro, sorella di Antonio. In tutte le città l’auto sarà collocata in un’area circoscritta da pannelli recanti la rassegna stampa dei giornali dell’epoca, dal pannello con l’indicazione della strada che l’auto percorreva e dell’orario dell’esplosione; inoltre, saranno esposte foto che riguardano la vita di Antonio, Rocco e Vito al di fuori dell’impegno come uomini della scorta, con lo scopo di dare un’idea di quella che è la “normalità” delle loro famiglie, dei loro affetti, delle loro passioni.

Read the rest of this entry »

FacebookLinkedInWhatsAppMySpaceEvernoteGoogle+Twitter
• • Commenta questo articolo Nessun commento

A Orsara l’omaggio a Leonardo Cotugno, l’Avvocato del Popolo

Pubblicato giovedì, 5 maggio 2016

comune_orsaradipuglia_foggiawebORSARA DI PUGLIA (Fg). “Ci legava un rapporto di amicizia e di stima reciproche, per me lui sarà sempre l’avvocato del popolo”. E’ con queste parole che Tommaso Lecce, sindaco di Orsara di Puglia, ha ricordato la figura e la vita di Leonardo Cotugno, avvocato, scrittore, uomo di cultura alla memoria del quale il Gruppo Storico Orsarese, in collaborazione con il Comune di Orsara, ha dedicato un convegno che si è svolto sabato 30 aprile nell’aula consiliare. L’incontro è stato interessante, partecipato, arricchito dagli interventi di Nicoletta Altieri, Antonio Anzivino, Leonarda Poppa, Pietrantonio Fatibene e Concetta Terlizzi. In un aneddoto, il sindaco Lecce ha voluto ricordare perché, per moltissimi orsaresi, Leonardo Cotugno fu “l’avvocato del popolo”: Molti anni fa, tantissime famiglie orsaresi portavano il loro grano in conto deposito a un opificio, così da poter ritirare la farina necessaria al fabbisogno domestico.

Read the rest of this entry »

FacebookLinkedInWhatsAppMySpaceEvernoteGoogle+Twitter
• • Commenta questo articolo Nessun commento

Nato, s’insedia il generale Scaparrotti. Il nuovo comandante con avi foggiani

Pubblicato mercoledì, 4 maggio 2016

scaparrottiÈ a capo delle Forze alleate in Europa, nel marzo scorso era stato scelto dal Pentagono. Alla vigilia della Grande guerra suo nonno partì per gli Stati Uniti da Orsara di Puglia. Ha origini pugliesi Curtis Michael Scaparrotti, 60 anni, il generale a quattro stelle dell'esercito statunitense che da domani sarà il nuovo Comandante supremo delle forze alleate Nato in Europa. Precisamente della provincia di Foggia visto che la sua famiglia è di Orsara di Puglia. Il Consiglio Atlantico lo ha nominato l'11 marzo scorso, ma si insedierà domani, al termine di una cerimonia ufficiale di passaggio delle consegne a Bruxelles, alla presenza del Segretario Generale della Nato, Jens Stoltenberg. Prima di prendere il posto del collega Philip Breedlove, Scaparrotti ha guidato il Comando congiunto delle forze Onu e Usa in Corea. Nato a Logan, in Ohio, ha preso i gradi di ufficiale nel 1978, alla celebre accademia militare di West Point. Suo nonno, alla vigilia dello scoppio della Grande Guerra, partì da Orsara di Puglia, alla volta del lontano Ohio.

Read the rest of this entry »

FacebookLinkedInWhatsAppMySpaceEvernoteGoogle+Twitter
• • Commenta questo articolo Nessun commento

In Capitanata urge il centro dialisi pediatrica

Pubblicato mercoledì, 4 maggio 2016

dialisiI genitori dei bambini in dialisi sono costretti a spostarsi a Bari due o al massimo tre volte a settimana. I meetup 'Attivisti Foggiani' e 'FoggiAttiva' chiedono un centro dialisi pediatrico in provincia di Foggia. Il meetup ‘Attivisti Foggiani’ – sostenuto da ‘FoggiAttiVa’ – si dice preoccupato per l’assenza in provincia di Foggia del centro dialisi pediatrica. Ciò vuol dire che le famiglie di quei bambini che necessitano di cura, una decina in tutto, sono costretti a spostarsi a Bari almeno due volte a settimana, tre al

Read the rest of this entry »

FacebookLinkedInWhatsAppMySpaceEvernoteGoogle+Twitter
• • Commenta questo articolo Nessun commento

Boldrini affascinata dai Grifoni di Ascoli Satriano

Pubblicato mercoledì, 4 maggio 2016

La visita della presidente della Camera – F. Cautillo

da corrieredelmezzogiorno

FacebookLinkedInWhatsAppMySpaceEvernoteGoogle+Twitter
• • Commenta questo articolo Nessun commento

Lavoro nero, controlli della Direzione del Lavoro in Capitanata

Pubblicato martedì, 3 maggio 2016

lavoro-neroIspezioni in Capitanata presso aziende agrituristiche, pub, pizzerie e ristoranti: sono otto le attività commerciali ispezionate dagli ispettori del lavoro della Direzione Territoriale Del Lavoro Di Foggia nell'ambito di un'attività mirata al contrasto del lavoro nero tra i comuni di Foggia, Cerignola, Lucera, San Severo e Stornara. Delle 8 aziende ispezionate 7 sono risultate irregolari e sono state riscontrate e contestate violazioni per lavoro nero relativamente a sei dipendenti sprovvisti di regolare assunzione, tra i quali un lavoratore extracomunitario. La Direzione territoriale del lavoro del capoluogo dauno fa sapere che “si è proceduto a notificare tre provvedimenti di sospensione attività imprenditoriale per lavoro nero. Complessivamente sono state contestate 31 violazioni amministrative in materia di lavoro e legislazione sociale e pertanto verranno comminate sanzioni amministrative per un importo pari a 33.144,00 euro”.  

Da teleradioerre

FacebookLinkedInWhatsAppMySpaceEvernoteGoogle+Twitter
• • Commenta questo articolo Nessun commento

Spaccio di droga anche a minorenni Incastrati dalle telecamere: 7 arresti

Pubblicato martedì, 3 maggio 2016

Documentati 225 episodi di cessione tra cocaina, hascisc e marijuana

 

I carabinieri del comando provinciale di Foggia hanno eseguito un’ordinanza di custodia cautelare nei confronti di sette persone (quattro finite in carcere, le altre tre ai domiciliari) accusate a vario titolo di detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti (cocaina, hascisc e marijuana). Il provvedimento è stato emesso dal gip del tribunale di Foggia ed ha riguardato attività investigativa svolta nell’area antistante piazza Padre Pio a Foggia, luogo frequentato da spacciatori e clienti. I carabinieri, nel corso delle indagini, hanno fermato per controlli una decina di acquirenti; tra i clienti anche giovanissimi, persino alcuni 14enni. Gli episodi di spaccio contestati sono 225; durante l’attività investigativa è stata anche sequestrata droga.

Da corrieredelmezzogiorno

FacebookLinkedInWhatsAppMySpaceEvernoteGoogle+Twitter
• • Commenta questo articolo Nessun commento

Maltempo, allerta rossa sulla Puglia. Forti temporali attesi oggi su gran parte della regione

Pubblicato lunedì, 2 maggio 2016


nubifragioLa perturbazione che sta interessando l’Italia si sposterà da oggi, lunedì 2 maggio, verso sud est causando forti temporali che interesseranno in particolare la Puglia e il medio versante adriatico. Sulla base dei fenomeni la sezione di Protezione civile della Regione ha valutato per una allerta rossa su gran parte del territorio con “rischio idrogeologico e idraulico localizzato sulla Puglia centro-meridionale”.

Da immediato

FacebookLinkedInWhatsAppMySpaceEvernoteGoogle+Twitter
• • Commenta questo articolo Nessun commento

Violenta rissa tra nomadi al Santuario dell’Incoronata

Pubblicato lunedì, 2 maggio 2016

rissa-incoronataVerso le ore 20.00 due pattuglie della polizia municipale di Foggia di servizio presso il Santuario della Madonna Nera sono intervenute nell'area di parcheggio per una rissa in atto tra cittadini stranieri. Circa 10 le persone coinvolte che si sono affrontate con mazze di legno e di ferro, bottiglie e, persino, con guantoni da boxe. Gli uomini della municipale hanno subito lanciato l'allarme e immobilizzato alcuni violenti. Sul posto sono giunte da Foggia anche tre pattuglie dei carabinieri. Il bilancio dell'intervento è da vera guerriglia urbana: due auto danneggiate e sequestrate; due feriti soccorsi da ambulanze del 118; diverse persone fermate; sequestrate mazze ed altri oggetti contundenti.

Da teleradioerre

FacebookLinkedInWhatsAppMySpaceEvernoteGoogle+Twitter
• • Commenta questo articolo Nessun commento

Cavi in alluminio e pozzetti sigillati: così il Comune di Foggia scoraggia i ladri di rame

Pubblicato lunedì, 2 maggio 2016

pozzetti cavi elettriciPer il ripristino della pubblica illuminazione è pronta una nuova gara. Negli ultimi tempi sono stati sottratti 30 km di cavi per un danno di 400mila euro

Nei prossimi giorni verrà espletata una gara, già finanziata con un importo pari a 79mila euro, per lavori di ripristino dell’illuminazione pubblica a seguito dei furti che si sono verificati in città. In particolare saranno interessate via del Salice, tratturo Camporeale e la zona di via Andrea Campo. Questi interventi seguono quelli già effettuati in viale Virgilio, via Salvato, via San Giovanni Bosco, via Fante d’Italia, via Grassi, via Balestrucci, via Colicchio, parco Miranda, Parco volontari per la pace (meglio nota come piazza Libanese), via Olanda, via Lussemburgo, via Imperiale, via Marangelli, via Sant’Alfonso de’ Liguori, via D’Acquisto, via Saragat, via La Piccirella, via

Read the rest of this entry »

FacebookLinkedInWhatsAppMySpaceEvernoteGoogle+Twitter
• • Commenta questo articolo Nessun commento

Le opere di Murè a San Severo

Pubblicato domenica, 1 maggio 2016

murè a san severoLe opere di Murè a San Severo

Dal 28/04/2016 al 05/05/2016

Teatro Verdi

San Severo

Si terrà giovedì 28 aprile alle 18, presso il 'Teatro "Verdi' di San Severo, l'inaugurazione della mostra di Pasqualino Festa n arte 'Murè'. All'evento parteciperanno, oltre all'artista, Francesco Miglio, sindaco di San Severo, Celeste Iacovino, assessore alla Cultura del Comune di San Severo, Gaetano Cristino, critico d'arte e Lulù La Porta, curatrice. La mostra sarà visitabile tutti i giorni presso il Foyer del Teatro Verdi dalle 18 alle 20 e tutta la giornata di domenica 1 maggio.

 

Dopo prestigiosi riconoscimenti, nazionali ed internazionali, Murè finalmente torna ad esporre in Capitanata, dandoci l'opportunità di ammirare 26 capolavori della sua produzione "astrattista", carichi d'intensità emotiva e volontà di rinnovamento. Per storia e tradizione, San Severo ha sempre avuto un ruolo di primissimo piano nel panorama culturale provinciale e regionale. Il Barocco; le opere di "Paz", Andrea Pazienza; il teatro "Verdi" punto di riferimento e avamposto di tante "prime" nazionali e di importanti sperimentazioni culturali.

 

"Nel solco di questa tradizione di grande prestigio, siamo felici di ospitare una mostra del più importante pittore di Capitanata: Pasqualino Festa "Murè". "Il colore è un mezzo per esercitare sull'anima un'influenza diretta. Il colore è un tasto; l'occhio il martelletto che lo colpisce; l'anima lo strumento dalle mille corde". Così scriveva il grande pittore russo Vassilij Kandinskij. E c'è qualcosa della sua straordinaria arte astratta nelle esplosioni di colori, nel calore e nel grande dinamismo delle opere di Murè. Il suo è uno sguardo di amore verso le realtà che dipinge: uno sguardo nostalgico ma, al tempo stesso, lucido, vigile, pronto a percepire il mondo circostante e le sue vertiginose trasformazioni.

 

Con questa sua mostra "Movimenti Astratti", Murè ci da la possibilità di riflettere su ciò che è attorno a noi: un universo circostante al quale ci legano affetti, ricordi, gioie e dolori. Ma un universo comunque in continuo movimento, in profonda evoluzione. Murè riesce a infondere a tutti i suoi lavori quel tocco di "realismo magico" mirabilmente rappresentato da Gabriel Garcia Marquez. E noi siamo orgogliosi di poter ospitare i suoi capolavori perché abbiamo pensato a questa sua rassegna come parte integrante di un processo – che stiamo implementando da circa due anni – di rilancio culturale della nostra bellissima città.L'arte, la cultura come volano di sviluppo per il rilancio del nostro territorio, risposta alla criminalità e alla disoccupazione. L'arte, la cultura intesi come Nuovo Rinascimento per ridare a San Severo tutto il lustro e il prestigio che merita. È questo il percorso che abbiamo intrapreso con coraggio da circa due anni.

 

L'arte è qualità della vita, emancipazione e riscatto sociale, sviluppo e progresso. Crediamo in questa sfida e la porteremo avanti con determinazione e passione", afferma Miglio. "La presenza di Pasqualino Festa, in arte "Murè", qui a San Severo è frutto di una programmazione in materia di politiche di promozione culturale attenta e oculata. Abbiamo voluto questa iniziativa perché crediamo che arte e cultura possano essere elementi strategici per il rilancio della nostra città. E sotto questo profilo proseguiamo la nostra sfida per un Nuovo Rinacimento con un evento di alta qualità. "Dipingere non è un'operazione estetica: è una forma di magia intesa a compiere un'opera di mediazione fra questo mondo estraneo ed ostile e noi", affermava Pablo Picasso. E io credo che questa forma di magia sia presente nella mostra "Movimenti astratti" e nelle opere di Pasqualino Festa "Murè".

 

Le pennellate intense e vigorose, i "dinamismi" dei suoi quadri ci restituiscono l'idea di un mondo che, volente o nolente, è costretto a cambiare. Luoghi d'origine, terre dimenticate, metropoli, borghi: lo sguardo attento di Murè tutto "cattura" e ci restituisce attraverso trionfi di colori, magnetismi cromatici, movimenti vorticosi. Le tele di Murè sono un piacere per gli occhi e per lo spirito. La realtà che ci "offre" è quella che vediamo ogni giorno ma, magari, non osserviamo con attenzione. Pittore affermatissimo a livello nazionale e internazionale, Murè è da anni il più importante artista di Capitanata. E basterebbe già questo a rendere questa sua Kermesse nella nostra città degna di attenzione. In realtà, però, c'è molto di più. Perché con "Movimenti astratti", Murè compie un percorso al tempo stesso interiore ed esteriore. Scandaglia tra i luoghi degli affetti "traducendoli" con luci e colori diversi, inconsueti. In sostanza, ci invita a riflettere con maggiore attenzione sulla realtà circostante per coglierne ad ogni istante cambiamenti impercettibili ma davvero significativi. Come direbbe Eraclito "tutto scorre" e Murè lo evidenzia con grande forza espressiva", conclude Iacovino.

Da FoggiaToday

FacebookLinkedInWhatsAppMySpaceEvernoteGoogle+Twitter
• • Commenta questo articolo Nessun commento

LA VALIGIA DI FIABESCO

Pubblicato domenica, 1 maggio 2016

la_valigia_di_fiabescoteatrodeilimoni

Descrizione

La valigia di Fiabesco si ispira alla tradizione dei ‘cantastorie’, dei narratori ambulanti che, con carretti variopinti e abbigliamento stravagante, giravano di città in città per raccontare storie antiche, frutto di tradizioni popolari, spesso rivisitate e attualizzate con citazioni e riferimenti a fatti contemporanei. Il personaggio di Fiabesco potrebbe definirsi un cantore, un poeta, un giullare, un novello trovatore. Fiabesco, usa gli oggetti che porta sulla scena per farne degli attori e dei narratori inconsapevoli ed inusuali. L’uso immaginifico della manualità nel corso della performance rafforza e conferma la natura spesso visionaria dello stile di narrazione e mira a stimolare le capacità percettive dei più giovani tra gli spettatori, oltre a sollecitarne la curiosità e la creatività.

Scheda spettacolo a cura di

Giorgio Ventricelli

Da teatro

FacebookLinkedInWhatsAppMySpaceEvernoteGoogle+Twitter
• • Commenta questo articolo Nessun commento

Bomba al bancomat della Carime di Troia: la cassa resiste, malviventi a mani vuote

Pubblicato domenica, 1 maggio 2016

troiaE' il terzo assalto con esplosivo (tra furti tentati e consumati) registrati nel territorio tra Lucera e i Monti Dauni, in un week-end nero per gli istituti di credito. Non si esclude che possa trattarsi della stessa banda

Tre assalti a bancomat in tre giorni. Tre bancomat sventrati per tre furti con esplosivo, uno consumato e gli altri due solo tentati, in un week-end nero per gli istituti di credito locali.

 

L’ultimo episodio, in ordine di tempo, la scorsa notte, tra sabato 30 aprile e domenica 1° maggio: tre uomini incappucciati hanno piazzato un ordigno rudimentale sulla tastiera del bancomat della filiale della Banca Carime di via Vittorio Emanuele a Troia, facendolo saltare in aria. Il boato ha risvegliato l’intero quartiere, ma i malviventi sono fuggiti a mani vuote. Sull’accaduto indagano i carabinieri della compagnia di Foggia che stanno acquisendo i filmati della videosorveglianza della banca che, seppur scongiurato il furto, paga lo scotto dei danni strutturali subiti.

 

Non si tratta dell’unico caso registrato: la striscia dei furti con esplosivo copre anche la notte tra il 29 ed il 30 aprile, quando a Lucera è stata colpita la filiale della Banca Popolare di Puglia e Basilicata di via Vittorio Emanuele (bottino 15mila euro) e quella precedente, quando un altro boato ha svegliato nella notte Biccari, sui Monti Dauni, dove è stato preso di mira lo sportello automatico dell’ufficio postale cittadino. Anche in questo caso, i malviventi non sono riusciti a impossessarsi del denaro. Per questi ultimi casi, indagano i carabinieri della compagnia di Lucera. Al momento, non si esclude che possa trattarsi della stessa banda in azione tra le terre lucerine e i Monti Dauni.

Da foggiatoday

FacebookLinkedInWhatsAppMySpaceEvernoteGoogle+Twitter
• • Commenta questo articolo Nessun commento

Zaba a Foggia con ‘Canto anche se sono stonato’

Pubblicato sabato, 30 aprile 2016

zabaSavino Zaba ha portato a Foggia il tour di “Canto…anche se sono stonato”, lo spettacolo di teatro-canzone curato dal conduttore Rai e attore cerignolano. Sul palco del Teatro Giordano – accompagnato dalla Stonato Band e dalle Swing Out Dancers – Zaba, tra i protagonisti dell’ultima edizione di “Tale e Quale Show” su Rai1 – si è esibito in uno spettacolo musicale di solidarietà promosso dai Lions Club Foggia per il Service che ha previsto la fornitura di Defibrillatori per le scuole e la formazione del personale.

 

Zaba ha condotto gli spettatori in un viaggio nella musica swing dagli anni ’20 fino ai ’60 e, tra un brano e l’altro, aneddoti legati a quel periodo storico così significativo per il nostro Paese; il Jazz, lo Swing, il loro l’approdo in Italia e le censure del Regime, le macerie della guerra, l’agognato boom economico. Zaba,ha reinterpretato  i grandi classici, da Nicola Arigliano a Natalino Otto, passando per Fred Buscaglione e Lelio Luttazzi.

Da teleradioerre

FacebookLinkedInWhatsAppMySpaceEvernoteGoogle+Twitter
• • Commenta questo articolo Nessun commento

Con coltello e maschere di carnevale rapinano tabaccheria: 450 euro il bottino

Pubblicato sabato, 30 aprile 2016

E' accaduto ieri sera, in via Manzoni, ai danni di una rivendita di tabacchi già vittima di rapina in passato. Sul fatto sono in corso le indagini della polizia

rapinaAmmonta a 450 euro il bottino della rapina messa a segno ieri sera, in via Manzoni, a Foggia. A finire nel mirino dei rapinatori è stata una rivendita di tabacchi al civico 79 di quella via. Il fatto è successo poco dopo le 20: ad agire sono state due persone che hanno fatto irruzione nell’attività con il volto coperto da maschere di carnevale, uno dei quali armato di coltello.

 

I due hanno minacciato il titolare e si sono fatti consegnare tutto il denaro presente in cassa: circa 450 euro. Dopo aver intascato il denaro, i due sono fuggiti a piedi dileguandosi tra le stradine della zona. Immediato l’allarme lanciato alla polizia: sul posto, sono intervenuti gli agenti della Sezione Volanti della questura, che hanno acquisito i filmati dei sistemi di videosorveglianza della zona. Non è la prima volta che l’attività è vittima di rapina: è già accaduto lo scorso 7 febbraio, quando uomo solo, con il volto travisato e pistola in pugno, ha costretto il titolare a consegnargli 200 euro, denaro contenuto nel registratore di cassa.

Da FoggiaToday

FacebookLinkedInWhatsAppMySpaceEvernoteGoogle+Twitter
• • Commenta questo articolo Nessun commento

Blitz a Monte Sant’Angelo: dall’omicidio di Ivan Rosa otto arresti per furti, estorsioni e armi

Pubblicato venerdì, 29 aprile 2016

monte-sant-angeloL'operazione è scaturita nell'ambito delle indagini relative all'omicidio di Ivan Rosa, e ha fatto luce su una serie di furti messi a segno nel settore dell'agricoltura, condotte estorsive e detenzione di armi

 

Furti, estotorsioni ed armi: blitz dei carabinieri del Comando Provinciale di Foggia sul Gargano. I militari hanno eseguito una ordinanza applicativa di misure coercitive nei confronti di otto persone, ritenute tutte vicine a Ivan Rosa, l’uomo che fu vittima di un agguato il 19 marzo 2014 quando, in località Bosco Quarto di Monte Sant’Angelo, fu colpito da una sventagliata di colpi di fucile calibro 12.

 

OMICIDIO ROSA: ESEGUITI CINQUE STUB

 

L’operazione – che ha impiegato circa 60 carabinieri – è scaturita proprio nell’ambito delle indagini relative all’omicidio di Rosa, e ha fatto luce su una serie di furti messi a segno nel

Read the rest of this entry »

FacebookLinkedInWhatsAppMySpaceEvernoteGoogle+Twitter
• • Commenta questo articolo Nessun commento

Rifiuti: sequestrata discarica abusiva Anche altri beni per 6 milioni di euro, sette denunciati

Pubblicato venerdì, 29 aprile 2016

Ambiente: sigilli a discarica abusiva di rifiuti pericolosi FOGGIA Una discarica abusiva di oltre 171.000 mq e altri beni per un valore complessivo di circa 6 mln di euro sono stati sequestrati dalla Guardia di finanza a Foggia a conclusione di indagini coordinate dalla Procura e condotte in collaborazione con il Corpo forestale dello Stato. Sette persone sono state denunciate a vario titolo per truffa aggravata per il conseguimento di erogazioni pubbliche e attività di gestione di rifiuti non autorizzata che hanno portato ad una frode in danno del bilancio comunitario, nazionale e della Regione Puglia pari ad oltre 5,7 mln. In particolare è emerso che la Regione Puglia ha liquidato ad un'associazione temporanea di imprese 3,7mln di euro per opere di bonifica di un canale a Cerignola. Dalla documentazione di collaudo risultava che i rifiuti dei lavori e delle opere erano stati regolarmente smaltiti, mentre le indagini hanno accertato che su un'opera di movimentazione terra, pari a circa 127.000 metri cubi, soltanto 21 mc risultavano smaltiti in discariche autorizzate.

   Da ansa

FacebookLinkedInWhatsAppMySpaceEvernoteGoogle+Twitter
• • Commenta questo articolo Nessun commento

Dopo la pena il lavoro nei campi Condannati i Francavilla e Sinesi

Pubblicato venerdì, 29 aprile 2016

Con il rito abbreviato il gup del tribunale di Bari ha inflitto pene tra i 4 anni e 8 mesi e i 10 anni a otto esponenti della cosiddetta «Società». I due capiclan una volta espiata la pena detentiva saranno inoltre «assegnati» per un anno ad una colonia agricola

francavilla-senesi-condanna

FOGGIA — Il gup del Tribunale di Bari Rosa Anna De Palo ha condannato 8 persone a pene comprese fra i 10 anni e i 4 anni 8 mesi di reclusione nell'ambito del processo «Corona» sulla mafia foggiana. Gli imputati sono i presunti capi e promotori della associazione per delinquere armata di tipo mafioso denominata «Società», finalizzata alla commissione di reati in materia di armi ed esplosivi, traffico di stupefacenti, estorsioni a imprenditori, riciclaggio e ricettazione di veicoli. La sentenza è stata emessa al termine di un processo celebrato con il rito abbreviato.

 

La condanna più alta, a 10 anni di reclusione, è stata inflitta nei confronti di Emiliano Francavilla; 8 anni e 6 mesi sono stati inflitti a suo fratello Antonello, 6 anni e 8 mesi a Mario Lanza e Francesco Sinesi, 5 anni e 4 mesi a Fabio Trisciuoglio, 5 anni nei confronti di Ernesto Gatta e Giuseppe Trisciuoglio, 4 anni e 8 mesi a Federico Trisciuoglio. Il giudice ha inoltre applicato la misura di sicurezza della assegnazione ad una colonia agricola per la durata di un anno dopo l'espiazione della pena ai fratelli Francavilla, a Lanza, Sinesi e Federico Trisciuoglio, quella della libertà vigilata per gli altri, fra cui Fabio e Giuseppe Trisciuoglio, figli del capo clan Federico. Nel processo erano costituite parti civili il Ministero dell'Interno, la Camera di Commercio di Foggia, rappresentata dall'avvocato Gianluigi Prencipe, e la Federazione Antiracket Italiana, difesa da Angela Maralfa.

 

Nell'ambito dello stesso procedimento nell'ottobre 2014 altri 11 imputati, fra i quali il boss Raffaele Tolonese, erano stati condannati per mafia ed estorsioni e altri otto sono attualmente a processo con il rito ordinario dinanzi al Tribunale di Foggia.

 

 

Stando alle indagini dei Carabinieri del Ros, coordinate dai pm della Dda di Bari Giuseppe Gatti e Lidia Giorgio, la cosiddetta `Società foggiana´, oltre a gestire i traffici illeciti sul territorio, stava stringendo accordi con le organizzazioni mafiose dei Casalesi e Cosa Nostra. L'indagine, nel luglio 2013, portò all'arresto di 24 persone, tra cui i boss attualmente detenuti e condannati.

Da corrieredelmezzogiorno

FacebookLinkedInWhatsAppMySpaceEvernoteGoogle+Twitter
• • Commenta questo articolo Nessun commento

Processo Gema: quattro condanne e un’assoluzione.

Pubblicato giovedì, 28 aprile 2016

gemaQuattro condanne e una assoluzione nel processo “Gema”  la società di riscossione dei tributi di Foggia accusata di aver indebitamente trattenuto 23 milioni di euro versati dai cittadini e mai trasferiti a 45 enti locali, la maggior parte dei quali in provincia di Foggia. I giudici del tribunale dauno hanno condannato a 4 anni e 3 mesi a Mirella Alberini, moglie di Lanfranco Tavasci, ex presidente della Gema; 5 anni a Giuseppe Corriero, ex amministratore delegato dell’azienda; 4 anni e 1 mese a Giovanni Fanelli, ex consigliere di amministrazione; 4 anni e 3 mesi, invece, per Vincenzo Laricchia, anch’egli ex membro del cda. Assolta, infine, Valentina Tavasci, figlia dell’ex capo della Gema. Tutti gli imputati sono stati assolti dal reato di associazione a delinquere. Il 13 febbraio dello scorso anno l’ex presidente della Gema, Lanfranco Tavasci, è stato condannato al termine del processo che si è svolto con il rito abbreviato a Foggia a 3 anni e 5 mesi. Anche lui è stato assolto dall’accusa di associazione a delinquere.

Da teleradioerre

FacebookLinkedInWhatsAppMySpaceEvernoteGoogle+Twitter
• • Commenta questo articolo Nessun commento

Travolto da auto mentre era in bici Muore un 52enne a San Severo

Pubblicato giovedì, 28 aprile 2016

incidenteStefan Lukac, di 52 anni, è morto sulla strada statale che collega San Severo con San Marco in Lamis. L’uomo era sulla sua bicicletta ed è stato investito da un’auto, una Mercedes: è morto sul colpo nonostante l’arrivo tempestivo dei soccorsi. Sul posto sono intervenuti i carabinieri della compagnia di San Severo. Da corrieredelmezzogiorno

FacebookLinkedInWhatsAppMySpaceEvernoteGoogle+Twitter
• • Commenta questo articolo Nessun commento

Al via la 67esima Fiera Internazionale dell’Agricoltura di Foggia

Pubblicato mercoledì, 27 aprile 2016

fiera-agricoltura-foggiaAl via la 67esima Fiera Internazionale dell’Agricoltura e della Zootecnia di Foggia. Al taglio del nastro Giovanni Vitofrancesco, Commissario Straordinario, Francesco Miglio, Presidente della Provincia e gli assessori regionali Leonardo Di Gioia (Risorse Agroalimentari) e Raffaele Piemontese (Bilancio). Presenti anche i sindaci di Capitanata per l'Assemblea convocata proprio in occasione della giornata inaugurale, che conferirà ulteriore prestigio all’avvio della rassegna agrozootecnica più importante del Mezzogiorno: quella del 2016 è infattiun’edizione particolarmente attesa da espositori e operatori, soprattutto per la coincidenza con l’avvio della nuova programmazione regionale cofinanziata, alla quale fa da cornice un andamento stagionale favorevole che sta creando i migliori presupposti per la corrente annata agraria.

"Una Capitanata che ha voglia di essere una grande provincia – è il commento di Raffaele Piemontese. "Ci stiamo impegnando con risorse che stiamo portando sul territorio – continua l'assessore al

Read the rest of this entry »

FacebookLinkedInWhatsAppMySpaceEvernoteGoogle+Twitter
• • Commenta questo articolo Nessun commento

“Gravi condotte illecite e multe pagate con i soldi dell’azienda”: licenziato il direttore di Amgas

Pubblicato mercoledì, 27 aprile 2016

Purtroppo le motivazioni adottate dall'ingegner Marcello Iafelice non sono risultate sufficienti a giustificare il suo comportamento.

 

amgas_foggiawebL’Amgas Spa ha licenziato il direttore generale, l'ingegner Marcello Iafelice. La decisione è stata assunta all’unanimità dal Consiglio d'Amministrazione, al termine del periodo concessogli per produrre le proprie controdeduzioni relative ad alcune contestazioni sollevate durante il regolare svolgimento delle proprie funzioni didirettore generale, quando a guidare l'azienda di viale Manfredi era l'allora amministratore unico Massimo Russo.

 

Contestazioni riguardanti non soltanto le contravvenzioni al codice stradale, contratte dall’ingegner Marcello Iafelice e che lo stesso avrebbe, di fatto, pagato utilizzando il denaro delle casse aziendali, ma anche gravi condotte illecite tenute nel recentissimo passato. Purtroppo le motivazioni adottate dall’ingegner Marcello Iafelice non sono risultate sufficienti a giustificare il suo comportamento.

 

Episodi contestati che, vista l’assoluta gravità,potrebbero prefigurare l’apertura di un possibile procedimento penale. Pertanto,l’intero CdA – presieduto dal presidente Pier Luca Fontana – si è visto costretto ad irrogare il licenziamento per giusta causa ai sensi e per gli effetti dell’art. 2119 C.c., nonché ad adottare tutti i rimedi possibili atti a tutelare la società, il suo patrimonio e la sua immagine in tutte le sedi competenti.

 

Da foggiatoday

FacebookLinkedInWhatsAppMySpaceEvernoteGoogle+Twitter
• • Commenta questo articolo Nessun commento

Pronto Soccorso, nuovi posti letto e Tac per frenare l’emergenza. A Foggia è record di accessi

Pubblicato mercoledì, 27 aprile 2016

pronto-soccorsoGiorni infernali con più di 200 persone in attesa di cure, e una “lunga emergenza” con 150-180 accessi quotidiani. Se non fosse per il “modello Boston” implementato dal direttore Vito Procacci, con molta probabilità il pronto soccorso degli Ospedali Riuniti di Foggia sarebbe il Cardarelli di qualche anno fa, con pazienti piazzati alla meglio sulle barelle in corridoio. La carenza di personale – soprattutto infermieri, ne mancano 10 rispetto agli standard regionali – è solo alleviata dai ragazzi dell’Università di Foggia, pronti ad imparare sul campo le nozioni apprese dai testi. Basta farsi un giro nella struttura costantemente in crescita per rendersi conto che il policlinico di Capitanata è ad un crocevia decisivo: o fa il salto di qualità tanto sperato da queste parti o si arena.

 

La decisione spetterà alla giunta regionale guidata da Michele Emiliano. Sulla carta, infatti, il nosocomio di via Luigi Pinto è pronto a competere con i migliori ospedali pubblici italiani. Nella pratica, però, servono garanzie sulle risorse da mettere sul tavolo. A cominciare dalla Cardiochirurgia. Questioni sulle quali non vuole esprimersi Procacci, alle prese con la “sfida di esportare il modello di Foggia in tutta la Puglia”. Presto, infatti, verranno attivati 12 posti letto in più per le cure intensive, entro settembre invece dovrebbe entrare in funzione la nuova Tac. Due passaggi decisivi per ridurre al minimo l’attesa “fisiologica” dalle prime cure all’eventuale ricovero in reparto, non un’impresa semplice alla luce dalla capacità di assorbimento degli OO.RR.

procacci-vito

“Da quando è peggiorato il rapporto tra posti letto e abitanti – spiega il primario barese -, non possiamo più permetterci che il pronto soccorso sia una portineria, ma abbiamo messo su un modello ibrido nel quale teniamo dentro la terapia intensiva e l’ospitalità. Ma non possiamo rispondere a tutte le esigenze di ricovero, per via dell’aumento dei codici gialli e rossi che, attualmente, rappresentano più del 50 per cento del flusso di pazienti. Questo significa che, se l’ospedale riserva 20 posti letto per i ricoveri – e sono già tanti, precisa -, rimangono una sessantina di pazienti in terapia intensiva”.

Vito Procacci

Non è un caso che proprio oggi, giorno del viaggio de l’Immediato nel cuore dell’emergenza-urgenza foggiana, ci siano una ventina di persone in terapia da venerdì scorso. Un lasso temporale che deve essere ridotto. Nella sala d’attesa, una ventina di persone sostano per gli approfondimenti, dopo la “scrematura” della visita di un medico in accettazione. “Rispetto alla crisi dei pronto soccorso italiani ci salviamo perché abbiamo implementato questo modello – commenta Procacci -, altrimenti non avremmo potuto far fronte all’incremento di richieste del primo trimestre del 2016. Avere picchi con 210 persone con un personale risicato significa essere in emergenza costante…”. Per di più, gran parte di questi arriva da città (Manfredonia, Cerignola, San Severo e Lucera) che hanno un proprio ospedale. Una vera e propria “corsa alla cattedrale” che la dice lunga sulle preferenze dei cittadini quando è in ballo la salute: si va dove si spera di trovare le risposte più appropriate ai propri bisogni. E Foggia, da questo punto di vista, nel caos generale, continua ad essere sempre più attrattiva.

Da immediato

 

FacebookLinkedInWhatsAppMySpaceEvernoteGoogle+Twitter
Ultimo commento da Luigi:
E' chiaramente un articolo PUBBLICITA' su richiesta del Dott. Vito Procacci. Il numero eccessivo di codici gialli e rossi non…
• • Commenta questo articolo Leggi il Commento

Guerra di mafia, la fine (annunciata) di Rocco Dedda. Inquietanti premonizioni nelle carte di “Rodolfo”

Pubblicato martedì, 26 aprile 2016

dedda-omicidio-a-casa-Rocco Dedda (alias “Tempo Zero” e “Sombrero”) è soltanto l’ultima vittima della guerra di mafia a Foggia scatenata, da un lato, dalla batteria dei Sinesi-Francavilla della quale Dedda faceva parte, dall’altro lato dai Moretti-Pellegrino-Lanza. Il nome di Dedda spunta più volte nelle 280 pagine dell’ordinanza “Rodolfo” in quanto era incaricato di ritirare la tangente dall’imprenditore della Cereal Sud, Franco Curcelli. E questo dava molto fastidio ai boss rivali Rocco Moretti detto “il porco” e Vincenzo Antonio Pellegrino detto “capantica” o “Enzino”. Sì perché questi ultimi pretendevano di “strappare” l’imprenditore alla “concorrenza” ottenendo favori e, soprattutto, soldi in via esclusiva. Alla fine si creò un consorzio chiamato “La Nuova Italia” dal quale entrambe le batterie criminali potevano attingere trasformando in lecito l’illecito.

Intercettazione: Franco Curcelli parla alla sua dipendente Assunta detta Claudia Giampietro: “…fammi capire com’è?… che cosa? (recita le

Read the rest of this entry »

FacebookLinkedInWhatsAppMySpaceEvernoteGoogle+Twitter
• • Commenta questo articolo Nessun commento

Rapina al bar Terzo Millennio: ad agire tre banditi

Pubblicato martedì, 26 aprile 2016

terzo-millennioAmmonterebbe ad alcune centinaia di euro il bottino della rapina messa  a segno questo pomeriggio al bar Terzo Millennio, in via De Petra a Foggia. Alle 17.30 tre persone, con il volto coperto e una armata di un coltello, sono entrati nel locale e dopo aver minacciato il cassiere sono fuggiti con quanto contenuto nel registratore di cassa. I banditi sarebbero fuggiti con un'automobile risultata rubata. Il mezzo è stato trovato poco dopo in una strada al Cep. Sull'accaduto indagano i carabinieri.

Da teleradioerre

FacebookLinkedInWhatsAppMySpaceEvernoteGoogle+Twitter
• • Commenta questo articolo Nessun commento

Più sicurezza sulle coste: sul Gargano un presidio acquatico dei vigili del fuoco

Pubblicato lunedì, 25 aprile 2016

PESCHICIAl via il progetto pilota che permetterà ai vigili del fuoco di presidiare le coste garganiche, con un'attività di pattugliamento del litorale finalizzata a garantire la sicurezza di natanti e il tempestivo soccorso di persona a mare

 

 

 

 

 

Più sicurezza in spiaggia: al via il progetto pilota che permetterà ai vigili del fuoco del Comando provinciale di Foggia di presidiare le coste garganiche, con un’attività di pattugliamento del litorale finalizzata a garantire la sicurezza di natanti e il tempestivo soccorso di persona a mare.

 

Lo annuncia la segreteria provinciale UIL PA Vigili del Fuoco: “Tale importante risultato è attribuibile al fattivo intervento dell’assessore al Bilancio e al Demanio e Patrimonio della Regione Puglia, Raffaele Piemontese, il quale non ha esitato un attimo a sposare la nostra proposta promuovendo, nel nostro territorio, il progetto pilota della Regione Puglia per ‘l’espletamento del servizio di vigilanza, soccorso acquatico ed avvistamento incendio sulle spiagge libere e relativi specchi d’acqua’, dando ulteriore conferma dell’assoluta considerazione che ha per la Capitanata”.

 

Il presidio acquatico, da parte di personale qualificato del Comando Provinciale di Foggia, sarà attivo presso il comune di Peschici presumibilmente dal 20 luglio al 20 agosto 2016, periodo di grande affluenza turistica, e interesserà l’intera costa garganica. “Si auspica – conclude la segreteria provinciale del sindacato – che si formalizzi a breve la convenzione tra le parti, in modo da garantire la propedeutica programmazione”.

Da FoggiaToday

 

FacebookLinkedInWhatsAppMySpaceEvernoteGoogle+Twitter
• • Commenta questo articolo Nessun commento

Assume sostanze dopanti, muore giovane bodybuilder foggiano: grave altro atleta

Pubblicato sabato, 23 aprile 2016

anabolizzanti-2Entrambi i culturisti si stavano preparando per una gara. Perquisizioni in palestre di Foggia e abitazioni da parte della Procura della Repubblica di Foggia. Ci sono indagati

 

 

 

 

 

Sono ancora in corso le indagini avviate dalla Procura della Repubblica di Foggia e delegate ai finanziari del comando provinciale di Foggia unitamente agli agenti della squadra mobile della locale Questura, per stabilire con certezza le cause del decesso di un trentenne bodybuilder foggiano e il ricovero di urgenza di un altro atleta, entrambi accomunati dalla passione per il culturismo.

 

Il rischio, altamente fondato, è che abbiano assunto delle sostanze dopanti in vista di una gara agonistica che si disputerà a Foggia a giugno. Trasportata d’urgenza al pronto soccorso degli Ospedali Riuniti di Foggia, dopo una settimana di coma farmacologico indotto, la vittima ha smesso di respirare il 17 aprile presso l’ospedale San Paolo di Bari.

 

Gravi anche le condizioni di un altro atleta foggiano di cinquant’anni. I due gravi eventi inducono gli inquirenti a ritenere che possa essere in circolo un lotto di medicinali con effetti dopanti con conseguenti gravi rischi per la salute di chi ne faccia uso, nonché la sussistenza di un conseguente commercio illecito di sostanze dopanti.

 

Numerose perquisizioni, disposte dalla locale Procura della Repubblica, sono state eseguite presso alcune palestre del capoluogo dauno, nonché presso varie abitazioni. In relazione al decesso del body builder ed al ricovero dell’altro atleta foggiano, alcune persone risultano iscritte nel registro degli indagati.

Da FoggiaToday

FacebookLinkedInWhatsAppMySpaceEvernoteGoogle+Twitter
• • Commenta questo articolo Nessun commento

Mafia foggiana, sesso con prostitute offerto all’imprenditore.

Pubblicato mercoledì, 20 aprile 2016

lanza-francavilla-capuanoBisogna essere amici dei mafiosi per non avere problemi. Questa, secondo il giudice che ha firmato l’ordinanza “Rodolfo”, sarebbe la filosofia di Franco Curcelli, imprenditore foggiano, titolare della Cereal Sud srl. “Gli amici tieniteli stretti, i nemici anche più stretti”, dicevano ne “Il Padrino”. E Curcelli con i boss locali si frequentava almeno da dieci anni. Soprattutto con Emiliano Francavilla che dal carcere scriveva tenere lettere rivolte all’amico Franco, alla dipendente della Cereal, Assunta Giampietro detta Claudia e “all’amore suo”, Gabriella Capuano, 39enne avvocato. Dalle missive emergono vere e proprie direttive, impartite dal boss a Curcelli e Giampietro, a relazionarsi per il pagamento delle tangenti estorsive con la Capuano, sua compagna (detta “la pappona”, leggi qui). Ecco di seguito, le lettere integrali recuperate dall’ordinanza. Nel testo spunta anche un certo “tempo zero”, si tratterebbe di Rocco Dedda, l’uomo che riscuoteva tangenti per conto dei Sinesi-Francavilla, ucciso lo scorso gennaio a Foggia.

Read the rest of this entry »

FacebookLinkedInWhatsAppMySpaceEvernoteGoogle+Twitter
• • Commenta questo articolo Nessun commento

A Orsara la presentazione e le riprese di Via le mani dagli occhi

Pubblicato mercoledì, 20 aprile 2016

comune_orsaradipuglia_foggiawebORSARA DI PUGLIA (Fg). Sarà presentato domenica 24 aprile, alle 18, in Piazza Mazzini a Orsara di Puglia, il libro di Francesco Gitto intitolato Via le mani dagli occhi. L’opera letteraria sta dando vita a un film, che prende il titolo del romanzo, e alcune delle scene saranno girate a Orsara di Puglia proprio tra sabato e domenica. Sarà un fine settimana “letterario e cinematografico” quello che si appresta a vivere il paese dell’Orsa. Alla presentazione, dopo i saluti del sindaco Tommaso Lecce, interverranno lo scrittore e regista Francesco Gitto, gli attori Simona Ianigro e Francesco Gravino, la psicologa Tiziana Pagano e l’europarlamentare Elena Gentile. A coordinare la discussione attorno ai temi dell’opera letteraria e di quella cinematografica sarà il vicesindaco Rocco Dedda, assessore comunale alla Cultura e alle Politiche Sociali.

Read the rest of this entry »

FacebookLinkedInWhatsAppMySpaceEvernoteGoogle+Twitter
• • Commenta questo articolo Nessun commento

La chiesa “fantasma” di Siponto arriva anche sulla CNN

Pubblicato martedì, 19 aprile 2016

church_foggiawebAnche la nota Cnn, network statunitense, dedica spazio all’opera dell’artista Edoardo Tresoldi a Manfredonia. La sua basilica è finita nell’edizione odierna della testata con il titolo “Artist Edoardo Tresoldi creates a phantom church in Italy’s Puglia”. Una “chiesa fantasma”, come è ribattezzata dai giornalisti americani, che il giovane artista “ha creato – si legge – attraverso una ricostruzione spettrale di una basilica distrutta presso la chiesa di Santa Maria Maggiore di Siponto in Puglia, Italia”. “L’installazione permanente – a base di cablaggio in metallo trasparente – segna l’apertura di un nuovo parco archeologico accanto a una chiesa preesistente. Costruito in tre mesi, la struttura di 3,5 milioni di euro (3,96 milioni di dollari) corrisponde alla dimensione originale della basilica paleocristiana che sorgeva sul sito.  Tresoldi – conclude l’articolo della Cnn -, che ha concepito opere simili per Secret Garden Party dello scorso anno e la settimana della moda di Milano, descrive la sua installazione come ‘un ritorno di questo grande edificio come se fosse parte della memoria storica del luogo’.”

da L'immediato

 

 

 

FacebookLinkedInWhatsAppMySpaceEvernoteGoogle+Twitter
• • Commenta questo articolo Nessun commento

Onde gravitazionali e nuovi traguardi della Fisica Moderna

Pubblicato martedì, 19 aprile 2016

liceo_bovinoBovino – Onde gravitazionali e nuovi traguardi della Fisica Moderna: se ne parla giovedì 21 Aprile a Bovino, ore 11.30 presso la sala Pio XI, con la scienziata Dott. ssa Pia Astone. Giovedì 21 aprile a Bovino si parlerà della sensazionale scoperta delle onde gravitazionali, di cui già Einstein aveva ipotizzato l'esistenza giusto 100 anni fa; ad illustrare l'argomento agli studenti del locale Liceo Scientifico, ed a quelli che verranno dalle varie scuole della provincia, sarà la prof.ssa Pia Astone, primo ricercatore dell'Istituto Nazionale di Fisica Nucleare, docente di Fisica presso l'Università "La Sapienza" di Roma e soprattutto membro del gruppo di ricerca che nei mesi scorsi ha rilevato la presenza della onde gravitazionali. Durante l'incontro si cercherà di comprendere anche quali conseguenze avrà questa scoperta e quali nuovi traguardi saranno affrontati dal mondo scientifico nel campo della Fisica moderna.

Read the rest of this entry »

FacebookLinkedInWhatsAppMySpaceEvernoteGoogle+Twitter
• • Commenta questo articolo Nessun commento

Referendum, Frattarolo: hanno perso i partiti. Vigilante:Deluso dalla Capitanata

Pubblicato lunedì, 18 aprile 2016

referendumAnche questo referendum è fallito. A dire il vero in Italia negli ultimi decenni sette referendum su otto non sono andati a buon fine. Quello di ieri ha fatto registare appena il 32% a livello nazionale. Più o meno la stessa percentuale registrata in Capitanata, l'ultima delle province pugliesi. Solo il Comune delle isole Tremiti supera la soglia del 50%. Ovviamente chi è andato a votare ha optato soprattutto per il Si, cioè per imporre lo stop alle società petrolifere che hanno in concessione 92 piattaforme entro le 12 miglia. Ma in provincia di Foggia, nonostante il forte astensionismo, in alcuni comuni si è registrata una buona percentuale del No. Il record a Manfredonia dove a votare No sono stati 860 elettori, seguita da San Giovanni Rotondo con 500 preferenze per il No. Oggi i primi commenti del mondo politico e dei movimenti. Intervistato nel nostro telegiornale, Raffaele Frattarolo del PD, che durante la campagna referendaria ha invitato la gente ad astenersi, ha replicato a chi continua a ribadire che ha vinto il partito dell'astensionismo. "Questo partito non esiste, bisogna rispettare gli oltre 10 milioni di italiani che sono andati a votare. Oggi chi ha perso sono i partiti, compreso parte del mio, che hanno voluto intraprendere questa battaglia solo per attaccare Renzi e il suo governo".  Chi si aspettava un risultato migliore è Raffaele Vigilante, coordinatore della Rete No Triv. "Sono deluso e perplesso. Certo che mi aspettavo di più dalla Capitanata, la provincia dove sono nati i primi movimenti e dove abbiamo lavorato di più per informare la gente. Resta però un fatto: 14 milioni di italiani non vogliono le trivellazioni in mare, ed è da questo dato che dobbiamo continuare a lavorare. Chi dice che da questo referendum Emiliano è uscito sconfitto, sbaglia di grosso. Il nostro presidente è stato il capo fronda dei no triv e sono certo lo continuerà ad essere anche per altre battaglie ambientali. Tornando al deludente risultato della provincia di Foggia, voglio vedere alle prossime elezioni amministrative o politiche tutti quelli che ieri non sono andati a votare che faranno".

Da teleradioerre

FacebookLinkedInWhatsAppMySpaceEvernoteGoogle+Twitter
• • Commenta questo articolo Nessun commento

Una donna inguaia i boss foggiani: “Questa la uccidono, sta esagerando”. Il ruolo chiave della prima testimone di giustizia

Pubblicato lunedì, 18 aprile 2016

mafiafgSta rivestendo un ruolo cruciale Sabrina Campaniello, ex moglie di Emiliano Francavilla, divenuta collaboratrice di giustizia. Caso unico nel mondo della mafia foggiana. La Campaniello ha reso importanti dichiarazioni in merito al blitz “Rodolfo”, operazione della polizia che ha portato all’arresto di importanti boss della Società, compreso l’ex compagno. Nelle carte dell’ordinanza, 280 pagine di ricostruzioni e intercettazioni, spuntano numerose chiacchierate tra Franco Curcelli, titolare della Cereal Sud srl, azienda stritolata dalle estorsioni e le sue dipendenti Assunta Giampietro detta Claudia e Anna Del Mastro. Durante una conversazione in auto, la Giampietro commenta le ultime vicende riguardanti Sabrina Campaniello: “Questa qua sta esagerando sta femmina… questa… questa la uccidono perchè le cose che sta facendo sono assurde e questa è una cosa inverosimile”. Del Mastro: “Le femmine l’hanno disconosciuta la mamma e se ne stanno con Dina (Leonarda Francavilla detta “la ciotta”, sorella di Emiliano e moglie di Mario Lanza, ingaggiata dalla Cereal senza aver mai lavorato)”.

“Sabrina è sparita – dice la Del Mastro -, stava lavorando al negozio qui vicino al bar Maricangela, è andata il giovedì e ha detto: ‘io mi devo licenziare’. Lunedì mattina è andata a firmare e da quel giorno è sparita. Dina dice che la stanno scrivendo… mandando messaggi… telefonando…” “Ma il telefono è acceso?” “No”.

La Campaniello ha mollato tutto e ora collabora con la giustizia. E infatti nell’ambito di “Rodolfo”, la donna è stata ascoltata dagli inquirenti, proprio in merito all’ingaggio sospetto di Leonarda Francavilla.

Parla Sabrina Campaniello, collaboratrice di giustizia

Domande degli inquirenti, risposte della donna. 

Domanda: Sarebbe in grado di riferire se Dina Francavilla, sorella di Emiliano, si recasse regolarmente sul posto di lavoro?

Risposta: La signora Francavilla Dina non si è recata presso il luogo di lavoro per lavorare. La stessa si è recata a lavorare soltanto per i primi due mesi dalla data di assunzione e poi non si è mai più recata. Comunque la signora Francavilla Dina viene regolarmente retribuita.

Domanda: Lei ha riferito che la signora Francavilla Dina si è recata a lavorare soltanto per i primi due mesi. Può riferire quando è stata assunta la signora e quando si è recata a lavorare?

Risposta: È stata assunta ad aprile 2008 e si è recata a lavoro solo nei mesi di aprile e maggio. Nei successivi mesi pur essendo assunta non si è più recata a lavorare ma percepisce comunque la retribuzione. La signora Francavilla non si è più recata a lavorare perchè suo marito, Mario Lanza, dopo aver parlato con Franco (l’imprenditore Franco Curcelli, ndr) è riuscito a non far andare la moglie a lavorare ma a farle comunque percepire lo stipendio.

Domanda: Come ha appreso della circostanza che Mario Lanza ha parlato con Franco?

Risposta: Mi trovavo a casa dove abitavo con Emiliano (il boss Francavilla, ndr), in campagna. In quella circostanza erano presenti davanti alla mia veranda Mario Lanza, Franco Curcelli e il mio ex marito. Ho sentito Mario che diceva a Franco che sua moglie non sarebbe più andata a lavorare e che avrebbe comunque continuato a percepire lo stipendio. tale circostanza mi è stata confermata dal mio ex marito quando è rientrato in casa, al termine della conversazione.

Durante l’interrogatorio di Curcelli, l’imprenditore ha dichiarato di aver corrisposto circa 1100 euro mensili (più assegni familiari e altre indennità) alla Francavilla per complessivi 36mila euro nell’arco di tre anni. “È stata assunta perchè avevamo bisogno di una segretaria in ufficio e si reca quotidianamente al lavoro”. Dichiarazioni confermate da Anna Del Mastro: “La signora lavora nel mio ufficio. So anche che prima era addetta alle pulizie allo stabilimento Barilla”. Ma da accertamenti della Finanza non risulta alcun accesso allo stabilimento della pasta da parte della sorella del boss. Le parole della Campaniello e le indagini degli inquirenti, nell’ambito dell’operazione Rodolfo, hanno svelato le false informazioni rese da Curcelli e Del Mastro agli inquirenti. Leonarda Francavilla non ha mai lavorato alla Cereal Sud, percependo comunque lo stipendio.

francavilla-emilianoGabriella Capuano, “la pappona”

Se da un lato c’è una donna che con coraggio ha deciso di collaborare con la giustizia, dall’altro c’è una legata anche sentimentalmente con la mafia foggiana. È il caso di Gabriella Capuano, nuova compagna di Emiliano Francavilla, ex marito di Sabrina Campaniello. La Capuano, professione avvocato, viene definita dal giudice che firma l’ordinanza “fidatissima referente per la consegna delle tangenti destinate a Emiliano Francavilla, suo convivente”. La posizione della professionista è indicata “ai limiti dell’etica“. Secondo il giudice, “non si limitava a svolgere mere funzioni di segreteria ma rivestiva un ruolo attivo nell’iter criminis del reato estorsivo occupandosi della fase finale, più importante e delicata, della riscossione del denaro”.

Conversazione tra Franco Curcelli e Assunta detta Claudia Giampietro: al centro del discorso c’è la Capuano.

Curcelli: Quella là (la Capuano, ndr) è informata di tutto Claudia. Quello mo che esce (Emiliano Francavilla, in quel momento dietro le sbarrre, ndr) fa peggio di prima con quella là al fianco! La vedi come ragiona… hai visto come ragiona con la macchinuccia… il Mercedes… classe A, classe B, nuova, la parcheggia mette la foto di Emiliano sul sedile, che sono queste stupiderie…

Giampietro: Poi la vedevo come se…

Curcelli: La pappona! Questa qua mensilmente la vedrai da te per il pensiero (soldi, ndr) che dobbiamo mandare ad Emiliano. Questi sono pericolosi, sono tutti malati! A me è stata anche questa la delusione… a me è stato il sapere che tu sei un avvocato, il sapere che tu qua ti stai venendo a prendere la tangente… e tu la fai libera la cosa… allora sei già inserita all’interno, ti sei inserita facilmente all’interno.

Sono continui i commenti da parte dell’imprenditore e della sua dipendente sul rapporto tra loro e la batteria Sinesi-Francavilla alla quale Curcelli versava tangenti da almeno 11 anni. Rapporto complicato dall’intromissione dei Moretti-Pellegrino-Lanza, anche loro in pressing sulla Cereal Sud. Infatti gli inquirenti sveleranno la nascita di un consorzio, “La Nuova Italia”, nato proprio per girare il denaro a entrambe le batterie criminali, storicamente rivali a Foggia. Soldi che venivano ceduti ai boss tramite Gabriella Capuano, anche durante alcuni incontri in un bar di corso del Mezzogiorno, come si può vedere nelle immagini scattate dagli investigatori. Nelle foto Franco Curcelli, Assunta detta Claudia Giampietro, Gabriella Capuano e il compagno della Giampietro.

operazione-rodolfo-1

operazione-rodolfo-2

Le tangenti

dedda-rocco-

Rocco Dedda, ucciso lo scorso gennaio a Foggia

Valentino Aprile (fidanzato della figlia di Emiliano Francavilla) e Rocco Dedda, morto ammazzato il 23 gennaio 2016, riscuotevano tangenti da Curcelli per conto dei Francavilla. Tangenti mensili di 3mila euro. Spesso il denaro veniva consegnato ai mafiosi da una dipendente della Cereal Sud.

Anche Leonardo Lanza (dei Moretti-Pellegrino-Lanza) avrebbe costretto Biagio e Franco Curcelli, amministratori della “Fly Logistics Soc. Coop” e della “Fratelli Curcelli srl” ad instaurare un rapporto lavorativo e a corrispondere in suo favore emolumenti stipendiali non inferiori a 5.874 euro nonostante il malvivente non svolgesse alcuna attività. Fortemente intimoriti da Leonardo detto Nardino Lanza, i Curcelli assunsero due persone: Cristian Lo Campo e Emanuela Cecale. Ma agli inquirenti hanno negato di conoscerlo nonostante le intercettazioni dimostrino il contrario.

Non restava a guardare Vincenzo Antonio Pellegrino, detto “capantica”, capo del clan con Rocco Moretti. Il boss, insieme a Gianluca Ruggiero e Vincenzo Pipoli costrinse Curcelli a corrispondere, almeno in cinque occasioni tra fine 2013 e inizio 2014, 1000 euro al mese. Soldi utili a favorire le “attività” della batteria.

da immediato

 

FacebookLinkedInWhatsAppMySpaceEvernoteGoogle+Twitter
• • Commenta questo articolo Nessun commento

Corrispondenza solo a giorni alterni La Slp Cisl: perderemo pure 100 posti

Pubblicato lunedì, 18 aprile 2016

slp-cislAllarme del sindacato in vista delle novità che da giugno toccheranno anche il Foggiano «Vigileremo sull’applicazione dei contenuti degli accordi, diritti a lavoratori e  cittadini» Corrispondenza solo a giorni alterni

FOGGIA — «Sono ancora troppe le nubi che incombono su questo nuovo modello. Stiamo per questo motivo valutando se non ci saranno in itinere cambiamenti, seriamente ad una eventuale modifica dell’accordo firmato. Mancano ad oggi ancora strutture e mezzi idonei, e tutto si ripercuote sulla qualità del servizio al cittadino e sul lavoro del portalettere che, ricordiamo, con questo sistema diventerà titolare di due zone invece che una e ciò significa dover imparare velocemente due nuove aree da servire, con tutti i disagi che ne seguiranno». Così Antonio Lepore, segretario della Cisl Poste di Foggia.

 

In Capitanata la sperimentazione del nuovo modello di recapito a giorni alterni, partirà a giugno e coinvolgerà tutti i paesi, dal Gargano al Subappennino, così come nei bacini più grandi come Cerignola, Foggia, Lucera, Manfredonia, San Severo, Sannicandro Garganico, San Menaio, Deliceto, San Giovanni Rotondo, per una perdita di circa 100 unità e con 86 zone di recapito in meno. La Cisl si dice preoccupata per quanto si profila. «Poste avrebbe dovuto informare i Comuni interessati a questo nuovo modello ma, a quanto ci hanno riferito gli stessi primi cittadini, nessuno ha comunicato nulla, aumentando il clima di incertezza e di preoccupazione dei cittadini». Da qui la richiesta di rivedere gli accordi siglati da tutti sindacati nel 2015. «Perdere circa 100 posti di lavoro lo riteniamo eccessivo per una provincia vasta come Foggia – conclude Lepore -. Pretenderemo e vigileremo sull’applicazione dei contenuti degli accordi per dare responsabilmente qualità del servizio, diritti ai lavoratori e speranza ad una categoria che da sempre crede in Poste Italiane».

Da corrieredelmezzogiorno

FacebookLinkedInWhatsAppMySpaceEvernoteGoogle+Twitter
• • Commenta questo articolo Nessun commento

‘Gino Lisa’ assente nell’elenco delle priorità

Pubblicato domenica, 17 aprile 2016

gino lisa-2-11La vertenza sullo scalo civile foggiano non risulta nell'elenco delle priorità oggetto della riflessione congiunta di Confindustria, Regione Puglia ed organizzazioni sindacali in materia di infrastrutture, logistica e trasporti. "L’assenza della “vertenza Gino Lisa” dall’elenco delle priorità oggetto della riflessione congiunta sviluppata da Confindustria, Regione Puglia ed organizzazioni sindacali in materia di infrastrutture, logistica e trasporti è un elemento rilevante e, senza ombra di dubbio, preoccupante". Ne è fermamente convinto il sindaco di Foggia, Franco Landella, che accusa: “Espellere da una discussione così qualificata ed autorevole uno dei nodi principali sui quali il territorio si è misurato e intorno al quale ha attivato importanti sinergie istituzionali ed operative è un errore, oltre che una pericolosa sottovalutazione delle prospettive di sviluppo alle quali è legata la piena operatività dello scalo aeroportuale della Capitanata”. Un cambio di rotta del tutto immotivato, soprattutto alla luce dei percorsi che sono stati attivati proprio di recente: dalla riapertura di una interlocuzione con la Direzione Generale Concorrenza della Commissione Europea – il cui esito è stato l’impegno della Regione al ritiro della precedente istruttoria relativa alla compatibilità delle risorse

Read the rest of this entry »

FacebookLinkedInWhatsAppMySpaceEvernoteGoogle+Twitter
• • Commenta questo articolo Nessun commento

Peschici vive…fuori e dentro le mura!

Pubblicato sabato, 16 aprile 2016

Peschici-StemmaPrimavera: stagione del risveglio. Anche se la stagione fredda peschiciana non sia stata avara di eventi – leggi la programmazione natalizia o il "Carnual" – la stagione del risveglio sta avendo il suo acme proprio in questi giorni. La cittadina garganica si esalterà con: una premiazione, l'anteprima di un progetto, la realizzazione del progetto stesso. Finisce qui? Ma neanche per idea. Inframmezzate ai precedenti e a seguirle, due ciliegine sulla torta offerte da entrambe le associazioni sportive locali: "Fitness dance" e "Athletic Club". Ma scendiamo nel dettaglio, seguendo l'indicazione del titolo.

DENTRO LE MURA 

Martedì 19, Atrio Scuola Primaria, ore 18: premiazione del concorso "Inventa un logo", a cura dell'Istituto Omnicomprensivo "G. Libetta" oggetto del logo – Sarà assegnata al vincitore, su venti partecipanti, una borsa di studio (importo da stabilire) intitolata, e fortemente voluta dalla famiglia, al compianto Luigi D'Arenzo, scomparso l'anno scorso

Read the rest of this entry »

FacebookLinkedInWhatsAppMySpaceEvernoteGoogle+Twitter
• • Commenta questo articolo Nessun commento

San Severo, arrestato incensurato: coltivava marijuana e nascondeva arma

Pubblicato sabato, 16 aprile 2016

Piantagione di marijuana in campagna, pistola carica in auto: arrestato incensurato. Tutto nelle disponibilità di un incensurato di San Severo, Giovanni Minischetti, 45 anni, arrestato dalla polizia. Il valore delle 721 piante estirpate è di oltre 500mila euro. Una piantagione di marijuana del valore di oltre 500mila euro e una pistola carica e pronta all’uso. Tutto nelle disponibilità di un incensurato di San Severo, Giovanni Minischetti, 45 anni, arrestato dagli agenti della squadra mobile di Foggia e del commissariato del centro dell’Alto Tavoliere. Il timore della polizia era quello che l’uomo, fino ad ora sconosciuto alle forze dell’ordine, potesse detenere armi, munizioni ed esplosivi per conto della criminalità locale. Così sono partiti i controlli: l’uomo è stato monitorato e pedinato e, seppure inconsapevolmente, è stato lui stesso a condurre gli inquirenti nel suo "covo".

Read the rest of this entry »

FacebookLinkedInWhatsAppMySpaceEvernoteGoogle+Twitter
• • Commenta questo articolo Nessun commento

Sgominata organizzazione criminale internazionale, arresti a Foggia

Pubblicato sabato, 16 aprile 2016

arrestatiSgominata a Rieti un'organizzazione criminale dedita alla truffa, estorsione, ricettazione e riciclaggio internazionale di autovetture di grossa cilindrata con diramazioni anche in provincia di Foggia. Sgominata a Rieti un’organizzazione criminale dedita alla truffa, estorsione, ricettazione e riciclaggio internazionale di autovetture di grossa cilindrata ed altri mezzi di locomozione con diramazioni anche in provincia di Foggia. L’operazione è partita all’alba di ieri e si è conclusa nella mattinata di oggi con l’esecuzione di sei delle otto misure cautelari disposte dal GIP del Tribunale di Rieti, Andrea Fanelli. Gli agenti della Squadra Mobile Reatina hanno operato in collaborazione con le Squadre Mobili delle Questure di Bologna, Pescara e Foggia, nonché con la Polizia Stradale di Pescara ed il Commissariato di P.S. San Severo, arrestando Marco Canistro (1979) e Luigi Minò (1984), ora in carcere a Foggia;

Read the rest of this entry »

FacebookLinkedInWhatsAppMySpaceEvernoteGoogle+Twitter
• • Commenta questo articolo Nessun commento

Terza Rivoluzione Industriale gruppo zero

Pubblicato sabato, 16 aprile 2016

territorio_zeroIl coordinamento “Territorio Zero Puglia” accoglie con piacere il rinnovato spirito ambientalista del presidente della Regione Michele Emiliano, che negli ultimi giorni si sta spendendo senza risparmio per il SI al referendum di domenica, contro le trivellazioni. È obbligatorio, però, ricordare che è necessario un approccio sistemico e di lungo periodo al tema energetico. Il tempo per soluzioni inesperte e improvvisate è terminato. Non è pensabile demandare ad incapaci la scelta di strategie atte a liberarci da quest’economia fossile e non è più concepibile affidarsi a scelte di amministratori, inconsapevoli del rischio che produrranno. Per il presidente Emiliano questa è un’occasione giusta, nuova e da non perdere, per far entrare la Puglia nel futuro, dotandola di un Assessorato alla Terza Rivoluzione Industriale, da affidare a personalità selezionate sulla base di competenze specifiche e organizzato secondo procedure trasparenti, per ottenere un modello economico e sociale diverso.

Read the rest of this entry »

FacebookLinkedInWhatsAppMySpaceEvernoteGoogle+Twitter
• • Commenta questo articolo Nessun commento

San Severo, da scuola materna a Centro Diurno per anziani

Pubblicato venerdì, 15 aprile 2016

3527786-Coppia-anziani-seduti-su-una-panchina-lettura-di-libri-nel-parco--Archivio-FotograficoL’ex plesso scolastico ’Madonna di Fatima’ sarà ristrutturata e riqualificato su finanziamento della Regione Puglia. L'assessore alle Politiche Sociali del Comune di San Severo, Simona Venditti, ha firmato nelle scorse ore a Bari il disciplinare relativo al finanziamento da parte della Regione Puglia di circa 800 mila euro per ristrutturazione, riqualificazione e rifunzionalizzazione dell'ex plesso scolastico 'scuola materna Madonna di Fatima"'. L'edificio di via Croghan, una volta ristrutturato, sarà destinato ad accogliere Centro Diurno per anziani. “Si tratta di un progetto importante per la comunità – spiega l'assessore Venditti che intende offrire risposte in termini di servizi e di opportunità di socializzazione agli anziani sanseveresi. Siamo convinti che gli anziani rappresentino un anello importante per il miglioramento della qualità della vita dei sanseveresi. Offrire spazi di ritrovo, di assistenza e di cura agli anziani infatti è il primo passo di una comunità verso una città più solidale, attenta ai bisogni dell'altro e che si preoccupa delle classi più deboli”. Inoltre la riqualificazione e rifunzionalizzazione dell'ex plesso scolastico contribuirà a rivitalizzare quell'area del rione periferico di porta Foggia, che con la chiusura della scuola aveva perso un importante punto di riferimento. Con la firma del disciplinare presso la Regione spetterà ora agli uffici comunali avviare le procedure di gara che a breve consentiranno l'avvio dei lavori di riqualificazione. “Questo finanziamento di circa 800 mila euro – conclude il sindaco Francesco Miglioconsentirà insieme anche ad altre iniziative di riqualificazione degli edifici scolastici di rivitalizzare il settore edile, oltre che, una volta entrato in funzione il centro anziani, ad offrire nuove opportunità occupazionali per gli operatori del settore”.

da spaziosociale

FacebookLinkedInWhatsAppMySpaceEvernoteGoogle+Twitter
• • Commenta questo articolo Nessun commento

“Parcocittà”, apre il cantiere a Parco San Felice

Pubblicato venerdì, 15 aprile 2016

parcocittà(1)FOGGIA – Da martedì 19 aprile avranno inizio i lavori di ristrutturazione e recupero della palazzina di Servizio e dell’Anfiteatro di Parco San Felice, concessi dal Comune di Foggia, nell’ambito del Progetto promosso dall’ATS  Parcocittà: Energiovane, Aquilone, Coop. MDM, Fondazione Apulia Felix, finanziato nell’ambito del piano di azione e Coesione “Giovani no Profit” dal Dipartimento della Gioventù e Servizio Civile Nazionale – Presidenza del Consiglio dei Ministri   e con il sostegno della Fondazione Banca del Monte di Foggia. I lavori saranno svolti dalla ditta Russo srl. “È il passo tanto atteso. Da questo momento occorre aumentare l'impegno affinché questo importante bene pubblico sia restituito all'intera città”, commenta Paolo Delli Carri, presidente Energiovane, Capofila ATS.  Dopo l’apertura del cantiere seguirà, nella giornata di lunedì 25 aprile, un momento di sensibilizzazione e di partecipazione attiva  rivolta alle associazioni e ai cittadini sul tema del Parco come bene comune.

Read the rest of this entry »

FacebookLinkedInWhatsAppMySpaceEvernoteGoogle+Twitter
Ultimo commento da Roberto:
Bene il recupero di parco San felice, ma mi permetto di segnalare a istituzioni e vigili, il recupero vero del…
• • Commenta questo articolo Leggi il Commento