Ultime Notizie da Foggia e dalla provincia di Foggia

Rassegna della stampa locale e comunicati delle Associazioni di Foggia e della provincia di Foggia

Siti web e servizi internet - il tuo business online

Per le vostre vacanze in Thailandia : THAILANDIA , VIAGGIO THAILANDIA , THAILANDIA VACANZE ,

BANGKOK THAILANDIA , ISOLA DI PHUKET

Tour e vacanze in Thailandia Studio Fitness a Foggia e' un' isola dove il piacere di ritrovare la bellezza si sposa con il relax e la distensione di corpo e mente
Sala attrezzi Idromassaggio - Sauna - Solarium viso e corpo - Poltrona massaggiante - Bagnoturco  - Fitbox - Ginnastica dolce - Ginnastica posturale - Spinning - Total Body


Foggia cresce? leggi le email o invia un email a info@foggiaweb.it

Convegno del LIONS Club MANFREDONIA Host L’ALTRO MONDO POSSIBILE NUOVI SGUARDI SULL’UNIVERSO

Pubblicato venerdì, 28 novembre 2014
foggiaweb_Invito Convegno L'AltroMondoPossibile

Riscoprire un mondo più autentico, provare a recuperare il senso del nostro agire, sentendoci in armonia con l’universo, restituire un significato a valori profondi e ormai negletti, è quanto ci propone il suggestivo film documentario di Thomas Torelli, “Un altro Mondo”che, sabato 29 novembre, alle ore 18.00, sarà proiettato presso la sede della Sezione di Manfredonia della Lega Navale Italiana, sita in viale Miramare. La proiezione cui, dopo un saluto del Sindaco, Angelo Riccardi, seguiranno gli interventi della dott.ssa Valentina Ivana Chiarappa, Presidente A.I.R.S (Associazione Internazionale Studi e Ricerche), responsabile dello sviluppo del documentario, e dell’avv. Antonio Giacchetti, esperto della cultura maya, intervistato nel corso del documentario stesso, è stata fortemente voluta dal Presidente del LIONS Club Manfredonia Host, dr. Pasquale Conoscitore, e dal Presidente della Lega Navale Italiana Sez. Manfredonia, Lorenzo Di Candia.  “Bisognosi di un elisir di benessere autentico, ci guardiamo intorno e riguardiamo alla storia, che amiamo definire Magistra vitae, e la storia illuminante in tal senso, è quella che ci proviene non dalla cultura europea, ma dalle civiltà antiche delle Americhe, da quelle dei Maya o degli indiani, che si riconoscevano negli altri, nei propri simili, e soprattutto figli rispettosi di una madre comune: la Natura” è quanto tiene a sottolineare il dr. Conoscitore.  L’evento si avvale della collaborazione del Centro Cultura del Mare A.P.S., presieduto dal dr. Renato Sammarco, e dell’Associazione Culturale OperAperta. 

 

• • Commenta questo articolo Nessun commento

Sui Monti Dauni tornano i presepi del Natale

Pubblicato venerdì, 28 novembre 2014
foggiaweb_candela_montidauni_presepe

Con l’avvicinarsi del Natale ritorna l’arte del presepio con la rassegna allestita dall’ Associazione Italiana Amici del Presepio sede di Candela – Sant’Agata di Puglia e con il patrocinio del Comune e della Pro Loco di Sant’ Agata di Puglia. Savino Freda, Presidente dell’Associazione, in collaborazione con i soci della sezione promuove due mostre con l’obiettivo di diffondere la cultura presepistica. Il primo allestimento sarà organizzato a Candela dove – dal 7 dicembre 2014 al 6 gennaio 2015 – si potrà visionare un presepe che rappresenta la chiesa Madre di Candela con pastori, ambientazioni varie e oggettistica realizzati a mano dai soci dell’associazione. Sono presenti scene natalizie nei diversi diorami e tra questi due famose rappresentazioni della commedia  ‘Natale in casa Cupiello’. Sant’Agata di Puglia, invece, promuoverà le tradizioni locali riproducendo negli spazi espositivi gli scorci tipici e gli angoli paesaggistici del paese dei Monti Dauni. I lavori sono stati realizzati dai partecipanti al corso tenuto da Savino Freda e Gerardo Rauseo negli mesi di settembre e novembre e saranno esposti presso la sede della Pro Loco dal 14 dicembre al 6 gennaio 2015. Oltre alla mostra, l’associazione ha organizzato nei due comuni dei Monti Dauni un concorso ‘Natale nelle famiglie’ coinvolgendo le famiglie delle due comunità: la premiazione si svolgerà il 6 Gennaio 2015.

 

• • Commenta questo articolo Nessun commento

Don Uva, Cisl Foggia vs Cozzoli: non rispetta gli accordi

Pubblicato venerdì, 28 novembre 2014
foggiaweb_don-uva

Foggia – “ALLA Casa Divina Provvidenza di Foggia non si rispettano i patti sottoscritti con i lavoratori e cosa ancor più grave a non rispettare gli impegni è proprio il commissario straordinario Cozzoli, che ha ingannato sia il sindacato che i lavoratori”. La grave denuncia è della segreteria territoriale della Cisl Fp di Foggia. “Solo pochi mesi fa avevamo salutato con favore – ricorda il sindacato – l’avvio del processo di internalizzazione di 102 infermieri da parte di Casa Divina Provvidenza, ritenendolo un primo ma fondamentale passo avanti di una più regolare contrattualizzazione di quegli infermieri professionali, prima dipendenti di una cooperativa esterna, che forniscono prestazioni indispensabili per l’attività assistenziale della Casa. Un passaggio preceduto da precise intese tra le organizzazioni sindacali e il commissario straordinario, Bartolomeo Cozzoli, che nel corso di appositi incontri forniva ampie assicurazioni sul futuro lavorativo degli infermieri interessati, tanto da indurli a dimettersi dalla cooperativa dalla quale dipendevano per poter sottoscrivere il contratto di lavoro direttamente con Casa Divina Provvidenza. Sulla scorta di tali assicurazioni, le stesse organizzazioni sindacali si attivavano per sottoscrivere accordi transattivi con CDP per la risoluzione del rapporto di lavoro con la cooperativa per poter accedere al nuovo rapporto. Ed ecco l’inganno di Cozzoli – secondo la segreteria della Cisl Fp – ad appena tre mesi da quegli accordi, ha cessato i rapporti di lavori di trenta infermieri, senza alcun confronto con le organizzazioni sindacali e senza alcun preventivo accordo sui criteri per la individuazione delle unità da mantenere in servizio”. “Con grande disinvoltura, Cozzoli ha (disatteso le aspettative,ndr) sia delle organizzazioni sindacali e, soprattutto, dei lavoratori interessati che dopo un decennio di attività con la cooperativa speravano di aver raggiunto la tanto agognata ”stabilizzazione” del rapporto di lavoro, direttamente in Casa Divina Provvidenza. E sempre lo stesso Cozzoli nega ogni incontro con le rappresentanze dei lavoratori”. “E’ davvero grave – afferma Giovanni Dalessandro, segretario generale della CISL Funzione Pubblica di Foggia – che il Commissario straordinario di Casa Divina Provvidenza rifiuti ogni dialogo e ogni confronto con il sindacato. Nonostante la richiesta espressa di incontro su fatti così gravi, come il mancato rinnovo del rapporto di lavoro con ben trenta infermieri, il commissario non avverta il bisogno di dare risposte. L’azione della CISL continuerà, a sostegno della vertenza, e coinvolgerà tutte le istituzione competenti, affinché nessuno, in Casa Divina Provvidenza, men che meno il Commissario Straordinario. possa ritenere di essere il padrone del vapore, e poter decidere da solo del destino di tanti lavoratori”.

da redazione stato quotidiano

• • Commenta questo articolo Nessun commento

Le piazze del Cuore a Foggia. Una Raccolta fondi per i bimbi cardiopatici

Pubblicato venerdì, 28 novembre 2014
foggiaweb_PiazzeDelCuore_2014_AnnaValle_testimonial_DEF-2

Torna anche quest’anno l’appuntamento con “Le Piazze del cuore”: sabato 29 e domenica 30 novembre nelle strade e nelle piazze di tutta Italia i volontari della Fondazione Mission Bambini raccoglieranno fondi per il progetto “Cuore di bimbi”. Il progetto “Cuore di bimbi” è partito nel 2005, e nel 2014 è stato raggiunto un traguardo importante: quello dei 1.000 bambini salvati. Bambini che nascono con il cuore malato e che nel proprio Paese non possono essere curati, perché mancano i medici e le strutture sanitarie. Per questo è necessario l’intervento della Fondazione, che organizza le missioni all’estero dei medici italiani volontari oppure i viaggi della speranza in Italia dei piccoli cardiopatici. “A Natale, scegli il cuore!”: come non raccogliere l’invito di Anna Valle, madrina dell’iniziativa? L’obiettivo di “Cuore di bimbi” per il 2015 è salvare altri 300 bambini. Chi farà una donazione ai volontari nei due giorni dell’evento riceverà subito un simpatico dono natalizio: un addobbo a forma di cuore per decorare l’albero, il braccialetto in pizzo macramè di Cruciani in edizione speciale “Cuore di bimbi”, il Tè di Natale o il Panettoncino artigianale. A Foggia i volontari saranno in Corso Vittorio Emanuele e presso il Centro Commerciale Mongolfiera, in provincia a Cerignola. Per info: www.lepiazzedelcuore.it.

RICERCA VOLONTARI. Chi desideri partecipare come volontario a “Le Piazze del cuore” nel fine settimana del 29 e 30 novembre, può contattare l’Ufficio Volontariato della Fondazione Mission Bambini: tel. 02 2100241, volontari@missionbambini.org. Basta qualche ora del tuo tempo per dare una mano ai volontari già presenti nella tua città e dare una speranza di vita a tanti bambini! 

Progetto “Cuore di bimbi” – Paesi di intervento

Per il 2015 il progetto “Cuore di bimbi” prevede interventi nei seguenti Paesi: Cambogia, Eritrea, Kenya, Myanmar, Romania, Somaliland, Uganda, Uzbekistan e Zimbabwe. I medici italiani che come volontari partecipano alle missioni all’estero per operare i casi più urgenti o più complessi, lavorano in Italia nei reparti di cardiochirurgia pediatrica di importanti ospedali come ad esempio l’Ospedale Niguarda Ca’ Granda di Milano, l’Azienda Ospedaliera Papa Giovanni XXIII di Bergamo, l’Ospedale del Cuore G. Pasquinucci di Massa.

Fondazione Mission Bambini

Mission Bambini, Fondazione italiana nata nel 2000 con il nome di "aiutare i bambini", ha lo scopo di dare un aiuto concreto ai bambini poveri, ammalati, senza istruzione o che hanno subito violenze fisiche e morali. Sostiene in Italia e nel mondo progetti di accoglienza, assistenza sanitaria, sicurezza alimentare ed educazione. In 14 anni di attività, la Fondazione ha sostenuto più di 1 milione di bambini finanziando 1.145 progetti di aiuto in 72 Paesi. Il Bilancio è pubblico e certificato. Sito internet: www.missionbambini.org.

da Foggiatoday.it

• • Commenta questo articolo Nessun commento

DI GIUSEPPE: “IL RINGRAZIAMENTO DEL NCD AL MINISTRO DEGLI INTERNI ALFANO”

Pubblicato venerdì, 28 novembre 2014

“L’attenzione mostrata anche in questa occasione dal Ministro dell’Interno Angelino Alfano, la sua sensibilità verso un territorio da tempo alle prese con il dilagare di una criminalità sempre più radicata ma colpevolmente trascurata, il suo impegno annunciato nel garantire risposte efficaci alla nuova offensiva malavitosa, con uomini, mezzi e risorse all’altezza della sfida lanciata allo Stato, agli imprenditori, alla legalità e alla comunità tutta, meritano il nostro ringraziamento e il nostro consenso, come cittadini prima ancora che persone impegnate in politica e nella pubblica amministrazione. Come esponenti del Nuovo Centrodestra, poi, non possiamo che essere ancora più grati per la tempestività con cui il nostro leader ha raccolto le nostre preoccupazioni e segnalazioni, e la sua presenza a Foggia il prossimo 18 dicembre, nella veste istituzionale così adeguatamente da lui ricoperta, sarà l’ennesima conferma della serietà e delle capacità della persona e del ministro”.

• • Commenta questo articolo Nessun commento

Fiera di Foggia: Fisascat Cisl, Funzione Pubblica e Filcams Cgil chiedono ai soci fondatori di fare chiarezza sul futuro dell’Ente e dei lavoratori

Pubblicato venerdì, 28 novembre 2014

I soci fondatori dell'Ente Fiera devono dire con chiarezza quali sono le reali intenzioni sul progetto di rilancio industriale del Parco Fiera di Foggia. Nell’interesse dei 17 lavoratori coinvolti, è doveroso da parte del Comune di Foggia, dell’Amministrazione Provinciale e della Camera di Commercio trovare quanto prima una soluzione efficace e condivisa che salvaguardi il futuro dell’Ente e soprattutto l’occupazione”.  E’ quanto rilevano Leonardo Piacquaddio, segretario territoriale della Fisascat Cisl, e Felice Zinno e Gianni Palma, rispettivamente segretari generale della Fp e Filcams Cgil, che in questi giorni hanno tenuto una serie di incontri con i lavoratori, con il segretario generale dell’Ente, Raimondo Ursitti e con il suo presidente, Fedele Cannerozzi. A questi ultimi, sono state manifestate le forti preoccupazioni dei sindacati sulla salvaguardia dei livelli occupazionali, evidenziando altresì la necessità di non depauperare ulteriormente la regione Puglia di un Ente di grande rilievo e prestigio per il territorio. Nonostante le difficili condizioni economiche presenti, le organizzazioni sindacali di categoria di Cisl e Cgil ritengono che l’Ente Fiera di Foggia “possa ancora essere ragionevolmente rilanciato al fine di tornare a dare una spinta economica al sistema provinciale e pugliese”, richiamando in tal senso a un ruolo attivo anche la Regione Puglia, all’interno del piano strategico dello sviluppo economico. In questa direzione, Fisascat Cisl,  Funzione Pubblica e Filcams Cgil hanno chiesto accesso ai documenti di bilancio per conoscere l'effettivo stato di salute economica dell’Ente e delle progettualità previste quali la costruzione su via Bari di un parcheggio al servizio di tutta l'utenza prossima al parco della Fiera (Tribunale del Lavoro, INPS, Università, Questura, Enel, Cassa Edile), che doveva rappresentare una possibilità di attrazione per tutte le società intenzionate alla esposizione merceologica nel quartiere fieristico. Anche in merito a tale progettualità, i segretari Piacquaddio, Zinno e Palma ritengono “assolutamente necessario un confronto chiarificatore coi soci fondatori dell’Ente Fiera, i quali devono esplicitare le reali intenzioni su tali iniziative e complessivamente sulle prospettive future del quartiere fieristico alle cui sorti sono legate le sorti occupazionali e familiari di 17 unità lavorative”. In tal senso le organizzazioni sindacali hanno inviato al presidente dell’Amministrazione Provinciale di Foggia un’istanza affinché si possa attivare a breve termine un tavolo di confronto tra tutti i soggetti interessati.

• • Commenta questo articolo Nessun commento

Nuovo bando del Servizio Civile della ASL FG

Pubblicato venerdì, 28 novembre 2014
foggiaweb_asl_foggia

“Raccontiamoci”, “Mi girano le ruote”, “Le vite siamo noi”, “Le arti per non disperdere le risorse”, “Informami” e “Amici di Alda Merini” sono i nuovi progetti di Servizio Civile grazie ai quali 32 giovani avranno a breve l’opportunità di dedicare un anno della propria vita in attività di solidarietà. Basterà partecipare al concorso bandito dal Servizio Civile Nazionale Garanzia Giovani della ASL FG.         “Le esperienze precedenti sono state molto positive, alcuni ragazzi hanno imparato a fare progettazione, a orientarsi nel mondo del lavoro, a valorizzare il potenziale solidaristico anche ai fini della crescita di coscienza civica personale” commenta Annarita Stoppiello, Responsabile Aziendale del Servizio Civile. Alla selezione sono ammessi i giovani cittadini, anche stranieri regolarmente residenti nel territorio italiano, iscritti al portale Garanzia Giovani (www.sistema.puglia.it/garanziagiovani oppure www.garanziagiovani.gov.it) in possesso dei requisiti previsti dal bando (scaricabile sui siti serviziocivile.gov.it e serviziocivile.regione.puglia.it.), che al momento della presentazione della domanda abbiano compiuto il diciottesimo e non abbiano superato il ventottesimo anno di età. I sei progetti, nelle loro diverse declinazioni, sono finalizzati a: migliorare la qualità della vita dei disabili, favorendo la loro autonomia personale e sociale nel processo di integrazione nella comunità e alleggerendo il carico assistenziale delle famiglie; migliorare l’autonomia nella vita di relazione dei pazienti psichiatrici favorendo la loro integrazione nei contesti sociali, lavorativi e di formazione; facilitare la permanenza degli anziani nelle strutture RSA con attività assistenziali, di animazione e di compagnia; integrare i bambini e i ragazzi con disturbi dell’apprendimento attraverso la musica; sostenere ed affiancare le fasce di utenza più fragili (immigrati, anziani non autosufficienti, donne e minori) nella fruizione delle prestazioni sanitarie; supportare le madri e le famiglie che vivono situazioni problematiche; valutare l’efficacia degli incontri con gli studenti diretti a diffondere le informazioni sulla procreazione responsabile e sulle malattie sessualmente trasmissibili. Le attività previste non richiedono competenze particolari, ma grande disponibilità umana: “le esperienze pregresse sono state per la maggior parte significative. I volontari continuano a vedere come riferimenti importati tutti coloro che in questo percorso di crescita li hanno aiutati a esprimere il loro potenziale solidaristico e non solo. Io personalmente – aggiunge Stoppiello, riesco a prendere da loro, l’entusiasmo e la freschezza di idee che spesso li caratterizza, oltre che la forte motivazione “al fare con il cuore” che li rende in questo caso, protagonisti attivi di un processo di sensibilizzazione volto a contrastare l’esclusione sociale dei soggetti più vulnerabili”. “Per I volontari il servizio civile – commenta Attilio Manfrini, direttore generale della ASL FG – può essere un trampolino di lancio verso il loro futuro lavorativo, oltre che un’ occasione di crescita personale che contribuisce allo sviluppo sociale, culturale del nostro territorio. La loro attività, inoltre, è un valore aggiunto per la nostra Azienda”. I progetti finanziati sono, nel dettaglio:

1.Mi girano le ruote. Sede: Centro di Riabilitazione Psicomotoria “Andrea Cesarano”  V.le Kennedy,45 (prima denominato V.le Lungomare del Sole), Manfredonia. Volontari N. 4

2.Amici di Alda Merini. Sede: C.S.M. Via Orto Sdanga, 97 Manfredonia (FG). Volontari N. 4

3.Raccontiamoci. Sede : RSA Via della Croce Monte Sant’Angelo(FG) Volontari N. 4

4.Le arti per non disperdere le risorse. Sede: Centro Accoglienza Art Village – Via Castel Nuovo Km.1 San Severo (FG) Volontari N. 6

5.Le vite siamo noi. Sedi: Consultorio Familiare – Via A. Valentini 2 Alvarez Foggia Consultorio Familiare Via Barletta Manfredonia (FG)Volontari N. 2 per ogni sede (totale n. 4)

6.In…formami. Volontari  N.  2 per ogni sede (totale n. 10). Sedi:

         Distretto S.S. N.1 – Piazza della Libertà 1 Foggia

         Distretto S.S.N.2 – Via Grecia 5, Foggia

         Distretto S.S. Manfredonia -Via Barletta 2.

         Distretto S.S. Cerignola -Via XX Settembre,1

         Distretto S.S. S. Severo – Via T. Maselli Mascia, 28

Per info: tel. 0881.884413/18 – 0884.510474 –  0885/419333.

• • Commenta questo articolo Nessun commento

La libreria Ubik di Foggia e la fondazione Apulia Felix presentano Gianrico Carofiglio, una storia italiana. Torna l’avvocato Guido Guerrieri

Pubblicato venerdì, 28 novembre 2014
foggiaweb_carofiglio_orizzontale

“Chi mente a se stesso e presta ascolto alle proprie menzogne arriva al punto di non distinguere più la verità, né in se stesso, né intorno a sé". La regola dell'equilibrio, quella morale, consiste nell'esatto opposto contenuto in questa frase che il geniale autore russo Fedor Dostoevskij inserisce nella sua opera magna, I fratelli Karamazov. Parola di Guido Guerrieri, anzi di suo nonno, chiamato in causa in uno dei momenti più affascinanti del nuovo romanzo di Gianrico Carofiglio, uno degli scrittori italiani più importanti degli ultimi anni e tra gli autori di gialli più amati in assoluto. Giovedì 4 dicembre, alle ore 18.30, a distanza di tre anni dalla presentazione de Il silenzio dell'onda (la mattina al Liceo classico Lanza e in serata in una libreria gremita in ogni angolo di posto), l'autore barese incontra nuovamente il pubblico foggiano, ospite dell'Auditorium del Chiostro di Santa Chiara. Di scena, la nuovissima vicenda della serie di romanzi incentrata sull'avvocato più famoso d'Italia, Guido Guerrieri, presentata in prima assoluta al Teatro Petruzzelli di Bari e dal titolo La regola dell'equilibrio (Einaudi, 2014). Ad organizzare l'evento, la libreria Ubik e la fondazione Apulia Felix, rispettivamente rappresentati dal direttore artistico Michele Trecca e dal Presidente Giuliano Volpe. A conversare con Gianrico Carofiglio, la giornalista Alessandra Benvenuto. La regola dell'equilibrio (Einaudi Stile Libero Big, novembre 2014; 282 pagine; euro: 19). Un eroe restio. Un dubbio morale assoluto. È una primavera strana, indecisa, come l'umore di Guido Guerrieri. Messo all'angolo da una vicenda personale che lo spinge a riflettere sulla propria esistenza, Guido pare chiudersi in sé stesso. Come interlocutore preferito ha il sacco da boxe che pende dal soffitto del suo soggiorno. A smuovere la situazione arriva un cliente fuori del comune: un giudice nel pieno di una folgorante carriera, suo ex compagno di università, sempre primo negli studi e nei concorsi. Si rivolge a lui perché lo difenda dall'accusa di corruzione, la peggiore che possa ricadere su un magistrato. Quasi suo malgrado, Guerrieri si lascia coinvolgere dal caso e a poco a poco perde lucidità, lacerato dalla tensione fra regole formali e coscienza individuale. In un susseguirsi di accadimenti drammatici e squarci comici, ad aiutarlo saranno l'amico poliziotto, Carmelo Tancredi, e un investigatore privato, un personaggio difficile da decifrare: se non altro perché è donna, è bella, è ambigua, e gira con una mazza da baseball. «Quando chiudemmo il verbale e l'udienza, lo spiacevole sentore della parola calunnia aleggiava sul procedimento. Tutti sapevamo che in qualche modo sarebbe rimasto lì, e tutti sapevamo che la procura avrebbe dovuto trovare qualcosa di molto solido, se non voleva che quel fascicolo finisse nella discarica delle archiviazioni o dei proscioglimenti». Gianrico Carofiglio (Bari, 30 maggio 1961) ha scritto racconti, romanzi, saggi. I suoi libri, sempre in vetta alle classifiche dei best seller, sono tradotti in tutto il mondo. Ha inventato il popolarissimo personaggio dell'avvocato Guido Guerrieri, cui è stata dedicata una serie televisiva di successo. Per Einaudi ha scritto il racconto La doppia vita di Natalia Blum raccolto nell'antologia Crimini italiani, Cocaina, con Massimo Carlotto e Giancarlo De Cataldo (Einaudi Stile libero 2013), Una mutevole verità (Einaudi Stile libero 2014) e La regola dell'equilibrio (Einaudi Stile Libero 2014). Altri romanzi importanti sono pubblicati da Sellerio e Rizzoli.

 

• • Commenta questo articolo Nessun commento

Rosa Cicolella ospite a ‘Culturalmente impegnato’

Pubblicato giovedì, 27 novembre 2014
foggiaweb_rosa cicolella_presidente_delle_ pari_ opportunità_ della puglia a “culturalmente impegnato”.

Andrà in onda domani sera - venerdì 28 novembre 2014 dalle ore 21:00 su Manfredonia Tv (Canale 645 del Digitale Terrestre e in streaming su www.manfredoniatv.it) -, l'appuntamento settimanale con "Culturalmente Impegnato", il format culturale dell'emittente sipontina condotto da Felice Sblendorio. Nella prima parte del programma spazio alle "Opinioni a Confronto" con Michele Apollonio (Gazzetta del Mezzogiorno) e Francesco Pesante (L'Immediato.net). Concluderà la prima parte del programma la rubrica satirica curata dal vignettista Carlo Devanna. Nel cuore del programma "L'Intervista" con il personaggio della settimana. Nella quarta puntata del programma si parlerà di cultura e di pari opportunità. Ospite della puntata sarà Rosa Cicolella, Presidente della Commissione delle Pari Opportunità della Regione Puglia. Nel corso dell'intervista verrà illustrato il ruolo e le finalità della Commissione Pugliese, presieduta dal febbraio 2012 dalla docente foggiana Cicolella. Un dibattito interessante che spazierà dal ruolo della donna nei territori di Capitanata e della Puglia, per approfondire la parità di genere all'interno dei consigli comunali e regionali. Durante l'intervista verrà presentata la petizione "50e50 – Mai Più Senza", la nuova battaglia delle donne pugliesi per ottenere le norme di rappresentanza di genere all'interno della nuova legge elettorale per le prossime elezioni regionali. Non mancherà un confronto sui dati del Femminicidio in Capitanata e in Puglia, sottolineando l'importanza di un dialogo continuo su queste tematiche anche dopo la Giornata Internazionale contro la violenza sulle Donne. Nell'ultima parte del programma spazio ai libri. "15 Minuti con L'Autore" per presentare le nuove proposte editoriali del territorio. L'ospite della puntata sarà la psicologa- psicoterapeuta dell'Asl di Foggia, Orietta Scircoli, autrice del libro: "Amor Vincit Omnia" – Andrea Pacilli Editore. Il libro – che parla prevalentemente di amore e morte – è scritto da una profonda conoscitrice dell'animo umano e dei risvolti psicologici, che un dolore atroce come quello del lutto, può provocare. L'autrice dona un messaggio universale, utile a riconciliarsi con la morte, prima che essa venga ad interrompere il nostro dialogo con la vita. "Proprio perché la morte non è la parola ultima si può scrivere su di essa". Perché seguirci? Perché la cultura arricchisce (sempre), perché la cultura permette di superare tutti i limiti e perché la cultura è (libertà) di espressione e di parola.

• • Commenta questo articolo Nessun commento

Etica nello Sport, Moccia: “Fiducioso per variazione di Bilancio fondi sport”

Pubblicato giovedì, 27 novembre 2014
foggiaweb_etica_e_sport

«Si tratta di un progetto ambizioso teso a ripensare, in chiave educativa e formativa, lo sport a Cerignola, specie tra i più piccoli». E’ questo quanto garantisce Marcello Moccia, Consigliere UdC in forza all’amministrazione Giannatempo, interpellato in esclusiva da lanotiziaweb.it, in merito al progetto “Etica nello Sport”, idea fortemente voluta e promossa dallo stesso delegato allo sport e dal Club Unesco in collaborazione con il Coni. Le scuole che hanno aderito all’iniziativa, di ogni ordine e grado, sono ben 15; l’ampliamento del progetto è merito delle numerose associazioni sportive cerignolane che hanno unito le loro forze per consentire agli studenti di  conoscere ed avvicinarsi alle più disparate discipline. Allenatori, istruttori federali e dirigenti dei diversi sodalizi locali hanno avviato in ognuna delle scuole di Cerignola  una serie di stages di introduzione dei vari sport: calcio, basket, pallavolo, atletica, ginnastica artistica, danza classica e sportiva (c’è anche l’hip hop) pattinaggio fino ad arrivare ad arti marziali come judo, karate, taekwondo.«Hanno aderito al progetto oltre sessanta classi degli istituti scolastici cerignolani e, sinceramente, la cosa non può che lasciarmi soddisfatto – prosegue Moccia -; allo stesso tempo credo che il dato sia significativo da un punto di vista sostanziale, poiché restituisce speranza al corpo docente su un tema sempre meno considerato e che ritengo, senza scoprire nulla di eclatante, sia essenziale nel percorso formativo dei cittadini di domani». E’ bene ricordare, infatti, l’assoluta difficoltà per gli insegnanti nello svolgimento pratico del “Progetto Sport di Classe”, considerato, a detta dei più, quasi un bluff, col solo incontro mensile che, piuttosto che aiutare, aggrava ulteriormente il carico didattico dell’insegnamento di educazione fisica. Le scuole primarie interessate sono “Battisti” (judo e hip hop), “Di Vittorio” (minivolley e basket); “Terminillo” (atletica e taekwondo); “Carducci” (ginnastica artistica e danza) e “Marconi” (atletica e taekwondo). Per quanto riguarda le scuole secondarie di primo grado, la  “Padre Pio” gli sport sono pattinaggio e basket, per la “Pavoncelli” judo e hip hop, per la “Don Bosco” il karate, per la “Paolillo” danza e karate. Tre le scuole secondarie di secondo grado che hanno aderito, l’Itc “Alighieri” (ginnastica artistica e danza); l’I.I.S. “Righi” (calcio) e il Liceo Scientifico “Einstein” (basket). Ci sono anche tre scuole paritarie, l’ “Opera Buon Santi” (calcio e minibasket), “Spirito Santo” (minivolley e atletica), e “Maria Ss. Ausiliatrice” (ginnastica artistica e calcio). «Un ringraziamento particolare, inoltre, vorrei farlo a tutti gli istruttori, in particolare all’istruttrice Federale Anna Maria Marrone dell’A.S D. Kito Ryu e  alla professoressa Maddalena Tressante della A.S.D. Fit Point sempre pronte ad organizzare e divulgare con impegno, non solo per questo progetto, ma in tutte le iniziative sportive atte alla crescita della nostra città». «Sono sempre più convinto che lo sport costituisca uno strumento di crescita per la nostra comunità, se non proprio un’arma di riscatto per una città che vuole far parlare di sé in termini positivi – affermava il Sindaco Antonio Giannatempo alcune settimane fa attraverso una nota stampa -. Negli ultimi anni abbiamo lavorato molto da questo punto di vista, tentando di porre lo sport sempre più al centro della scena». Gli fa eco, oggi, con forza proprio Moccia, il quale ricorda come «la centralità del bambino e del ragazzo in un percorso contrassegnato dalla stretta correlazione tra etica e sport, l’importanza dello sport stesso come strumento educativo del cittadino di domani e come mezzo per prevenire disturbi alimentari gravi come obesità, anoressia e bulimia» siano gli elementi essenziali che muovono questa idea. «Particolarmente significativo è il fatto che nelle scuole gli istruttori stanno operando insieme agli insegnanti di educazione fisica, con i quali programmano e realizzano le attività previste dal progetto – prosegue il delegato allo sport -; credo molto nella cooperazione e nella comunione d’intenti verso temi e proposte utili alla città. In questi anni mi sono battuto sempre con forza rispetto ai temi dello sport, basti pensare alla crescita esponenziale delle società sportive o al movimento che si è creato al Palazzetto dello Sport, per capire che si è lavorato bene. Martedì 2 dicembre (ore 16:00 in Sala Consiliare, ndr.), ad esempio, proprio per la grande richiesta da parte delle scuole, terremo un incontro con le classi della Carducci, mentre con altre scuole ci siamo già incontrati. Certo, tanto ancora si può fare e si dovrà fare ed è per questo che nell’ultimo Consiglio comunale ho criticato la scelta di tagliare i fondi allo sport nel Bilancio. Auspico, e sono fiducioso che il Sindaco manterrà la promessa pubblica fatta – conclude il Consigliere centrista -, che a fine mese, con la possibilità confermata di una variazione di Bilancio, si possano destinare i fondi necessari allo sport».

• • Commenta questo articolo Nessun commento

La polizia sventa furto alla profumeria “Primavera”:fallisce la tecnica del buco

Pubblicato giovedì, 27 novembre 2014
foggiaweb_banda-del-buco_1_original-2

Con la “tecnica del buco” avevano già portato via profumi e prodotti cosmetici per un valore stimato di 35mila euro. Non paghi, avevano deciso di sfruttare ancora una volta quel pertugio, un varco aperto nella parete comune tra il magazzino della profumeria “Primavera” di Via Tugini ed il vano caldaia di un condominio in via Rusco, in centro, a Foggia.Ma questa volta, per tre giovani foggiani, le cose non sono andate come speravano. Carlo Federico Rotunno, 24 anni, Vincenzo Alessio Di Bari, 29 anni e Gaetano Delli Carri, 22 anni, sono stati arrestati la scorsa notte in flagranza di reato, sorpresi in piena attività dagli uomini della Sezione Antirapina della Squadra Mobile di Foggia. Inutile il tentativo di fuga ingaggiato dai tre, come pure la colluttazione avuta con gli operatori, che ha contribuito solo ad aggravare la loro posizione. Ai tre arrestati sono stati, quindi, contestati i reati di tentato furto aggravato, furto aggravato, resistenza, violenza e lesioni a pubblico ufficiale. Secondo quanto accertato dalla polizia, la scorsa notte i tre hanno cercato di "sfruttare" ancora una volta il varco aperto in precedenza e non individuato dai titolari della profumeria. Si tratta di un pertugio veramente stretto, adatto per il passaggio di una sola persona e di corporatura esile; un foro che era stato artatamente ripristinato per non destare sospetti né nei titolari dell’attività commerciale, né nei condomini del palazzo di via Rusco. Al momento non si esclude che i tre possano essere già penetrati nel magazzino la notte precedente portando via profumi e prodotti cosmetici per un valore stimato di 35mila euro. Su disposizione del P.M. di turno della Procura della Repubblica di Foggia, i tre sono stati posti agli arresti domiciliari, in attesa del processo per direttissima che si terrà nel corso della giornata. Uno di loro, in particolare, risultava affidato in prova ai servizi sociali anche se i fatti dimostrano che continuava lo stesso a delinquere.

da foggiatoday

• • Commenta questo articolo Nessun commento

SERVIZIO CIVILE: PARTE IL PRGETTO “DIAMO SPAZIO AL SAPERE”

Pubblicato giovedì, 27 novembre 2014
foggiaweb_comune_apricena

APRICENA – Il Comune di Apricena entra nel programma "Garanzia Giovani" della Regione Puglia con il progetto "Diamo spazio al sapere". Possono presentare domanda i giovani di età tra i 16 e i 29 anni, che abbiamo prima espletato la procedura di iscrizione al portale "Garanzia Giovani". I termini scadono il prossimo 15 dicembre alle ore 14.00. La domanda può essere inoltrata tramite raccomandata A/R al Comune di Apricena (c.so Gen. Torelli, 59, fa fede la data di invio), tramite indirizzo di posta elettronica certificata personale al protocollo comunale (protocollo@pec-apricena.com) oppure consegnata a mano presso gli uffici comunali. Saranno selezionati 4 giovani a cui sarà riconosciuto un rimborso spese per dodici mesi. "Si tratta di una iniziativa importante che da la possibilità a dei ragazzi di inserirsi in un contesto formativo e lavorativo che abbiamo portato avanti grazie alla collaborazione dell'Ufficio sei Servizi Sociali", commenta l'Assessore Agata Soccio. "Rinnovo l'invito a chi possiede i requisiti ad iscriversi al portale regionale per poter prendere parte alla selezione". "Stiamo già pubblicando sul sito del Comune di Apricena la documentazione relativa al bando "Diamo spazio al sapere", con annesso il modulo da presentare agli uffici. Ma prima è importante, per chi non lo avesse ancora fatto, iscriversi al portale". PROCEDURA DI ISCRIZIONE. Per l'adesione a "Garanzia Giovani" occorre semplicemente iscriversi al portale sistema Puglia (www.sistema.puglia.it) cliccando su "Registrazione", posto nella sezione in alto a destra della home. Successivamente si dovrà cliccare sul banner "GARANZIA GIOVANI" (quello di colore verde e grigio) situato nella colonna destra della home page. È possibile entrare in questa sezione anche attraverso il link diretto www.sistema.puglia.it/garanziagiovani. In seguito si andrà al link "Procedura di Adesione" nella sezione "Iscriviti al progetto". In alternativa ci si può iscrivere direttamente sul portale governativo all'indirizzo www.garanziagiovani.gov.it. Le due procedure sono equivalenti. IMPORTANTE: SOLO DOPO AVER COMPLETATO QUESTA PROCEDURA E' POSSIBILE PRESENTARE LA DOMANDA PER IL PROGETTO "DIAMO SPAZIO AL SAPERE".  SINTESI DEL PROGETTO. "DIAMO SPAZIO AL SAPERE" intende fornire ad Apricena, grazie all'aiuto e al sostegno dei volontari in Sevizio Civile, una serie di servizi formativi, culturali e ricreativi che, incentivando allo studio e alla formazione, promuovono e favoriscono negli alunni lo sviluppo dell'autoefficacia personale e riescono quindi a prevenire e combattere la dispersione scolastica che attanaglia il nostro territorio. Le linee strategiche su cui il progetto intende intervenire al fine di rimuovere le principali cause di dispersione scolastica sono: l'attività didattica e pedagogica all'interno di contesti educativi extrascolastici di supporto a quelli scolastici (per es. il doposcuola); l'attività volta a potenziare i livelli di autostima, di fiducia e di autoefficacia dei bambini e dei ragazzi, intesi come variabili personali da promuovere attraverso modalità espressive, ludiche, artistiche e culturali, da realizzarsi in diversi contesti extrascolastici (ad esempio, laboratori); iniziative sociali di incontro/scambio e sostegno alle famiglie dei ragazzi/e coinvolti nel progetto.

Ufficio Stampa Comune di Apricena

• • Commenta questo articolo Nessun commento

L’edilizia precipita a Foggia, bruciati più di 5mila posti di lavoro in 6 anni. “Persi quasi 43 milioni di euro”

Pubblicato giovedì, 27 novembre 2014
foggiaweb_edilizia_h_partb

Sono 5.258 i lavoratori edili in meno in Capitanata dal 2008 ad oggi. Attualmente in provincia di Foggia, sono 6.885 gli occupati censiti dalla Cassa Edile di Capitanata, contro i 12.143 del 2008. Un dato che testimonia la gravità della crisi del comparto che continua ad aggravarsi di anno in anno. Soltanto nel corso degli ultimi dodici mesi la perdita è stata di 624 unità lavorative, con una riduzione del numero delle imprese di 173 unità e dei cantieri di 272 unità in meno. Impressionate è la perdita della massa salari, registrata negli ultimi sei anni nel settore edile di Capitanata, che ammonta a 42.678.798 milioni di euro. Una situazione che preoccupa fortemente le organizzazioni sindacali di categoria di Feneal Uil, Filca Cisl e Fillea Cgil di Foggia che il 27 novembre 2014 parteciperanno alla giornata di mobilitazione nazionale del settore costruzioni indetta dalla federazioni nazionali di CGIL, CISL e UIL. Una delegazione dei lavoratori di Capitanata sarà infatti presente alla manifestazione regionale che si terrà nella città di Bari, per la quale partiranno tre autobus da Foggia. “Siamo fortemente preoccupati per il futuro del settore delle costruzioni nel nostro Paese che nell’ultimo anno ha perso 800mila posti di lavoro, registrando una riduzione del 47 per cento degli investimenti in opere pubbliche. Le risposte del Governo alla crisi rischiano inoltre di dare il colpo di grazia al settore in quanto esse prevedono una ulteriore riduzione degli investimenti, il taglio a diritti e tutele dei lavoratori, sgravi solo per le imprese ed un DURC depotenziato”. In questo contesto, per i segretari generali di Feneal, Filca e Fillea di Foggia, Juri Galasso, Urbano Falcone e Giovanni Tarantella, “la crescita del lavoro irregolare, del nero e delle false partite Iva è sempre più dilagante, specie nei territori disagiati come il nostro dove tali fenomeni sono alla base del ripetersi di morti bianche sul lavoro come quella verificatesi nei giorni scorsi in un cantiere di Foggia. A tal proposito, è auspicabile altresì un intensificazione dei controlli sui cantieri da parte delle autorità preposte al fine di scongiurare il verificarsi di tragedie che offendono la dignità del lavoro e mettono in ginocchio le famiglie coinvolte”. Per Feneal, Filca e Fillea, “senza interventi da parte del Governo che favoriscano gli investimenti, a partire da quelli finalizzati alla sicurezza del territorio, e senza un’azione sinergica delle Istituzioni Locali, finalizzata alla apertura dei cantieri delle opere pubblicate già finanziate, il settore è destinato al collasso totale. Pertanto, con la mobilitazione unitaria del 27 novembre, le organizzazioni sindacali dei lavoratori delle costruzioni chiedono di rilanciare il settore nel segno della qualità dell’impresa, della regolarità del lavoro, della legalità e della sostenibilità”. Per queste ragioni, auspicano la massima partecipazione da parte dei lavoratori ed il più ampio sostegno dalle Istituzioni locali al fine di far sentire chiara e forte la voce del mondo del lavoro edile al Governo Renzi.

• • Commenta questo articolo Nessun commento

EMERGENZA XYLELLA Costituito il Comitato Consultivo Permanente

Pubblicato giovedì, 27 novembre 2014

In attesa che il Presidente del Consiglio convochi la Regione per la definizione del’eventuale nomina de11 Commissario Straordinario con poteri di deroga che dovrà gestire la difficile emergenza Xylella Fastidiosa, l’ente regionale si attrezza con l’istituzione del Comitato Consultivo permanente, che al suo interno terrà insieme istituzioni, associazioni di categoria, organi ispettivi e enti di ricerca. Il Comitato costituito con delibera regionale dello scorso 25 novembre sarà insediato ufficialmente nei prossimi giorni dal presidente e Assessore regionale alle Risorse Agroalimentari, Fabrizio Nardoni. Si tratta dell’organo tecnico consultivo che, all’indomani della dichiarazione di “stato di emergenza fitosanitaria straordinaria, a supporto della Regione, fatti salvi i compiti e le funzioni stabilite dalla normativa in materia fitosanitaria, esprimerà pareri motivati e formulerà proposte in relazione delle attività che a livello regionale si dovranno attuare per far fronte all’emergenza fitosanitaria correlata al batterio della Xylella. L’emergenza Xylella – spiega l’Assessore Nardoni – interessa non solo aspetti strettamente fitosanitari connessi alle specie vegetali di interesse agrario, ma anche specie diffuse sul territorio per finalità ornamentali e coinvolge anche tematiche di carattere ambientale e paesaggistico, per questo è stato necessario realizzare un’azione coordinata tra le strutture regionale coinvolte nelle attività finalizzate alla prevenzione, al controllo e alla eradicazione del batterio. Il Comitato consultivo permanente per la prevenzione, il controllo e la eradicazione del batterio da quarantena, successivamente indicato come Comitato, è così composto: 

• • Commenta questo articolo Nessun commento

“SUBAPPENNINO DAUNO DIMENTICATO E ABBANDONATO DAL GOVERNO REGIONALE”

Pubblicato giovedì, 27 novembre 2014

“II Subappennino dauno è stato completamente dimenticato e abbandonato dalla giunta regionale, nonostante i milioni e milioni di euro garantiti dai fondi comunitari derivanti dall’Obiettivo 1 per il sostegno da garantire alle aree depresse, e che invece vengono impiegati altrove. La sistematica opera di smantellamento dell’Ospedale Lastaria di Lucera, nonostante le ingenti risorse investite nel tempo (e con il declassamento del Pronto Soccorso in ‘Punto di primo intervento territoriale’ che rappresenta solo l’ultimo, triste atto); e la parallela chiusura del Distretto Socio-Sanitario di Troia-Accadia, per favorire l’accorpamento e la creazione di un abnorme Distretto che va da Lucera a Troia, determineranno forse risparmi per le casse regionali, ma i costi sociali che pagherà una collettività vittima di una costante discriminazione e penalizzazione saranno altissimi. Proprio perché sono stati picconati e demoliti, mattone dopo mattone, presidi che rappresentavano e rappresentano un riferimento di vitale importanza per le popolazioni dei numerosi comuni che insistono in quell’area, già alle prese con infrastrutture non all’altezza e difficoltà nei collegamenti in particolare nei mesi invernali. In caso di interventi di particolare tempestività da assicurare, gli ospedali di riferimento diventano così il Policlinico ‘Riuniti’ di Foggia, già congestionato oltre ogni limite e misura accettabile -e basta affacciarsi in un qualsiasi giorno in qualsiasi orario al Pronto soccorso o in qualsiasi reparto per rendersene conto -; oppure l’ospedale di San Severo, non ancora adeguatamente attrezzato. Con ulteriori chilometri e minuti di distanza che potrebbero rivelarsi fatali.  E con buona pace del sindaco di Lucera Tutolo che si incatena davanti ai cancelli della Asl, ma non riesce a ottenere nient’altro che promesse e rassicurazioni, con contorno di passerelle a uso mediatico/elettorale, che si trasformano in beffe e delusioni per i cittadini”.

NOTA CONSIGLIERE REGIONALE DE LEONARDIS

• • Commenta questo articolo Nessun commento

Al Baobab il Console Generale albanese

Pubblicato giovedì, 27 novembre 2014
Foggia (1)

Il giorno 2 dicembre sarà una giornata speciale per il Baobab e la città di Foggia perché accoglieremo il Console Generale albanese, Ermal Dredha. Dredha incontrerà il Prefetto, il Sindaco e il Presidente della Provincia di Foggia per poi arrivare al Centro Interculturale Baobab per conoscere l’equipe, mentre, alle 16.00 seguirà un momento di comunione con la cittadinanza foggiana e la comunità albanese e la proiezione della pellicola “Balkan Bazar”, una commedia utile a conoscerci e “visitare” con la mente l’Albania. Questo incontro si inserisce all’interno di una visione di condivisione interculturale per apprezzare Paesi altri e apprezzarci cittadini del mondo.

La cittadinanza è invitata.

Staff del Baobab      

• • Commenta questo articolo Nessun commento

Foggia non si piega al ricatto delle bombe e rilancia: “Non arretriamo in questa battaglia”

Pubblicato giovedì, 27 novembre 2014
foggiaweb_incontro_associazioni_antiracket

Foggia c’è, non molla ed è pronta a resistere al ricatto delle bombe e ad avviare una rivolta culturale contro il malaffare. Tante le iniziative messe in campo o le idee in corso di definizione, interessanti gli spunti lanciati ieri nell’aula consiliare stracolma di Palazzo di Città, dove le istituzioni e i rappresentanti delle associazioni impegnati principalmente nella lotta al racket delle estorsioni, hanno lanciato un segnale forte alla criminalità, nel segno della sete di riscatto che si respira in città. Il capoluogo è a un bivio. Franco Landella: “Questa riunione è segnale della voglia di riscatto della nostra città. Una voglia di riscatto che parte del basso, che riguarda i comportamenti e investe le coscienze di chi vuole reagire. La grande partecipazione popolare e la passione degli interventi che si sono susseguiti sono la spia di una consapevolezza profonda rispetto alla delicatezza del momento che Foggia sta vivendo. Le bombe dei giorni scorsi hanno colpito non solo gli esercenti, ma ogni singolo cittadino. Sono state un attentato alla nostra convivenza civile, alla possibilità di sviluppo della nostra economia. Stasera la città ha detto in modo chiaro che non cederà al ricatto delle bombe, che è pronta a fare fronte comune contro questa ondata di violenza. Accanto alle richieste di ordine logistico ed operativo, al ministro degli Interni Angelino Alfano porterò la determinazione della nostra comunità a non arretrare in questa battaglia. Da questo punto di vista, le denunce dei commercianti che hanno reso possibile l’arresto di quattro estorsori sono una boccata di area fresca e pulita. In quest’ottica, il Comune di Foggia si è costituito e continuerà a costituirsi parte civile in tutti i processi per mafia e per reati di natura estorsiva”. Presente all’incontro anche il presidente del Consiglio comunale, Luigi Miranda, secondo il quale gli attentati dei giorni scorsi «mostrano la debolezza di una criminalità che sente il fiato sul collo di una città che non vuole più piegarsi, in cui le iniziative finalizzate a combattere la piaga delle estorsioni si moltiplicano, in cui i riflettori del dibattito pubblico illuminano questa emergenza. La seduta che il Consiglio comunale dedicherà al tema della sicurezza servirà per rilanciare questa volontà, per discutere di idee e proposte». Unanime l’appello lanciato dalle associazioni impegnate sul fronte della lotta al racket delle estorsioni, all’usura ed al contrasto ad ogni forma di criminalità. La presidente provinciale di “Libera”, Daniela Marcone, la presidente della neonata associazione antiracket “Giovanni Panunzio”, il presidente dell’associazione antiracket “Vivere liberi”, Domenico Foglietta, il presidente della Fondazione “Buon Samaritano”, Pippo Cavaliere, hanno sottolineato la necessità di mettere in campo «un movimento di rivolta culturale al malaffare, in cui i giovani siano in prima linea nell’opporsi ad ogni forma di compromesso opaco e nello svolgere un’azione di profonda sensibilizzazione dell’opinione pubblica». Daniela Marcone: “Ciò che accaduto nei giorni scorsi non è accaduto per caso. Stavolta però nessuno ha chiuso gli occhi, come dimostra l’incontro di oggi. Quest’aula affollata, che è il luogo di massima rappresentanza della nostra comunità, lo conferma. Questa volta nessuno ha voltato la testa dall’altra parte. La sfida è uscire da questa sala e portare l’appello alla legalità a tutta la parte sana della società. Foggia è ad un bivio: o peggiora o può riscattarsi. Dipende da noi». Cristina Cucci: “Adesso nessun imprenditore è più solo. Proprio per dimostrare che Foggia non è disposta a smettere di combattere abbiamo ideato il “Consumo critico”, un’iniziativa che partirà a Natale. Pensiamo di cominciare a raccogliere le preadesioni tra i cittadini che hanno voglia di consumare nei negozi e nelle attività commerciali che non pagano il pizzo. Pippo Cavaliere: “Di fronte a questo fenomeno criminale così perverso ed invasivo, la risposta non può essere affidata in via esclusiva all’Autorità Giudiziaria e alle Forze dell’Ordine. Occorre un maggiore senso di cittadinanza attiva e di impegno civico nel segno della legalità, che un incontro come questo promuove in modo evidente”. Fabio Porreca: “Il disagio sociale che molte zone della città vivono, rende spesso difficile promuovere la cultura della legalità. Noi abbiamo però il dovere di impegnarci al massimo, nell’ottica di una piena e convinta unità istituzionale, sociale e civica, senza concedere alcun alibi alla criminalità. Polemizzare tra noi o contro le istituzioni i non aiuterà a trovare le risposte necessarie, facendoci tra l’altro perdere di vista quello che è il vero nemico. Il rispetto della legalità deve partire dal quotidiano e dal senso civico. Perché è proprio nella mancanza del rispetto delle regole che il malaffare trova il suo humus ideale. Insieme possiamo vincere questa battaglia”. Tra i partecipanti gli amministratori attuali dell’Ente di Palazzo di Città, l’ex sindaco Gianni Mongelli e molti ex consiglieri comunali. E proprio l’ex consigliere comunale Leonardo De Santis ha consegnato nelle mani del primo cittadino il regolamento della Consulta comunale sulla legalità stilato lo scorso anno, che il sindaco si è formalmente impegnato ad istituire ed insediare.

Da foggiatoday

• • Commenta questo articolo Nessun commento

Proposte progettuali per le scuole: arriva a Foggia il catalogo per i dirigenti scolastici

Pubblicato martedì, 25 novembre 2014
foggiaweb_dirigenti scolastici-2

Una guida per i dirigenti scolastici, utile ad indirizzare l’offerta didattica rivolta agli studenti. È il catalogo delle proposte progettuali per le Scuole della Regione Puglia presentato questa mattina nel corso di una conferenza stampa presso il Liceo “Carolina Poerio” di Foggia alla quale hanno presenziato, tra gli altri, il direttore generale della ASL FG Attilio Manfrini, il presidente della VI commissione regionale alle Politiche Comunitarie, Lavoro e Formazione Professionale, Istruzione, Cultura Franco Ognissanti, il dirigente dell’Ufficio Scolastico Regionale Francesco Forliano, la dirigente del Servizio PATP dell’assessorato regionale al Welfare Giovanna Labate. Nato dall’azione congiunta posta in atto dal Governo regionale della Sanità, del Welfare e della Scuola, il catalogo propone una serie di progettualità, condivise nella costruzione, nella metodologia e nella valutazione, che partono da una rilevazione del fabbisogno manifestato dalla scuola e dall’analisi dei dati epidemiologici evidenzianti lo stato di salute della popolazione e utili a determinare le azioni di promozione della salute nell’ambito scolastico.  Il catalogo presenta al suo interno una sezione contenente le proposte di intervento a carattere regionale suddivise per area tematica ed il ventaglio completo delle proposte provinciali che tengono conto delle specifiche peculiarità locali. Tra le problematiche affrontate: la lotta al tabagismo, la prevenzione degli incidenti stradali, della sicurezza sui luoghi di lavoro, la lotta alle dipendenze (da quelle storiche come la dipendenza dall’alcol a quelle “figlie” dell’età moderna come la dipendenza da telefoni cellulari, internet, videogiochi e gioco d’azzardo), la promozione di una corretta alimentazione e la prevenzione dei comportamenti a rischio. New entry, i progetti formativi sui rischi connessi alla pratica del tatuaggio e del piercing e sui pericoli derivanti dall’uso eccessivo del web (ad esempio cyber bullismo e adescamento online). Particolarmente interessante, poi, la sezione delle “Sperimentazioni” relativa alle progettualità che si contraddistinguono per l’innovazione tematica e la metodologia costruttiva. Dal 1 maggio al 31 ottobre 2015, inoltre, la regione Puglia parteciperà ad Expo 2015 di Milano con un concorso regionale per le scuole “Expo School Apulia” al quale potranno partecipare tutte le scuole che aderiranno ad almeno un progetto del catalogo. Per i vincitori sarà favorita la partecipazione all’Expo dei Milano per la diffusione dei progetti migliori.  All’elaborazione del catalogo ha partecipato il G.I.A. (Gruppo Interdisciplinare Aziendale), costituito da referenti della ASL FG (il coordinatore è il dott. Leonardo Brandonisio) e dell’Ufficio Scolastico provinciale.

• • Commenta questo articolo Nessun commento

Rugby: il gorima soffre ma vince con il foggia e mantiene la testa della classifica

Pubblicato martedì, 25 novembre 2014
foggiaweb_rugby

Gara viva veloce ed interessante con un Foggia che mette alle corde il Trepuzzi con una gara spumeggiante e con un pressing asfissiante che spesso mette alle corde la difesa locale. Il primo tempo inizia malissimo per i salentini che subiscono l'aggressività dei dauni e subiscono la meta dopo appena sette minuti che viene anche trasformata, il Foggia prende vigore e sembra inarrestabile, ma al 14° finalmente il Gorima riesce ad entrare nella metà campo avversaria e ad accorciare le distanze con una punizione di Ragione, la partita sembra ad una svolta i locali prendono in mano il pallino del gioco e realizzano due mete al 18° con Tardio e al 25° con Baccio di cui la prima trasformata da Ragione, ma il CUS non si arrende riprende a macinare gioco e con una meta al 30° trasformata si riportano ad un solo punto ed al 36° con uun altra segnatura si portano in vantaggio per la seconda volta, per fortuna che proprio allo scadere Tardio realizza la sua seconda meta personale trasformata da Ragione che fa andare al riposo i salentini in vantaggio per 22 a 19. Nel secondo tempo il ritmo non cala e la partita offre ancora parecchi spunti al 10° minuto Ragione mette dentro una punizione che porta a più sei i GORIMA, poi una meta al 18° di Vergallo trasformata da Ragione sembra dire fine alla gara, ma alla prima distrazione i dauni realizzano la meta trasformandola, mancano sedici minuti alla fine e la partita è riaperta, gli ospiti si danno un gran da fare per riuscire a passare in vantaggio per la terza volta e ci vanno anche vicini in un paio di occasioni, poi al 40° su un ultimo disperato tentativo dei Foggiani il Trepuzzi recupera palla e schiaccia in mzzo ai pali con Solazzo, trasformazione di Ragione e fischio finale dell'arbitro. Punteggio finale GORIMA VS FOGGIA 39 a 26. mete 5 a 4. Con questa soffertissima vittoria il GORIMA distanzia il Foggia terzo in classifica di 11 punti ed è a meno 4 punti dal matematico accesso alla fase nazionale per la promozione in B.

RISULTATI

VS TIGRI BARI VS AM. TARANTO 31 – 15 (5-2)

AM. MONOPOLI VS DRAGHI BAT 119 – 0 (19-0)

GORIMA TREPUZZI VS CUS FOGGIA 39 – 26 (5-4)

Squadra

Punti

Gioc.

Vinte

Par.

Perse

Mete

P.F.

P.S.

Diff

Pen.

                     

GORIMA TREPUZZI

30

7

6

0

1

37

248

69

179

0

TIGRI R. BARI 1980

26

7

5

0

2

48

304

119

185

0

CUS FOGGIA ASD

19

7

4

0

3

27

197

143

54

0

AM. R.MONOPOLI

17

7

3

0

4

40

252

98

154

0

AMATORI R. TARANTO

9

7

3

0

4

14

105

201

-96

4

ASD DRAGHI BAT

0

7

0

0

7

3

34

516

-482

0

• • Commenta questo articolo Nessun commento

LINEA HALOS FACE

Pubblicato martedì, 25 novembre 2014

L'eccezionale potere di rigenerazione del Sale Rosa dell’Himalaya e della Bava di Lumaca  per un   trattamento anti età d'eccezione

foggiaweb_halos

                                   Forza rivitalizzante dal cuore dell’Himalaya

La forza rivitalizzante racchiusa in HALOS FACE SERUM deriva dal Sale Rosa dell’Himalaya.  Un tesoro  scoperto nel cuore della catena montuosa dell’Himalaya. Il Sale Rosa in sinergia con i liposomi , il collagene marino aiuta la pelle a ritrovare una compattezza ideale ,  favorendo l'eliminazione delle cellule morte e degli agenti inquinanti. Questo naturale e delicato processo di rinnovamento cutaneo purifica la pelle, rendendola più ricettiva. Molto più di un siero: la nuova formula di HALOS FACE Serum  offre i benefici di una detossificazione globale , per una pelle e una luminosità senza precedenti. Più levigata e uniforme, la pelle riflette al meglio la luce. Un trattamento quotidiano d'eccezione che prepara la pelle a ricevere i benefici di HALOS FACE Perfection crema viso  e HALOS  EYE crema contorno occhi.
 

 

 

 

• • Commenta questo articolo Nessun commento

Il 27 e 28 Novembre “Sportivamente”: due giorni dedicati allo sport e alla sua promozione come veicolo di educazione e formazione dei più giovani

Pubblicato martedì, 25 novembre 2014
foggiaweb_sportivamente.jpg

Lo sport sarà al centro della manifestazione “Sportivamente” in programma giovedì 27 novembre e venerdì 28 novembre presso l'auditorium teatro comunale “Giuseppe Verdi”. La manifestazione, organizzata dall'Amministrazione Comunale, coinvolgerà professionisti del settore sportivo, atleti, medici, nutrizionisti, i dirigenti scolastici delle scuole secondarie della città, professionisti dell'impiantistica sportiva e gli studenti sanseveresi, nell'intento di approfondire gli aspetti educativi, civici e salutistici dello sport nella crescita degli adolescenti. “La manifestazione – spiega il Sindaco Francesco Miglio – vuole essere un primo ed importante momento di confronto con gli esperti e con le realtà istituzionali coinvolte nella educazione e formazione dei nostri giovani”. Dopo l'approvazione del Consiglio Comunale del regolamento della Consulta dello Sport e la costituzione dell'Albo delle società sportive, infatti, questo primo incontro pubblico intende a 360 gradi analizzare la situazione sportiva locale, valorizzarne i protagonisti sportivi e costruire una rete di coordinamento tra le istituzioni al fine di coinvolgere tutte le agenzie educative e di prevenzione sanitaria. “In una società dove sono i cattivi esempi a prendere piede nell'educazione dei più giovani – conclude il Sindaco Francesco Miglio – riteniamo che lo sport, per le sue regole, la disciplina, i sacrifici che occorrono per conseguire i risultati agonistici, il rispetto per l'avversario e la sua importanza nella prevenzione delle più disparate patologie, sia uno dei migliori veicoli per l'educazione civica dei nostri giovani”. Il programma della manifestazione prevede: Giovedì 27 Novembre dalle 9.30 alle 13.30 un dibattito dal tema “Lo sport per la buona crescita dei ragazzi” in cui interverrà anche l'assessore alla Legalità Michele Emiliano, dalle 17 alle 19 l'approfondimento riguarderà “Sport e alimentazione. Stili di vita sana”, mentre alle 19.30 si discuterà di “Buone prassi per la diffusione della pratica sportiva”, a cui parteciperà il presidente regionale del Coni Puglia, Elio Sannicandro. Venerdì 28 Novembre alle 19.30 la manifestazione continuerà con l'approfondimento “Lo sport come strumento di recupero e reinserimento”. A seguire ci sarà l'assemblea per la Costituenda Consulta dello Sport. 

• • Commenta questo articolo Nessun commento

PROGRAMMA DELL’EVENTO “CAMPANILI A TAVOLA”

Pubblicato martedì, 25 novembre 2014

Un ricchissimo calendario che viene incontro allo scopo principe della manifestazione: promuovere a 360 gradi il territorio dell’Alto Tavoliere. Una mostra espositiva con aziende accreditate che hanno fatto della qualità il proprio lasciapassare, un convegno che mira a lanciare proposte concrete per mettere a punto le giuste strategie di marketing funzionali al territorio, momenti dedicati alla filosofia del gusto ed al chilometro zero, show cooking e itinerari gastronomici e poi tanta, tanta cultura in tutte le sue forme. Ci sarà la storia del territorio, il folklore, la musica, il teatro…, per un evento che si annuncia, fin dalle sue prime battute, di sicuro appeal.

Giovedì 27/11

Ore 16:30 apertura al Pubblico degli stand espositivi in Piazza Municipio e Piazza della Repubblica.

Ore 22:00 chiusura degli stand espositivi in Piazza Municipio e Piazza della Repubblica.

Venerdì 28/11 

Ore 10:00 apertura al Pubblico degli stand espositivi in Piazza Municipio e Piazza della Repubblica.

Ore 09:30 presso il Museo dell'Alto Tavoliere, sito in P.zza San Francesco, si terrà il convegno: “ IL GAL E LE STRATEGIE DI MARKETING FUNZIONALI al TERRITORIO” .

Moderatore: Sergio De Nicola Giornalista Rai

SALUTI

Sindaci dell’Alto Tavoliere

Dott. Simone Mascia – Presidente del GAL Daunia Rurale

 

INTERVENTI

-Dott. Pierpaolo Pallara – INEA Regione Puglia

Il sostegno del Programma Leader al marketing territoriale

-Dott. Stefano Crudele – FortyConsulting

Il Piano di marketing della Daunia Rurale e la rete locale degli operatori

-Dott.ssa Olga Buono – R&S

Gli itinerari turistici del Gal Daunia Rurale

TESTIMONIANZE

CONCLUSIONI

-Dott. Fabrizio Nardoni – Assessore Regionale all’Agricoltura

-Dott. Andrea Olivero  –  Vice Ministro  Politiche Agricole Alimentari e Forestali

Seguirà una visita guidata presso la sezione archeologica del M.A.T., dal tema “I Sapori del Mondo Antico, a cura dell'archeologa dott.ssa Gioseana Diomede.

Alle ore 12:30 si procederà all’inaugurazione della sede del GAL. Il Presidente del GAL rilascerà un attestato di stima ai sindaci soci del GAL ed agli ospiti istituzionali presenti. A seguire, buffet dal tema: “Corto Circuito del GUSTO Contadino dell’Alto Tavoliere”, a cura dall’Executive chef Giancarlo CAMMISA..

Ore 13:30

Chiusura degli stand espositivi in Piazza Municipio e Piazza della Repubblica

Ore 16:30,

Inaugurazione Istituzionale del Palazzo Liberty con visita agli stand Istituzionali.

Ore 16:30

Show Cooking nel Palazzo Liberty a cura del Ristorante “Kilometro zero” di Poggio Imperiale.

Ore 17:30

Inaugurazione Istituzionale degli stand siti in Piazza Municipio e Piazza della Repubblica; il corteo Istituzionale visiterà ciascun’azienda ospite, rilasciando un attestato di partecipazione.

Ore 18:00

Show Cooking nel Palazzo Liberty a cura del Ristorante “Acapulco due” di Lesina. 

Ore 19:30

Show Cooking nel Palazzo Liberty a cura della Trattoria “Da Nonna Peppina” di Apricena.

Ore 20:30

Presso il chiostro del Municipio si terrà lo spettacolo musicale dell’artista Maurizio Di MASO, accompagnato al pianoforte dal Maestro Paolo CURATOLO.

Ore 21:30

Matteo Marolla & ZUMPINARIA Band daranno vita ad un concerto folk nel chiostro del Municipio.

Ore 23:00

Chiusura degli Stand di piazza Municipio, della Repubblica e presso il Palazzo Liberty

Sabato 29/11  

ORE 10:00

Apertura degli Stand in piazza Municipio, della Repubblica e presso il Palazzo Liberty.

Ore 10:30

Presso la Masseria Didattica FATTORIA ROVELLO di San Paolo di Civitate, si svolgerà un evento Didattico – Formativo con degustazione GRATUITA FINO AD ESAURIMENTO POSTI, di prodotti agroalimentari ed enogastronomici a Km 0; è necessaria la prenotazione al n° 0882/551822 – 389/9232902 email: fattoriarovello@virgilio.it.

Ore 13:30

Chiusura degli Stand in Piazza Municipio, della Repubblica e presso il Palazzo Liberty

Ore 16:30

Apertura degli Stand in Piazza Municipio, della Repubblica e presso il Palazzo Liberty

Ore 16:30

Show Cooking nel Palazzo Liberty a cura del Ristorante “Il Vicoletto” di Torremaggiore.

Ore 18:00

Presso Palazzo Liberty entra in scena La Corretta Alimentazione – Corto Circuito Del Contadino – Daunia Rurale a Kilometro Zero e La Dieta Mediterranea

Ore 20:00

Show Cooking, nel Palazzo Liberty, a cura di “Carpe Diem Catering & Banquetting” di San Paolo di Civitate.

Ore 21:00

Gli artisti del gruppo FOLK  I CANTORI DI CIVITATE si esibiranno in concerto insieme al gruppo “Aria SONORA”, depositario dell’antica Tarantella Garganica, nel Chiostro del Municipio.

Ore 21:00

Spettacolo “Vita da bar” dell’artista Giovanni CACIOPPO – Presso il Museo dell'Alto Tavoliere (P.zza San Francesco).

Ore 23:00

Chiusura degli Stand in Piazza Municipio, della Repubblica e  presso il Palazzo Liberty

Domenica 30/11  

ORE 10:00

Apertura degli Stand in Piazza Municipio, della Repubblica  e  presso il Palazzo Liberty

Ore 10:30

Presso la Masseria Didattica FATTORIA ROVELLO di San Paolo di Civitate si svolgerà un evento Didattico – Formativo con degustazione GRATUITA FINO AD ESAURIMENTO POSTI, di prodotti agroalimentari ed enogastronomici a Km 0; è necessaria la prenotazione al n° 0882/551822 – 389/9232902 email: fattoriarovello@virgilio.it.

Ore 11:00

A Palazzo Liberty, Show Cooking di “Masseria Casacapanna” a cura di “Farmer’s Market” degustazioni ed Eventi – Prodotti Tipici di Chieuti.

Ore 12:00

A Palazzo Liberty, Show Cooking a cura dello Chef Solli Tommasone del Ristorante l’Esca di San Severo.

Ore 13:30

Chiusura degli Stand in Piazza Municipio, della Repubblica e presso il Palazzo Liberty

Ore 16:30

Apertura degli Stand in Piazza Municipio, della Repubblica e presso il Palazzo Liberty

Ore 17:30

Show Cooking nel Palazzo Liberty, a cura del Ristorante “Rifugio dei Sapori” di Serracapriola.

Dalle Ore 20:00 fino alle 22:00

Show Cooking nel Palazzo Liberty a cura dell’Associazione: “Custodi degli Antichi Sapori – Ristoranti di Lesina e Marina di Lesina”

Ore 21:00

Presso il chiostro del Municipio si esibiranno in concerto gli Artisti del gruppo folk “I TERRAZZANI”.

Ore 21:00

Presso il Teatro “Verdi” si esibiranno in concerto Gianni Aversano & Napoli INCANTO.

Ore 23:00

Chiusura degli Stand in Piazza Municipio, della Repubblica e presso il Palazzo Liberty.

 

• • Commenta questo articolo Nessun commento

RITROVATO IL CADAVERE DELL’UOMO SCOMPARSO IERI POMERIGGIO.

Pubblicato martedì, 25 novembre 2014
foggiaweb_guardia_costiera_Immagine

UN MEZZO NAVALE DELLA GUARDIA COSTIERA HA RINVENUTO IL CORPO DELLO SFORTUNATO QUARANTUNENNE A CIRCA 5 MIGLIA A EST DI VIESTE. USCITO IN MARE DA SOLO NELLA MATTINATA DI IERI, 24 NOVEMBRE, PER UNA BATTUTA DI PESCA, IL MANCATO RIENTRO E IL FATTO CHE, ELIA DEL DUCA, NON FOSSE PIU’ RINTRACCIABILE, HANNO ALLERTATO FAMIGLIARI E AMICI CHE INFORMAVANO LA GUARDIA COSTIERA DI VIESTE, LA QUALE ATTIVAVA IMMEDIATAMENTE LE RICERCHE. LE ATTIVITA’ CHE HANNO VISTO IMPEGNATI DIVERSI UOMINI E MEZZI, NAVALI ED AEREI, DELLA GUARDIA COSTIERA, UN MEZZO NAVALE DEI CARABINIERI, UN ELICOTTERO DELLA MARINA MILITARE ED AMICI E PARENTI CHE HANNO PRESO IL MARE CON I PROPRI MEZZI PRIVATI, SI SONO CONCLUSE QUESTA MATTINA, POCO PRIMA DELLE 07:00, CON IL TRISTE RITROVAMENTO. A SEGUITO DI INTERVENTO DI MEDICO LEGALE E’ STATO ACCERTATO IL DECESSO, DEL QUALE E’ STATA NOTIZIATA L’AUTORITA’ GIUDIZIARIA. LE RICERCHE DEL NATANTE, DI CUI NON SI HA ANCORA TRACCIA, CONTINUANO.  SONO IN CORSO ACCERTAMENTI RIGUARDANTI I MOTIVI CHE HANNO POTUTO CAUSARE IL TRAGICO EVENTO. NELLA PROSSIMA MATTINATA SI BATTERANNO LE ACQUE AD EST DEL GARGANO PER RINTRACCIARE ELEMENTI UTILI AL CHIARIMENTO DEL CASO A MEZZO DI PERSONALE SUBACQUEO.

UFFICIO CIRCONDARIALE MARITTIMO – VIESTE

• • Commenta questo articolo Nessun commento

Foggia, il viceministro Riccardo Nencini a Foggia. Infrastrutture e viabilità a Foggia: arriva il viceministro Riccardo Nencini. L’esponente socialista sarà a Foggia giovedì 27 novembre nella sala del Consiglio comunale

Pubblicato martedì, 25 novembre 2014

Il viceministro alle Infrastrutture Riccardo Nencini parteciperà a una conferenza stampa promossa dall’amministrazione comunale e dal

foggiaweb_riccardo_nencini-2

gruppo socialista, su infrastrutture e viabilità. E’ quanto affermano il consigliere comunale e capogruppo PSI, Saverio Cassitti, e il coordinatore cittadino Angelo Benvenuto. L’incontro si svolgerà nella sala del Consiglio comunale di Foggia giovedì 27 novembre alle 12.

Da Foggiatoday

 

 

 

 

 

 

• • Commenta questo articolo Nessun commento

Racket, fiori davanti ai negozi Iniziativa delle associazioni Libera e Antiracket

Pubblicato lunedì, 24 novembre 2014

FOGGIA – Fiori davanti ai negozi della città di Foggia. E’ l’iniziativa intrapresa sabato pomeriggio dall’associazione Libera e dall’associazione antiracket che, con la collaborazione di numerosi cittadini, sabato sera hanno deposto vasi di fiori davanti a diversi esercizi commerciali di Foggia, tra cui anche davanti ai due negozi che, nei giorni scorsi, hanno subito attentati dinamitardi.

fiori-kTaC_foggiawebIl messaggio che abbiamo voluto lanciare – hanno spiegato gli organizzatori – è semplice e diretto: non siete soli! Abbiamo deciso di compiere questa azione nel centro cittadino proprio per coinvolgere anche una fetta della cittadinanza e per trasmettere l’idea che ciò che sta avvenendo non è un problema solo dei commercianti ma della comunità foggiana tutta, perché se le attività chiudono a perderci siamo tutti noi. Intanto martedì pomeriggio presso il Comune di Foggia, è convocata un’assemblea pubblica a cui parteciperanno anche le istituzioni, per fare il punto della situazione e per organizzare una risposta collettiva che coinvolga l’intera cittadinanza, il cui apporto è fondamentale per far rialzare la testa ad una città che non può più permettersi di dividersi o di delegare. Il messaggio che si vuole trasmettere è che il giogo del racket si può sconfiggere solo se tutte le vittime di estorsione denunciano e se queste persone hanno il sostegno di ogni cittadino e delle istituzioni.

Da Corriere del Mezzogiorno

• • Commenta questo articolo Nessun commento

Bombe Foggia, Alfano chiama Landella: incontro a Roma Landella chiama, Alfano risponde: le bombe di Foggia finiscono sul tavolo del Ministro

Pubblicato lunedì, 24 novembre 2014

Giovedì 27 novembre riunione al Viminale tra Alfano, Scalfarotto, Latella, Landella e Silvis. Prima, però, l'aula consiliare di Foggia ospiterà un incontro pubblico

Gli ultimi tre attentati dinamitardi di via Michelangelo, piazza Siniscalco Ceci e via Crispi, hanno convinto il ministro dell’Interno, Angelino Alfano, a convocare una riunione per giovedì 27 novembre al Viminale, alla quale parteciperanno il sindaco Landella, il prefetto Latella, il Questore Silvis e il sottosegretario di Stato Ivan Scalfarotto.

Accolta quindi la richiesta del primo cittadino foggiano, che aveva sottolineato che “nella guerra al racket delle estorsioni non servono soltanto più uomini e mezzi. Occorre anche un quadro di norme più severe, che colpiscano i beni di quanti sono dediti a questa ignobile forma di ricatto, compresi i prestanome dietro i quali si celano spesso i proventi di questa attività illecita

L’amministrazione comunale nei prossimi giorni dedicherà all’emergenza sicurezza una seduta monotematica e straordinaria del Consiglio comunale. Martedì 25 novembre, invece, alle 17.30, l’Aula consiliare di Palazzo di Città ospiterà un incontro pubblico, al quale parteciperanno tutte le associazioni impegnate nella lotta al racket delle estorsioni e ad ogni forma di criminalità e, più in generale, tutte le realtà associative che hanno a cuore il futuro di Foggia

Da FoggiaToday

 

• • Commenta questo articolo Nessun commento

LIONS Club MANFREDONIA Host : Rinnovo cariche sociali e programma attività

Pubblicato domenica, 23 novembre 2014
foggiaweb_lion_manfredonia

L’assemblea dei soci con voto unanime ha eletto il Consiglio Direttivo del Club per l’anno sociale 2014-2015, che risulta così composto: Dott. Pasquale CONOSCITORE, Presidente  / Sig.ra Marisa PANZERA, 1° Vice Presidente  / Dott.ssa Michela D’ERRICO, 2° Vice Presidente  / Dott.ssa Giuliana VALLERI, Past Presidente,  / Dott. Antonio MONDELLI, Segretario  / Dott. Leonardo ZAMBINO, Tesoriere / Dott. Giovanni LAURIOLA, Cerimoniere  / Dott.ssa Floriana DEL ROSSO, Censore  / Dott.ssa Fanny GARZIA, Consigliere P.R. / Dott.ssa Saria GIORNETTI, Consigliere  / Dott. Renato SAMMARCO, Pres. comitato soci. Inoltre, il Governatore Distrettuale, Dott. Giovanni OSTUNI, ha designato alcuni soci del Club a ricoprire i seguenti incarichi nel Distretto Lions 108AB (Regione Puglia): Dott. Ing. Salvatore GUGLIELMI,  Coordinatore 1^Circoscrizione del Lions Day – Comitato Pubbliche Relazioni ed Informazione Lions  /  Dott.ssa Giuliana Valleri, Coordinat. 1^Circoscriz. del Service: Progetto per i poveri e le nuove povertà / Dott.ssa Michela D’Errico, Resp. Zona 2 – 1^Circoscriz. del Service: Progetto “Martina” (informazione ai giovani sui tumori). Il Programma del Club prevede quest’anno la continuazione dell’attività di raccolta fondi (Service) per l’acquisto e la donazione di attrezzature alla Casa della Carità di Manfredonia. Ricordiamo che la Casa della Carità, accoglie nuclei familiari, donne con figli, donne sole, ed impegnata con il recupero scolastico, servizio docce, consegna vestiario, distribuzione cibo, ospitalità occasionale, coinvolgimento in progetti per i paesi più poveri, e centro di ascolto, inoltre può offrire ospitalità fraterna a "ragazze madri o gestanti". Le altre attività di servizio previste sono:   il 29/11/14 Convegno Open “L'altro mondo possibile: nuovi sguardi sull’universo” / il 24/01/15 Meeting “Shoah: inammissibile Olocausto” / il 21/02/15 Meeting sulla Dislessia / il 14/03/15 Convegno Open “Le Donne e la violenza: quante sanno come combatterla?” / Progetto “I Giovani e la Sicurezza Stradale” / Progetto “I giovani e il cambiamento” / Informazione ai giovani sui Tumori (Progetto “Martina”) / Donazione Organi. Il Lions Club Manfredonia Host è per anzianità il primo della città essendo stato fondato nel 1968, e fa parte della “ International Association of Lions Clubs “, fondata in America nel 1917, ed è la più grande organizzazione di clubs di servizio al mondo.                                     Per maggiori informazioni relative alle attività del Lions – www.lions108ab.org          

 

• • Commenta questo articolo Nessun commento

Natale di Capitanata, dal 18 al 21 dicembre alla Fiera di Foggia

Pubblicato domenica, 23 novembre 2014
foggiaweb_Natale di Capitanata-2

Siamo orgogliosi di essere riusciti a proporre un evento che sicuramente mancava tanto a questa città quanto alla Capitanata tutta. Frutto dell’impegno, della passione e dell’ambizione di chi crede fortemente che un progetto come questo non solo possa raccogliere il consenso da parte del territorio ma, soprattutto, possa diventare un appuntamento fisso per il futuro. Non abbiamo inventato nulla, dato che manifestazioni come questa sono una consuetudine nel Nord Italia soprattutto, ma sicuramente mostriamo coraggio nel proporre un evento di questo genere in una fase storica caratterizzata tanto da una crisi economica generale, quanto da quella dei consumi”. E’ quanto affermato stamane in conferenza stampa dagli organizzatori della prima edizione di “Natale di Capitanata”, la fiera del Natale che avrà luogo all’interno del padiglione 71 del quartiere fieristico di Foggia dal 18 al 21 dicembre prossimi. All’incontro con gli organi di informazione locale per il lancio dell’iniziativa hanno preso parte il coordinatore del progetto, Nico Palatella; il responsabile della “Fager”, organizzatrice dell’evento, Rocco Fabiano e il presidente della Fiera di Foggia, Fedele Cannerozzi, il quale ha evidenziato “la bontà di un progetto che, ancora una volta, dimostra la vitalità dell’Ente Fiera nonostante le difficoltà che attanagliano i sistemi fieristici a livello ormai europeo. Una fiera del Natale mancava a questo territorio e più in generale non è cosa usuale nel Meridione e questo non fa altro che darci ancor più determinazione nel proporre un appuntamento all’altezza delle aspettative che sappia essere un punto di riferimento e una occasione per tutto quanto attiene alle attività del commercio”. L'evento è patrocinato da: Comune di Foggia, Provincia di Foggia, Ente Fiera, Assindustria, Confesercenti, Confartigianato e Coldiretti. Patrocineranno l'evento e saranno presenti con propri stand anche: Telethon, Fai, Foggia Calcio, Avis, Protezione Civile e Croce Rossa. “Un nuovo appuntamento, dunque, per il tessuto produttivo, commerciale e terziario della Capitanata che potrà, in occasione della manifestazione, far conoscere ai visitatori i propri prodotti all’interno di una cornice tipicamente natalizia. I visitatori potranno usufruire di una ricca e variegata offerta merceologica affiancata da un ricco calendario di attività musicali, culturali, sportive e di giochi che allieteranno la visita nel padiglione espositivo. La manifestazione rappresenta una ricca opportunità di business per le aziende che vorranno aderire all’iniziativa, favorita anche dalla sua strategica collocazione temporale in una quattro giorni che vedrà aperta la fiera al pubblico dalle 10 alle 23, il padiglione 71 suddiviso in più di 100 stand espositivi di varie metrature”, hanno infine illustrato gli organizzatori della manifestazione fieristica. Ulteriori e dettagliate informazioni nonché il calendario degli eventi della Fiera di Natale saranno illustrati in una seconda conferenza stampa, quella di presentazione dell’evento, che si terrà a dicembre.

Da FoggiaToday

• • Commenta questo articolo Nessun commento

Campanili a tavola dal27 novembre al 30 novembre 2014 San Severo (FG)

Pubblicato domenica, 23 novembre 2014
brochure-web

Favorire lo sviluppo e la crescita dell’area, mobilitando le potenzialità endogene locali, tramite, da un lato, il miglioramento della competitività, la diversificazione e l’innovazione del sistema produttivo e, dall’altro lato, l’aumento della qualità della vita e dell’attrattività turistica del sistema territoriale. L’iniziativa “Campanili a tavola” è un’opportunità per informare il territorio delle attività del GAL Daunia Rurale quale agenzia di sviluppo dell’Alto Tavoliere e allo stesso tempo un’occasione per mettere in vetrina il patrimonio elaio-eno-gastronomico locale. L’evento segna l’avvio ufficiale del Piano di Marketing Territoriale della Daunia Rurale; infatti proprio in questi giorni stiamo accogliendo le manifestazioni di interesse di imprese e associazioni ad aggregarsi alla rete territoriale che stiamo costituendo con l’obiettivo di creare e promuovere un’offerta integrata dell’Alto Tavoliere. Prodotti tipici, ospitalità e ristorazione, tradizione e cultura è il patrimonio su cui punteremo per presentare questo territorio nei suoi aspetti più positivi, dinamici e creativi, per trasformare il percorso di integrazione in un “prodotto unico” fruibile per i suoi abitanti e per chi viene a visitarlo da fuori. L’esperimento pilota è alquanto ambizioso, tuttavia necessario e innovativo per l’Alto Tavoliere, in quanto sino ad oggi non siamo mai riusciti a creare quel saldo legame tra prodotti tipici e territorio che ha fatto la fortuna di altre aree d’Italia, non solo dal punto di vista turistico, ma anche per quel valore aggiunto dato ai prodotti di qualità dalla conoscenza, promozione e valorizzazione dei territori di provenienza. Spero che questa sfida ponga un traguardo comune da raggiungere per tutti: enti locali, associazioni, imprese e cittadini, anche, è soprattutto, nella prospettiva di un potenziamento delle strategie di sviluppo rurale e locale nel quadro della programmazione europea 2014-2020. Sicuramente è un primo piccolo passo per ritrovare quella coesione sociale, economica e culturale messa duramente alla prova in periodi di crisi come questa; oggi l’integrazione è un dovere e l’innovazione un’opportunità, un vincolo morale verso le nuove generazioni a cui bisogna dare una chance di rinsaldare il legame con la propria terra per viverla, amarla e possibilmente non abbandonarla.

Il Presidente

Simone Mascia Pio Rosario Vincenzo

• • Commenta questo articolo Nessun commento

OLIERA ADDIO, SCATTANO MULTE FINO A 8MILA EURO IL PROVVEDIMENTO ENTRA IN VIGORE IN UN MOMENTO DELICATO PER L’OLIVICOLTURA PUGLIESE

Pubblicato domenica, 23 novembre 2014
foggiaweb_DSC_7978 (1735x2000)

Oliera addio in bar, mense, ristoranti e pizzerie dall’inizio della settimana con l’entrata in vigore dell'obbligo del tappo antirabbocco per i contenitori di olio extra vergine di oliva serviti in tutti i pubblici esercizi, grazie alla legge europea 2013 bis pubblicata sul supplemento n.83 della Gazzetta Ufficiale 261 che fa scattare il divieto di utilizzare le tradizionali oliere con multe fino a ottomila euro per evitare che vengano riempite o allungate con prodotti diversi da quelli indicati, come purtroppo troppo spesso avviene. Gli oli di oliva vergini proposti in confezioni nei pubblici esercizi, fatti salvi gli usi di cucina e di preparazione dei pasti, devono essere presentati in contenitori etichettati conformemente alla normativa vigente, forniti di idoneo dispositivo di chiusura in modo che il contenuto non possa essere modificato senza che la confezione sia aperta o alterata e provvisti di un sistema di protezione che non ne permetta il riutilizzo dopo l'esaurimento del contenuto originale indicato nell'etichetta. La legge prevede anche sanzioni per chi non userà oliere con tappo antirabbocco che vanno da 1 a 8mila euro e la confisca del prodotto. “Ciò eviterà che possano essere “allungate” o addirittura riempite ex novo con prodotti che non hanno nulla a che vedere con l’olio inizialmente contenuto. Ringraziamo, tra gli altri, l’On. pugliese Colomba Mongiello, vice presidente della Commissione anti contraffazione, per aver sostenuto in maniera forte la nostra battaglia. Il provvedimento in vigore in un momento molto delicato per l’olivicoltura pugliese che sta risentendo del calo medio della produzione di olive di oltre il 35%, con punte, in alcuni areali, fino al 50%.   Il prezzo elevato (fino a 7 uro l chilo) e la raccolta in forte calo sono alla base dei furti a raffica nei campi”. E’ il Presidente della Coldiretti Puglia, Gianni Cantele, ad esprimere soddisfazione per l’operatività piena del provvedimento tanto atteso. La norma approvata prevede che gli oli di oliva vergini proposti in confezioni nei pubblici esercizi, fatti salvi gli usi di cucina e di preparazione dei pasti, devono essere presentati in contenitori etichettati conformemente alla normativa vigente, forniti di idoneo dispositivo di chiusura in modo che il contenuto non possa essere modificato senza che la confezione sia aperta o alterata e provvisti di un sistema di protezione che non ne permetta il riutilizzo dopo l’esaurimento del contenuto originale indicato in etichetta. “E’ uno scacco importante alla lobby dei furbetti dell’agroalimentare – continua il Direttore della Coldiretti Puglia, Angelo Corsetti – che spacciano in ristoranti, pizzerie, mense e bar oli di dubbia provenienza e qualità per ‘extravergine made in Italy’. La Puglia è crocevia di traffici e triangolazioni come dimostrato dalle ripetute denunce di frodi e sofisticazioni e dai sequestri di prodotto adulterato, effettuati dalle forze dell’ordine a partire da NAS, NAC e Corpo forestale dello Stato. In Puglia la PLV (Produzione Lorda Vendibile) del comparto olivicolo-oleario è pari al 20% della totale PLV del settore agricolo, per un valore di 600 milioni di euro, così come il comparto partecipa alla composizione del Prodotto Interno Lordo dell’intera ricchezza regionale per il 3%. L’Italia è il primo importatore mondiale di olio, proveniente per il 74% dalla Spagna, il 15% dalla Grecia e per il 7% dalla Tunisia. Gli oli di oliva importati in Italia vengono, infatti, mescolati con quelli nazionali per acquisire, con le immagini in etichetta e sotto la copertura di marchi storici, magari ceduti all’estero, una parvenza di italianità da sfruttare sui mercati internazionali”.

• • Commenta questo articolo Nessun commento

Foggia, condannato l’aguzzino di quattro bambini

Pubblicato venerdì, 21 novembre 2014

Sentenza nel giorno della Dichiarazione Universale dei Diritti del Fanciullo

Maltrattamenti al limite della tortura, per Belhassen Soltani 9 anni di carcere 

La soddisfazione degli avvocati Massimiliano Arena e Luigi Treggiari   

FOGGIA – Hanno avuto giustizia. L’hanno avuta ieri, giovedì 20 novembre, giorno del venticinquesimo anniversario della Convenzione di New York sui diritti dell’Infanzia e dell’Adolescenza, nel giorno in cui si sarebbe dovuto celebrare un Fantaprocesso dei bambini di Foggia sulle responsabilità del mondo degli adulti. Quattro bambini residenti in un piccolo centro del basso Tavoliere, per anni, sono stati maltrattati al limite della tortura. Ieri, il Tribunale di Foggia ha condannato il loro aguzzino, Belhassen Soltani, a 9 anni in carcere. Il Pubblico Ministero aveva chiesto una pena più dura. Il Gup Elena Carusillo aveva precedentemente ammesso il rito abbreviato, per cui Belhassen Soltani ha beneficiato di uno sconto di pena. Il tutore dei quattro bambini, l’avvocato Massimiliano Arena, è contento a metà: “Non certo per la pena in sé, infatti immaginavo che con l’ammissione al rito abbreviato la pena si sarebbe attestata sui dieci anni. Vinta questa battaglia giudiziaria, grazie all’amico e collega Luigi Treggiari, cui ho ritenuto a ragione di affidare la mia costituzione di parte civile, ora devo dedicarmi, con l’aiuto dei sempre preziosi giudici minorili, a trovare un futuro meraviglioso ai quattro bambini. E’ significativa e simbolica la coincidenza tra la sentenza di condanna e il 25° anniversario della Dichiarazione Universale dei Diritto del fanciullo”.

Accorate e vibranti le prime parole dell’avvocato Luigi Treggiari: “Ammetto di aver fatto fatica a trattenere le lacrime durante la mia arringa finale e la lettura del dispositivo. Non potevo fare a meno di pensare ai miei figli. Avrei sperato in una pena più aspra e se ci sarà appello tornerò in aula ancora più carico. Faccio solo riflettere che se l’Italia avesse già introdotto il reato di tortura certamente avrei chiesto di rubricare questi fatti in tale fattispecie”.

Da   Comunika Attiva

• • Commenta questo articolo Nessun commento

Foggia Film Festival 2014: al via sabato con Osvart e Indovina

Pubblicato venerdì, 21 novembre 2014

film_fesival_foggiaweb

Presso il Cineporto di Foggia alle porte della città – l'evento più atteso della stagione: il Foggia Film Festival 2014, con la direzione artistica affidata a Pino Bruno e il coordinamento generale a Maurizia Pavarini. Si comincia sabato 22 novembre  e andrà avanti per una settimana, fino al 29 novembre, grazie anche alle collaborazioni da parte di diversi sponsor locali e nazionali e ai patrocini istituzionali della Regione Puglia, del Comune di Foggia e dell'Università di Foggia. La manifestazione prende il via con l'attrice e modella ungherese Andrea Klara Osvart che aprirà il programma degli incontri e delle proiezioni (sabato 22 novembre, ore 18, presso l'auditorium Santa Chiara a Foggia) in rappresentanza del film 'Maternity Blues – Il bene dal male' di Fabrizio Cattani. Una giornata densa di appuntamenti, quella inaugurale, visto che la Osvart lascerà poi il posto alla popolare attrice teatrale e televisiva Lorenza Indovina (protagonista della fortunata fiction “Benvenuti a tavola – Nord contro Sud”) che presenterà un cortometraggio tratto da un racconto di Niccolò Ammaniti (marito della Indovina) dal titolo 'Un uccello molto serio' (sabato 22 novembre, ore 22, auditorium Santa Chiara a Foggia, in concorso nella sezione Italian Short Movies).

Tra le novità più importanti di questa IV edizione l'introduzione di una location centrale (principale ma non unica) come l'auditorium del chiostro di Santa Chiara in via Arpi, quindi il ricorso a qualche punto di ascolto e visione per coinvolgere i diversi spiriti e le diverse esigenze della platea della città e della resto della provincia: come il centro culturale Tolleranza Zero, come la Multisala Corso di Cerignola, come il Cineporto di Apulia Film Commission e l'aula magna del Dipartimento di Studi Umanistici dell'Università di Foggia che quest'anno è partner del FFF.

Nel corso della kermesse cinematografica saranno presenti il regista Gianni Bongioanni che concorre alla vittoria finale della categoria 'Italian movies – Lungometraggi in corso' con il film 'Di quell'amor' (in programma lunedì 24 novembre, ore 21, auditorium Santa Chiara a Foggia). Quindi la bella presenza dell'attrice Ida Di Benedetto (attesa domenica 23 novembre, ore 21, auditorium Santa Chiara a Foggia, in rappresentanza del film 'Leone nel basilico' di Leone Pompucci). E infine il grande e gradito ritorno di Sergio Rubini nella duplice veste di presidente della giuria ma anche di regista dell'atteso film 'Mi rifaccio vivo' con Neri Marcorè, Margherita Buy, Emilio Solfrizzi, Vanessa Incontrada, Lillo e Gian Marco Tognazzi (sabato 29 novembre, ore 18, auditorium Santa Chiara a Foggia). In programma anche un atteso Omaggio a Pier Paolo Pasolini, con la proiezione della sua straordinaria Medea (mercoledì 26 novembre, ore 11, Cineporto di Apulia Film Commission in via S. Severo Km. 2,00 a Foggia).

Ultima novità, ma certamente non la meno importante: gli studenti non pagano.

Da Teleradioerre

• • Commenta questo articolo Nessun commento

Beni culturali: Foggia, la Masseria Pantano e il villaggio neolitico abbandonati al degrado

Pubblicato venerdì, 21 novembre 2014

masseria-pantano_foggiaweb

Foggia non è solo un importante centro agricolo e commerciale, ma anche uno dei comuni italiani più estesi. Forse anche per questo le urbanizzazioni si sono dilatate. Un terreno dopo l’altro inghiottito da un nuovo cantiere. Così sulle superfici pianeggianti, neppure tanto poco alla volta, si sono alzati palazzi, qualche centro commerciale, si sono asfaltate strade, disegnate rotonde.

I dati, pubblicati nel Report Ispra su Il consumo di Suolo in Italia nel 2014, parlano dell’8,3%, pari a 4.192 ettari di suolo, a livello comunale impermeabilizzato al 2010, data più recente per la quale si possiedono dati. Numeri in evidente progressiva crescita, rispetto ad esempio al 2004/05 quando ad essere impermeabilizzato era il 7,5% per un’estensione di 3798 ettari. Ma, allargando lo sguardo all’ambito provinciale, secondo i dati Istat, la cementificazione tra il 2001 e il 2010 ha raggiunto il 28%, cifra seconda solo a quella registrata per Matera.

Passeggiando per le nuove periferie di Foggia i dati si concretizzano. San Lorenzo, Parco dei Fiori e poi Ordona sud e Cep sono i nomi dei quartieri-avamposto. Quelli che guardano sempre più da vicino, all’orizzonte, la linea della statale Adriatica.

masseria-pantano-foggiaweb

Con gli spazi ancora da riempire che sono lì, a portata di mano. Proprio come accade ad ovest di via Giuseppe Parini, nel tratto a sud di via Vincenzo Furore. Dove dai balconi delle palazzine a tre piani costruite di recente, ci si può affacciare direttamente sulla Masseria Pantano.

Su quel che resta delle strutture ottocentesche delle quali si sono occupati in molti. Dal Fai, che si è fatto promotore di diverse iniziative per recuperare l’immobile e rendere fruibile l’area intorno, al Gruppo Archeologico Daunio, capofila di una serie di associazioni interessate alla tutela dell’area. Un impegno necessario perché l’immobile, di proprietà privata, accatastato come “fabbricato rurale”, è abbandonato da decenni.

La messa in sicurezza da parte del Comune, nel 2011, non ha prodotto alcun risultato. All’esterno erba sempre alta, tra cui spuntano immondizie di ogni tipo ed un’infinità di cumuli di materiali edilizi di risulta. All’interno, tra un crollo e l’altro delle coperture, ugualmente immondizie. Si sarebbe potuto procedere all'”esproprio, acquisendolo come bene culturale attraverso la valorizzazione di tutto il territorio, fondamentale come collegamento della città alla campagna. Un progetto di riqualificazione e un lavoro insieme alla Regione per far rivivere una fascia utile sotto il profilo agricolo-rurale”, come sostiene Vincenzo Rizzi, consigliere comunale indipendente ed ex presidente del Centro Studi Naturalistici.

Invece si è scelto di lasciare tutto così com’è. In attesa di cosa è facile immaginarlo. Basta allontanarsi di poco, in direzione di via Parini, quasi all’altezza del campo sportivo, noto come Campo degli Ulivi sull’altro lato della strada, per trovare un altro cantiere. E’ il “Parco della Cultura e dello Sport” realizzato dalla Silvia Spa. Proprio al di sopra di un villaggio neolitico.

Indagato attraverso saggi di scavo tra l’agosto e il settembre 2011 su prescrizione della Soprintendenza archeologica della Puglia, dopo che una parte di esso era già andato distrutto. Soprattutto solo dopo che il cantiere edilizio, peraltro ancora in corso, era stato avviato, contando sull’autorizzazione a costruire rilasciata dal Comune. Senza aver interpellato la Soprintendenza. Eppure, proprio lì era nota e documentata, sia da analisi aerofotografiche della fine degli anni Ottanta che da ricognizioni di superficie condotte dall’Università di Foggia nel 2005-2006, l’esistenza di siti antichi.

Senza contare che l’area dell’indagine rientra nella Carta dei Beni Culturali della Puglia e nel Sistema Informativo Territoriale della Regione Puglia, accessibili da tutti gli enti locali e gli enti pubblici, imprescindibili strumenti di screening preventivo per qualsiasi pianificazione.  Ciò nonostante, soltanto la denuncia ancora di Vincenzo Rizzi, corredata da inequivocabili foto aeree dell’area, nel luglio 2011, sollecitò l’interessamento della Soprintendenza, un sopralluogo, e quindi le indagini.

“Una parte comunque significativa del sito risulta però ancora conservata e saranno definite, anche d’intesa con il Comune di Foggia e la Silvia Spa nella cui concessione l’area ricade, le modalità più idonee di conservazione e valorizzazione dell’area”, scrivevano gli archeologi che avevano scavato il villaggio nella relazione presentata nel 2011 in occasione del Convegno sulla Preistoria, Protostoria e Storia della Daunia.

Il progetto di conservazione seppellito, sotto nuove cubature. Le promesse disattese. Rimane ancora una vasta area libera da costruzioni, tra il Parco della Cultura e dello Sport e la Masseria Pantano. Anche lì l’archeologia è presente. Con testimonianze di età romana, anche se le fotografie aeree segnalano soprattutto una grande costruzione, la celebre residenza di svago di Federico II, circondata da un parco con giardini, zone boschive e palustri. Farne un parco “vero”, nel quale ambiente e storia materiale si armonizzino, sarebbe l’opzione più naturale. L’unica che il buon senso indichi. Forse proprio per questo, è probabile, che non se ne farà nulla.

Scrive Salvatore Settis, in Paesaggio, Costitizione e cemento, “Vedremo boschi, prati e campagne arretrare davanti all’invasione di mesti condomini, vedremo coste luminosissime e verdissime colline divorate da case incongrue e palazzi senz’anima. Vedremo quello che fu il Bel Paese sommerso da inesorabili colate di cemento”. Sembra la descrizione delle espansioni di Foggia.

Da Il Fatto Quotidiano

• • Commenta questo articolo Nessun commento

La ‘Settimana del Verde Urbano’ a Foggia Foggia verde speranza: al via la piantumazione di alberi, in città e nelle scuole

Pubblicato venerdì, 21 novembre 2014

La 'Settimana del Verde Urbano' a Foggia

E' il frutto della 'Settimana del Verde Urbano'. Numerosi gli alunni degli istituti foggiani coinvolti. Morese: "Abbiamo tutti il dovere di diffondere queste buone prassi, promuoverle e sostenerle"

settimana_verde_foggiaweb

La 'Settimana del Verde Urbano' a Foggia

 

Comincerà oggi la ‘Settimana del Verde Urbano’ organizzata dal Comune di Foggia, dal circolo Gaia di Legambiente con il patrocinio dell’Arif e con la collaborazione dell’Amiu, in occasione della ‘Festa dell’Albero”. Quest’anno, in via eccezionale, la manifestazione sarà preceduta da una raccolta di carta da riciclare. Con lo slogan ‘Raccogli carta, salva un albero!’, alunni, docenti ed operatori degli istituti scolastici sono stati invitati a raccogliere carta usata, consapevoli che con 70 si evita l’abbattimento di un albero

 

Con il coinvolgimento degli alunni, a partire da domani mattina verrà effettuata la piantumazione di alberi in aiuole pubbliche ed in alcuni spazi interni alle scuole. Alle 9.30 la piantumazione degli alberi riguarderà il ‘Parco dei Fiori’ in via Monsignor Farina con la partecipazione delle scuole “G. Leopardi”, “Vittorino Da Feltre-Zingarelli” alla presenza dell’assessore comunale all’Ambiente, Francesco Morese, e del responsabile Arif, Luigi Frattulino.  Il 25 novembre, invece, la piantumazione avverrà presso il Liceo Scientifico “G. Marconi”, mentre il 26 novembre riguarderà la scuola secondaria di I grado “Pio XII” e la “San Pio X”. Il 27 sarà la volta dell’Istituto Comprensivo Garibaldi-Alfieri e dell’Istituto Comprensivo Altamura-De Amicis. Durante tutta la settimana verrà poi ritirato dall’Amiu Puglia il “frutto” della raccolta straordinaria della carta effettuata da tutte le scuole partecipanti all’iniziativa.

 

Così l’assessore Morese: “Si tratta di un evento importante, per la città e per i ragazzi che vi parteciperanno. Sono particolarmente orgoglioso di un coinvolgimento così largo nella costruzione di una matura cultura ambientale, fondata sulla responsabilità e sulla consapevolezza della sua utilità. Abbiamo tutti il dovere di diffondere queste buone prassi, promuoverle e sostenerle. Da questo punto di vista anche l’iniziativa che partirà domani fa parte di un disegno più complessivo, di una visione d’insieme della politica ambientale, a cui appartengono anche altre azioni: dalla riqualificazione della Villa Comunale al lavoro portato avanti per la valorizzazione delle aree verdi, fino all’attività che stiamo conducendo per accelerare il più possibile i tempi per l’avvio della raccolta differenziata cosiddetta “di prossimità”.

 

Da FoggiaToday

 

• • Commenta questo articolo Nessun commento

Cabina Enel esplode in via Rosati, altro boato spaventa i foggiani

Pubblicato martedì, 18 novembre 2014

Per un attimo è sembrato di rivivere il novembre delle bombe – quello del 2012 – quando ieri pomeriggio l’esplosione di un ordigno piazzato davanti alla saracinesca ‘Romano’ – negozio di tessuti, colori e moquette – provocava un forte spavento tra i residenti di viale Michelangelo e zone limitrofe, oltre che danni all’attività commerciale e a un’autovettura parcheggiata lì vicino. La paura tornava intorno alle 22 in via Rosati, dove ignoti facevano saltare una cabina dell’Enel, e riesplodeva mezzora dopo, alle 22.35 circa, sempre nelle vicinanze di viale Michelangelo, dove in parecchi udivano un forte boato che però non trovava riscontro ufficiale tra le forze dell’ordine. Nessuna psicosi bombe, quindi, ma boati ed esplosioni reali, che hanno spinto migliaia di foggiani a commentare sui social network l’aria pesante che si respira in città; dove da una parte aleggia l’ombra del racket delle estorsioni, dall’altra, probabilmente come nel caso del boato udito a tarda sera, di qualche bullo a cui evidentemente piace scherzare con il fuoco.

da foggiatoday

• • Commenta questo articolo Nessun commento

Bomba ‘Romano’ viale Michelangelo: si riunisce l’Antiracket

Pubblicato martedì, 18 novembre 2014
foggiaweb_saracinesca_divelta

Dopo l’esplosione di viale Michelangelo l’associazione antiracket ‘Giovanni Panunzio’ si mobilita e questo pomeriggio, alle 17, si riunisce nella sala giunta della Camera di Commercio in una conferenza stampa alla quale parteciperanno il presidente dell’associazione foggiana Cristina Cucci e Tano Grasso, che ieri sera ha incontrato i titolari del negozio ‘Romano’ e i suoi familiari. L'incontro sarà l'occasione per una valutazione sulla situazione estorsiva a Foggia e soprattutto per sollecitare la reazione dei commercianti e dell'intera città. Sull’atto intimidatorio all’attività commerciale di tessuti, colori e moquette, si è espresso anche il presidente del Consiglio, Luigi Miranda: “Ancora una volta la criminalità mette a repentaglio non soltanto un’attività commerciale, ma anche la vita di ignari passanti. Potremmo dire che è andata bene, in fondo. Potremmo dirlo, e forse lo abbiamo anche pensato. Ma il sollievo per lo scampato pericolo non può minimizzare l’accaduto. Una città operosa come Foggia non può essere ostaggio di criminali e delinquenti. Miranda ha aggiunto: “La recentissima istituzione dell’Associazione Antiracket a Foggia è il segnale di una maggiore consapevolezza da parte del mondo delle imprese e del commercio – i più colpiti dal fenomeno delle estorsioni – ma non sembra aver intimorito più di tanto gli estorsori. Per questo è importante che le istituzioni, le associazioni ed i semplici cittadini siano sempre vigili e attenti a non lasciare spazio alla criminalità. Nessuna indulgenza, nessun compromesso nei confronti di chi pensa che la città di Foggia possa tollerare il malaffare”.

Da foggiatoday

• • Commenta questo articolo Nessun commento

LA POLIZIA LOCALE CAMBIA CASA: NUOVA SEDE NELL’EX TRIBUNALE La struttura, intitolata al milite Fiorino Mattiacci, sarà Polo della Sicurezza della Città

Pubblicato martedì, 18 novembre 2014

APRICENA – Sarà inaugurata sabato 22 novembre la nuova sede della Polizia Locale di Apricena, ospitata nei locali dell’ex pretura, in via Spartaco Lavagnini. Struttura riqualificata dopo il suo abbandono, a seguito della chiusura della sede apricenese del Tribunale di Lucera. La nuova “casa” dei Vigili Urbani sarà intitolata a Fiorino Mattiacci, caporale del 13.mo reg. fanteria del Regio Esercito, caduto il 5 giugno 1918 sotto il fuoco nemico sulla cima di Ekar, in Veneto, durante la Prima Guerra Mondiale. Il suo nome è stato estratto dal Minisindaco di Apricena, Isabella Taursiano, durante le celebrazioni per la festa delle Forze Armate, lo scorso 4 novembre. “Siamo veramente orgogliosi di poter inaugurare la nuova sede della Polizia Locale, in una cerimonia con la partecipazione dei ragazzi delle scuole”, afferma il Sindaco Antonio Potenza. “. Un palazzo che apre grazie al lavoro degli agenti e del Comandante Mario Tricarico che d’ora in poi ospiterà il nuovo Polo della Sicurezza di Apricena”. “Oltre ad essere la casa della Polizia Locale – aggiunge l’Assessore alla Sicurezza Giuseppe Solimando – nel nuovo Polo, ai piani superiori, avrà sede il Centro Operativo Comunale (COC), che apre grazie ad un finanziamento ottenuto dall’Amministrazione Potenza nel 2012. È un risultato molto importante per la nostra Città, che avrà ora una struttura ampia e più funzionale, che sarà una vera e propria caserma. E che, tra l’altro, è situata anche fisicamente vicino alla stazione dei Carabinieri. Ringrazio il Comandante Tricarico e tutti gli agenti che si sono impegnati, mettendosi a disposizione anche nel lavoro manuale, per arrivare a questo risultato”. “Il nuovo Polo della Sicurezza sarà un punto di riferimento per la Comunità – riprende il Sindaco Potenza – e siamo convinti che migliorerà il rapporto tra forze dell’ordine e territorio. Rivendichiamo con orgoglio anche questa importante iniziativa portata avanti dall’Assessore Solimando. E mi piace sottolineare – chiude Potenza – che con l’apertura del Polo, ad Apricena viene restituita, a costo zero, un’altra struttura pubblica che rischiava di finire in stato di abbandono”.

• • Commenta questo articolo Nessun commento

LINEA HALOS FACE L’eccezionale potere di rigenerazione del Sale Rosa dell’Himalaya e della Bava di Lumaca per un trattamento anti età d’eccezione

Pubblicato martedì, 18 novembre 2014

Forza rivitalizzante dal cuore dell’Himalaya

La forza rivitalizzante racchiusa in HALOS FACE SERUM deriva dal Sale Rosa dell’Himalaya.  Un tesoro  scoperto nel cuore della catena montuosa dell’Himalaya. Il Sale Rosa in sinergia con i liposomi , il collagene marino aiuta la pelle a ritrovare una compattezza ideale ,  favorendo l'eliminazione delle cellule morte e degli agenti inquinanti. Questo naturale e delicato processo di rinnovamento cutaneo purifica la pelle, rendendola più ricettiva. Molto più di un siero: la nuova formula di HALOS FACE Serum  offre i benefici di una detossificazione globale , per una pelle e una luminosità senza precedenti. Più levigata e uniforme, la pelle riflette al meglio la luce. Un trattamento quotidiano d'eccezione che prepara la pelle a ricevere i benefici di HALOS FACE Perfection crema viso  e HALOS  EYE crema contorno occhi.
 

• • Commenta questo articolo Nessun commento

Cerignola: a fuoco il Bar Smeraldo

Pubblicato martedì, 18 novembre 2014

Incendio distrugge locali del 'Bar Smeraldo' a Cerignola, fuoco e paura all'alba

Gli uomini del 115 sono stati impegnati per oltre due ore, mentre sul posto sono in corso le verifiche statiche sulla struttura – un palazzotto d'epoca – per valutare il carico dell'incendio sui solai

cerignola_foggiaweb

Quasi certamente di natura dolosa il grave incendio che, all’alba di oggi, ha distrutto il Bar Smeraldo, a Cerignola. Le fiamme, alimentate da liquido infiammabile, hanno in brevissimo tempo avvolto l’intero esercizio commerciale incenerendone gli arredi.

A ‘salvarsi’ dal fuoco solo l’annesso laboratorio di pasticceria nel retro. Il fatto è accaduto in via Santa Maria del Carmine, a due passi dall’omonima chiesa e da piazza Giuseppe Di Vittorio. Sul posto, per domare l’incendio e mettere in sicurezza la zona, una squadra dei vigili del fuoco del distaccamento di Cerignola e un mezzo di supporto dal comando provinciale di Foggia.

Gli uomini del 115 sono stati impegnati per oltre due ore, mentre sul posto è ancora presente un funzionario per le verifiche statiche sulla struttura – un palazzotto d’epoca – che valuterà il carico dell’incendio sui solai. Sull’attività commerciale, infatti, la palazzina all’angolo della strada si completa con una abitazione al primo piano e una mansarda.

Paura tra i residenti della zona, terrorizzati dalle lingue di fuoco propagate dal rogo e piuttosto alte: numerose persone sono scese in strada e hanno lanciato l’allarme. Sul posto, nel frattempo, è arrivata anche una dipendente del bar che di lì a poco avrebbe iniziato la sua giornata. Una strumento utile per le indagini che saranno avviate dalle forze dell'ordine sarà il sistema di videosorveglianza della polizia municipale piazzato in zona.

Da FoggiaToday

• • Commenta questo articolo Nessun commento

Viaggio nell’Era Classico-Romantica

Pubblicato martedì, 18 novembre 2014

Festival Pianistico “Elvira Calabria”

“L’Era Classico-Romantica”

Fiorenzo Pascalucci – pianoforte

Sabato 22 novembre, alle 19.30, StilInViaggio esplorerà l'età classico-romantica con Fiorenzo Pascalucci,

foggiaweb_Fiorenzo Pascalucci

fresco vincitore del Primo premio al Concorso pianistico internazionale "Rina Sala Gallo". 
Il ventottenne pianista molisano sarà il protagonista dell'ultimo appuntamento del Festival pianistico "Elvira Calabria", importante spazio musicale della trentunesima stagione dell'Associazione Amici della Musica "Giovanni Paisiello" di Lucera. 
Il musicista proporrà al sempre più variegato pubblico della Sala Paisiello di Via Bozzini musiche di Mozart, Beethoven e Schuman.

 

Il concerto avrà luogo alle 19.30 (ingresso ore 19.00) nella Sala concerti “Giovanni Paisiello” di Via Bozzini, 8 a Lucera. Ingresso con abbonamento o biglietto.

      

Associazione Amici della Musica “Giovanni Paisiello”

Via Bozzini, 8 (vicinanze Piazza Duomo) – Lucera (Foggia)

• • Commenta questo articolo Nessun commento

TENNISTAVOLO MANFREDONIA: NEL BUIO DELLA TERZA GIORNATA BRILLA SOLO LA “EUROPETROLI”

Pubblicato martedì, 18 novembre 2014

foggiaweb_tennis_da_tavolo

La terza giornata dei vari campionati che vedono impegnate le quattro squadre della TennisTavolo Manfredonia, tutte in trasferta, non è di quelle da raccontare ai nipoti, anche se in qualche caso il confine tra vittoria e sconfitta è stato sottilissimo.

 

SERIE C2: La “Gelsomino Home Collection” comincia a evidenziare sintomi da “mal di trasferta”. Non si spiega altrimenti la sconfitta di sabato scorso contro il TT L’Azzurro Molfetta, che fa il paio con quella tarantina della prima giornata, inframmezzata dalla bella vittoria contro il Casamassima nella seconda. Il risultato di 1-5 premia giustamente i molfettesi e consiglia un momento di riflessione ai sipontini, che domenica prossima torneranno nella cittadina barese per incontrare l’altra squadra locale, il Ctt Molfetta, capolista del girone.

 

SERIE D1: Occasione mancata di poco per il “Bar Impero”, che soffre una classifica che non rispecchia il vero valore della squadra. Domenica scorsa era di scena a Barletta contro l’Acsi Lamusta, che partiva favorita. I manfredoniani, con una certa sorpresa, ma con gran merito, guadagnavano un parziale di 3-1 (grazie alle due vittorie di uno strepitoso De Mori ed a quella del coriaceo Galli) e con la concreta possibilità di marcare il quarto punto, con Galli che si ritrovava sul 9-5 nel set decisivo contro il barlettano Sguera. Il bello dello sport è che nulla è mai scontato e, quindi, il bravo giocatore del “Bar Impero” veniva rimontato e battuto. Ma quando tutto pareva compromesso – sul risultato di 3-3 – ecco che il caparbio sipontino si rialza e batte in un emozionantissimo match, per 3-2, il favorito barese Cianciotta (precedentemente superato anche da De Mori), tesserato per la squadra barlettana, regalando il 4-3 alla propria compagine. Purtroppo, sul 4-4, nell’incontro decisivo, il pur bravo Rinaldi subiva la sconfitta, in rimonta da 2-1 in suo favore, dal decisivo Sguera, che consegnava, pertanto, la vittoria ai levantini.

 

SERIE D2: La “luce” in una giornata buia arriva dalla “Europetroli”, impegnata in trasferta contro il “Ping Pong Club” di San Paolo di Civitate. I manfredoniani battono gli avversari con un perentorio 5-0 e si confermano al primo posto in classifica con Lucera e Foggia.

La “Vodafone”, invece, sfiora il colpaccio “corsaro”, sempre fuori casa, contro il TT Apricena. L’incontro si incanalava subito sui giusti binari, in virtù dell’eccellente prova di Vincenzo Tasso – tre vittorie su tre incontri – e della preziosa vittoria del “novizio” Li Bergolis, ma quest’ultimo si infortunava e nella partita decisiva, sul 4-4, affrontava, in condizioni menomate, il giovane apricenese Fontana, uscendone sconfitto.

 

“Paghiamo qualche ingenuità e qualche sfortunata circostanza – commenta il Presidente del TT Manfredonia, Antonio Tasso, che prosegue – la classifica non ci è amica e, secondo il mio parere, anche un po’ penalizzante per noi. Siamo, in ogni caso, in corsa per tutti gli obiettivi stagionali (conservazione della C2 e D1 e vittoria in D2) ed è ancora tutto in gioco. Vedremo di riscattarci dalla prossima giornata, anche se gli incontri nelle serie superiori sono proibitivi, con la C2 che affronterà la capolista Ctt Molfetta e la D1 con la capolista TT Cascella di Valenzano. In ogni caso andremo a giocarcela”.

da ANTONIO TASSO

• • Commenta questo articolo Nessun commento

Illegittimi gli stipendi d’oro alla Camera di Commercio: lo ha deciso la Corte dei Conti

Pubblicato lunedì, 17 novembre 2014
foggiaweb_camera_di_commercio

Gli stipendi d'oro percepiti dalla Camera di Commercio di Foggia erano illegittimi. Pertanto la "eccedenza" dovrà essere restituita. Così la Corte dei Conti nella sentenza n.677 del 10 novembre scorso condanna l'ex giunta camera presieduta da Eliseo Zanasi, il segretario generale ed il collegio dei revisori tutto al risarcimento di 300mila euro (300.828,67 per la precisione) oltre al pagamento di 5mila euro di spese legali. Ad essere bocciata dalla Procura regionale "l'ingiustificato ed esorbitante aumento della retribuzione di posizione percepita dal segretario generale, Matteo di Mauro, per gli anni 2009, 2010, 2011 in attuazione di quanto disposto con deliberazione di giunta n.129 del 26 ottobre 2008". Il consiglio camerale dell'epoca, in buona sostanza, in considerazione della "complessità organizzativa" e delle "responsabilità di gestione interne ed esterne" aveva rivisto al rialzo i trattamenti economici per il segretario generale Di Mauro (contemporaneamente responsabile Servizio Studi e Staff; direttore generale delle due aziende speciali CESAN e LACHIMER; direttore del Consorzio “Il Tavoliere”, direttore di Assonautica, presidente del comitato di certificazione prodotti a marchio registrato, responsabile di procedure complesse inerenti la funzione e i rapporti interistituzionali) e per i dirigenti Giuseppe Santoro e Michele Villani, dando via libera ad una retribuzione complessiva (per il primo) di ben 390mila euro nel 2009, solo lievemente ritoccata al ribasso negli anni 2010, 354mila euro, e nel 2011, 321mila euro. Qualcosa di molto lontano rispetto ai 44mila euro tabellari. Della somma, la parte del leone la faceva l'indennità di posizione (oltre 200mila euro) elargita – secondo il Procuratore- in violazione del tetto massimo di 45mila euro stabilito dalla contrattazione collettiva. La vicenda  trae origine da una nota inviata alla Procura regionale nel marzo 2009, con la quale erano segnalati profili di illegittimità nella percezione di emolumenti da parte di Di Mauro che ha fatto scattare indagini delegate dalla Procura regionale al Nucleo P.T. della Guardia di Finanza di Foggia. La Corte dei Conti ha potuto così stabilire che: il tetto massimo per le indennità di posizione era già stato superato con una delibera del 2003 che lo fissava in 77mila euro; e che nel frattempo non sono intervenuti cambiamenti tali nella struttura di via Dante da giustificare una "oggettiva maggiore complessità della struttura organizzativa dell'ente" (come eccepito dalle parti in causa), condannando al risarcimento delle somme illegittimamente 12 persone tra ex giunta, dirigenti e revisori (Eliseo Zanasi, Pietro Salcuni, Carmine Cesareo, Michele Colangelo, Giuseppe Erinnio, Luigi Lepri, Carlo Simone, Alfonso Minerva, Raffaele La Torre, Matteo Ricucci, Giuseppe Santoro e Matteo Di Mauro). 25mila euro ciascuno. "Colpa grave" della ex giunta è, per i giudici, quella di non aver mai effettuato alcun riscontro ai presupposti di legge, che non furono mai presi in considerazione". "Parimenti suscettibile di censura – scrivono i giudici – è la condotta serbata dai componenti del Collegio dei revisori per non avere evidenziato i motivi ostativi alla adozione della deliberazione, prestando colpevole acquiescenza alla stessa, che è valutabile in termini di colpa grave, in considerazione della preparazione e della esperienza superiori a quelle dell’uomo medio". E ancora, "la stessa censura di avere prestato un comportamento omissivo, sub specie di colpa grave, deve essere mossa al Dirigente dell’epoca dell’Area economico-finanziaria della CCIAA, che, per il ruolo rivestito nell’apparato burocratico dell’Ente, era bene a conoscenza che il quadro normativo e contrattuale di riferimento ostava al riconoscimento della maggiorazione della retribuzione di posizione oltre il limite massimo previsto dalla legge". "Alle medesime conclusioni deve pervenirsi, infine, anche in ordine alla condotta serbata dal segretario generale dell’epoca, il quale avrebbe dovuto sapere, proprio perché dirigente, che la percezione della retribuzione di posizione nella misura indicata era contraria alla normativa  legale e contrattuale prima richiamata".

• • Commenta questo articolo Nessun commento

Casa dei diritti: giovedì 20 novembre un incontro sull’accoglienza di alunni stranieri in classe

Pubblicato lunedì, 17 novembre 2014
foggiaweb.it_siponto

A Siponto, presso l'ex scuola elementare in viale dei Pini, è stata inaugurata dal Comune di Manfredonia la “Casa dei diritti”, uno spazio pubblico al servizio della cittadinanza, aperto tutti i giorni dal lunedì al venerdì (dalle 10.00 alle 13.00 e dalle 16.00 alle 19.00) dove trovare informazioni su permessi di soggiorno, assistenza socio sanitaria, percorsi di alfabetizzazione e incontrare e conoscere da vicino il tema dell'immigrazione. Visto l'aumentare del numero dei minori stranieri in città e degli alunni stranieri presso gli Istituti scolastici, giovedì 20 novembre 2014, dalle ore 16.00, presso la Casa dei Diritti di Manfredonia, in occasione della Giornata Internazionale dei Diritti per l'Infanzia, si terrà un incontro dal tema “L'accoglienza di alunni in classe: strategie e buone prassi”. Interverranno la Dirigente Scolastica prof.ssa Mariolina Goduto e docenti della "Pascoli- Santa Chiara" Scuola dell'Infanzia e Primaria di Foggia. In tale occasione, saranno presentati testi e strumenti per l'accoglienza degli alunni stranieri a cura della libreria “Nella pancia della Balena” di Manfredonia. Riteniamo importante condividere e promuovere buone prassi sul nostro territorio. La Casa dei Diritti nasce anche con l'intento, nell'ambito delle proprie finalità, di supportare il lavoro delle agenzie educative, fornendo quando possibile strumenti e consulenze.

• • Commenta questo articolo Nessun commento

UN TOUR PUGLIESE PER LO SPETTACOLO CONTRO LA VIOLENZA SULLE DONNE Martedì 18 novembre – Teatro Comunale di Manfredonia

Pubblicato lunedì, 17 novembre 2014
foggiaweb_donne_violenza

Quattro cifre per dire no alla violenza di genere, partendo dalla scuola. Prende il titolo da «1522», il numero istituto dal Ministero per le Pari opportunità per fornire ascolto e sostegno alle vittime dei soprusi maschili, lo spettacolo che per tre giorni consecutivi, nell’ambito del progetto «A teatro consapevoli» promosso dall’Assessorato per il Diritto allo Studio della Regione Puglia in collaborazione con il Teatro Pubblico Pugliese, sarà in altrettanti teatri comunali di Puglia per anticipare le Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza sulle donne fissata il prossimo 25 novembre. Domani (martedì 18) a Manfredonia, mercoledì 19 a Gioia del Colle e giovedì 20 a Mesagne, saranno le ragazze e i ragazzi delle scuole superiori ad assistere alla pièce «1522» scritta dalla giornalista Pina Debbi, vicedirettore del Tg di La7, e diretta dalla regista Tiziana Sensi sulle scene di Sara Santucci, con le musiche originali di Dario Rosciglione (audio e luci di Andrea Ferraro). La preparazione alla visione dello spettacolo, del quale sono interpreti Anna Cianca, Fabio Pappacena, Sarah Biacchi, Giulia Greco, Alessandro Marmorini e Mariateresa Pascale (tutti attori professionisti che hanno sposato il progetto), è stata preceduta da un periodo di informazione e confronto sul tema tra studenti ed insegnanti con l’obiettivo di stimolare ragazzi e ragazze ad esprimersi con propri elaborati. Tra l’altro, al termine dello spettacolo autore, regista e compagnia teatrale si confronteranno con gli studenti, per uno scambio di idee che sinora si è sempre rivelato molto intenso offrendo spunti di riflessione preziosi, suggeriti da ragazze e ragazzi che anche nel corso di questo tour pugliese potranno affidare i propri elaborati alla lettura di uno degli attori della compagnia. Tra le finalità del progetto c’è, infatti, l’idea di costruire un rapporto circolare tra performance teatrale e studenti, per mettere in comune le esperienze creative e di vita sul tema della violenza di genere, che in «1522» viene affrontato a partire dalla storia vera e drammatica di una donna pakistana sfigurata dall’acido, per poi toccare altre barbarie, dallo stupro di gruppo alla violenza domestica, dalla violenza cui assistono i figli allo stalking al femminicidio.

• • Commenta questo articolo Nessun commento

UN TABLET PER OGNI ALUNNO DI TERZA MEDIA. L’Amministrazione Giallella mette in pratica la “buona scuola”

Pubblicato lunedì, 17 novembre 2014
foggiaweb_pietra

PIETRAMONTECORVINO – Un tablet per ogni alunno di terza media. La scuola cambia, in continuo raffronto con le nuove tecnologie,  e anche le istituzioni devono seguire il passo dei tempi. Ben lo ha compreso l’Amministrazione Comunale di Pietramontecorvino, che ha deciso di dotare 27 tablet per i ragazzi dell’ultima classe delle scuole medie. Si tratta di tablet con caratteristiche all’avanguardia (Sistema Operativo Android, schermo Multi-Touch, tecnologia 3G e connettività wireless, fotocamera anteriore e posteriore) che consentirà agli alunni di poter affiancare ai tradizionali “metodi” di studio un prezioso strumento di condivisione del sapere. Il tablet è infatti uno strumento di lavoro e di edutainment personale ma anche un dispositivo perfetto per l'apprendimento e la didattica. Tanti sono infatti i suoi vantaggi: concretizzare concetti astratti o troppo lontani dal vissuto del singolo tramite la loro immediata rappresentazione digitale; stimolare l’attenzione attraverso diversi canali: audio, video, testo; utilizzare il linguaggio multimediale che risulta sicuramente molto attraente per ogni alunno; incoraggiare la partecipazione attraverso il dialogo attivo-educativo; partecipare attivamente ad ogni fase del processo di costruzione della conoscenza rendendo l’apprendimento più efficace; rendere facile ed immediato l’intervento di tutti i partecipanti; agevolare l’insegnante nel compito di scegliere la forma ed il percorso più adeguato per il raggiungimento dell’obiettivo didattico; “annullare” la distanza tra l’alunno con BES e con DSA ed i compagni: la semplificazione diventa immediata; potenziamento del coinvolgimento gruppo classe nel processo di integrazione dell’alunno con BES e con DSA. Questa azione segue quella dello scorso anno scolastico in cui vennero acquistate invece tre lavagne elettroniche, sempre per le Scuole medie. Tutti vantaggi che il Comune di Pietramontecorvino ha colto, nonostante nel resto del Paese le scuole fatichino ancora a “dialogare” con questo strumento tecnologico. “Si tratta di un provvedimento che va nella direzione di assicurare ai nostri ragazzi la possibilità di studiare avendo a disposizione le nuove tecnologie di cui la “buona scuola” ormai non può più non dotarsi – afferma il sindaco di Pietramontecorvino, Raimondo Giallella – siamo convinti che l’uso adeguato di questi tablet è destinato a cambiare il metodo dell’apprendimento degli alunni, per cui con questa azione ci siamo resi disponibili per assicurare ai nostri studenti le condizioni migliori di studio”.

Comune di Pietramontecorvino

• • Commenta questo articolo Nessun commento

Ex Ospedale Monte Sant’Angelo, il Sindaco di Iasio contro l’Asl Foggia: “Immobilismo inspiegabile”

Pubblicato lunedì, 17 novembre 2014
Immagine

Sono passati quasi tre anni dall’atto dell’Asl Foggia in cui venivano accordati i nuovi servizi da attivare e quelli da confermare. Oggi siamo ancora qui a raccontare di lentezze, inefficienze, immobilismo. Tutto questo ormai è contro ogni logica. Il Sindaco di Monte Sant’Angelo, Antonio di Iasio, è chiaro e diretto e si rivolge all’Asl Foggia, aggiungendo – Sarei curioso di sapere quali scuse troverà l’Asl e il suo Direttore Generale per spiegare una situazione ormai divenuta imbarazzante. Abbiamo incontrato tutti gli assessori regionali alla Sanità, i Direttori generali dell’Asl e siamo ancora in questa situazione. Scriverò, al più presto, al Ministro della Salute per informarla di questa situazione ormai divenuta inaccettabile, ma, soprattutto, incredibile – continua il primo cittadino della città dell’Arcangelo. I fatti risalgono a tre anni fa: era il 14 marzo 2011 quando l’allora Assessore alle Politiche della Salute della Regione Puglia e l’ex Sindaco di Monte Sant’Angelo sottoscrivevano il Protocollo di Intesa per la riconversione dell’ex Ospedale di Monte Sant’Angelo, che, da decisioni assunte dalla Regione Puglia, subiva un forte dimensionamento, tanto da passare da struttura ospedaliera a presidio sanitario. Quanto stabilito nel Protocollo veniva poi fatto proprio anche dalla Direzione Generale dell’ASL con atto n. 430 del 8 aprile 2011. Con tale Protocollo l’Ente Regionale si impegnava ad attivare nuovi servizi e a confermare quelli già esistenti. “A Monte Sant’Angelo, una città che custodisce un Bene UNESCO e con un flusso di pellegrini e turisti notevole, non abbiamo neanche il 118 medicalizzato. Non vorremmo trovarci a commentare tragedie – prosegue il Sindaco di Iasio – “Il Direttore Generale si assuma le proprie responsabilità”. “Abbiamo problemi al reparto di Radiologia, all’Hospice/Rsa, al Consultorio, all’Ambulatorio di neurologia, abbiamo bisogno della medicalizzazione del servizio E.U./118, di servizi al Punto di primo intervento e l’attivazione dei 20 posti letto di riabilitazione neuromotoria e dell’Ospedale di Comunità” – spiega, in sintesi, Felice Scirpoli, Vicesindaco e Assessore alle Politiche Sociali della Città di Monte Sant’Angelo. Scirpoli e di Iasio chiosano: “Ora il Direttore Generale dell’Asl dovrà spiegare al Ministero questa inefficienza e questo inspiegabile immobilismo a discapito del diritto alla salute dei cittadini della nostra comunità”.

• • Commenta questo articolo Nessun commento

Calici nel Borgo Antico 2014: protagonista anche il vino di Capitanata Quarantamila visitatori previsti alla tre giorni dedicata ai vini e ai sapori di Puglia

Pubblicato lunedì, 17 novembre 2014

Sarà protagonista anche il vino di Capitanata nella sesta edizione di Calici nel Borgo Antico, la celebre rassegna enogastronomica che si tiene a Bisceglie da venerdì 21 a domenica 23 novembre. Tra gli stand delle cantine più rinomate di Puglia, che allestiranno i loro stand tra i suggestivi vicoli, portoni, chiostri e palazzi del centro storico di Bisceglie, ci saranno anche “Tenuta Coppadoro” e “Cotinone” di San Severo, Cantine Teanum di San Paolo di Civitate, Masseria Duca D’Ascoli di Castelluccio De Sauri, Torre Quarto e Giannattasio di Cerignola, Ferrazzano e Valle dell’Elce di Poggio Imperiale e Primis di Stornarella. All’interno del borgo medioevale, un vero e proprio percorso del vino accompagnerà i visitatori alla scoperta di dimore storiche e scorci incantevoli. Una cornice suggestiva, dunque, che ben si abbina ai sapori amabili, dolci ed inebrianti delle uve di Puglia. Durante i tre giorni di Calici nel Borgo Antico, manifestazione che nella scorsa edizione ha attirato oltre 30mila visitatori e quest’anno punta a sfondare la soglia dei 40mila, sarà possibile assaporare i vini bianchi, rossi e rosati, novelli e spumanti, dolci e liquorosi delle più rinomate cantine pugliesi, oltre sessanta, tra cui quelle della terra di Foggia. E tra un bicchiere e l’altro, non mancheranno degustazioni dei tanti prodotti d’eccellenza della nostra terra, visite guidate e tanti eventi collaterali.

Per ulteriori informazioni sull’evento è possibile contattare l’Associazione Borgo Antico telefonicamente al numero 080.3960970 o via mail all’indirizzo info@calicinelborgoantico.it. La rassegna è anche su Facebook, con la fanpage “Calici nel Borgo Antico”, e su Twitter, con il profilo “Calici Borgo Antico”, @CBA_Bisceglie.

• • Commenta questo articolo Nessun commento

Cerignola, arrestato pregiudicato per spaccio di cocaina

Pubblicato lunedì, 17 novembre 2014
foggiaweb-droga_Cirillo

Continua incessante l’attività degli uomini del Commissariato di Polizia di Cerignola, diretti dal Vice Questore Aggiunto COLASUONNO Loreta, nel contrastare i reati in materia di sostanze stupefacenti. In particolare, sabato mattina, a conclusione di un mirato servizio di osservazione, con conseguente perquisizione in uno stabile di via Tomba dei Galli di Cerignola, si procedeva all’arresto di CIRILLO Gerardo, 50enne cerignolano, pregiudicato per reati contro il patrimonio, per detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente. La perquisizione, invero, si concentrava, in modo particolare, in una mansarda di proprietà della moglie dell’arrestato, quest’ultimo anagraficamente emigrato a Milano ma, di fatto, lì domiciliato e rintracciato, al momento della perquisizione,  che dormiva in quella mansarda, mentre nella stessa erano in corso lavori di ristrutturazione.                            

foggiaweb_droga

Nel corso della perquisizione, grazie all’ausilio dell’unità cinofila antidroga, in un sacchetto utilizzato per contenere la polvere di cemento, riposto tra gli altri, si rinvenivano tre involucri di cocaina, ancora in “pietra”, quindi ancora da tagliare, e due involucri, confezionati mo’ di cipollotto, unitamente ad un rotolo di nastro adesivo nero, identico a quello con cui erano sigillati i due involucri confezionati a mo’ di cipollotto, ed un bilancino di precisione. La sostanza stupefacente risultava essere del peso complessivo di 230 grammi. Il CIRILLO, dapprima verbalmente e poi formalmente, dichiarava trattarsi di sostanza stupefacente di sua proprietà, a sostegno di quanto già accertato dagli agenti e, pertanto, tratto in arresto, dopo le formalità di rito, veniva associato alla Casa Circondariale di Foggia, così come disposto dal Sostituto Procuratore di turno.

• • Commenta questo articolo Nessun commento

Altalene rotte e girelli usurati, al parco giochi di San Pio X tra altalene rotte e girelli usurati, bambini costretti a giocare così

Pubblicato lunedì, 17 novembre 2014

Altalene rotte e girelli usurati, al parco giochi di San Pio X. I bambini foggiani che frequentano l'area giochi del parco San Pio X

foggiaweb_Altalene_ rotte_girelli_usurati_parcogiochi_San_ Pio_ X

sono costretti a districarsi tra attrezzature obsolete, usurate e mal funzionanti.  Passano gli anni, cambiano le amministrazioni ma i problemi, i soliti, restano. Quello dei “polmoni verdi” di Foggia, – spesso abbandonati, vandalizzati e depredati – è un tema (irrisolto) tra i più sentiti in città, soprattutto da genitori, nonni e zii, che usufruiscono delle aree verdi per portarci figli e nipoti. Ci sono casi in cui, però, è la mancata manutenzione a determinare più di una insidia negli spazi messi a disposizione dei bambini. All’interno del parco giochi del quartiere San Pio X, ad esempio, i piccoli sono costretti a districarsi tra altalene rotte e girelli usurati o mal funzionanti. All’amministrazione comunale e all’assessore al ramo, il compito di intervenire e di garantire un adeguato livello sicurezza attraverso la sostituzione delle attrezzature obsolete e usurate dal tempo o dal continuo utilizzo. Così come da richiesta dei suoi assidui frequentatori.

Da Foggiatoday

• • Commenta questo articolo Nessun commento

Paura in viale Michelangelo: bomba esplode nei pressi di un negozio di tessuti

Pubblicato lunedì, 17 novembre 2014

Paura a Foggia, dove intorno alle 14.30 un forte boato provocato dall’esplosione di una bomba è stato avvertito in viale

foggiaweb_bomba_ romano_foggia

Michelangelo nei pressi del negozio di tessuti e moquette ‘Romano’. Sul posto sono immediatamente giunti i carabinieri, i vigili del fuoco e gli agenti di polizia. L'area è stata circoscritta con del nastro. L'esplosione ha divelto la saracinesca dell'esercizio commerciale e provocato danni a un'autovettura parcheggiata. Per via della deflagraziane sono andati in frantumi i vetri del portone d'ingresso del palazzo adiacente.

da Foggiatoday

• • Commenta questo articolo Nessun commento