Ultime Notizie da Foggia e dalla provincia di Foggia

Rassegna della stampa locale e comunicati delle Associazioni di Foggia e della provincia di Foggia

Siti web e servizi internet - il tuo business online

Per le vostre vacanze in Thailandia : THAILANDIA , VIAGGIO THAILANDIA , THAILANDIA VACANZE ,

BANGKOK THAILANDIA , ISOLA DI PHUKET

Tour e vacanze in Thailandia

Apertura della campagna estiva con giardino all'aperto!!!
La perla di Damal, pizzeria con forno a legna a Foggia  La perla di Damal, pizzeria con forno a legna a Foggia

Studio Fitness a Foggia e' un' isola dove il piacere di ritrovare la bellezza si sposa con il relax e la distensione di corpo e mente
Sala attrezzi Idromassaggio - Sauna - Solarium viso e corpo - Poltrona massaggiante - Bagnoturco  - Fitbox - Ginnastica dolce - Ginnastica posturale - Spinning - Total Body


Foggia cresce? leggi le email o invia un email a info@foggiaweb.it
Invalid or Broken rss link.
Archivi per Tag 'Gargano'

Blog Tour internazionale nel Gargano: meno 4 giorni al via

Pubblicato : venerdì, 28 marzo 2014

Mancano pochi giorni ormai all’inizio del Zangardi Gargano Blog Tour, il primo Blog Tour internazionale nel Gargano in programma dal 1° al 5 Aprile 2014

.Londra, Parigi, Vienna, Berlino, Praga, Copenaghen e la nostra bella Italia. Questi i Paesi da cui provengono i 12 blogger selezionati per il blog tour nel Gargano, organizzato da Zangardi Tours.

Durante i 4 giorni del blog tour i blogger ammireranno i paesaggi straordinari del Gargano, annuseranno i profumi della natura, gusteranno i sapori della tradizione e ascolteranno storie autentiche. Vivranno insomma il Gargano attraverso i sensi.

Tutte esperienze che condivideranno in tempo reale sui loro canali social e racconteranno sui propri blog. A seguirli sui loro profili social i loro migliaia di followers e fan, un pubblico che parla italiano, inglese, francese, tedesco e spagnolo.

Una comunicazione innovativa che, con le nuove tendenze legate alla viralità dei social e al ruolo di opinion leader assunto dai blogger, mira a promuovere il Gargano puntando anche all’estero. Un’iniziativa in cui crede fortemente Zangardi Tours, leader del settore del turismo in Puglia, che per l’occasione ha creato un programma speciale. Per restare sempre aggiornati sulle attività del blog tour e condividere le emozioni live dei blogger basterà seguire l’hashtag ufficiale #mygargano sui social network e visitare i canali social di Zangardi Tours.

Pina D’Errico da Il Resto del Gargano

Pugliapromozione inserisce il Gargano al “Roadshow”

Pubblicato : martedì, 25 marzo 2014

Sei tappe in giro per l' Europa per farsi conoscere al grande pubblico. Inizia ad aprile il Roadshow 2014 #Weareinpuglia, l' evento organizzato dalla Regione tramite Pugliapromozione, che prevede l' allestimento di un vero e proprio villaggio di 250 mq nelle piazze di maggior transito delle città. Pubblicità

Le tappe previste, ciascuna di dieci giorni, sono Vienna, Berlino, Monaco di Baviera, Londra, Parigi e Dublino e il pubblico potrà sperimentare e vivere immagini, suoni, sapori e tradizione pugliesi, grazie a una serie di attività gratuite per adulti e bambini.

Sono infatti previste degustazioni di specialità gastronomiche e vini, corsi di cucina, sessioni di ballo e musica e, per i più piccoli, laboratori creativi per portarli a scoprire la tradizioni regionali tramite la realizzazione di manufatti. Oltre che nel villaggio, la Pugliasarà presente anche in altri luoghi delle città europee con showcase e concerti organizzati da Puglia Sounds, eventi, incontri b2b e di networking con operatori e stampa.

"L' obiettivo – spiega Giancarlo Piccirillo, direttore generale diPugliapromozione – è di amplificare la conoscenza della destinazione turistica Puglia, ma il villaggio Puglia consentirà anche ai tour operator e alle agenzie di viaggi con reti commerciali all' estero di promuovere e commercializzare le offerte di viaggio nella regione".

In contemporanea al roadshow parte anche la nuova campagna #Weareinpugliarealizzata in co-marketing con Nikon che, a distanza di un anno, si rinnova con cinque immagini del fotografo Paolo Petrignani, che mostreranno all' Europa tutti i volti dellaPuglia: Gargano, Valle d' Itria, Polignano e Melpignano.

da Teleradioerre

FOGGIA – Il Parco nazionale del Gargano non smette di stupire: scoperta pianta nuova per l’Italia

Pubblicato : mercoledì, 19 marzo 2014

 Rinvenuta da tre botanici tedeschi

Nel Gargano spunta una pianta nuova per l’Italia. I botanici tedeschi Robert P. Wagensommer, Tobias Fröhlich e Mercan Fröhlich, il primo dei quali garganico di adozione ed esperto di flora pugliese, hanno rinvenuto una stazione di crescita di una specie nota finora solo in Albania, Grecia, Macedonia, Turchia e, dubitativamente, per la Croazia e recentemente rinvenuta nei versanti rocciosi di Valle dell’Inferno, in agro di San Giovanni Rotondo.

LA PIANTA. Si tratta di una pianta appartenente alla famiglia delle Boraginaceae, il cui nome scientifico è Cerinthe retorta Sibth. & Sm. e la scoperta è in stampa sulla rivista “Acta Botanica Gallica: Botany Letters”, con ampio risalto internazionale dell’importante rinvenimento. Sale così a 21 il numero di specie di piante vascolari che in Italia crescono solo nel territorio del Parco Nazionale del Gargano.

L’AUSPICIO DI PECORELLA. “Una straordinaria scoperta e motivo di orgoglio per il Parco e per l’intera comunità garganica –commenta il Presidente del Parco Nazionale del Gargano, Stefano Pecorella – ma al contempo una grande responsabilità per tutti noi. L’Ente Parco dimostra sempre particolare attenzione alla salvaguardia e conservazione delle specie botaniche in area protetta, numerose sono le collaborazioni attivate negli ultimi anni con il mondo accademico e scientifico per la tutela del nostro patrimonio naturalistico.

Mi auguro comunque che ci sia una maggiore attenzione e cura anche da parte dei cittadini responsabili che saranno determinanti per la salvaguardia anche di questa specie.”

LA BIODIVERSITA'. Il Parco Nazionale del Gargano è notoriamente uno scrigno della biodiversità vegetale e animale, una terra unica nel suo genere. Dalle fitte ed estese foreste alla macchia mediterranea, dai grandi altopiani carsici alle ripide falesie, con grotte, valli boscose che scendono verso il mare, lagune costiere, colline e pianure steppose.

Duemila300 le specie e sottospecie botaniche, circa 4.200 gli ettari di Faggete, ai quali si aggiungono pinete di Pino d'Aleppo lungo le coste, Cerrete, grandi estensioni di macchia mediterranea e numerosi fenomeni di macrosomatismo.

Sono state censite 82 entità differenti di orchidee appartenenti a 16 generi, alcune delle quali endemiche o subendemiche del Gargano, e secondo alcuni botanici tedeschi, il Gargano è il centro di smistamento delle orchidee in Europa, per la maggior concentrazione di specie arcaiche.

da Foggiacittaaperta

Gargano, contrasto al crimine, 5 arresti carabinieri Vico

Pubblicato : venerdì, 14 febbraio 2014

Foggia – LA Compagnia Carabinieri di Vico del Gargano ha effettuato un servizio a largo raggio nel corso del quale sono state arrestate a Vieste le seguenti persone: – C.R., 22 anni, per spaccio di sostanze stupefacenti.

I militari della locale Tenenza Carabinieri, a seguito di una serie di segnalazioni e lamentele di persone residenti in quella via Giordano, che indicavano un intenso e strano via vai di giovani, intraprendevano un prolungato servizio di osservazione, durante il quale notavano che il prevenuto consegnava degli involucri a due persone.

Immediato l’intervento dei militari, che fermavano questi ultimi, trovandoli in possesso di tre dosi di sostanza stupefacente del tipo marijuana, del peso complessivo di tre grammi circa, mentre l’uomo tentava una fuga a piedi nelle strade adiacenti, venendo prontamente raggiunto e bloccato.

La successiva perquisizione personale eseguita nei confronti del prevenuto consentiva di rinvenire ulteriori grammi 10 (dieci) circa della medesima sostanza.

Espletate le formalità di rito, l’arrestato veniva associato presso la Casa Circondariale di Foggia. 

V.F., 24 anni, per evasione. Il predetto, sottoposto al regime degli arresti domiciliari per una rapina ai danni di una gioielleria, commessa in Milano, veniva sorpreso e bloccato dai militari della Tenenza Carabinieri di Vieste mentre si allontanava dalla propria abitazione, senza alcuna autorizzazione.

L’arrestato, espletate le formalità di rito, su disposizione dell’A.G. informata dalla Tenenza Carabinieri di Vieste, veniva risottoposto al regime degli arresti domiciliari;  D.M. S., 49 anni, in esecuzione di ordinanza di custodia cautelare emessa dal Tribunale di Foggia – Ufficio G.I.P., per violazione degli obblighi inerenti alla Sorveglianza Speciale di P.S..

Il predetto, sottoposto alla citata misura di prevenzione, poneva in essere reiterati comportamenti contrari alle prescrizioni imposte, accertati e segnalati all’A.G. dai militari della Tenenza Carabinieri di Vieste.

L’arrestato, espletate le formalità di rito, veniva associato presso la Casa Circondariale di Foggia;  M.M., 26 anni e R.M., 22 anni, in esecuzione di ordine di carcerazione emesso dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale Ordinario di Fermo – Ufficio Esecuzioni Penali, dovendo espiare il primo la pena di anni 4 e mesi 6 ed il secondo anni 3 e mesi 6 di reclusione per il reato di rapina ai danni di esercizio commerciale, commessa in Porto San Giorgio (AP) il 21 marzo 2011, nonché di ricettazione.

Gli arrestati, espletate le formalità di rito, sono stati tradotti presso la Casa Circondariale di Foggia.

da Stato Quotidiano

FOGGIA – Terremoto 6.3 in Grecia, trema anche il Gargano

Pubblicato : domenica, 26 gennaio 2014

Una forte scossa di terremoto di magnitudo 6.3 è stata registrata alle 14,55 su un'isola della Grecia occidentale nel mar Jonio. Il terremoto è stato avvertito anche in tutto il Sud Italia: Puglia, Basilicata, Campania, Calabria e Sicilia. In Capitanata il sisma ha spaventato soprattutto le popolazioni del Gargano.

da Teleradioerre

Abitati di Rodi Garganico, Peschici e Vico senz’acqua per le prossime 36 ore

Pubblicato : martedì, 7 gennaio 2014

Disagi saranno avvertiti esclusivamente negli stabili sprovvisti di autoclave e riserva idrica o con insufficiente capacità di accumuloAcquedotto Pugliese, a causa di un’improvvisa rottura della condotta principale denominata 4° e 5° lotto del Fortore, in agro di Rodi Garganico, al fine di effettuare i lavori, dovrà sospendere temporaneamente la normale erogazione idrica negli abitati di Rodi Garganico, Peschici e Vico del Gargano per la zona di San Menaio (Fg).

La sospensione avrà la durata di 36 ore circa, a partire dalle ore 20,00 di oggi martedì 7 gennaio 2014. Disagi saranno avvertiti esclusivamente negli stabili sprovvisti di autoclave e riserva idrica o con insufficiente capacità di accumulo.

Acquedotto Pugliese raccomanda i residenti dell’area interessata di razionalizzare i consumi, evitando gli usi non prioritari dell’acqua nelle ore interessate dalla interruzione idrica. I consumi, infatti, costituiscono una variabile fondamentale per evitare eventuali disagi. Per informazioni chiamare il numero verde 800.735.735 o consultare la sezione “Che acqua fa” su www.aqp.it.

da Foggiatoday

Foggia/Gargano, “Io sono il Parco”, relazione Pecorella (Ftgallery)

Pubblicato : mercoledì, 18 dicembre 2013

Foggia – SVOLTASI stamani – 18 dicembre 2013 – nella Sala Azzurra della CCIAA di Foggia – la conferenza di fine anno dell’Ente Parco del Gargano “#iosonoilParco”. Con il Presidente del Parco Nazionale del Gargano Stefano Pecorella ed altre autorità intervenuto il neo Presidente della Camera di Commercio di Foggia Fabio Porreca.

FOTOGALLERY VINCENZO MAIZZI@

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

da Stato Quotidiano

Lieve scossa di terremoto nel distretto sismico ‘Promontorio del Gargano’

Pubblicato : martedì, 17 dicembre 2013

Il terremoto con epicentro a Cagnano Varano e Carpino, è stato localizzato anche ad Ischitella, Rodi Garganico, Vico del Gargano e San Giovanni Rotondo

                                                     L'epicentro del terremoto

Una lieve scossa di terremoto è stata localizzata dalla Rete Sismica Nazionale dell’IGNV nel distretto sismico del Promontorio del Gargano.

TERREMOTO 'MONTI DELLA DAUNIA

' Il sisma, di magnitudo 2.4, è stato avvertito alle 2.33 nella notte tra domenica e lunedì, con epicentro a Cagnano Varano e Carpino. La scossa è stata registrata anche ad Ischitella, Rodi Garganico, Vico del Gargano e San Giovanni Rotondo

da Foggiatoday

Maltempo, resta gelo ma neve ‘si scioglie al sole’ nel Foggiano

Pubblicato : mercoledì, 27 novembre 2013

Maltempo, resta gelo ma neve ‘si scioglie al sole’ nel Foggiano

Gelo con temperature vicine allo zero, ma niente neve e traffico regolare in Puglia dopo le 48 ore di maltempo che hanno causato disagi soprattutto nel Foggiano e nel nord Barese.

In alcuni comuni del Gargano, specie del Subappennino dauno, restano depositati alcuni centimetri di neve, ma nella maggior parte della regione splende il sole che contribuisce a farla sciogliere.

Nessun intervento di rilievo viene segnalato dai vigili del fuoco. Circolazione regolare anche sull’autostrada.

METEO REAL TIME (ILMETEO.IT)

da Stato Quotidiano

Tempo incerto nel fine settimana primi freddi da lunedì

Pubblicato : venerdì, 22 novembre 2013

In attesa del primo «schiaffo» invernale già da lunedì, con aria fredda polare e la prima neve su Gargano, sub-appennino Dauno e monti della Basilicata, resta la moderata instabilità con precipitazioni anche temporalesche e venti moderati sciroccali a causa del vortice ciclonico sul Mediterraneo.

OGGI - CIELO: nuvolosità intensa con precipitazioni anche temporalesche. VENTI: moderati sciroccali con rinforzi. TEMPERATURE: nella media. MARI: mossi, localmente molto mossi.

DOMANI - CIELO: nuvoloso con precipitazioni. VENTI: moderati sciroccali con rinforzi. TEMPERATURE: stazionarie. MARI: moto ondoso stazionario. DOMENICA -CIELO: rapido peggioramento con precipitazioni anche temporalesche. VENTI: moderati sciroccali con rinforzi. TEMPERATURE: stazionarie. MARI: moto ondoso in aumento.

LUNEDÌ – rapido peggioramento con irruzione di aria fredda polare e neve oltre i 700 metri, venti forti di tramontana e mari in burrasca, temperature intorno allo 0°C sulle colline e prima ondata di gelo. Miglioramento da mercoledì per venti di maestrale.

da La Gazzetta del Mezzogiorno

FOGGIA – Romanzo Criminale: 17enne condannata a 13 anni e 4 mesi, era la fidanzata del capo

Pubblicato : sabato, 19 ottobre 2013

Il sodalizio criminale, capeggiato da Francesco Giannella, è accusato degli omicidi di Cosimo Salvemini, Matteo Di Bari, Francesco Castriotta e Antonio Balsamo

 

Il Tribunale dei minori di Bari ha condannato a 13 anni e quattro mesi la fidanzata di Francesco Giannella, capo del sodalizio criminale di Manfredonia accusato di aver ucciso quattro persone. Giudicata con il rito abbreviato, la ragazzina è accusata di concorso in omicidio (di Cosimo Salvemini), concorso in rapina, sequestro di persona (di Matteo Di Bari), favoreggiamento per duplice omicidio (di Francesco Castriotta e Antonio Balsamo), associazione a delinquere e porto illegale di armi da fuoco.

COSI' PIANIFICAVANO I DELITTI: VIDEO

INTERCETTAZIONI E ARRESTI: VIDEO

La 17enne di Manfredonia ha reso dichiarazioni importanti contro Giannella, il quale, accusato di essere l’autore materiale dei quattro omicidi, continua a dichiararsi innocente. Gli altri imputati nell’inchiesta condotta dalla Procura e dalla squadra mobile di Foggia, dal commissariato sipontino e dal comando provinciale dei carabinieri, arrestati nel febbraio scorso, sono Ilario Conoscitore, Leonardo Salvemini, Mario Renzulli, Emanuele Biondi, Christopher Paloscia e Nicola Uva.

 

 

 

 

Annuncio promozionaleda Foggiatoday

da Foggiatoday

Gargano, reati contro il patrimonio e l’ambiente: deferiti sei soggetti

Pubblicato : martedì, 15 ottobre 2013

In tre operazioni degli agenti del Comando Stazione Forestale sono state deferite cinque persone di Cagnano Varano e una di Carpino

                                                                    Il novellame sequestrato

A seguito di controlli mirati disposti dal coordinamento territoriale per l’Ambiente di Monte Sant’Angelo, gli agenti del Comando Stazione Forestale di Cagnano Varano, hanno eseguito specifiche verifiche finalizzate alla rilevazione dei reati contro il patrimonio e l’ambiente

. In tre distinte operazione, sei soggetti, cinque di Cagnano Varano e uno di Carpino, sono stati deferiti a vario titolo per aver esercitato la pesca di novellame nelle acque lagunari, con ausilio di attrezzi non consentiti e in zone vietate dalle autorità competenti, per violazione di sigilli e omessa custodia colposa di opere sottoposte a sequestro nel corso di un procedimento penale, invasione di terreni o edifici e introduzione di animali in fondo altrui e pascolo abusivo.

Gli interventi posti in essere dai forestali si sono altresì incentrati nel tutelare il cittadino dai pericoli sconfinamento e intralcio alla circolazione stradale provenienti dal pascolo di animali vaganti sulle strade di giurisdizione locale, provinciale e statale, presenti nei comuni di Cagnano Varano, Ischitella e Carpino. Numerosi, infatti, sono stati i soggetti segnalati all’autorità amministrativa per il reato di omessa custodia e malgoverno di animali.

da Foggiatoday

FOGGIA – Aperto centro visite Torre Mileto «porta del mare»

Pubblicato : mercoledì, 2 ottobre 2013

 Dopo quelli di Oasi Lago Salso, Borgo Celano e Foresta Umbra, anche Torre Mileto, storico ed imponente avamposto di avvistamento della costa del Gargano nord, è stato ristrutturato dall’Ente Parco Nazionale del Gargano ed arredato con strumenti informatici e multimediali all’avanguardia.

Sarà così possibile conoscere le peculiarità territoriali non solo dei cittadini dell’area ma, soprattutto, dei turisti che attraversano il Parco Nazionale del Gargano.

Così, un altro Centro Visite diviene opportunità per giovani professionisti di dimostrare di essere all’altezza di promuovere le bellezze paesaggistiche e naturalistiche. A gestirlo sarà infatti un pool di giovani sannicandresi riunitisi in un’Ati composto dall’Associazione 'Penelope' e dal 'Gruppo Argod’, guidata da Giovanna Soccio.

"Sono soddisfatto, assieme al Sindaco di Sannicandro, Pier Paolo Gualano, – dichiara il Presidente dell’Ente Parco Stefano Pecorella – per aver consegnato il centro visite del Parco a Torre Mileto ad una associazione che ha manifestato, nei suoi componenti, grande consapevolezza e voglia di impegnarsi per diffondere la cultura della tutela ambientale e di promozione delle nostre eccellenze paesaggistiche, monumentali, archeologiche, storiche.

Con questo affidamento spero si possa porre le basi per realizzare una emancipazione del territorio da tanti anni di disattenzione, di abusivismo ed occupazioni indebite che lo hanno consegnato alle più pericolose logiche di investimenti speculativi, i cui nefasti risultati sono sotto gli occhi di tutti. Abbiamo aggiunto un altro tassello al mosaico della strategia di valorizzazione del nostro territorio".

Torre Mileto è una delle 'Porte di mare' del Parco, allestita con attrezzature multimediali, un info-webpoint, che permette all’utenza la navigazione nel sistema turistico del Parco del Gargano, la creazione d’itinerari personalizzati, l’informazione sulle strutture ricettive, sugli eventi organizzati.

"A questi giovani – sottolinea il Presidente Pecorella – va il mio augurio di buon lavoro ed un sentito grazie alle bellissime professioniste che la compongono ed animano, per l’amore e lo spirito di sacrificio che dimostrano per la propria terra.

Da oggi Sannicandro Garganico, il Parco Nazionale del Gargano e la Puglia intera hanno un nuovo presidio nel quale sviluppare e far crescere la cultura alla tutela del nostro patrimonio ambientale e paesaggistico".

da La Gazzetta del Mezzogiorno

FOGGIA – Trema la terra in Capitanata: scosse sul Gargano e sui Monti Dauni

Pubblicato : lunedì, 30 settembre 2013

La Rete Sismica Nazionale dell'INGV ha localizzato due scosse nei distretti sismici del Promontorio del Gargano e dei Monti della Daunia, con epicentro a Vieste, Accadia, Anzano e Monteleone di Puglia

Trema la terra in Capitanata, sul Gargano e sui Monti Dauni. La Rete Sismica Nazionale dell’INGV ha localizzato due scosse di terremoto rispettivamente nei distretti sismici del Promontorio del Gargano e dei Monti della Daunia.

Il primo sisma, con epicentro a Vieste e di magnitudo 2.8, è stato avvertito ieri pomeriggio alle 17.48 anche a Peschici e Vico del Gargano.

L’altro, di magnitudo 2, è stato localizzato questa mattina alle 7.43 in alcuni paesi della provincia di Avellino e del Subappenninico dauno, con epicentro ad Accadia, Anzano e Monteleone di Puglia

da Foggiatoday

Droga: quattro arresti sul Gargano Recuperate numerosi dosi di stupefacente

Pubblicato : giovedì, 26 settembre 2013

 Quattro arresti per droga effettuati dai carabinieri della compagnia di Vico del Gargano in un imponente blitz per contrastare il fenomeno dello spaccio  -

Manette ai polsi per Fortunato Della Donna, di anni 45. Lo stesso è stato sottoposto a perquisizione personale e veicolare in Vico del Gargano, via Carmine, rinvenendo grammi 37 circa di sostanza stupefacente del tipo “hashish”, abilmente occultata all’interno del vano portaoggetti della propria autovettura Fiat Punto.

La successiva perquisizione domiciliare consentiva di rinvenire una piantina di “marijuana”, dell’altezza di 83 centimetri circa, occultata sul balcone dell’abitazione, nonché un bilancino elettronico di precisione ed ulteriori grammi 2 della medesima sostanza, nascosti all’interno di un mobile della cucina. Arrestati anche Antonio Bisanzio, 35enne e Gionatan Masella, 33 enne, residenti rispettivamente a Vico del Gargano e Peschici

. I militari del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia CC di Vico del Gargano, al termine di un prolungato servizio di osservazione in un’area boschiva in località “San Nicola” del comune di Vico del Gargano, sorprendevano i due intenti ad estirpare una piantagione di “marijuana”, per un totale di 8 piante, alte mediamente un metro e mezzo, aventi un peso complessivo di grammi 250 circa.

Le successive perquisizioni domiciliari consentivano di rinvenire 41 grammi circa di “hashish” presso il domicilio di Bisanzio , nonché grammi 30 circa di “marijuana” e la somma contante di euro 640,00, ritenuta provento dell’attività di spaccio, presso l’abitazione di Masella. Infine a Peschici i carabinieri hanno arrestato Attilio Martella, 39 anni, residente a Peschici.

I militari procedevano al controllo, in località Arenazzo del comune di Peschici, dell’autovettura Peugeot Ranch condotta dal Martella. Alla vista dei militari, il soggetto lanciava dal finestrino del veicolo un involucro contenente 6 grammi circa di cocaina, prontamente recuperati dagli operanti.

La successiva perquisizione personale e veicolare consentiva di rinvenire la somma contante di euro 1.760,00, ritenuta provento dell’attività di spaccio, occultata all’interno della tasca dei pantaloni.

da Il Mattino di Foggia e Provincia

Tragico incidente stradale sul Gargano, muore infermiere di San Marco in Lamis

Pubblicato : giovedì, 26 settembre 2013

Angelo Casale aveva 27 anni. Purtroppo per lui non c'è stata nulla da fare. Il sinistro è avvenuto sulla strada a scorrimento veloce del Gargano

Ancora da accertare le cause dell’incidente stradale avvenuto questo pomeriggio sulla strada statale 693, nota anche come strada a scorrimento veloce del Gargano in cui ha perso la vita un giovane di 27 anni.

Secondo la prima ricostruzione degli investigatori la vittima, Angelo Casale, un infermiere di San Marco in Lamis, era alla guida di una Renault Clio quando il mezzo – per cause ancora da accertare – ha sbandato finendo fuori strada e ribaltandosi in una scarpata.

 Sul posto sono giunte alcune squadre dei Vigili del fuoco del comando provinciale di Foggia, dei carabinieri e del 118. Purtroppo per il giovane non c’era più nulla da fare.

da Foggiatoday

Una settimana gratis a San Menaio: anziani al mare grazie alle ‘Politiche Sociali’

Pubblicato : mercoledì, 25 settembre 2013

Pasquale Pellegrino: “E’ stato un modo per regalare un sorriso ed un momento di socializzazione forte a coloro che vivono in condizioni economiche difficili o in stato di abbandono”.

Comunicato Stampa

Anche quest’anno l’assessorato alle Politiche Sociali del comune di Foggia ha organizzato il soggiorno climatico per gli anziani della città attraverso convenzioni agevolate che hanno permesso a 57 persone di usufruire di servizi balneari in una struttura alberghiera di San Menaio gratuitamente, mentre per altre 6 a pagamento e con costi ridotti.

Pasquale Pellegrino, assessore alle Politiche Sociali: “Abbiamo dato l’opportunità di trascorrere una settimana al mare ad anziani di Foggia che non hanno la possibilità economica di poter trascorrere qualche giorno in una località balneare.

E’ stato un modo per regalare un sorriso ed un momento di socializzazione forte a coloro che vivono in condizioni economiche difficili o in stato di abbandono”.

Accompagnati dai funzionari dell’assessorato, gli anziani che hanno usufruito del soggiorno balneare hanno trascorso anche una serata in compagnia di Mongelli e di Pellegrino che hanno potuto riscontrare come iniziative del genere producono effetti estremamente positivi sugli anziani.

da Foggiatoday

Operazione “Necropolis II”, recuperati 40 reperti archeologici ad Ischitella

Pubblicato : lunedì, 23 settembre 2013

Il rinvenimento, da parte della Guardia di Finanza, nel sito di Monte Civita.

Si tratta di materiale in bronzo risalente al X – IX secolo a.C.Oltre 40 reperti archeologici in bronzo, parte interi e parte in frammenti, sono stati recuperati dai finanzieri del nucleo a tutela del patrimonio archeologico ad Ischitella, sul Gargano, nell'ambito dell'Operazione "Necropolis II"

I finanzieri della Brigata di Rodi Garganico, infatti, – facendo seguito agli importanti rinvenimenti di scheletri e reperti avvenuti negli anni scorsi sul Monte Civita – hanno scoperto una nuova area, ricadente sempre nel comune di Ischitella, dove sono stati recuperati importanti reperti di enorme interesse storico-archeologico risalenti al X/IX secolo a.C.

L’area interessata è stata sottoposta a sequestro al fine di prevenire tentativi di scavi clandestini, mentre tutto il materiale portato alla luce sarà oggetto di catalogazione da parte della Soprintendenza ai beni archeologici di Taranto.

Video Operazione

FOTO | OPERAZIONE NECROPOLIS II A ISCHITELLA: TROVATI REPERTI ARCHEGOLOGICI

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

da Foggiatoday

FOGGIA – Terremoto tra Gargano e le isole Tremiti

Pubblicato : martedì, 17 settembre 2013

Registrata scossa di magnitudo 3.1 della scala Richter Il sisma ha avuto una profondità a 10 km di profondità

 Una scossa di terremoto di magnitudo 3.1 della scala Richter è stata registrata alle 23:18 di lunedì in mare, al largo della Puglia, tra la costa del Gargano e le isole Tremiti.

Secondo i rilevamenti dell'Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia (Ingv), il sisma ha avuto ipocentro a 10 km di profondità ed epicentro entro i 20 km da Lesina (Foggia). Non si registrano danni a persone o cose.

Luca Pernice da Corriere del Mezzogiorno/Foggia

VIESTE – bliz del consiglio: bocciato il piano di ripiano dei debiti

Pubblicato : martedì, 10 settembre 2013

Paolo Campo, segretario provinciale Pd: «Uno scandalo. È il fallimento dell'amministrazione della Nobile»

                                                                                                                                     l sindaco di Vieste, Ersilia Nobile

Probabilmente ora la maggioranza correrà ai ripari convocando un altro Consiglio comunale in cui approvare un Piano di Rientro per rispondere alla Corte dei Conti. Ma quale? Non quello bocciato oggi ma, dando le opportune motivazioni, un altro che possa rispondere a tutti i rilievi dei magistrati contabili.

Questa sorta di “blitz” è stato reso possibile dall’assenza della maggioranza (che si era organizzata per svolgere il Consiglio in seconda convocazione domani) e dal fatto che, appellandosi all’articolo 32 comma 1) del Regolamento del Consiglio comunale, gli otto consiglieri presenti in aula ha dato validità alla seduta. Ieri mattina, in aula consiliare semideserta per l’assenza della maggioranza e del Sindaco, i consiglieri di minoranza di “Vieste

Ripartiamo”, “Per un’Altra Vieste” e “Nuovo Centro Destra” con il sostegno del consigliere Angelo Devita e del presidente dell’assise Michele Mascia hanno bocciato il Piano di Rientro predisposto dall’Amministrazione comunale per rispondere ai rilievi della Corte dei Conti.

Di questa decisione il presidente Mascia, su mandato del Consiglio, ha informato con la massima urgenza il Prefetto e la Corte dei Conti. Probabilmente ora la maggioranza correrà ai ripari convocando un altro Consiglio comunale in cui approvare un Piano di Rientro per rispondere alla Corte dei Conti.

Ma quale? Non quello bocciato oggi ma, dando le opportune motivazioni, un altro che possa rispondere a tutti i rilievi dei magistrati contabili. Questa sorta di “blitz” è stato reso possibile dall’assenza della maggioranza (che si era organizzata per svolgere il Consiglio in seconda convocazione domani) e dal fatto che, appellandosi all’articolo 32 comma 1) del Regolamento del Consiglio comunale, gli otto consiglieri presenti in aula ha dato validità alla seduta. Intanto sulla vicenda politico-amministrativa interviene pesantemente il segretario provinciale del Pd, Paolo Campo

da Il Mattino di Foggia e Provincia

Ricerche petrolifere: salve le Isole Tremiti, ma il pericolo incombe sul Gargano

Pubblicato : venerdì, 6 settembre 2013

Con il decreto firmato dal Ministro Zanonato, dimezzate le aree aperte alle attività offshore, che passano da 255 a 139mila chilometri quadrati, spostando le nuove attività nel rispetto dei vincoli ambientali e di sicurezza italiani ed europei "Il nostro è un urlo di gioia strozzato in gola”.

Così il Presidente del Parco Nazionale del Gargano, Stefano Pecorella, commenta la notizia della firma da parte del Il Ministro dello Sviluppo Economico Flavio Zanonato del decreto di riordino delle zone marine aperte alla ricerca e coltivazione di idrocarburi, in coerenza con le norme di legge approvate dal Parlamento nell’ultimo anno e con la direzione indicata dalla Strategia Energetica Nazionale.

“Abbiamo vinto una battaglia, ma non la guerra – chiarisce il presidente Pecorella – Come auspicato l'Area Marina Protetta Isole Tremiti è al riparo dalla balzana idea di ricercare petrolio nelle sue vicinanze, ma il resto del Gargano e della Puglia sono interamente inclusi nelle zone a disposizione per questo tipo di pericolose operazioni, così come gran parte dell'Adriatico che, va ricordato, è un mare chiuso e in malaugurato caso di incidente su qualche piattaforma, il disastro colpirebbe indelebilmente tutti da Nord a Sud.

La linea più morbida adottata dal Ministro Zanonato ci spinge a continuare a perorare la causa di un'Italia che deve vivere attraverso la tutela e la valorizzazione del suo patrimonio dal quale trarre il vero profitto.”

Conclude poi Pecorella “Ci sono tante altre forme alternative e non invasive per fornirsi di energia quali la geotermia e i mini pannelli fotovoltaici per l'autoproduzione sui quali l’Ente Parco sta già investendo anche per diffondere sul territorio questo modus operandi rispettoso dell’ambiente e del territorio, nonché vantaggioso per le tasche dei cittadini".

Il decreto determina un quasi dimezzamento delle aree complessivamente aperte alle attività offshore, che passano da 255 a 139 mila chilometri quadrati, spostando le nuove attività verso aree lontane dalle coste e comunque già interessate da ricerche di Paesi confinanti, nel rispetto dei vincoli ambientali e di sicurezza italiani ed europei. In particolare, il decreto determina la chiusura a nuove attività delle aree tirreniche e di quelle entro le 12 miglia da tutte le coste e le aree protette.

da Foggiatoday

GARGANO – Avarie, fidanzati in balia delle onde e malori: 11 persone salvate in mare dalla Guardia Costiera

Pubblicato : lunedì, 19 agosto 2013

Impegnativo week-end di Ferragosto sul Gargano. Numerosissime le richieste di intervento ed assistenza giunte tramite il numero blu 1530

Fidanzatini rimasti in balia delle onde, improvvise avarie del motore, malori a bordo di piccoli natanti. Il week-end di Ferragosto, quest’anno, è stato lungo ed impegnativo per i militari della Guardia Costiera di Vieste, impegnati in mare e sulle spiagge per garantire la sicurezza dei tanti turisti e diportisti accorsi anche quest’anno sul Gargano. Sono state numerose, infatti, le richieste di soccorso ed assistenza giunte alla Sala Operativa, anche tramite il numero Blu 1530, ma grazie alla prontezza degli interventi tutte le operazioni si sono concluse positivamente.

Undici, in tutto, i bagnanti salvati dalla Guardia Costiera di Vieste nello specchio di acqua garganico, a dimostrazione del fatto che in mare la sicurezza non è mai troppa. La prima richiesta di soccorso è arrivata da una signora a bordo di un’imbarcazione ormeggiata nella cala di san Felice, il cui marito e comandante dell’unità ha avvertito un malore. Immediatamente raggiunta l’imbarcazione, il personale dipendente prendeva il comando dell’unità da diporto, riportandola nel Porto di Vieste dove era già pronta una ambulanza per l’immediato ricovero al presidio sanitario.

Poco dopo altre quattro persone sono state aiutate a rientrare in porto, operazione resa impossibile da una improvvisa avaria al motore. Ancora, è stata fornita assistenza ad un piccolo natante in difficoltà con una persona a bordo. L’avventura più brutta però, l’hanno di certo vissuta due ragazzi che il giorno di Ferragosto, intorno alle 14, sono rimasti in panne con il loro gommone, impossibilitati a rientrare o ad avvicinarsi alla costa.

I due – un ragazzo e una ragazza – sono rimasti a lungo in balia di onde e vento di notevole entità, situazione aggravata anche dal sopraggiunto malore della ragazza. Il soccorso si è rivelato più difficile del previsto a causa delle scarse ed imprecise informazioni che i diportisti sono stati in grado di fornire ai soccorritori circa posizione o località di riferimento. Per questo, la ricerca è stata effettuata con la motovedetta CP 880 lungo tutta la costa sud di Vieste, attraverso un’attenta ispezione di tutte le cale e i possibili ripari

. Fino alle 17, quando i due malcapitati sono stati individuati sulle rocce di Cala della Pergola, trasbordati ed accompagnati in Porto per le prime cure del caso. Da registrare, ormai come spesso accade, anche l’incaglio nei pressi dell’isola di Sant’Eufemia di un’imbarcazione a vela, con a bordo 4 turisti tedeschi che, ignari dell’interdizione dell’area, hanno avuto bisogno di assistenza da parte della motovedetta per liberarsi dall’insabbiamento.

I militari in servizio, inoltre, hanno anche elevato diversi verbali amministrativi per infrazioni commesse dai diportisti, mentre nella serata di sabato sono stati sequestrati, insieme a tutta l’attrezzatura utilizzata, circa 1600 ricci di mare, pescati abusivamente e prontamente rigettati in mare ancora vivi.

da Foggiatoday

Terremoto nell’Adriatico, scosse anche sul Gargano

Pubblicato : domenica, 21 luglio 2013

Avvertite poche ore dopo il sisma nelle Marche Poche ore dopo il forte sisma registrato nella notte nelle Marche, anche nel sud dell’Adriatico la terra ha tremato.

I COMUNI INTERESSATI. Un terremoto di magnitudo(Ml) 2.3 è avvenuto infatti alle ore 05:57:47 italiane di questa mattina. Il terremoto è stato localizzato dalla Rete Sismica Nazionale dell'INGV nel distretto sismico del Promontorio del Gargano, ad una profondità di 10 km. Interessati in modo particolare i comuni di San Nicandro Garganico, Apricena, Cagnano Varano, Rignano Garganico e San Marco in Lamis. Non ci sarebbero danni a persone o cose.

DALLE MARCHE ALLA NUOVA ZELANDA. Poche ore prima, una forte scossa di terremoto di magnituto 4,9 della scala Richter è stata registrata nei pressi di Numana, in provincia di Ancona (frazione Marcelli), alle 3,32 della notte.

E le scosse continuano anche fuori dall'Italia: un terremoto di magnitudo 6.9 è stato registrato alle 17,09 ora locale (le 7,09 in Italia) al largo delle coste orientali della Nuova Zelanda: al momento non ci sono notizie di gravi danni e nessun allarme tsunami.

da Foggiacittaaperta

Continuano gli appuntamenti ‘Di terra di mare’ sul Gargano

Pubblicato : mercoledì, 17 luglio 2013

 Fino a fine luglio in programma: aperitivi letterari con 'Dalla terra, dal mare. Storie di donne e di Puglia'; incontri con i bambini con 'La magia della Foresta' e spettacoli musicali con 'Tropicalia'.

Comunicato stampa

Foggia, 16 luglio 2013

– Dopo la presentazione in conferenza stampa a Bari e a Martina Franca del secondo volume della collana dal titolo ‘L’arabo di Puglia. Storie di musica e di Puglia’, continuano gli appuntamenti ‘Di terra di mare’ che animeranno fino a fine luglio le serate dei viaggiatori presenti sul Gargano.

Sabato 20 luglio

alle 19.30 appuntamento a Vico del Gargano al Bar Gelateria Pasticceria Pizzicato per un aperitivo letterario con ‘Dalla terra, dal mare.

Storie di donne e di Puglia’: Angelo Cavallo racconterà storie e miti profondamente legati a questa terra. Dalla leggenda degli ‘Amanti perduti’, ispirata ad ‘Ogni cento anni (la leggenda di Pizzomunno)’ di Giuseppe Daddetta, al mondo magico di ‘Mamuscia’, barbona, malata mentale, detenuta, ma prima di tutto guaritrice che ci guida in un viaggio-racconto tra riti e misteri esoterici del mondo pastorale garganico; fino al mondo suggestivo della pesca subacquea e degli ecologisti di ‘Mondo Sommerso’, racconto interamente ambientato alle Isole Tremiti tra curiosità, investigazione e amore per il mare.

La presentazione sarà accompagnata da un aperitivo, rigorosamente pugliese, offerto da Apluvio e I sapori di una volta. Si potrà degustare anche il Macchiatello, guidati da Nello Biscotti, studioso di agrobiodiversità.

Non mancheranno centrifugati freschi, preparati al momento con frutta e verdura di stagione e stuzzichini vegani.

A partire dalle 21.30 la serata continua con i ‘Lab’ e il Vintage Live Dj.

Domenica 21 luglio

a Peschici c/o Baia di Manaccora doppio incontro: alle ore 18 Laila Campobasso presenta, sempre per la collana ‘Di terra di mare’, il libro per bambini ‘La magia della foresta’; alle 22 Angelo Cavallo presenta ‘Dalla terra, dal mare. Storie di donne e di Puglia’.

Martedì 23 luglio

a partire dalle 22 al Villaggio Calenella (Vico del Gargano) va in scena Tropicalia, Storia di una rivoluzione musicale con Luana Croella (canto e voce narrante), Angelo Cavallo (voce narrante) e Acido Domingo (selezioni musicali): siamo in Brasile, anni ’60, la storia di due giovani musicisti, Caetano Veloso e Gilberto Gil, che avvertono la necessità di entrare in sintonia con l’armonia musicale dei loro coetanei nel mondo.

Sonorità tra Africa e America, di matrice brasiliana. Il reading proietta al pubblico la nascita del movimento attraverso le canzoni simbolo. Dopo il reading la serata continua a tema brasiliano con selezioni musicali del dj.set di Acido Domingo.

Mercoledì 24 luglio

presentazione del libro ‘Dalla terra, dal mare. Storie di donne e di Puglia’ al Park Hotel Paglianza di Peschici ore 22. Ancora doppio appuntamento giovedì 25 luglio all’Hotel Falcone di Vieste alle 17 con ‘La magia della foresta’ e alle 22 con ‘Dalla terra, dal mare. Storie di donne e di Puglia’.

Sempre a Vieste, all’Hotel degli Aranci, sabato 27 luglio alle 22 con Angelo Cavallo. Aperitivo letterario alle ore 16 di domenica 28 luglio a Cala Lunga e poi alle 22 appuntamento al Villaggio San Pablo di Vieste con lo spettacolo musicale Tropicalia.

Lunedì 29 luglio

aperitivo letterario al Calenella (Vico del Gargano) alle 22 e martedì 30, stessa ora, al Villaggio Turistico Arcobaleno di Vieste. Ad arricchire le serate ci sarà la proiezione di un video contenente immagini delle tradizioni, dell’enogastronomia e dei personaggi narrati nel libro, che è il primo dei cinque volumi della collana ‘Di terra di mare’ volta a promuovere il territorio attraverso racconti capaci di narrare i luoghi antropologici della Puglia. In allegato la copertina del libro.

Ufficio stampa Danila Paradiso +39.328.6237094 danilaparadiso@gmail.com www.facebook.com/Diterradimare

FOGGIA – PROTEZIONE CIVILE, GABRIELLI SUL GARGANO

Pubblicato : martedì, 9 luglio 2013

Il capo del Dipartimento Nazionale della Protezione Civile, Franco Gabrielli mercoledì 10 luglio visiterà il campo operativo di Jacotenente, nel cuore della Foresta Umbra, dove anche quest´anno i volontari delle regioni Puglia, Emilia Romagna, Friuli Veneza Giulia e Veneto, coopereranno nelle attività i monitoraggio degli incendi boschivi nel Gargano.

da

FORESTA UMBRA – Protezione Civile, a Jacotenente il quartier generale della Regione Puglia

Pubblicato : giovedì, 4 luglio 2013

 Mercoledì 10 luglio il capo della Protezione Civile in Foresta Umbra. . Minervini: "Sul Gargano campo di protezione civile permanente" Parte oggi l'attività del campo operativo per volontari di Jacotenente, presidio permanente di protezione civile presso la Foresta Umbra per la campagna antincendi boschivi 2013.

Da oggi al 12 settembre i volontari delle Regioni Puglia, Emilia Romagna, Friuli Venezia Giulia e Veneto, insieme all'Ana-Associazione Nazionale Alpini e ai funzionari del Servizio Protezione Civile della Regione Puglia coopereranno nelle attività di monitoraggio degli incendi boschivi in area garganica e di coordinamento di azioni di pronto intervento.

Mercoledì 10 luglio verrà a visitare il campo il capo del Dipartimento Nazionale di protezione civile Franco Gabrielli. Il presidio di Jacotenente ha competenza sull'intero territorio del Gargano, delimitato dal mare adriatico e da una linea immaginaria congiungente i comuni di Lesina e Manfredonia.

Due squadre di volontari faranno pattugliamenti con mezzi antincendio lungo itinerari prefissati, così da attuare vigilanza e sorveglianza preventiva sul territorio. Le associazioni che dispongono di velivoli sorveglieranno il territorio in volo.

A coordinare le attività operative e quelle di spegnimento i Dos del Corpo Forestale dello Stato, oltre ai funzionari regionali di protezione civile nella sala operativa del campo.

Sempre attivo il collegamento con la SOUP (Sala Operativa Unificata Permanente) presso la sede barese della Protezione Civile, grazie a una copertura radio dell'intero territorio, che garantirà le comunicazioni tra tutti gli operatori in qualsiasi situazione.

"Quella di Jacotenente è una importante esperienza di solidarietà e sussidiarietà nella prevenzione, e non solo nell'evento drammatico già accaduto", ha detto Luca Limongelli, dirigente del Servizio Protezione Civile della Regione Puglia.

Ecco perchè la Regione Puglia ha deciso di investire ancora nel presidio (così come in altre attività di protezione civile sia per il rischio incendi che per quello idrogeologico), inserendo la voce di spesa in capitoli di bilancio indipendenti dai tagli del Patto di Stabilità.

Ulteriore investimento è poi stato fatto scegliendo di gestire in autonomia due fire boss dislocati a Grottaglie e, in caso di necessità, Foggia, che affiancheranno i Canadair messi a disposizione dal Dipartimento.

Saverio Serlenga da Teleradioerre

BARI – Al termine monitoraggio marino nel Gargano con la goletta Palinuro

Pubblicato : mercoledì, 3 luglio 2013

 Si concluderà venerdì 5 luglio la Campagna di ricerca «Gargano 2013» nell’area marina antistante il promontorio del Gargano con la Nave Goletta della Marina Militare Palinuro.

L'attività scientifica vede la Marina Militare e l’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia (INGV) insieme nel monitoraggio dei mari italiani.

I sei giovani ricercatori, tra i quali ingegneri, fisici, astrofisici e geologi, finanziati dal Fondo Sociale Europeo, partecipano a diversi progetti che hanno l'obiettivo di misurare le accelerazioni longitudinali e trasversali cui è soggetto il veliero durante la navigazione con il fine di verificare la possibilità di installare una piattaforma inerziale per i rilievi gravitazionali, progetti inizialmente ideati per applicazioni spaziali.

Il secondo obiettivo della ricerca è quello di effettuare il campionamento delle sorgenti di acqua dolce in mare per analisi geochimiche e di conducibilità dell’acqua per il monitoraggio e l’identificazione di sorgenti d’acqua dolce a mare lungo le faglie della zona del Gargano, una zona di grande interesse geologico.

Questa attività scientifica si inserisce nel quadro delle collaborazioni in atto tra la Marina Militare e l’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia, attivate da circa una decina di anni nell’ambito di un accordo denominato CONAGEM (Coordinamento Nazionale di Geofisica Marina) e che, dal suo avvio, ha portato a oltre quindici missioni scientifiche condotte in maniera congiunta

. La Nave Scuola Palinuro della Marina Militare sosterà a Bari, all’ormeggio n.12 del porto cittadino. Durante la sosta sarà possibile visitare lo storico veliero, varato nel 1934, secondo le seguenti modalità: venerdì 5 e sabato 6 luglio, dalle 15.00 alle 19.00 domenica 7 luglio, dalle 10.00 alle 12.00 e dalle 15.00 alle 19.00.

da La Gazzetta del Mezzogiorno

Maltempo sul Gargano, allagamenti e disagi alla circolazione stradale

Pubblicato : giovedì, 27 giugno 2013

Dalle prime ore del mattino alcune squadre dei vigili del fuoco di Foggia e dell'Anas stanno operando a San Menaio, Ischitella Lido del Sole

La violenta tempesta d’acqua, mista a tuoni e fulmini, che si è abbattuta la scorsa notte sul Gargano, ha provocato danni, allagamenti, disagi alla circolazione stradale e notevoli rallentamenti.

Come riferito dall’Agi, dalle prime ore del mattino alcune squadre dei vigili del fuoco di Foggia e dell’Anas stanno operando a San Menaio, Ischitella Lido del Sole.

Ma i disagi maggiori si sarebbero verificati sulla Statale 693 nel tratto compreso tra Vico del Gargano e Peschici, dove, a causa della pioggia, sul manto stradale si sono riversati detriti, tronchi d’albero e altro materiale. In provincia di Foggia il tempo sarà instabile fino a domenica, poi, a partire da lunedì, tornerà l’estate.

da Foggiatoday

CAMPEGGI SUL GARGANO, PERICOLO SCONGIURATO

Pubblicato : lunedì, 24 giugno 2013

 Campeggi e villaggi: stagione al sicuro Pericolo scongiurato per campeggi e villaggi vacanze anche del Gargano grazie a una disposizione inserita nel “Decreto Fare”.

 La questione, segnalata esclusivamente da Assocamping Confesercenti al Governo e presso tutte le sedi istituzionali nazionali e regionali, ha evitato il tracollo di un settore fondamentale nell’offerta della vacanza italiana.

 Per risolvere alcune questioni interpretative, spesso causa di sequestri e di blocco dell’attività turistico-ricettiva all’aperto, la norma inserita nel Decreto Legge riguarda il posizionamento di allestimenti mobili di pernottamento, quali camper, caravan, case mobili, e relativi accessori (verande, cucinotti, ecc.), temporaneamente ancorati al suolo, all’interno di strutture ricettive all’aperto per la sosta ed il soggiorno di turisti. In particolare, facendo riferimento a normative di settore contenute in diverse leggi regionali, con le nuove norme i campeggi non necessitano di permesso a costruire, laddove detto posizionamento sia effettuato in conformità alle leggi regionali applicabili ed al progetto già autorizzato con il rilascio del permesso a costruire per le medesime strutture ricettive.

 ‘Le 2.700 imprese del settore ringraziano il Governo e le Regioni per averci ascoltato – dichiara Pasquale Motta, Presidente Assocamping Confesercenti. Con la stagione alle porte, la concorrenza internazionale e la difficile congiuntura economica, si rischiava di perdere una parte significativa dell’offerta ricettiva di qualità.

Ufficio Stampa Confesercenti Foggia

Estate al mare low-cost Puglia batte Campania

Pubblicato : sabato, 22 giugno 2013

Per «PaesiOnline» sul Gargano prezzi come a Rimini Assenti le località in provincia di Napoli: costano troppo

 

                                                                              Isole Tremiti

LECCE - Al mare sì ma a prezzi contenuti per fronteggiare la crisi che ha colpito gli italiani. Non sarà un’estate facile, soprattutto al sud Italia.

Ma, secondo «PaesiOnline» (società leader del Travel online), esistono numerose località balneari low cost dove fare una vacanza è possibile anche in tempi di contrazione economica, soprattutto per i giovani e le famiglie.

Soprattutto però la Puglia figura come una delle regioni dove il rapporto qualità-prezzo per le vacanze è più conveniente. Nell’elenco spiccano Gallipoli ed il Gargano, località pugliesi ogni estate prese d’assalto da migliaia di turisti per il mare cristallino.

A Gallipoli, città ritrovo dei giovani che affaccia sul mar Ionio, i prezzi per una doppia in albergo partono da 60 euro a notte. Sul Gargano, località scelta soprattutto dalle famiglie, la cifra media è di 70 euro a notte

. E la Campania? Assente. Sì, proprio così. Nell’elenco diffuso da «PaesiOnline» non ci sono Ischia, Capri, la Costiera Amalfitana, Procida, Sorrento, Positano, Amalfi e gli altri luoghi rinomati del turismo campano.

Vere e proprie «perle» delle vacanze, però non adatte per chi vuole trascorrere periodi di relax con la formula low cost, come detto soprattutto i giovani e le famiglie. I prezzi sono troppo alti, non solo per alberghi e bed & breakfast. Ristoranti e discoteche hanno tariffe proibitive.

Altro che vacanze per tutti, insomma. La Puglia invece è in controtendenza. Gallipoli sta diventando il ritrovo dei giovani provenienti da tutta Italia. La località salentina ha di media 22 mila abitanti che durante l’estate, anche grazie alle case vacanza, arrivano ad oltre 200 mila con l’arrivo dei turisti.

E in Italia solo la Romagna è in concorrenza con il Salento. Ma Gallipoli sta tenendo il confronto anche con Riccione, una delle mete storiche del turismo internazionale.

«Se quello che si cerca è il divertimento e la movida notturna, le località più economiche sono Gallipoli, in Puglia, tra le città più votate del portale, con un voto medio di 8,1, dove una doppia ha prezzi che partono dai 60 euro a notte, e Riccione, dove una notte in pensione si può trovare anche a circa 50 euro.

Soprattutto nel primo caso si può risparmiare scegliendo di affittare un appartamento per un periodo minimo di una settimana», spiegano i dirigenti di «PaesiOnline». Che aggiungono: «A Gallipoli si consiglia lo Splash Aquapark e il Samsara Lounge Beach per divertirsi la sera». Gallipoli ha un litorale di 20 chilometri con una ventina di lidi tra zona nord e sud

. E molti stabilimenti balneari durante il giorno diventano delle vere e proprie discoteche all’aperto. Ma Gallipoli è low cost anche per l’acquisto delle case vacanza, un mercato molto appetibile elaborato dal gruppo Tecnocasa.

E’ quello degli acquirenti che hanno un budget medio di 130-140 mila euro. Secondo un dossier di Tecnocasa Group, le ville al mare nella zona di Gallipoli sono acquistate da residenti della provincia di Lecce (soprattutto di investitori per mettere a reddito l’immobile) ma anche da vacanzieri che arrivano da Lombardia, Lazio e Campania. «I primi hanno un budget medio che oscilla da 80 a 120 mila euro mentre i secondi hanno una disponibilità di spesa più elevata che può arrivare anche a 140 mila euro», aggiungono da Tecnocasa. A Gallipoli le zone più richieste sono il centro storico

, Lido San Giovanni e Rivabella. Il centro offre abitazioni tipiche leccesi con volta a stella e in pietra leccese e per questo gli acquirenti sono per lo più amatori del genere; le quotazioni sono mediamente di 1700-1800 euro al metro quadro ma si possono toccare punte di 2000 euro al metro quadro per le soluzioni che si trovano a ridosso delle mura da dove si può godere anche della vista mare.

A Lido San Giovanni ci sono abitazioni in condominio costruite tra gli anni ’70 e gli anni ’80. Le quotazioni medie della zona sono di 1700-1800 euro al metro quadrato. Ci sono anche delle nuove costruzioni che arrivano a valori di 2000 euro al metro quadrato. Nella zona di Rivabella ci sono costruzioni degli anni ’80 e 2000 con prezzi medi di 1500 euro a metro quadrato.

Ma in Puglia, come detto, primeggia anche il Gargano, sulle sponde dell’Adriatico. «Peschici e Vieste la cifra media è di 70 euro a notte per famiglia, con costi che si riducono se si affitta un appartamento con buon anticipo», spiegano ancora da «PaesiOnline».

E concludono: «Se si decide di soggiornare in queste cittadine, all’ExploraGargano, centro escursionismo nel Parco Nazionale del Gargano, è possibile trovare una vasta offerta di attività da fare a piedi, in bici, in quad o in fuoristrada, e per gli amanti del mare anche in barca o in canoa, sempre accompagnati da Guide ufficiali del Parco nazionale del Gargano».

Salvatore Avitabile da Corriere del Mezzogiorno/Foggia

FOGGIA – Tintarelle e primi tuffi in acqua, ma cumuli di rifiuti maleodoranti sulle spiagge

Pubblicato : lunedì, 17 giugno 2013

Lettori denunciano la presenza di rifiuti sulle spiagge della provincia di Foggia, in particolare a Marina di Chieuti e a San Menaio, frazione di Vico del Gargano

               La spiaggia di San Menaio

Mentre l’anticiclone Ade infuoca l’Europa e lo Stivale, in Capitanata tiene banco il problema dei rifiuti, ma sulle spiagge. Nel week end appena trascorso migliaia di persone hanno affollato le località di mare bagnando l’avvio della stagione estiva con i primissimi tuffi in acqua; ma non sono mancate le polemiche.

In parecchi, infatti, hanno denunciato il degrado in cui versano le spiagge, soprattutto quelle di San Menaio e di Marina di Chieuti.

Probabilmente, o almeno si spera, ci si è fatti trovare impreparati dall’improvviso aumento delle temperature, ma i detriti e i cumuli maleodoranti di immondizia che hanno accolto i primi turisti e i cittadini foggiani che hanno scelto di trascorrere una domenica fuori porta, destano preoccupazione per il prosieguo della stagione estiva.

FOTO LETTORI | SAN MENAIO: SPIAGGE SPORCHE 16 GIUGNO 2013

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

FOTO LETTORI | MARINA DI CHIEUTI: SPIAGGIA SPORCA 16 GIUGNO 2013

 

Tutto questo nel giorno in cui a Manfredonia in 200 partecipavano agli Stati Generali del Turismo attivo in Puglia, come occasione di rilancio del territorio e per spegnere le polemiche che vedono da anni il Gargano e il Salento contrapposti, oggetto di in una sfida inutile. Fuori, in spiaggia, è tutta un’altra storia: castelli di sabbia e tintarelle, ma sullo sfondo l’increscioso spettacolo dei rifiuti.

da Foggiatoday

FOGGIA – E-venti d’estate, emissioni culturali a impatto zero Laboratori Urbani Artefacendo & Co. insieme contro la crisi

Pubblicato : venerdì, 14 giugno 2013

Laboratori Urbani Artefacendo in partnership con Provo.Cult, Gruppo Speleologico Montenero, Tutti i colori del mondo, Compagnia delle Orchidee, Borgo Magna, MAD di Mattinata, e grazie al prezioso sostegno incassato dalla Regione Puglia, dalla banca del territorio, la BCC, Centra Viaggi e Vacanze, La Fenice, hanno dato vita ad un progetto culturale di legame tra il territorio ed il turismo.

È nato così il cartellone “E-venti d’estate”, una vera e propria emissione di eventi culturali a impatto zero. Una miriade di appuntamenti che si apriranno sabato 22 giugno in Piazza Europa a San Giovanni Rotondo, con la terza edizione dell’Artefacendo Rock Festival (presenta Roberta De Matthaeis di Radionorba, special guest Erica Mou) e proseguiranno senza soluzione di continuità fino ad estate inoltrata su tutti i comuni dell’Ambito Territoriale di San Marco in Lamis – Rignano – San Giovanni Rotondo – Sannicandro.

Tra le altre iniziative il “Novecento Music Show” (San Giovanni Rotondo, giovedì 27 giugno), un ricco programma di escursioni, la kermesse culturale “Estatefacendo” che sarà aperta da Pino Aprile (San Giovanni Rotondo, giovedì 11, 18 e 25 luglio), la sesta edizione del “Gargano Film Fest” con il concorso di cortometraggi “Provocorto” (San Giovanni Rotondo, dal 2 al 4 agosto), “Cchiù fa notte e cchiù fa forte” (San Marco in Lamis, sabato 17 agosto), “Art in Folk” (Rignano, dal 19 al 21 luglio),

Tutti i colori del mondo al circo, con la scuola circense “En piste” di Firenze (Sannicandro, dal 29 luglio al 5 agosto), il “Festival delle bande e della letteratura” (su tutti i comuni dell’Ambito dal primo al 5 settembre). I Laboratori Urbani Artefacendo, nati grazie alla progettualità Bollenti Spiriti delle Politiche Giovanili della Regione Puglia ed attivi ormai da tre anni sull’Ambito Territoriale, sono una realtà consolidata su cui continuare ad investire in termini di fiducia e di risorse

. Aperti tutto l’anno, offrono corsi di formazione, workshop e clinic, cineforum, convegni e dibattiti, serate di sensibilizzazione ed eventi culturali in genere ad un bacino d’utenza senza limiti d’età che conta ormai centinaia di utenti e simpatizzanti.

Comunicato Stampa Laboratori Urbani Artefacendo

FOGGIA – National geographic, Nikon e Lonely Planet: il Gargano conquista il mondo

Pubblicato : lunedì, 10 giugno 2013

L'assessore regionale Godelli venerdì a Manfredonia

National geographic, la Nikon, la tv di stato spagnola, la Lonely Planet, Radio Capital. E anche la Regione Puglia. Il Gargano si scopre al centro dell’attenzione turistica e il prossimo 14 giugno ospita a Manfredonia l’appuntamento con gli Stati generali del turismo attivo.

Sarà l’occasione per confrontarsi con l’assessore al Turismo, Silvia Godelli, che parteciperà all’incontro all’Hotel Regio Manfredi e presenterà la Mostra di fotografie sul Gargano frutto della campagna di co-marketing con la Nikon.

SCATTI D'AUTORE. Dopo le riprese per “Paraìsos cercanos”, il più importante magazine di viaggi della TVE, la perla dell’Adriatico è di nuovo sotto i riflettori sia di Nikon che di un seguitissimo programma radiofonico, Capital in the World realizzato con Lonely Planet.

Nell’ambito della campagna internazionale in co-marketing con la Puglia, i fotografi NPS – Nikon professional services – Vanda Biffani (fotografa ufficiale dello sport internazionale) e Franco Cappellari (Touring e National Geographic) hanno esplorato l’intero territorio del Gargano e realizzato centinaia di splendide foto (in ben due settimane di riprese), foto che entreranno nel circuito internazionale e che verranno utilizzate nelle diverse attività di comunicazione e promozione, guide ufficiali, campagne di advertising, mostre fotografiche, eventi, ecc.

RADIO CAPITAL. Sul promontorio del Gargano e sulle isole Tremiti dal 25 al 30 giugno sbarca poi la carovana di radio Capital in the world e Lonely Planet.

Anche quest’anno il programma radiofonico che insieme al più grande editore di viaggi del mondo recensisce e visita i luoghi più belli e interessanti del pianeta, ha scelto la Puglia, e in particolare il Gargano, come destinazione italiana da raccontare ai propri ascoltatori.

da Foggiacittaaperta

Nasce Il consorzio della Pro Loco del Gargano

Pubblicato : mercoledì, 22 maggio 2013

 San Giovanni Rotondo, Monte Sant’Angelo, Carpino, Cagnano Varano, Borgo Celano, Rignano Garganico, San Nicandro Garganico, Lesina. E’ questo il nucleo fondativo del Consorzio delle Pro Loco del Gargano, istituito il dieci maggio 2013 presso lo studio della Notaio Carla D’Addetta a Vico del Gargano.

Le Pro Loco, rappresentate rispettivamente da Angelo MARINO, Maria L. BASTA, Paola NIRO, Matteo CICILANO, Angelo POZZOLANTE, Antonio GISOLFI, Giorgio DE ROGATIS, Leonardo STICOZZI, sono state accompagnate durante il percorso dal consigliere nazionale dell’UNPLI – Unione Nazionale Pro Loco d’Italia – prof. Pietro GUERRA. Angelo MARINO, della Pro Loco di San Giovanni Rotondo, promotore dell’iniziativa, è stato eletto presidente del Consorzio, mentre Paola NIRO della Pro Loco di Carpino ne è la vicepresidente.

Il comune intento degli interlocutori è stato quello di mettere in pratica l’idea ed il sogno di creare sul territorio garganico la prima esperienza importante di fare sistema.

Fare rete nelle Pro Loco è un’esigenza avvertita da tempo che non ha mai trovato sinora l’attenzione giusta in nessun altro ambito istituzionale.

La consapevolezza che non esistono più margini di sviluppo autonomo, ma che il futuro si costruisce attraverso l’interazione tra soggetti privati, associazioni ed istituzioni, ha favorito il dialogo tra realtà locali con peculiarità diverse, come sono quelle dei fondatori del Consorzio delle Pro Loco Garganiche.

da Meridiano16

CAGNANO VARANO – LIVING FESTIVAL 2013, APERTE LE ISCRIZIONI AL CONCORSO MUSICALE

Pubblicato : mercoledì, 15 maggio 2013

Sono partite ufficialmente le iscrizioni al concorso musicale del Living Festival, promosso dall’Associazione Schiamazzi e dal Dipartimento Studi Umanistici dell’Università di Foggia in collaborazione con il Forum dei Giovani Foggia, giunto alla sua settima edizione.

Il Festival vuole promuovere la creatività dei giovani emergenti, indipendentemente dal genere e dall’arte praticata; coinvolgere i giovani attivamente nell'organizzazione dell’evento per farli divenire veri e propri protagonisti della società.; trasmettere la filosofia del “volere e potere”, contrastando il dilagante menefreghismo giovanile.; dare la possibilità ai giovani di esprimere la propria creatività; promuovere lo scambio delle realtà giovanili dei vari Comuni garganici al fine di educare le nuove generazioni all'abbattimento dei campanilismi; favorire lo scambio giovanile tra Foggia e il Gargano e promuovere la creatività applicata allo sviluppo economico e al problem solving

PARTECIPAZIONE- Ogni partecipante dovrà presentare quattro brani (di lunghezza standard- max 5 minuti) di cui uno necessariamente inedito, cioè mai pubblicato e mai eseguito in una manifestazione pubblica.

La partecipazione è aperta a tutti gli artisti (singoli, duo o gruppi), ed a tutti i generi musicali. La domanda di iscrizione sarà valida solo se verrà utilizzato il modulo online sul sito ufficiale della manifestazione ed effettuata entro le 24 del 30 giugno.

L’esito del concorso sarà ottenuto dalla somma dei voti ottenuti online dagli artisti nei giorni antecedenti alla finale (con un’influenza del 10% sull’esito), dalla giuria demoscopica composta da giovani dai 18 ai 35 anni con esperienze in campo musicale (40% dell’esito) e da una giura di esperti in campo musicale, presieduta da Roberto Parisi corrispondente di RTL 102.5 (restante 50%).

 La giuria demoscopica sarà composta giovani che faranno domanda di giurato scelti in base  curriculum (verrà pubblicato un bando apposito).Il Living è divenuto ormai un appuntamento per l’estate garganica e a prova della serietà e della qualità artistica della manifestazione, i vincitori delle passate edizioni hanno dato prova del lor talento anche su scala nazionale.

Ancora una volta, quindi, quest'estate il Gargano sarà protagonista di una settimana all'insegna di passione, emozione e voglia di partecipare.

 Al link seguente il bando completo:Bando edizione 2013 

SITO UFFICIALE : www.cagnanolivingfestival.com ###

PER MAGGIORI INFO

SCHIAMAZZI associazione socioculturale via Orti 5, 71010 Cagnano Varano FG tel. 327/0072006

web: schiamazzi.org

affiliata all'AICS (Associazione Italiana Cultura Sport)

Premio Saccia 2011: Premio speciale per l'Informazione Premio G. Ricci 2009 per l'impegno sul territorio

FOGGIA – Tavola Rotonda VIVERE LA DAUNIA

Pubblicato : lunedì, 13 maggio 2013

Un progetto per valorizzare la Daunia.

Una tavola rotonda per mettere insieme le sinergie per promuovere il territorio grazie al web.

Lunedì 13 maggio, dalle ore 16,30 alle ore 18,30, presso l’Aula Magna del Dipartimento di Studi Umanistici della Facoltà di Lettere degli Studi di Foggia si terrà la Tavola Rotonda “Vivere la Daunia”, in cui si discuterà di integrazione tra turismo esperienziale (di tipo culturale e naturalistico), enogastronomia e tradizioni per portare la Daunia in Italia e nel mondo. In tutta Italia, appena poche settimane fa, il movimento “Invasioni digitali” ha organizzato dal basso, utilizzando la rete, oltre 250 mini-eventi, piccole “invasioni” in musei e luoghi d’arte di tutto il territorio nazionale per viverli e raccontarli in prima persona.

Una manifestazione perfettamente riuscita che ha sottolineato ancora una volta le enormi potenzialità del nostro Paese nell’ambito della promozione turistica e culturale.

Ormai siamo di fronte a nuove forme di turismo, in cui le persone sono progressivamente più attive. “Da semplici viaggiatori” come scrive Roberta Milano, tra le promotrici dell’evento “le persone evolvono in viaggiattori, riguadagnando – grazie al web e alle mole enorme d’informazioni consultabili – un protagonismo di cui il turismo di massa li aveva spogliati, e ulteriormente in viaggiautori, occupando quello spazio digitale che la connessione in mobilità ha dilatato”.

Condividendo questi presupposti e questa esperienza e consapevoli e protagonisti della necessità di un cambiamento nelle modalità di fruizione del patrimonio paesaggistico della Puglia settentrionale,

Intuizioni creative e ArcheoLogica srl sono lieti di illustrare un nuovo sistema in grado di personalizzare la visita nei molteplici scenari che caratterizzano lo straordinario paesaggio tra Subappennino, Tavoliere e Gargano.

Lunedì 13 maggio, dalle ore 16,30, presso l’Aula Magna del Dipartimento di Studi Umanistici della Facoltà di Lettere degli Studi di Foggia si terrà la Tavola rotonda “Vivere la Daunia”, in cui si discuterà di integrazione tra turismo esperienziale (ad esempio, come quello di tipo culturale e naturalistico), enogastronomia e tradizioni per far conoscere la Daunia in Italia e nel mondo.

Obiettivo comune è operare insieme al fine di promuovere il nostro territorio e destagionalizzare il turismo nella provincia di Foggia: Intuizioni creative e ArcheoLogica srl presenteranno il portale "Daunia da vivere" che, attraverso il sistema flywheel, consente al turista di organizzare in autonomia le proprie "esperienze culturali", attingendo alle offerte proposte sul portale e gestite direttamente dagli operatori turistici e culturali.

Le strutture presenti nel sistema non potranno che trarre beneficio da questo nuovo servizio e i singoli utenti avranno a disposizione, in un’unica piattaforma, le diverse opportunità attraverso le quali costruire la propria esperienza nei luoghi della Daunia e del Gargano, rilanciandone l’immagine a livello regionale e nazionale.

Interverranno:

Giuliano Volpe – Rettore dell'Università degli Studi di Foggia

Saverio Russo - Direttore del Dipartimento di Studi Umanistici dell'Università degli Studi di Foggia 

Franco Mercurio -  Provincia di Foggia

Giusy Albano - Assessore allo Sviluppo e alle Politiche Giovanili del Comune di Foggia

Gloria Fazia – Direttrice del Museo Civico di Foggia

Angelo Valentino Romano – Presidente della ArcheoLogica S.r.l. Spinoff dell'Università di Foggia

Valerio Caira – Presidente Gal Piana del Tavoliere Fabio Carbone – ACLI Foggia

Michele Del Giudice – CAI Foggia

Peppe Zullo – Ristoratore

Damiano Gelsomino – Presidente della Confcommercio Foggia

Stefano Pecorella – Presidente del Parco Nazionale del Gargano

Giancarlo Piccirillo – Direttore Puglia Promozione Modera il giornalista Loris Castriota Skanderbegh

La Tavola Rotonda sarà trasmessa in diretta streaming sulla webtv www.terzosettore.tv

L’Ufficio Stampa Archeologica Srl

Per ulteriori informazioni rivolgersi a 0881750334 info@archeologicasrl.com,

Tra vent’anni sarete più delusi per le cose che non avete fatto che per quelle che avete fatto.

Quindi mollate le cime. Allontanatevi dal porto sicuro. Prendete con le vostre vele i venti. Esplorate. Sognate. Scoprite.

Mark Twain

Gruppo di Azione Locale Piana del Tavoliere Soc. Cons. Mista pubblico-privata a r.l.

Sede legale/operativa: Via Vittorio Veneto, 33 Casella postale 52 71042 Cerignola (FG)

Tel.Fax.: +39 0885 402552 +39 0885 425065

Twitter: @PianaTavoliere

Skype: animazionepianatavoliere

www.pianatavoliere.it

email: info@pianatavoliere.it  - PEC certificata@pec.pianatavoliere.it

 

Le spiagge di Vieste si animano con il surf casting

Pubblicato : venerdì, 10 maggio 2013

Ha inizio questa mattina alle ore 11.00, nella splendida cornice di Vieste, l'importante Campionato Italiano di surf casting eccellenza Sud.

Questa gara coinvolge i migliori atleti del sud italia e si svolge in contemporanea con quella del Campionato Italiano Eccellenza Nord che si svolge in contemporanea a S. Vincenzo (Livorno).

Al termine delle due competizioni, eccellenza sud ed eccellenza nord, avremo una finale che decreterà il campione d'Italia.

A Vieste i partecipanti sono ben 140, le squadre ammesse alla competizione sono al max 55, di cui 7 provenienti dal campionato italiano per società 2012 e le altre dalle rispettive selezioni provinciali 2012. L'evento si svolgerà da regolamento con il catch-and-release, regola che prevede di tenere in vita il pescato per poi liberarlo in mare aperto.

Un vero spettacolo quello che attende queste spiaggia quindi. L'inizio gara è previsto per le 17.30 e coinvolgerà le spiagge di Pizzo Munno e San Lorenzo.

L'organizzazione è stata affidata alla SPS Fishig Club Lenza Oro di San Severo con la supervisione della sezione provinciale FIPSAS di Foggia.

Al di là dell'importanza agonistica dell'evento in se, la gara ha acquisito quest'anno un'importanza maggiore, in funzione della raccolta di fondi in favore della famiglia di Pasquale Barnabà, appassionato e sportivo figura di spicco nel settore del surfcasting e della subacquea deceduto il 30 di Aprile, a causa di un incidente durante un'immersione.

Le premiazioni avverrànno al termine della seconda prova, sabato notte intorno alle 24.00 presso il ristorante lo Skipper a Vieste.

Per informazioni, approfondimenti, immagini e interviste, contatta l'ufficio stampa al numero 3396732164

FOGGIA – World Migratory Bird Day 2013

Pubblicato : mercoledì, 8 maggio 2013

“Centro Studi Naturalistici e Giornata Mondiale degli Uccelli Migratori (WMBD)”

Nel mese di Aprile è iniziato il consueto campo sull’analisi del fenomeno della migrazione degli uccelli rapaci sul Promontorio del Gargano.

Ogni primavera, ed ogni autunno, infatti li vediamo, in stormi o singolarmente, viaggiare verso climi più adatti alla loro sopravvivenza.

Circa un terzo delle specie viventi compie una vera e propria migrazione e, nel viaggio di andata e ritorno, milioni di esemplari non riescono a giungere a destinazione, disorientati da correnti, venti, nebbie e anche dalle luci artificiali delle nostre città, dall’impatto con cavi dell’alta tensione o peggio ancora vengono abbattuti illegalmente da bracconieri.

Il Centro Studi Naturalistici ONLUS e la Società Oasi Lago Salso di Manfredonia, aderiscono alla giornata mondiale degli uccelli migratori, presso l'Oasi il giorno 12 maggio 2013, con l'intento di sensibilizzare l'opinione pubblica verso questo importante fenomeno fondamentale per la tutela e la conservazione degli uccelli.

L’iniziativa si inserisce, inoltre, nell´ambito delle attività di comunicazione e sensibilizzazione previste dal progetto LIFE+ 2007 – “Azioni di conservazione per l´avifauna prioritaria dell´Oasi Lago Salso”

Spiega il naturalista dott. Maurizio Marrese, responsabile della ricerca, la migrazione è l’affascinante fenomeno in cui una specie animale si muove da un territorio all’altro, spesso anche da un capo all’altro del pianeta, per trovare condizioni climatiche più idonee o per la ricerca di cibo.

Questa attività è tipica di molte specie animali in primis gli uccelli ma non è possibile dimenticare altri gruppi come i cetacei, pesci, mammiferi e insetti come ad esempio le farfalle o le cavallette che sono parimenti grandissimi viaggiatori.

Il fenomeno sembra essere legato all'evoluzione: milioni di anni fa, molti uccelli che abitavano le zone calde, si spostarono alla ricerca di cibo, ma furono poi costretti a tornare durante la stagione fredda.

Da allora la maggior parte delle specie ha mantenuto l'abitudine di spostarsi con scadenze stagionali.

Nei loro epici spostamenti di migliaia di chilometri, gli uccelli migratori connettono continenti, culture e persone lungo rotte migratorie.

La giornata mondiale degli uccelli migratori e il tema di quest’anno mette in luce anche l'importanza della creazione di reti tra i governi, le organizzazioni ambientaliste e le persone dedicate alla conservazione degli uccelli migratori stabilendo connessioni globali

"È necessaria un'azione congiunta in forma di cooperazione internazionale, dal momento che gli sforzi di conservazione in un paese possono essere completamente compromessa dalla perdita di un singolo sito in un'altra". Negli ultimi anni le ricerche inerenti la migrazione visibile degli uccelli, in particolare dei rapaci, sono aumentate nel territorio nazionale.

Per questo crescente interesse è nato il progetto MIGRANS GARGANO, studio attualmente in corso fino a Giugno, che ha come obiettivo il monitoraggio degli uccelli migratori con particolare attenzione ai rapaci, per creare e pianificare precise misure di conservazione per la tutela di queste specie molto vulnerabili.

Domenica prossima quindi Falchi pecchiaioli, Grillai, Lodolai, F. di palude,

F. cuculi, Nibbi e Albanelle saranno protagonisti di questo 2013 insieme agli operatori e guide dell'Oasi Lago Salso che metteranno a disposizione gli strumenti ottici per osservare gli uccelli.

Per informazioni sulle modalità di partecipazione e prenotazioni alla visita guidata telefonare alla segreteria dell'Oasi Lago Salso tel. 0884 571009.

Ufficio Stampa  Centro Studi Naturalistici Onlus

Crocieristi sul Gargano, ma visitano Trani

Pubblicato : sabato, 27 aprile 2013

 Nessuna gita proposta per i lidi di Mattinata o il santuario di Padre Pio a San Giovanni Rotondo

La nave da crociera

Croceristi non visitano il Gargano

I crocieristi sbarcano sul Gargano ma visitano Trani.

Dei 340 turisti tedeschi, svizzeri e austriaci arrivati ieri mattina a Manfredonia a bordo della nave da crociera «Berlin»,

70 hanno preferito salire su un pullman per dirigersi a Trani piuttosto che conoscere le bellezze del Gargano.

Anche perché, pur volendo, non avrebbero potuto farlo, essendo quello diretto a Trani l’unico pullman organizzato.

Tutti gli altri crocieristi, dopo un’accoglienza a base di prodotti tipici della Capitanata, sono rimasti a Manfredonia per visitare il Castello Svevo e fare shopping.

Una turista si è pure affidata al pronto soccorso dell’ospedale dopo una lussazione alla spalla contratta a bordo della nave.

«Trani rientrava tra gli itinerari già programmati da tempo — spiega Vincenzo Prencipe, dell’agenzia marittima Galli — in quanto località già conosciuta e amata dai turisti tedeschi».

Eppure proprio i tedeschi sono stati per decenni i più grandi estimatori delle bellezze del Gargano, che oggi può contare anche su pregevoli itinerari religiosi. Da Manfredonia in pochi minuti è possibile raggiungere i vicini centri di San Giovanni Rotondo, dove sono custodite le spoglie di San Pio, e Monte Sant’Angelo, la cui Grotta-Basilica di San Michele da due anni è stata dichiarata patrimonio Unesco.

«Il passeggero che va in crociera — aggiunge Prencipe — non ama i tour religiosi.

Ci attiveremo per progettare percorsi paralleli agli itinerari turistici tradizionali». Uno è facile facile e non ha bisogno di studi: lo splendido mare di Mattinata, a due passi, potrebbe far contenti i turisti che si accontentano di un bagno, l’aspirazione massima, in realtà, per chi è in vacanza.

Quella di ieri, però, è stata la seconda e ultima nave da crociera a entrare quest’anno nel porto di Manfredonia, dopo 25 anni di inattività assoluta dello scalo da questo punto di vista.

«Solo una sperimentazione in vista del 2014 — specifica Teresa Musacchio, vice-presidente della neonata agenzia del Turismo di Manfredonia — quando le soste delle navi da crociera aumenteranno: ci sono già contatti con 4 compagnie».

Marzia Campagna da Corriere Mezzogiorno

Dall’antica civiltà contadina del Gargano 1° Maggio – Anni Cinquanta –

Pubblicato : sabato, 27 aprile 2013

 Gli effetti devastanti dell’ultima guerra mondiale hanno messo a dura prova la maggior parte della popolazione Garganica.  

Le famiglie provate da lutti e da malattie sono diventate ancor più povere e la classe operaia ancora più segnata dalla miseria.

Molti genitori sono stati costretti di affidare i propri figlioletti a gestori artigianali ed agricoli per garantire loro un pezzo di pane. I ragazzi venivano messi a disposizione delle maestranze per l’intera giornata e non venivano neanche iscritti alla scuola dell’obbligo.

Gli scapaccioni erano consentiti dai superiori per qualche errore banale e per placare i cattivi umori dei superiori. Apprendere un mestiere era un obbligo.

L’apprendistato, per coloro che intraprendevano l’arte della campagna, consisteva nel pascolare le bestie ricevendo come retribuzione: il pane quotidiano, un litro di olio e un chilo di sale al mese, una forma di cacio a Natale ( la grandezza a discrezione del padrone) e una piccola paghetta. I ragazzi erano già maturi e consapevoli della situazione economica familiare tanto da risparmiare l’olio e il sale e riportare la quantità residua alle proprie case.

I genitori pattuivano con i datori di lavoro: il salario e due giorni di riposo bimensile e la garanzia della festività del 1° Maggio.

I giovani lavoratori, oltre alla fatica della giornata lavorativa, dovevano sottostare agli ordini degli anziani garzoni: prelevare l’acqua dai pozzi e dalle cisterne, raccogliere la legna per il fuoco serale, lavare la pentola e il piatto (unico per tutti), attendere che gli anziani iniziassero l’assaggio dei pasti trattenendo il proprio languore.

Il rispetto e l’obbedienza verso l’anziano e il padrone erano doveri indiscutibili.

Il Segno della Croce era l’unica preghiera che conoscevano per ringraziare il Signore dopo aver portato la mandria nella stalla ogniqualvolta le intemperie incombevano in aperta campagna e le bestie si spaventavano per il vento, per i tuoni e per i fulmini e non erano più controllabili e prendevano direzioni diverse.

La festa del 1° Maggio era come onorare le prestazioni di tutti i lavoratori, era il coraggio represso che si sprigionava attraverso lo sfogo collettivo, era la rivalsa di tutte le ingiustizie accumulate durante l’anno.

I preparativi iniziavano nei giorni precedenti alla festa, i ragazzi e le donne si dileguavano nei campi per raccogliere fiori rossi e bianchi perché i loro petali venivano utilizzati dai manifestanti.

La mattina del primo Maggio la popolazione si radunava nella piazza davanti alla camera del lavoro per formare il corteo.

I più piccoli in prima fila, vestiti di camice rosse e in mano le bandierine con lo stemma della falce e del martello, poi le donne ornate con il capo di ghirlande rosse; alcune di esse sostenevano grossi cesti pieni di petali di rose e papaveri che lanciavano per terra al passaggio di qualche rappresentante sindacale e di partito.

Gli esponenti di spicco portavano all’occhiello il garofano rosso e con il megafono pronunciavano frasi di rivendicazioni oppure davano l’inizio all’inno del partito: “Avanti popolo alla riscossa, bandiera rossa, trionferà” e tutte le bandiere sventolavano contemporaneamente.

Gli uomini al seguito con i propri mezzi di lavoro: biciclette ornate di fiori rossi; asini e muli ricoperti di mantelli rossi, tutti allineati al seguito del corteo e appena la banda dava inizio all’inno del “ 1° Maggio o di bandiera rossa”, gli animali ragliavano fortemente dallo spavento.

Il corteo, in prossimità dell’abitazione di qualche benestante aumentava la tonalità degli inni provocatori diventando sempre più assordanti; questi i versi: “ mangiatillo e sugatillo il limone , lo sappiamo che non ti piace ma oggi devi farti capace che il limone devi mangiare,” era l’unico giorno in cui i padroni sostituivano i loro garzoni per i fabbisogni della campagna.

L’altro corteo più contenuto, quello della democrazia cristiana, partiva dalla parte opposta ed era composto: da impiegati, professionisti e praticanti religiosi con le bandiere bianche marchiate dallo stemma dello scudo crociato, meno affollato dell’altro ma più ricco di mezzi; al seguito i primi trattori che trainavano rimorchi con sopra le donne che lanciavano i petali di rose bianche e di margherite; i cavalli avevano le criniere intrecciate, ricoperti con mantelli bianchi, preparati come a partecipare a vecchi rodei medioevali, le bestie scalpitavano storditi dal canto di “ oh bianco fiore simbolo d’amore” oppure dagli applausi che riceveva l’esponente del partito per ogni battuta pronunciata al megafono.

I due cortei si svolgevano nel pieno rispetto reciproco, per ordine e per compostezza. I cortei si scioglievano dopo i comizi tenuti dai loro rappresentanti politici e sindacali che fissavano l’appuntamento nel pomeriggio per la scampagnata in due località diverse.

I luoghi prefissati, in aperta campagna, erano paragonabili a l’invasione di formiche colorate che prendevano d’assalto: frittate, formaggi, lampascioni al forno, salsicce, taralli e ciambelle, tutti prodotti fatti in casa, mentre il vinello aspro nostrano, posto nei fiaschi, veniva sorseggiato e il recipiente passava di mano in mano; quel liquido alimentava ancor di più lo sfogo e ne liberava ba ttute, risate e gesti provocatori, nei confronti delle maestranze e dei padroni.

Per l’occasione si organizzavano diverse attività agonistiche, dove i protagonisti erano gli stessi manifestanti che si misuravano: nel tiro alla fune, nella corsa nei sacchi e si allestiva la cuccagna composta da un palo con appesi i prodotti alimentari legati dallo stendardo rosso per il partito comunista e dallo stendardo bianco per il partito della democrazia cristiana

. I partecipanti che toccavano lo stendardo per prima portavano a casa i prodotti. I vincitori erano sempre i ragazzi poveri, bramosi di impossessarsi degli alimenti riscattando la fame addomesticata.

La corsa degli asini era lo spettacolo più divertente, gli animali non sempre ubbidivano al proprio fantino, si fermavano di colpo disarcionandolo oppure prendevano direzioni diverse ragliando fortememte.

Per l’occasione si organizzava la gara ciclistica con la partecipazione di molti corridori di regioni limitrofi e la strada faceva da vera trincea ai manifestanti dei due partiti.

Prima dell’arrivo dei corridori era il direttore di gara, affacciato allo sportello della balilla, unica macchina al seguito, che dettagliava a megafono l’andamento della corsa.

Quando annunciava la fuga di qualche corridore nostrano, il boato di gioia s’innalzava nei pressi dell’arrivo, la folla si ammucchiava velocemente lasciando pochissimo spazio al passaggio dell’autovettura.

I nostri atleti si allenavano dopo aver zappato l’orto, unica loro palestra e l’alimentazione di quel tempo consisteva in: “pane, scorza e mollica”.

Spesso per partecipare alle gare in altri paesi, partivano in bici al mattina presto, magari vincevano e poi facevano ritorno alle proprie case sempre in bici.

Questi personaggi erano amati da tutti, non tanto per il valore delle vittorie ma per come si allenavano, senza trascurare il duro lavoro quotidiano.

Il successo nostrano sprigionava la gioia di tutti i presenti; abbracci e brindisi annientavano completamente la rivalità; il luogo improvvisamente si trasformava in un unico colore “ bianco e rosso” , colori che nel dopoguerra hanno annientato il nero.

La vittoria esaltava il valore umano accampato in ogni cittadino Garganico, rappresentava il riscatto della situazione sociale, rappresentava lo stimolo per la buona riuscita, giacché in molti erano consapevoli che avrebbero abbandonato la propria terra natia e s’immedesimavano vincenti nei confrontarsi degli ostacoli e dei rivali che avrebbero incontrato lungo le strade del mondo.

Attualmente il 1° Maggio si svolge in modo diverso, la piazza della Capitale è l’unico luogo per la scampagnata dove i lavoratori arrivano da ogni parte d’Italia stremati dai lunghi viaggi trascorsi in pulman o in treno messi a disposizione dai rappresentanti politici e sindacali per ascoltare i loro comizi confezionati di belle parole, di frasi con verbi ben coniugati e tantissime promesse e si concludono con il suono assordante del concerto rock.

La manifestazione Garganica di quel tempo era sentita da tutta la popolazione, era più viva, era più bella, era l’embrione della Libertà che sbocciava con la Partecipazione.

Gradirei onorare: gli organizzatori di quel tempo, che coinvolgendo i cittadini a mettere a disposizione il proprio tempo libero, hanno saputo organizzare manifestazioni senza incidenti; le donne, nonostante la riservatezza rimarcata e osservata di quei tempi hanno accompagnato senza vergogna, i propri mariti, i propri figli e gridare:

“ 1° Maggio Festa dei Lavoratori “; tutti quei ragazzi temperati dallo spirito di sacrificio che si sono riscattati raggiungendo poi traguardi ambiti in Italia e nel mondo, nonostante l’analfabetismo e la cruda reale povertà; i tanti protagonisti sportivi nostrani passati nel dimenticatoio; tutti coloro che hanno sfilato per le strade con entusiasmo pacifico e che hanno onorato e arricchito “quel dì di festa”; tutti, proprio a tutti va il meritato applauso.

Antonio Monte da Milano

LUCIO NEL CUORE DI PESCHICI

Pubblicato : sabato, 27 aprile 2013

  Si consolida il doveroso omaggio a uno dei più appassionati amanti del Gargano e di Peschici in particolare: Lucio Dalla. In molti ricordano l’intervista fatta da questa testata a ‘commarë Mëmena’

(http://www.puntodistella.it/news.asp?id=5383), primo contatto umano col Promontorio che si svilupperà nel tempo con la conoscenza più approfondita del territorio stesso fino a scegliere le Tremiti come residenza in cui trascorrere le giornate più belle della sua esistenza.

Ecco perché domenica 28 alle 20, a Peschici, si rinnova il tributo al cantautore scomparso il 2012, alla vigilia del suo 70.mo compleanno. L’invito dell’Associazione locale “Punto di Stella”, lanciato tramite il suo Comitato “Peschici Eventi”, è stato accolto con entusiasmo dalle numerose band della cittadina garganica, ma anche da singoli cantanti, e tutti insieme non mancheranno di ricordare la sua vena artistica, il repertorio,

il carisma, soprattutto la figura di un uomo sempre sopra le righe.

Non è assoltamente facile raggiungere l’intento, data la complessità del protagonista della serata, personaggio non facilmente inquadrabile in uno stereotipo, ma l’organizzazione ce l’ha messa tutta ricorrendo anche ad alcuni video e a slide-show in grado di riportare alla memoria degli spettatori – che si attendono numerosi – una personalità proteiforme e poliedrica.

Si visioneranno così “Attenti al lupo”, “Dalla e il Gargano” e “Dalla parte del mare”, realizzato dagli alunni dell’Istituto Comprensivo “Libetta” con la collaborazione di Annamaria Marinozzi, Lucy Petrucci e del giornalista di Repubblica,

Piero Russo, altro grande ‘amante’ dello Sperone che ha assicurato la sua presenza insieme col sindaco di Manfredonia, Angelo Riccardi, e delle Isole Tremiti, Antonio Fentini.

L’apertura del concerto sarà trionfale.

E’ stata affidata infatti, anticipata da alcune letture, alla Banda Musicale “Città di Peschici”, cui seguiranno le esecuzioni dei ‘musici’ locali, che non hanno voluto far mancare il loro apporto, come da programma che segue, suscettibile comunque di eventuali modifiche.

L’evento ha il supporto del Comune di Peschici, di autorità civili e militari, del fonico Dino Iervolino, del tecnico luci Pierpaolo Olivieri, del responsabile affissioni pubblicitarie Pino Marino, di Raffaele Vigilante e soprattutto di Vincenzo De Nittis.

IL PROGRAMMA

(ore 20) – Proiezione video “Attenti al Lupo” – Illustrazione del palinsesto a cura del presidente del Comitato “Peschici Eventi”, Elia Salcuni – Lettura del brano “Lucio elogia il Gargano” a cura di Marcella Caroprese, che presenterà la serata – Proiezione video “Dalla e il Gargano” – Apertura concerto: “Caruso” (Banda Musicale “Città di Peschici”) – “4 marzo 1943”, “Piazza Grande”, “

L'anno che verrà”, “Balla balla ballerina”, “Milano”, “Una casa in riva al mare” (band “Valida Idea”: Mario Fasanella, Nicola Castaldo, Rocco Caputo, Carmela Pupillo – “Henna” (VinVè, parte recitativa affidata a Erika De Noia) – “Anna e Marco” – Medley di due brani (Marco Fasanella band: Pasquale Daniele chitarra e voce,

Tommaso Fiorentino chitarra, Michele Montanaro batteria, Michele De Pasquale basso, Marco Fasanella percussioni, Domenico Marino tromba – “Anna e Marco” (versione classica, Stefano Biscotti) – Proiezione video Istituto Comprensivo “Libetta”: “Dalla Parte Del Mare” – “Quale allegria”, “Vita”, “Chissà se lo sai”, “Washington” (“I compagni di viaggio” – Mario Fasanella, Rocco Vescia, Antonio Martella, Rocco Quercia, Gianluigi Rauzino) -

“Tu non mi basti mai” (preceduta dal recitato di Nicoletta Biscotti), “Rondini”, “Com'è profondo il mare”, “Stella di mare”, “Cara”, “Futura”, “Disperato erotico stomp” (“Waglyos live” – Rocco Tavaglione, Antonio Martella, Antonio De Nittis, Giuseppe Marino, Raffaele Veloce, Davide Tavaglione, Giulio Tozzi, Graziano Acerra, Keoma Martella, Domiziana Mongelluzzi, Maria Grazia Pupillo, Rossella Vescia) – Medely (Pasqualino Olivieri) – “Se io fossi un angelo” (Michele Biscotti).

da Punto di Stella 

Vieste – Turismo/EJARQUE: “IL GARGANO NON HA UN REPUTAZIONE” [Audio]

Pubblicato : mercoledì, 24 aprile 2013

"Turisticamente il Gargano ha perso visibilità e popolarità" Sono queste alcune delle affermazioni forti che Joseph Ejarque, esperto di "destination marketing", ha fatto a Vieste nel corso di un incontro presso la sede della Confcommercio/Consorzio Gargano Mare nell'ambito della presentazione di "Gargano DMO", il progetto di promo commercializzazione turistica messo in campo dall'organizzazione sindacale.

Qui di seguito il report audio dell'intervista ad Ejarque.

da Ondaradio  

MANFREDONIA – Dal 22 aprile torna il Bus Navetta con l’aeroporto di Bari

Pubblicato : domenica, 21 aprile 2013

Sarà attivo anche per il 2013 il servizio di collegamento “Gargano Easy to Reach” con bus navetta dal Gargano all’aeroporto di Bari, nell’ambito del servizio regionale “Pugliairbus”.

 

Dal 22 aprile e fino al 20 ottobre sarà fruibile per turisti e residenti il collegamento automobilistico tra l’aeroporto di Bari e le località di Vieste, Peschici Calenella, Rodi Garganico, Mattinata, Manfredonia, Monte Sant’Angelo.

Il progetto, promosso è sostenuto dal Consorzio “Gargano Mare” di Vieste, è attivo dal 2011 e lo scorso anno ha registrato risultati davvero sorprendenti che hanno convinto la Giunta regionale, su proposta dell’assessore alla Mobilità Guglielmo Minervini, a riconfermalo per il 2013.

da Manfredonianews

FOGGIA – Desco della Daunia

Pubblicato : giovedì, 18 aprile 2013

 Conferenza stampa di presentazione della 1^ edizione del “Desco della Daunia”, la guida itinerario dei menù tipici di Capitanata pubblicata dalla Confesercenti Pmi Foggia, grazie al prezioso contributo della Regione Puglia, dell’'Amministrazione Provinciale di Foggia, della Camera di Commercio e degli Operatori che hanno condiviso il progetto.

Il “Desco della Daunia”, forte strumento di promozione del territorio, delle sue tradizioni e delle sue eccellenze culinarie, verrà distribuito e presentato ufficialmente alle Istituzioni, ai Ristoratori e ai Media il giorno 23 aprile, alle ore 11, nella Sala conferenze della Confesercenti PMI Foggia in Via Manfredonia ang. Via De Dominicis Foggia.

Un percorso ideale che vedrà protagoniste l’arte e le ricette dei nostri ristoratori, attraverso la ricostruzione dei percorsi della Daunia e la preparazione dei piatti proposti, icone del territorio, dai sapori freschi del Gargano a quelli intensi e corposi del Tavoliere e dei Monti Dauni.

Ringrazio tutti per l’impegno, la collaborazione e disponibilità, con l’augurio che attraverso questa guida, tanti uomini, donne e famiglie possano godere della ospitalità dei nostri Ristoratori, conoscere meglio il nostro territorio e renderlo sempre più frequentemente meta di escursioni e viaggi di cultura e piacere.

Ufficio Stampa CONFESERCENTI FOGGIA