VIDEO – Lega Pro, presentazione 33^ giornata

 Foggiacalciomania.com , Foggiaweb.it/foggiacalcio e Sportube.tv vi offrono i video con la presentazione della 33^ giornata di Lega Pro di Prima e Seconda divisione gironi A e B.

Ricordiamo che i video sono visibili anche dalla home page del sito sul lato destro. Su Foggiaweb.it sul Menu in alto a destra

Buona visione!

1^ Divisione Girone B

2^ Divisione Girone A

2^ Divisione Girone B

da Foggiacalciomania

Pubblicato in Lega Pro | Contrassegnato | Lascia un commento

A Bordo Campo, la serie D a casa vostra

 Questa sera, alle 20.30 e 23.30, su Amica 9 (canale 91) straordinaria puntata di A BORDO CAMPO con Franco Cinque ospite speciale in studio IN ESCLUSIVA…

Il punto sul campionato di Serie D, la consueta vetrina sull´Eccellenza ed alcune indiscrezioni sul futuro del Manfredonia.

Conducono: Stefano Favale e Luana La Scala

In studio: Franco Ciuffreda, Matteo Mancini

Ospite: Franco Cinque

PALINSESTO A BORDO CAMPO Giovedì ore 20.30 – 23.20

da Foggiacalciomania

Pubblicato in Serie "D" girone H | Contrassegnato | Lascia un commento

Qui Aversa: l´A.D. Cecere: “Sicuro della regolarità delle ultime partite. Mi aspetto agonismo e lealtà”

 Dopo la pausa per la Santa Pasqua sono ripresi gli allenamenti dell´Aversa Normanna in vista del delicato match contro il Foggia.

La conquista dei tre punti permetterebbe alla compagine allenata da mister Provenza di rientrare in zona play off, ma è chiaro che le sorti dei granata dipendono anche dai risultati delle dirette concorrenti.

L’amministratore delegato Alfonso Cecere – tramite una nota pubblicata dal sito ufficiale aversanormanna.it – si dice certo della regolarità di gare delicate per la zona salvezza e importanti anche per chi ha l’obiettivo di raggiungere il primo posto in classifica o partecipare alla Tim Cup: “Domenica prossima – esordisce l’ad granata – e nell’ultima giornata di campionato ci sono gare in cui squadre di bassa classifica incontrano formazioni che si trovano fra le prime otto.

Da Ischia-Arzanese, a Casertana-Chieti, sino a Martina Franca-Nuova Cosenza o, alla diciassettesima, Messina-Martina Franca e Tuttocuoio-Casertana. Saranno partite in cui sicuramente ci sarà agonismo e lealtà, perché ogni squadra punta a raggiungere obiettivi importanti, anche se diversi.

La matematica conquista della Lega Pro unica, per le squadre di alta classifica, non significa affatto sentirsi già appagati. C’è da chiudere in bellezza il campionato davanti al proprio pubblico e puntare a traguardi prestigiosi. Quindi non ho dubbi che i giocatori protagonisti di queste partite daranno il meglio di se stessi, perché sono tutte gare destinate ad essere decisive, non solo per la salvezza ma anche per la conquista dei primi posti in classifica, per onorare sino alla fine la maglia che indossano, le squadre che lottano per la Lega Pro e – conclude Cecere – il gioco del calcio”.

da tuttolegapro.com

Pubblicato in 2a Divisione Gir.B | Contrassegnato | Lascia un commento

Under 17, Diamond Basket conto il Monopoli per la conquista del titolo regionale

I ragazzi guidati da coach Roberto De Florio impegnati in gara1 contro i pari età di Monopoli, sul parquet della Palestra Russo

                                   La squadra Under17

Comunicato Stampa

Importante appuntamento, questa sera alle 19.30, nella Palestra Russo, a Foggia, per i ragazzi dell'Under 17 elite, tecnicamente guidati da coach Roberto De Florio. La Diamond Basket sarà impegnata in gara1, nella finalissima contro i pari età della Action Now Monopoli, per la conquista del titolo regionale.

Si giocherà al meglio delle tre gare e la Diamond potrà beneficiare dell’eventuale “bella” da disputarsi sul proprio parquet, avendo chiuso la “prima” fase in testa alla classifica. Il roster dei “tredici” ragazzi a disposizione di coach De Florio è il seguente:

Bratti Antonio

Coppola Luigi

Cardone Pierluigi

De Lisi Stefano

Gentile Giovanni

Mastromatteo Salvatore

Novelli Mario

Padalino Eugenio

Pistillo Stefano

Raho Davide

Russo Francesco

Valerio Antonio

Vernò Vittorio

da Foggiatoday

Pubblicato in Basket e Volley a Foggia e Provincia | Contrassegnato | Lascia un commento

“Solo per numeri 1”, lo stage in memoria di Franco Mancini

Il corso curato dall’ex rossonero Domenico Botticella

Partirà a giugno la terza edizione del campus “Solo per numeri 1 Franco Mancini”, per giovani ragazzi che vogliono apprendere il ruolo del portiere, sotto la cura di Domenico Botticella.

GLI OBIETTIVI. Il progetto, nato per incentivare i ragazzi a conoscere il ruolo del portiere attraverso il supporto e le competenze tecniche di uno staff qualificato a livello nazionale, ha come principale obiettivo quello di fornire un’ esperienza sportiva e umana ai ragazzi che decideranno di cimentarsi in questa esperienza.

DOVE E QUANDO. Il campus è aperto a ragazzi e ragazze di tutte le età, fino ad un massimo di 50 partecipanti. Tutte le attività del corso si svolgeranno presso lo stadio “Pino Zaccheria”, per i portieri da lunedi 16 giugno a venerdi 20 giugno, mentre per i preparatori, da giovedi 19 a venerdi 20.

INFORMAZIONI. Per ricevere tutte le informazioni è possibile contattare direttamente Domenico Botticella: 339.11.36.396
 o sul gruppo Facebook : “solo per numeri 1”
o attraverso l’indirizzo mail: scuolaportierifoggia1@gmail.com. Maggiori dettagli anche a questo link: http://www.dirittominorile.it/solopernumeriuno/

da Foggiacittaaperta

Pubblicato in Foggia calcio s.r.l. | Contrassegnato | Lascia un commento

Il Foggia con l´Aversa Normanna per vincere e riprendersi la Tim Cup. Prevista la presenza del main sponsor Beretta

A differenza di quanto accaduto nella domenica delle Palme a Frattamaggiore contro l’Arzanese, domenica il Foggia, con l’Aversa Normanna allo Zaccheria, cercherà con tutte le sue forze la vittoria.

Perché c’è da congedarsi al meglio dai propri tifosi. Perché c’è da far punti per riprendersi il quarto posto, che significa anche qualificazione alla Tim Cup edizione 2014-15.

Perché la sconfitta ad Aversa del girone d’andata – per come giunse e per le polemiche che caratterizzarono i 90 minuti di gioco e non solo – merita una risposta adeguata.

Ma bisogna vincere anche per onorare la presenza a Foggia del main sponsor Beretta, che scenderà in Capitanata per salutare squadra e tifosi a margine della stagione coronata con l’accesso alla Lega Pro Unica. Da Trezzo sull'Adda (quartier generale di Beretta, sono giunte 3500 magliette rossonere con il logo del Foggia ed il marchio Wuber che saranno distribuite ai tifosi presenti allo Zaccheria).

Padalino, per l’occasione, metterà da parte, ovviamente, il turn over e manderà in campo la formazione tipo, con tutti i migliori. Contro un’Aversa Normanna che, dal suo canto, si giocherà le ultime chance di conquistare i playoff-playout per evitare il capitombolo nei dilettanti.

da Teleradioerre

Pubblicato in Foggia calcio s.r.l. | Contrassegnato | Lascia un commento

Amichevole con la Berretti

 Giovedì in famiglia per il Foggia di Padalino che nel pomeriggio, calcio d’inizio fissato alle ore 15:00, affronta la Berretti di Lo Polito sul sintetico di Ordona.

Ufficio Stampa Foggia calcio Srl

Pubblicato in Foggia calcio s.r.l. | Contrassegnato | Lascia un commento

Macalli shock: “Abbiamo sbagliato il regolamento dei Playoff”

Il numero uno della Lega Pro Mario Macalli in una lunga intervista in esclusiva rilasciata al programma Ottogol condotto da Antonio Martone, in onda sull’emittente televisiva Otto Channel 696, ha fatto importanti rivelazioni e precisazioni.

Diretto e senza veli, il ragioniere di Crema ha messo in risalto aspetti decisionali e gestionali, parlando del presente e soprattutto del futuro. Una sorta di sfogo: ”Quest’anno abbiamo sbagliato il regolamento dei play off visto che la seconda in classifica che affronta la nona alla fine dei tempi regolamentari in caso di parità non dovrebbe ricorrere ai calci di rigore, ma passare direttamente il turno.

Bisognava riconoscere un vantaggio a chi in campionato ha avuto un piazzamento di gran lunga superiore e non azzerare tutto”. Parla anche del Benevento, al quale riconosce organizzazione, serietà e solidità e sul perchè della mancata B dice:

“E’ la stessa storia della Cremonese, società a quaranta chilometri da casa mia dove pure c’è un grande presidente che è un imprenditore di grandissimo livello del settore metallurgico. Purtroppo non basta comprare un attaccante che ha segnato 25 reti nella passata stagione, perchè poi succede che l’anno dopo non ne segna nemmeno una…

E questo crea in alcuni casi rabbia o altro. Il calcio ha varie componenti come la fortuna, situazioni contingenti, e quindi bisogna stare calmi…”. Sulle polemiche arbitrali e di eventuali favori a società è drastico: “Mi infastidisco e mi arrabbio quando sento certe cose che non hanno nessun senso. La Lega Pro non ha interessi particolari verso nessuno e non immaginate come ci resto male quando sento il termine “palazzo”.

Ma quale palazzo. Noi abbiamo una sede dove ci sono persone elette dalle società e che cercano di fare in modo pulito, onesto e corretto il loro compito. Nella nostra struttura ci sono varie componenti e tra queste quella arbitrale alla quale chiediamo conto per eventuali problemi o errori perchè siamo vigili e attenti”. Positivo il bilancio sul torneo:

“Quando abbiamo stabilito nuove regole per poter arrivare al numero di sessanta squadre in vista della storica riforma non abbiamo mai pensato che i campionati potessero essere falsati ed i fatti ci stanno dando ragione, in particolar modo in prima divisione dove non ci sono retrocessioni al contrario della seconda che invece ne prevede a iosa.

Siamo stati sempre certi del successo perchè confidavamo nella serietà delle società e delle varie componenti ed infatti non siamo stati traditi a conferma del fatto che il nostro mondo ha dei valori. L’unica macchia è quella dell’esclusione della Nocerina, ma un atto dovuto perchè i tifosi non possono diventare i gestori della società”.

In merito alla prossima stagione anticipa la politica del rigore. “Nel consiglio federale del 30 aprile saranno prese decisioni importanti, ma confermo che in Lega Pro ci sarà il massimo rigore con l’inserimento di una normativa che prevede budget preventivi per i costi di gestione e soprattutto dei giustificativi di spesa.

Sui gironi purtroppo si tornerà ad un criterio di extra-regionalità, ma questo era un fatto scontato, anche se prima di affrontare questo argomento sarebbe opportuno aspettare l’esito dei vari campionati. Tra l’altro in passato quando abbiamo attuato la formula dei gironi misti era semplicemente per fare in modo che ci fosse uno scambio di culture, con il nord che assimilasse la passione e il calore del meridione e quest’ultimo la managerialità delle società del settentrione” riporta OttoPagine Benevento.

da Tuttolegapro.com

Pubblicato in Lega Pro | Contrassegnato | Lascia un commento

Basket, la Cestistica non c’è più

Il club sanseverese in forte crisi finanziaria si ritira dal campionato

SAN SEVERO - Era nell'aria, purtroppo si è verificato. La Cestistica San Severo si ritira dal campionato Dnb, mettendo la parola fine ad una delle stagioni più complicate degli oltre 40 anni di storia del sodalizio giallonero.

La crisi finanziaria e societaria ha portato a questo triste epilogo. Domani i "neri" avrebbero dovuto giocare la seconda gara della fase a orologio. Ma già giovedì scorso la formazione sanseverese aveva disertato la trasferta sul campo della capolista Scafati.

da Daunia News

Pubblicato in Basket e Volley a Foggia e Provincia | Contrassegnato | Lascia un commento

Aversa Normanna, l´ad Cecere: “Sicuro della regolarità delle ultime partite. Mi aspetto agonismo e lealtà”

Dopo la pausa per la Santa Pasqua sono ripresi gli allenamenti dell´Aversa Normanna in vista del delicato match contro il Foggia.

La conquista dei tre punti permetterebbe alla compagine allenata da mister Provenza di rientrare in zona play off, ma è chiaro che le sorti dei granata dipendono anche dai risultati delle dirette concorrenti.

L´amministratore delegato Alfonso Cecere – tramite una nota pubblicata dal sito ufficiale aversanormanna.it – si dice certo della regolarità di gare delicate per la zona salvezza e importanti anche per chi ha l´obiettivo di raggiungere il primo posto in classifica o partecipare alla Tim Cup:

“Domenica prossima – esordisce l´ad granata – e nell´ultima giornata di campionato ci sono gare in cui squadre di bassa classifica incontrano formazioni che si trovano fra le prime otto.

Da Ischia-Arzanese, a Casertana-Chieti, sino a Martina Franca-Nuova Cosenza o, alla diciassettesima, Messina-Martina Franca e Tuttocuoio-Casertana. Saranno partite in cui sicuramente ci sarà agonismo e lealtà, perché ogni squadra punta a raggiungere obiettivi importanti, anche se diversi.

La matematica conquista della Lega Pro unica, per le squadre di alta classifica, non significa affatto sentirsi già appagati. C´è da chiudere in bellezza il campionato davanti al proprio pubblico e puntare a traguardi prestigiosi. Quindi non ho dubbi che i giocatori protagonisti di queste partite daranno il meglio di se stessi, perché sono tutte gare destinate ad essere decisive, non solo per la salvezza ma anche per la conquista dei primi posti in classifica, per onorare sino alla fine la maglia che indossano, le squadre che lottano per la Lega Pro e – conclude Cecere – il gioco del calcio”.

da tuttolegapro.com

Pubblicato in 2a Divisione Gir.B | Contrassegnato | Lascia un commento

Diario di un paese che (non) cambia

Il pensiero spesso va a quelli che dicono: "ancora andate dietro al calcio bello di una volta? Ma non vi sentite antiquati?".

E la risposta è la stessa: "No". Il calcio italiano mentre inizia a sbaraccare per prepararsi alle vacanze, ci regala anche dei momenti per indignarci. In maniera sana e in fondo logorroica. Le interviste di queste settimane sono piene di buoni propositi: "Io farei questo e io quest'altro".

In una tavola rotonda dove ci si siede a turno, mai in due per poter discutere. Pensavamo di essere soli e per fortuna qualcuno che ci guarda in modo meno triste c'è. Lo trovi nei social network, tribuna politica dei trombati da un sistema che sembra evitarli come la peste.

Persone come Ezio Glerean o lo stesso Samuele Dalla Bona – fuori dal giro e troppo puliti per rientrarci – , ma rimanendo nell'alveo della Lega Pro, possiamo citare Simone Farina, scappato a gambe levate da un'Italia dove iniziano a finire le clessidre dello scandalo calcioscommesse e le società si contendono gli squalificati come gioielli da esibire alle tifoserie. Sgomento no, questo non lo sentiamo dentro di noi.

La nausea nemmeno, ormai si è sfrattata da sé cercando motivi migliori per essere d'aiuto. C'è rimasto ben poco da poter esibire. Certamente non una squalifica che viene esposta come premio: "Ma lo sai, quello è stato squalificato per scommesse" e l'amico di gomito: "Che te frega, così fan tutti.

E' stato fesso lui che l'hanno beccato col sorcio in bocca". Chiamateci sviolinatori di buoni princìpi, ma non riusciamo a star zitti. Chi ha barato torna in pista e chi invece ha proposto un'immagine diversa del calcio è stato messo all'angolo, salvo richiamarlo – sull'onda emotiva, mentre intorno a lui crollano le mura peggio dei resti di Pompei – all'ovile, mettendolo in una posizione poco visibile. Meglio non esporre esempi positivi come Farina.

Chi ha barato è di nuovo tra noi. Non ci meraviglia niente in Italia e la voglia di esserlo ci è passata nel vedere personaggi coinvolti mani e piedi (e non solo) in "scommessopoli", partecipare come dei Re Mida a trasmissioni televisive. La Giustizia Sportiva li ha condannati, sono di nuovo pronti a tornare nel calcio. Una scrollata di polvere, un sorriso e una breve intervista e la "verginità" recuperata in un batti baleno. C'è una vignetta bellissima che vede un padre dire al figlio: "Vedi figlio mio, tutto questo un giorno sarà tuo".

Se lo rapportiamo al calcio, quel figlio direbbe al padre: "Lascia perdere. Mi dedico al Subbuteo". Chi ha idee nuove è il benvenuto. Il calcio si deve sporcare sul campo. Soltanto lì. Strettamente personale: astenersi perditempo e (presunte) anime candide.

da Tuttolegapro.com

Pubblicato in Lega Pro | Contrassegnato | Lascia un commento

Video: Parla Venitucci

Nel video le parole di Dario Venitucci nella conferenza stampa odierna

Armando Borrelli da calciofoggia

Pubblicato in Foggia calcio s.r.l. | Contrassegnato | Lascia un commento

Venitucci: “Mi sarebbe piaciuto fare più gol, vorrei rimanere qui”

 Ecco le parole di Dario Venitucci: “È stata una buonissima Pasqua avendo raggiunto l’obiettivo con un mese di anticipo. La mia stagione è stata positiva, tranne per l’ultimo calo, sono felice per la vittoria della squadra.

Il calo probabilmente è dovuto al fatto che era da molto che non giocavo con continuità e il non aver fatto la preparazione ha sicuramente influito.

Due anni fa c’era un ambiente diverso. I tifosi contestavano la società. Quest’anno è stato tutto bellissimo. I compagni che erano già in squadra hanno aiutato quelli che come me sono arrivati quest’anno ad integrarsi.

Il campionato dell’anno prossimo sarà una B2 perché ci sono tante squadre. Questa è in effetti la mia prima promozione perché quella con la Juventus dalla B alla A non la sento tanto mia perché giocai poco. Credo che da esterno sinistro riesco a giocare più liberamente, anche con qualche compito difensivo in meno. È stata una stagione positiva.

Venivo da una retrocessione ed essere protagonisti quest’anno mi ha aiutato. Ricordo positivamente il giorno della promozione e la bellissima coreografia contro il Messina, negativamente ricordo invece il periodo negativo che abbiamo vissuto.

Sarà una partita impegnativa perché l’Aversa ha bisogno di punti per la salvezza. Vogliamo concludere bene in casa e giocheremo per vincere e superare il Messina. Il nostro obiettivo è stato raggiunto, ma vogliamo vincere per riprenderci il quarto posto e la qualificazione alla TIM Cup.

L’Aversa verrà qui alla ricerca di punti, dando qualcosa in più. Non dobbiamo sottovalutarli e dobbiamo cercare di essere concentrati quanto loro. Mi sarebbe piaciuto fare qualche gol in più ma viene sempre in secondo piano rispetto alla squadra. Ancora non si sa niente riguardo i contratti futuri, a me farebbe piacere rimanere ma tutto dipende dalla società.”

Armando Borrelli da Calciofoggia

Pubblicato in Foggia calcio s.r.l. | Contrassegnato | Lascia un commento

Notiziario rossonero: Riprende Curcio

 In un plumbeo mercoledì il Foggia ha ripreso ad allenarsi sul manto erboso dello Zaccheria in vista del match contro l’Aversa. Dopo un lungo riscaldamento con corsetta, gli uomini di Pasquale Padalino hanno sostenuto un allenamento sui passaggi di prima sia con palla bassa che al volo ed in seguito solo di testa.

La sessione mattutina si è quindi conclusa con una serie di ripetute lungo il lato lungo del campo, al di sotto della gradinata, sotto gli occhi vigili del prof. Fiore. Nota positiva è certamente il rientro a pieno regime di Curcio. Ancora out invece D’Angelo.

Armando Borrelli da Calciofoggia

Pubblicato in Foggia calcio s.r.l. | Contrassegnato | Lascia un commento

Calcio, Manfredonia lavora per l’ultima interna con il Gelbison

(Ph: ADS MANFREDONIA CALCIO)

Manfredonia – RIPRESA degli allenamenti ieri al Miramare per il Manfredonia, con partenza della settimana lavorativa in vista della gara di domenica pomeriggio con il Gelbison, ultima interna della stagione (ultima gara il 4 maggio 2014 in trasferta con il Matera).

Dopo 30 gare, il Manfredonia ha 37 punti in classifica, 40 il Gelbison. Torello di riscaldamento, circuito coordinativo tecnico ed esercizi propriocettivi; a seguire, partitella finale a ranghi misti per circa 90′ di lavoro.

Sedute terapiche per Del Prete e Rapino; assenti gli influenzati De Gennaro e Balestrieri oltre a Terminello, impegnato con l’Under 17. Domattina (ore 10.00) seduta unica di lavoro, come reso noto dalla Società.

da Stato Quotidiano

Pubblicato in Serie "D" girone H | Contrassegnato | Lascia un commento

Cosmano, rivincita dal dischetto: ai rigori gli esordienti vincono il Torneo Città di Foggia

Smaltita così la beffa subita dai pulcini

Beffati in finale ai rigori i pulcini, in trionfo gli esordienti 2002. È stato un weekend di Pasqua da ricordare quello della Cosmano sport, che ha ottenuto un primo e un secondo posto nel 17° torneo Città di Foggia – Memorial Campanaro. 

IL TRIONFO. Gli esordienti, allenati dal duo Padalino – Locurcio, hanno superato ai rigori in finale il Real San Giovanni rotondo., dopo essere arrivati primi nel girone eliminatorio (grazie alle vittorie contro la Juventus San Michele e San Guglielmo e il pari con la Gioventù calcio Foggia) e aver sconfitto in semifinale il Salvatore Covelli di Cosenza.

SQUADRA VINCENTE. Un'altra buona prestazione per i piccoli calciatori della Cosmano sport, che confermano quanto di buono avevano mostrato lo scorso anno, quando conquistarono il titolo di campione regionale nel “Sei bravo a scuola di calcio”.

da Foggiacittaaperta

Pubblicato in Foggia calcio s.r.l. | Contrassegnato | Lascia un commento

Basket: l’Under 17 di coach De Florio si gioca la finale regionale

 Giovedì 24 al Pala Russo Diamond-Monopoli

Giovedì 24 aprile alle 19.30 al Pala Russo la formazione under 17 elite della Diamond Basket disputerà la prima gara della finalissima regionale contro l'Action Now Monopoli.

TRE PARTITE. La finale si giocherà al meglio delle tre gare ed, essendosi classificata prima nella regular season, la formazione foggiana avrà il vantaggio di poter disputare l'eventuale “bella” sul parquet di casa.

IL ROSTER. I nomi dei tredici ragazzi della rosa di coach Roberto De Florio: Bratti Antonio, Coppola Luigi, Cardone Pierluigi, De Lisi Stefano, Gentile Giovanni, Mastromatteo Salvatore, Novelli Mario, Padalino Eugenio, Pistillo Stefano, Raho Davide, Russo Francesco, Valerio Antonio, Vernò Vittorio.

Sandro Simone da Foggiacittaaperta

Pubblicato in Basket e Volley a Foggia e Provincia | Contrassegnato | Lascia un commento

Decima edizione per la “Maratonina di San Giuseppe”

Tutto pronto per la gara organizzata dalla Podistica Sannicandro E’ arrivata la decima edizione della Maratonina di San Giuseppe, gara storica della nostra città, organizzata dalla Podistica Sannicandro.

La Podistica Sannicandro il 27 aprile 2014 festeggia il 10° anniversario di questa famosa kermesse. La manifestazione è riconosciuta della Federazione Italiana di Atletica Leggera omologata a carattere regionale open e misura 11.4 km.

La bellezza è sicuramente la dura salita che porta all’eremo di San Giuseppe e il panorama mozza fiato durante la discesa, dove gli atleti possono apprezzare con lo sguardo le Isole Tremiti e i colori del mare. La manifestazione è patrocinata dal nostro Comune e dal CSV Daunia. Fanno parte dell’organizzazione oltre ai numerosi volontari, la Croce Rossa Italiana, l’AVERS e l’Avis di San Nicandro Garganico.

Il ristoro durante la gara sarà curato dall’ASD Arte e Movimento, il medico responsabile della manifestazione sarà il Dr. Alfredo De Meo, le classifiche saranno stilate dal gruppo giudici di gara della Fidal. I tempi della manifestazione saranno rilevati dal gruppo Tempo gara, mediante l’utilizzo dei chip e con il supporto spirituale-logistico della chiesa dei frati minori del Convento dei Cappuccini.

Alle ore 9.00 sarà data la partenza del settore giovanile, alle ore 10.00 dopo la benedizione di Padre Antonio o Padre Lorenzo, seguirà lo spettacolo pirotecnico con partenza della 10° edizione della Maratonina di San Giuseppe.

A fine gara è previsto per tutti i partecipanti l’ormai consolidato buffet di dolci, servito dalle nostre donne e l’immancabile pasta party. «Preghiamo tutti i Sannicandresi di collaborare alla buona riuscita dell’evento stesso – fa sapere in una nota l'organizzazione – mediante un semplice applauso di incitamento, evitare di usare l’auto nel percorso di gara e presenziare durante le fasi di svolgimento in piazza IV Novembre». Per ulteriori informazioni consultare il sito internet www.podisticasannicandro.it sezione eventi.

da Sannicandro.org

Pubblicato in Sport Vari | Contrassegnato | Lascia un commento

Venitucci a disposizione dei media

Al termine della seduta mattutina, in campo alle 10:30, Dario Venitucci sarà a disposizione dei media nella sala stampa Antonio Fesce dello stadio Pino Zaccheria. Nel pomeriggio seconda seduta quotidiana, in campo alle 15:30, sempre allo Zaccheria.

da ilfoggiacalcio.it

Pubblicato in Foggia calcio s.r.l. | Contrassegnato | Lascia un commento

Foggia-Aversa Normanna dirige Alessandro Prontera di Bologna

 Sono state pubblicate le designazioni arbitrali per il penultimo turno del campionato di 2^ Divisione Girone B. Si tratta della trentatreesima giornata: le squadre scenderanno in campo domenica 27 aprile alle ore 15,00.

Aprilia vs Tuttocuoio: Luca Albertini di Ascoli Piceno (Muto-Annunziata)

Casertana vs Chieti: Salvatore Guarino di Caltanissetta (Sangiorgio-Petrone)

Foggia vs Aversa Normanna: Alessandro Prontera di Bologna (Barbetta-Pellegrini)

Gavorrano vs Poggibonsi: Carmine Pierro di Nola (Diomaiuta-Vettorel)

Ischia vs Arzanese: Paolo Formato di Benevento (Pagnotta-Della Vecchia)

Martina Franca vs Cosenza: Luigi Rossi Rovigo (Donvito-Lombardi)

Sorrento vs Melfi: Pierantonio Perotti di Legnano (Squarcia-Grossi)

Teramo vs Messina: Emanuele Mancini di Fermo (Macaddino-Bernabei)

Vigor Lamezia vs Castel Rigone: Marco Bellotti di Verona (Robilotta-D´Amato)

da .tuttolegapro.com

Pubblicato in 2a Divisione Gir.B | Contrassegnato | Lascia un commento

Foggia, è tempo di programmare

 Fresco di promozione, il Foggia pensa alla programmazione futura

. Quest´anno, come non accadeva da tempo, la società può pianificare al meglio il da farsi: può fare due conti per capire come allestire la squadra che dal prossimo campionato sarà in C unica, chi mandare a casa e chi riconfermare. Nessuno si sbilancia in casa rossonera. Da dove si riparte?

Di sicuro dal gol di Giglio che ha portato fatto promuovere il Foggia, poi dal lavoro di tutto il gruppo e dello staff. Resta il nodo Padalino. Ci sarà il prossimo anno?

E´ vero che ha ricevuto proposte da club di serie B? Per adesso non si hanno certezze. Si tratta di rumors, di voci di corridoio che si rincorrono in questo periodo come vuole la classica tradizione rossonera di fine campionato. Il ds Beppe Di Bari non si sbilancia

. Non nasconde, però, la voglia di esserci il prossimo anno per firmare un altro campionato da dirigente del Foggia. L´ex difensore rossonero nelle ultime settimane ha assistito ad alcune partite di serie D e Primavera per individuare giovani talenti interessanti, che potrebbero servire al Foggia 2014/ 2015.

Tra qualche settimana di sicuro ci sarà un confronto tra società e area tecnica per sciogliere il primo nodo legato alla panchina. Poi si dovrà pensare al budget a disposizione per il campionato, quindi all´allestimento della squadra. Domenica i rossoneri riprenderanno il cammino contro l´Aversa Normanna, penultima sfida di campionato prima della gara, l´ultima, contro il Chieti.

da teleblu.tv

Pubblicato in Foggia calcio s.r.l. | Contrassegnato | Lascia un commento

Tutti contro gli arbitri? Play-out con fischietti di A e B

Una retrocessione può far saltare il banco. Serie D: lo tagliamo un girone? Ansia e stress

Ansia e stress: le infermerie devono pensare a questo, altro che strappi e contratture. Gli ultimi 180 minuti di stagione rischiano di diventare casi-studio per psicologi, soprattutto in 2^ Divisione.

Tutti vogliono andare in Lega Pro unica, non tutti ci riusciranno. E visto che per diverse società il filo sottile che divide i Pro dai Dilettanti significa sopravvivenza (tradotto, chi scende non è detto che si iscriva), le paure si moltiplicano e paralizzano soprattutto chi scende in campo, rischiando di compromettere stagioni vissute interamente sul bilico dell'ottavo (ma anche nono, decimo, undicesimo e dodicesimo) posto.

Mai i play-out sono stati così vitali nella storia della Lega Pro. Non mi piacerebbe trovarmi nei panni dei direttori di gara che si troveranno con un fischio a favore o contro a decidere le sorti di un'intera stagione. Anche per loro la pressione sarà altissima, con l'aggravante che nei loro confronti le accuse di incompetenza o, peggio, di malafede, si sprecano. Ormai è diventato lo sport nazionale del lunedi: sparare a zero contro l'arbitro.

E' comodo, il diretto interessato non può ribattere (sogno il giorno in cui gli arbitri avranno l'autorizzazione a spiegare su giornali/tv/siti/radio le loro decisioni) e compatti i tifosi contro un bersaglio comune. Non importa se di fronte hai un uomo (o una donna) che ha avuto il coraggio di svolgere il ruolo più difficile ed importante del nostro mondo. Sarebbe bello, quindi, se per la prima volta i play-out di 2^ Divisione, ma anche i play-off più spinosi nella categoria superiore, venissero affidati a direttori di gara di Serie A e B.

So che la mia è una provocazione, ma immaginate quante bocche verrebbero tappate a tutti quei dirigenti e addetti ai lavori che amano scaricare i propri errori sulle giacchette nere. Chi avrebbe il coraggio, da semi-sconosciuto direttore (o mister, o presidente) di provincia, di prendersela con un fischietto di fama nazionale?

Non mi piacerebbe nemmeno trovarmi al posto di quei giocatori che retrocederanno nell'inferno dei dilettanti. In primis perché molte società, vigliaccamente, potrebbero decidere di non pagare gli ultimi stipendi in caso di retrocessione.

Poi, perché con meno squadre la possibilità di ingrossare le fila dei disoccupati aumenta a dismisura. Infine perché la certezza del contratto in Serie D è una chimera. Proprio sul massimo campionato dilettantistico italiano concedetemi un piccolo appunto: Nove gironi e una miriade di squadre, molte delle quali senza solidità economiche che nella maggior parte dei casi non mantengono gli impegni, basterebbero in altri Paesi per mettere in cantiere una riforma.

Ma a noi invece non basta. Così come non basta veder disputare un campionato in cui vince solo chi arriva primo, in cui non si sa fino all'ultimo istante se i play-off abbiano valore o meno (due anni fa zero ripescaggi, quello seguente ben cinque!), in cui ci si ostina a parlare di piccoli rimborsi spese nonostante realtà sia ben diversa. Bisogna darci un taglio, simile a quello della Lega Pro: se in Terza Serie andrà via un'intera categoria (quella 2^ Divisione per tanti anni patria del semi-professionismo) perché in Serie D non si può fare a meno di un girone?

Buona Pasqua.

da Tuttolegapro.com

Pubblicato in Lega Pro | Contrassegnato | Lascia un commento

2^ Divisione: le designazioni arbitrali per il penultimo turno di campionato

Sono state pubblicate le designazioni arbitrali per il penultimo turno del campionato di 2^ Divisione. Si tratta della trentatreesima giornata: le squadre scenderanno in campo domenica 27 aprile alle ore 15.  

  > Girone A:

Bassano vs Renate: Riccardo Panarese di Lecce (Pizzagalli-Della Dora) Bellaria vs Cuneo: Antonio Di Martino di Teramo (Lipizer-Rossini) Bra vs Alessandria: Fabio Piscopo di Imperia (Fusco-Cappello) Delta Porto Tolle vs Forlì: Niccolò Pagliardini di Arezzo (Leali-Sgheiz) Mantova vs Spal: Andrea Morreale di Roma 1 (Semperboni-Rugini) Monza vs Santarcangelo: Mirko Mangialardi di Pistoia (Cinquini-Menicacci) Pergolettese vs Castiglione: Armando Gentile di Lodi (Calogiuri-Pancaldo Trifirò) Rimini vs Torres: Giuseppe Cifelli di Campobasso (Baccini-Galetto) Virtus Vecomp Verona vs Real Vicenza: Rosario Abisso di Palermo (Defina-Mariani)

> Girone B:

Aprilia vs Tuttocuoio: Luca Albertini di Ascoli Piceno (Muto-Annunziata) Casertana vs Chieti: Salvatore Guarino di Caltanissetta (Sangiorgio-Petrone) Foggia vs Aversa Normanna: Alessandro Prontera di Bologna (Barbetta-Pellegrini) Gavorrano vs Poggibonsi: Carmine Pierro di Nola (Diomaiuta-Vettorel) Ischia vs Arzanese: Paolo Formato di Benevento (Pagnotta-Della Vecchia) Martina Franca vs Cosenza: Luigi Rossi Rovigo (Donvito-Lombardi) Sorrento vs Melfi: Pierantonio Perotti di Legnano (Squarcia-Grossi) Teramo vs Messina: Emanuele Mancini di Fermo (Macaddino-Bernabei) Vigor Lamezia vs Castel Rigone: Marco Bellotti di Verona (Robilotta-D'Amato)

da tuttolegapro.com

Pubblicato in Lega Pro | Contrassegnato | Lascia un commento

Michele Pirro al G.P. d´Argentina, 3^ prova del Motomondiale

Michele Pirro torna in MotoGP. Ancora come sostituto, al posto deI britannico Crutchlow infortunato ad un mignolo e costretto all’intervento chirurgico per ridurre una sublussazione. Il pilota collaudatore del Ducati Test Team, attualmente impegnato nello sviluppo della GP 14 della casa di Borgo Panigale, sarà in gara nel prossimo weekend per la terza prova del motomondiale sul tracciato di Rio Hondo per il Gran Premio d’Argentina.

Già lo scorso anno, Pirro si vide costretto a scendere in pista per sostituire l’allora infortunato Ben Spies. Correndo sette Gran Prix al posto del driver statunitense, con il team Pramac, ed altri tre con wildcard, totalizzando ben 56 punti. Bottino per nulla trascurabile per un collaudatore.

Pronto ora a giocarsi altre carte per migliorare, magari, quanto fatto nella passata stagione, visto che sarà presente poi anche a Jerez de la Frontera. La nuova avventura del pilota di San Giovanni Rotondo ci incuriosisce. Si comincia venerdì 25 con le libere, sabato le qualificazioni, domenica alle 19.00 la gara.

da Teleradioerre

Pubblicato in Sport Vari | Lascia un commento

Cambia la Tessera del Tifoso: arriva la Fidelity Card

La Tessera del tifoso cambia volto. Si chiamerà Fidelity card, consentirà l´acquisto di biglietti dal telefonino, faciliterà le trasferte e modificherà alcune norme sulla sicurezza negli stadi senza allentare la stretta nei confronti delle tifoserie organizzate.

Dalla Scuola superiore di polizia di Roma, ieri, il ministro dell´InternoAngelino Alfano ha annunciato il contenuto del dossier di 36 pagine sulla sicurezza negli stadi commissionato dal Viminale al prefetto Vincenzo Panico.

"Dobbiamo garantire la sicurezza senza complicare la vita a chi vuole andare a vedere la partita — ha spiegato Alfano —. Di troppa sicurezza lo stadio muore".

La nuova fidelity permetterà l´acquisto di biglietti online fino a pochi minuti prima dell´incontro, con agevolazioni per bambini, anziani e famiglie. Ma soprattutto interverrà sui settori dello stadio che verranno ridotti per facilitare l´individuazione del pubblico (massimo 10 mila spettatori), con un maggior coinvolgimento degli stewart. Scattano inoltre campagne antirazzismo e maggiori controlli a tutela dei marchi con la Guardia di finanza.

"È un cambio culturale, una tessera da estendere ad altri sport" esulta il presidente del Coni Giovanni Malagò. Alla vigilia del primo incontro tra tifosi e parlamentari di venerdì, la strategia verso gli ultrà resta immutata: "Le misure manterranno una linea di rigore e di fermezza" ha affermato il capo della PoliziaAlessandro Pansa, a chiusura di un "anno difficile", come l´ha definito il presidente della Figc Abete, "per le tensioni che attraversano gli stadi e il Paese".

da Corriere della Sera

Pubblicato in Lega Pro | Contrassegnato | Lascia un commento

Si riprende domani

Un giorno di riposo in più per gli uomini di Padalino. Riprende domani, infatti, la preparazione del Foggia in vista dell’ultima gara interna della stagione contro l’Aversa Normanna. Per Agnelli e compagni doppia seduta – alle 10:30 quella mattutina, alle 15:30 quella pomeridiana – allo Zaccheria.

da ilfoggiacalcio.it

Pubblicato in Foggia calcio s.r.l. | Contrassegnato | Lascia un commento

2^ Divisione/B: ultime due battaglie da cardiopalma

Nella stagione di Seconda Divisione più entusiasmante della storia per le molte promozioni, che è anche quella più drammatica per le molte retrocessioni dirette, alcuni verdetti sono ancora da stabilire a 2 giornate dalla fine del campionato regolare soprattutto nel girone meridionale.

Nella zona centrale vi sono più situazioni di incertezza: le squadre che occuperanno il nono, il decimo, l’undicesimo e il dodicesimo posto andranno agli spareggi finali (per chi guarda dal basso appaiono come dei play-off, per chi si trova più in alto sono visti come play-out), con la Vigor Lamezia che essendo ottava ha ancora l’opportunità di guadagnare la promozione diretta, con il Tuttocuoio e forse anche l’Aprilia che sono tuttora in grado di spodestarla.

Già promosse sette squadre: Casertana, Teramo, Cosenza, Foggia, Ischia, Melfi e Messina. Il Castel Rigone, che ha 34 punti ed è a forte rischio retrocessione, dovrà vincere, anche se dovrà misurarsi con la Vigor Lamezia (43 punti) che può mettere in mostra l’ottimo Zampaglione e sogna di raggiungere la Divisione Unica già domenica prossima: l’undici di Costantino festeggerà solo se vincerà in casa con gli umbri (che sperano in Tranchitella) e, contemporaneamente, nello scontro diretto tra Aprilia e Tuttocuoio i toscani non dovessero vincere; gli scontri diretti tra Lamezia e Aprilia sono favorevoli ai calabresi, ma tra i biancoverdi e il Tuttocuoio c’è assoluta parità.

Fra l’Aprilia e appunto il Tuttocuoio (entrambe a 40 punti) sarà di scena un vero spareggio per la promozione o per l’ammissione agli spareggi, quindi lo stadio Ricci di Aprilia sarà uno dei campi più attesi. Nei toscani di Alvini puo' essere decisivo ancora il giovane Nello Salzano, lo specialista sui calci di punizione e otto gol segnati, mentre tra i laziali Barbuti e Tortolano sono quelli che possono fare la differenza.

Altra partita da seguire nel girone B riguarda l’Arzanese (37 punti), che dovrà fare tutto il meglio per vincere sul campo dell’Ischia (già promossa a 47 punti) per non salutare il professionismo già domenica. La squadra di Sasà Marra può farcela perché è in grande forma e non perde da 7 turni, in questo stesso periodo ha ricavato ben 15 punti e può vantare Sandomenico, Ripa e Improta che hanno fatto fare tutti e tre il salto di qualità all’Arzanese, come pure il portiere Fiory.

Sarà un confronto intenso tra Foggia (50 punti) e Aversa (37 punti): i satanelli sono già promossi e hanno dimostrato tutta la loro forza nell’arco del campionato, ma i granata (che non vincono da 10 turni e sperano nella buona vena di Luca Orlando) si trovano nelle condizioni di non dover sbagliare, come pure il Sorrento (39 punti) che riceverà il Melfi (48 punti) augurandosi i gol di Maiorino, e come il Martina (39 punti) che presenta il centrocampista Ilari come cannoniere e affronterà sul proprio campo il Cosenza (54 punti).

Altra compagine che non può perdere il treno per la salvezza è il Chieti (39 punti), senza successi da 8 giornate: i neroverdi incontreranno la Casertana (54 punti), già arrivata al primo obiettivo dell’ammissione alla terza serie, e potranno affidarsi ancora a Guidone e a Berardino nella prima linea.In particolare Riccardo Berardino vorrà riprendersi al più presto benché sia reduce da un lutto famigliare. 

Già retrocesse il Poggibonsi e il Gavorrano, che si affronteranno domenica; e si incontreranno inoltre il Teramo e il Messina, entrambe già promosse.

da Tuttolegapro.com

Pubblicato in 2a Divisione Gir.B | Contrassegnato | Lascia un commento

Lega Pro, domenica si torna in campo: ecco le gare

 Ultimi 180´ di campionato in Lega Pro. Si torna in campo domenica 27 aprile, con questo programma:

1^ Divisione – girone A – 29^ giornata

Carrarese – Como

FeralpiSalò – Savona

Lumezzane – AlbinoLeffe

Pavia – Pro Patria

Sudtirol – San Marino

Unione Venezia – Cremonese

Vicenza – Reggiana

Virtus Entella – Pro Vercelli

1^ Divisione – girone B – 33^ giornata

Benevento – Viareggio

Catanzaro – Paganese

Frosinone – L´Aquila

Grosseto – Prato

Gubbio – Ascoli

Pisa – Lecce (diretta Raisport)

Salernitana – Perugia

Riposa: Pontedera

2^ Divisione – girone A – 33^ giornata

Bassano – Renate

Bellaria – Cuneo

Bra – Alessandria

Delta Porto Tolle – Forlì

Mantova – Spal

Monza – Santarcangelo

Pergolettese – Castiglione

Rimini – Torres Virtus

Vecomp Vr- Real Vicenza

2^ Divisione – girone B – 33^ giornata

Aprilia – Tuttocuoio

Casertana – Chieti

Foggia – Aversa Normanna

Gavorrano – Poggibonsi

Isolaverde – Arzanese

MartinaFranca – Cosenza

Sorrento – Melfi

Teramo – Messina

Vigor Lamezia – Castel Rigone

da tuttolegapro.com

Pubblicato in Lega Pro | Contrassegnato | Lascia un commento

Aversa Normanna, Spezzaferri: L´anno prossimo ci saremo”

 Una luce nel buio. Il presidente dell´Aversa Normanna Giovanni Spezzaferri crede ancora nella salvezza della sua squadra ma lancia già un messaggio per l´anno prossimo: “Siamo pronti ad affrontare una nuova avventura – ha detto il numero uno granata – e se quest´anno non dovesse andare come vogliamo l´anno prossimo siamo pronti a fare una squadra per vincere il campionato e ritornare subito nella categoria che meritiamo come società e come città”.

Parole dolci per coloro che amano la squadra. E che mettono però i tifosi di fronte ad una scelta: dopo le polemiche delle scorse settimane continuare a sostenere la squadra?

La risposta ovviamente ci sarà l´anno prossimo. Dalla società, con Vincenzo Visone, hanno già fatto sapere che “ci sarà un incontro nelle prossime settimane perché bisogna remare tutti dalla stessa parte. Le polemiche e le divisioni non servono a nessuno”.

I rapporti dovranno essere ricuciti. Le due ultime partite casalinghe hanno infatti messo in evidenza non solamente i rapporti ormai saturi tra supporter e dirigenza ma anche il fatto che ormai le parti sono distanti anni luce con toni accesi e anche parole oltre il consentito sia sugli spalti che in conferenza stampa.

Difficile pensare però ad un campionato, il prossimo, sia di Lega Pro oppure di Serie D, senza una tifoseria che possa sostenere i giocatori che scenderanno in campo. E in estate bisognerà fare qualcosa perché con uno stadio vuoto non si può parlare di calcio.

da sportcasertano.it

Pubblicato in 2a Divisione Gir.B | Contrassegnato | Lascia un commento

Porte blindate in Seconda Divisione: dalla Serie B tanti interessamenti

La Seconda Divisione di quest´anno ha messo in mostra diversi estremi difensori emergenti, che hanno attirato l´attenzione di alcuni club di Serie B.

La saracinesca Gigi Frattali del Cosenza piace al Crotone; mentre Alberto Paleari della Virtus Vecomp Verona é stato seguito da Pescara e Novara. Francesco Forte a Gavorrano ha avuto un rendimento elevatissimo e il Carpi é pronto a riportarlo all´ovile.

Il cartellino di Ettore Lagomarsini é metá del Genoa, ma il Messina é pronto a trattenerlo anche se dalla cadetteria più di un club ha effettuato sondaggi.

Infine Federico Serraiocco: il numero uno del Teramo ha già firmato con il Brescia e nella prossima stagione vestirà la maglia delle Rondinelle. Cerchi il tuo volo al minor costo? Consulta la pagina Promozioni di eDreams! Ogni giorno l'offerta adatta a te!

da tuttolegapro.com

Pubblicato in Lega Pro | Contrassegnato | Lascia un commento

Cosmano Sport, i pulcini al secondo posto nel Torneo Citta´ di Foggia

Sconfitti in finale ai rigori dal Real San Giovanni.

 Si è interrotto solo ai calci di rigore il sogno della Cosmano Sport, salita sul secondo gradino del podio del 17° torneo giovanile Città di Foggia “Teodoro Campanaro”, categoria pulcini 2004.

LE TRE VITTORIE. Invidiabile il percorso della formazione allenata dal duo Padalino – Locurcio: dopo l´esordio vincente (3-0 al Real San Giovanni), ha segnato otto reti contro l´Anteo San Paolo di Civitate e ha firmato un poker contro la Gioventù calcio Foggia (4-1).

I RIGORI. In semifinale, per avere la meglio nel derby contro la Juventus San Michele, sono stati decisivi i calci di rigore. Ma proprio un errore dal dischetto è stato fatale alla Cosmano sport contro il Real San Giovanni (dopo l´1-1 dei tempi regolamentari).

“I rigori ci hanno portato fortuna in semifinale ma ci sono costati la sconfitta in finale – spiega il presidente Gianluca Cosmano – ma siamo comunque molto soddisfatti delle nostre prestazioni. L´importante in questi casi è che i bambini si divertano e, a parte la pioggia che ha guastato un po´ i piani, è stato un bel torneo"

 I CALCIATORI. Ecco i nomi dei piccoli calciatori della Cosmano sport: Gabriele Nardella, Andrea Padalino, Andrea Distaso, Maurizio Parisi, Alessandro Rotoli, Andrea Piserchia, Michele Vitozzi, Giuseppe Paolantonio, Simone Lazazzera, Massimo Taralli.

da foggiacittaaperta.it

Pubblicato in Foggia calcio s.r.l. | Contrassegnato | Lascia un commento

Ghirelli: “Campionati avvincenti e all´ultimo respiro. Ecco i criteri per la ripescata al posto della Nocerina”

 Il Direttore Generale della Lega Pro, Francesco Ghirelli ha parlato ai colleghi di Granatissimi.com: “Salerno non la scopriamo di certo oggi; sarà una serata speciale anche grazie alla cornice di pubblico che dà lustro all´intera categoria.

Sono sicuro che nelle prossime giornate i numeri dell´Arechi e degli altri campi continueranno a crescere, perchè adesso tutti i campionato entreranno nel vivo e ci attendono partite combattute, in Prima come in Seconda Divisione”.

Smentito chi credeva che senza retrocessioni sarebbe stato un torneo falsato: “Il modello dei campionati americani è garanzia di spettacolo.

Se togli l´incubo retrocessione, devi mettere un sogno, cioè quello dei playoff ed in entrambi i gironi ci sono tantissime squadre in lizza. In Seconda Divisione non ne parliamo, con le retrocessioni e le promozioni che si decideranno all´ultima giornata”.

Lega Pro che ha chiesto anche di anticipare le misure sull´ingresso allo stadio in occasione dei playoff: “Nel calcio italiano siamo all´avanguardia, è un laboratorio che già in passato ha dato dimostrazione di tracciare la linea.

E´ un compito difficile, ma poi ci seguono a ruota”. La Serie C unica a 60 squadre deve pensare già alla prima defezione. Chi sostituirà la Nocerina?

“Applicheremo gli stessi criteri di ripescaggio dell´anno passato. Premieremo i meriti sportivi con un coefficiente maggiore. Poi verrà tutto il resto, quindi allo stato attuale dovrebbe avere maggiori possibilità l´ultima che retrocede dalla Seconda Divisione, ma aspettiamo la fine dei campionati per tirare le somme. Non ci inventeremo nulla”.

da tuttolegapro.com

Pubblicato in Lega Pro | Contrassegnato | Lascia un commento

Buona Pasqua

La redazione di Foggiaweb/foggiacalcio augura una serena pasqua a tutti gli lettori di questo sito

la redazione

www.foggiaweb.it

Pubblicato in Foggia calcio s.r.l. | Contrassegnato | Lascia un commento

Foggia Calcio, la promozione nell´uovo di Pasqua

La Santa Pasqua con la promozione più veloce di sempre già al sicuro in cassaforte, o meglio nell’uovo di Pasqua. Meglio di così… Il Foggia se la gode.

I tifosi, tutti, anche. In attesa delle ultime due giornate di campionato che dovranno solo dire quale sarà la posizione finale in classifica della squadra di Pasquale Padalino.

Che a Frattamaggiore contro l’Arzanese, ha mostrato segni di rilassatezza ed un piccolo calo di tensione – se si vuole anche fisiologico -, ma che nei prossimi, ultimi, 180 minuti (allo Zaccheria con l’Aversa Normanna il 27 aprile e poi a Chieti il 4 maggio) ha intenzione di tornare a fare le cose sul serio per chiudere, possibilmente, al quarto posto e prendersi la qualificazione alla Tim Cup

. Intanto, dopo l’ultimo allenamento di ieri mattina, la squadra è meritatamente in vacanza. Tornerà ad allenarsi mercoledì prossimo.

In vacanza anche Padalino, che ha confermato che del suo futuro parlerà solo a bocce ferme, e Di Bari che invece ha cominciato il monitoraggio dei calciatori che potrebbero servire alla causa in Lega Pro Unica. Auguri…

da teleradioerre.it

Pubblicato in Foggia calcio s.r.l. | Contrassegnato | Lascia un commento

Video: Parla Di Bari

 Nel video le parole del D.S. Giuseppe Di Bari nella conferenza stampa odierna.

Armando Borrelli da Calciofoggia

Pubblicato in Foggia calcio s.r.l. | Contrassegnato | Lascia un commento

Video: Mister Padalino

Nel video le parole di Pasquale Padalino nella conferenza stampa odierna. da Calciofoggia

Pubblicato in Foggia calcio s.r.l. | Contrassegnato | Lascia un commento

Di Bari: “A fine stagione decideremo con chi rinnovare”

 Le parole del Direttore Sportivo Giuseppe Di Bari nella conferenza stampa odierna: “Faccio gli auguri a tutti di una felice e serena Pasqua.

Mi allineo a quello che ha detto il mister riguardo al percorso fatto insieme. È stato qualcosa di straordinario ripensando che siamo partiti dalla serie D con tantissime problematiche.

Il discorso di raggiungere i primi 4 posti e l’obiettivo di tutti. Poi se ci arriviamo o meno è stato comunque un lavoro importante. Non pensavo che avremmo avuto una così rapida risalita anche se sono positivo e tendo a farlo notare.

Sono contento per il percorso costruttivo e non semplice che abbiamo affrontato insieme al mister. Abbiamo vinto questa bella scommessa e sono molto contento per me, il mister e per chi ci è stato vicino. Il segreto è la serietà, professionalità ed onestà di chi ha lavorato in questo percorso.

La vera molla di questa bella rimonta è stata la partita di Nardò che ci ha portato a gioire oggi. Le scelte fatte sono state fatte con criterio ed i mezzi a disposizione a poter operare.

Una bella soddisfazione è stata quella di aver creduto nell’allenatore e lo staff tecnico, e in qualche giocatore che ha dimostrato di essere all’altezza della situazione.

Appena finito il campionato programmeremo la prossima stagione. Io continuo a girare e a guardarmi intorno, aggiornandomi su tutto e avendo un piano di lavoro.

Godiamoci questo momento al massimo e poi vedremo. Io vorrei proseguire questo bel percorso, ne parleremo e vedremo. Giocatori sotto contratto per la prossima stagione sono 6/7.

Nel momento in cui decideremo quale sarà il percorso vedremo con quali rinnovare.”

Armando Borrelli da Calciofoggia

Pubblicato in Foggia calcio s.r.l. | Contrassegnato | Lascia un commento

Vigilia di Pasqua in campo a Grosseto per il Baseball Club Foggia

Gara 1 alle 15.30, gara 2 alle 20.30

Trasferta lunghissima per la squadra foggiana, che nel giorno della Vigilia di Pasqua sarà impegnata a Grosseto per la terza giornata di campionato di Serie A Federale. Come sempre si disputeranno due partite a poche ore di distanza

. L’AVVERSARIO. L’Enegan Grosseto ha vinto le prime due partite giocate. Nata da un’ala dello storico Bbc Grosseto, che vanta scariati titoli a livello nazionale e internazionale, la nuova società del baseball grossetano si è riorganizzata per rilanciare un marchio storico, ottenendo il ripescaggio in Serie A Federale prima dell’inizio della stagione.

La squadra gioca nello stadio “Jannella” (7000 spettatori) palcoscenico di alcuni eventi sportivi importanti quali Mondiali, Europei e Finali di Coppa Campioni. Prima palla giocabile alle ore 15:30 per Gara1 e dalle 20:30 per Gara2.

LA NEWSLETTER. E' intanto disponibile la newsletter di Aprile 2014, con le notizie sul primo scorcio di campionato della squadra e, tra le altre, una rubrica che presenterà le regole del gioco, curata da Alfredo Strippoli, uno dei giocatori del roster foggiano e allenatore dei ragazzi del settore giovanile.

Il numero si può scaricare sul sito della squadra o in alcuni esercizi commerciali convenzionati.

Sandro Simone da Foggiacittaaperta

Pubblicato in Baseball a Foggia e Provincia | Contrassegnato | Lascia un commento

Foggia, il ds Di Bari: “Tutti disponibili a restare”

Allo stadio Simonetta Lamberti di Cava de´ Tirreni è stato visto ieri il direttore sportivo del Foggia Giuseppe Di Bari, che ha approfittato del turno infrasettimanale di Serie D per osservare qualche calciatore all´opera nell´incontro tra Cavese e Nuova Gioiese.

I rossoneri sono stati ammessi alla terza serie. Queste le impressioni di Di Bari rese a TuttoLegaPro.com.

"Da quando il Foggia è promosso vado spesso a vedere qualche giovane, anche per capire in che maniera è possibile programmare la prossima stagione – spiega Di Bari – che per il Foggia sarà nella Divisione Unica".

Si aspettava che il Foggia potesse essere tra le prime cinque?

"All´inizio eravamo partiti per arrivare alla Divisione Unica almeno figurando tra le prime otto. Man mano i risultati e le vittorie sono venuti e abbiamo continuato a migliorare.

Nonostante siamo già promossi, credo sia d´obbligo cercare di ottenere il piazzamento migliore possibile".

Il giocatore che più l´ha sorpresa di questo Foggia?

"Tutta la squadra mi ha sorpreso positivamente. ma più felicemente mi ha sorpreso Cavallaro che ha realizzato 14 gol, potrei parlare anche di Giglio che ha segnato 11 gol, ma ci metterei anche il portiere Narciso si è ben comportato".

Il futuro suo, di Padalino e dei giocatori?

"Per quello dobbiamo incontrarci con la società, è chiaro che il loro intento è di confermare gran parte della rosa e del mister per costruire una squadra competitiva.

Certamente sarà molto importante la disponibilità economica che la società potrà offrire per sostenere la Divisione Unica"

. Le squadra più forte del girone?

"Probabilmente la Casertana e il Cosenza hanno organici importanti perché le società hanno speso tanto; le sorprese sarebbero Melfi e Teramo che hanno speso meno però hanno ottenuto la promozione"

. Invece in bassa classifica si sta segnalando l´Arzanese che sta cogliendo vittorie importanti.

Può arrivare ai play-out? "Penso di sì. Con il tridente d´attacco che ha, e con la condizione psicologica e fisica che si ritrova, può anche aspirare alla salvezza. Credo sia la squadra più in forma del momento".

da tuttolegapro.com

Pubblicato in Foggia calcio s.r.l. | Contrassegnato | Lascia un commento

Allenamento allo Zaccheria

Ultimo allenamento settimanale per il Foggia di Padalino. Agnelli e compagni si ritroveranno sul terreno dello Zaccheria alle ore 10:30. Al termine della seduta di allenamento conferenza stampa di Mister Padalino, del ds Beppe Di Bari e dei vertici societari per uno scambio di auguri per le imminenti feste di Pasqua.

Ufficio Stampa Foggia Calcio Srl

Pubblicato in Foggia calcio s.r.l. | Contrassegnato | Lascia un commento

Mercato senza soldi. Regalia: “Stadi vuoti e addio alla Seconda Divisione peggioreranno le cose”

Il nostro calcio è sempre più all´insegna del "vorrei ma non posso". Metafora all´apparenza banale per sottolineare come le casse delle società italiane siano sempre più vuote in confronto a quelle delle principali big inglesi, spagnole e tedesche.

Una crisi economica che si ripercuote, inevitabilmente, sulle operazioni di mercato delle nostre compagini. Ecco allora che non bisogna meravigliarsi se nell´ultimo biennio si sono registrati ben 2.533 trasferimenti, più della metà dei quali (esattamente il 51%) sviluppati però con la formula del prestito.

Ovvero a zero euro. Solo un terzo delle trattative ha visto esborsi di denaro. Ad analizzare il fenomeno un decano del mercato come Carlo Regalia, presidente dell´A.Di.Se, l´Associazione italiana dei direttori sportivi:

"La crisi economica vieta a molti club di giocare al rialzo. I prestiti ci sono sempre stati, ma è cambiata la qualità del calciatore che viene acquisito a titolo temporaneo.

Una volta accadeva solo per i piccoli club, che acquisivano dalle big giovani promesse da valorizzare; adesso invece la formula riguarda anche i grandi club, che si accollano scarti di altre squadre in quanto non possono acquistare i loro cartellini.

Non mi meraviglio che un Livorno prende Mbaye e Bardi dall´Inter: ciò è sempre successo. Più singolare che la Fiorentina lo faccia con Matri o il Milan con Taarabat e Rami, che non rientravano più nei piani di Fulham e Valencia".

Si punta dunque soprattutto a non spendere, cercando di trovare qualche occasione gratuita che si riveli poi anche un buon affare. "Nel breve è difficile che le cose possano cambiare", prosegue Regalia.

"Una volta il calciatore restava vincolato al minimo di stipendio anche dopo la scadenza di un contratto: ciò dava forza alle società e poteva permettere di avere potere patrimoniale e contrattuale. Oggi, con la riforma Bosman e lo svincolo operativo, è impossibile trattenere un calciatore anche a un anno dalla scadenza

. Oltretutto ora comandano i giocatori e i procuratori, perciò non si possono neanche calmierare i prezzi degli emolumenti mediante un salary-cap: quando i contratti vanno in scadenza, da ogni latitudine arrivano proposte e i calciatori giocano al rialzo.

Basti pensare a giocatori di buon livello, accasatesi con contratti milionari a parametro zero in grandi club. In Italia ricordo ad esempio Flamini: era un buon giocatore dell´Arsenal e i rossoneri a parametro zero fecero al francese un contratto principesco (triennale da 4,7 milioni netti all´anno, ndr)".

Si ricorre insomma al prestito o al parametro zero perché non si ha più disponibilità economica. Una realtà destinata a essere ulteriormente amplificata in futuro da un ulteriore fattore:

Ora sparirà il campionato di Seconda Divisione in Lega Pro", avverte Regalia, "e perciò rimarranno sempre più giocatori a spasso. Tutti calciatori acquistabili a parametro zero, alcuni dei quali da parte di club di Serie A per poi farli girare nelle categorie inferiori in compartecipazione, in modo da strappare piccole plusvalenze.

Faccio una domanda: se posso acquistare un calciatore a parametro zero, perchè dovrei acquistarne uno dello stello livello a pagamento da un´altra squadra?".

La risposta sta anche e soprattutto nei bilanci in rosso dei nostri club, con i diritti Tv che da soli non bastano e con un pubblico in continua fuga dagli stadi:

"Oggi i tifosi sono diminuiti sensibilmente in Serie A", conclude Regalia, "ma sono addirittura spariti nelle categorie inferiori. La gente non va più a vedere le partite dal vivo.

Il Palermo sta dominando la Serie B e al Barbera non si contano più di 7-8 mila persone. E non parliamo poi della Lega Pro, dove salvo qualche rara eccezione si fatica ad arrivare a mille spettatori a gara".

da Panorama

Pubblicato in Lega Pro | Contrassegnato | Lascia un commento

Lega Pro…tagonisti: Melfi e Real Vicenza esultano a braccetto con il politico di Messina

 «Ricordo ogni cosa alla perfezione. Il derby è un appuntamento speciale che coinvolge tutti, ma proprio tutti, in città. E così anche a Torino. La febbre comincia a manifestarsi qualche tempo prima, sale gradualmente fino a superare i quaranta nell´ultima settimana.

Tutti sentono la necessità di dirti qualcosa. Dal fruttivendolo all´industriale, dal sindaco all´operaio. Al ristorante, al cinema, sui giornali, per strada. Tutti si raccomandano.

"Battiamo quei gobbi maledetti" ti esorta un tifoso granata. "Mi raccomando, vada piano domenica, neh" ci prova quello bianconero». (Il toro non può perdere – Eraldo Pecci) Sembra che le stagioni quando un campionato va a terminare, tendono a mescolarsi: invece di essere primavera, sembra l´autunno.

In questo periodo dell´anno le foglie tendono a cadere per affrontare la rigidità dell´inverno e prepararsi a nuova vita con l´arrivo della primavera.

Così per il campionato di calcio che inizia quando tutto finisce e termina quando tutto assume un colore nuovamente vivo. La domenica che ci siamo lasciati alle spalle ci ha portato in dote tante belle notizie che possiamo utilizzare per questo spazio del venerdì, dedicato ai "Lega Pro…tagonisti".

Real Vicenza:

La piccola realtà vicentina nata dalla fusione di varie realtà dell´hinterland biancorosso ha fatto il cosiddetto miracolo. Alla sua prima esperienza nel mondo professionistico ha saputo battersi con le unghie e con i denti fino a conquistarsi la tanto agognata "Lega Pro unica".

Il difficile come in tutte le cose della vita viene ora: la prossima stagione bisognerà ripetersi. Le ultime esperienze in questo campo non sono di conforto (vedi Castiglione, retrocesso dopo due stagioni), comunque stiamo parlando di una società che fino a dieci anni fa neanche esisteva (è stata fondata nel 2010), gioca in uno stadio senza tifosi (il "Romeo Menti" dove disputa i suoi incontri il Vicenza) e questo è già di per sé un motivo di vanto: essere tra le sessanta sorelle della prossima stagione.

Piccoli ma con gli attributi. Con un sogno nel cassetto che ogni tanto fa capolino quando è aperto: il derby contro il Vicenza. Unico precedente, un incontro di Coppa Italia e finito per 3-0 per i ragazzi di Lopez.

Di questa prima volta del Real Vicenza sono da annotare tre partite su tutte: il folle 3-4 sul campo del Rimini, 2-0 ospiti al 20´. Nella ripresa al 66´ si era sul 3-3.

Alla fine ci pensa il bomber della squadra, quel Danilo Alessandro da Roma (19 reti finora) che in Veneto ha visto coronato il suo sogno: dimostrare di essere un giocatore valido dopo alcuni tentativi andati a vuoto (vedi Grosseto e Taranto).

Il 4-0 di Coppa Italia contro il Bassano. La stessa squadra che vincerà il campionato a mani basse qualche mese dopo. Ed infine il 4-1 al Mantova di inizio stagione che è costato la panchina al tecnico dei virgiliani Antonio Sala.

REALMENTE VICENZA

Stefano Maiorano (Messina):

E poi ci sono quei giocatori che hanno il dono dell´ubiquità: sono al centro del campo e sono anche sulla fascia. Sono nell´area di rigore avversaria e un istante dopo li trovi a pressarti e rubarti il pallone a cinquanta metri di distanza.

Stefano Maiorano è uno di quei giocatori tuttofare che inizia a correre appena fischia l´arbitro e si ferma due volte in novanta minuti: all´intervallo e alla fine della partita.

Per il resto è un moto perpetuo. Beato lui che riesce a correre in novanta minuti quello che il sottoscritto percorre in un anno se si mette d´impegno.

Se c´è un fallo laterale, Maiorano c´è. Un calcio d´angolo, Maiorano c´è. Una ipotesi di rissa, Maiorano c´è. Una discussione con l´arbitro, Maiorano c´è. Pressare per recuperare palla e Maiorano è già lì che ringhia finché non ne recupera il possesso.

Nella resurrezione del Messina che a dicembre era inguaiato in zona retrocessione c´è anche la crescita esponenziale di questo giocatore. Gli manca un gol. Ecco, quello è un po´ più difficile

MENOMALE CHE MAIORANO C´E´ (sulle note di una canzone dedicata ad un politico nazionale)

Kastriot Dermaku (Melfi):

Due stagioni fa l´accordo tra il Sassuolo e il Santarcangelo era cosa fatta, solo che Dermaku ha scelto la Basilicata e in particolar modo Melfi.

Una scelta che ha portato questo difensore di chiare origini albanesi, ma nato a Scandiano, ad essere uno dei protagonisti di queste due stagioni in maglia gialloverde, fino al gol che domenica non solo ha deciso la partita contro l´Ischia, ma ha consentito alla realtà lucana di tagliare lo storico traguardo della "Lega Pro unica".

Difensore sì, ma con licenza di far male. Gli isolani non hanno regalato niente, sfiorando in un paio di circostanze il gol del vantaggio. La legge del calcio è molto chiara: se non concretizzi, ci sta che l´avversario prima o poi ti colpisca a tradimento.

E´ lo sport bellezza. Così è avvenuto allo stadio "Arturo Valerio" domenica pomeriggio. Sugli sviluppi di un calcio d´angolo Dermaku, sfruttando la sua altezza (1,90 circa dicono le statistiche) ha trafitto il portiere ospite portando il Melfi nel lotto delle belle protagoniste della Lega Pro unica.

Ed il prossimo anno saranno dodici anni consecutivi nel calcio professionistico.

SHUME MIRE KASTRIOT (complimenti in albanese)

da tuttolegapro.com

Pubblicato in Lega Pro | Contrassegnato | Lascia un commento

Coppa Italia Lega Pro: trionfa la Salernitana, applausi al Monza

Nella notte dell´Arechi, il cielo si colora di granata. La Salernitana pareggia 1-1 contro il Monza e conquista per la prima volta nella sua storia la Coppa Italia di Lega Pro.

Decisivo il gol di Volpe a tre minuti dalla fine. Non è stata una grande Salernitana, che però con cuore e sofferenza, è riuscita a conquistare il trofeo. Il primo tempo è molto bloccato e sicuramente poco spettacolare per gli oltre 6mila infreddoliti spettatori dell´Arechi. La Salernitana ha in mano il pallino del gioco e cerca il gol che chiuderebbe il discorso.

Soprattutto sull´out destro con Luciani e Scalise la Salernitana prova a sfondare. Ma non sono molte le occasioni create dai granata. Ci prova un paio di volte senza fortuna Gustavo, al 2´ su assist di Fofana e al 18´ su geniale apertura di Mancini.

L´occasione migliore è sulla testa di Fofana ma la palla termina di poco fuori. E´ l´unico squillo dell´ex Lanciano costretto a uscire per un problema muscolare. Al suo posto entra Mounard ma il francese non riesce ad accelerare la manovra granata. In attacco Ginestra si muove molto ma sono pochi i palloni giocabili per il cobra. Ci prova al 32´ Volpe dai venti metri ma Castelli di pungo respinge.

La Salernitana non riesce però mai a dare quell´accelerata necessaria per scardinare l´attenta difesa di Antonio Asta. Tra i più attivi Montervino che da buon capitano si danna l´anima in mezzo al campo. Così il Monza che avrebbe bisogno di un gol per impattare la sconfitta dell´andata riesce a contenere senza eccessive difficoltà l´azione granata. In avanti, però, nei primi 45´ i lombardi non si vedono praticamente mai.

Nel secondo tempo, inevitabilmente, il Monza alla ricerca del gol alza il proprio baricentro ma soprattutto si sveglia Gasbarroni. In pochi minuti il Monza colleziona tre angoli, con Gregucci in panchina che si sbraccia per scuotere i suoi. Ma c´è poco da fare al 57´ il Monza passa. Disattenzione di Tuia che si dimentica di Sinigaglia che al centro trova De Cenco che solo soletto batte Gori.

La Salernitana prova a scuotersi, ma così come a Prato, sembra in difficoltà, sia mentale che fisica. E´ sempre Montervino a suonare la carica. Ma al 69´ Sinigaglia inventa per De Cenco che trova sulla sua strada uno straordinario Gori. Entra Mendicino, ma i granata nonostante l´impegno non sono mai pericolosi. Il match sembra avviarsi ai supplementari ma a tre minuti dal termine Volpe di sinistro trova il gol che vale la Coppa. Cinque minuti di recupero, Fisher spreca a due passi da Gori e capitan Montervino può alzare al cielo la coppa.

SALERNITANA-MONZA 1-1

SALERNITANA (4-2-3-1): Gori; Luiciani, Tuia, Sembroni, Piva; Montervino, Volpe; Gustavo (76´ Mendicino), Mancini, Fofana (22´ Mounard); Ginestra (89´ Scalise). A disposizione: Iannarilli, Ampuero, Capua, Ricci. All. Gregucci

MONZA (4-3-1-2): Castelli; Franchino, Polenghi, Briganti; Anghileri; Vita, Grauso (90´ Terrani), Valagussa; Gasbarroni; De Cenco (73´ Fisher), Sinigaglia (90´ FInotto). A disposizione: Chimini, Zullo, Candido, Bianchi. All. Asta

ARBITRO: Abisso di Palermo (D´Apice-Gori) MARCATORI: 57´ De Cenco, 87´ Volpe (S) NOTE: Spettatori presenti 6289, 50 dei quali provenienti da Monza, incasso non comunicato. Ammoniti: Gasbarroni (M), De Cenco (M), Briganti (M), Ginestra (S), Montervino (S) Calci d´angolo 6-4 per la Salernitana. Recupero 1´ p.t. 5´ st.

da tuttolegapro.com

Pubblicato in Lega Pro | Contrassegnato | Lascia un commento

Amichevole a Stornara

Amichevole in provincia per il Foggia di Padalino che nel pomeriggio affronta a Stornara l’Atletico Stornara che milita nel campionato di I Categoria. Calcio d’inizio 15:30.

Ufficio Stampa Foggia Calcio Srl

Pubblicato in Foggia calcio s.r.l. | Contrassegnato | Lascia un commento

Il calcio della poca qualità e dei tanti debiti…

Ho letto in settimana che il calcio italiano – tutto il calcio italiano – si regge sui diritti televisivi e sui … debiti. Troppo elevato il costo del lavoro. Troppe squadra in serie A, eccessivo il numero dei partecipanti alla serie B, meglio non parlare delle nefandezze della serie D. Soltanto la Lega Pro sta cercando di darsi una identità più razionale.

In definitiva l’ unica categoria dove esiste un vero progetto riformistico. Anche e nonostante le molteplici difficoltà. Intendo economiche e di stadi obsoleti e strutturalmente carenti. In tale ottica, Macalli ed i suoi collaboratori, stanno stringendo sempre più la forbice. Sono stati piantati dei paletti in prospettiva di difficile superamento per diverse Società.

L’intento è quello di eliminare le scorie per dare autonomia e continuità al progetto. Le “battaglie” sul piano economico per la ripartizione dei proventi hanno uno scopo ben definito. Esiste però una certezza. Ove le regole fossero applicate alla lettera mai sarebbe possibile arrivare all’ iscrizione delle 60 Società che prevede la riforma dei campionati. Sarà necessario ricorrere ad altri tagli in futuro non molto lontano?

Abolita la seconda divisione. Abbreviato il distacco per il salto tra i professionisti. Sarebbe opportuna una regolamentazione diversa al dilettantismo, presunto, della serie D. Capitolo primo. L’ iscrizione al campionato corredata da una garanzia fideiussoria di importo più corposo faciliterebbe notevolmente la selezione. Evitando il ripetersi di radiazioni e abbandoni. Situazioni, ridicolmente incresciose, verificatesi nella stagione che sta per concludersi.

E poi, surrogare quel “contrattino” di rimborso spese con un documento più impegnativo per Società e Tesserati. Smettendola di chiudere gli occhi dinanzi a situazioni retributive che tutti conoscono e sulle quali tutti fanno finta. Non giova a nessuno, tantomeno allo Stato. Una soluzione va trovata ed applicata. Costasse anche la riduzione parziale degli organici. Ne va della credibilità della categoria ed ancor più del “Palazzo”.

Se poi Tavecchio deve rimanere al suo posto solo per gestire annualmente quel “tesoretto” di 8 milioni di euro frutto di tasse di iscrizione e fidejussioni sarà bene venirne a conoscenza. Ci rassegneremo ad un calcio mediocre fatto di Società incapaci di portare a termine il campionato.

Del ripetersi di ripescaggi tanto inutili quanto dannosi. Di giovani tecnicamente immaturi e senza futuro, imposti in campo da una regola assurda. Nella sostanza di un calcio “dilettantistico” (diciamo) senza futuro. Gli Stadi. Un problema annoso ed irrisolvibile. Si parla da tempo immemorabile degli impianti sportivi di proprietà e di una legge che non riesce mai a decollare. Il tutto nella inutilità più assoluta. Il degrado generale delle strutture sportive allontana lo spettatore dagli spalti.

E’ palese. Lo stato di abbandono dei servizi igienici. In taluni casi anche la trascuratezza dell’ igiene. Lo poca qualità dei punti di ristoro. La mediocrità dell’ accoglienza. Le amministrazioni comunali oberate dai debiti di gestione e le società di calcio alla ricerca di contributi economici. Una diatriba perenne sulle convenzioni per l’ utilizzo degli stadi. Un contenzioso mai definito che conduce solo ad una manutenzione carente degli impianti.

Alle volte viene trascurato anche il manto erboso. Nei casi più esasperati alcune Società hanno già in animo di chiedere l’ utilizzo di impianti limitrofi al proprio territorio, ma adeguati alla normativa vigente, per la disputa delle gare casalinghe. Ha un senso futuribile e costruttivo tutto questo? Il professionismo, oneroso, della terza serie. Il dilettantismo, con il trucco, della serie D.

Temi di discussione, sul tavolo, ce ne sono tanti. Problemi da affrontare e risolvere alla radice. Principalmente quelli legati alla gestione finanziaria. Non sarebbe negativo se ci mettesse le mani il legislatore coadiuvato dal Coni. Il calciatore non va più identificato come dipendente, ma da libero professionista. Lo si dice da sempre. Sono passati 33 anni. Una modifica a quella vecchia legge 91/81 si rende indispensabile. Risolverebbe tutte le situazioni. Certamente non è utopia.

da Tuttolegapro.com

Pubblicato in Sport Vari | Lascia un commento

L’OPINIONE (L)IMITATA…di Stefano Bucci

Cari amici lettori, ormai, ci stiamo incamminando verso gli ultimi 180 minuti del campionato, una stagione che ci ha regalato una splendida promozione nella Lega Pro unica, in una cavalcata che ha visto il nostro Foggia raggiungere questo importantissimo traguardo, attraverso quel gioco, a tratti anche spettacolare, come solo le grandi squadra sanno fare.

Ovviamente, il merito è tutto di mister Pasquale Padalino, che con grande umiltà, ha dimostrato tutte le sue capacità di condottiero, insegnando calcio e dispensando consigli ai tanti ragazzi che, dapprima in serie D, e successivamente in II Divisione, hanno indossato la casacca rossonera.

Il nostro mister, per giunta foggiano come noi, è riuscito in un compito non semplice, quello di raggiungere degli obiettivi importanti nel momento più critico dell’intera storia rossonera, e di questi tempi….è un vero miracolo! Non a caso, ho citato anche il precedente campionato di serie D, una stagione che vide il nuovo Foggia guidato da Padalino, partire per il ritiro di San Marco in Lamis con pochi ragazzi al seguito, alcuni in prova, e con la grande ambizione di creare una squadra che potesse ben figurare in una categoria a noi sconosciuta.

Credo che il capolavoro sia cominciato proprio in quella stagione, con un girone di ritorno da prima della classe, in una rincorsa che ci portò a quei play-off, propedeutici per quel ripescaggio in II Divisione. Senza alcun dubbio, possiamo affermare che la promozione raggiunta dieci giorni fa, nacque proprio allora, tra l’indifferenza sportiva di una città che aveva mal digerito l’esclusione dal calcio che conta, e che si rassegnava a vivere solo di quei ricordi, troppo importanti per essere cancellati.

Al grande lavoro tecnico di mister Padalino, va senz’altro menzionata l’abilità del ds Di Bari, che con pochi mezzi economici a disposizione, ha saputo trovare gli elementi giusti nella costruzione della squadra, in fondo, come avvenne con la coppia Zeman-Pavone, la piena sintonia tra i due, non poteva che agevolare il lavoro da svolgere. In tutto ciò, non mi sono dimenticato che il campionato è ancora in corso, e che domenica scorsa il nostro Foggia è stato sconfitto a Frattamaggiore dall’Arzanese per 3 reti a 2, perdendo, seppure di un solo punto, anche la quarta posizione in classifica in favore del Messina.

Ma non c’è da preoccuparsi, i rossoneri scesi in campo domenica, erano con la testa ai festeggiamenti, e la sveglia è suonata solo sul 2 a 0, quando, punti nell’orgoglio, con una piccola accelerata hanno saputo rimettere in parità la gara.

Della terza rete subita, preferiamo non parlarne, in fondo, il fair play non è altro che una bella espressione in lingua inglese che identifica dei principi che si fondano sulla correttezza e lealtà sportiva…..roba da extraterrestri!

Per questa settimana il campionato si ferma, si riprenderà il 27 con l’ultima gara casalinga della stagione contro l’Aversa Normanna, occasione quanto mai propizia per riprenderci quel quarto posto, utile per la partecipazione alla Coppa Italia Tim, mentre a fermarsi per una settimana, sarà anche la nostra rubrica che riprenderà puntualmente dopo la prossima gara dei rossoneri.

A tutti voi, l’augurio più sincero di una felice e serena Pasqua, con la speranza, che queste festività, possano essere occasione di svago ed evasione dal difficile momento che vive il nostro paese, e che una piccola gioia, come può essere stata la promozione del nostro Foggia, possa essere quel segnale positivo, indice di una futura rinascita per la nostra città. Alla prossima.

Stefano Bucci da Calciofoggia

Pubblicato in Foggia calcio s.r.l. | Contrassegnato | Lascia un commento

Notiziario rossonero: seduta d’allenamento nel gelo dello Zaccheria

Seduta d’allenamento pomeridiana, per i ragazzi di mister Padalino che si sono ritrovati allo Zaccheria. Una seduta ‘gelata’ in virtù delle rigide temperature poco primaverili e decisamente invernali, di questo aprile.

Dopo un iniziale allenamento prettamente defaticante a base di palleggi e torelli, si è passati alla consueta gara in famiglia di metà settimana, undici contro undici.

Si sono affrontati i rossoneri con le pettorine verdi e quelli con le casacche nere. Molto equilibrata la partitella che si è conclusa con un pareggio per 1-1, reti di Giglio per i verdi e di Cavallaro( un eurogoal sotto l’incrocio dei pali e uno stato di forma a dir poco eccezionale, a testimonianza dell’ottimo periodo che sta attraversando il bomber rossonero) per i neri. Si è allenato a parte il centrocampista brasiliano, Curcio. Ancora assente il lungodegente difensore, D’Angelo.

Luigi Morsillo da Calciofoggia

Pubblicato in Foggia calcio s.r.l. | Contrassegnato | Lascia un commento

Agnelli: “ Vogliamo vincere con l’Aversa per festeggiare al meglio la nostra promozione”

 Sono molto soddisfatto per quanto ottenuto, per aver raggiunto l’obiettivo prefissato, siamo una grande famiglia, un grande gruppo e in queste ultime due partite che restano daremo il massimo come sempre”

“Dopo un inizio di campionato scialbo e i primi mugugni della piazza ci siamo riscattati alla grande, ricordo come momento positivo, la striscia dei 13 risultati consecutivi che ci ha permesso alla fine di tagliare il traguardo promozione, anche in anticipo rispetto alla fine del campionato”

“ Non riesco a dare un voto al mio campionato. Di sicuro ci sono stati momenti, a livello personale, in cui le cose sono andate al meglio, in altri casi meno, però di sicuro resta che ho sempre dato il massimo per questa maglia e questi colori, sin dallo scorso anno, cercando di onorarli” “ Con l’Arzanese non è stata la nostra gara migliore. Rispetto all’andata era decisamente un’altra squadra che ha fatto del reparto offensivo la sua arma vincente.

E’ arrivato il mio goal, ma una serie di concause tra cui nostre indecisioni e qualche errore arbitrale hanno determinato purtroppo per noi la sconfitta” “ Volevamo avvicinarci all’ultima partita casalinga, di domenica 27, almeno avendo portato a casa un punto. Ci aspettiamo che domenica comunque lo stadio sia pieno e che tutta Foggia, tutta la città insomma ci festeggi”

“ Il goal su calcio piazzato a volte si trova altre no. Di sicuro in molti casi sono stato sfortunato, perché il portiere avversario di turno arrivava sempre sul pallone . Il tiro di domenica è stato quasi vicino all’incrocio, se avessi tirato più in basso magari il portiere l’avrebbe presa, stavolta è andata bene a me, sono molto felice, perché la rete è un premio ai sacrifici degli allenamenti ”

“ Il mio goal alla fine è servito purtroppo a poco anche se la squadra in fondo è sempre rimasta in partita, le occasioni da goal le abbiamo create e ci siamo giocati il match fino al termine, ha vinto insomma chi aveva più fame e concentrazione alla fine ”

“ A parte la sconfitta ci godiamo la promozione e credo che abbiamo sempre dimostrato nel corso del campionato di essere stati una buona squadra meritando il risultato raggiunto” “ Nell’episodio del goal dell’Arzanese io non ho visto cattiveria in Ripa, lo conosco è un giocatore corretto, non è il tipo che approfitterebbe di una situazione del genere, cioè segnare col portiere a terra.

E’ stato un attimo e Ripa, non si è reso conto che Micale fosse a terra e ha insaccato in rete. E’ l’arbitro a mio avviso che avrebbe dovuto fermare il gioco in quel caso ma non l’ha fatto” “ Non vogliamo mollare niente sarebbe un peccato non raggiungere l’obiettivo della qualificazione nella coppa italia maggiore, perché tutto quello che abbiamo costruito fino ad ora lo abbiamo meritato”

“ L’anno prossimo il campionato di Lega pro sarà una sorta di B2. Tante squadre blasonate ai nastri di partenza e noi ci faremo trovare pronti, di sicuro”. “Ho un altro anno di contratto e credo non ci siano problemi per la prosecuzione della mia avventura in rossonero, mi auguro di far parte di questo progetto per lungo tempo”

“ Non mi sento una bandiera. Mi sento un giocatore foggiano che insieme ai suoi compagni di squadra è stato in grado di scrivere un pezzo di storia rossonera importante, in questi ultimi due anni, e nel tempo spero che questo venga sempre ricordato e mai scordato” “ Ci portiamo dietro una certa rabbia agonistica e voglia di rivincita, per tutto ciò che accadde all’andata ad Aversa. Di sicuro vogliamo vincere per i nostri tifosi e per festeggiare degnamente la promozione”

Luigi Morsillo da Calciofoggia

Pubblicato in Foggia calcio s.r.l. | Contrassegnato | Lascia un commento

La Gazzetta dello Sport paragona il Verona di Mandorlini al Foggia di Zeman

Tre anni in serie A che sono entrati nella storia. Avete presente il programma di Renzo Arbore “Cari Amici Vicini e Lontani” ? Ogni volta che qualcuno parla di storia della tv lo cita come esempio. Eppure, se si va a controllare, è andato in onda solo per 6 puntate nel 1984. IL FOGGIA.

Qualcosa di simile avviene per il Foggia di Zeman: ha giocato in serie A per soli 3 stagioni ad inizio anni ´90, eppure ogni volta che qualcuno parla di una squadra che fa un gioco spettacolare, che attacca con tutti gli effettivi e non fa troppi calcoli tattici finisce per citare Zemanlandia.

Che lo facciano i foggiani è normale, ma succede spesso che lo facciano anche altri. Qualche settimana fa se ne parlò per le dichiarazioni del parlamentare grillino Alessandro Di Battista, stamattina invece era la Gazzetta dello Sport a paragonare a Mancini & C. il Verona di Mandorlini che fino ad ora quest´anno ha segnato ben 50 gol subendone 57. I

L FUTURO? Che dire? Il passato dei colori rossoneri è straordinario, ma da queste parti c´è sempre la speranza che un giorno sulla stampa nazionale si torni a parlare del Foggia Calcio non solo per Zeman e Pavone ma anche per Padalino e Di Bari

. da foggiacittaaperta.it

Pubblicato in Lega Pro | Contrassegnato | Lascia un commento

Under 18 Lega Pro: girandola di gol con il Kenya Under 20. Una partita che passerà alla storia..

. Tamburi, musica, bandiere e colori: questa l´atmosfera che ha accolto l´Under 18 di Valerio Bertotto oggi al Nyayo Stadium.

Per la prima volta nella sua storia calcistica il Kenya ospita una Nazionale italiana: è la Lega Pro a battere il calcio d´inizio di una partita che passerà alla storia per i suoi significati.

Un´amichevole che ha già il gusto della vittoria. Come in Palestina, sono gli azzurrini di Lega Pro a ridurre le distanze territoriali: sono ancora una volta il pallone e la passione per il gioco del calcio ad unire culture con storia e tradizioni diverse.

Protagonista indiscussa della prima frazione di gioco l´Italia Lega Pro, che passa subito in vantaggio al 9´ pt con un potente gol di testa dall´area piccola di Moreo.

L´Italia continua ad attaccare, costringendo la formazione africana nella propria metà campo e rendendosi più volte pericolosa con il capitano Nardi. Il giovane attaccante della Cremonese viene atterrato in area e al 20´ pt guadagna il rigore. Zottino dal dischetto non fallisce.

La formazione keniota reagisce prontamente e accorcia le distanze al 40´ pt con Kingatua su contropiede di Ndinya. La ripresa si apre con il Kenya in attacco che al 4´ va in rete con il numero 10 Wanyonyi. Subito la risposta azzurra al 9´ con il secondo gol di Moreo.

Il vantaggio dell´Italia Lega Pro dura però pochi minuti: al 15´, infatti, segna la sua seconda rete Kingatua, per un Kenya ben organizzato, con buone doti tecniche che non vuole perdere sotto gli occhi dei suoi tifosi.

"È stata una gara intensa sia dal punto di vista fisico che psicologico. Sapevamo di affrontare una squadra più matura per età e che si è dimostrata anche ben preparata tatticamente. – dichiara il Ct Bertotto – Abbiamo creato molte occasioni, ma è mancata concretezza davanti alla porta.

È la testimonianza che dobbiamo ancora lavorare molto: a momenti sono mancati ritmo e intensità. Chiedo aiuto a tutti i nostri club affinché lavorino con i giovani sulla qualità e per cercare sempre più professionalità. Sono sicuro che questa esperienza internazionale servirà al gruppo per crescere e come stimolo a dare sempre il meglio in campo". Under 20 Kenya – Under 18 Lega Pro 3-3 Primo tempo: 1-2 / 2 minuti di recupero

Secondo tempo: 3-3 / 6 minuti di recupero Reti: 9´ pt Moreo (I), 20´ pt Zottino (rig) (I), 40´ pt Kingatua (K), 4´ st Wanyonyi (K), 9´ st Moreo (I), 15´ st Kingatua (K) Note: In tribuna ad assistere al match l´Ambasciatore italiano di Nairobi, i vertici della Football Kenya Federation, Archimede Pitrolo e Antonio Rizzo, Vice Presidenti della Lega Pro.

Under 18 Lega Pro (4-3-3):Bleve, Barzaghi, Pellegrino (1´ st Spadaro), Paris (30´ pt Menini), Marconi (10´ st Mallamaci) , Danza (15´ st Cicerello), Zottino (16´ st Tomanin), Pessina (15´ st D´Arino), Moreo (10´ st Dell´Ovo), Lenzini (10´ st Guadalupi), Nardi. A disposizione: Dini, Scolaro. All. Valerio Bertotto 

Under 20 Kenya: Sikhald, Muyonga (20´ st Odhiambo), Maliachi, Omumbo, Otieno, Kyald, Omoto, Ndinya (20´ st Meja), Kingatua, Wanyonyi, Nairuka (20´ st Kopany). A disposizione: Baraza, Fernandez, Gachoka, Nandwa, Asemeka, Simba All. John Kamalo

da tuttolegapro.com

Pubblicato in Lega Pro | Contrassegnato | Lascia un commento