Foggia-Benevento

foggiaweb.it/foggiacalcio

 

FOGGIA – Foggia-Benevento in streaming, diretta gratis dalle 15.00 su Sportube.tv. La gara della ventitreesima giornata del girone C della Lega Pro Unica 2014-15. Si gioca allo stadio Zaccheria di Foggia. Arbitro Daniele Martinelli di Roma 2, guardalinee Davide Argentieri di Viterbo e Paolo Bernabei di Tivoli. Quarto uomo Guido Scorrano di Taranto.

Foggia-Benevento formazioni. Foggia (3-4-3): Narciso; Loiacono, Agostinone, Gigliotti; D’Allocco, Sicurella, Quinto, Agnelli; Sarno, Iemmello, Cavallaro. Allenatore: De Zerbi.

Benevento (4-4-2): Pane; Padella, Vitiello, Som, Lucioni; Campagnacci, Scognamiglio, Alfageme, Melara, Eusepi, Marotta. Allenatore: Brini.

Pubblicato in Foggia calcio s.r.l. | Contrassegnato | Lascia un commento

A.S.D. Japigia vs Virtus Foggia

foggiaweb.it/foggiacalcio

Dopo aver tirato le somme di questa prima fase di campionato, l’ A.S.D. Japigia si preparaa.s.d.japigia vs virtus foggia per il girone di ritorno ospitando la Virtus Foggia (sconfitta all’andata), pronta a riprendersi due punti sottratti nella prima gara di stagione. Con una classifica così corta ci si aspetta una seconda metà campionato piena di sorprese; veniteci a sostenere nel nostro giro di boa, Sabato alle 18.30 nella nostra sede casalinga del PalaBalestrazzi.

 

da BariToday

Pubblicato in Basket e Volley a Foggia e Provincia | Lascia un commento

Il Foggia a un passo da Barraco mentre Lo Campo e Di Bari litigano

foggiaweb.it/foggiacalcio

Il Foggia è pronto per mettere a segno il primo colpo di mercato con l’ingaggio di Dariodario borraco Barraco. Il calciatore, di proprietà del Catanzaro, incontrerà il ds Di Bari per chiudere la trattativa e passare in rossonero. Classe 1985, Barraco ha già ottenuto due promozioni e un play off perso nelle ultime tre stagioni, avendo indossato le maglie di Trapani (promozione in Prima Divisione), Latina (promosso in Serie B, 25 presenze e 10 gol) e Lecce. Il fantasista romano si propone come jolly per il reparto offensivo rossonero. Pur prediligendo il piede destro, infatti, Barraco può giocare indifferentemente su entrambe le ali del tridente, oppure agire da mezzala. In attesa della fumata bianca il Foggia fa i conti con l’amarezza derivante dalla sconfitta di Melfi e il conseguente aggancio play off fallito. Lunedì sera, nel corso della trasmissione «Il pallone in poltrona», in onda su Telefoggia e condotta dal direttore Carmine Troisi, è andato in scena un botta e risposta tra Franco Lo Campo (presidente onorario dei rossoneri) ospite in studio e il direttore sportivo Beppe Di Bari, intervenuto telefonicamente da Milano. Tema di discussione è stato il mercato, dal quale il chairman foggiano attenderebbe novità per puntare all’aggancio ai play off. Di Bari, invece, è concentrato sui rinnovi contrattuali dei calciatori in scadenza (tra i quali il capitano Agnelli, il regista Quinto e il laterale Agostinone).

La polemica

Due visioni contrastanti che hanno aperto una piccola polemica. Il ds Di Bari chiarisce le ragioni del suo operato, provando a sminuire l’accaduto: «Sento la piena fiducia della società e sono sereno. Abbiamo dato priorità ai rinnovi dei calciatori in scadenza solo perché vogliamo premiare quei ragazzi che hanno permesso al Foggia di trovarsi così in alto in classifica». Concludere questi accordi significherebbe porre le basi solide per la prossima stagione agonistica, all’insegna della continuità del progetto tecnico e (soprattutto) della foggianità, elemento cardine delle ultime stagioni. Il mercato in entrata è però carente. A quasi un mese di distanza dalla riapertura delle liste i rossoneri non hanno ancora messo a segno alcun colpo. Di Bari è chiaro: «Al momento non abbiamo la forza contrattuale dei grandi club che ci precedono in classifica». La capacità economica del Foggia è uscita intaccata dalla sciagurata sconfitta interna contro il Barletta e dalle conseguenze burocratiche. La chiusura parziale dello Zaccheria contro il Cosenza ha comportato un mancato incasso per il club e un conseguente abbassamento del budget a disposizione per rinforzare la rosa. «Il nostro mercato accelererà nelle ultime ore con operazioni last minute», ammette Di Bari. Resta quindi congelata la posizione di Vitofrancesco (foggiano di nascita), jolly di centrocampo di proprietà dell’Alessandria. Nel mirino del ds ci sarebbe anche un trequartista, da cercare tra i nomi in esubero in Serie B, ma avverte: «qualora non dovessero verificarsi le giuste condizioni, riconfermeremmo l’attuale rosa. Il Foggia ha già fatto tanto in questo campionato. Capita di dover ingoiare l’amaro boccone della sconfitta, ma non bisogna fare drammi. Serve equilibrio ma a Foggia in questo momento non riusciamo ad averlo, forse perché la squadra ha abituato troppo bene tifosi, addetti ai lavori e società».                                                                                                da Corrieredelmezzogiorno

Pubblicato in Foggia calcio s.r.l. | Lascia un commento

Tiro con l’arco: piazzamenti Arcieri Dauni gare interregionali

foggiaweb.it/foggiacalcio

Anche cinque arcieri foggiani hanno partecipato, lo scorso fine settimana, alla garaIMG_2903-2 interregionale di tiro con l’arco indoor che si è svolta a Campobasso. Leonardo Grieco, Grazia Cisternino, Gaetano Placido, Umberto Martino e Michele di Brisco, gli atleti degli Arcieri Dauni di Foggia presenti alla competizione sportiva. Tra i risultati conseguiti il primo posto nella categoria Arco Nudo Allievi Maschili di Umberto Martino. Quella di Campobasso è stata la prima di una serie di gare che vedrà gli arcieri foggiani impegnati in competizioni regionali e interregionali.

 da FoggiaToday

Pubblicato in tutti gli sports di Foggia e provincia | Lascia un commento

Foggia – Inter 3 a 2: il libro di Domenico Carella

foggiaweb.it/foggiacalcio

Verrà presentato venerdì 30 gennaio nella Sala ‘Rosa del Vento’ della sede dellafoggia-inter-2 Fondazione Banca del Monte di Foggia, in via Arpi 152), il libro che racconta l’impresa dei rossoneri di Oronzo Pugliese, che nel 1965, sconfissero l’Inter per 3 reti a 2. Scritto dal giornalista foggiano Domenico Carella ed edito da ‘Il Castello“, si chiama ‘Foggia-Inter 3-2. L’impresa degli eroi di Pugliese”. Il libro racconta le vicende di una partita “epica” nell’immaginario collettivo dei tifosi della squadra di calcio del Foggia: la vittoria dei “rossoneri” contro la “Grande Inter” maturata il 31 gennaio 1965. Come riporta la quarta di copertina del volume, il grande giornalista sportivo Gino Palumbo – che in seguito fu direttore della “Gazzetta dello Sport”, dal 1976 al 1983 – scrisse il giorno dopo la partita sul ‘Corriere della Sera’: “Fra un anno, fra due, fra tre a Foggia si parlerà ancora di questa partita e di questa vittoria: e lo sguardo di molti s’illuminerà ancora di soddisfazione quando, ricordandone e raccontandone gli episodi, potranno dire: “io c’ero”. A moderare l’incontro del 30 gennaio sarà il Tenente Colonnello Francesco De Marco: oltre all’autore, interverranno alcuni dei giocatori del Foggia autori di quella “impresa”. La presentazione sarà accompagnata dalla proiezione di foto e video d’epoca.

 da FoggiaToday

Pubblicato in Foggia calcio s.r.l. | Lascia un commento

Martinelli di Roma arbitrerà la gara Foggia-Benevento

foggiaweb.it/foggiacalcio

E’ ripresa questo pomeriggio la preparazione del Benevento in vista della gara inARBITRO programma sabato pomeriggio allo stadio Zaccheria contro il Foggia. Brini ha avuto tutti i calciatori a disposizione, ad eccezione per gli infortunati De Falco e Piscitelli. Hanno svolto lavoro a parte D’Agostino, Allegretti e Doninelli. La seduta di allenamento si è sviluppata su riscaldamento muscolare, lavoro atletico, esercizi tattici con partitella finale a campo ridotto. I giallorossi si ritroveranno domani mattina sempre a Paduli per un nuova seduta di lavoro. Nessun squalificato per ll Benevento da parte del giudice sportivo in merito alla gara contro il Savoia, mentre nelle fila dei pugliesi ben tre giornate di stop per i calciatori Grea e Potenza. Il match di sabato pomeriggio contro il Foggia in programma alle ore 15:00 sara’ arbitrato dal quarto anno Daniele Martinelli di Roma 2. Un precedente favorevole per i giallorossi per il fischietto romano, quando il Benevento ha superato il Barletta con il largo punteggio di 6-1. Una vittoria ed un pareggio invece per i satanelli. Sara’ coadiuvato dagli assistenti Argentieri e Bernabei. E’ forte purtroppo il rischio che la trasferta in terra pugliese possa essere vietata ai tifosi del Benevento. C’e’ stata quest’oggi una riunione al Ministero degli Interni con i rappresentanti dei due club per prendere una decisione in merito dopo il veto posto dalle forze dell’ordine pigliesi ulla presenza dei tifosi ospiti, vista la perdurante situazione critica in cui versa la struttura dello stadio Zaccheria nonché la rivalita’ esistente tra le due tifoserie. Nelle prossime ore ne sapremo qualcosa in piu’ sulla decisone finale. A pochi giorni dalla chiusura della sessione del calcio mercato invernale, e’ sfumato un obbiettivo per il Benevento. Il centrocampista Romeo Papini dopo aver raggiunto un accordo di massima con il ds Di somma è stato ritenuto incedibile da parte del Lecce. Di Somma non si ferma pero’ a questo rifiuto e avrebbe gia’ individuato un altro obbiettivo a centrocampo. Si tratterrebbe di un giovane appartenente ad un club di serie B con esperienze importanti alle spalle. In attesa di conoscere quest’ultimo colpo di mercato, si rinforza il Cosenza con l’acquisto a titolo definitivo dell’ ex giallorosso Giuseppe Statella prelevato dalla Pro Vercelli, dove ha collezionato appena 9 presenze in serie B. La Salernitana in caso di cessione di Maikol Negro ha messo gli occhi sul catanzarese Dario Barraco inseguito anche dal Barletta. Mentre il Messina culla il sogno Merino, centrocampista peruviano ex calciatore della Nocerina, si fa sempre più difficile la situazione casa Reggina. E’ notizia di oggi dell’addio dell’attaccante Roberto Insigne che fa ritorno al Napoli club propietario del sul cartellino. Su di lui e’ forte l’interesse di molti club di prima divisione quali Sudtirol, Lucchese e Lecce e non ultima quella del Catania in serie B.

tv7Benevento

Pubblicato in Foggia calcio s.r.l. | Lascia un commento

I cussini Under 16 di rugby ripartono all’insegna della vittoria

foggiaweb.it/foggiacalcio

Continua la marcia dei cussini di rugby dell’Under 16 usciti vittoriosi domenica scorsa 25cusmonopoli2015 gennaio, nella prima gara valida per il girone di ritorno del Campionato regionale di categoria, dal campo del Monopoli con il risultato di 33 a 12 (5 mete a 2) grazie ad una prestazione ancora incisiva e di grande carattere. L’ottava vittoria di stagione consolida il primato in classifica (a 44 punti davanti il Santeramo) in attesa della prossima gara di domenica 8 febbraio, tra due settimane, sul campo del Trepuzzi. Intanto nuovo riconoscimento federale importante questa volta per la rappresentativa giovanile Under 14 del CUS Foggia con le convocazioni di alcuni piccoli cussini per gli allenamenti di selezione regionale finalizzati alla composizione della rappresentativa pugliese U 14 che parteciperà nei giorni di Sabato 7 e Domenica 8 Febbraio 2015 al 1° Trofeo Internazionale di Roma “Mimmo Caligiuri”. In previsione del suddetto torneo è infatti in programma un primo allenamento regionale Venerdì 30 gennaio dalle ore 16,00 alla Stadio della Vittoria di Bari ed un successivo allenamento di selezione nel giorno di Giovedì 5 febbraio dalle ore 16,30 sempre allo Stadio della Vittoria di Bari. I cussini convocati per l’allenamento di Venerdì 30 Gennaio sono Paolo Ciffo, Francesco Marzano, Raffaele Cappucci, Simone Sacco, insieme con il piccolo Micheke Trubia dell’Ortanova rugby. Al termine dell’allenamento saranno comunicati i nomi degli atleti convocati per l’allenamento successivo di giovedì 5 febbraio. La partecipazione al torneo di Roma, permetterà anche di assistere alla partita del 6 Nazioni: Italia vs Irlanda allo Stadio Olimpico in programma proprio Sabato 7 febbraio.

Pubblicato in Foggia rugby | Lascia un commento

Foggia campionessa di Arti Marziali.

foggiaweb.it/foggiacalcio

Il 24-25 gennaio si è svolto a  Reutlingen ( Stoccarda Germania) il 34° campionato Cretidownload Cup Internazionale di Taekwondo. Cifre imponenti quelle presentate nella cornice tedesca, agli incontri hanno infatti partecipato 600 atleti da tutto il mondo. A contendersi il podio numerose nazioni come Francia, Grecia, Danimarca, Israele, Austria, Turchia e Repubblica Ceca….(per citarne alcune). Anche l’Italia era  presente con ben tre società, tra cui la pugliese “Wu- Tao” di Foggia, gestita da diversi anni dal maestro Raffaele Toscano. I nostri concittadini non sono tornati a casa a mani vuote, infatti a difendere i colori della nostra bandiera sono stati gli atleti:                                                                               Atanasio De Meo per la categoria + 87 kg, al quale è andata la medaglia d’argentodownload (1)        Anna Celeste Sabatino per la categoria + 73 kg vincitrice del bronzo ed infine Annarita De Padova -53 kg che ha raggiunto il quarto posto. Grande la soddisfazione espressa dall’allenatore Raffaele Toscano, che ha giudicato “ottimi incontri” le prestazioni dei sui tre ragazzi. I complimenti vanno in particolar modo ad Atanasio De Meo che ha saputo dimostrare grande lealtà e correttezza in un incontro che si è svolto “Al limite della sportività”.download (2) L’atleta foggiano ha dovuto vedersela con un avversario di 100 kg per 1,90 cm di altezza “Atanasio si è difeso bene, nonostante spesso il suo avversario abbia dimostrato scarso rispetto delle regole” sottolinea orgogliosamente Toscano “un argento che dal punto di vista della correttezza e della tecnica vale oro”. Anna Celeste pur non avendo espresso al massimo le sue capacità tecniche e tattiche, ha dimostrato ancora una volta la voglia di superare le paure interiori che ogni atleta vive in quei momenti. Annarita De Padova invece, ha messo in campo tutto il lavoro svolto nel corso di questi mesi, portandosi al secondo round in pareggio, ma a pochi secondi dalla fine l’avversaria riusciva ad assicurarsi il punto della vittoria”. L’ entusiasmo del maestro foggiano nasce non solo dal notevole risultato, bensì anche dall’enorme successo che questo sport sta guadagnandosi nel panorama dauno ormai da qualche anno. “ Più che uno sport” continua l’allenatore “il Taekwondo è da considerarsi una filosofia di vita, che nasce come realtà di nicchia e si avvia a diventare  il fiore all’occhiello non solo di Foggia ma dell’intera regione”.

 

Pubblicato in Taekwondo | Lascia un commento

Dopo Melfi, Giudice: mazzata sul Foggia

foggiaweb.it/foggiacalcio

Foggia – TRE giornate di squalifica a Potenza e Grea, ammonizione per il tecnico Brescia.foggiaweb_stadio Mano pesante del giudice sportivo che, in base al referto del sig. Pagliardini commina in totale 6 giornate di squalifica ai due giocatori espulsi a Melfi. Alessandro Potenza viene sanzionato per “comportamento irriguardoso nei confronti dell’arbitro; espulso, pronunciava una espressione offensiva nei confronti dello stesso”. Fallo e ingiurie alla base del provvedimento verso Alessio Grea squalificato “per atto di violenza verso un avversario in azione di gioco; espulso rivolgeva all’arbitro una espressione offensiva”. Che il clima, però, a Melfi non sia stato dei più tranquilli lo dimostra anche la multa comminata alla società del Melfi. 1550 euro “per per indebita presenza nel recinto di gioco di persona non identificata ma riconducibile alla società che rivolgeva reiterate frasi offensive nei confronti dei calciatori della squadra avversaria”.

da statoquotidiano

Pubblicato in Foggia calcio s.r.l. | Lascia un commento

PROSSIMO TURNO: Benevento nella tana del Foggia, Salernitana in casa con la Vigor

foggiaweb.it/foggiacalcio

Anche il prossimo turno, il 23° del girone C Lega Pro, aprirà i battenti di venerdì. Savoia-foggiaweb_Lega_Pros_stemma_620x400Aversa Normanna aprirà la giornata di campionato, e per entrambe le squadre questo rappresenta il secondo derby consecutivo dai quali ambedue le formazioni vengono da una sconfitta. La partita si disputerà alle ore 19:30. Il giorno dopo cinque gare riempiranno il tabellone con gare di sicuro interesse: alle 14:30 c’è Ischia-Martina, altra gara che coinvolge due squadre in lotta per evitare la retrocessione. Match clou allo stadio “Zaccheria”, arriva la capolista Benevento che al cospetto del Foggia di De Zerbi sarà chiamato a una gran prestazione per mantenere la vetta. In contemporanea alla partita di Foggia si gioca anche allo stadio “Ceravolo” di Catanzaro dove arriva l’esuberante Melfi di mister Bitetto, il clima sarà sicuramente infuocato date le ultime uscite non esaltanti della squadra giallorossa. Alle ore 17 Salernitana-Lamezia, granata che potrebbero avere la chance di agganciare la prima piazza nel caso le streghe facessero un passo falso a Foggia. Dalle 19:30 Reggina-Lecce chiude il sabato di campionato. Domenica a ora di pranzo c’è Matera-Messina per riprendere il discorso play-off dei materani, mentre i peloritani vengono da un’esaltante vittoria nel derby dello stretto. Alle ore 14:30 c’è Lupa Roma-Cosenza, mentre alle 16 si gioca un altro derby campano: Casertana-Paganese. Il Barletta-Juve Stabia del prossimo turno chiude il lungo turno di campionato; campo difficile per la Juve Stabia quello di Barletta, i pugliesi sono tra le formazioni più in forma nell’ultima parte di campionato.                                                                                                                                da Tuttosalernitana

Pubblicato in Foggia calcio s.r.l. | Lascia un commento

Nuoto Pinnato: la Pentorary Foggia è campione d’Italia

foggiaweb.it/foggiacalcio

Dopo due stagioni di assenza dalle competizioni Italiane di Nuoto Pinnato, la AcsdPentotary Foggia Italian Championship Bifin-2 Pentotary di Foggia vince il titolo di Campione d’Italia agli invernali di Caserta. In un parterre di grande spessore tecnico, il team guidato dal Prof. Mario Ciavarella e coadiuvato dal tecnico Gianluca Losacco, si è imposto nel medagliere generale con 7 ori, 6 argenti e 6 bronzi, davanti alla Belle Arti di Roma ed al Nuoto Club Pralino di Biella, in un entusiasmante testa a testa risolto alla lotteria delle staffette. Ventidue le società partecipanti provenienti da tutt’Italia, con oltre 200 atleti, in uno sport in cui si unisce al classico nuoto in stile libero l’utilizzo di pinne tecniche che portano gli atleti ad ottenere prestazioni cronometriche di grande rilievo. Nelle gare disputate in una vasca di 50 metri, tra gli atleti della società del delfino spiccano i tre ori (due individuali ed uno di staffetta) di Ludovica Ciavarella, classe 1999;  l’oro, un  argento ed un bronzo (in staffetta)  di Denise Perna, due ori di Francesca Sicilia (uno in staffetta), due ori (uno in staffetta) ed un bronzo di Rita Maria Pignatiello, un oro ed un bronzo in staffetta per Domenico Panunzio. E poi ancora un oro ( in staffetta), un argento e un bronzo per Roberta Mallardo, un oro (in staffetta) ed un bronzo per Martina Giuliani. Due argenti, di cui uno in staffetta, per Fabrizio Doto ed un argento ed un bronzo per Emanuele Morganella. Un oro in staffetta ed un bronzo in gara singola per Giorgia Frasca, atleta che da solo un anno ha intrapreso la “carriera” agonistica con ottimi risultati. Vincono un oro in staffetta Soraya Abbruzzese e Claudia Nesso, l’argento Francesco Sepalone e Giovanni de Vito, il bronzo Giulio Ciavarella, Giuseppe Cannata, Alessandro Capuzzolo, Giorgia Molinaro e Francesca Faranna. Nessuna medaglia ma ottimo piazzamenti per Luisa Palazzo, Martina de Leo, Armando di Taranto, Gianmarco Pesare, Andrea Ventura. Grande soddisfazione per la dirigenza di Viale Pinto per il terzo titolo italiano dopo quelli conseguiti a Mirandola (Modena) nel 2010 e ad Avellino nel 2011.

 da FoggiaToday

Pubblicato in nuoto | Lascia un commento

Calcio, San Severo-Cavese, ricorso ospiti

foggiaweb.it/foggiacalcio

San Severo – PRESUNTO caso su San Severo – Cavese. La società ospite, sconfitta 3-1 sulcavese-pronto-soccorso campo, ha portato all’attenzione delle autorità preposte un possibile episodio di intossicazione alimentare. Secondo la versione dei fatti presentata dal presidente della compagine campana Monorchio e dal co-presidente Vertolomo, in occasione del ritiro pre-partita tenuto a Lucera, i calciatori e lo staff tecnico avrebbero subito un’intossicazione alimentare, con conseguenti problemi gastro-intestinali. I due dirigenti, poco prima del match, hanno sporto denuncia dell’accaduto presso la caserma dei Carabinieri di San Severo, accompagnando, nell’immediato post-partita, i tesserati al Pronto Soccorso locale, per i relativi accertamenti medici. Il club metelliano avrebbe anche comunicato alla Procura Federale l’accaduto, con l’intenzione di presentare ricorso, sperando in una non omologazione del risultato. La palla passa ora alla Federazione, anche se le responsabilità del San Severo (che al momento non ha rilasciato alcun comunicato stampa in merito) relativamente all’intossicazione sono tutte da dimostrare, appare pertanto difficile che l’istanza venga accolta.

da statoquotidiano

Pubblicato in LND (Lega Nazionale Dilettanti) | Lascia un commento

CAPITAN DIPASQUALE FIRMA LA QUINDICESIMA VITTORIA GIALLOBLU A STORNARA

foggiaweb.it/foggiacalcio

Per l’Audace Cerignola il girone d’andata nel campionato di Prima categoria si chiude concerignola un’ennesima vittoria, sul campo dell’Atletico Stornara: decisiva una prodezza del bomber Dipasquale, in un match caratterizzato da vento gelido e freddo intenso. Squalificato Colangione, il tecnico Gallo opta per la soluzione d’emergenza con Borrelli e Conte al centro della difesa; si rivede fra i titolari Daniele Amoruso in mediana ed in attacco c’è tutto il poker d’assi gialloblu: Lasalandra, Morra, Dipasquale, Flavio Amoruso. Il modulo spiccatamente offensivo porta a sfiorare il gol più volte nei primi dieci minuti: una poderosa punizione di Morra che si stampa sul palo a portiere battuto è l’occasione migliore per gli ospiti. Anche l’Atletico Stornara di Borrelli (disposto con un 4-4-2, che in fase d’attacco si serve della spinta degli esterni di centrocampo) si affaccia dalle parti di Vurchio, e per poco non riesce a portarsi in vantaggio: Specchio si lancia a tu per tu con il numero uno ofantino, lo salta ma è provvidenziale il salvataggio sulla linea di porta di Colucci, che strozza in gola la gioia dei tifosi locali. Botta e risposta tra le due formazioni in chiusura di frazione: il destro di Daniele Amoruso è deviato in corner, Vurchio sventa sul cerignolano in maglia biancoverde Pietro Compierchio. Nella ripresa l’Audace cambia marcia alla sua prestazione, imponendo il suo ritmo e spingendosi alla ricerca della rete: una percussione insistita di Morra sulla destra fa carambolare la palla al centro dell’area, Dipasquale da grandissimo rapace si esibisce in una sforbiciata vincente, facendo esplodere i propri supporters. E’ il 58’ e lo stesso ariete potrebbe raddoppiare poco dopo, servito da un Lasalandra attivissimo sull’out mancino: strepitoso l’intervento di Lodia. La capolista sembra in controllo, ma rischia di pagare l’unica disattenzione difensiva della seconda metà di gara: ancora Pietro Compierchio davanti allo specchio, l’attaccante temporeggia troppo e Lombardi stoppa la conclusione. L’Audace porta a casa altri tre punti sofferti, concludendo la prima parte di stagione con 46 punti, 62 gol fatti ed appena 6 subiti ed una media di 2.88 punti a partita. Domenica via al ritorno in casa del Bitetto: prima però, c’è da conquistare il passaggio del turno in coppa Puglia, a Bitonto contro l’Omnia.

ATLETICO STORNARA-AUDACE CERIGNOLA 0-1

Atletico Stornara: Lodia, Tarantino (73′ Stallone), D’Addato, Curci (78′ Castelluccia), Compierchio G., Facchini, Conte, Di Fonso F., Compierchio P., Di Miccoli, Specchio. A disposizione: Casieri, Racaniello, Torelli. Allenatore: Massimo Borrelli.

Audace Cerignola: Vurchio, Colucci, Lombardi, Amoruso D., Borrelli, Conte (85′ Colonna), Morra, Grieco Giuseppe, Dipasquale (91′ Grieco Gabriele), Lasalandra, Amoruso F.. A disposizione: Cirulli, Auciello, Matera G., Schiavone, Capocefalo. Allenatore: Massimo Gallo.

Rete: 58′ Dipasquale.

Ammoniti: Facchini, Di Fonso F., Conte, Stallone (AS); Lombardi, Conte, Amoruso F. (AC).

Angoli: 2-7. Recuperi: 2′ pt, 3′ st.

Arbitro: Doronzo (Barletta).

 

Pubblicato in LND (Lega Nazionale Dilettanti) | Lascia un commento

Martina-Foggia. Tutto regolare per Diop, confermato il 2-1 per i biancazzurri

foggiaweb.it/foggiacalcio

I tre punti conquistati due settimane fa contro il Foggia sono in cassaforte. Lo comunicafoggiaweb_PalloneLegaPro oggi il Giudice Sportivo Not. Pasquale Marino, assistito dal Rappresentante dell’A.I.A. Sig. Roberto Calabassi, in una nota ufficiale. Marino, letti gli atti ufficiali, ed il reclamo proposto da Foggia, col quale si sostenevano la irregolarità del tesseramento del calciatore Ousmane Diop, con conseguente richiesta della sconfitta a tavolino dei biancazzurri, ha respinto tutte le accuse, confermando il 2-1 maturato sul campo. Dopo gli accertamenti dell’Ufficio Tesseramento, è risultata del tutto regolare la posizione di Diop, in merito al suo tesseramento ed alla partecipazione al match Martina-Foggia. Dopo il campo, ha parlato anche la giustizia sportiva.

da Martinanews

Pubblicato in Foggia calcio s.r.l. | Lascia un commento

LO CAMPO, DG FOGGIA: “BENEVENTO, VOGLIAMO RISCATTARCI DELLA SCONFITTA ALL’ANDATA”

foggiaweb.it/foggiacalcio

Dopo la sconfitta esterna contro il Melfi, il Foggia ha tutta la voglia di riscattarsi. Il fato46612a vuole che i satanelli siano sottoposti ad un nuovo banco di prova. Se la gara contro i gialloverdi era considerata come un tabù, visti i precedenti, quella contro il Benevento non sarà da meno. Tabù forse, no, ma big match si. Le due compagini si sono affrontate in tante occasioni negli anni scorsi, tanto da far nascere una rivalità calcistica, tutto nel limite della sportività. Sabato, allo Zaccheria, la strega farà tappa in quel di Foggia per affrontare Agnelli e compagni. La redazione di BeneventoCalcio.it ha contattato Giuseppe Lo Campo, direttore generale del club rossonero. Foggia – Benevento è stata etichettata dall’osservatorio come a rischio. Come commenta questa decisione, anche perché allo Zaccheria, salvo quegli spiacevoli episodi post-Barletta non è successo niente. “Si, è una decisione errata, ma visti gli scontri contr il Barletta l’osservatorio ha voluto cautelarsi. Tuttavia credo proprio che la partita si giocherà in maniera tranquilla e da Benevento arriveranno anche i tifosi a vedere la propria squadra”. Siamo al girone di ritorno, c’è una classifica diversa rispetto all’andata. Il Benevento è capolista e il Foggia insegue i play-off…“Il Benevento è una corazzata, ma la forza dei giallorossi si sapeva dall’inizio. Il Foggia è una squadra nuova con in rosa un mix di elementi di esperienza e giovani. Ci fa piacere essere lì in alto, a soli pochi punti dai play-off. Contro il Benevento ce la giocheremo, così come fatto contro tutte le altre avversarie”. Ad inizio campionato c’era da aspettarsi un Foggia lì in alto? “Noi abbiamo sempre creduto in un Foggia che potesse ambire ad alte posizioni, non dico in testa, ma almeno una candidatura nei play-off. Foggia è una piazza calda e non volevamo creare illusioni ai tifosi, ma ora che siamo lì in alto non ci nascondiamo. Siamo una squadra forte e crediamo in noi stessi, lo scoglio della salvezza matematica è stato superato, nel mirino adesso ci sono i play-off”. Allo Zaccheria il Foggia ha perso solo una volta, un vero e proprio bunker. Si fa prevalere il fattore campo?  Si, è così. Lo Zaccheria è la nostra casa e vorremmo sempre vincere, anche se per un periodo abbiamo ottenuto buoni risultati anche fuori casa. Penso positivo in vista di sabato contro il Benevento, anche perché dobbiamo riscattarci della sconfitta subita all’andata. Ma qual è la forza del Foggia? “La vera forza del Foggia è il gruppo, non cambia nulla tra giocare allo Zaccheria o fuori. Abbiamo dimostrato di poter mettere in difficoltà le grandi squadre, vedi Lecce o Salernitana, non saremo da meno contro i giallorossi sabato. Tuttavia, a volte pecchiamo di concentrazione e prendiamo sottogamba le partite contro le piccole squadre, dobbiamo migliorare sotto questo aspetto”. Chi teme di più del Benevento?  Rispettiamo tutti, ma non abbiamo timore di nessuno. Siamo felici della squadra che abbiamo allestito, anche se contro il Benevento mi sarebbe piaciuto vedere il Foggia al completo. Sabato, tra infortuni e squalifiche, mancheranno diversi calciatori”.

Pubblicato in Foggia calcio s.r.l. | Lascia un commento

Il Foggia di De Zerbi sbarazzino e discontinuo

foggiaweb.it/foggiacalcio

Si affrontavano due delle poche squadre del girone c di Lega Pro in grado di esprimere unfoggiaweb_stadio calcio dal punto di vista estetico gradevole e propositivo dal punto di vista tattico e la partita non ha deluso le attese riservando ai pochi e infreddoliti spettatori una partita davvero piacevole, dall’alta intensità agonistica. Costruite con due idee di gioco differenti, il Foggia ed il Melfi erano divise non solo da obiettivi differenti, testimoniati dalla distanza in termini di punti in classifica, ma anche da una filosofia di gioco differente: sa un lato la formazione dauna con l’1-4-3-3 di De Zerbi dall’altra l’1 4-3-1-2 di Mr. Bitetto. La partita esprime subito le caratteristiche migliori del Melfi: linea di pressing alta, tanta aggressività e intensità nelle giocate in entrambe le fasi, sia di possesso che di non possesso, con il 10 lucano a dar continua pressione al regista rossonero nella fase d’impostazione e costruzione del gioco e subito pronto a ripiegare a centrocampo per trasformare il modulo di Mr. Bitetto in un più compatto ed equilibrato 1-4-4-2. Questo atteggiamento tattico spiazza di fatto l’idea di costruzione di gioco dall’area di rigore dei dauni e il continuo movimento e la reattività della formazione locale favoriscono il nascere di due ottime occasioni mal sfruttate da Caturano,  con la formazione dauna, che si vede solo sporadicamente su iniziative  prodotte in fase di ripartenza all’altezza del centrocampo o su iniziative individuali: Il Foggia appare annebbiato ma regge mantenendo comunque equilibrio e concedendo poco rispetto all’enorme dispendio energetico messo in campo dai giovani del Melfi. Per circa 25 minuti il tema della partita rimane questo ma appena cala l’intensità della pressione del Melfi, esce fuori la qualità di alcuni elementi del Foggia specie a centrocampo dove la tecnica della formazione dauna cresce di qualità in maniera lenta ma costante, anche per intensità dei ritmi di gioco, seppur meno rapidi e veloci, se paragonati ad altre prestazioni del Foggia. Ciononostante come capita spesso in partite del genere è l’episodio a cambiar l’andamento della gara : il rigore concesso al Foggia, per motivi che si demandano agli amanti della moviola, cambia il tema tattico. Il Melfi cerca di riorganizzare energie e idee ma il contraccolpo psicologico sortisce l’effetto di disorientare la formazione lucana che si trascina alla fine del primo tempo producendo alcune situazioni mal sfruttate e una buona occasione sui piedi di Caturano, ben parata dal portiere del Foggia. Il secondo tempo parte con il pareggio di fatto su calcio d’avvio della formazione lucana, attraverso un’azione di gioco che per sviluppo e finalizzazione sa tanto di schema provato in allenamento. Il Foggia ancora non si scompone, anzi prende con decisione in mano il pallino del gioco, testimoniato da una buona frequenza di mantenimento del possesso palla. Salgono in cattedra, in particolare, Agnelli a centrocampo e Cavallaro sull’out sinistro: elementi di esperienza e dalle capacità tecniche elevate in grado di far la differenza in qualsiasi squadra di Lega Pro. La manovra del Foggia appare più fluida ed è proprio con un inserimento di Agnelli che il Foggia sfiora il gol. Il Melfi non sta a guardare e ribatte alle giocate daune con la solita aggressività e buone giocate individuali che frenano il Foggia spesso sulla trequarti. Ancora una volta è un episodio a cambiar il tema della gara: l’espulsione del centrale rossonero produce nel Melfi un nuovo scatto di orgoglio e voglia di vincere e nel Foggia paradossalmente un ulteriore forte stimolo a quadruplicare gli sforzi nel cercare la giusta concentrazione per continuare a cercare il vantaggio. Ma Paradossalmente è il Foggia però a metterci più testa nelle giocate a tal punto da sopperire all’inferiorità numerica producendo diverse situazioni malsfruttate a ridosso della linea dell’area di rigore melfitana. Tuttavia i maggiori spazi disponibili e l’inesaurbile corsa dei giovani del Melfi enfatizzano la qualità nelle giocate in ripartenza del Melfi e su una di queste arriva il gol decisivo che stronca definitivamente i piani di vittoria dei pugliesi, che comunque non mollano, sino alla fine, nonostante l’uomo in meno, sfiorando per due volte il pareggio. In Definitiva due formazioni diverse ma entrambe meritevoli di poter perseguire i rispettivi obiettivi attraverso due filosofie di gioco differenti ma entrambe piacevoli agli occhi degli spettatori.  Due squadre capaci entrambe d’impensierire qualsiasi squadra partecipante al girone C perché dotate o di giovani davvero interessanti o di elementi d’esperienza che di fatto le rendono imprevedibili agli occhi degli avversari. Al Melfi manca forse solo qualche ricambio a centrocampo, che consenta a Mr. Bitetto di cambiar all’occorrenza il tema tattico, e un pizzico di maggiore precisione in attacco e attenzione nei disimpegni difensivi. Perché Il Foggia diventi grande serve una continuità di rendimento fuori casa soprattutto sotto l’aspetto dell’intensità e dell’aggressività durante l’intero arco della gara e forse qualche ricambio di qualità di in più che sia in grado di far rifiatare la squadra, quando serve, e gli elementi che ne reggono, per esperienza e tecnica, le sorti del gioco.  Entrambe le squadre son già vincenti per il divertimento che offrono agli spettatori sul campo di gioco e per lo spettacolo, per nulla scontato, cui mediamente si assiste nel girone C di Lega Pro.

da Restoalsud

Pubblicato in Foggia calcio s.r.l. | Lascia un commento

A FOGGIA BRILLA IL FIORETTO

foggiaweb.it/foggiacalcio

A Foggia brilla il fioretto nella seconda prova nazionale categoria cadetti: Andrea Funaro,scherma dopo un girone perfetto, elimina il siracusano Federico Pistorio 15—7, poi Andrea Sonaglioni di Fermo 15—6, il mestrino Dal Santo 15—10, quindi il compagno di sala Filippo Gasperini 15—11, ed è sconfitto solo in semifinale dal foggiano Francesco Iandolo di 15—11 concludendo al terzo posto. Filippo Gasperini si piazza quinta: 5 vittorie e 1 sconfitta al girone, batte 15—8 il perugino Alexandru Ionica, poi il compagno di sala Federico Colamarco 15—11, i pisani Francesco Salvo 5—12 e Marco Rossi 15—6. Federico Colamarco dopo un ottimo girone ed una sola sconfitta, eliminato il compagno di sala Giorgio Aurelio Marzoli (autore di una buona prova, con 3 vittorie al girone e che si piazza 95esimo) si scontra con Filippo Gasperini terminando 44esimo su ben 169 atleti. Alessandro Castrichella, Francesco Montemurro e Alessandro Troìa, il resto della truppa di aquilotti biancocelesti, si difendono al girone e nelle dirette, terminando la gara più indietro in classifica. Domenica 25 gennaio è stato il turno delle ragazze, autrici di una prestazione più opaca: Flaminia Gambino chiude al 20esimo posto, Ludovica Allegrini 43esima, Alessia Bardanzellu 52esima, più arretrate Carlotta Cicconi e Giulia Cascioli. Per la sciabola Annalisa Fabi, Alice Giursi e Giulia Lolletti non brillano a Foggia per la giovane età e la poca esperienza! Siamo sicuri che lavorando in palestra e allenandosi seriamente potranno migliorare molto ed esprimere tutto il loro potenziale! Anche i ragazzi non riescono: Edoardo Ritorto 15esimo, Giacomo Mignuzzi 23esimo, Francesco Ercolani 51esimo, Edoardo Bagni 53esimo, Guglielmo Ciocchetti, Arturo DeMedici , Lorenzo Albanesi e Massimo De Angelis più indietro in classifica.

da castelli news

Pubblicato in Scherma a Foggia e provincia | Lascia un commento

Basket, pesante sconfitta (84-67) per la Diamond a Brindisi

foggiaweb.it/foggiacalcio

La Diamond continua ad alternare ottime partite con passi falsi, dopo aver battuto ladiamond_logo(19) capolista Cerignola subisce una battuta d’arresto a Brindisi contro l’Invicta, 84-67 il risultato per i padroni di casa.                                                                                                         LA PARTITA. La Diamond è riuscita a tener testa nei primi due parziali (17-15 e 37-39), andando addirittura in vantaggio al riposo “lungo”. Negli ultimi due periodi però la squadra si è disunita e sfilacciata, ne ha approfittato l’Invicta che ha incassato un’importante quanto meritata vittoria che la riporta a ridosso delle prime della classe. La promozione in C nazionale non appare in discussione, ma serve dare continuità alle prestazioni già da domenica prossima, quando al PalaRusso sarà di scena la Cestistica Barletta, attualmente ultima in classifica con soli 2 punti.                                                             IL TABELLINO. Invicta Brindisi – Diamond Foggia 84 – 67  (17-15; 37-39; 60-54)                   Invicta Brindisi: Licciulli 15, Bagordo 2, Minghetti 2, Botrugno A. 17, Castellitto 6, Rizzo 10, Cristofaro 10, Leo 14, Botrugno Ad. 8. Coach: Rubino.                                                             Diamond Foggia: Taylor 10, Vigilante 8,  Novelli, Padalino N. 16,  Lobasso 8, Vernò,  De Lisi 1,  Dell’Aquila A., D’arrissi 20, Dell’Aquila M. 4. Coach: C. Vigilante.                                 Arbitri: Giuseppe Russo di Taranto e Alessandro D’Elia di Lecce.

da foggiacittaaperta

Pubblicato in Basket e Volley a Foggia e Provincia | Lascia un commento

Foggia-Vitofrancesco accordo ad un passo?

foggiaweb.it/foggiacalcio

La prossima dovrebbe essere la settimana decisiva per il trasferimento di Ferdinandofoggiaweb_vitofrancesco Vitofrancesco dall’Alessandria al Foggia. In queste ultime ore, sentito direttamente il suo procuratore Fabrizio Ferrari, pare che le parti siano davvero vicine alla chiusura della trattativa. Il club piemontese attende in questi giorni l’ultima offerta del Foggia che dovrebbe essere quella decisiva in considerazione del fatto che il calciatore avrebbe espresso la propria volontà di trasferirsi in Puglia. Vitofrancesco nella gara di ieri, persa dall’Alessandria a Novara con il punteggio di 1-2, è stato sostutuito all’11’ del secondo tempo risultando uno dei peggiori in campo. Che sia soltanto un caso?

da I am calcio

Pubblicato in Foggia calcio s.r.l. | Lascia un commento

Il cus Foggia Rugby sconfitto dall’amatori Monopoli

foggiaweb.it/foggiacalcio

Sconfitta nella prima giornata della seconda fase play out del campionato di Serie C1. Ilfoggiaweb_rugbycus Cus Foggia Rugby battuto dall’Amatori Monopoli 39 a 13. I punti del Foggia sono stati messi a segno da Francesco D’addario con due calci di punizione tra i pali e la Meta di Marco Cascarano e un calcio di trasformazione di Francesco D’Addario. Al debutto con la maglia del Cus il giovane Mattia Cordiano nel ruolo Ala.

Pubblicato in Foggia rugby | Lascia un commento

FOGGIA, NIENTE DA FARE: LA “BESTIA NERA” MELFI VINCE 2-1

foggiaweb.it/foggiacalcio

Il Melfi batte 2-1 il Foggia in rimonta grazie alle reti di Caturano ed Agnello. Inutile per i46599a rossoneri, che chiudono la partita in 9 per le espulsioni di Potenza e Grea, la rete segnata su rigore da Cavallaro. Bitetto conferma gli 11 titolari che hanno espugnato il campo di Ischia con Perina a difesa della porta; difesa con Dermaku e Colella al centro con Guerriera e Pinna ai lati; linea mediana composta da Gallo, Spezzani ed Agnello; Tortori agisce da trequartista alle spalle di Caturano e Fella. De Zerbi è costretto invece, a causa della squalifica di Agostinone e dell’acciacco di Gigliotti, a cambiare gli interpreti: Narciso mantiene il suo posto tra i pali; Potenza e Loiacono (entrambi rientranti dalla squalifica) guideranno la difesa completata a destra da Bencivenga ed a sinistra da D’Allocco; il centrocampo vede Sicurella preferito a Sainz-Maza per la sostituzione di D’Allocco spostato in difesa, con Quinto ed Agnelli che mantengono le loro solite posizioni; in attacco Iemmello riesce a recuperare dall’affaticamento che lo aveva portato a non disputare l’ultima sessione di allenamento e parte titolare assieme a Sarno e Cavallaro. Al 3° minuto Fella si incunea in area di rigore ma la difesa rossonera è attenta e sventa il pericolo. 2 minuti più tardi il cross di Pinna, che cercava Caturano a centro area, si spegne tra le braccia di Narciso. Passano 60 secondi ed il Foggia conquista una punizione da buona posizione ma il tentativo di realizzazione di Sarno si spegne altissimo. Al 9° Gallo recupera la sfera e crossa al centro, Caturano colpisce di testa mettendo di poco oltre il palo allo sinistra di Narciso. Dopo 8 minuti in cui il gioco ristagna per lo più a centrocampo Agnelli ha la possibilità di calciare in porta dopo la sponda area di Iemmello ma preferisce cercare Cavallaro che però viene anticipato e l’azione sfuma. A cercare la via del gol è Gallo al 19° ma il suo tiro è alto. La prima vera occasione del match arriva al 20°: Sicurella serve con un passaggio filtrante Iemmello che cicca la prima conclusione di destro, poi, sul secondo tentativo, questa volta con il mancino, è provvidenziale l’intervento di Dermaku ad alzare la sfera sopra la traversa e mettere in corner. Sugli sviluppi dell’angolo non nasce nulla di importante. Allo scoccare della metà della 1^ frazione di gioco il tentativo di Agnelli della distanza muore al di sopra della traversa della porta difesa da Perina. Al 26° il Foggia lotta nella trequarti del Melfi e Iemmello allarga per Cavallaro, sul cross del numero 10 rossonero Guerriera tocca la sfera con il braccio ed il Sig. Pagliardini decreta il calcio di rigore, ammonendo il terzino destro locale; sul dischetto si presenta lo stesso Cavallaro che spiazza Perina e sigla il gol dello 0-1. Il primo tentativo di reazioen del Melfi arriva quando il cronometro segna la mezzora ma il tiro di Tortori è impreciso e non impensierisce Narciso. Al 32° Narciso è provvidenziale sul tiro di Caturano che, messo a tu per tu con il portiere ospite dal filtrante di Tortori, mette in angolo. Sugli sviluppi del proprio primo corner del match il Melfi ne conquista un altro senza però trovare azioni pericolose. Continua il pressing offensivo del Melfi con il cross dalla sinistra di Gallo che viene respinto dall’intervento aereo di Loiacono in anticipo su Caturano. Al 35° Cavallaro si accentra dalla sinistra e prova un tiro che però termina di molto a lato. Subito dopo, sull’ennesima incursione di Cavallaro sulla fascia sinistra, Dermaku concede l’angolo: dalla bandierina va Cavallaro il cui cross viene respinto dalla difesa avversaria. Al 42° arriva il primo cartellino giallo per il Foggia con Quinto iscritto alla lista dei cattivi dopo un intervento a metà campo. 2 minuti più tardi ammonito anche Agnelli. Sulla seguente punizione il tentativo di Pinna non si abbassa in tempo per disturbare Narciso. La ripresa ha inizio con gli stessi 22 dei primi 45 minuti. Passano 20 secondi ed il Melfi trova il pareggio: cross dalla sinistra di Tortori, la palla rimane in area e Caturano riesce a battere Narciso siglando il pareggio. Il Foggia prova subito a reagire ma il colpo di testa di Iemmello termina sul fondo. Al 50° punizione per il Foggia da buona posizione: Sarno prova ad innescare uno schema che però non riesce. Sul proseguimento dell’azione sul cross di Bencivenga il colpo di testa di Agnelli termina di un nulla fuori. 5 minuti più tardi è Cavallaro a provarci, anche questa volta però il tiro si spegne a lato. Al 57° giallo anche per Potenza. Un minuto più tardi corner non sfruttato dal Melfi. Al 63°, per motivi non chiari, arriva il secondo giallo per Potenza ed il Foggia rimane in 10. De Zerbi opera quindi il primo cambio togliendo Sicurella per inserire Gerbo. Dopo pochi secondi altro cambio con l’ingresso di Grea al posto di Bencivenga. Al 66 cross radente dalla destra di Agnello ma né Caturano né Gallo riescono a trovare la deviazione vincente. Bitetto opera il suo primo cambio al 70° inserendo Berardino al posto di Gallo. Al 72° Sarno supera benissimo Pinna e mette al centro per Agnelli che non riesce a trovare la rete con il colpo di testa in tuffo. 2 minuti più tardi Bitetto è costretto a togliere dal campo proprio l’esausto Pinna inserendo Di Mercurio al suo posto. Al 76° bellissima azione personale di Gerbo che si sbarazza di un avversario e lascia partire un tiro dai 30 metri che termina di un niente fuori. Dopo altri 120 secondi Spezzani mette a terra Sarno sulla lunetta dell’area di rigore, batte lo stesso numero 11 rossonero ma il suo tiro viene respinto dalla barriera. Al minuto 80 altro punizione per i rossoneri dai 25 metri e questa volta più decentrata verso la sinistra: questa volta parte Agnelli ma il suo tiro è impreciso. Passa un altro minuto e questa volta è Tortori ad avere una grande occasione ma Narciso è ancora una volta superbo a dire no all’avversario. 60 secondi ed il Melfi trova il vantaggio: i gialloverdi recuperano palla ed Agnello, servito da un preciso passaggio filtrante, batte Narciso con un preciso rasoterra. Al minuto 87 il Foggia va vicinissimo al gol del pareggio: Sarno premia la sovrapposizione di Grea che mette la palla al centro per Cavallaro che trova però il miracolo di Perina che tocca quel che basta per mandare la palla sulla traversa. L’ultimo cambio di De Zerbi vede l’ingresso in cambio di Leonetti al posto di Loiacono. Bitetto risponde immediatamente con l’ingresso di Giacomarro al posto di Caturano. Allo scoccare del 90° Iemmello fa da sponda ad Agnelli che tira di prima intenzione con potenza verso la rete ma ancora una volta Perina. Subito dopo il Sig. Pagliardini mette nuovamente mano al cartellino rosso per espellere Grea. Al 94° il Melfi ha l’occasione di ammazzare definitivamente la partita con Agnello ma il suo tentativo è alto. Alla fine del match si crea un parapiglia tra le due squadre e le panchine con qualche parola che vola anche tra Bitetto e De Zerbi e Gallo che viene espulso. Il Melfi conquista la 2^ vittoria consecutiva. Il Foggia subisce la 2^ sconfitta esterna consecutiva e non riesce nuovamente a mettere a segno un punteggio positivo.

Tabellino:

Melfi 2-1 Foggia

27° rig. Cavallaro (Fog); 46° Caturano (Mel); 82° Agnello (Mel)

Formazioni:

Melfi (4-3-1-2):Perina; Guerriera – Dermaku – Colella – Pinna (74° Di Mercurio); Gallo (70° Berardino) – Spezzani – Agnello; Tortori; Caturano (89° Giacomarro) – Fella

A disposizione: Gagliardini – Annoni – Tundo – Nappello

Allenatore: Sig. Leonardo Bitetto

Foggia (4-3-3): Narciso; Bencivenga (65° Grea) – Potenza – Loiacono (89° Leonetti) – D’Allocco; Quinto – Agnelli – Sicurella (64° Gerbo); Sarno – Iemmello – Cavallaro

A disposizione: Micale – Altobelli – Sainz-Maza – Bollino

Allenatori: Sig. Roberto De Zerbi

Ammoniti: 26° Guerriera (Mel); 42° Quinto (Fog); 44° Agnelli (Fog); 57° Potenza (Fog); 78° Spezzani (Mel)

Espulsi: 63° Potenza (Fog); 92° Grea (Fog); Gallo (Mel, a fine partita)

Arbitro: Sig. Niccolò Pagliardini di Arezzo

1° assistente: Sig. Pierluigi Della Vecchia di Avellino

2° assistente: Sig. Luca Solazzi di Avezzano

da calciofoggia.it

Pubblicato in Foggia calcio s.r.l. | Lascia un commento

DIRETTA MELFI­FOGGIA: INFO STREAMING VIDEO SPORTUBE.TV, RISULTATO LIVESCORE

foggiaweb.it/foggiacalcio

(SABATO 24 GENNAIO 2015, LEGA PRO GIRONE C) ­ Diretta Melfi­ – Foggia: alle ore 15foggiaweb_PalloneLegaPro di oggi pomeriggio lo stadio Arturo Valerio ospita la partita valida per la ventiduesima giornata del girone C di Lega Pro 2014­/2015. Siamo alla terza di ritorno; le due squadre giocano per obiettivi diversi. I lucani sono quindicesimi con 22 punti e stanno lottando per evitare di venire risucchiati nella zona playout (le ultime quattro prima del fanalino di coda, che scende direttamente nei Dilettanti). Il Foggia invece è quinto con 37 punti, attualmente occupa l’ultima posizione utile per giocare i playoff. La partita di andata era terminata 0­0; il Melfi ha vinto due delle ultime sei partite, nelle quali ha collezionato 8 punti. Particolarmente importante per i ragazzi di Leonardo Bitetto il colpo esterno in casa dell’Ischia Isolaverde, una diretta concorrente per la salvezza, così come il 3­0 alla Lupa Roma. In casa i gialloverdi non perdono da sette partite: ultima sconfitta quella contro la Vigor Lamezia il 24 settembre, che però era stata la seconda consecutiva (2­4 contro il Catanzaro). Il cannoniere della squadra è Salvatore Caturano, autore di 7 reti di cui 2 su calcio di rigore. Il Foggia guidato da Roberto De Zerbi arriva da una serie di risultati altalenanti; dopo aver vinto due partite ha sconfitta (in casa contro il Barletta), vittoria sul campo della Paganese, sconfitta a Martina e vittoria contro il Cosenza. La zona playoff sarà dura da confermare, perchè nel girone ci sono tante squadre agguerrite che possono dire la loro, per esempio il Lecce al momento dietro di un punto o il lanciatissimo Matera. Il cannoniere è Pietro Iemmello, per lui 8 gol senza calci di rigore. La diretta di Melfi­Foggia, come tutte le partite di Lega Pro, sarà disponibile su Sportube.tv, che in partnership con LegaPro Channel.

Pubblicato in Foggia calcio s.r.l. | Lascia un commento

DE ZERBI: “A MELFI È FONDAMENTALE VINCERE”

foggiaweb.it/foggiacalcio

A Melfi si va per vincere, parola di Roberto De Zerbi. Questa mattina, al termine46593a dell’allenamento di rifinitura, il tecnico rossonero, durante la conferenza stampa presso la sala stampa “Fesce” dello Zaccheria, ha sottolineato l´importanza della gara contro i lucani, definendola “determinante” anche per via del fatto che la ventiduesima giornata presenta altri scontri diretti: vincendo, il Foggia scavalcherebbe una delle due tra Casertana e Juve Stabia, qualunque sia il risultato del derby campano. Secondo De Zerbi servirà mantenere l´attenzione e la tensione al massimo per tutti i novanta minuti, e in tal senso fa capire come la sconfitta rimediata a Martina sia stata in qualche modo di lezione. La ricetta è sempre la stessa: “personalità, far girare palla più velocemente possibile, creare occasioni da gol giocando come sempre senza snaturarsi, tenendo conto che possiamo sempre migliorarci, e lo stiamo facendo dal punto di vista realizzativo perchè abbiam segnato tanto nelle ultime partite, anche se abbiamo concesso anche qualcosa in più”. Inoltre sottolinea l´importanza di avere umiltà, intendendola come il “Rispetto per l’avversario, riconoscendone anche il merito e il valore”. Nel video seguente, per gli utenti di calciofoggia.it, l´intera conferenza stampa di mister De Zerbi.

da calciofoggia.it

Pubblicato in Foggia calcio s.r.l. | Lascia un commento

Foggia-Benevento ad alto rischio. Solo con la tessera

foggiaweb.it/foggiacalcio

Per gli incontri di calcio “Bari – Frosinone”, “Latina – Livorno”, “Foggia – Benevento”,foggiaweb_stadio “Palermo – Hellas Verona” e “Casertana -Paganese” connotati da elevato profilo di rischio, per i quali non appare necessario il rinvio alle valutazioni del CASMS, dovranno essere adottate, in sede di G.O.S. le seguenti misure organizzative:

- sospensione delle facilitazioni per i sostenitori ospiti previste al punto T1.2 delle misure varate dalla Task Force, anche in relazione alle iniziative di fidelizzazione previste dal punto T2.1 e conseguente vendita dei tagliandi, per i sostenitori ospiti, ai soli sottoscrittori del programma di fidelizzazione delle società Frosinone Calcio, A.S, Livorno Calcio, Benevento Calcio, Hellas Verona F.C. e Paganese Calcio 1926;

- implementazione del servizio di stewarding;

- implementazione dei servizi di controllo, nelle attività di prefiltraggio e filtraggio, con particolare riferimento alla corrispondenza delle generalità indicate sul biglietto e quelle dell’utilizzatore;

- scambio di informazioni e stretto raccordo tra i Supporter Liaison Officer delle società interessate.

da Barsport24

Pubblicato in Foggia calcio s.r.l. | Lascia un commento

Primato assoluto dei cussini del Rugby Under 16 al giro di boa. Il cussino Michael Zingaro selezionato per un allenamento di Accademia federale a Benevento

foggiaweb.it/foggiacalcio

I piccoli cussini del rugby allenati dal tecnico Vito Nembrotte continuano a sorprendere nelrugbyunder162015 Campionato interregionale federale della categoria under 16 giunto ormai al giro di boa dopo l’ultimo turno di andata giocato domenica scorsa e che ha confermato il primato solitario in classifica dei piccoli rossoneri frutto di 7 vittorie, 2 pareggi e nessuna sconfitta. L’ultimo successo è arrivato proprio domenica scorsa al campo CUS di via Napoli dove i cussini hanno superato i pari età del Rende per 70 a 5 con ben 12 mete a 1, realizzate ancora una volta da Zingaro autentico mattatore con ben 5 mete, oltre ad 1 di Luigi Pepe, 1 di Leonardo Corvino, 1 di Raffaele Panunzio, 1 di Emanuele Caposeno, 1 di Federico Pontonio, 1 Francesco Papagno e 1 Saverio Pio Palazzo, che hanno saputo concretizzare al meglio il lavoro e il sostegno di tutta la squadra capace di superare le difficoltà oggettive legate alle condizioni del tempo con grande determinazione e spirito di gruppo, qualità rare per ragazzi della loro età. Domenica 25 gennaio a partire dalle ore 12,30 i cussini torneranno in campo tra le mura amiche degli impianti CUS per la prima di ritorno contro il Monopoli con l’obiettivo di esprimersi al meglio e con la consueta voglia di condivisione e divertimento. Intanto nuovo importante riconoscimento in settimana con la convocazione federale del cussino Michael Zingaro classe 1999 per un allenamento di zona in provincia di Benevento valido per le Attività di Selezione Accademia riservate ai giocatori delle squadre pugliesi e campane.

new cus foggia

Pubblicato in Foggia rugby | Lascia un commento

07/03/2013 Taekwondo, Foggia trionfa all’Open Challenge in Belgio Oro ad Atanasio De Meo, bronzo per Marcantonio Saldutti

foggiaweb.it/foggiacalcio

ataTaekwondo

È finita con la bandiera del Foggia sventolata al fianco di coppe e medaglie. Ancora soddisfazioni – e successi – per il Team Wu Tao Foggia Taekwondo del maestro Raffaele Toscano e del coordinatore tecnico Sandro Aprile, che ha partecipato vittoriosamente ai campionati internazionali di Taekwondo “Open Challenge Cup 2013″ a Tongeren in Belgio. Nella cittadina a pochi chilometri da Liegi, Atanasio De Meo ha conquistato la medaglia d’oro nella categoria -87kg cinture verdi blu (dopo aver rimontato uno svantaggio iniziale di 2-0 riesce nell’ultimo round, invertendo la situazione con un attacco finale per capovolgere il risultato, fissandolo sul 3-2), mentre Marcantonio Saldutti porta a casa una medaglia di bronzo nella categoria -80 kg cinture rosso-nere (combattimento perso contro un atleta svizzero).

Pubblicato in Taekwondo | Lascia un commento

Judo, a Battipaglia nove per l’ASD Artagon Foggia: tre gli ori

foggiaweb.it/foggiacalcio

Judo, a Battipaglia nove per l’ASD Artagon Foggia: tre gli ori. Il 18 gennaio scorso pressojudo- l’a.s.d. artagon foggia 9 volte al podio al trofeo nazionale di judo a battipaglia (sa). 3 ori -  4 argenti  e  2 bronzi l’impianto sportivo di Battipaglia si è svolto il Trofeo Nazionale di Judo organizzato dalla LIBERTAS – FIJLKAM, gara riservata alle classi pre agonisti (bambini-fanciulli-ragazzi) e agonisti (esordienti-cadetti- juniores-seniores). Anche l’A.S.D. Artagon Foggia facente parte del sodalizio della DLF SLIM-GYM, era presente all’evento con i suoi atleti accompagnati dal M.° Vigliano Paola e dall’ allenatore/atleta Moroso Mario. Judo, a Battipaglia nove per l’ASD Artagon Foggia: tre gli ori. L’edizione 2015 era attesissima dagli addetti ai lavori in quanto primo appuntamento dell’anno. Alla manifestazione  hanno aderito 318 atleti provenienti da 10 regioni d’Italia; nove quelli ‘ dell’Artagon. Ottimi i risultati ottenuti dai giovani ragazzi della squadra foggiani. Complimenti alle medaglie d’oroa Pierro Antonio, Grosso Arnaldo e Moroso Mario; agli argenti Fiore Alberto, Santoro Cristiano, Capocchiano Benedetta e Fiore Altobello; infine ai bronzi Ercolino Salvatore e Virgilio Simone Benito.                                                                                                                           da FoggiaToday

 

Pubblicato in Sport Vari, tutti gli sports di Foggia e provincia | Lascia un commento

Uno dei casi di giustizia sportiva che più frequentemente dà luogo a procedimenti disciplinari, impugnazioni e ricorsi è costituita dall’impiego di calciatori in posizione irregolare. Talvolta, simili violazioni regolamentari, emerse in prossimità della fine dei campionati, hanno addirittura determinato la sospensione delle classifiche in attesa dei giudizi avanti agli organi regionali e nazionali, dando luogo ad avvicendamenti anche nelle posizioni di vertice delle graduatorie finali. Le ragioni dell’irregolarità della posizione di un atleta, spesso, sono costituite dalla mancata espiazione di una sanzione disciplinare o da errori nella procedura di tesseramento, considerato che, ad eccezione dei giocatori stranieri, non è previsto un vaglio preventivo, rispetto all’efficacia del vincolo di tesseramento. Il reticolato normativo federale, in proposito, è più scarno e chiaro di quanto si possa pensare. L’art. 17, comma 5, del Codice di Giustizia Sportiva dispone che “la punizione sportiva della perdita della gara è inflitta, nel procedimento di cui all’art. 29, commi 7 e 8,alla società che: a) fa partecipare alla gara calciatori squalificati o che comunque non abbiano titolo per prendervi parte…la posizione irregolare dei calciatori di riserva, in violazione delle disposizioni contenute nelle NOIF, determina l’applicazione della sanzione della perdita della gara nel solo caso in cui gli stessi vengano effettivamente utilizzati nella gara stessa ovvero risultino inseriti nella distinta presentata all’arbitro per le gare dell’attività di calcio a cinque”. Pertanto, in caso di reclamo promosso dalla compagine avversaria, l’utilizzo durante l’incontro di un calciatore in posizione irregolare determina l’irrogazione della sanzione della perdita della gara per 3-0. Inoltre, il comma 8 della medesima norma stabilisce che “alla società che fa partecipare a gare calciatori ai quali, per effetto di irregolarità imputabile alla stessa società, la FIGC abbia successivamente revocato il tesseramento, è applicata la penalizzazione di un punto in classifica per ciascuna gara cui abbiano partecipato i predetti calciatori”. Nessun’altra previsione regolamenta l’utilizzo di calciatori in posizione irregolare e le relative punizioni. Si badi bene, la sanzione della penalizzazione di un punto per ogni gara disputata (art. 17, comma 8, C.G.S.) opera esclusivamente in ipotesi di revoca da parte della F.I.G.C. posteriore all’utilizzo, e senza limiti temporali. Evenienza che, per la verità, interviene abbastanza spesso in ambito dilettantistico, con conseguenze spesse volte devastanti sulla posizione di classifica della società coinvolta. Il trattamento sanzionatorio così perentorio deriva dal fatto che l’utilizzo dell’atleta avviene sotto la responsabilità del club mentre il diretto interessato non può ignorare il provvedimento federale di squalifica vigente nei propri confronti. Da qui il trattamento condivisibilmente consistente in una pena così severa. Alla luce di quanto disposto dalle norme di cui sopra, nulla quaestio qualora venga interposto, nei termini fissati dal Codice di Giustizia Sportiva, reclamo al Giudice Sportivo o all’organo di giustizia competente in appello. Il club che abbia utilizzato un calciatore in posizione irregolare sarà sanzionato con la perdita della gara per tre a zero e, qualora fosse intervenuta, prima della partita contestata, revoca del tesseramento, con un punto di penalizzazione in classifica. Ma cosa avviene quanto l’irregolarità viene accertata dopo lo spirare dei termini per la proposizione del reclamo? Certamente, in ossequio al principio, fondamentale nell’ordinamento sportivo, di salvaguardia dello svolgimento delle competizioni e di certezza delle classifiche, il risultato della partita è intangibile e la violazione regolamentare deve essere segnalata non già al Giudice Sportivo, bensì alla Procura Federale. Pertanto, alla luce del principio sopra esposto, i Giudici Sportivi investiti, oltre il termine regolamentare, di verificare se un calciatore abbia preso parte ad una gara in posizione irregolare, con ogni provvedimento consequenziale, dichiarano inammissibile il reclamo, con salvezza del risultato maturato sul campo, trasmettendo i relativi atti alla Procura Federale, per l’esercizio dell’azione disciplinare nei confronti dei soggetti responsabili. Dal 1° luglio 2007, in ragione della necessaria separazione dei poteri e delle competenze tra gli organi federali, siffatta prerogativa appartiene in via esclusiva alla Procura Federale che, ai sensi dell’art. 32, comma 9, del Codice di Giustizia Sportiva ha il dovere di svolgere “tutte le indagini necessarie ai fini dell’accertamento delle violazioni statutarie e regolamentari, fatti salvi i casi di tesseramento nell’ambito regionale, che sono demandate ai competenti Comitati Regionali, i cui organi possono, in casi particolari, richiedere l’intervento della Procura Federale stessa”. In ragione di ciò, si può concludere che l’iter corretto, in caso di irregolarità della posizione di un calciatore in una o più gare, una volta decorsi i termini per la proposizione del tempestivo reclamo al Giudice Sportivo, consista nella proposizione di un esposto alla Procura Federale, con richiesta di attivazione senza indugio, e successivo deferimento dei soggetti responsabili (solitamente il Presidente del club, il dirigente che ha sottoscritto la distinta gara, il calciatore e la società a titolo di responsabilità diretta e/o oggettiva) avanti alla competente Commissione Disciplinare (regionale in caso di campionati regionali o provinciali, nazionale in caso di tornei su scala nazionale). Tutto quanto sopra precisato – conclude l’avv. Eugenio Gargiulo – può perfettamente aderire al recentissimo caso della gara di Lega Pro Martina-Foggia, finita 2-1 che, come noto , non è stata omologata dal giudice sportivo, in seguito al reclamo inoltrato dalla società Foggia calcio per una presunta posizione irregolare nel tesseramento di un giocatore del Martina,il senegalese Ousmane Diop , il cui passaporto e relativo tesseramento conterrebbero dati sbagliati. I legali del Foggia hanno predisposto e presentato regolare istanza alla procura federale,come da Codice di Giustizia Sportiva, provando le difformità nei documenti del calciatore del Martina , tali da inficiarne il tesseramento, nonché chiedendo conseguenzialmente la vittoria a tavolino della gara. Se l’istanza è stata predisposta correttamente dagli avvocati del sodalizio dauno , la Procura Federale ed il Giudice sportivo non potranno che accogliere il ricorso del Foggia calcio e sancire la vittoria 0-3 a tavolino nella gara non omologata contro il Martina! Non ci resta, quindi, che attendere giorno 27 gennaio per verificare le decisioni in merito.

foggiaweb.it/foggiacalcio

Uno dei casi di giustizia sportiva che più frequentemente dà luogo a procedimentifoggiaweb_stadio disciplinari, impugnazioni e ricorsi è costituita dall’impiego di calciatori in posizione irregolare. Talvolta, simili violazioni regolamentari, emerse in prossimità della fine dei campionati, hanno addirittura determinato la sospensione delle classifiche in attesa dei giudizi avanti agli organi regionali e nazionali, dando luogo ad avvicendamenti anche nelle posizioni di vertice delle graduatorie finali. Le ragioni dell’irregolarità della posizione di un atleta, spesso, sono costituite dalla mancata espiazione di una sanzione disciplinare o da errori nella procedura di tesseramento, considerato che, ad eccezione dei giocatori stranieri, non è previsto un vaglio preventivo, rispetto all’efficacia del vincolo di tesseramento. Il reticolato normativo federale, in proposito, è più scarno e chiaro di quanto si possa pensare. L’art. 17, comma 5, del Codice di Giustizia Sportiva dispone che “la punizione sportiva della perdita della gara è inflitta, nel procedimento di cui all’art. 29, commi 7 e 8,alla società che:                                                                                                               a) fa partecipare alla gara calciatori squalificati o che comunque non abbiano titolo per prendervi parte…la posizione irregolare dei calciatori di riserva, in violazione delle disposizioni contenute nelle NOIF, determina l’applicazione della sanzione della perdita della gara nel solo caso in cui gli stessi vengano effettivamente utilizzati nella gara stessa ovvero risultino inseriti nella distinta presentata all’arbitro per le gare dell’attività di calcio a cinque”. Pertanto, in caso di reclamo promosso dalla compagine avversaria, l’utilizzo durante l’incontro di un calciatore in posizione irregolare determina l’irrogazione della sanzione della perdita della gara per 3-0. Inoltre, il comma 8 della medesima norma stabilisce che “alla società che fa partecipare a gare calciatori ai quali, per effetto di irregolarità imputabile alla stessa società, la FIGC abbia successivamente revocato il tesseramento, è applicata la penalizzazione di un punto in classifica per ciascuna gara cui abbiano partecipato i predetti calciatori”. Nessun’altra previsione regolamenta l’utilizzo di calciatori in posizione irregolare e le relative punizioni. Si badi bene, la sanzione della penalizzazione di un punto per ogni gara disputata (art. 17, comma 8, C.G.S.) opera esclusivamente in ipotesi di revoca da parte della F.I.G.C. posteriore all’utilizzo, e senza limiti temporali. Evenienza che, per la verità, interviene abbastanza spesso in ambito dilettantistico, con conseguenze spesse volte devastanti sulla posizione di classifica della società coinvolta. Il trattamento sanzionatorio così perentorio deriva dal fatto che l’utilizzo dell’atleta avviene sotto la responsabilità del club mentre il diretto interessato non può ignorare il provvedimento federale di squalifica vigente nei propri confronti. Da qui il trattamento condivisibilmente consistente in una pena così severa. Alla luce di quanto disposto dalle norme di cui sopra, nulla quaestio qualora venga interposto, nei termini fissati dal Codice di Giustizia Sportiva, reclamo al Giudice Sportivo o all’organo di giustizia competente in appello. Il club che abbia utilizzato un calciatore in posizione irregolare sarà sanzionato con la perdita della gara per tre a zero e, qualora fosse intervenuta, prima della partita contestata, revoca del tesseramento, con un punto di penalizzazione in classifica. Ma cosa avviene quanto l’irregolarità viene accertata dopo lo spirare dei termini per la proposizione del reclamo? Certamente, in ossequio al principio, fondamentale nell’ordinamento sportivo, di salvaguardia dello svolgimento delle competizioni e di certezza delle classifiche, il risultato della partita è intangibile e la violazione regolamentare deve essere segnalata non già al Giudice Sportivo, bensì alla Procura Federale. Pertanto, alla luce del principio sopra esposto, i Giudici Sportivi investiti, oltre il termine regolamentare, di verificare se un calciatore abbia preso parte ad una gara in posizione irregolare, con ogni provvedimento consequenziale, dichiarano inammissibile il reclamo, con salvezza del risultato maturato sul campo, trasmettendo i relativi atti alla Procura Federale, per l’esercizio dell’azione disciplinare nei confronti dei soggetti responsabili.  Dal 1° luglio 2007, in ragione della necessaria separazione dei poteri e delle competenze tra gli organi federali, siffatta prerogativa appartiene in via esclusiva alla Procura Federale che, ai sensi dell’art. 32, comma 9, del Codice di Giustizia Sportiva ha il dovere di svolgere “tutte le indagini necessarie ai fini dell’accertamento delle violazioni statutarie e regolamentari, fatti salvi i casi di tesseramento nell’ambito regionale, che sono demandate ai competenti Comitati Regionali, i cui organi possono, in casi particolari, richiedere l’intervento della Procura Federale stessa”. In ragione di ciò, si può concludere che l’iter corretto, in caso di irregolarità della posizione di un calciatore in una o più gare, una volta decorsi i termini per la proposizione del tempestivo reclamo al Giudice Sportivo, consista nella proposizione di un esposto alla Procura Federale, con richiesta di attivazione senza indugio, e successivo deferimento dei soggetti responsabili (solitamente il Presidente del club, il dirigente che ha sottoscritto la distinta gara, il calciatore e la società a titolo di responsabilità diretta e/o oggettiva) avanti alla competente Commissione Disciplinare (regionale in caso di campionati regionali o provinciali, nazionale in caso di tornei su scala nazionale). Tutto quanto sopra precisato – conclude l’avv. Eugenio Gargiulo –  può perfettamente aderire al recentissimo caso della gara  di Lega Pro Martina-Foggia, finita 2-1 che, come noto ,  non è stata omologata dal giudice sportivo, in seguito al reclamo inoltrato dalla società Foggia  calcio per una presunta posizione irregolare nel tesseramento di un giocatore del Martina,il senegalese Ousmane Diop ,  il cui passaporto e relativo tesseramento conterrebbero  dati sbagliati. I  legali del Foggia hanno predisposto e presentato regolare istanza alla procura federale,come da Codice di Giustizia Sportiva,  provando le difformità nei documenti del calciatore del Martina , tali da inficiarne il tesseramento, nonché chiedendo conseguenzialmente la vittoria a tavolino della gara. Se  l’istanza è stata predisposta correttamente dagli avvocati del sodalizio dauno , la Procura Federale ed il Giudice sportivo non potranno che accogliere  il ricorso del Foggia calcio e sancire la vittoria 0-3 a tavolino nella gara non omologata contro il Martina! Non ci resta, quindi, che attendere giorno 27 gennaio per verificare le decisioni in merito.

Pubblicato in Foggia calcio s.r.l. | Lascia un commento

L’Olimpica Fertech battuta al fotofinish da una Diamond mai doma

foggiaweb.it/foggiacalcio

L’Olimpica recupera Castoro e Spud walker e con Foggia è partita vera: Ancora orfana del10387557_834650129919201_3880156085724970612_n coach, la squadra di casa ha condotto la gara per più di due quarti, giocandosela punto a punto con la Diamond che quando gioca con Cerignola getta sempre il cuore oltre l’ostacolo. E’ nei minuti finali che si decide la partita con l’Olimpica avanti di un punto ad una manciata di secondi dalla fine, ma non riesce a concretizzare l azione finale consegnando la vittoria a Foggia. La partita è stata bella e combattuta con i gialloblu finalmente competitivi dopo una serie infinita di traversie che non hanno permesso all’Olimpica di mantenere la testa della classifica, ora appannaggio della Webbin Manfredonia che è andata meritatamente a vincere a Ruvo. Il girone di andata ha sancito il grande equilibrio della serie C regionale di quest’anno con tutte le squadre più attrezzate nel giro di 4 punti e il girone di ritorno sarà sicuramente combattutissimo. Intanto l’under 19 domani giocherà a Lucera per cercare di confermare il quarto posto utile ad accedere alla seconda fase del torneo mentre l’under 17 è in attesa di conoscere il calendario della seconda fase. La prossima partita dell’Olimpica, prima di ritorno, sarà ancora in casa contro Vieste del capocannoniere della serie C Nick Neal che con l’altro americano Wiliams ed il naturalizzato Guede sicuramente offriranno un bello spettacolo al Paladileo. Appuntamento Sabato 24 Gennaio alle ore 18.

OLIMPICA FERTECH 72 DIAMOND FOGGIA 75

22-18 38-35 54-56

Panaggio 22, Castoro 17, Padalino 14, Walket 18, Vuovolo 2, Garozzo, Mansi, Angeramo, Berteramo, Ferramosca.

da lanotiziaweb

Pubblicato in Basket e Volley a Foggia e Provincia | Lascia un commento

Meeting nazionale atletica, vittoria atleta foggiano

foggiaweb.it/foggiacalcio

Foggia – AL Meeting nazionale indoor di atletica leggera svoltosi ieri (18 gennaio u.s.) adLeonardo-Piserchia-CUS-Foggia1 Ancona, a cui hanno partecipato alcuni tra i migliori atleti italiani, il cussino Leonardo Piserchia (20 anni ancora da compiere, il prossimo agosto) si è imposto saltando in alto la misura di 1,94 (a soli 8 centimetri dal proprio “personale”, fissato l’anno scorso a 2,02 saltato durante i Campionati nazionali di Acquaviva delle Fonti). Una misura molto incoraggiante, tenuto conto che si tratta della prima uscita ufficiale e che quindi la migliore condizione atletica è ancora in fase di acquisizione. L’atleta foggiano ha vinto il Meeting di Ancona al termine di un confronto tirato con l’atleta laziale Lorenzo Carlone (Rieti), il quale ha saltato e superato la stessa misura di Piserchia sbagliando però più volte e quindi finendo secondo nella graduatoria generale. «Un salto che lascia ben sperare visto che si trattava della prima gara ufficiale della stagione – commenta Leonardo Piserchia – e visto che, mi hanno detto, c’erano diversi centimetri tra il mio corpo e l’asticella che ho superato. Speriamo di continuare così, da parte mia c’è naturalmente tutta la volontà a farlo. Sono molto felice, ma consapevole che non ho fatto ancora niente di importante». Un risultato che ribadisce l’ottimo lavoro che sta svolgendo tutto lo staff tecnico del Cus Foggia, sapientemente guidato – segnatamente per quanto riguarda i salti – dal prof. Davide Colella. «Non solo conferma il lavoro che con grandi sacrifici stiamo svolgendo – aggiunge il prof. Colella – ma ribadisce l’ottima tradizione degli atleti foggiani che si cimentano con il salto in alto e con l’asta. Leonardo Piserchia è un ragazzo che ha buone prospettive davanti a sé, faremo di tutto per farlo esprimere al meglio delle sue potenzialità». Leonardo Piserchia rappresenta inoltre il tipico esempio del buon funzionamento dell’intesa tra Università di Foggia (e suoi apparati sportivi) e le Scuole del territorio, visto che l’atleta e studente foggiano ha intrapreso questa attività solo 5 anni fa e visto che a instradarlo, osservandone le doti, è stato uno dei suoi docenti all’Istituto Saverio Altamura di Foggia. «Una intesa che dobbiamo salvaguardare e su cui dobbiamo investire sempre di più – ha commentato il Delegato allo sport dell’Università di Foggia, prof.ssa Donatella Curtotti – poiché dalle scuole di base deve partire quanto meno l’introduzione, nella testa di un bambino, del concetto che la cultura dello sport equivale alla cultura della vita. Tanto meglio se mostra spiragli adatti all’agonismo, perché poi le strutture del Cus Foggia, nei limiti oggettivi delle loro possibilità, faranno di tutto per mettere in rilievo le capacità e le potenzialità che questi ragazzi molto volte non sanno di possedere».

da statoquotidiano

Pubblicato in Atletica | Lascia un commento

Foggia-Cosenza 4-1: le pagelle dei rossoneri

foggiaweb.it/foggiacalcio

Con un secco 4-1 il Foggia archivia la pratica Cosenza, dandosi di nuovo una spinta in zonafoggiaweb_Giovanni Cavallaro-3 playoff dopo lo stop di Martina (non omologato. Il 27 gennaio si saprà se ci sarà vittoria a tavolino, ndr) e beneficiando dei mezzi passi falsi di Casertana e Lecce, e della sconfitta della Juve Stabia. Le prime due posizioni restano lontane, ma il terzo posto ora è di nuovo a soli due punti di distacco.

Pagelle

FOGGIA (4-3-3) Narciso 6,5; Bencivenga 6 Grea 6 Gigliotti 6 (34’st Sicurella s.v.) Agostinone 5,5; Agnelli 7 Quinto 5,5 D’Allocco 6,5; Sarno 7,5 (41’st Bollino s.v.) Iemmello 7 (30’st Leonetti s.v.) Cavallaro 8. A disposizione: Micale, D’Angelo, Altobelli, Sainz Maza. All. De Zerbi 7

Narciso 6,5 – Risponde presente all’insidiosa punizione di Arrigoni. Incolpevole sul gol

Bencivenga 6 – Troppa timidezza nel primo tempo, trascorso a calpestare lo stesso segmento di campo. Migliora nella ripresa come tutto il Foggia

Grea 6 – Rispolverato causa contemporanea assenza di Potenza e Loiacono. Non sfigura, anche perché tutto sommato le fiere che ha di fronte non mostrano i denti

Gigliotti 6 – Leader della difesa, governa bene il pacchetto arretrato. Peccato per l’ammonizione, evitabile (34’st Sicurella s.v.)

Agostinone 5,5 – Gioca la sua solita partita battagliera, e forse eccede un po’ troppo con la furia agonistica. Si fa cacciare per doppia ammonizione, chiudendo anzitempo la sua centesima partita con la maglia rossonera

Agnelli 7 – Bravo nel seguire l’azione di Cavallaro, e nel farsi trovare pronto per il tap in. Dona alla sua squadra la solita dose di chilometri, ai quali aggiunge sempre la giusta spolverata di qualità

Quinto 5,5 – Beccato dal pubblico, e non va bene. Il suo contributo e la sua presenza sono elementi essenziali per il gioco di De Zerbi. Pecca però a volte di lentezza nel fraseggio, quando sarebbe il caso di smistare velocemente il pallone. Nel finale passa a fare il difensore centrale, e si dimentica completamente di De Angelis

D’Allocco 6,5 – Nel primo tempo chiama spesso il passaggio che premi i suoi inserimenti, venendo ignorato. Elemento essenziale per corsa e duttilità, come dimostra il passaggio a terzino sinistro dopo l’espulsione di Agostinone

Sarno 7,5 – Pochi minuti e tenta l’eurogol che il palo gli nega. Prove generali per il “golazo” che segnerà nella porta opposta. Un sinistro a giro perfetto, che denota una delicatezza di tocco non comune. E intanto sono cinque gol in campionato (41’st Bollino s.v.)

Iemmello 7 – Il gol è voluto, cercato con la rabbia e la fame del centravanti rimasto a secco per quasi due mesi. Troppi per uno come lui. Da catanzarese doc non si fa mancare la gioia di violare ancora una volta la porta del Cosenza (30’st Leonetti s.v.)

Cavallaro 8 – Scherziamoci su: se questi devono essere i risultati dopo una settimana convulsa che lo ha visto protagonista in sede di mercato, ben vengano le voci su una sua partenza. Gioca la migliore partita della stagione, e senz’altro una delle migliori in assoluto. E non solo perché mette lo zampino su tutte e quattro le segnature, ma per la continuità mostrata, e la grande qualità delle giocate. Bene così Gio

De Zerbi 7 – Serviva una reazione e c’è stata. Il suo non sarà un gruppo vincente (non ancora, almeno) come lui stesso ha dichiarato, ma è senza dubbio un gruppo speciale. La squadra lo segue, e continua a giocare un gran bel calcio, specie nella ripresa e in barba a un campo sempre più pesante per la pioggia. Meno bene il primo tempo, con eccessive scollature tra i reparti, e qualche rischio di troppo. Ma di fronte a un 4-1, diventano quisquilie

da FoggiaToday

Pubblicato in Foggia calcio s.r.l. | Lascia un commento

SERIE D, risultati e classifica del girone H

foggiaweb.it/foggiacalcio

Girone H (19/a giornata): Bisceglie-Grottaglie 3-0 Brindisi-Gallipoli 2-0 Cavese-Taranto 1-0 Francavilla-Fidelis Andria 1-2 Gelbison-Potenza 3-0 Monopoli-San Severo 1-0 Pomigliano-Arzanese 1-1 Puteolana-Manfredonia 0-1 Scafatese-Sarnese 0-1

Pubblicato in LND (Lega Nazionale Dilettanti) | Lascia un commento

ATTACCO BOOM, AUDACE CERIGNOLA CAMPIONE D’INVERNO CON UNA GIORNATA D’ANTICIPO

foggiaweb.it/foggiacalcio

L’Audace Cerignola si laurea campione d’inverno, con una giornata d’anticipo, nel girone Aaudace di Prima categoria: il verdetto arriva dopo il 6-0 alla Nuova Andria, tornando ad esibire i suoi gioielli in attacco e consolidando i suoi numeri da primato. Mister Gallo recupera in extremis Colangione dall’influenza, sistemandolo indifesa con Colucci e Borrelli; a centrocampo, vista la squalifica di Giuseppe Grieco, vengono impiegati il fratello Gabriele e Conte, con Auciello e Lombardi sulle corsie esterne. In prima linea, il trio Morra-Dipasquale-Flavio Amoruso, per l’indisponibilità di Lasalandra, anch’egli appiedato dal giudice sportivo. Ancora una volta, i gialloblu sbloccano istantaneamente il risultato: al 2’ Morra fa partire un cross che Dipasquale indirizza nell’angolino, nonostante le proteste andriesi relative alla presunta uscita a fondo campo della sfera, al momento del traversone. Gli ospiti, ben messi in campo da Sinisi, non demeritano, ma vengono puniti alla minima distrazione, pagando una età media tra le più basse del girone: al 21’ una ripartenza viene felicemente conclusa da Morra, che realizza il sedicesimo centro nel torneo. Nel recupero del primo tempo, e dopo aver mancato un paio di opportunità, l’Audace mette al sicuro i tre punti con la rete di Flavio Amoruso, presentatosi tutto solo davanti al portiere Crisantemo. Gli ofantini non si preoccupano della pioggia battente che cade sul “Monterisi”, incrementando il divario nelle prime battute della ripresa, a stretto giro di posta: Amoruso finalizza una perfetta azione tutta impostata sulla fascia destra con una girata al volo, toccando quota 15 ed avvicinandosi al capocannoniere Morra; Dipasquale sfrutta un appoggio di Gabriele Grieco con la porta spalancata. Il capitano cerignolano proprio allo scadere fa tris, dimenticando un periodo negativo per alcuni problemi fisici, che gli son costati un paio di mesi lontani dal campo. Ancora imbattuto, un solo pareggio in sedici turni, miglior attacco e difesa: l’Audace comanda ma prosegue la lotta col San Marco, ormai l’unica avversaria a tenere costantemente il passo. Domenica prossima impegno in casa dell’Atletico Stornara, a conclusione di un girone d’andata assolutamente ricco di soddisfazioni.

AUDACE CERIGNOLA-NUOVA ANDRIA 6-0

Audace Cerignola: Vurchio, Colucci, Lombardi, Borrelli (61′ Colonna), Colangione, Grieco Gabriele, Morra (61′ Capocefalo), Conte (52′ Amoruso D.), Dipasquale, Amoruso F., Auciello. A disposizione: Cirulli, Matera G., Schiavone, Quarticelli. Allenatore: Massimo Gallo.

Nuova Andria: Crisantemo, Cognetti, De Nigris, Caporale, Colasuonno, Pasculli, Pomarico (28′ Lorusso), Loconte, Tesse, Erminio (66′ Coppola), Di Venosa (60′ Amorese). A disposizione: Zingaro, Albo, Di Palma, Di Vietri. Allenatore: Cosimo Sinisi.

Reti: 2′ Dipasquale, 21′ Morra, 47′ pt e 47′ Amoruso F., 49′ e 93′ Dipasquale.

Ammoniti: Lombardi, Colangione, Grieco Gabriele (AC); Cognetti, Colasuonno (NA).

Angoli: 3-2. Recuperi: 3′ pt, 4′ st.

Arbitro: Massari (Molfetta).

Pubblicato in LND (Lega Nazionale Dilettanti) | Lascia un commento

Valanga ROSSONERA

foggiaweb.it/foggiacalcio

Foggia – Il Foggia scaccia i cattivi pensieri dell’ultima settimana con una bella vittoria. IFOGGIAWEB_FOGGIACALCIO rossoneri, in uno Zaccheria dal clima surreale, visti i pochi presenti per via del provvedimento che garantiva l’accesso solo a tesserati ed abbonati, asfaltano il Cosenza con un perentorio 4-1. De Zerbi ripropone dal 1’ il tridente composto da Cavallaro, Sarno e Iemmello, lanciando anche Grea al centro della difesa; dall’altro lato Roselli conferma l’undici che ha bloccato sullo 0-0 la Salernitana domenica scorsa. La partita si accende fin dai primi minuti, già al 9’ il Foggia mette paura a Ravaglia, con Sarno che lascia partire un mancino perfetto dal vertice dell’area, colpendo il palo interno. Passa solo un minuto, ed i rossoneri passano in vantaggio: Cavallaro crossa dal fondo, Ravaglia si distende allontanando il pallone, il più lesto è Agnelli, che di destro insacca a porta sguarnita. Il Cosenza non subisce il colpo, anzi reagisce con rabbia, andando vicino al pari in due occasioni: al 14’ Arrigoni calcia benissimo una punizione dalla trequarti, Narciso toglie letteralmente il pallone dall’incrocio; due minuti dopo, errore a centrocampo dei padroni di casa, Calderini viene lanciato solo davanti al portiere e tenta un pallonetto che scavalca Narciso, ma la conclusione è debole e Gigliotti può recuperare la sfera. Tante emozioni nei primi 20’, partita soporifera nei restanti minuti del primo tempo, che si chiude sull’1-0. Le due squadre rientrano in campo con il freno a mano tirato, ritmi blandi per i primi minuti della ripresa, poi tutto cambia: prima Sarno va vicino al raddoppio al 54’, dopo qualche minuto entrambe le compagini rimangono in 10. Agostinone e Ciancio infatti vengono a contatto a palla ferma, entrambi sono già ammoniti e vengono dunque espulsi dal direttore di gara. I maggiori spazi consentono al Foggia di scardinare la difesa ospite, già al 59’ andando vicino al raddoppio, con Cavallaro che tenta il jolly dalla distanza, Ravaglia che respinge sui piedi di Iemmello, il quale calcia a colpo sicuro ma viene stoppato da Tedeschi. I dauni in un quarto d’ora eccezionale, con Cavallaro protagonista assoluto, dilagano: al 65’ c’è il raddoppio, l’esterno siciliano serve Sarno, che dal limite fa partire un mancino a giro, il quale termina nell’angolino basso. Passano quattro minuti ed arriva il tris, ancora Cavallaro passa il pallone a Iemmello, che vince un contrasto in area e deposita alle spalle di Ravaglia. All’81’ c’è spazio anche per il poker, con Bertani che assegna calcio di rigore ai rossoneri per fallo di mani di Magli; il pubblico chiama a gran voce Cavallaro, lui va sul dischetto e realizza piazzando il pallone nell’angolo alla sinistra del portiere. Nel finale arriva il gol della bandiera ospite, con De Angelis che si trova davanti a Narciso in piena area di rigore, ed ha tutto il tempo di battere l’estremo difensore rossonero, chiudendo sul 4-1 il match. Scatenato il Foggia, che con questo successo sale a quota 37 in classifica, posizionandosi ad un punto dalla Casertana fermata ad Aversa sul pari. Migliore in campo Giovanni Cavallaro, che ha messo in mostra tutta la voglia di cancellare le voci di mercato riguardo un suo addio alla maglia rossonera, regalando un secondo tempo di classe allo stato puro.

TABELLINO

FOGGIA: (4-3-3) Narciso; Bencivenga, Grea, Gigliotti (dal 78’ Sicurella), Agostinone; Agnelli, Quinto, D’Allocco; Cavallaro, Sarno (dall’85’ Bollino), Iemmello (dal 74’ Leonetti). A disp.: Micale, D’Angelo, Altobelli, Sainz-Maza. All.: De Zerbi.

COSENZA: (4-4-2) Ravaglia; Ciancio, Tedeschi, Magli, Sperotto; Corsi, Arrigoni, Caccetta, Tortolano (dal 78’ De Angelis); Cori (dal 78’ Cesca), Calderini (dal 66’ Fornito). A disp.: Saracco, Blondett, Zanini, Criaco. All.: Roselli.

Arbitro: sig. Bertani di Pisa.

MARCATORI: 10’ Agnelli (F), 65’ Sarno (F), 69’ Iemmello (F), 81’ Cavallaro rig. (F), 92’ De Angelis (C).

AMMONITI: Gigliotti, Bencivenga (F); Magli (C). – ANGOLI: 6-2 per il Foggia. – RECUPERI: 1’p.t.; 3’s.t..

NOTE: Espulsi al 58’ Agostinone e Ciancio per doppia ammonizione, in seguito a irregolarità a gioco fermo.

DA STATOQUOTIDIANO

Pubblicato in Foggia calcio s.r.l. | Lascia un commento

Il Foggia a valanga sul Cosenza

foggiaweb.it/foggiacalcio

Trascinato da un grande Cavallaro (guai a pensare ancora di disfarsene) il Foggia si rialzafoggiaweb_foggia_cosenza dalla sconfitta di Martina, batte sonoramente allo Zaccheria il Cosenza e riprende a correre in classifica. 4-1 per i rossoneri (su tutti i gol sempre lo zampino di Cavallaro): 11′ Agnelli, 65′  Sarno, 68′ Iemmello, 80′ Cavallaro su rigore. Infine De Angelis per i silani al 92′. Stadio semivuoto, per il poco condivisibile provvedimento della Prefettura di chiudere la “Nord” e vietare l’accesso ai non possessori della tessera del tifoso. Supporter rossoneri fuori dallo Zaccheria per tutta la partita, e a fine gara in corteo per una civile forma di dissenso nei confronti di chi ha vietato loro di assistere alla gara..

 

Pubblicato in Foggia calcio s.r.l. | Lascia un commento

Calcio, Manfredonia cerca il ‘colpo’ contro la Puteolana

foggiaweb.it/foggiacalcio

Manfredonia – ARBITRERA’ il Signor Giorgio Sangregorio (Sezione dell’Aquila) il matchfoggiaweb_ASD-Manfredonia-Calcio Puteolana-Manfredonia, valido per la 19° giornata del campionato di Serie D Girone H che, si disputerà domenica 18 Gennaio alle 14,30, presso lo Stadio Domenico Conte di Pozzuoli. L’arbitro sarà coadiuvato dagli assistenti Pierluigi Lustri (Sezione di Avezzano) e Ennio Di Girolamo (Sezione dell’Aquila). Il Manfredonia ha 19 punti in classifica, la Puteolana 10. Dopo la pesante sconfitta subita domenica scorsa in casa contro la Cavese, il Manfredonia cerca il riscatto contro la Puteolana, fanalino di coda del Girone h. Per la Puteolana non giocheranno Sorrentino e Ifregerio (Squalificati dal giudice sportivo) e Biondi (infortunato). Per il Manfredonia non giocheranno Gentile Antonio (squalificato dal giudice sportivo) e Diego De Vita (infortunato).Dichiarazioni rilasciate dalla Puteolana durante la conferenza stampa. “La sfida di domani è importantissima, giochiamo in casa e vogliamo vincere”, dichiara Ciro Muro, allenatore della Puteolana. “Il Manfredonia è una squadra ben organizzata, ma noi vogliamo salire in classifica, non ci teniamo a scendere in eccellenza. Non ci sono altri giocatori assenti, oltre a quelli sopra citati”. Oggi pomeriggio come ogni sabato alle 15,30, su Manfredonia Tv (Canale 645 del digitale terrestre e sul sito www.manfredoniatv.it), va in onda il programma Anteprima Sport, condotto da Giulia D’Onofrio e Antonio Baldassarre. Il Manfredonia calcio sarà il protagonista della trasmissione, ma spazio anche altri sport.

da statoquotidiano

Pubblicato in LND (Lega Nazionale Dilettanti) | Lascia un commento

Foggia-Cosenza Live: Diretta Streaming Gratis

foggiaweb.it/foggiacalcio

Il match tra Foggia e Cosenza sarà trasmesso gratis in diretta live streaming sulla web tvfoggiaweb_foggia-tifosi-620x400  Sportube-Lega Pro Channel. Il match, valevole per la seconda giornata di ritorno del girone C della Lega Pro Unica 2014-2015, è in programma domenica 18 gennaio 2015 alle ore 14:30 allo stadio Pino Zaccheria di Foggia. L’arbitro del match sarà il signor Sarà il Sig. Lorenzo Bertani della sezione di Pisa, il fischietto pisano sarà coadiuvato dagli assistenti di linea Napolitano-Marques. Il portale Sportube.tv-Lega Pro Channel trasmetterà la sfida dello Zaccheria a partire dalle 14 e 30. La gara sarà disponibile in live streaming gratis che permetterà di guardare la partita su pc, tablet, ipad e smartphone. Una volta sul portale basta cliccare sulla sezione “Eventi Live” e cliccare sul play della partita.                                    da calcionow

Pubblicato in Foggia calcio s.r.l. | Lascia un commento

VERSO FOGGIA COSENZA. ROSELLI: ‘LORO COL DENTE AVVELENATO, MA LA MIA SQUADRA SE LA GIOCA CON TUTTI’

foggiaweb.it/foggiacalcio

COSENZA – Chiaro il riferimento del tecnico rossoblu alle polemiche della partita difoggiaweb_stadiovuoto andata. Poi aggiunge: ‘il Foggia ha un impianto di gioco che non ho visto in nessun’altra squadra, dovremo essere bravi a non farli giocare. 18 i convocati, resta a casa solo Carrieri’. Quella che attende i rossoblu oggi a Foggia sarà una partita difficile per tanti aspetti: in primis per le polemiche mai sopite della gara di andata, dove i satanelli rimasero in 10 per un’espulsione contestatissima e si videro rimontare due goal da un brutto Cosenza, e poi il dover affrontare una squadra forte, che gioca un ottimo calcio e si trova a ridosso delle prime della classe. E senza dimenticare che con le prime della classifica il Cosenza non ha mai raccolto punti, e la vittoria esterna manca addirittura dalla trasferta di Matera. Motivi che spingono mister Roselli a tenere alta l’attenzione dei suoi ragazzi, ma con la consapevolezza che quella di domani, sarà sì una partita di quelle “toste”, ma il Cosenza può e deve affrontarla senza timori: “con il Foggia come sapete tutti all’andata ci sono state polemiche e quindi hanno il dente avvelenato. Poi vengono anche dalla sconfitta immeritata di Martina, quindi sono sicuro che cercheranno di partire forte dall’inizio e mettere il match in discesa sin dalle prime battute – ha spiegato mister Roselli in conferenza stampa questa mattina – ma è anche vero che noi stiamo crescendo tanto, facendo dei grossi passi in avanti, per questo sono davvero contento, quindi senza paura ce la giocheremo consci delle nostre forze. Ho visto il Foggia disputare diverse gare e sono bellissimi da vedere. Hanno un’organizzazione ed un impianto tattico che non ho visto in nessun’altra squadra di alta classifica. Giocano praticamente a memoria, quindi dobbiamo essere bravi a trovare i loro punti deboli per metterli in difficoltà. Domani sarà fondamentale anche rimanere calmi e concentrati, non cedere a provocazioni o cadere in nervosismi inutili che potrebbero solo danneggiarci, perché sarà una partita tirata dal primo all’ultimo minuto”. Tornare a vincere fuori casa? Roselli non ha dubbi a riguardo: “è vero, abbiamo vinto una sola volta fuori casa (a Matera ndr.) e ci piacerebbe tornare a sfatare questo tabù, ma questo è un campionato talmente difficile che fare 3 punti in trasferta diventa quasi un’impresa. Per giunta non penso che Foggia sia proprio il campo giusto dove andarsi a prendere i 3 punti. Detto questo, quello che chiedo sempre ai miei ragazzi è fare tutte e tre le fasi di gioco bene e se riesci a farlo nel giusto modo, allora arriverà anche la vittoria in trasferta”. Squadra in crescita costante contento del lavoro: “da questo punto di vista sono davvero contento, perché finalmente la squadra inizia a leggere bene le situazione di gioco, senza i miei continui interventi e questo mi rende felice. Sbagliamo molto meno, ma principalmente i giocatori lavorano nella stessa direzione e stanno avendo spazio un po’ tutti”. Nel frattempo dopo la rifinitura di ieri mattina allo stadio San Vito, la squadra è partita in pullman alla volta di Foggia. Roselli ha convocato 18 calciatori. Recuperato Tortolano, resta a casa il solo Carrieri per un problema al piede.

Pubblicato in Foggia calcio s.r.l. | Lascia un commento

Usd Audace Cerignola

foggiaweb.it/foggiacalcio

L’Audace Cerignola batte 2-1 l’Omnia Bitonto, nell’andata del quarto turno di coppa Puglia: decisivo Lasalandra (autore di una doppietta), risultato che rimanda al ritorno in programma tra due settimane il verdetto sulla qualificazione. E’ un Cerignola piuttosto rimaneggiato presentatosi oggi al “Monterisi”, soprattutto in difesa: Gallo schiera i suoi con un 4-4-2 nel quale Conte e Borrelli si adattano come coppia centrale in retroguardia; in mediana i fratelli Grieco a costruire il gioco, mentre Amoruso è affiancato in alternanza da Lasalandra e Morra in attacco. I padroni di casa stentano a proporre una manovra fluida ed efficace: nonostante ciò, nel giro di due minuti Lasalandra vede respingersi sulla linea una sua conclusione ed il portiere Cervelli si salva in doppia battuta prima su Morra ed in seguito su Amoruso. Evitata senza conseguenze la sfuriata gialloblu a cavallo del quarto d’ora, l’Omnia Bitonto torna a chiudersi in maniera pratica, approfittando dei ritmi bassi del gioco, ma non impensierendo mai Vurchio. Così, un lampo del capitano di giornata Lasalandra sveglia gli ofantini dal torpore: è il 44’, il fantasista riceve palla dal vertice sinistro dell’area, compie due passi e scarica un destro che cambia improvvisamente direzione, ingannando il numero uno ospite. Ad inizio ripresa (49’), Colucci atterra all’interno dei sedici metri un avversario: il sig.Maffione di Molfetta concede il penalty, trasformato da Tenzone, il quale spiazza Vurchio. Gli ofantini non ci stanno e si attivano alla ricerca del nuovo vantaggio, cambiando indubbiamente marcia rispetto al primo tempo: Giuseppe Grieco diventa l’uomo al quale affidare la sfera per tentare la soluzione dalla distanza, ma senza fortuna. Un tiro ciccato dallo stesso centrocampista si tramuta in assist per Lasalandra, lesto a superare Vitucci (nel frattempo subentrato all’infortunato Cervelli) per il gol partita. Ancora il dieci di casa pericoloso e vicino alla tripletta, poi quasi alla mezzora una caratteristica progressione di Morra con rientro sul destro, fa sbattere il pallone sulla parte superiore della traversa. L’ultimo sussulto è firmato nuovamente dall’attaccante, che chiama ad una difficoltosa respinta Vitucci su un potente sinistro. Non succede nient’altro di rilevante, eccetto l’espulsione a recupero inoltrato del difensore ospite Pazienza, per un colpo proibito a Borrelli. Vittoria importante anche se di misura per le “cicogne”, che al “Città degli ulivi” dovranno difendere il risicato margine per accedere al girone di semifinale.

AUDACE CERIGNOLA-OMNIA BITONTO 2-1

Audace Cerignola: Vurchio, Colucci, Matera G. (62’ Lombardi), Borrelli, Conte, Grieco Gabriele, Morra, Grieco Giuseppe, Amoruso F., Lasalandra (84’ Dipasquale), Auciello (83’ Capocefalo). A disposizione: Cirulli, Quarticelli, Amoruso D., Colonna. Allenatore: Massimo Gallo.

Omnia Bitonto: Cervelli (55’ Vitucci), Semerano, Caiati, Faccitondo, Pazienza, Santoruvo, Verriello (13’ Rizzi), De Santis, Petruzzella, Tenzone, Catucci (80’ Lamura). A disposizione: Barone, Lucera, Mena, Patierno. Allenatore: Pietro Tullo.

Reti: 44’ Lasalandra, 49’ Tenzone (OB, rig.), 69’ Lasalandra.

Ammoniti: Colucci, Grieco Gabriele, Morra, Lasalandra (AC); Pazienza, De Santis, Lamura (OB). Espulso: Pazienza (OB) al 94’ per fallo di reazione.

Angoli: 5-2. Recuperi: 2’ pt, 5’ st.

Arbitro: Maffione (Molfetta).

 

Pubblicato in Foggia calcio s.r.l. | Lascia un commento

Foggia-Cosenza domenica solo per gli abbonati

foggiaweb.it/foggiacalcio

Alla partita Foggia-Cosenza, valida per la 2^ giornata di ritorno del campionato di Legafoggiaweb_stadiovuoto Pro girone C, in programma domenica allo Zaccheria (14.30), potranno assistere solo gli abbonati. Lo ha deciso il Prefetto di Foggia, dott.ssa Maria Tirone,  dopo aver attentamente esaminato le indicazioni della questura di Foggia. Il provvedimento, che penalizza fortemenet la società rossonera, oltre che i tifosi, è figlio diretto degli incidenti verificatisi dopo Foggia-Barletta dello scorso 20 dicembre.

da teleradioerre

Pubblicato in Foggia calcio s.r.l. | Lascia un commento

Ds Foggia: “In arrivo due elementi. Vorremmo tenere Cavallaro”

foggiaweb.it/foggiacalcio

Saranno poche ed oculate le mosse del Foggia nel mercato di riparazione. Nel mirino delfoggiaweb_stadio direttore sportivo Giuseppe Di Bari ci sono un terzino destro ed un attaccante. Obiettivi mirati che dovranno puntellare la rosa senza operare sconvolgimenti, in vista della volata finale per i play-off. Ne abbiamo parlato proprio col ds rossonero, oggi pomeriggio a San Severo per l’amichevole tra i Satanelli e la compagine locale militante in serie D (2-0 per il Foggia con reti di Iemmello e Gigliotti).

Cosa è previsto in entrata?

“I nostri obiettivi sono chiari: cerchiamo un terzino destro ed un attaccante. Nel primo caso, la nostra priorità rimane sempre Vitofrancesco. Ci lavoriamo ma sappiamo che si tratta di un’operazione difficile. Davanti stiamo operando diversi sondaggi. Nicola Ferrari è un profilo che ci interessa ma ha richieste in B, così come Ripa corrisponderebbe all’identikit di giocatore che cerchiamo. Vediamo cosa offre il mercato. Ci sono dei giocatori che oggi sono incedibili ma che più avanti potrebbero non esserlo più. Quindi siamo sempre vigili e attenti a tutto quello che ci circonda”.

In uscita si è parlato di Iemmello a Pescara e Cavallaro a Caserta: cosa c’è di vero?

“Quella di Iemmello a Pescara è una voce falsa che smentisco categoricamente. Per quanto riguarda Cavallaro, io non ho ricevuto alcuna richiesta ufficiale per lui. A breve avremo un incontro e capirò le sue intenzioni. Se vorrà andare via, ne parleremo. Ma per noi è un elemento importante ed è incedibile”.

Dopo il sontuoso blitz di Pagani, il presidente Verile parlò di primo posto come obiettivo diretto del Foggia. E’ del suo stesso parere?

“Il nostro obiettivo è quello dei play-off, tutto quello che verrà dopo sarà guadagnato. E’ chiaro che stando in alto ce la giocheremo cercando di raggiungere un traguardo quanto più elevato possibile. Il presidente ha voluto creare un certo coinvolgimento collettivo seminando il giusto entusiasmo, noi comunque sappiamo bene al nostro interno quale deve essere il nostro obiettivo”.

A Martina Franca cosa è successo?

“E’ stata una partita che, nella prima parte, non abbiamo affrontato con la cattiveria appropriata. Nella seconda parte, invece, la testa era giusta. Ma quando prendi gol quasi subito, una gara si mette poi in salita. Noi abbiamo anche preso dei pali creando tante occasioni da rete. Ma sono partite che, quando iniziano male, finiscono peggio. Diventa difficile rimetterle in sesto e certi episodi sfortunati lo hanno dimostrato. Forse qualcuno si è inconsapevolmente rilassato nonostante De Zerbi, in questo senso, sia un martello e tenga sempre tutti sul pezzo”.

da tuttomercatoweb

Pubblicato in Foggia calcio s.r.l. | Lascia un commento

Foggia, destinazione Casertana per Cavallaro?

foggiaweb.it/foggiacalcio

Foggia – CLAMOROSO scenario di mercato in casa Foggia. Giovanni Cavallaro sarebbefoggiaweb_cavallaro pronto a salutare la compagine rossonera dopo un anno e mezzo di permanenza, trasferendosi alla Casertana, concorrente diretta per la corsa ai playoff. Per Cavallaro, attaccante esterno classe ’82, si parla di rescissione contrattuale avvenuta nelle scorse ore in accordo con la dirigenza del Foggia, con il giocatore che avrebbe trovato un’intesa di massima con la Casertana, sulla base di un contratto biennale. Il calciatore siciliano, nella prima parte di stagione, è stato uno dei protagonisti principali della cavalcata dei dauni all’inseguimento delle zone alte della classifica, marcando 5 gol nelle 20 partite giocate; partito come titolare inamovibile, nelle ultime due trasferte però mister De Zerbi gli ha concesso meno spazio, lanciando il tridente composto da Leonetti, Iemmello e Sarno, regalandogli comunque minuti importanti nella ripresa. Si attende ora l’annuncio ufficiale da parte della Casertana, letteralmente scatenata sul mercato, visto anche l’arrivo di Caccavallo dalla Paganese, reso noto in giornata. La cessione di Cavallaro ha lasciato scossa la tifoseria rossonera, ma si attendono novità in entrata.

da statoquotidiano

Pubblicato in Foggia calcio s.r.l. | Lascia un commento

2° TORNEO REGIONALE “QUINTA CATEGORIA”: IL TARANTINO SPERTI VINCE IL SINGOLO. ALLA COPPIA CAROLI-COLETTA IL DOPPIO.

foggiaweb.it/foggiacalcio

Nello stupendo scenario del Palasport di Lucera, Domenica 11 Gennaio, si è svolto il 2°foggiaweb_Podio Doppio Torneo Regionale riservato ai quinta categoria. L’impatto visivo era quello delle grandi manifestazioni, con 24 aree di gioco allestite per accogliere un numero record di atleti, che si sono sfidati nella gare di “singolo” e “doppio”. La manifestazione, organizzata dal TT Manfredonia e Sport 2000 Lucera, è stata una sorta di collaudo della struttura per progetti più ambiziosi. foggiaweb_Podio Singolo 5aDopo una serie di incontri molto impegnativi, vince con merito, ma non senza un pizzico di sorpresa, il giovane Marco Sperti (Ctt Taranto), che supera in finale il sempre coriaceo Michele Melillo (Sport Centre Rutigliano). Terzi ex-aequo Fabio Palmitessa (Acsi Barletta) e Giovanni Pellegrini (E.C.Casamassima). Nella gara di doppio è la coppia Giorgio Caroli (Olimpia Martina) – Luigi Coletta (Asd Fiaccola) a prevalere sul duo sipontino formato da Alessandro e Roberto Tasso (TT Manfredonia). Sul gradino basso del podio si sono accomodati Riccardo Recchia/Alessandro Vitti (Asd Fiaccola) e Andrea Sarli/Marco Sperti (Ctt Taranto). Le gare sono state coordinate dai giudici Sante Gigante, Giovanni Capotorto, Michelangelo Gallo e Alessandro Zitoli. I manufatti in ceramica, rappresentanti monumenti lucerini, sono stati realizzati dalla “Cooperativa Silvana”, che si occupa di ragazzi diversamente abili.

Pubblicato in Tennis Tavolo, tutti gli sports di Foggia e provincia | Lascia un commento

Volley Manfredonia, Somacis supera Barletta

foggiaweb.it/foggiacalcio

Manfredonia – NEL match clou dell’11^ giornata la Somacis Volley Manfredonia superafoggiaweb_somacisvolleymanfredonia Barletta e ottiene prepotentemente una vittoria che vale il secondo posto solitario in classifica; il gioco comincia a farsi interessante in attesa del prossimo incontro contro l’imbattuta capolista da giocarsi lontano dalla mura amiche. Le atlete biancocelesti non pagano l’emozione della delicatezza dell’incontro ed entusiasmano il numeroso pubblico del Paladante con una prestazione maiuscola nei due set iniziali ma più pacata nel finale. Un successo importante per le delfine che consolidano la seconda posizione e portano a 6 i punti di vantaggio sulle inseguitrici Barletta e Castellana. Un match che alla vigilia si presentava insidioso, alta la posta in palio, con il Manfredonia determinato a vincere per allungare sulle terza e il Barletta alla ricerca dei 3 punti per agganciare le sipontine. Sul parquet scende in campo il sestetto annunciato da WarMike, speaker biancoceleste, che chiama a gran voce lo starting six iniziale schierato da coach Fabio delli carri con la collaudata diagonale Pistillo – Ivanova, al centro i centimetri di Scarale e Di Candia, in banda Barbaro – La Torre; libero Fusilli. Partenza a razzo delle sipontine che chiudono facilmente i due parziali iniziali con un buon gap, 25/14 in entrambi i set . Quella che si vede al Paladante è una grande Somacis, amministrata egregiamente nella retrovia difensiva dalla coppia Fusilli – La torre, capace di sventare e rendere vane le intenzioni offensive delle avversarie. In attacco c’è stato solo l’imbarazzo della scelta, con Pistillo che distribuiva palloni in ogni zona del campo, per i pesanti bombers biancocelesti, Barbaro, Scarale; di Candia , Ivanova e La torre. Nel terzo set, la Somacis ha un calo, qualche superficialità ed errore di troppo permettono al Barletta di farsi onore e di aggiudicarsi il terzo set, ma non il match, che invece viene chiuso dalle padrone di casa che si aggiudicano il quarto set con il punteggio di 25/16. Solita grossa affluenza di pubblico a dimostrazione che al Paladante di Manfredonia il volley femminile riesce a reclutare tante tifosi sempre più numerosi.Il prossimo incontro è sicuramente quello più impegnativo della regolar season, le delfine dovranno recarsi in casa della capolista per giocarsela, sicuramente sarà una bella gara tra due formazioni che potrebbero tranquillamente ben figurare anche in categorie superiori.

Pubblicato in Basket e Volley a Foggia e Provincia | Lascia un commento

Martina-Foggia, c’è il reclamo: la decisione del Giudice Sportivo Il Foggia preannuncia reclamo: non omologato il 2 a 1 di Martina

foggiaweb.it/foggiacalcio

Il Giudice Sportivo non ha omologato il risultato di Martina-Foggia, gara terminata 2 a 1foggiaweb_PalloneLegaPro tra le polemiche della società rossonera, che al temine dell’incontro denunciarono insulti e aggressioni verbali da parte dei tifosi rossoneri e dei componenti della dirigenza avversaria. “Preso atto del preannuncio di reclamo inoltrato dalla società Foggia avverso l’esito della gara indicata a margine soprassiede ad ogni decisioni in merito”. Al vaglio del giudice la presunta posizione irregolare di un giocatore del Martina. Se dovesse essere accertata un’irregolarità, il risultato cambierebbe a favore dei rossoneri. Per quanto riguarda la gara di domenica prossimo contro il Cosenza, mancheranno gli squalificati Potenza e Loiacono. A dirigerla sarà Lorenzo Bertani, che sarà coadiuvato dagli assistenti di linea Paolo Napolitano e Anderson Gleison Marques.

 

da FoggiaToday

Pubblicato in Foggia calcio s.r.l. | Lascia un commento

Foggia k.o. a Martina. Rossoneri sconfitti 2-1

foggiaweb.it/foggiacalcio

Inatteso stop del Foggia a Martinafranca. La formazione di De Zerbi torna a casa con una sconfitta amara che frena la sua rincorsa alla zona playoff. Rossoneri brutti per 65 minuti, che regalano due gol ai padroni di casa, si rialzano dopo un perfetto calcio di punizione di Gigliotti con il quale accorciano le distanze, ma non riescono poi a raggiungere un pari che comunque avrebbero meritato. In superiorità numerica dal 67′, per lespulsione di Montalto, cingono d’assedio il Martina e sfiorano il 2-2 in almeno cinque occasioni, fermati dalla sfortuna (pali di Iemmello e Cavallaro), dalla bravura del portiere di casa e dall’eccessiva precipitazione sotto porta. Peccato. Anche alla luce del pari interno della Casertana con la Reggina, che aveva spianato la strada al quarto posto.

da teleradioerre.it

Pubblicato in Foggia calcio s.r.l. | Lascia un commento

Manfredonia sconfitto in casa, pari San Severo

foggiaweb.it/foggiacalcio

Questa volta al Manfredonia la rimonta non riesce. La Cavese è più concreta e fortunata efoggiaweb_manfredoniacalcio riesce ad espugnare il Miramare, vincendo 3-2. Campani in vantaggio al 10′ del primo tempo con De Rosa su punizione, pareggio del Manfredonia sul finire di frazione con un bel guizzo di Molenda. Nella ripresa al 12′ i salernitani si riportano in vantaggio su rigore con il solito De Rosa. Il Manfredonia resta in dieci per l’espulsione di Gentile, ma non demorde e si procura un penalty con Rizzi: non c’è il rigorista Bozzi e sul dischetto va Vergori che si fa parare il tiro dal portiere della Cavese. Nel finale Suriano fa 3-1 e la Forgia nei secondi finale accorcia le distanze per i padroni di casa. Finisce invece a reti bianche la sfida salvezza tra San Severo e Puteolana. In testa continua il testa a testa tra Andria e Potenza. Nel video il calcio di rigore fallito dal Manfredonia con Vergori.

da teleradioerre.it

Pubblicato in tutti gli sports di Foggia e provincia | Lascia un commento

FOGGIA ALLA PROVA DEL TURSI

foggiaweb.it/foggiacalcio

La sconfitta casalinga con il Barletta è andata presto in soffitta, grazie alla splendidafoggiaweb_martinafrana-foggia vittoria di Pagani, match nel quale gli uomini di De Zerbi hanno dominato in lungo e in largo firmando il più rotondo successo stagionale. Lo 0-4 maturato al Marcello Torre porta la firma di Sarno (su calcio di rigore) e Leonetti (addirittura di tacco), Agostinone ed una sfortunata autorete di un difensore della Paganese. Bisogna ricordare che i padroni di casa hanno giocato per quasi 80′ in inferiorità numerica, ma negli occhi rimane la superiorità del Foggia, dal primo all’ultimo minuto. Tre punti che hanno permesso ai rossoneri di chiudere il girone d’andata al quinto posto a quota 34 (9v 8p 2s). La contemporanea sconfitta della Salernitana (a Caserta) ha riportato Iemmello e compagni a sei lunghezze dalla vetta. Il momento è certamente positivo, ma De Zerbi è conscio che per restare tra le prime non bisogna abbassare nemmeno per un momento la guardia e continuare a scendere in campo con la stessa intensità e tenacia, già domenica nel Derby. Il girone di ritorno scatta da Martina Franca, contro un avversario ostico, soprattutto sul proprio terreno. Quello in programma domenica alle 17:00 al Tursi sarà il 15esimo confronto nella storia delle due società. Il bilancio parla di 4 vittorie rossonere, 8 pareggi e 2 vittorie biancazzurre. Il match d’andata si concluse con la vittoria foggiana: novanta minuti tirati, in cui il risultato rimase in bilico fino all’ultimo istante. Al Pino Zaccheria, nel primo tempo andarono a segno Iemmello ed Agnelli per i padroni di casa e Pellecchia per gli ospiti. La ripresa si aprì con la segnatura di Cavallaro, prima che Montalto fissasse il punteggio finale sul 3-2. Nessuna squalifica né da una parte né dall’altra, mentre per la giornata di sabato sono attese la convocazioni di Mister De Zerbi. Al Tursi, dove è prevista la ‘Giornata Forza Martina’, non sarà presente nessun tifoso rossonero: la trasferta è stata vietata dal Prefetto della provincia di Taranto.

da calciofoggia.it

Pubblicato in Foggia calcio s.r.l. | Lascia un commento

Foggia, verso il derby contro il Martina; De Zerbi: Dobbiamo dimostrare la nostra forza

foggiaweb.it/foggiacalcio

Cinque giorni dopo il poker rifilato alla Paganese, il Foggia torna in campo nel quartofoggiaweb_Roberto De Zerbi-2 derby stagionale, quello di ritorno al “Tursi” di Martina Franca. La gara di andata, mostrò a tutti piccoli frammenti di quella grande squadra che partita dopo partita è andata costruendosi, e che si presto assestata nelle prime posizioni, in barba a chi preconizzava per la formazione di De Zerbi una stagione da trascorrere nelle zone basse della classifica. A tre punti di distacco dalla quarta e dalla terza (Casertana e Juve Stabia, ndr), il Foggia non si nasconde più, e il tecnico rossonero conferma gli obiettivi, senza però risparmiare stoccate ai detrattori: “Oggi è facile dire puntiamo in alto. Dopo la sconfitta contro il Barletta sembrava fossimo tutti brocchi. Noi sappiamo quanto valiamo, e quando l’ambiente capirà che siamo forti a prescindere dal risultato allora vorrà dire che tutto l’ambiente avrà capito di avere una grande squadra”. Contestualmente il tecnico cerca di mantenere alta la tensione, perché contro il Martina non sarà una gara facile: “Incontriamo una squadra in salute anche se ha perso contro la Reggina. Sono nervoso perché la netta vittoria di Pagani può portare appagamento, ma è proprio in queste gare che dovremo dimostrare la nostra forza”, ha spiegato. GERBO OUT – Appena recuperato, Gerbo torna tra gli indisponibili, anche se fortunatamente non si tratta di un grave infortunio: “Ha subito una botta e non sarà titolare – precisa De Zerbi – anche se devo ancora valutare con chi lo sostituirò”. TRA TRIDENTE E IDEA DI FALSO NUEVE – Anche a Martina ci sarà il tridente proposto a Pagani, con Iemmello largo a sinistra, anche se De Zerbi è affascinato dalla soluzione con il falso nueve: “In futuro mi piacerebbe schierare Sarno al centro. Difende bene il pallone, potrebbe essere una soluzione”. CONVOCATI – Gerbo è tra i convocati, ma al massimo andrà in panchina. In tutto sono 19 i giocatori che De Zerbi porterà con sé a Martina. Per la formazione, confermato in blocco l’undici visto a Pagani: l’unica incognita sarà sul sostituto di Gerbo, con D’Allocco favorito su Sainz Maza e Sicurella.

da FoggiaToday

Pubblicato in Foggia calcio s.r.l. | Lascia un commento

Martina-Foggia

foggiaweb.it/foggiacalcio

Martina-Foggia è una gara della 23a giornata del campionato di Lega Pro 2acropped-sfondo_testata_foggiaweb_it1.png Divisione girone B, in programma domenica 09 febbraio 2014 alle ore 16.00 allo Stadio Gian Domenico Tursi (Martina Franca). La partita sarà trasmessa in diretta tv su Teledauna, a seguire le probabili formazioni e come seguire la partita in diretta live, tv, streaming e diretta audio. Martina Franca e Foggia si sfidano nel derby pugliese con obbiettivi opposti, i biancoazzurri lottano nella zona retrocessione, mentre i rossoneri per la zona promozione, il Martina arriva da un pareggio esterno per 0-0 contro il Lamezia, mentre il Foggia arriva dalla vittoria interna per 1-0 contro il Tuttocuoio.

Le probabili Formazioni:

FOGGIA (3-4-3) Micale; Loiacono, D’Angelo, Sciannamè; Colombaretti, Sicurella, Agnelli, D’Allocco; Venitucci, Giglio, Cavallaro. All. Padalino.

MARTINA (4-3-2-1) Modesti; Salvatori, Zammuto, Nonni, Salustri; Zampano, Gai, De Lucia; Aperi, Petrilli; Belleri. All. Napoli.

L’arbitro designato per questo incontro è il Sig. Antonello Balice di Termoli.

Diretta Tv e Streaming

Martina-Foggia la puoi seguire in diretta tv su Teledauna, oppure  ti basta cliccare su ‘Segui la Diretta Live’ per conoscere il risultato e i marcatori.

Pubblicato in Foggia calcio s.r.l. | Lascia un commento