Foggia Calcio, assemblea soci riduce a tre il CdA: si dimettono Miccoli e Masi

foggiaweb.it/foggiacalcio

Foggia Calcio: si dimettono Miccoli e Masi foggiaweb_Miccoli, Verile, Lo Campo, Masi (3)-2

„Il Foggia Calcio perde i pezzi. L’avvocato Luigi Miccoli e il direttore generale Sario Masi si sono dimessi dopo l’assemblea dei soci che ieri aveva deliberato di restringere il CdA a tre elementi rappresentativi dei tre gruppi proprietari della società rossonera, il presidente Fabio Verile, Francesco Lo Campo e Davide Pelusi. Consiglio d’Amministrazione, quindi, senza i vicepresidenti Giuseppe Lo Campo e Pasquale Colangione.“

Da Foggiatoday

Pubblicato in Foggia calcio s.r.l. | Lascia un commento

Foggia-Matera 0-0. Molte emozioni, zero gol. Pari allo “Zac” tra Foggia e Matera

foggiaweb.it/foggiacalcio

88866_p196pg7mqsbluahi1d841rk3tat5_0

Finisce in parità la sfida tra Foggia e Matera, due squadre che anche dopo il confronto di oggi pomeriggio continuano stare a braccetto in classifica con 22 punti, ma vedono allontanarsi le formazioni di alta classifica, complici i successi di Lecce e Juve Stabia. Soltanto le contingenze impediscono al risultato di sbloccarsi. Foggia e Matera se la giocano a viso aperto, con ritmi elevati che conducono spesso ad alcuni errori, ma anche a repentini cambi di fronte, oltre ad alcune azioni di pregevole fattura. Soltanto in due occasioni però gli estremi difensori se la vedono brutta, al 33’ quando Iemmello converge sul sinistro e costringe Baiocco alla grande respinta, e al 39’ quando Micale in uscita battezza male il rimbalzo del pallone, mandando Pagliarini a calciare a porta vuota, ma è bravo Gigliotti prima, poi lo stesso Micale, e chiudere scongiurando il gol. Pur privo ancora di Quinto (che poco prima del calcio d’inizio ha dato forfait) il Foggia comanda le operazioni, ben guidato da un sontuoso Agnelli, prezioso anche in fase di interdizione. In attacco, Sarno è il più ispirato, protagonista soprattutto nella prima parte del primo tempo, con alcune giocate di classe. Le cose vanno meno bene in difesa, dove Bencivenga e Agostinone non sempre sembrano impeccabili in ripiegamento. SECONDO TEMPO – L’inizio di ripresa fa presagire ancora più spettacolo. Il Foggia sembra più padrone del gioco, mentre il Matera appare più propenso al gioco di rimessa. Al 7’, Gigliotti ha sul sinistro l’occasione d’oro, ma la sua ribattuta a pochi metri dalla porta, su punizione di Sarno, si infrange clamorosamente contro il palo. Cinque minuti dopo, prima Agnelli su punizione impegna Baiocco, poi a Iemmello viene annullato un gol. Sul capovolgimento di fronte, tocca a Micale compiere il mircaolo sulla deviazione sotto porta di Letizia. E’ una partita a cui mancano i gol, ma le emozioni si accavallano, almeno fino alla prima metà della ripresa, fin quando cioè le energie sorreggono i ventidue in campo. L’ultima parte sarà caratterizzata da molti errori, due errori dei portieri (uno per parte) che per poco non costano carissimo alle rispettive squadre. A poco servono gli innesti di Sainz Maza, Leonetti e Bollino per il Foggia, e di Turchetta, Guerra e Iannini per il Matera. Il derby personale dell’indimenticato Mancini, si chiude con il più salomonico dei risultati. FOGGIA (4-3-3) Micale; Bencivenga, Potenza, Gigliotti, Agostinone; Sicurella (29’st Sainz Maza), Agnelli, D’Allocco; Sarno (42’st Bollino), Iemmello, Cavallaro (34’st Leonetti). A disposizione: Tarolli, Loiacono, Grea, Curcio. All: Giuseppe Brescia (De Zerbi squalificato). MATERA (3-4-3) Baiocco; Faisca, De Franco, Mucciante; Bernardi, Coletti, Di Noia, Mazzarani; Pagliarini (45’st Iannini), Letizia (23’st Turchetta), Madonia (29’st Guerra). A disposizione: Bifulco, Pino, D’Angelo, D’Aiello. All: Gaetano Auteri.

ARBITRO: Cifelli di Campobasso

Da FoggiaToday

Pubblicato in Foggia calcio s.r.l. | Lascia un commento

Prossimo turno: Foggia-Matera

foggiaweb.it/foggiacalcio

prossimoturno_foggiacalcio_foggiaweb

Pubblicato in Lega Pro | Lascia un commento

Si ferma Quinto, in prova un austriaco. Oggi allenamento a San Michele

foggiaweb.it/foggiacalcio

Il Foggia tornerà ad allenarsi questa mattina sul campo in sintetico di San Michele. Il tecnico De Zerbi lavorerà sulla tattica e sugli schemi da opporre al quotato Matera. Ieri pomeriggio, però, si è fermato il regista Marcello Quinto, uscito in anticipo dal campo per un affaticamento ai flessori del ginocchio destro. Il calciatore dovrebbe rimanere a riposo anche oggi ma lo staff medico farà di tutto per renderlo disponibile in tempo utile per la partita di domenica. Mancherà per squalifica, invece, il portiere Narciso.

 Lumbardh-Salhiu_foggiacalcio_foggiaweb

IN PROVA – Intanto da alcuni giorni è in prova il centrocampista austriaco Lumbardh Salihu (22 anni), in grado di giocare nel ruolo di mezzala nel 4-3-3 di De Zerbi. Alle sue spalle due presenze nel Northampton Town (una in coppa di lega), “League Two” inglese, l’equivalente della lega pro italiana. In patria ha vestito le maglie del SV Wienberg (1 presenza), Annabichler SV (13 presenze e 2 gol) e del SK Austria Klangenfurt (18 presenze).

 

Da foggiasport24

Pubblicato in Lega Pro | Lascia un commento

Gianluca Micale

foggiaweb.it/foggiacalcio

Pubblicato in Lega Pro | Lascia un commento

Intervista a De Zerbi dopo partita

foggiaweb.it/foggiacalcio

Pubblicato in Lega Pro | Lascia un commento

É un Foggia stratosferico

foggiaweb.it/foggiacalcio

 foggiaweb_Iemmello2

É un Foggia stratosferico quello che, soprattutto nella ripresa, riesce a portare un risultato positivo da un campo difficilissimo come quello di Castellammare di Stabia.
La partita sembrava segnata con una formazione rimaneggiata e con l’espulsione di Narciso valutata forse un po’ troppo frettolosamente; questa squadra invece di stringere i denti, invece di provare a limitare i danni, non abbassa la guardia ed a viso aperto affronta la gara a tal punto che il risultato finale, per come si era messa la partita, puó risultare anche stretto agli uomini di De Zerbi.
Anche l’infortunio di Grea e di Agnelli non scoraggiano il Foggia che continua a macinare gioco in modo quasi irriverente ed autoritario; forse solo quando nel finale si ristabilisce la paritá numerica grazie all’espulsione di Gammone, a seguito di un calo di tensione, i padroni di casa hanno qualche opportunitá in piú che comunque va oltre i propri meriti.
Oggi si puó affermare che i rossoneri sono la squadra piú in forma e piú convincente del proprio girone e questo é sicuramente merito della mentalitá vincente del proprio allenatore che, non guarda tabelle, non fa previsioni, ma vive partita per partita cercando di vincerle tutte e, quando non ci riesce come oggi, esce a testa alta dal rettangolo di gioco, riscuotendo i meritati complimenti.
Oggi hanno girato bene tutti, da Micale a Bencivenga, da Loiacono a Cavallaro, dimostrando ancora una volta l’esistenza di uno spirito di gruppo che esalta le capacitá dei singoli e puó far veramente cominciare a sognare.

da newsrossonere.blogspot.it

Pubblicato in Foggia calcio s.r.l. | Lascia un commento

Un super Foggia, incerottato, rimaneggiato ed in inferiorità numerica, pareggia 2-2 a Castellammare di Stabi

foggiaweb.it/foggiacalcio

foggiaweb_De Zerbi2

Un grande Foggia, privo dei due centrali Gigliotti e Potenza, e costretto in inferiorità numerica dal 17′ del primo tempo peer l’espulsione – molto dubbia – di Narciso (intervento su Ripa (che poi ha mandato sul palo il successivo calcio di rigore) pareggia a Castellammare di Stabia, dopo aver spaventato la formazioe di casa. 2-2 il finale. Juve Staba in vantaggio con Ripa al 36. Nella ripresa il Foggia prima pareggia con Iemmello (51′) e poi passa addirittura in vantaggio al 73′ con Cavallaro. Il definitivo pari per una sfortunata autorete di Altobelli, subentrato all’infortunato Grea.

 Fonte – Teleradioerre.it

Pubblicato in Lega Pro | Lascia un commento

Il Foggia ha coraggio anche ridotto in 10 e impone il pari alla Juve Stabia al Menti .

foggiaweb.it/foggiacalcio

FOGGIA — l Foggia impone il pareggio alla Juve Stabia e continua la sua scalata alle posizioni di vertice. Al Menti di Castellammare finisce 2-2 ma i rossoneri hanno sfiorato il successo, nonostante avessero condotto a lungo la gara in 10 uomini per l’espulsione del portiere Narciso al 18’ e le numerose assenze in organico. Su tutte, quelle di Potenza (per un problema ai flessori) e Gigliotti (squalificato).29956657_ufficiale-un-ex-attaccante-azzurro-nuovo-allenatore-del-foggia-0

LA GARA — In avvio Bombagi sfiora il gol su incursione aerea e con una punizione dai venti metri sulla quale Narciso è attento. Al 18’, però, il portiere si vede sventolare il rosso per un intervento dubbio sui piedi di Ripa. Espulsione e rigore. Lo stesso attaccante dal dischetto spiazza il subentrato Micale ma colpisce la base esterna del palo della porta rossonera. Il bomber si riscatta al 37’, deviando in rete un cross teso dalla sinistra di La Camera. Nella ripresa il Foggia pareggia al 52’ con Iemmello e passa al 73’ con un tap-in di Cavallaro su cross teso di Bencivenga. Quattro minuti più tardi una sfortunata autorete di Altobelli riporta tutto in parità.

da corrieredelmezzogiorno.it

Pubblicato in Foggia calcio s.r.l. | Lascia un commento

Lega Pro 2014-2015: Risultati e Classifica Girone C (tredicesima giornata)

foggiaweb.it/foggiacalcio

foggiaweb_Lega_Pros_stemma_620x400

La serie A sosta per via della nazionale e perciò molta attenzione sarà rivolta a quella Lega Pro che tante emozioni regala ogni domenica. Spettacolo nel girone C dove, seppur la classifica appaia abbastanza spaccata, nessuna squadra va sottovalutata. La capolista Benevento, ancora imbattuta, se la vedrà a Pagani contro la squadra di Sottil che venderà cara la pelle. La Salernitana giocherà in anticipo contro la Reggina in trasferta, mentre la Juve Stabia se la vedrà in casa contro il Foggia. Interessante la sfida tra Lecce e Catanzaro.

Questo il programma della tredicesima giornata di Lega Pro girone C:

  • Matera-Savoia  2-0 (Mucciante, Mucciante)
  • Reggina-Salernitana  0-1 (Calil)
  • Cosenza-Vigor Lamezia
  • Paganese-Benevento
  • Juve Stabia-Foggia
  • Messina-Aversa
  • Lecce-Catanzaro
  • Lupa Roma-Ischia
  • Casertana-Martina
  • Barletta-Melfi

Questa invece la classifica del girone C di Lega Pro:

Benevento, Salernitana 28; Juve Stabia 25; Lecce 24; Casertana, Vigor Lamezia, Matera 21; Foggia 20; Catanzaro 19; Lupa Roma 17; Paganese 15; Messina 13; Melfi 12; Barletta 11; Martina 10; Savoia, Cosenza 8; Ischia 7; Reggina 6; Aversa 5.

Pubblicato da Mattia Preziuso

Pubblicato in Foggia calcio s.r.l. | Lascia un commento

Il Foggia a Castellammare di Stabia per non fermarsi

foggiaweb.it/foggiacalcio

Al Menti di Castellammare di Stabia, oggi, per il Foggia non sarà facile. Anzi, per dirla tutta, sarà difficilissimo. Per la forza della Juve Stabia.88866_p196pg7mqsbluahi1d841rk3tat5_0

Per il contesto ambientale particolare, a cominciare dalla superficie di gioco in erba sintetica. Per l’assenza nel pacchetto arretrato rossonero di Guillaume Gigliotti squalificato e con ogni probabilità anche di Alessandro Potenza, alle prese con un problema muscolare non gravissimo, ma molto delicato, che non gli ha consentito di allenarsi – mai – con i compagni nel corso di tutta la settimana e che consiglierebbe di non rischiare il forte centrale di Apricena. De Zerbi punta sulla solidità ormai consolidata del gruppo, e magari su una risposta adeguata di chi andrà in campo al posto di Gigliotti (Loiacono) ed eventualmente di Potenza (Grea). La probabile formazione. Narciso tra i pali; Bencivenga, Loiacono, Grea (o Potenza) e Agostinone in difesa; Quinto, Agnelli e D’Allocco a centrocampo; Sarno, Iemmello e Cavallaro davanti. Dirige il signor Piccinini di Forlì.

Da Teleradioerre

Pubblicato in Foggia calcio s.r.l. | Lascia un commento

Il Foggia in visita agli «Amici di Lourdes» «Al prossimo gol saremo sotto la tribuna»

foggiaweb.it/foggiacalcio

Una bella serata di solidarietà ospiti di don Nardellafoggia_web_don_ foggia

FOGGIA — Un incontro per donare un po’ di spensieratezza e felicità a chi ha bisogno di cure e di affetto. Il Foggia Calcio ha fatto visita all’ UAL (Unione Amici di Lourdes), ente benefico di grande importanza per la cittadinanza foggiana. L’idea, nata dal presidente Don Luigi Nardella ed accolta con entusiasmo dalla dirigenza rossonera, è giunta ormai alla sua seconda edizione ed è diventata un momento di incontro all’insegna della solidarietà e della gioia, tanto per gli ospiti del centro quanto per i calciatori rossoneri, sensibili alle tematiche sociali perché «uomini veri», come ha spiegato il tecnico Roberto De Zerbi.

«VIVA FOGGIA» — Mentre il ds Di Bari e la dirigenza rossonera si alternano al microfono sul palco dell’auditorium, dal pubblico si alza qui e là un «viva Foggia», sintomo dell’attaccamento dei ragazzi dell’UAL alla squadra della propria città. Anche Pierino vuole partecipare alla festa ma, impossibilitato a parlare, si esprime con gesti e sorrisi che valgono più di mille parole. I calciatori del Foggia in visita all’Unione Amici di Lourdes divertenti con i calciatori del Foggia. Il piemontese Gerbo ha letto con difficoltà una poesia in vernacolo foggiano, tra le risate della platea; poi i foggiani del gruppo, spinti dal comico, hanno saltellato sul più classico «chi non salta biancorosso è». In chiusura di manifestazione gli stessi calciatori hanno donato e autografato ai presenti una maglia con il logo del Foggia, per poi acquistare attraverso un’offerta benefica la candela della solidarietà. Il presidente Don Luigi Nardella ha strappato anche una promessa. Al prossimo gol casalingo i rossoneri proveranno a coinvolgere anche i ragazzi dell’UAL nell’esultanza, portandosi sotto la Tribuna Ovest Vittorio Nocera, tra le due panchine, lì dove ogni domenica i ragazzi prendono posto per passare un’ora e mezza di gioia e svago.

Da Corrieredelmezzogiorno.it

Pubblicato in Foggia calcio s.r.l. | Lascia un commento

Zaccheria, aumentata la capienza a 5000 posti L’annuncio in conferenza stampa di Giuseppe Lo Campo

foggiaweb.it/foggiacalcio

stadio

E’ arrivato il tanto atteso ok della Commissione Provinciale di Vigilanza a Agibilità Pubblici Spettacoli che, nel corso dell’ispezione avvenuta questa mattina presso l’impianto di viale Ofanto, ha deliberato l’aumento di capienza dello stadio Pino Zaccheria a 5000 posti. I NUMERI. Ridefinita quindi la capienza dei vari settori: la fetta di Curva Nord riservata  agli ospiti passa a 800 posti, cosi come richiede la Lega, per i sostenitori rossoneri i tagliandi a disposizione nello stesso settore saranno 850. La Curva Sud arriva alla nuova capienza di 1300 posti, 2050 quelli invece riservati alla Tribuna Ovest. GRADINATA. “Il prossimo passo – spiega Lo Campo – sarà riaprire la gradinata. Comune e commissione si sono impegnati affinchè questo avvenga in tempi brevi”. Sui costi delle prossime operazioni il vice presidente ammette che con poco più di 200mila euro la capienza dello Zaccheria può essere portata a 18mila posti. TIFOSI. “L’aumento della capienza era un atto dovuto per i tanti tifosi – prosegue Lo Campo -, soprattutto quelli della provincia, che arrivano puntuali per seguire le partite del Foggia. Inoltre speriamo di riempire lo stadio in occasione di spettacoli o amichevoli di lusso che prima alcuni grandi club rifiutavano proprio per la scarsa disponibilità di tagliandi per i propri sostenitori.” MOMENTO ROSSONERO. “E’ una notizia che arriva nel momento ideale, la squadra sta portando ottimi risultati ed è proprio ora che abbiamo bisogno del massimo supporto della tifoseria”, chiosa un soddisfatto Giuseppe Lo Campo.

Pubblicato in Foggia calcio s.r.l. | Lascia un commento

La passione rossonera dei tifosi di Anzano: 120 km per seguire il Foggia in casa: anche allo Zaccheria per noi è una trasferta

foggiaweb.it/foggiacalcio

anzanofg

ESODO ANZANESE. Sessanta chilometri all’andata, sessanta al ritorno. Per loro, “anche quando il Foggia gioca in casa è sempre una trasferta”. Ma, così come hanno dimostrato nel posticipo serale contro la Lupa Roma non saranno 120 km a spaventarli. E così si sono goduti il tradizionale “Esodo anzanese”, dal nome originario del loro gruppo.L’ANZANESE ”IN ATTESA”. In realtà, la presenza anzanese allo Zaccheria affonda radici più profonde. Già ai tempi della Serie A campeggiava in gradinata lo striscione ‘Cuore rossonero Anzano’. Poi, il gruppo si è trasferito in curva Sud, con tanto di stendardo. E proprio per l’occasione, lunedì scorso, è stato tenuto a battesimo il nuovo stendardo (ora c’è Bart Simpson satanello, prima c’era un ‘rasta’ rossonero), tenuto da un anzanese “in attesa”: tra un paio di mesi Antonio “il fornaio”, infatti, diventerà papà e lui ammette: “Davide nascerà nella prima settimana di gennaio e un mio amico ha profetizzato: ‘il tuo campionato finirà allora’”. 120 KM DI PASSIONE ROSSONERA. È difficile, però, che gli anzanesi decidano di fermare il loro ‘esodo’. Più probabile che Davide diventi la mascotte del gruppo e, perché no, possa salire sui gradoni dello Zac. “Intanto gli ho comprato la sciarpetta e lunedì con tutto quel fumo dei fumogeni si è impregnata: ora sa già di stadio”. Centoventi chilometri? E che saranno mai… quando ti guida la passione. Rigorosamente rossonera.

 

 

Pubblicato in Lega Pro | Contrassegnato | Lascia un commento

Juve Stabia, Logiudice: “Foggia grande squadra, non possiamo sottovalutarla”

foggiaweb.it/foggiacalcio

“In questo campionato non si può abbassare la guardia. Lo hanno dimostrato gli ultimi dieci minuti di Ischia e così gare facili possono diventare improvvisamente difficili. Le gare durano 95 minuti. Questo di serie C è un campionato difficilissimo. Puoi perdere contro chiunque”. A parlare è Pasquale Lo Giudice direttore sportivo della Juve Stabia. Sabato al “Menti” arriva il Foggia che ha ripreso a correre e poi i tre derby consecutivi con Aversa Normanna, Savoia e Salernitana. “Alla fine di questo ciclo sapremo chi siamo” avverte Logiudice. E poi aggiunge: “Noi dobbiamo continuare a ragionare come abbiamo fatto fino ad oggi affrontando ogni gara con la determinazione giusta, con la fame negli occhi come se fosse una finale e guai a commettere l’errore di guardare i nostri avversari dall’alto verso il basso. Significherebbe che stiamo sbagliando tutto. Il Foggia è una squadra importante ha perso solo a Benevento e nelle ultime cinque gare ha fatto gli stessi punti del Lecce 13.Per noi sabato è una gara fondamentale. Noi dobbiamo far ragionare la squadra. E’ il gruppo la nostra forza rispetto ad altre squadre noi non abbiamo il giocatore specifico capace di risolvere la gara da solo. Abbiamo calciatori di esperienza importanti e giovani che si stanno mettendo in mostra. E’ il giusto mix per fare bene e arrivare fino in fondo. Quale sarà il traguardo non lo sappiamo ancora. Certo quando Polak e Lepiller saranno pronti e il mister deciderà di impiegarli ci potranno dare una grossa mano. Ma anche loro devono sapere che mister Pancaro ha costruito la Juve Stabia attorno a un gruppo con il motto tutti a disposizione della squadra e la squadra a disposizione del singolo. E questo deve continuare ad essere il nostro modo di andare avanti e sabato contro il Foggia la concentrazione deve essere massima perché loro sono una squadra difficile e poi hanno il giovane attaccante Iemmello che sta facendo un gran bene. La Juve Stabia però non può farsi sfuggire l’occasione di continuare nella striscia positiva”

Pubblicato in Lega Pro | Contrassegnato , , | Lascia un commento

Foggia, la crisi di Cavallaro: “Pochi tre gol, devo fare di più”

foggiaweb.it/foggiacalcio

7863cf840e145b0f57cc60d7ab6a9aa3-1415871073

Piccola crisi in casa Foggia per l’attaccante Giovanni Cavallaro, fermo a quota tre in classifica marcatori: “Sono davvero pochi – ha detto lo stesso bomber, come riportato da La Gazzetta dello Sport - sono arrabbiato e convinto che posso dare di più”. Intanto il nervosismo si vede anche in campo, con il giocatore che nella partita contro la Lupa Roma si è lasciato andare ad un gesto di stizza dopo il cambio.

Pubblicato in Lega Pro | Contrassegnato , , | Lascia un commento

Foggia – Lupa Roma, De Zerbi spiega la mossa vincente

foggiaweb.it/foggiacalcio

Da Foggia Città aperta

Pubblicato in Lega Pro | Contrassegnato , | Lascia un commento

FOGGIA LUPA ROMA 1-0

foggiaweb.it/foggiacalcio

Pubblicato in Foggia calcio s.r.l. | Lascia un commento

Calcio, la Lupa s’inchina, vola il Foggia

foggiaweb.it/foggiacalcio

foggialuparoma-2

Foggia – ANCORA una vittoria per il Foggia nel campionato di Lega Pro. Cavallaro e compagni hanno infatti battuto allo Zaccheria la Lupa Roma per 1-0, grazie al gol di Leonetti arrivato al minuto 79; questo successo lancia i rossoneri ai piani alti della classifica del girone C. De Zerbi, in piena emergenza centrocampo, viste le assenze di Gerbo per infortunio e Quinto per squalifica, lancia dal 1’ Sicurella e D’Allocco, match-winner domenica scorsa a Messina. Cronaca. I primi minuti sono di studio, con il Foggia più propositivo e la Lupa Roma che si chiude bene in difesa; al 10’ la prima emozione, cross dalla destra di Bencivenga e colpo di testa di Cavallaro di poco a lato. Al minuto 16 Sarno tenta la conclusione a sorpresa dalla trequarti destra, il tiro non sorprende Rossi che manda in corner; ancora lo stesso Sarno ci riprova dopo 9 minuti, ma il suo mancino finisce fuori di poco. Al 26’ bella azione del Foggia sulla destra, traversone di Bencivenga che trova pronto Cavallaro, il quale in mezza rovesciata manda il pallone sul fondo. I rossoneri vanno vicini al vantaggio al 38’: Bencivenga riceve palla sulla destra dell’area, per un attimo Celli gliela porta via, ma il terzino foggiano riesce a crossare nel mezzo, ma Sicurella tutto solo spara incredibilmente alto. Si vedono gli ospiti al 43’, Malatesta riceve sul lato sinistro dell’area e calcia, pallone sull’esterno della rete; ultima emozione del primo tempo al 45’: cross di Agostinone, sponda di Iemmello per Cavallaro in area, tiro parato a terra da Rossi. La ripresa è a dir poco soporifera per i primi 20’, il Foggia riesce a farsi vedere davanti solo al 63’, Agostinone recupera palla e serve D’Allocco, il cui cross trova pronto Iemmello che impatta di testa, para Rossi; due minuti più tardi, esce un nervoso Cavallaro, sostituito da Leonetti. Al 72’ tornano a farsi pericolosi i padroni di casa, Sicurella calcia di poco a lato dal limite; 4 minuti più tardi, fallo di mano di un difensore ospite al limite del lato destro dell’area, punizione interessante, Sarno spreca mandando fuori. L’episodio che decide la gara arriva al minuto 79: dopo un’azione offensiva insistente del Foggia, palla a Sarno sulla destra dell’area, l’esterno fa ballare due difensori della Lupa e crossa nel mezzo, dove l’accorrente Leonetti è il più lesto a colpire il pallone e ad insaccare per il vantaggio che fa esplodere uno Zaccheria insofferente. Al 92’ potrebbe chiuderla il Foggia, grande scambio Leonetti-Iemmello al limite, il secondo riceve palla, smarca un difensore, e si trova solo davanti al portiere, ma viene stoppato al momento del tiro; un minuto più tardi si chiude la gara sull’1-0. Ennesimo risultato utile dunque per la truppa di De Zerbi, che con questo successo sale a 20, scavalcando il Matera e lasciando a -3 proprio la Lupa Roma; aumenta il vantaggio sulla zona playout, 12 lunghezze più sotto, ma il Foggia da oggi può guardare anche alla zona playoff, rappresentata al momento dal Lecce, distante solo 4 punti.

TABELLINO 

FOGGIA: (4-3-3) Narciso; Agostinone, Gigliotti, Potenza (dal 45’st Loiacono), Bencivenga; D’Allocco, Agnelli, Sicurella (dall’85’ Grea); Cavallaro (dal 65’ Leonetti), Sarno, Iemmello. A disp.: Tarolli, Sainz-Maza, Curcio, Bollino. All.: De Zerbi.
LUPA ROMA: (4-3-3) Rossi; Frabotta, Celli, Conson, Cascone (dal 79’ Faccini); Capodaglio, Raffaello, Perrulli; Cerrai, Malatesta (dal 68’ Tajarol), Bariti (dal 65’ Mastropietro). A disp.: Rossini, Pasqualone, Prevete, Santarelli. All.: Cucciari.
Arbitro: sig. Enzo Vesprini di Macerata.
MARCATORE: 79’ Leonetti (F).
AMMONITI: Gigliotti, Narciso(F); Perrulli, Cerrai, Tajarol (R) – ANGOLI: 4-2 per il Foggia. – Recuperi: 1’ p.t.; 3’ s.t.

da Statoquotidiano

Pubblicato in Lega Pro | Contrassegnato , , | Lascia un commento

BOTTEGHINI APERTI ANCHE OGGI

foggiaweb.it/foggiacalcio

fg

Saranno aperti anche nel pomeriggio i botteghini dello stadio Zaccheria per acquistare i tagliandi per assistere alla gara Foggia-Lupa Roma, in programma allo stadio Pino Zaccheria lunedì 10 novembre alle ore 20.45, osserveranno i seguenti orari: domenica: dalle 09.30 alle 12.30 e dalle 17.00 alle 19.30. lunedì: dalle 09.30 alle 12.30 e dalle 17.30 alle 21.15
Si raccomanda di munirsi di documento di riconoscimento sia per l’acquisto dei biglietti che per l’ingresso allo stadio. In mancanza di documento di riconoscimento, seppur in possesso di un tagliando di ingresso, non sarà consentito l’accesso allo stadio.
Si ricorda che i tagliandi a prezzo ridotto (Donne, Over 70 e Ragazzi) potranno essere acquistati solo presso la biglietteria dello stadio. Di seguito i prezzi dei tagliandi a cui verrà applicato un diritto di prevendita di 1 €:
Curva NORD (Franco Mancini) – Curva SUD (Piero La Salandra)
Intero: 11€ – OVER 70: 7€ – Ridotto Donna: 7€ – Ragazzi 10-17: 5€
Settore Ospiti Curva Nord Franco Mancini (300 posti)
Intero: 11€
Tribuna OVEST Anello Inferiore
Intero: 17€ – OVER 70: 9€ – Ridotto Donna: 9€ – Ragazzi 10-17: 7€
Tribuna OVEST Laterale Superiore
Intero: 19€ – OVER 70: 9€ – Ridotto Donna: 9€ – Ragazzi 10-17: 9€
Tribuna OVEST Centrale Superiore
Intero: 24€ – OVER 70: 14€ – Ridotto Donna: 14€ – Ragazzi 10-17: 9€
Tribuna Centralissima
Intero: 29€ – OVER 70: 14€ – Ridotto Donna: 14€ – Ragazzi 10-17: 9€
Si raccomanda ai tifosi di procedere all’acquisto dei tagliandi con largo anticipo evitando di riversarsi ai botteghini nelle immediate ore precedenti la gara.
I biglietti potranno esser acquistati anche presso un qualsiasi rivenditore BookingShow

Foggia Calcio Srl

Pubblicato in Lega Pro | Lascia un commento

Calcio, Foggia cerca la vittoria contro la Lupa Roma

foggiaweb.it/foggiacalcio

29956657_ufficiale-un-ex-attaccante-azzurro-nuovo-allenatore-del-foggia-0

Foggia – DODICESIMA giornata nel girone c della Lega Pro: il Foggia affronta allo Zaccheria la Lupa Roma con match in programma lunedì 10 novembre alle ore 20.45. Gli ospiti sono in cerca della vittoria da quattro turni mentre il Foggia è in serie positiva. La Lupa Roma è una societa laziale costituita nel 1974, con attuale sede a Roma, nel quartiere Axa. La Lupa ha finora collezionato 17 punti, frutto di 4 vittorie (1 esterna a Cosenza), 5 pareggi e 2 sconfitte (entrambe esterne). Dopo un ottima partenza, però, c’è stato un calo con 3 punti nelle ultime 4 uscite. Tra i marcatori in testa c’è Raffaello con 3 reti, seguito da Tajarol e Testardi a 2. Allenatore il tecnico laziale Alessandro Cucciari, ex calciatore della Roma in serie A. Fra le altre gare della giornata: Aversa Normanna-Lecce (sabato 8 novembre ore 14.30), Barletta-Martina Franca (sabato 8 novembre ore 19.30), Benevento-Casertana (domenica 9 novembre ore 16), Cosenza-Messina (sabato 8 novembre ore 15), Ischia-Juve Stabia (domenica 9 novembre ore 14.30), Melfi-Reggina (sabato 8 novembre ore 17), Salernitana-Catanzaro (sabato 8 novembre ore 16), Savoia-Paganese (domenica 9 novembre ore 12.30), Vigor Lamezia-Matera (domenica 9 novembre ore 18)

Da Stato quotidiano

Pubblicato in Lega Pro | Lascia un commento

Foggia, De Zerbi fa più punti di Zeman «Ma non sono soddisfatto, voglio di più»

foggiaweb.it/foggiacalcio

FOGGIA — Segue i consigli di Pasquale Marino, scruta Pep Guardiola e supera Zdenek  Zeman. Roberto De Zerbi prova a bruciare le tappe della sua nuova carriera di tecnico, battendo il boemo diciotto punti a quindici, nel raffronto tra le prime undici giornate della stagione in corso e quelle del 2010-11 (il ritorno di Zemanlandia). Torna a far fremere Foggia, dodici anni dopo la promozione in C1, ottenuta a suon di gol e assist nei panni di calciatore, svestiti ormai da quasi un anno. Agli inizi dello scorso dicembre, infatti, prese in mano le redini del Darfo Boario in Serie D, per poi approdare sulla panchina rossonera la scorsa estate.  A distanza di un anno dall’inizio della carriera di tecnico qual è il bilancio di Roberto De Zerbi e del suo Foggia? 
«Sicuramente buono. Ho la fortuna di allenare giocatori con grandi valori tecnici e umani. Inoltre il ds Di Bari mi supporta in ogni aspetto». Quanto è diversa la vita del tecnico da quella del calciatore? «Tanto, ma preferisco quella del tecnico. Un tecnico pensa alla gestione dei rapporti con i calciatori, con la società e con il gruppo di lavoro che collabora con lui, dai massaggiatori ai magazzinieri». Il suo Foggia denota un grande possesso palla, molto simile al tiki-taka spagnolo. Un retaggio dello stage con Pep Guardiola di qualche mese fa? 
«No. Il possesso palla è il mio modo di vedere il calcio, dettato dalla qualità dei calciatori che ho a disposizione». Quanto ha contribuito alla sua crescita di tecnico il rapporto con l’ex maestro Pasquale Marino?
«Tanto, mi sento spesso con lui. Mi ha trasmesso una visione del calcio propositivo, diversa da quella che hanno molti altri allenatori. Inoltre devo ringraziarlo perché ha caldeggiato il mio ingaggio a Foggia». Diciotto punti in undici giornate in prospettiva, mantenendo questa media, porterebbero a 62 punti al termine della stagione. Mica male mantenere questo ritmo, o no? «No. L’obiettivo è fare tre punti ogni domenica. Non mi sento soddisfatto dei 18 punti in classifica, ne manca qualcuno. Siamo ancora noni in classifica e non abbiamo ottenuto niente. Se si vuole avere la mentalità vincente non bisogna mai fermarsi. Dobbiamo migliorare tanto».
La preoccupa la rosa corta? L’infortunio di Gerbo e la squalifica di Quinto hanno fatto scattare l’emergenza a centrocampo. «Non amo gestire una rosa lunga, per adesso va bene così com’è. Chi giocherà al posto degli assenti si farà trovare pronto». Cos’altro si può migliorare di questo Foggia? «Tanto. Facciamo tanto possesso palla ma tiriamo poco in porta. Dobbiamo migliorare negli ultimi 25 metri, aiutare i nostri attaccanti a fare gol».
Ritrova la prima divisione dopo molti anni, è cambiata?
«Difficile fare paragoni. La trovo molto livellata, nessuno può permettersi di affrontare un avversario sotto gamba. Serve sempre il massimo della concentrazione».
Come ha ritrovato Foggia?
«Sono legato tantissimo alla città. La trovo bella, nonostante i tanti problemi che ha. Rispetto a prima ho trovato uno stadio diverso, peggiorato. Quando giocavo c’era più entusiasmo e partecipazione ma la crisi ha influito anche sul numero delle presenze sugli spalti. Il mio primo obiettivo è quello di riempire nuovamente lo Zaccheria. Ho parlato del pubblico di Foggia ai miei calciatori il primo giorno di ritiro. Ho detto loro che qui accade qualcosa di diverso rispetto alle altre piazze. All’inizio i calciatori devono trascinare la gente allo stadio, ma quando la gente ti segue è lei che ti trascina. Voglio rimettere in moto questa giostra».

Da Corriere del mezzogiorno.it

Pubblicato in Lega Pro | Lascia un commento

Messina-Foggia 0-1: le pagelle dei rossoneri

foggiaweb.it/foggiacalcio

Seconda vittoria consecutiva in trasferta per il Foggia di De Zerbi, che piega il Messina con una buona prestazione, che attesta i continui progressi della squadra. Rossoneri abili nel gestire le diverse fasi di gioco, mai in affanno, eccezion fatta per i minuti finali, quando il Messina si è lanciato in un logico assalto, che ha prodotto solo due occasioni significative. Ma nel complesso si è visto un gran bel Foggia, sempre padrone del gioco, com’è ormai consuetudine. La classifica comincia a farsi interessante.

Le pagelle

FOGGIA: Narciso 7,5; Bencivenga 6 (22’st Loiacono 6), Potenza 6,5 Gigliotti 6,5 Agostinone 6,5; Agnelli 6,5 Quinto 6,5 D’Allocco 7,5 , Sarno 6 (25’st Sicurella 6) Iemmello 6,5 Cavallaro 5,5 (36’st Leonetti s.v.). A disposizione: Tarolli, Loiacono, Grea, Sicurella, Sainz-Maza, Leonetti, Bollino.Allenatore: Roberto De Zerbi 7 Narciso 7,5 – Due interventi decisivi. Su Corona nel primo tempo ci mette la manona. Sulla conclusione di Bjelanovic va d’istinto con il piede. Provvidenza Bencivenga 6 – In crescita rispetto alla brutta prova dello Zaccheria. Si propone con costanza, anche se non sempre la sua intraprendenza viene premiata (22’st Loiacono 6 – Gettato nella mischia a rinforzare la difesa nei minuti finali. Fa il suo)Potenza 6,5 – Una bella inzuccata avrebbe potuto chiudere il match. Dietro tiene, anche se quella vecchia volpe di Corona è un cliente scomodo Gigliotti 6,5 – Fra un po’ basterà fare copincollare il giudizio di una sua partita, per ottenere quelli di tutte le altre. Anche ieri, poche sbavature, e una pregevole chiusura in tackle, suo marchio di fabbrica Agostinone 6,5 – Anche lui si propone con tanta continuità. A differenza di Bencivenga, le sue discese non vengono ignorate. Dietro, è una garanzia Agnelli 6,5 – Più mediano che incursore, le esigenze tattiche richiedono un suo maggiore contributo in fase di interdizione, e lui risponde “presente” Quinto 6,5 – Tesse le trame del gioco rossonero con la consueta saggezza. Becca un giallo stupido, ma prima o poi la quarta ammonizione doveva arrivare D’Allocco 7,5 – Fosse un giocatore di basket, sarebbe un prezioso “sesto giocatore”, ovvero la prima valida alternativa. Il giocatore che butti nella mischia e ti consegna sempre i risultati richiesti. Non fa rimpiangere Gerbo – e non era facile – con il suo lavoro sfiancante in mediana e sulla corsia. Ciliegina sulla torta, il gran gol che consegna alla squadra tre punti d’oro. Risorsa Sarno 6 – Fino a quando regge, è tra i più vivaci. I compagni lo cercano, segno tangibile di fiducia, che lui cerca di guadagnarsi con impegno e volontà. Manca ancora di brillantezza, soprattutto quando gli spazi si riducono e serve la rapidità sullo stretto che ancora non può garantire (25’st Sicurella 6 – Si piazza sul centrosinistra, per rinforzare la mediana. Contro la Lupa Roma, tornerà titolare Iemmello 6,5 – Quando un attaccante gioca bene e si fa sentire anche quando non segna, è un ottimo segnale, vuol dire che non si tratta di un semplice cecchino d’area, ma anche di un calciatore estremamente intelligente. Fa a sportellate con i due centrali, in aggiunta al grande movimento in orizzontale e in verticale Cavallaro 5,5 – Non è brillante, due tre tentativi di fuga palla al piede stanati sul nascere (36’st Leonetti s.v. – Dieci minuti e poco più per spedire in curva il pallone del 2-0. Fortuna che la partita era quasi finita) De Zerbi 7 – Da buon leader, Potenza predica calma, e il mister sarà d’accordo con lui. La squadra è ancora all’inizio di un percorso, ma i risultati di questo primo quarto di campionato sono più che positivi. Settimo risultato utile consecutivo, la zona playoff a 4 lunghezze di distanza, e 10 punti di vantaggio sulla zona playout, in barba alla penalizzazione, e ai detrattori.

da Foggiatoday

Pubblicato in Lega Pro | Lascia un commento

Foggia-Catanzaro: i prezzi dei biglietti

foggiaweb.it/foggiacalcio

Il Foggia Calcio comunica che i botteghini dello stadio Pino Zaccheria dove si potranno acquistare i tagliandi per assistere alla gara Foggia-Catanzaro, in programma allo stadio Pino Zaccheria domenica 26 ottobre 2014 alle ore 18:00 osserveranno i seguenti orari:

giovedì dalle 16:30 alle 19:30
venerdì dalle 9:30 alle 12:30 e dalle 16:30 alle 19:30
sabato dalle 9:30 alle 12:30 e dalle 16:30 alle 19:30
sabato dalle 9:30 alle 12:30 e dalle 15:00 alle 18:30

Si raccomanda di munirsi di documento di riconoscimento sia per l’acquisto dei biglietti che per l’ingresso allo stadio. In mancanza di documento di riconoscimento, seppur in possesso di un tagliando di ingresso, non sarà consentito l’accesso allo stadio.
Si ricorda che i tagliandi a prezzo ridotto (Donne, Over 70 e Ragazzi) potranno essere acquistati solo presso la biglietteria dello stadio.

Di seguito i prezzi dei tagliandi a cui verrà applicato un diritto di prevendita di 1 €:
Curva NORD (Franco Mancini) – Curva SUD (Piero La Salandra)
Intero: 11€ – OVER 70: 7€ – Ridotto Donna: 7€ – Ragazzi 10-17: 5€

Settore Ospiti Curva Nord Franco Mancini (300 posti)
Intero: 11€

Tribuna OVEST Anello Inferiore
Intero: 17€ – OVER 70: 9€ – Ridotto Donna: 9€ – Ragazzi 10-17: 7€

Tribuna OVEST Laterale Superiore
Intero: 19€ – OVER 70: 9€ – Ridotto Donna: 9€ – Ragazzi 10-17: 9€

Tribuna OVEST Centrale Superiore
Intero: 24€ – OVER 70: 14€ – Ridotto Donna: 14€ – Ragazzi 10-17: 9€

Tribuna Centralissima
Intero: 29€ – OVER 70: 14€ – Ridotto Donna: 14€ – Ragazzi 10-17: 9€

Si raccomanda ai tifosi di procedere all’acquisto dei tagliandi con largo anticipo evitando di riversarsi ai botteghini nelle immediate ore precedenti la gara.

I biglietti potranno esser acquistati anche presso un qualsiasi rivenditore BookingShow

Foggia Calcio Srl

Pubblicato in Foggia calcio s.r.l. | Contrassegnato | Lascia un commento

Foggia-Catanzaro dirige Andrea Tardino di Milano

foggiaweb.it/foggiacalcio

Foggia-Catanzaro gara in programma domenica 26 ottobre ore 18,00 sarà diretta dal sig. Andrea Tardino di Milano (Pizzagalli-Macaddino), questi gli arbitri che dirigeranno la decima giornata di campionato Lega Pro Girone C:

Aversa Normanna vs Benevento (domenica 26 ottobre ore 16,00): Luigi Rossi di Rovigo (Camillucci-Saia)

Barletta-Matera (sabato 25 ottobre ore 19,30): Valerio Colarossi di Roma 2 (De Filippis-Grieco)

Cosenza-Juve Stabia (sabato 25 ottobre ore 14,30): Edoardo Paolini di Ascoli Piceno (Cipressa-Viola)

Foggia-Catanzaro (domenica 26 ottobre ore 18,00): Andrea Tardino di Milano (Pizzagalli-Macaddino)

Ischia-Paganese (sabato 25 ottobre ore 15,00): Gianni Bichisecchi di Livorno (Di Stefano-Vingo)

Lupa Roma-Casertana (domenica 26 ottobre ore 11,00): Niccolò Pagliardini di Arezzo (Scatragli-Dessena)

Melfi-Messina (sabato 25 ottobre ore 16,00): Paolo Formato di Benevento (Robilotta-Manzolillo)

Salernitana-Lecce (venerdì 24 ottobre ore 20,45): Valerio Marini di Roma 1 (Fraschetti-Ficarra)

Savoia-Martina Franca (sabato 25 ottobre ore 17,00): Antonio Eros Lacagnina di Caltanissetta (Mazzei-Antonacci)

Vigor Lamezia-Reggina (domenica 26 ottobre ore 14,30): Francesco Guccini di Albano Laziale (Rizzato-Rossini)

da Foggiacalciomania

Pubblicato in Lega Pro | Contrassegnato | Lascia un commento

Foggia, i profeti in patria «Maglia cucita addosso»

foggiaweb.it/foggiacalcio

Stretti attorno agli eroi cresciuti nel vivaio. Parla il capitano: «L’unione è la nostra forza»

Scordatevi la locuzione comune «nemo propheta in patria»: a Foggia accade esattamente il contrario. C’è un segreto, un’arma in più, nel successo della squadra di Roberto De Zerbi: l’appartenenza e il rapporto con il territorio dei cinque calciatori in rosa cresciuti nel vivaio rossonero e oggi tutti protagonisti in Lega Pro.

Il capitano Agnelli, il centrale Potenza, il play Quinto, il terzino Agostinone e l’ala D’Allocco: tutti originari di Foggia e della provincia e prodotti del settore giovanile del primo decennio del duemila. «Abbiamo la maglia cucita addosso», rivela il centrale Potenza, che ha deciso di abbandonare il calcio che conta per tornare in rossonero.

Il capitano - «Con grande responsabilità dobbiamo provare a portare in alto la squadra della nostra città — racconta il capitano Agnelli —. Ora più che mai dobbiamo lottare per fare il salto di qualità». E nel segno della «foggianità» sono arrivate le ultime due vittorie (Ischia e Savoia). «

La nostra forza è la coesione del gruppo — ha spiegato Agnelli —. Non ci stiamo mai a perdere, sentiamo il peso della maglia». Dall’altra parte Potenza incalza: «Non importa se qualcuno di noi cinque non gioca, alla fine conta il risultato — ha detto il centrale —. Possiamo essere la mina vagante di questo campionato. Il mister è un predestinato».

Conferme - All’inizio della stagione a confermare il gruppo storico, nato nella doppia promozione dalla D alla terza serie, è stato proprio De Zerbi: «Solo un matto avrebbe smantellato —ha spiegato il tecnico —. Ho cercato di sfruttare il buon lavoro del passato e di implementarlo con le mie idee.

La foggianità? Per come la conosco io è un’arma in più, il merito è del d.s. Di Bari che ha allestito la rosa». Oggi il tecnico mancherà, perché impegnato nel corso per allenatori di Seconda categoria a Coverciano.

da La Gazzetta dello Sport

Pubblicato in Foggia calcio s.r.l. | Contrassegnato | Lascia un commento

Continuiamo cosí!

foggiaweb.it/foggiacalcio

É stata una giornata che ha dato la possibilitá al Foggia di piazzarsi praticamente al centro classifica con una maggiore vicinanza ai quartieri alti della graduatoria rispetto alla distanza dalle posizioni piú pericolose; di fatto in questo momento le aspettative della societá sono ampiamente soddisfatte ma, se dovessimo considerare il punto di penalizzazione e quei famosi 3-4 punti lasciati per strada un po’ per sfortuna ed un po’ per ingenuitá, forse possiamo affermare che questo gruppo sta andando oltre quelle che sono le piú logiche aspettative.
La squadra sta maturando, sta assimilando gli schemi di gioco ma sta soprattutto cominciando a credere seriamente nelle proprie possibilitá; tra l’altro, se all’inizio si contestava a questo gruppo di non avere adeguati rinforzi e di dover quindi affidarsi sempre ai soliti uomini, con le prestazioni di Leonetti ad Ischia e di Bollino contro il Savoia, si puó anche stare piú tranquilli in caso di mancanza di qualche titolare.
Il bello viene adesso perché, in questo campionato dove le squadre si affidano piú alle individualitá che al gioco, in questa competizione dove esiste un livellamento verso il basso e dove nessuna squadra ha mostrato di avere veramente qualcosa in piú delle altre, basta non perdere la testa e continuare questo percorso di crescita che potrebbe portarci, alla fine, a toglierci qualche soddisfazione in piú rispetto a quelle previste alla vigilia del campionato.

Alberto Mangano da newsrossonere.blogspot.it

Pubblicato in Foggia calcio s.r.l. | Contrassegnato | Lascia un commento

RIVEDI LA PUNTATA DI ´ZA FÒ

foggiaweb.it/foggiacalcio

Nel video, per tutti i gentili telespettatori che vogliano rigustarla o per chi segue le vicende del Foggia da un´altra città, la 9^ puntata della trasmissione del lunedì, di Lello Scarano “´za Fò”.
Con gli ospiti si è parlato del secondo successo consecutivo del Foggia, per 1-0 contro il Savoia, della situazione dei rossoneri e, con l´ospite Avv. Luigi Miccoli, dei progetti futuri della società foggiana.
Ospiti di questa settimana, oltre al già citato Miccoli, la voce ufficiale di Sportube per il Foggia Calcio, e non solo, Antonio Di Donna.
In studio: Armando Borrelli, Alberto Mangano, Romano Bucci, Antonio Di Donna, Luigi Miccoli e la simpaticissima Miss Rossonera Francesca Iagulli.

Armando Borrelli da Calciofoggia

Pubblicato in Foggia calcio s.r.l. | Contrassegnato | Lascia un commento

RIPRESA AD AMENDOLA, PARLA BOLLINO

foggiaweb.it/foggiacalcio

Riprende nel pomeriggio la preparazione del Foggia in vista dell’impegno casalingo di domenica prossima, fischio d’inizio ore 18:00, contro il Catanzaro.

Agnelli e compagni si ritroveranno sul manto erboso del campo sportivo dell’aeroporto militare di Amendola alle 15:00. Al termine della seduta di allenamento l’attaccante Mauro Bollino sarà a disposizione della stampa nella sala stampa Antonio Fesce dello stadio Pino Zaccheria.

fonte: Ufficio Stampa Foggia Calcio

Pubblicato in Foggia calcio s.r.l. | Contrassegnato | Lascia un commento

Lega Pro Girone C: i numeri della nona giornata

foggiaweb.it/foggiacalcio

Terminata ieri con la vittoria casalinga della Casertana contro il Barletta, l’ottava giornata di campionato, possiamo tirare le “somme” delle partite disputate.

Il big match della giornata era di scena al “Ciro Vigorito” di Benevento. Il pareggio a reti bianche tra la Salernitana ed i sanniti, rimanda l’individuazione di una capolista unica del girone. Le due squadre infatti rimangono al comando con 19 punti, seguiti da Catanzaro e Casertana a due lunghezze di distanza con 17 punti.

Il Lecce e la Juve Stabia pareggiano e vanno rispettivamente a 15 e 16 punti. La sorpresa della giornata è stata la sconfitta del Matera in casa contro il Cosenza per 3-2. La squadra di Cappellacci conquista la prima vittoria stagionale e salva il proprio tecnico dall’esonero.

Il derby campano tra Benevento e Salernitana è stata la sfida più seguita. Sono stati circa 5000 i tifosi che hanno riempito gli spalti del “Ciro Vigorito”, 1000 dei quali provenienti da Salerno. In seconda posizione lo stadio “Franco Salerno” di Matera con circa 4000 spettatori.

Sono 25 in totale i goal segnati, 15 per le squadre di casa e 10 per quelle in trasferta. 4 i pareggi, 5 le vittorie per le squadre di casa e soltanto una per quelle in trasferta (Matera-Cosenza). Gli arbitri hanno estratto 46 cartellini gialli e 6 rossi, tre dei quali nel match della città dei sassi.

Il marcatore più giovane della giornata è stato l’attaccante Dario Giacomarro (19) del Melfi. Il centrocampista giunto in prestito dal Palermo e nato l’11 maggio 1995, sigla una doppietta contro la Paganese che vale alla sua squadra un prezioso punto conquistato sul campo di una diretta concorrente nella sfida salvezza.

da Foggiacalciomania

Pubblicato in Lega Pro | Contrassegnato | Lascia un commento

GIOVANI ROSSONERI IN AZZURRO

foggiaweb.it/foggiacalcio

Quattro ragazzi, in un colpo solo. La bontà del lavoro svolto dal Foggia nel settore giovanile comincia a dare frutti. Antonio Bruno, Gianvincenzo Martino, Mattia Rinaldi e Stefano Tarolli sono stati convocati ad uno stage di selezione della nazionale under 18 di Lega Pro che si terrà a Pagani sabato 25 ottobre 2014. Ai nostri ragazzi va un grosso in bocca al lupo affinché sia la prima di una lunga serie di convocazioni in azzurro.

Ufficio Stampa Foggia Calcio

Pubblicato in Foggia calcio s.r.l. | Contrassegnato | Lascia un commento

STATISTICHE E CLASSIFICHE DOPO LA 9^ GIORNATA

foggiaweb.it/foggiacalcio

Nella 9^ giornata del campionato di Lega Pro girone C ci sono state 5 vittorie per le formazioni locali, 4 segni “X” e 1 solo successo esterno.

Le reti messe a segno sono state 25, 8 in più rispetto all’8^ giornata.
Le squadre ospitanti hanno realizzato 15 reti mentre le formazioni ospitate hanno potuto esultare solo 10 volte.
La media/gol partita è stata di 2,5.

Dopo 4 turni di assenza ritorna l’autogol: a violare la propria porta è stato Ciancio del Cosenza.
Due le doppiette di questo turno: hanno gioito due volte Cori del Cosenza e Giacomarro del Melfi.
Ritorna dopo un turno d’assenza anche la tripletta: a realizzarla è stato Montalto del Martina Franca.

In questa giornata i direttori di gara hanno decretato 5 calci di rigore: Corona del Messina, Montalto del Martina e Russotto del Catanzaro sono riusciti a vincere la sfida di nervi contro il portiere avversario; Insigne della Reggina e Albadoro del Matera hanno invece mandato sul palo il loro tentativo dagli 11 metri.

In aumento le ammonizioni dalla quota di 43 ritornano ad essere 53, come nel 7° turno.

Aumentano anche le espulsioni che passano da 3 a 6: lasciano il campo per somma di cartellini gialli Bernardi del Matera, Fornito e Blondett del Cosenza e Colombo della Salernitana; è stato invece esibito il rosso diretto a Papa e Carbonaro dell’Aversa.

Classifica:
19 punti: Salernitana e Benevento;
17 punti: Casertana, Catanzaro;
16 punti: Juve Stabia, Lupa Roma;
15 punti: Matera, Lecce, Lamezia;
13 punti: Foggia;
11 punti: Messina;
9 punti: Reggina;
8 punti: Barletta;
7 punti: Melfi, Savoia, Ischia, Cosenza;
6 punti: Martina, Paganese;
4 punti: Aversa

Classifica marcatori:
6 gol:
Insigne (Reggina);
4 gol:
De Vena (3 rig.) (Aversa Normanna);
Russotto (3 rig.) (Catanzaro);
Iemmello (Foggia);
Montalto (2 rig.) (Martina);
Corona (1 rig.) (Messina);
3 gol:
Floriano (Barletta);
Eusepi (2 rig.), Marotta (Benevento);
Bianco, Cissè (Casertana);
Calderini (1 rig.) (Cosenza);
Cavallaro (Foggia);
Ciotola (1 rig.), Ingretolli (Ischia);
Di Carmine (1 rig.), Ripa (1 rig.) (Juve Stabia);
Del Sante (1 rig.), Scarsella (Lamezia);
Moscardelli (Lecce);
Iannini, Letizia (1 rig), Madonia (Matera);
Caccavallo (1 rig.) (Paganese);
Calil (1 rig.), Mendicino, Negro (Salernitana);
2 gol:
Cicerelli (Aversa Normanna);
Idda (Casertana);
Barraco, Kamara, Pagano (Catanzaro);
Cori (Cosenza)
Agnelli, Gigliotti (Foggia);
Romeo (Juve Stabia)
Improta, Montella (Lamezia);
Miccoli (Lecce);
Raffaello, Tajarol, Testardi (Lupa Roma);
Carretta, Pellecchia (Martina);
Mucciante (Matera);
Caturano, Fella, Giacomarro (Melfi);
Orlando (Messina);
Nalini (Salernitana);
Di Piazza, Sanseverino (Savoia);
1 gol:
Carbonaro, Ndiyae (Aversa Normanna)
Branzani, Palazzolo, Redi (1 rig.) (Barletta);
Alfageme, Doninelli, Marotta, Scognamiglio (Benevento);
Antonazzo, Alessandro, Cruciani, Diakitè, Mancino, Mancosu, Murolo (Casertana);
Martignago, Pacciardi, Pagano (1 rig.), Silva Reis, (Catanzaro);
Magli, Mosciaro (1 rig.) (Cosenza);
Schetter (Isc);
Caserta; Contessa, Osei, Vella (Juve Stabia);
Voltasio (Lamezia);
Della Rocca, Doumbia, Papini, Salvi (Lecce);
Cascone, Celli, Cerrai, Leccese, Malatesta (Lupa Roma);
Arcidiacono (1 rig.), Caruso, Patti (Martina);
Albadoro; Cuffa, Di Noia (Matera);
Berardino, Tortori (Melfi);
Nigro, Pepe, Stefani (1 rig.) (Messina);
De Liguori, Deli (Paganese);
Armellino, Louzada (Reggina)
Gabionetta (1 rig) (Salernitana);
Cremaschi, Rinaldi, Scarpa (Savoia)

Classifica autogol:
1 autogol:
Ciancio, Saracco (Cosenza);
Loiacono (Foggia);
Coletti (Matera);
Armenise (Paganese);
Checcucci (Savoia)

Armando Borrelli da Calciofoggia

Pubblicato in Lega Pro | Contrassegnato | Lascia un commento

Tribunale Federale: ecco la prima società penalizzata

foggiaweb.it/foggiacalcio

Il Tribunale Federale Nazionale, presieduto da Salvatore Lo Giudice, ha inflitto alla Reggina la penalizzazione di 4 punti in classifica da scontare nella corrente stagione sportiva, sanzionando con 6 mesi di inibizione l’amministratore unico e legale rappresentante della società Giuseppe Ranieri per alcune irregolarità nei pagamenti dei contributi Inps e delle ritenute Irpef relative agli emolumenti dovuti ai propri tesserati.

La squadra amaranto – che finora aveva raccolto 9 punti sul campo – scende così a quota 5, entrando in piena zona play-out, ad una sola lunghezza dal fanalino di coda Aversa Normanna.

da Tuttolegapro.com

Pubblicato in Lega Pro | Contrassegnato | Lascia un commento

Al Cerignola il derby di San Matteo, l’ASD San Marco perde ma esce tra gli applausi

foggiaweb.it/foggiacalcio

La tripletta di Morra e la rete di Amoruso piegano i celeste-granata di mister Iannacone, in gol su calcio di rigore con Elia Gravinese

Prima della gara

Chapeau all’Audace Cerignola, che espugna il Tonino Parisi grazie alla tripletta di uno strepitoso Morra e alla rete di Amoruso. Giù il cappello di fronte allo spettacolo offerto sugli spalti da entrambe le tifoserie e ai celeste-granata di mister Iannacone, che fino al definitivo 4 a 1 hanno provato con determinazione e coraggio a riaprire la gara due volte con Perna, poi con Daniele, Caiafa e infine con Iannacone sugli sviluppi di un calcio di punizione dal limite.

Peccato, ma nessun rimpianto per i padroni di casa, nonostante alla vigilia del match ci fossero tutti gli ingredienti e i presupposti per provare a mantenere l’imbattibilità casalinga, su un terreno di gioco fino a domenica mai violato da quando nel 2012 ha cominciato a muovere i primi passi la compagine del presidente Tommaso Martino, che in occasione del derby di San Matteo – insieme al collega e numero uno dell’Audace, Nicola Grieco – ha dato alla luce a un gemellaggio societario.

Spregiudicatezza ed entusiasmo alle stelle, però, non sono bastati per fermare la corazzata ofantina, sempre più leader del campionato di 1^ Categoria. E non è bastato nemmeno il pari momentaneo di Gravinese, alla sua prima marcatura davanti al proprio pubblico – la terza in due partite dagli undici metri – vanificata dopo appena un minuto dalla rete di Amoruso su una grave disattenzione difensiva, e dal tre a uno firmato dal solito Morra su calcio piazzato,

Al rientro dagli spogliatoi, sotto di due gol, i padroni di casa sono riusciti a contenere le accelerazioni degli ospiti e a farsi minacciosi dalle parti di Vurchio, attento in almeno due occasioni. Rimasti in dieci uomini a pochi minuti dal termine, i gialloblu di mister Gallo, con l’ASD San Marco alla disperata ricerca del gol, hanno trovato il poker in contropiede.

da Foggiatoday

Pubblicato in LND (Lega Nazionale Dilettanti) | Contrassegnato | Lascia un commento

Basket, la Diamond vince anche a Barletta

foggiaweb.it/foggiacalcio

La squadra di coach Papa è ora prima insieme a Vieste e Manfredonia

Come previsto i giovani della Cestistica Barletta non sono riusciti a reggere l’impatto contro i più esperti foggiani della Diamond, forti anche del play americano Tayloe Taylor, all’esordio stagionale. Gli arancioni sono ora primi in classifica a 4 punti insieme ad altre squadre della nostra provincia, l’Angel Manfredonia e il Sunshine Vieste.

LA PARTITA. La squadra di casa riesce a tenere il passo della Diamond solo nel primo quarto, concluso 16-18, poi una serie di tiri da 3 di Taylor, Vigilante e Macchiarola spengono le ambizioni dei barlettani, che nella seconda frazione di gioco riescono a realizzare solo 4 punti chiudendo 20-38. Non c’è storia nel resto della partita, tanto che coach Papa tiene precauzionalmente a riposo il capitano Nicola Padalino, dolorante ad una caviglia e nel finale fa entrare alcuni giovanissimi come Padalino E., Suriano e Vernò. La gara termina 50-69.

IL TABELLINO. Cestistica Barletta – Diamond Foggia 50-69 (16-18; 20-38; 31-51)
Cestistica Barletta: Auricchio 3, Degni 17, Vitobello 6, Balducci 17, Di Renzo, Marinacci 2, Miolla 3, Signorile 2, Rizzi, Rainis. Coach Degni.
Diamond Foggia: Chiappinelli 8, Taylor 24, Vigilante 16, Suriano, Padalino E. 3, Padalino N. 2, Lobasso 2, Vernò, Macchiarola 8, D’Arrissi 6. Coach: Papa.
Arbitri: Porcelli Mauro Simone di Corato e Paradiso Donato di Santeramo in Colle.

da Foggiacittaaperta

Pubblicato in Basket e Volley a Foggia e Provincia | Contrassegnato | Lascia un commento

Il punto sulla giornata in Lega Pro. Campionato da andamento lento e poche differenze tra neopromosse e club già in terza serie da anni

foggiaweb.it/foggiacalcio

Dopo questa nona giornata permettetemi di poter dire che è un campionato con un adamento lento, senza distinzione di girone. Su ventisette punti a disposizione le squadre che vanno più veloci ne hanno persi, chi sette come il Bassano che comanda il girone A, chi otto come il duo di testa del girone C (Benevento, Salernitana) e ben undici punti quelli che non ha conquistato l’Ascoli capo classifica del girone B.

Ovviamente le interpretazioni a questo dato le lascio come sempre a tutti voi che settimanalmente mi seguite e colgo l’occasione per ringraziare coloro che mi scrivono, sia con appunti critici che parole di stima.

Il mio pensiero personale su questo passo “lento” è che in generale in questa prima stagione di lega unificata il livello generale tecnico si è abbassato nei valori, mentre in positivo, appunto, il miglioramento di come sono organizzate bene le squadre in campo, merito di allenatori preparati.

Dico questo perchè molti si aspettavano e in parte concordavo anche io, che avremmo dovuto assistere a delle differenze nette tra squadre che la passata stagione erano già in prima divisione rispetto, se non alle prime, alle molte che sono arrivate dalla seconda divisione e anche le neo promosse dai dilettanti che hanno fatto il doppio salto: tutte differenze che ad ora non si notano.

Comunque il Bassano nel girone A vince e si insedia in solitudine al primo posto. A conferma del momento felice del calcio Veneto al secondo posto segue il Real Vicenza, sostituiscono la capolista Como che perde il derby lombardo con il Monza che pare abbia dimenticato il momento negativo e si riavvicina alle prime posizioni, come sembra abbia risolto anche i problemi societari , qualcuno ha asserito grazie alla buona comprensione dei giocatori, vince l’unica gara in trasferta il Novara che recupera posizioni e sopratutto evidenzia anche la solidità della società e dei suoi dirigenti bravi a far sentire la fiducia all’allenatore e alla squadra, quella solidità che potrebbe traballare a Cremona che subisce “l’ennesima” sconfitta e si avvicina alla zona play out.

Il girone B è come una corsa ciclistica alla partenza, tutti in gruppone, ora la testa spetta all’Ascoli che vince in trasferta e appaia la Reggiana che non va oltre un pareggio con l’Aquila. Dietro, tutti, compreso il Pisa che perde il derby con il Grosseto e fa ricredere in molti, compreso il sottoscritto, sulla sua possibilità di disporre di un passo maggiore a quello degli altri. Diverse in questo girone le panchine messe in discussione, sette punti dividono promozione dalla retrocessione, ma pare che nessuno da queste parti sia particolarmente contento, anzi pare proprio l’opposto.

Nel girone C il bigmatch tra Benevento-Salernitana finisce in parità e tutto sommato accontenta tutte e due le squadre, ma questo pareggio lo leggo come una ennesima dimostrazione della forza paritaria delle capoliste rispetto al resto delle altre che più o meno si sostituiscono nella scala della classifica di volta in volta.

 

Ma il dato per ora in negativo per questo girone, che è sempre stato considerato una sorta di B2, per la presenza forte di più squadre attrezzate a vincere, il ritardo di alcune di queste, come Reggina e Lecce che non vanno oltre a un pareggio e stentano ad avere un passo costante da grandi,
ma per fortuna loro nessuno davanti, eccezion fatta per le prime due, sta scappando. Ma attenzione perchè se si arriva al traguardo in gruppo a vincere ci può stare la sorpresa.
Buon calcio a tutti.

da Tuttolegapro.com

Pubblicato in Lega Pro | Lascia un commento

CHE HA FATT U FOGG? IL RITORNO FOGGIA SAVOIA

foggiaweb.it/foggiacalcio

Scusate il ritardo ma state tranquilli, non siamo rimasti incinta.
…e che fra un trasloco ed un altro, fra un cambio di residenza ed un altro non ho avuto troppo tempo da dedicare a questa rubrica.
Ma stanotte ragionando tra me e me ho pensato che non potevo smettere di rompere i coglioni alla gente e quindi …ma oh, ma quanda cazz v’agghia giust’fcà, facit’v i cazza vustr!
Riprendiamo quindi con lo scontro diretto fra squadre di diversamente calciatori che ha visto trionfare i nostri beniamini contro la squadra di Margherita.
I rossoneri scendono in campo con la formazione tipo ad eccezione di Bollino al posto di D’Allocco a confermare la dipendenza di Tavernello da parte di De Zerbi.
Il Foggia è subito propositivo e comincia a sfruculiare la mazzarella a Santurro con una punizione dalla Beata Maria Vergine di capitan Agnelli.
All’ottavo minuto è Iemmello ad avere la prima vera occasione da goal ma abbatte un aereo della Blue Wings Air mandando a monte il contratto della compagnia aerea con il Gino Lisa.
Sulla fascia è molto intraprendente Bencivenga ma il fatto di aver imparato a camminare da pochissimo limita un tantino il terzino dauno ingaggiato con la 104.
Il Savoia prova ad entrare in partita ma i problemi di ricezione satellitare del Tom Tom non permettono ai campani di raggiungere lo Zaccheria prima delle 16:40.
Al minuto 36 c’è la svolta della partita: calcio di punizione dalla trequarti, Iemmello si nasconde nei pantaloncini di Gigliotti e quando il pallone raggiunge l’interno dell’area di rigore a fare trimbone salvatutti inventandosi una girata al volo che trasforma il portiere del Savoia in un pingone di cioccolata.
1-0 per il Foggia e Iemmello ad esultare sotto la Nord al grido di “Tesserato pezzo di merda”!
Ora tappate gli occhi per un attimo a donne e bambini perchè quello che sto per rivelarvi non sarà per niente piacevole e potrebbe urtare la sensibilità di qualcuno…non è facile uagliù…non è facile…va bè lo dico lo stesso:
ASSIST di Cavallaro
…scusate ma dovevo scriverlo. Perdonatemi se potete.
Il primo tempo si conclude così col Foggia il vantaggio ed io che mi gusto un bel fagottino alla crema di merda della Pampers donatomi da mio figlio con tanto amore.
Il secondo tempo conferma il monologo del Foggia che ha vita facile contro i manichini dell’Oviesse campani e prova a spingere con veemenza per raggiungere il meritato raddoppio.
Agostinone intanto si propone con estrema frequenza sulla fascia sinistra con numerose sovrapposizioni che Cavalaro premia prendendolo per culo con delle pernacchie di notevole fattura. Pare che un passaggio di Cavallaro ad Agostinone sia quotato più del 6-6 di Manchester United – Real Sambuceto.
A centrocampo però comincia a farsi sentire la stanchezza e gli effetti della “roba” di Quinto, infatti De Zerbi deve correre ai ripari sostituendo Gerbo e Bollino con D’allocco, Sicurella e due pastori tedeschi dell’antidroga per riportare sulla retta via la mediana rossonera.
Al settantesimo il Foggia confeziona l’azione più bella della partita con palleggi, tocchi di prima, veli, coccole, grattini e succhiotti che, solo per l’intervento disperato di un difensore del Savoia, non si trasforma in un orgasmo per tutti gli spettatori della gara.
Il Foggia continua a macinare gioco ed azioni di pregevole fattura made in Honk Hong ed il Savoia prova con le ultime forze rimaste a non andare in decomposizione prima di arrivare all’obitorio.
Il fischio finale dell’arbitro sancisce la vittoria degli uomini di Di Zerbi-Brescia-DiBari-Sgagarone e proietta il Foggia nel mezzo della classifica…ma la domanda finale di stampo Marzulliano che mi viene da pormi e:
“Ma il Foggia è un sogno, o i sogni ci aiutano a prenderla puntuale nel culo?”
Meh uagliù dalla Marche è tutto e come dicono da queste parti “Itvill a piglià ‘nGul!”
Alla prossima!

Da https://www.facebook.com/giovaneavascabandir

Pubblicato in Foggia calcio s.r.l. | Contrassegnato | Lascia un commento

Foggia – Savoia: la festa a fine partita dei tifosi rossoneri

foggiaweb.it/foggiacalcio

Dopo l’1-0 ai campani firmato Iemmello

La festa a fine gara dei rossoneri dopo la vittoria contro il Savoia, grazie alla rete di Iemmello. Il Foggia va a salutare la Curva Sud e poi la Nord (che durante la partita si era ritrovata anche “a contatto” con gli ospiti), per ricevere il tributo dei propri sostenitori.

da Foggiacittaaperta

Pubblicato in Foggia calcio s.r.l. | Contrassegnato | Lascia un commento

Potenza: “La squadra sta diventando più matura. Vogliamo infiammare i nostri tifosi”

foggiaweb.it/foggiacalcio

Intervista al difensore rossonero dopo Foggia-Savoia

E’ stato uno dei migliori in campo e a fine gara Alessandro Potenza è visibilmente soddisfatto della vittoria con il Savoia giunta al termine di una gara combattuta. Il difensore rossonero non nasconde poi l’emozione di poter giocare nello stadio “di casa”.

da Foggiacittaaperta

Pubblicato in Foggia calcio s.r.l. | Contrassegnato | Lascia un commento

Agnelli: “Contento della prestazione, avevamo una voglia matta di vincere”

foggiaweb.it/foggiacalcio

L’intervista al capitano rossonero

Capitan Agnelli si gode l’ottima prestazione personale – e del Foggia – contro il Savoia e commenta la gara contro i campani, evidenziando la forza del gruppo e strizzando l’occhio alla classifica.

Intervista e montaggio: Edgardo Tufo, riprese: Fabrizio Sereno

Pubblicato in Foggia calcio s.r.l. | Contrassegnato | Lascia un commento

De Zerbi: “La classifica sorride? Noi no, lavoriamo con la bava alla bocca”

foggiaweb.it/foggiacalcio

L’intervista a fine gara al tecnico rossonero

Il tecnico rossonero Roberto De Zerbi commenta il successo del Foggia contro il Savoia e non si lascia “impressionare” dalla classifica, che comincia a sorridere…

Interviste e montaggio: Edgardo Tufo, riprese: Fabrizio Sereno

Pubblicato in Foggia calcio s.r.l. | Contrassegnato | Lascia un commento

Lega Pro Girone C: risultati e marcatori, classifica nona giornata

foggiaweb.it/foggiacalcio

Vince il Foggia con con una rete di Iemmello conquista tre punti allo Zaccheria, pareggio nel derby tra Benevento e Salernitana, pari del Lecce sul campo della Juve Stabia. Cosenza corsaro a Matera, Cappellacci salva la panchina. Questa la giornata numero nove della settimana:

GARE NONA GIORNATA LEGA PRO GIRONE C

BENEVENTO-SALERNITANA 0-0  domenica ore 14,30

CASERTANA-BARLETTA  2-1 domenica ore 18,00

Reti: 24′ Cisse (C), 59′ Palazzolo (B), 89′ Idda (C)

CATANZARO-ISCHIA ISOLAVERDE 2-1

Reti: 16′ Russotto (C), 34′ Kamara (C), 49′ Schetter (I)  domenica ore 12,30

FOGGIA-SAVOIA 1-0

Rete: 37′ Iemmello (F) sabato ore 16,00

JUVE STABIA-LECCE 1-1

Reti: 65’ Moscardelli (L), 72′ Romeo (J) domenica ore 16,00

MARTINA FRANCA-AVERSA NORMANNA 3-1

Reti: 21′ Montalto (M),  63′ N’Diaye (A),  76′ Montalto (M), 79′ Montalto (M) sabato ore 19,30

MATERA-COSENZA 2-3

Reti: pt 25′ Cori, st 5′ Calderini (C), 26′ Iannini (M), 34′ Cori (C), 50′ Autorete Ciancio (M) sabato ore 14,30

MESSINA-VIGOR LAMEZIA 1-0

Rete: 33′ Corona (M) sabato ore 15,00

PAGANESE-MELFI 2-2

Reti 41′ e 47′ Giacomarro (M), 66′ Caccavallo (P), 76′ De Liguori (P) sabato ore 17,00

REGGINA-LUPA ROMA 1-1

Reti: 22′ Louzada (R), 51′ Raffaello (L) venerdì ore 19,30

CLASSIFICA

19 Benevento, Salernitana
17 Casertana, Catanzaro
16 Juve Stabia, Lupa Roma
15 Matera, Vigor Lamezia, Lecce
13 Foggia
11 Messina
9 Reggina
8 Barletta
7 Melfi, Ischia Isolaverde, Savoia, Cosenza
6 Martina Franca, Paganese
4 Aversa Normanna

CLASSIFICA MARCATORI

6 reti: Insigne (Reggina)
4 reti: Russotto (Catanzaro), Calderini (1 rigore, Cosenza), Iemmello (Foggia), Letizia (Matera), Montalto (Martina), Corona (Messina), Caccavallo (Paganese),
3 reti: De Vena (Aversa Normanna, 2 rigori), Marotta, Eusepi – 2 rigori (Benevento), Pagano (Catanzaro), Bianco, Cissè (Casertana),  Cavallaro 1 rigore (Foggia) , Ciotola (Ischia),  Ripa e Di Carmine (Juve Stabia), Moscardelli (Lecce), Iannini, Madonia (Matera), Calil (1 rigore, Salernitana) e  Mendicino (Salernitana), Del Sante (Vigor Lamezia)
2 reti: Cicerelli (Aversa Normanna), Branzani, Floriano, Radi, Floriano (1 rigore) Barletta), Doninelli, Alfageme (Benevento), Barraco, Kamara (Catanzaro), Cori (Cosenza), Agnelli e Gigliotti (Foggia), Romeo (Juve Stabia), Tajarol, Testardi, Raffaello (Lupa Roma), Carretta e Pellecchia (Martina), Fella e Caturano (Melfi), Orlando (Messina), Negro, Nalini (Salernitana), Di Piazza (Savoia), Scarsella, Improta, Montella (Vigor Lamezia)
1 rete: Carbonaro, N’Diaye (Aversa Normanna), Palazzolo (Barletta), Melara, Scognamiglio,(Benevento), Idda,  Cruciani, Diakite, Mancino, Murolo, Antonazzo, Alessandro, Mancosu, Idda (Casertana), Pacciardi, Silva Reis, Martignano (Catanzaro), Mosciaro, Magli, Ingretolli, Schetter (Ischia) Osei, Vella, Contessa, Caserta (Juve Stabia), Papini, Miccoli, Salvi, Della Rocca, Miccoli, Doumbia (Lecce), Cerrai, Perrulli, Celli, Leccese, Cascone (Lupa Roma), Patti, Caruso, Arcidiacono (Martina), Cuffa, Di Noia, Mucciante, Albadoro (Matera), Giacomarro (Melfi), Berardino, Tortori 1 rigore, Stefani, Nigro (Messina), De Liguori (Paganese) Deli, Dall’Oglio su rigore, Armellino, Louzada (Reggina), Gabionetta 1 rigore – Salernitana), Sanseverino, Scarsella, Cremaschi, Rinaldi, Scarpa (Savoia),

da Foggiacalciomania

Pubblicato in Lega Pro | Contrassegnato | Lascia un commento

Cinico e spietato «Foggia, hai vinto una partita chiave»

foggiaweb.it/foggiacalcio

De Zerbi si gode un successo fondamentale «Era più importante il risultato rispetto al gioco»

La vittoria sul Savoia accende l’entusiasmo dello spogliatoio rossonero. Tra i più soddisfatti c’è l’allenatore Roberto De Zerbi: «Il nostro percorso di crescita continua. Prima di scendere in campo ero stato chiaro con i miei ragazzi: nell’arco di una stagione ci sono delle partite chiave. Se le vinci acquisisci sicurezza e fiducia. Foggia–Savoia era una di quelle e non abbiamo fallito l’obiettivo. Ho scelto una squadra a trazione anteriore con Bollino e Bencivenga titolari. Volevo attaccare sin dal primo minuto per evitare di concedere il primo tempo all’avversario, come è successo altre volte».
Grande inizio L’approccio alla gara è stato quello giusto, con il Foggia concentrato in difesa e propositivo in attacco. Il gol vittoria è giunto a seguito della perfetta esecuzione di uno schema su palla inattiva.

 

«Avevamo provato questo tipo di punizione in allenamento — spiega De Zerbi —. Cavallaro ha calciato bene e Iemmello ha sfruttato al meglio i blocchi in area di Potenza e Agnelli». Nella ripresa il Foggia ha arretrato di qualche metro il baricentro sotto la spinta del Savoia alla disperata ricerca del pari. «Forse è subentrata un po’ di ansia, ma per adesso va bene così. Oggi (ieri ndr ) il risultato veniva prima del gioco, in futuro proveremo a giocare meglio».

Baluardo Punto di riferimento per la difesa, Alessandro Potenza analizza il buon momento della squadra: «Nelle prime nove partite siamo riusciti a mettere in difficoltà tutti gli avversari che abbiamo affrontato. La squadra gioca bene e sta acquistando fiducia ma non possiamo fermarci, dobbiamo curare i particolari per essere più cattivi sotto porta e in fase di pressing. Il Foggia può essere la mina vagante del campionato ma non dobbiamo montarci la testa. Da domani il nostro obiettivo dev’essere la gara contro il Catanzaro. Sarà dura».

da La Gazzetta dello Sport

Pubblicato in Foggia calcio s.r.l. | Contrassegnato | Lascia un commento

Top & Flop di Foggia-Savoia

foggiaweb.it/foggiacalcio

Dopo un match ben giocato, il Foggia è uscito dallo Zaccheria festeggiando i tre punti ai danni del Savoia. Decisiva una rete di Iemmello al 37′, derivata da uno schema ben eseguito su punizione.

I Satanelli hanno legittimato la loro vittoria nel primo tempo, mentre la ripresa è stata giocata a viso aperto da entrambe le squadre, con tre/quattro occasioni tangibili per parte. Ecco top e flop del match dello Zaccheria.

TOP

Agnelli-Iemmello (Foggia): meritevoli pure Potenza e Narciso, anch’essi autori di un’ottima prestazione. Premiamo però l’attaccante classe ’92 sia per il gol, da bomber vero, sia per una partita giocata da protagonista in prima linea. Sempre nel vivo del gioco, sempre preciso. Decisivo però anche il lavoro in mediana del 29enne Agnelli: lampi di classe per il capitano rossonero, ex Lecce, che ha spadroneggiato a centrocampo. FARI LUMINOSI

La fase difensiva (Savoia): parliamoci chiaro, dal punto di vista del gioco si è vista una grande differenza tra le due squadre. Sia nel punteggio che nel conto delle occasioni, però, gli oplontini non sfigurano soprattutto grazie ad una fase difensiva che ha contenuto abbastanza gli attacchi foggiani, riuscendo in qualche modo a limitare i danni. Segnali incoraggianti per il futuro. QUASI SOLIDI

FLOP

Quinto (Foggia): non una buona partita la sua. Partecipa con continuità alla tessitura delle trame rossonere, ma sbaglia troppi passaggi, anche in zone pericolose del campo. Al 58′, per esempio, un suo errore ha permesso a Gallo di mettere in mezzo e se D’Appolonia non avesse lisciato il pallone forse staremmo parlando di un pareggio. Al 79′ salta anche col gomito alto e colpisce Del Sorbo: l’arbitro lo grazia e lo ammonisce. IMPRECISO

D’Appolonia-Scarpa (Savoia): è vero che molti dei problemi offensivi degli oplontini sono nati a centrocampo, ma va segnalata la brutta prova delle due punte. Nonostante provino a farsi vedere, la giornata è negativa per entrambi, visto che non riescono praticamente mai a rendersi pericolosi. D’Appolonia spreca anche una buona occasione con un liscio: per lui le attenuanti sono la più giovane età (è un ’93) e il rigore richiesto nel finale (episodio dubbio, ma l’arbitro ha probabilmente deciso bene). INNOCUI

da Tuttolegapro.com

Pubblicato in Lega Pro | Contrassegnato | Lascia un commento

Foggia-Savoia 1-0, le pagelle: che Potenza la difesa!

foggiaweb.it/foggiacalcio

Grande prova del difensore scuola Inter, autentico padrone del pacchetto arretrato. Bene anche Bencivenga e capitan Agnelli. Iemmello ancora decisivo.

Un buon Foggia forse solo un po’ sciupone, porta a casa tre punti preziosi, che allungano la serie positiva salita a cinque gare. Saranno soddisfatti i tifosi rossoneri, che certo avranno penato fino alla fine, anche per le tante occasioni da gol non capitalizzate dalla formazione di De Zerbi. Tuttavia si è visto un Foggia autorevole, padrone del campo per tutta la partita, capace di costruire numerose occasioni, alcune anche di pregevole fattura. Segno che il lavoro paga, specie se fatto bene.

FOGGIA (4-3-3) Narciso 6,5; Bencivenga 6,5 Potenza 7 (45’st Loiacono s.v.) Gigliotti 6,5 Agostinone 6; Agnelli 6,5 Quinto 6 Gerbo 6 (15’st D’Allocco 6); Bollino 6,5 (24’st Sicurella 6) Iemmello 7 Cavallaro 6. A disposizione: Tarolli, Grea, Leonetti, Sarno. All. Roberto De Zerbi 6,5

Narciso 6,5 – Un paio di interventi sui quali deve impegnarsi parecchio. Sulla punizione velenosa di Sevieri non si fa trovare impreparato. Brividi su un’uscita ritardata, che lo porta ad un pericoloso scontro con un avversario, per fortuna senza conseguenze

Bencivenga 6,5 – Asfalta la corsia destra mettendo a dura prova il nuovo manto dello Zaccheria. Se riuscisse a disciplinarsi meglio tatticamente, e a limare certe ruvidezze nel tocco, sarebbe perfetto. Il trucco della banconota nella scarpa, stile Codispoti non sarebbe male…

Potenza 7 – Dominatore dell’area. Non sbaglia un intervento, che sia di testa o di piede. Solo un acciacco, in chiusura di match, lo mette k.o. (45’st Loiacono s.v.)

Gigliotti 6,5 – Meno in evidenza rispetto al compagno di reparto, ma si fa sentire anche lui e la difesa diventa sempre più solida

Agostinone 6 – Lascia che Bencivenga si prenda la licenza di spingere. Lui tiene di più la posizione, e lo fa con la solita disciplina

Agnelli 6,5 – Quando parte palla al piede si ha l’idea che possa nascere sempre qualcosa di pericoloso. Scalda i guanti di Santurro all’avvio con una punizione carogna, e mette nel curriculum giornaliero la partecipazione attiva nell’azione più bella del match

Quinto 6 – Primo tempo sulla falsariga della partita di Ischia. Padrone del centrocampo, ottima diga, ed elegante metronomo. Nella ripresa decide di mandare in campo il suo gemello, quello indolente, che regala palloni sulla trequarti e alimenta i malumori della parte più esigente e meno tollerante dello ‘Zac’

Gerbo 6 – Meglio nel primo tempo, quando è più fresco e presente soprattutto in fase offensiva. Si mangia un gol clamoroso in chiusura di tempo, poi cala nella ripresa (15’st D’Allocco 6 – De Zerbi lo sistema inizialmente in mezzo, prima di traghettarlo in attacco con l’innesto di Sicurella. Fa il suo, dando quantità e possibilità di respirare alla squadra)

Bollino 6,5 – Prova a far venire giù lo stadio con un’acrobazia degna di una puntata di Holly e Benji. L’esito è più da Bruce Harper ma tant’è. Corre molto, spendendo tutto quello che ha in corpo. E nella ripresa serve un grande Santurro per deviare in angolo il suo sinistro a giro. In costante crescita (24’st Sicurella 6 – De Zerbi lo lancia nella mischia perché c’è bisogno di freschezza in mezzo, e lui si fa trovare pronto)

Iemmello 7 – Alla prima stecca, arrivando scoordinato sull’ottimo suggerimento di Bencivenga. Alla seconda ci arriva meglio, la prende benino, ma la volee sporca si rivela perfetta per superare l’estremo difensore avversario. Per il resto, lotta come sempre, fa sponda, allarga la difesa, fa a sportellate. What else?

Cavallaro 6 – Sufficienza per l’impegno e perché comunque fa sentire la sua presenza. Peccato per la mancata deviazione sotto porta che avrebbe completato un’azione da manuale. Ha il merito di calciare la punizione che manda in gol Iemmello

De Zerbi 6,5 – La squadra cresce, gioca bene, a tratti benissimo. Le manca solo un pizzico di cattiveria sotto porta, quella che ti porta a chiudere partite come quelle di oggi, che un episodio a sfavore potrebbe guastarti. Tuttavia i progressi sono evidenti, come visibile è la mano di chi guida la squadra

da Foggiatoday.it

Pubblicato in Foggia calcio s.r.l. | Contrassegnato | Lascia un commento

L´ANALISI DEL GIORNO DOPO: FOGGIA, LA CRESCITA C´È E SI VEDE!

foggiaweb.it/foggiacalcio

Termina 1-0 la sfida tra Foggia e Savoia allo Zaccheria. A fare gli onori di casa ci ha pensato il solito Pietro Iemmello, il quale, su schema da calcio piazzato sorprende la difesa e deposita alle spalle dell’incolpevole Santurro.

Alla vigilia
Dopo la vittoria esterna contro l’Ischia si parlava di svolta. Svolta che poteva essere confermata solo uscendo con i tre punti dallo Zaccheria nella gara successiva contro il Savoia.

 

Quindi regnava un grande entusiasmo tra i rossoneri, consapevoli che una vittoria avrebbe dato significato all’impegno e alla grande mole di gioco messa in campo sino a quel momento. De Zerbi voleva una squadra sbarazzina, capace di giocare con impegno e senza paura, una squadra matura mentalmente. Capitolo formazioni: tra i rossoneri rientra dalla squalifica il bomber Iemmello, nel Savoia quasi tutti a disposizione.

L’analisi della partita
In campo si è vista un’altra grande prestazione da parte della truppa di De Zerbi. Una squadra più solida, concreta, forse anche più cinica. Il Foggia è partito subito a razzo con molte occasioni, premiate poi dal gol vittoria di Iemmello che ha chiuso la prima frazione.

Nel secondo tempo squadra più lunghe, il Savoia ha provato a giocarsi il tutto per tutto inserendo attaccanti di ruolo (come Di Piazza) ma il Foggia ha saputo resistere concedendo qual cosina, ma andando vicino, in più di un’occasione, al raddoppio. Si sono notati miglioramenti sui calci piazzati, sia offensivi che difensivi. In attacco Bollino è in crescita, D’Allocco è una garanzia, la difesa funziona, il centrocampo suda e Iemmello sempre più bomber.

Top e Flop rossoneri
Un’altra grande partita da parte di tutta la squadra. A mio avviso i tre Top di questa partita sono Narciso, Potenza e Iemmello. Il portiere rossonero compie un paio di interventi importanti che avrebbero permesso al Savoia di riacciuffare il pareggio.

Il centrale rossonero è una potenza di nome e di fatto: gioca una partita attenta e senza sbavatura riuscendo a sbrogliare, con una semplicità imbarazzante, un paio di situazioni non facili. Il bomber segna il suo quarto gol in questo campionato rendendosi sempre più protagonista in questa squadra: al di là del gol, gioca una grande partita fatta di sacrificio (soprattutto nel finale) e ottime sponde per i compagni.
Tra i Flop inserisco il solo Quinto: tutto sommato gioca una buona partita, è un giocatore indispensabile per questo Foggia. Peccato per quei tre passaggi-regalo i quali, se sfruttati meglio dagli ospiti, avrebbero potuto vanificare la grande mole di gioco e di sacrificio messa in campo dalla squadra.

Considerazioni finali
Seconda vittoria consecutiva per il Foggia e decimo posto in classifica consolidato con 13 punti. Indubbiamente il lavoro di De Zerbi si sta vedendo: la squadra gioca un calcio molto bello, attacca senza paura e sta migliorando molto anche nell’approccio alla gara.

C’è ancora molto da migliorare, come ad esempio la concretezza sotto porta, ma siamo sulla strada giusta. Importante il segnale lanciato da Potenza in conferenza stampa: probabilmente il migliore in campo ma, con l’umiltà di un principiante, afferma che il gruppo è unito, sta crescendo e che l’allenatore è un predestinato. I giovani (come Bollino e Sicurella) stanno facendo passi da gigante ma non ci si deve accontentare.
È con questo spirito che il Foggia, da adesso, dovrà pensare alla prossima gara casalinga contro il Catanzaro. Non bisogna farsi prendere dall’entusiasmo anzi, continuare ad avere quella fame di risultati che si è vista nelle ultime gare

Attilio Scarano da Calciofoggia

Pubblicato in Foggia calcio s.r.l. | Contrassegnato | Lascia un commento

IEMME-GOL ED IL FOGGIA BATTE IL SAVOIA

foggiaweb.it/foggiacalcio

Un gol di Pietro Iemmello permette al Foggia di vincere la sfida contro il Savoia ed ottenere la seconda vittoria consecutiva.

Roberto De Zerbi opta per Bencivenga in difesa con Bollino a centrocampo, lasciando poi invariati i restanti titolari della partita precedente e quindi schierando Narciso tra i pali; Potenza, Gigliotti ed Agostinone in difesa, oltre al già citato Bencivenga; trio di centrocampo composto da Agnelli, Quinto e Grea; attacco con il rientrante Iemmello, Cavallaro e Bollino.
Giovanni Bucaro schiera i suoi giocatori con Santurro in porta; trio difensivo con Sirigu, Rinaldi e Checcucci; centrocampo con Malaccari e Sabatino sugli esterni, Esposito e Gallo nel ruolo di mezzali e Sevieri al centro; il duo d’attacco è invece composto da Scarpa ed D’Appolonia.

Dopo un solo minuto Bollino ruba palla, subisce una trattenuta ma riesce a servire Iemmello in profondità che vince il contrasto con un difensore avversario e arriva al tu per tu con Santurro, ma per l’arbitro però il gioco si era interrotto sul fallo su Bollino, nonostante si potesse palesemente concedere la continuazione dell’azione.
Sulla punizione seguente Agnelli impegna severamente Santurro che mette in angolo. Dalla bandierina si presenta Cavallaro, Iemmello spizza sul primo palo e Bollino cerca una mezza rovesciata che termina però alta.
Al minuto 8 Iemmello scambia con Cavallaro che esegue un tunnel su un difensore ma viene poi chiuso dal ritorno di un altro avversario in corner. Dall’angolo successivo Santurro è bravo a smanacciare ed allontanare la minaccia.
Passa un solo minuto e Agnelli serve a Bencivenga che la mette al centro bassa per Iemmello che però mette alto da buona posizione.
Al 18° è ancora Iemmello ad avere una buona occasione ma cerca un sombrero di troppo su un avversario e perde la possibilità di tirare.
Due minuti più tardi buona punizione per i rossoneri: Cavallaro mette al centro ed Agnelli colpisce in tuffo ma la sfera termina a lato.
Alla metà del primo tempo il Savoia conquista il suo primo calcio d’angolo: dalla bandierina va Sevieri ma la sfera viene allontanata da Gigliotti.
Al 25° Gerbo è il primo ammonito della partita per un contrasto di spalla.
Dopo 10 minuti di sostanziale calma il Foggia conquista un nuovo corner: dalla bandierina va ancora Cavallaro che non riesce però a trovare un compagno sul secondo palo.
Pochi secondi più tardi i rossoneri usufruiscono di una punizione: Cavallaro, dopo un tocco di Bollino, pennella un preciso passaggio filtrante per Iemmello che incrocia benissimo di destro e batte Santurro.
Il Savoia prova a reagire con una punizione: sul cross di Sevieri si scontrano Narciso e Sirigu e l’arbitro è costretto ad interrompere il gioco per permettere ai sanitari di soccorrere i due giocatori.
Al 40° si aggiunge anche Gallo alla lista degli ammoniti per aver steso Iemmello.
3 minuti più tardi altra punizione a favore dei campani ma l’azione viene fermata per una posizione di offside.
Il Foggia cerca la via del gol con Gerbo che però colpisce male la sfera e mette a lato dopo la bella azione tra Iemmello ed Agnelli.

Prima dell’inizio del secondo tempo Bucaro inserisce Di Piazza al posto di Esposito; nessun cambio invece nel Foggia.
Al 49° Gerbo ruba la palla a metà campo e serve Agnelli che si invola in un 4 contro 3 ma la sua conclusione viene ribattuta da un difensore.
Qualche secondo più tardi il Foggia allarga l’azione sulla destra e sul cross di Bencivenga arriva lo stacco di Bollino che mette la sfera a lato.
Continua il pressing del Foggia per il raddoppio: Iemmello difende bene la sfera ed allarga per Bollino che, con un mancino di prima intenzione costringe Santurro al miracolo per mettere in corner.
Sugli sviluppi dello stesso lo schema del Foggia non riesce ad ottenere il risultato sperato e il Savoia riparte in contropiede con Di Piazza che però, al tu per tu con Narciso, spara addosso al numero 1 locale.
Al 53° Bencivenga prova la soluzione personale dalla distanza ma il suo tentativo è errato.
Dopo un minuto Gigliotti viene ammonito per una trattenuta. Dalla seguente punizione, vicina al vertice destro dell’area di rigore rossonera, Sevieri mette di un soffio a lato.
Al 58° erroraccio di Quinto sulla linea di fondo e un giocatore del Savoia può mettere al centro, D’Appolonia fallisce una ghiottissima occasione ciccando il tiro, la conclusione seguente di Scarpa viene facilmente bloccata a terra da Narciso.
Un minuto dopo De Zerbi opera il primo cambio inserendo D’Allocco al posto di Gerbo.
Al 63° Di Piazza cerca il jolly da centrocampo ma la sua conclusione termina ampiamente fuori.
3 minuti più tardi Quinto perde un altro pallone sanguinoso a metà campo, Del Sorbo prova la conclusione Narciso è attento.
Allo scoccare della metà del secondo tempo secondo cambio nel Foggia: esce Bollino ed al suo posto entra Sicurella.
Allo stesso minuto Bucaro inserisce Pompilio al posto di Scarpa.
Al 70° il Foggia si produce in un azione stupenda tutta di prima con Cavallaro che viene fermato sul più bello da un difensore ospite, sulla prosecuzione dell’azione poi il numero 10 rossonero mette la sfera in porta ma il Sig. Tommaso Diomaiuta segnala giustamente la posizione di fuorigioco.
Alla mezzora della ripresa il Foggia conquista un nuovo angolo: dalla bandierina va sempre Cavallaro che regala però la sfera a Santurro.
Al 78° il Savoia usufruisce dell’ultimo cambio con l’ingresso di Del Sorbo al posto di Checcucci.
Subito dopo Quinto viene ammonito per un colpo ad un avversario mentre saltava. Sulla sfera si presenta come al solito Sevieri e Narciso si supera e con un intervento strepitoso mette in corner.
A 2 minuti dal termine è ancora Cavallaro ad avere una buona occasione, ma anche in questo caso l’intervento di un difensore è decisivo per mettere la sfera in angolo.
Passano ancora 120 secondi e Bencivenga prova un azione personale in cui la prima conclusione viene respinta da un difensore e la seconda termina a lato.
Al minuto 89 l’arbitro ammonisce Bencivenga per perdita di tempo perché stava aspettando il cambio che prevedeva l’ingresso di Loiacono al posto di Potenza.
Nel corso del secondo dei 5 minuti di recupero Iemmello passa il pallone a Sicurella che, con uno splendido velo, permette a Cavallaro di poter tentare il tiro che termina però alto sulla traversa.
Il Foggia conquista poi un nuovo corner e mantiene palla nei pressi della bandierina per 1 minuto e mezzo circa.
Nel corso dell’ultimo minuto di gioco l’arbitro ammonisce Del Sorbo per simulazione e fischia poi la fine della partita, venendo poi accerchiato da tutti i giocatori del Savoia e anche dal mister Bucaro.

Il Foggia riesce per la prima volta stagionale a mettere in fila due vittorie consecutive.
Il Savoia subisce la seconda sconfitta consecutiva e raggiunge quota 5 partite senza successi.

Tabellino:

Foggia 1-0 Savoia
37° Iemmello (Fog)

Formazioni:

Foggia (4-3-3): Narciso; Bencivenga – Potenza (89° Loiacono) – Gigliotti – Agostinone; Agnelli – Quinto – Gerbo (59° D’Allocco); Bollino (67° Sicurella) – Iemmello – Cavallaro
A disposizione: Tarolli – Grea – Leonetti – Sarno
Allenatore: Sig. Roberto De Zerbi

Savoia (3-5-2): Santurro; Sirigu – Rinaldi – Checcucci (78° Del Sorbo); Malaccari – Gallo – Sevieri – Esposito (46° Di Piazza) – Sabatino; Scarpa (67° Pompilio) – D’Appolonia
A disposizione: Gragnaniello – Verruschi – Gargiulo – Sanseverino
Allenatore: Sig. Giovanni Bucaro

Ammoniti: 25° Gerbo (Fog); 40° Gallo (Sav); 54° Gigliotti (Fog); 79° Quinto (Fog); 89° Bencivenga (Fog); Del Sorbo (Fog)

Espulsi:

Arbitro: Sig. Riccardo Baldicchi di Città di Castello
1° Assistente: Sig. Tommaso Diomaiuta di Albano Laziale
2° Assistente: Sig. Daniele Colizzi di Albano Laziale

Armando Borrelli da Calciofoggia

Pubblicato in Foggia calcio s.r.l. | Contrassegnato | Lascia un commento

Il Foggia batte il Savoia e si lancia all´inseguimento delle grandi

foggiaweb.it/foggiacalcio

Il Foggia supera di misura, ma con merito il Savoia, torna a vincere allo Zaccheria dopo un mese e mezzo e si porta a ridosso della zona nobile della classifica. 1-0 il finale a favore dell’undici di Roberto De Zerbi. Match winner, il solito Pietro Iemmelo che ha infilato la rete campana al 36′ della prima frazione con un destro chirurgico, su ottima imbeccata di Cavallaro a seguito di un calcio di punizione toccato da Agnelli. Domenica ancora allo Zaccheria, contro il Catanzaro.

da Teleradioerre

Pubblicato in Foggia calcio s.r.l. | Contrassegnato | Lascia un commento

POTENZA:”CON QUESTO GRUPPO E´ FACILE ESSERE UN LEADER”

foggiaweb.it/foggiacalcio

“Siamo contenti della vittoria e della prestazione. Personalmente sono contento
della mia gara perché oggi stavo bene meglio di domenica scorsa ad Ischia poi il
caldo mi ha provocato i crampi finali.

 

Questa e´ la strada da perseguire per
ottenere ancora tanti risultati positivi. Sono venuto qua per prendermi le mie
responsabilità e so che tutti si aspettano molto da me ma è facile essere il leader
in questo spogliatoio dove ci sono ragazzi di grossa personalità come Agnelli,
Quinto, Narciso.

 

Con 5-6 elementi del genere risulta facile essere seguito dai più
giovani. In nove partite abbiamo messo sotto tutti e con la mole di gioco che
svolgiamo e con 5-6 azioni da gol e´ normale che se non sei più cattivo sotto porta
rischi di correre qualche pericolo su un paio di ripartenze.

 

Quando miglioreremo
questo aspetto sarà difficile per gli avversari farci gol. A livello fisico mi sento bene e solo ad Ischia non ho risposto bene fisicamente. Oggi ho sentito indurire leggermente il polpaccio ma nulla di che.

 

Il mister mi chiede sempre di non rischiare considerato l´infortunio al crociato che ho subito. Possiamo essere la mina vagante del campionato perché se analizziamo tutte le partite giocate abbiamo messo sotto tutti ma per esperienza dico che bisognerà ragionare partita per partita evitando di montarci la testa e pensando a preparare la gara di domenica con il Catanzaro al meglio facendo leva sull´ottimo calcio che il nostro tecnico attua”.

Tiziano Errichiello da Calciofoggia

Pubblicato in Foggia calcio s.r.l. | Contrassegnato | Lascia un commento

AGNELLI:”ABBIAMO VOLUTO QUESTA VITTORIA”

foggiaweb.it/foggiacalcio

“Il caldo oggi ci ha stremati ma anche lo sforzo di portare a casa la vittoria dopo
che abbiamo mancato più volte il secondo gol. Vincere oggi significava dare una
sterzata importante al campionato e ci siamo riusciti.

 

Oggi mi sento di applaudire il
gruppo che ha avuto la volontà di conseguire la vittoria attraverso il gioco e con gli
schemi che studiamo in settimana. Una squadra più solida anche in difesa da
quando abbiamo Potenza e poi Narciso oggi ci ha salvato in un paio di occasioni.
Ho preso una botta nel finale e correvo male e mi sono arrivati i crampi e per dieci
minuti ho stretto i denti. Vorrei spendere qualche parola anche a favore di Quinto
che dopo aver sbagliato due tre palloni viene beccato.

 

Vorrei invece che proprio in
quei frangenti si dia una mano a noi tutti in campo. Stiamo andando bene e ci
mancano i due punti di Cosenza ma noi la classifica non la guardiamo e vogliamo
salvarci il più presto possibile e toglierci soddisfazioni.

 

Ora affronteremo grandi
squadre e mi auguro che insieme a questo meraviglioso pubblico si possa fare
qualcosa di fantastico. Oggi abbiamo giocato un gran primo tempo e poi nella
ripresa con loro a tre punte abbiamo indietreggiato un po´ ma sbagliando quelle
due occasioni lì davanti abbiamo sofferto fino alla fine”.

Tiziano Errichiello da Calciofoggia

Pubblicato in Foggia calcio s.r.l. | Contrassegnato | Lascia un commento